Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Corso incidenti malattie ravasco 2019

166 views

Published on

Prevenzione incidenti e malattie, malattie, incidenti, Primo Soccorso Pediatrico, ferrando, ferrandoalberto, morbillo, rosolia, scarlattina, mononucleosi infettiva, meningite, vaccinazioni,

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Corso incidenti malattie ravasco 2019

  1. 1. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Dott. Alberto Ferrando Prof. a contratto in Pediatria ambulatoriale PEDIATRA Coordinatore Garanti dell’Infanzia UNICEF Presidente Ass. pediatri Extraospedalieri liguri (APEL) -www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it -alberto.ferrando1@gmail.com -3388687583
  2. 2. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com SUPERAMENTO DELLA DELEGA IL PRIMO sistema di emergenza Non è il 112 ma chi Vi è vicino
  3. 3. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Nell’accudimento dei bambini è, prima di tutto, fondamentale attivare, sia per incidenti che per le malattie, strategie e misure di prevenzione. Nello stesso tempo bisogna essere in grado di intervenire nel caso di eventi morbosi o incidenti.
  4. 4. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  5. 5. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com 5
  6. 6. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com 6
  7. 7. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Injury Deaths Compared to Other Leading Causes of Death for Persons Ages 1-44, United States, 2007* •Injury FactsMore than 180,000 deaths from injury each year — 1 person every 3 minutes •Leading cause of death for people ages 1-44 in the US1 •More than 2.8 million people hospitalized with injury each year •More than 29 million people treated in Emergency Department for injury each year •More than $406 billion annually in medical costs and lost productivity
  8. 8. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  9. 9. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  10. 10. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.ferrandoalberto.blogspot.it
  11. 11. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  12. 12. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  13. 13. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com SE lasciate la vostra mail Vi invio: - Materiale vario e poster su manovre - Vi posso inserire nella mailing list di informazione e aggiornamenti su temi di interesse per i bambini e le famiglie (CORSI@forum@apel-pediatri.it)
  14. 14. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Seggiolino per auto 1940
  15. 15. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com “Utenti deboli della strada”: pedoni, disabili in carrozzella, ciclisti e tutti coloro i quali meritino una tutela particolare dai pericoli derivanti dalla circolazione sulle strade. Tra questi ultimi sono annoverati anche i bambini. (Legge 29 luglio 2010, n. 120 - Disposizioni in materia di sicurezza stradale)
  16. 16. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com - anche un urto a 15 km/h può essere fatale - il 40% degli incidenti mortali si verifica su percorsi inferiori ai 3 km, soprattutto in città.
  17. 17. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com La forza d'urto Nel caso di impatto a 50 Km/h un bambino del peso di circa 15 kg produce una forza d’urto pari a 225 kg: è impossibile trattenerlo con le braccia! Con cinture e seggiolini si riduce del 90% il rischio di lesioni gravi o mortali.
  18. 18. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com cose da evitare: •Tenere il bambino in braccio •Utilizzare un seggiolino danneggiato in un incidente •Dare da mangiare
  19. 19. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  20. 20. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  21. 21. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com L’annegamento e il semiannegamento Contrariamente alle credenze popolari, chi rischia di annegare non si agita o grida aiuto. Sopra a 6 anni • galleggiamento verticale • braccia estese lateralmente che battono e schiaffeggiano l’acqua • può andare sott’acqua e riemergere con la testa più volte Sotto a 6 anni • galleggiamento in posizione prona • con la faccia in acqua
  22. 22. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  23. 23. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com BAGNO DOPO MANGIATO La credenza che fare il bagno dopo mangiato determini una congestione non è mai stata dimostrata. - evitare comportamenti estremi quali quello di stare a digiuno per 2-3 ore, con il rischio di avere dei colpi di calore, o fare il bagno dopo pasto abbondante e senza un adattamento graduale all’acqua. - l'immersione in acqua deve essere graduale. - evitare i tuffi da accaldati, per il rischio di sincope determinata dal brusco cambiamento di temperatura. - Consigliati pasti leggeri con alimenti facilmente digeribili. (http://ferrandoalberto.blogspot.it/2014/07/sicurezza-al-mare-era-bagno-dopo.html )
  24. 24. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Soffocamento: il ruolo di chi è vicino è decisivo 24
  25. 25. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  26. 26. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com 26 www.apel-pediatri.org
  27. 27. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.ferrandoalberto.blogspot.it
  28. 28. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  29. 29. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  30. 30. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  31. 31. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com DATI 2007 SOCIETA’ ITALIANA DI PEDIATRIA MUORE 1 BAMBINO A SETTIMANA IL SOFFOCAMENTO DA INALAZIONE CORPO ESTRANEO
  32. 32. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  33. 33. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com FATTORE DETERMINANTE.... ....IL TEMPO!!! 15” PERDITA DI COSCIENZA 45-60” ARRESTO RESPIRATORIO 4’ DANNI CEREBRALI REVERSIBILI 6’ DANNI CEREBRALI IRREVERSIBILI
  34. 34. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Ogni b. è a rischio di soffocamento e quindi ogni genitore (OGNUNO) deve …. • Fare attenzione quando il tuo bambino mangia o gioca!
  35. 35. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  36. 36. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com36 Malattie infettive Non ogni contatto con un microrganismo genera una malattia infettiva. Contaminazione: presenza transitoria, non moltiplicazione Infezione: il microrganismo si moltiplica nell’organismo - colonizzazione (infezione asintomatica) - malattia
  37. 37. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com37 Malattie infettive La sviluppo di una malattia infettiva dipende da: - capacità di aggressione del microrganismo (patogenicità, invasività e infettività,virulenza, produzione di endo-esotossine, carica infettante)  - difese dell’organismo
  38. 38. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Le 5 modalità (gli anglosassoni parlano delle 5F) • Faeces (feci) Necessaria un’accurata igiene: contatto di feci con le mani e una igiene delle stesse non adeguata. • Fingers (dita) IMPORTANTE lavare le mani. • Fomites (oggetti, suppellettili) Alcuni virus possono sopravvivere anche per settimane su superfici dell’ambiente. • Food (cibo) • Flies (mosche) Passando su varie sostanze gli insetti possono fare da veicoli per alcune infezioni.
  39. 39. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com39 COME PREVENIRE LE MALATTIE? 1. Misure igieniche 2. Corretti Stili di vita 3. Vaccini se disponibili 4. Farmaci, integratori
  40. 40. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com UNA DELLE COSE PIU' IMPORTANTI, PER PREVENIRE LE MALATTIE A SE’, E AGLI ALTRI E': - Farmaci immunostimolanti - Farmaci naturali (fitoterapia) - Omeopatia - Fiori di Bach - Lavaggio delle mani - Dieta mediterranea - Dieta Vegana - Preghiera Risposta: LAVAGGIO ACCURATO DELLE MANI SIA DEI BAMBINI CHE DEL PERSONALE DEGLI ASILI, SCUOLE E DEI FAMILIARI".
  41. 41. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com 1. Misure igieniche -Lavaggio delle mani -Sternutire e tossire in modo adeguato -Aereazione degli ambienti -Vita all’aria aperta -Convalescenza dopo malattia
  42. 42. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  43. 43. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  44. 44. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  45. 45. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Una volta accertato il caso le scuole chiudevano x essere disinfettate, a scuola si tornava col certificato medico. ……… .....cmq noi primo sintomo in farmacia a fare il tampone ...mio nipote ben sette volte 3
  46. 46. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com ALL'ASILO 1 BAMBINO SU 2 PORTATORE SANO DI BATTERI Studio su oltre 1700 bambini 55,6% dei bambini e' risultato portatore sano di almeno uno dei cinque germi presi considerati S. Aureus (presente nel 33,9%), H.influenzae (19,2%), S. pyogenes (11,3%), M.catarrhalis (6,1%) S.pneumoniae (5,1%). "portatori sani" di meningococchi: 10% della popolazione, 25% dei giovani adulti
  47. 47. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com una volta si denunciava e i bambini dovevano stare a casa 40 giorni la ragione del contagio e anche i pidocchi è che vanno a scuola troppo presto
  48. 48. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Trent'anni fa quando un bambino aveva forte mal di gola si faceva immediatamente il tampone per escludere la scarlattina . Inoltre se si rendeva necessario c'era l'antibiogramma che individuata l'antibiotico mirato. Ripeto trenta anni fa
  49. 49. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com NUOVA EPIDEMIA DI TAMPONITE...ECCO COSA E' Salve. Mia figlia ha 4 anni e nella sua classe c'è stato un singolo caso di scarlattina . Si è diffuso (inspiegabilmente) il panico e tutte hanno deciso di proporre un tampone di gruppo anche senza sintomi. addirittura c'è chi ha sottoposto i proprio figli a terapia antibiotica per PREVENZIONE !!!! Cmq io nn vorrei fare il tampone a mia figlia che , ringraziando Dio , sta bene , nn mostra il minimo sintomo , è la stessa di sempre.....
  50. 50. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com A me fa specie Ferrando che fa allarmismo sulla scarlattina. Comunque i bambini sotto antibiotico si tengono a casa fino a fine somministrazione...gli si da il tempo di riprendersi perché l'antibiotico è un vero tsunami per l'organismo che azzera la flora intestinale e espone il bambino a qualsiasi infezione.
  51. 51. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com La somministrazione di probiotici durante una terapia antibiotica impedisce la normale ricrescita della flora intestinale
  52. 52. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  53. 53. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Anni or sono, quando mio figlio faceva le elementari ci fu in classe un caso di scarlattina e a tutti gli alunni fu fatto il tampone, mio figlio ed altri bambini compreso il maestro risultarono portatori sani e furono esonerati da scuola messi sotto antibiotico fino a che un successivo tampone risultò negativo.....
  54. 54. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Sudamina Nel periodo estivo una delle patologie cutanee più diffuse è la sudamina (o miliaria): eruzione cutanea infiammatoria e pruriginosa: • in alcune zone del corpo compaiono più puntini rossi; • il bimbo tende a grattarsi; • l’area interessata si arrossa diffusamente.
  55. 55. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com È inutile che i pediatri si lamentano. È il prezzo di aver sempre prescritto augmentin per qualunque febbre superasse i 3 giorni. Ora i batteri diventano resistenti. Anzi lo sono da tempo. Paghiamo il prezzo di prescrizioni selvagge. E comunque è un batterio comune e diffuso.. Che spesso fa parte della flora residente di un essere umano.
  56. 56. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  57. 57. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  58. 58. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com ESANTEMA DA FARMACI: Cosa sapere - Lesioni maculari e/o papulose, di dimensioni variabili. - Possono essere accompagnate da prurito. - Frequentemente esantemi maculo-papulosi aspetto talora polimorfo. - Alcune eruzioni appaiono più gravi per l'intensità dei sintomi soggettivi (bruciore o prurito), l'estensione delle lesioni cutanee, l'edema associato (spesso al volto) la presenza di scollamenti dell'epidermide o di erosioni, la compromissione delle condizioni generali.
  59. 59. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  60. 60. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  61. 61. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  62. 62. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  63. 63. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  64. 64. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  65. 65. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  66. 66. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  67. 67. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  68. 68. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  69. 69. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  70. 70. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Zaffo di muco NON tonsillite
  71. 71. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Zaffo di muco NON tonsillite www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  72. 72. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  73. 73. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Esantema da amoxi in infez. Da EB www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  74. 74. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Esantema da amoxi in infez. Da EB www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  75. 75. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  76. 76. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  77. 77. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  78. 78. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  79. 79. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  80. 80. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  81. 81. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  82. 82. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  83. 83. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.apel-pediatri.it Ferrando Alberto
  84. 84. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  85. 85. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  86. 86. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  87. 87. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  88. 88. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  89. 89. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  90. 90. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  91. 91. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  92. 92. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  93. 93. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com ORTICARIA: Cosa sapere - prurito diffuso - ponfi (lesioni della pelle arrossate, rilevate, di colore rosso vivo, a volte con al centro un macchia bianca) circoscritti, di varie dimensioni (la grandezza può andare da 1 a 2 mm, sino a qualche centimetro. - A volte interessa grandi parti del corpo e viene chiamata “orticaria gigante”. - variabilità delle lesioni cutanee che cambiano di dimensioni e scompaiono da una parte per ricomparire su altre parti del corpo. - A volte possono comparire e scomparire in breve tempo.
  94. 94. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com In oltre il 90% non si riesce ad identificare la causa CAUSE POSSIBILI: - Alimenti (pesce, uovo, nocciole e noccioline, arance, pesche, latte o altro), - Farmaci - Infezioni virali Altre cause irritanti sono il freddo, lo sforzo fisico, oppure punture d’insetti, contatti con sostanze irritanti. ORTICARIA: Cosa sapere
  95. 95. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com In caso di orticaria, anche se non causata da allergie alimentari, bisogna fare molta attenzione ai cibi ricchi di istamina: fragole, pomodori, spinaci, formaggi fermentati e stagionati, cacao e cioccolato, pesce conservato, anche congelato, frutti esotici e frutta secca, salumi,. Bisogna fare attenzione anche al latte vaccino, alle uova, alla soia, a pesci e crostacei, a frutta come arancia, pesca e kiwi, oltre che a coloranti e conservanti.
  96. 96. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa fare • Se si tratta di manifestazioni isolate, si può curare con antistaminici o, nei casi più gravi, con cortisonici sempre su indicazione medica. • Se la causa è secondaria ad un farmaco o ad un alimento, va assolutamente vietata l’assunzione della sostanza. • Se si tratta di casi più importanti, sarà il medico ad indicare il comportamento migliore da tenere per allontanarla. Cosa non fare Esami di laboratorio (nel 90% dei casi non si riesce a identificare la causa del disturbo che si autolimita in breve periodo).
  97. 97. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  98. 98. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  99. 99. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  100. 100. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com PITIRIASI ROSEA DI GIBERT - Malattia della pelle, innocua, autorisolventesi - macchie di colore rosso, con desquamazione, di dimensioni variabili che si sviluppa, gradualmente, solitamente su tutto il corpo. - Scompare in qualche settimana anche se sono descritte forme di durata maggiore. - inizia come un’unica grande macchia chiamata “chiazza madre”. - Prima della comparsa della chiazza madre alcuni soggetti possono avvertire stanchezza e sintomi simili a quelli dell’influenza. Tra i più comuni sono cefalea (mal di testa), nausea, mal di gola e perdita di appetito. - Malattia benigna che non richiede né esami né ricovero.
  101. 101. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com cmq se non li mandassero marci a scuola....sarebbe anche meglio....una volta quando c’era il medico in ogni scuola era diverso...
  102. 102. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  103. 103. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com MALATTIA DI KAWASAKI - La causa è sconosciuta, - lattanti (sotto ai 12 mesi) e bambini nella prima infanzia. È caratterizzata da : febbre da più di 5 giorni associata a ≥ 4 dei seguenti segni o criteri clinici: - Anomalie alle estremità: arrossamento del palmo delle mani e delle piante dei piedi, edema; - iperemia congiuntivale bilaterale; - esantema polimorfo; - eritema delle labbra e della mucosa orale; - linfoadenopatia cervicale. Richiede sempre ricovero per terapia specialistica.
  104. 104. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Io del 1965 a scuola non avevo medico e frequentavo nell'evolutissima Ivrea, non in Burkina Faso. Mia mamma ogni sera mi controllava la testa e …mai preso i pidocchi. Ricordo però che a fronte di certe malattie, i bambini sani non venivano separati da quelli contagiosi. Anzi, stavamo vicini vicini, le malattie venivano prese e superate……….
  105. 105. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  106. 106. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  107. 107. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com SCARLATTINA - Periodo di incubazione: 2-5 giorni - Isolamento per 48 ore dall’inizio di adeguata terapia antibiotica. - Esantema: Collo, radice arti, tronco e volto lasciando libero il naso e la zona circumorale - Lingua con patina biancastra e poi “a fragola”. - Macchie: piccoli elementi rossi, confluenti rilevati. La pelle al tatto appare ruvida (tipo pollo spennato). - Può essere contratta più di una volta
  108. 108. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Se non riconosciuta e trattata con antibiotico c’è la possibilità dell’insorgenza del reumatismo articolare acuto o febbre reumatica
  109. 109. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  110. 110. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  111. 111. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  112. 112. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  113. 113. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  114. 114. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  115. 115. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa fare • Terapia antibiotica. • Terapia antipiretica. • Idratazione.
  116. 116. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa non fare • Tenere il bambino a casa in quarantena come avveniva nell’era pre-antibiotica. • Non dare antibiotico o somministrarlo per un periodo adeguato.
  117. 117. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com una volta c'erano i controlli all'interno della scuola e si scoprivano subito malattie così come i pidocchi e venivano fatti anche i vaccini... Ora non esiste più una figura sanitaria nei plessi e se un genitore ha coscienza controlla e comunica altrimenti malattie e pidocchi si diffondono...
  118. 118. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Bisogna ritornare ai controlli dell' ufficio igiene prima di rientrare a scuola
  119. 119. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Che articolo inutile. Giornalisti se volete parlare di cose utili lasciate perdere queste quisquilie e scrivete qualcosa sulle migliaia di morti per infezioni ospedaliere, malattie iatrogene, fumo, alcool, cancro, diabete, malattie cardiovascolari, numero casi di autismo e sindromi vari, ecc. ecc.
  120. 120. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com ... Come se per i bambini l’importante sia riprendere velocemente la scuola... Lo è casomai per i genitori che non si possono permettere assenze dal lavoro ( per chi ce l ha! ). Poveri bimbi....
  121. 121. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com noi siamo i pediatri dei nostri figli,chi li conosce meglio di noi
  122. 122. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Dopo 5 giorni di assenza ci voleva il certificato medico ora basta giustificazione, si disinfettava da parte dell’ufficio d igiene la scuola e anche la casa in alcuni casi diciamo che il risparmio è stato il piu grande investimento nella sanita
  123. 123. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Li mandano a scuola ammalati e infettano tutti
  124. 124. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com IMPETIGINE: Cosa sapere Infezione della pelle favorita dal caldo. 70% dei casi si presenta in forma “non bollosa”. 30% dei casi in forma bollosa: bolle con liquido sieroso a livello della pelle, associate a eritema e a vescicole che si diffondono sul volto (in primis naso e mento) e su tutte le zone del corpo: le bolle scoppiano ed evolvono in vere e proprie abrasioni e croste gialle simili alle ustioni da sigarette. Altamente contagiosa per gli altri e anche per lo stesso bambino. Pruriginose e il bambino tende a grattarsi peggiorando la situazione preesistente:
  125. 125. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  126. 126. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  127. 127. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  128. 128. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Malattie esantematiche e infettive 1. Morbillo 2. Scarlattina 3. Rosolia 4. Quarta malattia (scarlattinetta) 5. Quinta malattia o megaloeritema epidemico. 6. Sesta malattia o exanthema subitum (esantema improvviso) 7. Esantemi atipici 8. Varicella 9. Malattia mano bocca piedi (hand foot and mouth disease). 10. Meningite 11. Mononucleosi infettiva 12. Pertosse 13. Parotite (Orecchioni) 14. Influenza
  129. 129. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Un tempo le malattie esantematiche erano chiamate con un numero: 1) scarlattina (prima malattia), 2) morbillo (seconda malattia), 3) rosolia (terza malattia), 4) quarta malattia o scarlattinetta (forma lieve di scarlattina), 5) megaloeritema infettivo o quinta malattia, 6) sesta malattia o exanthema subitum o febbre dei tre giorni.
  130. 130. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com • Tutte le malattie infettive sono contagiose: alcune molto (ad es. varicella e morbillo), altre poco (ad. es. mononucleosi). • Il contatto con una persona affetta da varicella, ad es., nella maggior parte dei contatti suscettibili, determina la malattia in coloro che non hanno fatto la malattia o il vaccino. Non altrettanto avviene per la mononucleosi.
  131. 131. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.comMORBILLO
  132. 132. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.immunize.org/photos/measles-photos.asp
  133. 133. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com www.immunize.org/photos/measles-photos.asp
  134. 134. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  135. 135. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa fare - antipiretici e rimedi per la tosse. - Vaccinazione nei contatti suscettibili entro 72 ore dal contagio. - Idratazione abbondante. - Vaccino a bambini dal 13° mese di vita e agli adulti suscettibili. Cosa non fare - Somministrare antibiotico se non su indicazione del medico.
  136. 136. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Scarlattina - causata batteri (streptococcus pyogenes) - mal di gola o infezione cutanea - rara sotto i 2-3 anni di vita e dopo i 14 anni - febbre variabile da poche linee a temperature sui 39-40 °C. o recidivare.
  137. 137. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Rosolia - causata da un virus - La malattia è di solito benigna per i bambini. - Durante la gravidanza può causare danni soprattutto se la madre la contrae nel primo trimestre della gravidanza - Le manifestazioni più comuni e gravi della rosolia congenita sono i difetti della vista, la sordità, le malformazioni cardiache e il ritardo mentale.
  138. 138. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  139. 139. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  140. 140. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  141. 141. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Periodo di incubazione: 13-24 giorni Contagiosità: Da 2 a 13 giorni prima dell’eruzione fino a 2 e piùgiorni dopo la scomparsa Distribuzione: Volto e collo si diffonde a tronco e arti. Piccole macchie puntiformi non rilevate della durata di circa 3 giorni. • Nel 25-40% dei bambini non compaiono macchie. • Spesso presenti linfonodi retronucali, anche dolenti.
  142. 142. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa fare - Paracetamolo se febbre. - Vaccinazione nei contatti suscettibili entro 72 ore dal contagio. In un numero elevato di casi i sintomi della rosolia possono passare inosservati. Fondamentale la vaccinazione preventiva.
  143. 143. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Quinta malattia (eritema infettivo o megaloeritema) - causato dal parvovirus B19 (PV-B19). - Colpisce prevalentemente i bambini in età scolare tra i 5 e i 10 anni, ma può manifestarsi anche nei bambini più piccoli e in età adulta.
  144. 144. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com • Periodo di incubazione: 4-28 giorni • Contagiosità: da 7 giorni prima dei sintomi fino alla comparsa delle macchie • Distribuzione: guance, arti, glutei, tronco: aree rosse e piatte con aspetto “a ghirlanda”. • Durata di circa 10 giorni. Possibile riacutizzazione in caso di attività fisica, caldo e stress
  145. 145. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  146. 146. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  147. 147. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  148. 148. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Riammissione a scuola - mancanza di pericolosità nei bambini sani - il contagio è massimo prima che la malattia si manifesta, non è necessaria la sospensione della frequenza scolastica quando la compare l’esantema.
  149. 149. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Quinta malattia e gravidanza - Può comportare un rischio di aborto che va dal 3 al 9% nelle prime 20 settimane di gestazione e scende allo 0,5% dopo la 22a settimana. C’è da dire però che il 60% delle donne in età fertile sviluppa degli anticorpi contro la quinta malattia e può succedere anche che molte l’abbiano avuta senza accorgersene perché può decorrere senza che si manifesti alcun sintomo. - Nel secondo trimestre rischio di idrope fetale.
  150. 150. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa fare • Idratazione abbondante. • Paracetamolo qualora la febbre dovesse elevarsi o se compare dolore alle articolazioni. Cosa non fare • Esporre il bambino al sole. • Tenere isolato il bambino.
  151. 151. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com - tra i 6 mesi e i 2 anni. - Il contagio avviene soprattutto, attraverso un adulto portatore asintomatico del virus. - È provocata dall’herpes virus 6 e dall’herpes virus 7. - Talora sono presenti raffreddore, arrossamento della faringe con mal di gola o infiammazione delle congiuntive o qualche scarica di diarrea o vomito. SESTA MALATTIA (o febbre dei 3 giorni)
  152. 152. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com SESTA MALATTIA (o febbre dei 3 giorni) Periodo di incubazione: 5-15 giorni Contagiosità: Nel periodo di incubazione e fino alla comparsa dell’eruzione cutanea (dopo lo sfebbramento) Distribuzione: Tronco, viso ed estremità. Compare, in genere, dopo 3 giorni di febbre in concomitanza dello sfebbramento (la durata della febbre, però, può variare da 2 a 5 giorni) Piccole macchie di 2-3 mm, rosa, senza prurito della durata da 1 a 3 giorni. In alcuni casi sono visibili per poche ore
  153. 153. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  154. 154. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa fare • Terapia antipiretica. • Idratare abbondantemente. • Non coprire troppo il bambino. Cosa non fare • Forzare il bambino a mangiare. • Terapia antibiotica. In ogni caso consultare sempre il pediatra e considerare, come diagnosi differenziale, un’infezione delle vie urinarie o una infezione delle alte vie respiratorie.
  155. 155. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Varicella - estremamente contagiosa (contagiosità di oltre 90%) - febbre (variabile) - lesioni cutanee, a gittate subentranti: a) macchiette i piane che si trasformano b) vescichette, di dimensioni variabili ripiene di liquido inizialmente chiare che diventa poi giallastro, infine c) si rompono e si formano delle croste. Il numero delle vescicole varia da individuo ad individuo, da pochi elementi fino a da avere una estensione su tutto il corpo, i. Le lesioni si manifestano su tutto il corpo,
  156. 156. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Periodo di incubazione: 11-20 giorni Contagiosità: da 24-48 ore prima dei sintomi fino a quando divengono croste (fino a 7 giorni dalla comparsa dell’esantema) Distribuzione: Cuoio capelluto, volto, tronco e poi su tutto il corpo compreso la mucosa della bocca e i genitali Evoluzione da macchie rosse, rotonde a papule a vescicole con liquido chiaro all’interno e, talora, bordi arrossati, a croste. Aspetto “a cielo stellato”, cioè le lesioni sono in diverse fasi di evoluzione
  157. 157. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com COMPLICAZIONI: - sovrapposizioni cutanee batteriche - respiratorie tra cui la polmonite, che si verifica in circa il 20% delle infezioni dell’adulto, mentre è poco frequente in età pediatrica. L’eruzione è usualmente più intensa negli adolescenti e negli adulti ove ha un andamento più severo e le complicanze sono molto più frequenti. Da qui la raccomandazione di vaccinare tutti i bambini che a 11 anni non hanno avuto la malattia. E GLI ADULTI SUSCETTIBILI
  158. 158. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  159. 159. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  160. 160. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  161. 161. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  162. 162. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa fare • Isolamento sino a quando le lesioni sono in fase crostosa. • Terapia antipiretica, se febbre, con paracetamolo (non consigliato ibuprofene). • Per il prurito fare bagni tiepidi con amido e, su indicazione del pediatra, antistaminico per bocca.
  163. 163. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa non fare • Farmaci antivirali (si usano in situazioni particolari solo su indicazione del pediatra). • Isolare il bambino per periodi prolungati. • Grattare o togliere le croste (pericolo d’infezioni sovrapposte). • Farmaci antibiotici: si usano solo se sovrapposizioni infettive batteriche su indicazione del pediatra.
  164. 164. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Malattia MANI BOCCA PIEDI, MALATTIA (hand foot and mouth disease) - afte nel cavo orale - lesioni intorno alla bocca e sulle mani e piedi: vescichette rotondeggianti o ellittiche. - lesioni cutanee anche in altre sedi: glutei, tronco e arti. - decorso benigno. - febbre variabile - talora dolori addominali. In alcuni casi le lesioni in bocca causano un dolore tale da limitare l’alimentazione. La guarigione avviene spontaneamente in una settimana o poco più, raramente si osserva febbre alta, malessere, diarrea.
  165. 165. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Periodo di incubazione: 3-6 giorni Contagiosità: prima settimana di malattia e per molte settimane dopo l’infezione con le feci Distribuzione: bocca, mani, piedi, glutei, arti. Lesioni di 3-7 mm di diametro rotonde o ellittiche di 3-7 mm. Afte in bocca
  166. 166. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  167. 167. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com lesioni intorno alla bocca in parte con infezione secondaria
  168. 168. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  169. 169. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com - non è particolarmente contagiosa, anche se in particolari condizioni come gli asili può essere facilmente trasmessa ed essere causa di piccole epidemie; - i bimbi al di sotto dei 10 anni risultano i più colpiti. Importante il lavaggio accurato delle mani sia dei bambini sia del personale degli asili, scuole e dei familiari. Il virus può, seppur raramente, causare problemi al feto se la malattia è contratta in gravidanza.
  170. 170. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa fare • Terapia antipiretica se febbre • Offrire liquidi freddi • Distrarre e coccolare il bambino. • Lavaggio accurato delle mani. • Disinfezione dei bagni in considerazione della prolungata eliminazione e persistenza del virus per molte settimane dopo l’infezione.
  171. 171. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa non fare • Forzare il bambino a mangiare. • Isolare il bambino a casa. • Bevande e cibi caldi o “aciduli” (agrumi, pomodori ecc. )possono accentuare il dolore in bocca.
  172. 172. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com MENINGITE - può essere virale, batterica o causata da funghi. - La forma batterica, più rara di quella virale, è più seria e può avere conseguenze fatali. - Il periodo di incubazione della malattia può variare a seconda del microorganismo causale. Nel caso della meningite virale va dai 3 ai 6 giorni, per la forma batterica dai 2 ai 10 giorni. La malattia è contagiosa solo durante la fase acuta dei sintomi e nei giorni immediatamente precedenti l’esordio.
  173. 173. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com - anche quando la diagnosi e la terapia viene fatta tempestivamente resta la possibilità di esiti - Particolarmente importante appare pertanto la vaccinazione che è possibile per vari tipi di meningite. (Hemophilus influenzae, pneumococco, meningococco C, B, A, W- 135,Y, Z). Tanto più precoce è il trattamento, tanto maggiori sono le probabilità che il trattamento abbia successo e che la malattia guarisca senza esiti.
  174. 174. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com I sintomi i più frequenti sono: - febbre alta; - dolore al collo o rigidità del collo; - forte mal di testa; - vomito; - sonnolenza; - convulsioni; - fontanella ant. rigonfia e tesa nei lattanti. Nei lattanti e nei bambini piccoli, la meningite può manifestarsi, soprattutto nelle fasi iniziali, con sintomi più sfumati come inappetenza, irritabilità e febbricola.
  175. 175. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com In alcune meningiti molto invasive compare un’eruzione cutanea, con macchie rosse tipo capillari rotti (petecchie). Nelle altre forme di eruzioni se si preme un bicchiere contro la cute, il rossore schiarisce, se questo non avviene occorre chiamare il 118/112 per richiedere soccorso.
  176. 176. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Bambina di 4 mesi con petecchie e gangrena delle mani e degli arti inferiori da meningite meningococcica Bambina di 4 mesi con petecchie e gangrena delle mani e degli arti inferiori da meningite meningococcica http://www.immunize.org/photos/meningococcal- photos.asp
  177. 177. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  178. 178. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  179. 179. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com MENINGITE: COSA SAPERE Purtroppo le meningiti sono malattie molto gravi e anche quando la diagnosi viene fatta tempestivamente, e la terapia antibiotica praticata subito e in maniera adeguata, la possibilità di guarire senza esiti è inferiore al 50% dei casi. Particolarmente importante appare pertanto la vaccinazione che è possibile per vari tipi di meningite. (Hemophilus influenzae, pneumococco, meningococco C, B, A, W-135,Y, Z).
  180. 180. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com MONONUCLEOSI INFETTIVA: Cosa sapere • Causata da un virus chiamato di Epstein Barr. • E' scarsamente infettiva • Non è previsto l’isolamento e nella maggior parte delle persone non causa sintomi. • Non esiste vaccino
  181. 181. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com MONONUCLEOSI: sintomi: • da “nessun sintomo” a febbri di lunga durata o molto alte; • mal di gola con ipertrofia tonsillare e placche sulle tonsille; • aumento dei linfonodi del collo; • grande stanchezza; • macchie sul corpo nel 5-15% dei casi; • aumento del fegato e della milza. Il virus rimane latente nell'ospite anche dopo la guarigione. Nei soggetti infettati l'eliminazione del virus con la saliva continua per circa un anno; tuttavia, passato questo periodo, l'eliminazione del virus continua in maniera saltuaria per tutta la vita.
  182. 182. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  183. 183. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com MONONUCLEOSI - PREVENZIONE: Unica misura di prevenzione: igiene e lavaggio delle mani. Quando la malattia si manifesta, il soggetto era contagioso da settimane
  184. 184. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com MONONUCLEOSI - Cosa fare: • Riposo e dieta equilibrata. • Antipiretici. • Idratazione. • Sospensione da attività sportiva (variabile da soggetto a soggetto in base alla gravità della malattia).
  185. 185. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com MONONUCLEOSI - Cosa non fare • Somministrare antibiotici senza il parere del medico. • Somministrare cortisone senza il parere del medico.
  186. 186. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com PERTOSSE: Cosa sapere • La pertosse è una malattia infettiva, batterica, molto contagiosa. • E’ molto grave se contratta da bambini nei primi mesi di vita/primo anno. • Può colpire anche i neonati di madre immune Il periodo di incubazione è di circa 10 giorni La pertosse è altamente contagiosa, soprattutto nel periodo iniziale. Dopo tre settimane dall’inizio della fase parossistica, nei pazienti non trattati, il contagio si considera trascurabile. Invece nei pazienti trattati con antibiotici il periodo di infettività è ridotto a circa 5 giorni dall’inizio della terapia.
  187. 187. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com SINTOMATOLOGIA - si manifesta all’inizio con una tosse lieve, accompagnata da qualche linea di febbre e copiose secrezioni nasali: è la fase catarrale, che dura da 1 a 2 settimane. - Progressivamente la tosse diventa parossistica e si associa a difficoltà respiratorie: è la fase convulsiva o parossistica, che può durare più di 2 mesi in assenza di trattamento. In seguito a parossismi, si possono verificare anche casi di apnea, cianosi e vomito.
  188. 188. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com La vaccinazione viene raccomandata nei bambini a partire dal 61 ° giorno di vita (insieme a tetano, difterite, poliomelite, epatite B, hemophilus influenzae nel vaccino “esavalente”). A causa della perdita di immunità nel tempo, sono necessari richiami
  189. 189. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa fare Un adeguato trattamento antibiotico del gruppo dei “macrolidi” (eritromicina, claritromicina, azitromicina) Cosa non fare • Tenere il bambino in casa. • Esporre il bambino a sostanze irritanti delle vie respiratorie (fumo di sigaretta). • Far frequentare al bambino ambienti con persone a rischio (bambini sotto l’anno di età).
  190. 190. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com PAROTITE EPIDEMICA
  191. 191. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com PAROTITE EPIDEMICA: Cosa sapere I bambini s’infettano sia inalando goccioline di saliva emesse tramite colpi di tosse da una persona infetta sia con il contatto diretto con agenti contaminati. L’infezione si può manifestare a qualsiasi età, è più frequente nei bambini dai 5 ai 15 anni di età.
  192. 192. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com I sintomi iniziano 14-24 giorni dopo il contagio: • brividi; • cefalea; • nausea; • scarso appetito; • malessere generale; • febbre bassa o moderata. Di solito, dopo tre-quattro giorni, una delle ghiandole parotidi inizia a gonfiarsi e, nel giro di 1-2 giorni lo stesso avviene nell'altra ghiandola. Il gonfiore aumenta gradualmente fino a raggiungere l'apice il secondo o il terzo giorno, quindi comincia lentamente ad attenuarsi fino a scomparire in circa una settimana. PAROTITE EPIDEMICA: Cosa sapere
  193. 193. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com PAROTITE EPIDEMICA: Cosa sapere Complicazioni rare - meningite asettica, una meningite benigna che si presenta con intenso mal di testa, irrigidimento del collo e febbre alta e che guarisce da sola, - pancreatite, una dolorosa infiammazione del pancreas che provoca forte mal di pancia e vomito. - Negli adolescenti (e negli adulti) maschi possono presentarsi casi di orchite, un'infiammazione del testicolo che può portare anche a sterilità.
  194. 194. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa fare • Somministrare antipiretici/antidolorifici. • Alimentare il bambino con cibi liquidi o semiliquidi. • Riposo. • Fare impacchi freddi sulla zona gonfia. Cosa non fare Dare al bambino cibi aspri e agrumi che possono infiammare ulteriormente la parotide o alimenti che richiedono molta masticazione.
  195. 195. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com INFLUENZA
  196. 196. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com INFLUENZA: COSA SAPERE - Contagio esclusivamente dal malato al sano - Freddo o colpi d'aria non hanno un ruolo determinante (possono costituire una causa favorente). - Il malato è contagioso 24 prima dell'inizio dei sintomi e lo rimane per circa una settimana. - Il periodo di incubazione è di 1-3 giorni. La fase acuta dura 4-5 giorni e normalmente i sintomi scompaiono completamente nel giro di una o due settimane.
  197. 197. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com INFLUENZA: COSA SAPERE Si manifesta con - raffreddore e tosse all’inizio secca e persistente che può determinare anche vomito - malessere generale con uno stato di spossatezza, - dolori muscolari - mal di testa, - dolore alla deglutizione per mal di gola - congiuntivite, raffreddore con naso chiuso - qualche volta anche diarrea.
  198. 198. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa fare - Riposo. - Terapia sintomatica:pParacetamolo o ibuprofene per abbassare la febbre. - Dare molti liquidi. - Se diarrea, proseguire con molti liquidi e sali minerali e tenere un’alimentazione leggera per qualche giorno. - Se vomito mettere a riposo lo stomaco con qualche ora di digiuno, seguita poi da un’idratazione prudente (acqua o tè zuccherati in piccole quantità e di frequente (un cucchiaino ogni 5 minuti).
  199. 199. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Cosa non fare - Somministrare antibiotici se non sorgono complicazioni quali broncopolmoniti, otiti e le sinusiti. Fra le possibili complicazioni legate alla terapia, si segnala la rara sindrome di Reye, causata da un’interferenza fra il virus e l'aspirina, che per questo non viene più utilizzata.
  200. 200. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com Il Pediatra va consultato se il bambino ha: - febbre e mal di gola, senza tosse (possibile faringite o una tonsillite); - secrezione nasale giallo-verdastra da parecchi giorni; - mal d’orecchio, (possibile presenza di una otite); - tosse secca e persistente, soprattutto se è presente affanno; - febbre persistente oltre 3-4 giorni oppure se, dopo un intervallo di qualche giorno senza febbre, la temperatura risale; - tosse prolungata o che si è modificata (secca, stizzosa e continua); - comportamento poco vigile o reattivo e non risponde ai farmaci antifebbrili, se continua a vomitare o se "ha una brutta cera" non giustificabile dal resto dei sintomi.
  201. 201. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com
  202. 202. www.apel-pediatri.org -www.ferrandoalberto.blogspot.it alberto.ferrando1@gmail.com

×