Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Antibioticoterapia: Patogeni delle vie respiratorie e razionale della dell'antibiotico. Relatore Prof. Elio Castagnola

273 views

Published on

Indicazioni alla terapia antibiotica in corso di infezioni delle vie respiratorie

Published in: Healthcare
  • Be the first to comment

Antibioticoterapia: Patogeni delle vie respiratorie e razionale della dell'antibiotico. Relatore Prof. Elio Castagnola

  1. 1. Patogeni delle vie aeree e razionale della scelta dell’antibiotico Elio Castagnola UO Malattie Infettive Istituto Giannina Gaslini - Genova
  2. 2. Gestione di una infezione. Necessitano competenze di 1. clinica 2. microbiologia 3. farmacologia: a) spettro d’azione →microbiologia b) farmacocinetica
  3. 3. Infezioni acute delle vie respiratorie Le infezioni delle vie respiratorie rappresentano fino al 50% delle infezioni sotto i 5 anni di vita Per lo più non complicate e autolimitanti Nella maggior parte dei casi NON necessitano di terapia antibiotica La maggioranza coinvolge le vie aeree superiori, ma il 5% coinvolge il laringe e il tratto respiratorio inferiore
  4. 4. Infezioni acute delle alte vie respiratorie • Infezioni anatomicamente “ristrette” alle alte vie respiratorie • Per lo più non complicate e autolimitanti • Nella maggior parte dei casi NON necessitano di terapia antibiotica • Un deficit immunologico dovrebbe comunque essere considerato in caso di – Malattia grave – Forme purulente ricorrenti – Complicanze gravi
  5. 5. – Infezioni alte vie: 95% virale; antibiotici se necessari (complicanze, paziente ad alto rischio): amoxicillina→amoxiclav, acetossi-cefuroxime et similia se non risposta in 48 ore • SGA raro < 3 anni, più frequente 5-15 anni Diagnosi: “Centor-criteria”: febbre e tonsillite essudativa e linfonodi cervicali anteriori dolenti oppure linfadenite e assenza di tosse acuta: 3-4 criteri=molto probabile SGA Antibiotici subito solo le positivi 4 criteri – Infezioni basse vie • < 1 mese: SGB, E.coli, virus • 1-3 mesi: virus, S.pneumoniae: amoxicillina (macrolide se sospetto di Chlamydia) • 3 mesi – 5 anni: S.pneumoniae, virus (macrolide per B.pertussis per ridurre il periodo di contagiosità) • > 5 anni: Mycoplasma, S.pneumoniae: amoxicillina + macrolide (?) Attenzione ai ceppi produttori di beta-lattamasi a spettro ristretto (S.aureus, H.influenzae, M.catarrhalis) Microbiologia (forme più frequenti) e terapia
  6. 6. Per quanto riguarda la scelta • Amoxicillina e penicillina efficaci se – Non presenti penicillinasi, altrimenti necessario altro farmaco • Amoxicillina-clavulanato (o acetossi-cefuroxime, e simili) – Efficace in presenza di penicillinasi – Non efficace in caso di modifica della PBP (S.pneumoniae) • Ceftriaxone – Efficace in presenza di penicillinasi – Efficace se modifica PBP causa resistenza a penicillina – In caso di resistenza di pneumococco (altra modifica di PBP) passare a glicopeptidi/linezolid – In caso di resistenza di Gram-negativi con beta-lattamasi ad ampio spettro o a spettro esteso…
  7. 7. • Beta-lattamici più efficaci di glicopeptidi nella terapia delle forme oxacillina-sensibili • Nelle infezioni da ceppi oxacillina resistenti (MRSA): usare glicopeptidi o oxazolidinoni (problema degli ospedalieri) • I chinolonici potrebbero funzionare, ma lasciamoli in pace • Non usare mai la rifampicina da sola • Non dimentichiamo il cotrimossazolo e in alcuni casi la clindamicina • Magari avessimo ancora la penicillina V…
  8. 8. Non dimentichiamo che i diversi farmaci tendono di per se a selezionare resistenze
  9. 9. Dosaggi: perché della dose e della frequenza di somministrazione
  10. 10. Range di concentrazione tra la MIC di un ceppo sensibile (MIC 99%) e la concentrazione di MIC del ceppo meno sensibile di una data popolazione batterica (mutant prevention concentration) Mutant selection window (MSW)
  11. 11. Dosaggi consigliati (età > 3 mesi) per os mg/kg/dose (max mg) ogni X ore Amoxicillina 10-30 (500) q8h 1 50 (1000) q24h (SGA) 2 25-50 (1500) ÷ 3 Co-amoxiclav (amox) 1 mese – 6 anni 6-12 anni 12-18 anni 20-40 q8h 12-24 q8h 250-500 q8h 24-45 (1750) ÷ 2 Acetossi-cefuroxime 10-15 (500) q12h 20-30 (1000) ÷ 2 Cefaclor 7-14 (500) q8h 20-40 (750-1500) ÷ 2 Claritromicina 7.5-15 (500) q12h 15 (1000) ÷ 2 Azitromicina 10 (500) q24h x 3gg 12 (500) q24 x 5 gg Clindamicina 6 (450) q6h 10-25 (1800) ÷ 3 Penicillina V 15 (1000) q6h 250 q8-12h se < 27 kg 500 q12h se > 27 kg Ceftriaxone e.v. (i.m.) 50-80 mg/kg (4000) q24h 50-100 (2000-4000) q(12)24h 1 Royal College of Paediatrics and Child Health 2 Red Book 2015 per faringite strepttococcica Penicillina V 250 mg=400.000 U
  12. 12. Ogni volta che inizi un antibiotico • Esegui le colture necessarie (ed eventuali altri esami, per es. esame urine) e inizia la terapia immediatamente – Controlla la diagnosi e l’efficacia in vitro – Previene/riduce l’effetto inoculo • Usa la dose piena e con la frequenza corretta – Evita così le concentrazioni sub-inibenti all’inizio del trattamento e sfrutta al meglio i meccanismi di PK/PD • Rivaluta a 48-72 ore e aggiusta lo spettro se necessario o sospendi se non indicato – Fai la terapia più breve possibile e mantieni il farmaco nelle concentrazioni di MSW per il più breve tempo possibile (anche per mezzo di PK/PD

×