Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

AUSTRITALIA: Anteprima gratuita

1,167 views

Published on

L’idea del libro è nata in principio come estensione del blog.

Una specie di contenuto di riflessioni non strettamente inerente alla mia quotidianità ma con una visione più ampia e generale sull’esperienza che sto vivendo.

Col passare del tempo, conoscendo persone e imparando sulla mia pelle attraverso errori e successi, ho notato quanto può essere bello vivere in Australia, ma anche estremamente facile rimanere delusi, nonostante si parta con la massima volontà e un grandissimo entusiasmo.

Specialmente quando la partenza non è l’ultimo passo di una seria riflessione.

Mi sono chiesto, quindi, perchè?

Che cosa può evitare di rendersi conto troppo tardi di aver fatto la scelta sbagliata?

Quando mi guardo intorno, gli italiani che vedo da queste parti non sono per la maggior parte giovanissimi, ma persone che si stanno giocando una seconda opportunità. Oppure c’è chi molla tutto in Patria e ricomincia da zero.

Si può fare tutto, se veramente si vuole, tuttavia bisogna stare attenti a non commettere un errore di fondo: cioè quello di non crearsi false aspettative.

E’ questo il primo passo, poi tutto il resto va tarato in base a quello.

Fatto questo, l’Australia offre davvero parecchie opportunità, ma a patto che la si prenda come un pacchetto unico, con i pregi e i difetti.

Il libro si rivolge quindi a tutti coloro che hanno in programma questa esperienza, o che comunque stanno valutando il da farsi.

Cerca di dare spunti di riflessione e si propone come “facilitatore” di pensieri, in modo da favorire la presa di consapevolezza che per cambiare vita non basta un biglietto e una valigia.

Si rivolge anche a coloro che sono già in Australia, perchè per certe riflessioni non è mai troppo tardi.

Nonostante l’immaginario esotico e bellissimo che si porta appiccicato, l’Australia è un Paese con le sue regole, il suo stile di vita e le sue contraddizioni.

Sta a noi accettarle o meno.

Published in: Travel
  • Be the first to comment

AUSTRITALIA: Anteprima gratuita

  1. 1. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaAUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  2. 2. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaGiordano Dalla Bernardina Lif3.zero11 cose da sapere prima di emigrare in Australia ANTEPRIMA GRATUITA AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  3. 3. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritalia Lif3.zero “La vera Patria è quella in cui incontriamo più persone che ci somigliano” StendhalAUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  4. 4. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritalia SommarioPr3fazione ............................................................................................................................................................Pr3messa .............................................................................................................................................................1. Il classico “Prima di Partire”… ...................................................................................................................... Aspettando la partenza ................................................................................................................................... Budget minimo ................................................................................................................................................ Il prezzo dell’esperienza ..................................................................................................................................2. Atteggiamento .............................................................................................................................................3. Hai Visto? ..................................................................................................................................................... Turist Visa ........................................................................................................................................................ Student Visa ..................................................................................................................................................... Working Holiday Visa.......................................................................................................................................4. Dall’Idea alla Decisione. Un percorso a tappe. ........................................................................................... Rifiuto .............................................................................................................................................................. Vita alternativa ................................................................................................................................................ Entusiasmo ...................................................................................................................................................... Paura e/o Ansia ............................................................................................................................................... Decisione definitiva .........................................................................................................................................5. Valigie Normali e Valigie Mentali. ...............................................................................................................6. In volo ..........................................................................................................................................................7. Stressful Situations ...................................................................................................................................... In caso di scuola............................................................................................................................................... Uno, Cento, Mille Inglesi ................................................................................................................................. In caso di casa .................................................................................................................................................. Reazione a catena............................................................................................................................................ English is everywhere ......................................................................................................................................8. Home 2.zero ................................................................................................................................................9. Lavorare in Oz .............................................................................................................................................. Be Realistic! ..................................................................................................................................................... Non Solo Curriculum Vitae .............................................................................................................................. Social net-Work ............................................................................................................................................... Quando arriva il colloquio ............................................................................................................................... Come cercare lavoro? ...................................................................................................................................... Il lavoro dei sogni.............................................................................................................................................10. L’Isola che non c’è ...................................................................................................................................11. Associazioni Libere ..................................................................................................................................Note sull’Autore ..................................................................................................................................................Ringraziamenti .....................................................................................................................................................Note: .................................................................................................................................................................... AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  5. 5. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritalia Lif3.zero è in rete! Il presente lavoro costituisce un’estensione e allo stessotempo un complemento del blog di Lif3.zero, presente in rete all’indirizzo web: www.lif3zero.com alla pagina Facebook www.facebook.com/Lif3.zero e con il profilo Twitter Lif3.zero AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  6. 6. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritalia PrefazioneOggi quando qualcuno cammina per strada parlando da solo non è pazzo, ha l’auricolare.Un paio di anni fa, mentre sembrava pazzo ma non lo era, qualcuno stava urlando all’auricolare:“me ne vado in Australia!”.Quel qualcuno sono io, anzi ero io, perché anche se già all’epoca avevo deciso di partire avevo unospirito e un atteggiamento ben diverso da quello di oggi.In quel tempo camminavo per il mondo con un aria insofferente stampata in faccia, a caratteritalmente grandi che anche una di quelle persone logorroiche che parlano con tutti, sempre edovunque, si sarebbe fatta scrupoli a rivolgermi la parola, se non prima di aver verificato lapresenza, nelle vicinanze, di un paio di poliziotti o una chiesa in cui rifugiarsi.I motivi d’insofferenza erano molteplici. Alcuni tuttora presenti, anche se, più o meno, me ne sonofatto una ragione o comunque ho imparato a gestirli meglio.L’argomento generale che raccoglie tutti questi motivi, potrebbe essere espresso utilizzandoun’unica parola: Italia.L’Italia in cui sono nato, cresciuto, in cui ho vissuto per oltre trent’anni, in cui ho fatto una miriadedi cose per la prima volta, in cui sono diventato quello che sono ora, alla fine mi ha stufato.Non essendo questo un trattato di qualsiasi natura, non dovrei ora elencare i diversi fattorieconomici, sociali, politici che mi hanno portato a questa visione; ma non essendo nemmeno uno AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  7. 7. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaa cui frega qualcosa che questo non sia un trattato di qualsiasi natura, procedo ad illustrarvi iltutto.Obbligatoria quindi una piccola premessa: tutto quello che ho scritto in questo mio lavororispecchia unicamente la mia opinione e non vuole essere nessun manifesto per la diffusione diidee e tanto meno una serie di pagine di polemiche.Semplicemente dico quello che penso. Se volete farlo anche voi, scrivete un vostro libro, no?Detto questo, credo che l’Italia sia alla frutta1.Se dovessimo fare dei bigliettini, ognuno dei quali riporti scritto un aspetto dell’Italia che coinvolgela vita di tutti noi, come ad esempio sanità, trasporti, edilizia, scuola, aziende, amministrazionepubblica, infrastrutture, gestione del territorio (mi fermo, ma ce ne sono altri) e poi pescarne unoa caso, sicuramente in quell’ambito ci sarebbero mille cose da sistemare; da qualsiasi parte la siguardi, l’Italia è una nazione da riparare.Una delle cose che mi fanno più rabbia è che, se avessimo la possibilità di ascoltare un telegiornaledi trent’anni fa, senza vedere le immagini e poi fare lo stesso con uno di ieri, probabilmente leproblematiche riportate sarebbero le stesse: crisi politica, partiti che litigano, il traffico, lo smog,fino a quei servizi demenziali, che personalmente ritengo perfino offensivi, in cui ti consigliano cheprotezione solare mettere al mare (in estate) o di fare attenzione al ghiaccio (in inverno), per nonparlare dei consigli agli anziani su come sopravvivere all’ennesimo caldo, invitandoli tutti a sostareper ore nei supermercati2. Il tutto intervallato da qualche programma al limite del soft porno inonda in prima serata o pomeriggio, qualche pubblicità spinta, l’ennesimo scandalo calcistico3.Gli anziani.Ovunque in Italia, tanto che ormai la parola “anziano” la considero un sinonimo di Italia.Ai vertici di ogni istituzione esistente, pubblica o privata, per strada, in posta, dal medico e oraperfino su Facebook, gli anziani in Italia sono ovunque.1 Probabilmente oltre il limoncello…2 Trasformando il fare la spesa in un’esperienza di qualche ora.3 Vero e unico motivo che potrebbe portare gli italiani ad incazzarsi. Non le tasse e una classe politica allo sbando. Nonle scuole che crollano o gli ospedali poco attrezzati. Non la mafia, la disoccupazione, la mancanza di infrastrutture,l’arretratezza tecnologica, la mala gestione del patrimonio culturale, artistico e territoriale. Non trasporti pubbliciinefficienti, opere mai finite, giustizia praticamente immobile e sistema scolastico da rifare. Niente di tutto questo. Matoccate il mondo del calcio e sono cazzi. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  8. 8. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaVa bene, prima che qualcuno che legga queste mie righe inizi a sentirsi scandalizzato e urli allapossessione demoniaca, specifico una cosa: non ho niente contro gli anziani, anzi, li considero unpatrimonio importantissimo nel bagaglio culturale delle generazioni più giovani, una figuraessenziale per dare continuità generazionale, un aggancio al passato per capire meglio il presentee magari anticipare il futuro.Questo a patto che gli anziani ricoprano un ruolo consono al loro stato sociale e cioè quello dicoloro che hanno già dato a livello di cambiamenti e innovazione.Credo fermamente in una visione della vita organizzata secondo ruoli ben precisi.La storia secondo la quale tutti possono fare tutto è una stronzata colossale.Sia a livello individuale che a livello sociale, l’umanità è sempre stata suddivisa in ruoli precisi,entro cui stare, per far funzionare tutti i meccanismi.Ad un certo punto arriva l’idea che tutti possono essere chiunque ed è qui che scoppia il caos.Per come la vedo io agli anziani spetta il ruolo di “supporto”, di guida, di consigliere o per esserebanali, di saggio. Insomma di colui che, in secondo piano rispetto ad un giovane, agisce peraggiustare il tiro, far riflettere, invitare alla calma e tenere un po’ a freno l’entusiasmo e l’irruenzadi chi, più giovane, rischia di commettere errori.Questo lo ritengo valido a tutti i livelli e in tutti i contesti.Oggi in Italia gli anziani ricoprono ruoli che non gli appartengono più di diritto, ma per una formadi mentalità ormai molto difficile da modificare.Purtroppo è uno dei maggiori motivi per cui il Paese va a rilento.La spinta all’innovazione e la propulsione al cambiamento non è propria di un settantenne, daqualsiasi parte la vogliamo vedere, nonostante tutto il Viagra possano avere in corpo.Geneticamente, biologicamente, fisiologicamente, psicologicamente, un settantenne tenderà almantenimento della situazione attuale, sia per la propria sopravvivenza sia per una nondisponibilità di risorse fisiche, mentali e sociali che gli permetterebbero di adattarsi velocementead un eventuale cambiamento. Tanto meno al cambiamento che servirebbe in Italia.Il settantenne sta li, continua sulla sua strada, convinto di andare avanti, mentre poco distante unquindicenne si guarda intorno e pensa: “ma quando cazzo iniziamo a muoverci?” 4.4 Il problema dei quindicenni è che invece di insistere, ascoltano l’iPod. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  9. 9. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaQuanto scritto fino a qui, già potrebbe bastarmi per espatriare in Antartide.Fortunatamente, a questo possiamo tranquillamente aggiungere corruzione, clientelismo,nepotismo, “familiarismo”5 e una ostinazione ad essere vincolati al “si stava meglio quando sistava peggio”, senza rendersi conto che quei tempi sono andati e che se non vogliamo esseretagliati fuori dal mondo, bisognerebbe cercare di migliorare i tempi in cui viviamo, in modo chequalcuno tra cinquant’anni potrebbe dire “ah, negli anni ’20 sì che si stava bene!”.Un giorno, ormai più di un anno fa, ho chiesto a qualcuno che cosa ci sia, in Italia, a rappresentareun vanto per noi italiani (mi riferisco al presente, perché in passato brillavamo parecchio) unqualcosa che altri Stati possano invidiarci: ad oggi siamo ancora fermi ai “soliti noti”: cibo e clima…Pochino non trovate? Insomma, in altri posti del mondo scoprono l’antimateria e noi fermi amangiare pasta al pomodoro? Magari all’ombra di un Colosseo che lentamente se ne sta andandocome un castello di sabbia in una giornata di vento nemmeno tanto forte, solo moderato.Certo, qualcuno ora potrebbe dire che ci sono posti in cui si sta peggio e sarebbe indubbiamentevero. Credo però che la spinta a migliorare debba venire guardando chi sta meglio, altrimenti ilrischio è di accontentarsi di quello che si ha, che di per sé è una virtù, ma nella situazione attualeItaliana vorrebbe dire considerare un lusso quello che in realtà è una situazione di merda6.Qualcuno, ora, potrebbe anche obiettare che, seguendo questo ragionamento, tutti coloro chedovessero trovarsi in una brutta situazione, dovrebbero far fagotto e andarsene, specialmentequando parliamo di situazioni ben più gravi della nostra, come ad esempio Paesi in cuisopravvivono regimi politici, magari violenti o i Paesi del Terzo Mondo.Lascio ad ognuno di voi la risposta a questo dubbio.Per quel che mi riguarda ritengo che la decisione di partire sia il risultato di diversi fattori, alcuniindividuali altri, per così dire, ambientali.Nel mio caso vanno a sommarsi la voglia di vedere un po’ di mondo, l’interesse di conoscere altreculture, il desiderio di imparare bene una lingua ritenuta indispensabile e la voglia di mettersi ingioco in quella che considero una tappa obbligata, quella di vedere altri Paesi, per poter maturaree crescere a livello professionale e personale.5 Neologismo appena inventato per indicare uno strano concetto tutto Italiano: per un qualsiasi Italiano, me compreso(come no…) l’Italia è ciò che sta tra il parente più vicino e quello più lontano. Oltre a questo, lo Stato non esiste. Esistesolo un ammasso di “qualcos’altro” che però non ci deve interessare.6 Ebbene sì, sono laureato. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  10. 10. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaDeterminante per la mia scelta poi, il fatto che tutto fosse calato in una società che, nonostantenon sia scossa da violenza o carestie, è comunque immobile, ferma su sé stessa, in attesa di unqualche cambiamento che forse non è nemmeno pronta ad accogliere.In questo momento non sono più disposto ad aspettare e voglio essere io l’artefice del miocambiamento.Purtroppo o per fortuna, non sono Mario Bros e con una sola vita a disposizione sono un po’ restioa passarla tutta in attesa di qualcosa o qualcuno.Se siete arrivati fino a qui con la lettura, probabilmente avrete capito che non sonoparticolarmente entusiasta del mio Paese.A chi invece non ci fosse ancora arrivato dico: è esattamente così.I vari meccanismi che dovrebbero farmi sentire attaccato in qualche modo a questo Paese, comead esempio gli affetti, il chiamarlo Casa, la vicinanza di famiglia e amici, non sono più sufficienti afarmi rimanere fermo sul posto in attesa che un quindicenne si decida a spegnere l’iPod.Questo tuttavia, non perché questi affetti non siano forti, ma semplicemente perché li conservo,intatti, dentro di me, superando e tollerando la distanza fisica, colmata da una vicinanza emotivache funziona in ogni parte del mondo.Qui c’è in gioco la mia vita e il mondo non si ferma ad aspettarmi, ma prosegue per la sua strada ese tu non lo segui rimani indietro.Lentamente, quindi, ho maturato l’idea di partire.E quando ho realizzato che era la cosa giusta da fare per me, la destinazione mi è venutaspontanea, senza pensarci: dovevo e volevo andare in Australia.Ora, se mi chiedete perché proprio l’Australia, potrei liquidare la conversazione snocciolando unpaio di motivi del tutto accettabili e dignitosi che porrebbero fine alla cosa.Ad esempio potrei dire del fatto che in Australia ti danno un Visto valido un anno fino a prima deltrentunesimo anno di età, ed essendo io già al limite con gli anni, era un adesso o mai più; oppurepotrei parlare del fatto che in Australia trovi una splendida natura e in mezzo città modernissime efunzionanti a dovere, proprio come piace a me; o ancora, semplicemente fare riferimento a unavita fatta di lavoro e surf, spiagge e aria aperta. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  11. 11. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaProbabilmente basterebbe.La verità è che l’Australia è lontana. Maledettamente lontana.Lontana al punto che parti un giorno e arrivi due giorni dopo.Al punto che la maggior parte delle persone, quando parli dell’Australia, pensa a quel posto comeun altro mondo, in cui non si andrà mai.L’Australia è lontana anche come “presenza” nelle cose del mondo. Non ne sentite mai parlarequando si parla di guerre, di economia, o di qualsiasi altra cosa7.L’Australia è lontana dal nostro modo di pensare, dalle notizie del mattino, dalle nozioni di storia,arte e filosofia, dalle chiacchiere tra amici, dalle polemiche al bar.L’idea di fondo, quindi, era di andare lontano.Si dice che a volte, per vedere meglio una situazione bisogna guardarla da un altro punto di vista.Si dice anche che solo un estraneo può valutare oggettivamente una situazione, meglio di chiinvece vi è coinvolto, semplicemente per il suo punto di vista esterno.Non mi dispiacerebbe essere un Italiano estraneo all’Italia, per capire se, magari, possa non esserequel Paese così sfasciato come lo vedo ora, anche se non esaurirebbe le motivazioni della miascelta.A quanti mi dicono che in fondo la mia è una fuga, rispondo che potrebbe anche essere.Sarebbe normale di fronte ad una situazione che non puoi cambiare, ma nemmeno accettare.Riflettendo meglio, forse posso trovare in fondo a me stesso anche un’altra motivazione; quella dichi vuole vedere una porzione più ampia di mondo, perché si sente curioso e non pago di quelloche ha sotto gli occhi.Forse non sono adatto a stare fermo nello stesso posto per sempre, forse questa è solo una fase,magari cerco qualcosa e non so ancora cosa, o forse partendo ho trovato proprio quello checercavo. Forse voglio una panoramica del mondo8.Per farsi una panoramica di un posto bisogna vederlo dall’alto e per vedere tutto in una fotobisogna allargare lo zoom al massimo.Andare in Australia per me significa allargare lo zoom.Eccovi, quindi, illustrata la mia fotografia.7 Ogni tanto si parla di qualcuno che finisce per intero all’interno di uno squalo, ma a parte questo…8 Di sicuro voglio avere meno “forse” nella mia vita e molti più “cazzo, ti ricordi quella volta in cui…” AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  12. 12. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritalia PremessaIl presente lavoro nasce prima di tutto per un’esigenza personale: mettere nero su bianco tutte lemie riflessioni, le impressioni e le considerazioni che ho maturato e sviluppato a quasi un annodalla mia partenza da Venezia, destinazione Sydney.Il tempo trascorso dalla prima volta che ho pensato all’Australia come possibile meta e punto diinizio per il cambiamento, è molto di più.Ho voluto scrivere queste righe anche per meglio fissare e mettere a fuoco tutto l’insieme dipensieri, valutazioni e ragionamenti che ho fatto durante questo periodo, sia prima della partenzache dopo l’arrivo.A questi si aggiungono emozioni e sentimenti via via sempre più nuovi e diversi, che compaiono eaffiorano giorno per giorno, modificandosi, evolvendosi e, di pari passo, modificando ed evolvendoquello che sono.Ho scritto queste righe anche perché ritengo necessario, ai fini di una partenza di questo tipo,dedicare un periodo di tempo alla riflessione.Ho dedicato, quindi, il racconto non solo agli aspetti logistici di questa avventura, ma anche a queimovimenti dell’animo meno evidenti, che sotto sotto agiscono, creando nella nostra mente milledomande, aspettative e, molto spesso, paure.Attraverso tutto questo sono passato io per primo, mentre maturavo l’idea di intraprenderequesto viaggio e mentre l’idea cresceva, fino a diventare progetto e, infine, scelta di vita.Le decisioni su come impostare il viaggio, inteso come l’insieme delle esperienze che partono daben prima di quell’aereo, spettano ad ognuno di noi, in maniera di volta in volta diversa, in base acome siamo, a quello che siamo stati, a quello che vogliamo diventare, unito ad emozioni,sentimenti, stili di vita che ci caratterizzano. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  13. 13. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaL’Australia, fisicamente e geograficamente è una sola.Poi, una volta giunti, ognuno trova la sua.Ritengo che la scelta di questo Paese come partenza per un possibile cambiamento, sia la sintesi didiversi fattori, non spiegabili solamente in termini di maggiori possibilità economiche, lavorative o,semplicemente, per la sua immensa bellezza.Pensare che lo stesso viaggio porti necessariamente a vivere le stesse esperienze è un errore chenon bisognerebbe commettere.Il posto in sé non è così importante, o almeno non come la capacità di poter afferrare quello cheha da offrire.Per fare questo è utile poter capire a fondo che cosa potremmo trovare una volta arrivati sotto ilcielo d’Australia che, a sua volta, richiede tempo e pazienza.Nel frattempo possiamo partire più o meno disposti a capire tutti questi aspetti, sia esterni a noi(cultura, abitudini, usanze) che interni a noi (aspettative, motivazioni, obbiettivi).Ecco quindi che questo lavoro si propone come un “facilitatore” di idee e pensieri che nulla vuolcreare, ma qualcosa vuole suggerire, spostando l’attenzione da questo aspetto ad un altro, per poiconcentrarsi su altri elementi ancora che, magari meno tangibili, ma ugualmente utili.In sostanza, ho ritenuto necessario poter esporre riflessioni e pensieri non esclusivamente pratici,ma che, possano tentare di rispondere ad alcune domande che vengono spontanee di fronte aquesta esperienza.La speranza, una volta conclusa la lettura, è che non abbiate avuto tutte le risposte che cercate,ma che abbiate colto l’importanza di farsi tutte le domande. Giordano Dalla Bernardina Lif3.zero AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  14. 14. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritalia1. Il classico “Prima di Partire”… “Partire è la più bella e coraggiosa di tutte le azioni. Una gioia egoistica forse, ma una gioia, per colui che sa dare valore alla libertà. Essere soli, senza bisogni, sconosciuti, stranieri e tuttavia sentirsi a casa ovunque, e partire alla conquista del mondo.” Isabelle Eberhardt AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  15. 15. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaSe stai leggendo queste pagine significa che, in qualche modo, stai valutando la possibilità dipartire per l’Australia, per un periodo di tempo più o meno lungo.Può darsi che questa idea ti sia venuta dopo aver scartato altri Paesi, oppure l’Australia è il Paesein cui da sempre hai sognato di andare.Molto spesso, quando si parla di Australia, si corre con la mente alle spiagge, al blu dell’oceano, alrosso della sua terra e ad un’infinità di altri colori che caratterizzano un Paese dominato dallanatura e immerso in paesaggi così diversi tra loro.Ancora più spesso, può capitare di fuggire col pensiero verso un luogo in cui “un giorno si vorrebbeandare”, ma che poi, nella realtà dei fatti, rimane meta troppo lontana, costosa o, comunque,sostituibile con mete alternative.Non fatevi scoraggiare.Se veramente venire in capo al mondo è il vostro sogno o desiderio, sappiate che è più semplice diquello che sembra.Attenzione: ho detto più semplice, non semplice.Di certo non è alla portata di tutti, economicamente, ma anche logisticamente e, non da ultimo, alivello affettivo.L’Australia, infatti, richiede sacrifici oltre la semplice spesa economica.Senza soldi, si sa, non si va da nessuna parte, ma qualora questo non sia un fattore limitante,rimarrebbero moltissimi altri posti in cui poter andare senza affrontare quello che vi attendescegliendo l’Australia.L’Australia non è solo una meta, ma un passaggio.Un passaggio da come siete ora a come sarete durante e dopo.Certo, chi parte già consapevole di voler fare un’esperienza di qualche mese non tenga conto diquesti pensieri.Tuttavia, chi invece volesse partire per rimanere a lungo, allora ritengo doveroso il caso diaffrontare alcune riflessioni.L’Australia esercita su molti di noi un fascino che non sappiamo nemmeno spiegare. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  16. 16. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaDa un lato ci attira per l’idea di sole-mare-spiagge-surf che si trascina dietro da sempre, madall’altra ci fa l’occhiolino anche per l’essere così lontana, così “piena di niente” e allo stessotempo dotata di città modernissime, pensate e costruite per farci stare meglio possibile ecostantemente in gara per i primi posti di svariate classifiche mondiali.Questo mix di elementi così diversi tra loro, lascia indifferenti ben pochi, ma tra questamoltitudine di persone a cui l’idea di Australia piace, pochi sono coloro che, alla fine, salgono lascaletta di quell’aereo.Questo perché un viaggio del genere implica una serie di conseguenze che non tutti possonoessere disposti ad accettare. Inoltre, un viaggio così può anche spaventare.I sentimenti e le emozioni non sono mai univoci, ma ambivalenti, spesso contraddittori e nonsempre così chiari come vorremmo.Capita quindi che potremmo sentire una forte spinta verso qualcosa che, allo stesso tempo, cispaventa e questa paura non ci fa compiere il primo passo, finendo col rimanere per diversotempo in balia di due forze contrapposte, che a noi sembra equilibrio, ma che in realtà è soltantoindecisione.Ehi, take it easy mate, niente di più normale.In fondo, si parla letteralmente dell’altro lato del pianeta9, di un posto dove, per quanto influiscala cultura occidentale, si tratta pur sempre di un Paese profondamente diverso da un qualsiasiPaese europeo e, specialmente, dall’Italia10.Si tratta di compiere un salto agli antipodi: da un Paese culturalmente, storicamente etradizionalmente vecchio, ad uno che sprizza gioventù da ogni angolo, portando con sé lacunetipiche della giovane età, ma anche grinta, opportunità e competitività.Una differenza così marcata, per essere affrontata nel migliore dei modi, necessita di un’adeguatapreparazione.9 O, se volete, il Lato B10 L’Italia è diversa perfino da sé stessa a seconda del punto da cui la si guarda. Figuriamoci comparata con un latroPaese, di un altro Continente, di un altro Emisfero. Si ok, il pianeta è lo stesso, ma ci siamo capiti no? AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  17. 17. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaAspettando la partenzaPersonalmente, ho iniziato ad interessarmi all’Australia un anno prima della partenza effettiva.All’inizio a livello personale, quasi per curiosità, poi il tutto ha preso sempre più la forma delprogetto, fino a concretizzarsi in una scelta di vita.All’epoca avevo un lavoro ottenuto da poco e una laurea specialistica da completare. Ho decisocosì di aspettare il più possibile per poter partire con un bagaglio il più possibile fornito distrumenti utili, ossia un titolo di studio e un’esperienza professionale da poter spendere.Nel frattempo, la mia parola d’ordine quasi ogni giorno è stata: informazioni.In rete esistono centinaia di fonti che trattano dell’argomento Australia, alcune puramentecommerciali (e quindi di parte) altre create da persone che per prime hanno fatto la stessa scelta.La grande quantità di informazioni a cui poter attingere in rete è allo stesso tempo un vantaggio euno svantaggio.Sicuramente, al giorno d’oggi, possiamo contare sulla possibilità di poter sapere praticamentetutto di qualsiasi cosa usando internet. Anche l’Australia non fa differenza e, cercando bene, siriesce a capire come funzionano parecchie cose da quelle parti: costi degli affitti, stipendi, lavoripiù ricercati, le caratteristiche delle città e dei vari ambienti. Inoltre, possiamo contare su foto inalta definizione, mappe e descrizioni dettagliate, così da poterci fare un’idea anche a livello visivodi cosa andremo in contro, nonché su dettagliate esperienze raccontate da altre persone.Usate il più possibile questi strumenti, ma siate consapevoli che non tutto va preso comeinformazione oggettiva.Nel momento in cui si comincia a cercare informazioni sull’Australia, si scopre che non è una metapoco frequentata e che le esperienze di chi ci ha vissuto o ci vive tuttora sono ampiamentedocumentate. Blog, forum, community online, portali, pagine e gruppi su Facebook ormaispopolano sul web. E’ necessario quindi un occhio critico.Chiedetevi sempre che cosa vi serve veramente sapere prima di partire. Se sono informazioni dicarattere oggettivo, logistico, economico non avrete problemi a reperirle.Se quello che cercate è un’opinione precisa, chiara e oggettiva che vi aiuti a prendere la decisioneallora è tempo sprecato. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  18. 18. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaLe persone sono molte e altrettante sono le esperienze. Per ognuno di loro l’Australia saràqualcosa di diverso da qualsiasi altro, per cui leggere tutte queste opinioni va bene per farsiun’idea dei vari posti, ma la decisione spetta a noi stessi. Per ogni esperienza positiva cheleggerete, ce ne sarà sempre una negativa. Insistere a trovare il “vincitore” equivale a crearsiancora più confusione.Leggete le informazioni che vi servono davvero in base alle esigenze che avete.Il resto va considerato nientemeno che come un “tanto per sapere” che però non può influire sullascelta. O almeno solo in minima parte.La vostra motivazione non deve venire dalle opinioni di chi è andato prima di voi, ma da vostrenecessità personali e desideri. È inutile quindi leggere in lungo e in largo tutto il web alla ricercadell’opinione che fa la differenza. Ognuno vedrà l’Australia a modo proprio, a secondadell’esperienza che ne ha fatto e delle aspettative che aveva. Il tutto unito alle risorse messe incampo e alla capacità di ognuno di muoversi in ambienti non familiari.Oltre al web, inoltre, potreste dedicarvi ad alcune letture molto utili che vi daranno un’idea delPaese e nel frattempo, si spera, vi faranno trascorrere ore piacevoli11.Budget minimoMolto spesso, attraverso il mio blog, le persone mi chiedono quale potrebbe essere un budgetideale per venire in Australia.Partiamo col dire che, più soldi si hanno a disposizione e più la strada sarà spianata, per non dire indiscesa. Non esiste quindi un budget ideale. Più soldi avete e meno preoccupazioni dovreteaffrontare, non avendo l’ansia di trovare in fretta un lavoro e la possibilità di muovervi come equando volete, sia all’interno della città che avete scelto o addirittura in giro per l’intera Australia.Questo mi sembra ovvio.Tuttavia, mi sento di parlare di un budget minimo, considerando all’interno di questo le spesesostenute per il primo alloggio, i trasporti e il cibo. Il volo l’ho volutamente escluso poiché i prezzivariano molto dalla tratta, dalla compagnia aerea e dal periodo in cui si viaggia, per cui tale somma11 A questo proposito segnalo:“AUSTRALIAN CARGO” di Alex Roggero“IN UN PAESE BRUCIATO DAL SOLE” di Bill Bryson AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  19. 19. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliasarà da aggiungere a quanto riportato sotto. Come alloggio, inoltre, considero una stanza doppiaall’interno di un appartamento condiviso (mediamente tra 150 e 200 dollari/settimana).Per una situazione di questo tipo credo che il budget minimo da avere a disposizione sia di almenoduemila euro12. Tale cifra vi permette di pagare l’affitto per un paio di settimane e di versare lacauzione (solitamente tra le due e le tre settimane), oppure per soggiornare in un ostello per unmese (considerando lo stesso prezzo indicativo per la stanza). Oltre a questo, avrete soldi asufficienza per sostenere l’acquisto di cibo e per l’utilizzo di mezzi pubblici per un primo periodo.Piccola precisazione: l’importo consigliato, oltre ad essere puramente indicativo, basatosull’esperienza personale a Sydney, vi permette un inizio abbastanza gestibile. Tuttavia, le cittàaustraliane, specialmente Melbourne e Sydney, hanno costi molto alti da sostenere se le finanzenon vengono prontamente sostenute da un lavoro il prima possibile.Questo budget, quindi, è da considerarsi come l’importo minimo con cui arrivare, ma allo stessotempo, se siete in questo tipo di situazione economica, dovrete mettervi a cercare lavoro fin daiprimi giorni, altrimenti vedrete le vostre finanze estinguersi con la stessa velocità che una cubistamanda a fanculo l’idiota di turno.Il prezzo dell’esperienzaDurante la pianificazione di un espatrio in Australia, la cosa su cui ci concentriamo di più, di solito,è il fattore soldi e tutto quello connesso ad essi. Per un viaggio del genere il prezzo in questitermini non è basso, ma non è nemmeno l’unico. Potremmo addirittura parlare di diversi addebitie da scontare contemporaneamente.Un espatrio in Australia richiede una serie di sforzi da mettere in atto allo stesso tempo su piùpiani, tra i quali i più immediati sono, appunto, quelli di carattere:  Economico (prezzo del volo, sistemazione, eventuale scuola di Inglese, spese varie).  Logistico (Visto, trovare lavoro, trovare l’alloggio).Questi due aspetti, tuttavia, sono comuni per qualsiasi destinazione si scelga di partire,ovviamente con differenze caso per caso e Paese per Paese.Esistono però due ulteriori aspetti che, seppur presenti anche per altre mete, l’Australia accentuain maniera molto netta:12 Circa 2500 dollari australiani al tasso di conversione di giugno 2012 AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  20. 20. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritalia  Aspetti psicologici: a seconda dei casi, mollare la propria vita, pertanto che ne siamo insoddisfatti, per andare così lontano può far paura e, come minimo, far sorgere alcune domande: riuscirò a farcela? Troverò lavoro? Quanto riuscirò ad adattarmi?  Aspetti affettivi: una meta così, richiede per forza l’allontanamento per un tempo prolungato da famiglia e persone care.Cominciamo subito col dire che porsi certe domande, ma soprattutto avere certe paure èdecisamente, squisitamente normale13.Bisogna solo fare attenzione a non confondere la paura con la mancanza di motivazione che si haper compiere questo passo.In sostanza bisogna riuscire a fare in modo che non sia la paura a farci rimanere.I ripensamenti ci possono stare, ovviamente, ma l’importante è che anche in questo caso, sianodettati da motivazioni diverse dalla sola paura.Questo perché, probabilmente, la paura si farà sentire maggiormente quando alla partenzamancherà relativamente poco.Certo, anche all’inizio vi scontrerete con questa emozione, ma venendo mitigata dall’entusiasmosarà giudicata in maniera più leggera, quasi come una forma frenetica di agitazione per la sceltafatta e per le prospettive che vi aspettano.Il cambiamento, psicologicamente in qualche misura spaventa tutti, ma pensateci: se siete traquelli che vogliono partire per l’Australia, senza dubbio siete anche quelli per cui un cambiamentoè un benvenuto rispetto alla routine, che lo sanno gestire e che, magari segretamente, auspicatefaccia sempre parte della vostra vita.Detto questo, certo, in qualche momento capiterà che possiate arrivare a mettere in dubbio odiscussione la scelta, ma tranquilli: sono solo “controlli di sicurezza” che il vostro cervello fa pervoi.Per dirla con un’altra metafora, potremmo dire che se foste Windows vi chiedereste: stai perpartire verso l’Australia: OK /Annulla.Cliccate su ok e proseguite.A livello affettivo le cose potrebbero essere più complicate.13 Chi vi dice il contrario, piange dentro il cuscino prima di addormentarsi. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  21. 21. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaMentre i livelli economico, logistico e psicologico sono in gran parte affrontabili prima dellapartenza (non senza un minimo di flessibilità una volta in loco), il livello affettivo rimaneun’incognita fino a dopo la partenza, molto spesso anche parecchio dopo.Andiamo con ordine.Avete deciso di partire per l’Australia e sul piatto dei pro e contro avrete messo sicuramente ilfatto di dovervi allontanare da famiglia e amici per un periodo di tempo che va da lungo alunghissimo14.I sentimenti, in questo caso, potrebbero essere discordanti e in qualche misura falsati.Tutti nutriamo dei sentimenti affettivi verso le persone a noi care, solo che come individui,ciascuno di noi è più o meno portato a tollerare la distanza fisica, sociale e quotidiana, dallepersone e dai luoghi a cui teniamo e con cui siamo cresciuti.Alcuni potrebbero sentirsi più pronti, rispetto ad altri, a staccarsi da queste relazioni.Attenzione: con “staccarsi” non intendo che bisogna chiudere le relazioni, ma per forza di cosedare loro una forma diversa. E’ quasi come astrarle, renderle cioè un qualcosa di non più fisico equotidiano, ma un qualcosa che alberga dentro di noi in ogni momento, che possiamo recuperarealla mente in ogni dove e sentire lo stesso la vicinanza di chi ci portiamo dietro nonostante siamo aparecchie-mila chilometri da casa.Non è semplice.Inoltre, la capacità di fare questo passaggio è una cosa che si scopre… quando ormai si è giàarrivati e la si impara strada facendo.Nostalgia, malinconia e sentimenti affini si faranno strada dentro di voi a più riprese, ma anchequesto è assolutamente normale15.A tutto questo bilancia l’entusiasmo di un intero nuovo Continente a vostra disposizione.I primi tempi, probabilmente in termini di mesi, li passerete ad essere troppo impegnati persentire parecchio la mancanza di qualcuno, dovendovi concentrare su tutto quello che l’Australiaha da offrire. Indipendentemente da dove siate.Lo stile di vita Australiano è parecchio diverso dal nostro, specialmente se abitate in grosse cittàItaliane dai ritmi frenetici.14 Ecco, se non lo avete fatto, fatelo appena finite di leggere questa riga.15 L’uso di droghe, pertanto, non è consentito. Ehm… si, giusto, non è consentito. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  22. 22. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaL’Australia è spiagge-sole-mare-surf, ma non solo.Quindi, se queste sono tra le cose che cercate venendo qui, sappiate che ne troverete inabbondanza.Tutte le idee che avete dell’Australia quando ci pensate fantasticando davanti alla finestra delvostro ufficio o della vostra classe sono vere o per la maggior parte16.Però, c’è ben altro ed è giusto parlarne.Parlare di questi aspetti è una cosa che viene in mente a tutti prima o poi per cui, finito il tempo incui ci concediamo di pensare all’Australia solo come ad un Paradiso, passiamo alle cose di cui siparlava poco sopra e teniamo a mente che l’Australia è bella, ma decisamente il Paradiso non è.Il Paradiso non esiste, almeno nella sua versione terrestre.Al Paradiso, in termini di posto in cui vivere, ognuno dà una descrizione personale in base alleproprie caratteristiche e necessità e poi si ferma nel punto che gli assomiglia di più.Ora, diciamo che vi siete creati una vostra immagine personalizzata dell’Australia, fatta difotografie, di racconti di chi ci è stato, di mille righe lette in libri, articoli, forum e siti internet, maanche di aspettative personali e, perché no, sogni.Eccola lì, galleggiare nella vostra testa a rubarvi sempre più pensieri, concedendovi di sognare, maanche creandovi aspettative di vario genere.Tenete sempre presente che queste aspettative sbocciano da un’immagine di Australia che ancoranon è reale.Certo, anche questo è assolutamente inevitabile.Quello che però è evitabile, anzi, che va evitato a tutti i costi, è di dare a queste aspettative troppaforza, permettendo loro di non farvi avere una visione completa o, peggio, di perdere il contattocon la realtà delle cose.Aspettative più corrette e accurate ve le farete una volta arrivati e dopo esservi “scontrati” con larealtà Australiana, che non sarà mai un qualcosa che troverete, ma qualcosa che voi stessicreerete, poiché sarà il risultato di quello che l’Australia offre, mescolato a come siete voiindividualmente e a cosa aspirate a diventare.16 Questo per dirvi che il far finta di lavorare/seguire la lezione non è proprio tempo perso. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia
  23. 23. AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA www.lif3zero.com/austritaliaPrima ancora di tutto questo, quindi, qual è la cosa che dovrete mettere a fuoco?Prima di fare il Visto, il biglietto e le valigie, che cosa dovete essere sicuri di portarvi perminimizzare il più possibile eventuali danni?Personalmente, ritengo che la risposta a queste domande sia un qualcosa che non si compra enemmeno si trova in giro, ma precisamente alberga dentro di voi.L’atteggiamento. TI E’ PIACIUTO QUELLO CHE HAI LETTO FINO A QUI? IL RESTO LO PUOI TROVARE NELL’EBOOK COMPLETO! VAI ALLA PAGINA www.lif3zero.com/austritalia GRAZIE MILLE PER IL TUO INTERESSE! LIF3.ZERO Vuoi rimanere aggiornato con Lif3.zero? Iscriviti alla newsletter sul Blog www.lif3zero.com e ricevi i nuovi articoli direttamente dall’Australia! AUSTRITALIA: 11 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMIGRARE IN AUSTRALIA - ANTEPRIMA GRATUITA www.lif3zero.com/austritalia

×