2.crescita batteri stud

2,688 views

Published on

Slides Microbiologia

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

2.crescita batteri stud

  1. 1. La crescita microbica
  2. 2. SCISSIONE TRASVERSA BINARIA GEMMAZIONE
  3. 3. SCISSIONE TRASVERSA BINARIA
  4. 4. SCISSIONE TRASVERSA BINARIA
  5. 5. Divisione cellulare Gram-pos Gram-neg
  6. 6. GEMMAZIONE
  7. 7. Riproduzione di lievito per gemmazione (Budding)
  8. 8. Lievito
  9. 9. SPOREIn alcuni Gram-pos MAI in gran-negativistadio di quiescenza (no attività metabolica)periodi di essicazione; temperatura; radiazione ultraviolett;,disinfezione. E’ prodotta da due generi principali di batteri: Bacillus eClostridiumCon l’eccezione di Sprosarcina, che è un cocco, tutti i batteriformanti endospore hanno forma di bastoncello gram positivo.Molte specie sono mobili per mezzo di flagelli peritrichi.Le endospore sono difficili da colorare; disidratate sonorifrangenti.
  10. 10. SPOREVerde di malachite e contrasto safranina: La cellula apparerossa, mentre l’endospora appare blu-verde.
  11. 11. SPORE crescita vegetativa; sporulazione; germinazionePrima risposta all’esaurimento dei nutrienti essenziali non è la sporulazione: Chemiotassi; enzimi extracellulari degradativi. L’endospora è prodotta alla fine della fase esponenziale di crescita.
  12. 12. Setto: doppio strato di membrana
  13. 13. CURVA DI CRESCITA
  14. 14. FASE DI LATENZA• Fase di adattamento alle condizioni di crescita (temperatura, terreno di coltura)• N° di cellule costante nel tempo• Durata variabile
  15. 15. FASE ESPONENZIALE (o LOGARITMICA)fase di duplicazione cellulare in cui la velocità di crescita è costante edipendente dalla specie batterica e/o condizioni di crescita)• N° di cellule aumenta nel tempo e tutte le cellule impiegano lo stessotempo per duplicarsi (TEMPO DI GENERAZIONE = tempo impiegato dauna cellula per duplicarsi); numero di cellule ed elevata attivitàmetabolica
  16. 16. FASE STAZIONARIA• Interruzione della crescita, N° di cellule costante nel tempo (densitàdella popolazione batterica max 109 per ml)• equlibrio tra divisione cellulare e morte• accumulo di metaboliti tossici, scarsità di nutrienti
  17. 17. FASE DI MORTE• diminuzione del numero di cellule vive nel tempo• andamento in molti casi logaritmico (ogni ora muore unapercentuale costante di cellule)• accumulo di metaboliti tossici, scarsità di nutrienti
  18. 18. Calcolo del tempo di duplicazioneE’ caratteristico della linea e delle condizioni di coltura.Va calcolato nella fase esponenziale.Puo’ essere ricavato graficamente dai grafici in scala logaritmica, ma e’ piu’ preciso calcolato matematicamente.
  19. 19. una popolazione batterica aumenta da103 a 109 cellule in 10 ore.velocità di crescita (k) etempo di generazione (g)graficamente: il tempo digenerazione è l’intervallo di temponecessario per avere unaduplicazione cellulare
  20. 20. I Microorganismi Vivono e si moltiplicano in modo variabile •Temperatura •Tempo •NutrimentiFattori che influiscono •Ossigeno •Umidità •Acqua libera •acidità
  21. 21. Il sistema anaerobio GasPak. La busta GasPak libera idrogeno e anidride carbonica. Ilcatalizzatore al palladio nel coperchio della camera catalizza la formazione di acqua a partire daidrogeno e ossigeno, favorendo la rimozione dellossigeno dalla camera sigillata ermeticamente.
  22. 22. Batteri ed Eucarioti• I batteri differiscono dagli eucarioti perché mancano di nucleo ed altri organelli. – Tutti gli organismi che non posseggono un nucelo vengono chiamati PROCARIOTI.• Molti genomi batterici sono circolari, mentre è lineare quello degli eucarioti. – I batteri hanno molti meno geni degli eucarioti, e variano da ~1,800 (es. H. influenzae) a ~4,200 per batteri quali E. coli e B. subtilis. – Un eucariote con un genoma piccolo (come i lieviti S. cerevisiae e S. pombe) ha da ~4,500 a ~6,000 geni ed eucarioti complessi (vertebrati) hanno ~40,000 genes [il numero esatto è ancora poco chiaro).
  23. 23. Batteri ed Eucarioti• I Batteri si dividno per fissione binaria e si scambiano il materiale genetico in maniera diversa dalla riproduzione sessuale degli eucarioti. – Quindi, il processo di mitosi e meiosi non avviene nei procarioti. – Invece, il cromosoma batterico viene “diviso” tra le cellule figlie aderendo alla membrana (non vi è lo spindle mitotico).• E’ presente la riproduzione sessuale con 3 processi che risultano nello scambio di materiale genetico fra batteri: – CONIUGAZIONE - transferimento di materiale genetico tramite il contatto fisico tra batteri; – TRANSFORMAZIONE - uptake di materiale genetico direttamente dall’ambiente; – TRANSDUZIONE - transferimento di materiale genetico tramite fagi (virus bacterici).

×