Successfully reported this slideshow.
Funghi dimorfici
MODALITA’ DI CRESCITA          DEI FUNGHI    FILAMENTI INTRECCIATI             LIEVITI UNICELLULARI          MICELIOAlcuni...
Funghi     Histoplasma capsulatumdimorfici            Blastomyces dermatitidis        Paracoccidioides brasiliensis       ...
CARATTERISTICHE DELLE MICOSI        SISTEMICHE
Histoplasma capsulatumDa: Atlante di Micologia Medica- S. Andreoni, C. Farina, G. Lombardi.Systems
Histoplasma capsulatumA 25°C le ife sono settateI conidiofori, corti e indifferenziati, originano ad angolo retto da ifeve...
Micelio in vitro        Colonie si scuriscono con                            l’invecchiamento                    Macroconi...
Histoplasma capsulatum
crescita lentaConidi: sfere piccole o grandi conproiezioni spinose distribuite ad intervalli regolari
Histoplasma capsulatum
ISTOPLASMOSIIl polmone è la via di accesso dell’infezioneConidi o frammenti di ifa vengono inalati, fagocitati daimacrofag...
Con la guarigione le lesioni polmonari vanno incontro a  fibrosi e calcificazione, → tubercolosi primaria.
Porzione di polmone con sezione di un nodulo fibrocaseosodovuto a Histoplasma capsulatum
Macrofagi infarciti di numerosi piccoli organismi circondati da unalone chiaro (intorno al nucleo centrale blu) che può es...
Histoplasma capsulatum –visibili all’interno di un macrofago
Histoplasma capsulatum      in macrofagi
Istoplasmosi della mucosa orale
Istoplasmosi        Diagnostica di Laboratorio       diagnosi definitiva → Histoplasma nei tessuti o negli essudatiEsame d...
Test cutaneo alla HistoplasminaSoggetti che hanno subito in precedenza una infezioneda   H.capsulatum     presentano    un...
HistoplasmosiL’Itraconazolo è il farmaco di scelta.
Blastomyces dermatitidisconidi dalla caratteristicaforma sferica
BLASTOMICOSI•   Non identificata la sorgente di infezione•   Habitat potrebbe essere rappresentato dal terreno in    prese...
Blastomyces dermatitidis•   A 25°C ife ialine settate con conidiofori di varia    lunghezza che originano ad angolo retto ...
BLASTOMICOSI•   Malattia cronica granulomatosa•   Il polmone è la via di accesso dell’infezione•   Conidi o frammenti di i...
BLASTOMICOSI•   Localizzazione primaria a livello polmonare con    quadro di polmonite autolimitante o di forma    polmona...
Blastomyces dermatitidisDa: Atlante di Micologia Medica- S. Andreoni, C. Farina, G. Lombardi.Systems
Blastomyces dermatitidisDa: Atlante di Micologia Medica- S. Andreoni, C. Farina, G. Lombardi.Systems
Blastomyces dermatitidisDa: Atlante di Micologia Medica- S. Andreoni, C. Farina, G. Lombardi.Systems
Blastomyces dermatitidisLe gemme sono unipolari (mai più di una gemma per cellula madre).
Blastomycosis             L’infezione inizia a livello polmonare e si diffonde→ossa, cute, prostata e di altri visceri Il ...
BLASTOMICOSI DISSEMINATAPuò interessare:la cute dove compaiono ascessi sottocutanei o papuledapprima singole e poi conflue...
Test cutaneo alla BlastomicinaSoggetti che hanno subito in precedenza una infezioneda B. dermatitidis presentano una ipers...
BlastomycosisTERAPIAI lieviti vengono inibiti da cloramfenicolo o lacicloesimide.L’Amfotericina B è il farmaco di scelta.
Blastomycosis
Coccidioides immitis
Coccidioides immitis                       HabitatE’ rappresentato dal terreno specialmente quello alcalinodelle zone arid...
Coccidioides immitisA 25°C presenti ife ramificate, settate, che producono artroconidiche vengono liberati per frammentazi...
COCCIDIOIDOMICOSIDetta anche malattia del “Nuovo Mondo”, ha diffusioneendemica in America soprattutto nelle zone aride dov...
COCCIDIOIDOMICOSILa malattia si contrae mediante inalazione dei conidiIl micelio è costituito da ife e settate che si tras...
Coccidioides immitisDa: Atlante di Micologia Medica- S. Andreoni, C. Farina, G. Lombardi.Systems
Coccidioides immitis
Coccidioides immitis
Coccidioidomicosi
Coccidioidomicosi
COCCIDIOIDOMICOSILa patologia primaria può manifestarsi:• in forma asintomatica• in forma acuta benigna polmonare• come gr...
COCCIDIOIDOMICOSI•   Sintomatologia simile a malattia da raffreddamento    oppure con sindrome respiratoria grave e lesion...
Test cutaneo alla CoccidioidinaSoggetti che hanno subito in precedenza una infezioneda C.immitis presentano una ipersensib...
CoccidioidomicosiTERAPIAIl trattamento con Amfotericina B risulta abbastanzautile.
Paracoccidioides brasiliensis
Paracoccidioides brasiliensisA 25°C in Agar Destrosio di Sabouraud forma ifeialine, settate, ramificate con clamidoconidi ...
Paracoccidioides brasiliensisDa: Atlante di Micologia Medica- S. Andreoni, C. Farina, G. Lombardi.Systems
Paracoccidioides brasiliensis
Paracoccidioides brasiliensis
SINDROMI CLINICHE DI INFEZIONE  Sono riscontrabili 4 distinte forme:• polmonare primaria asintomatica o ad evoluzione beni...
INFEZIONE POLMONARE PRIMARIAPuò essere asintomatica o ad evoluzione benigna, con reazionemediata dai macrofagi che ne favo...
INFEZIONE POLMONARE CRONICA     E’ sintomatica, contraddistinta da •   insufficienza respiratoria •   febbre •   dispnea •...
INFEZIONE MUCO-CUTANEASi manifesta a seguito di una infezione polmonareprimaria con papule o vescicole tendenti all’ulcera...
PARACOCCIDIOIDOMICOSIDa: Dermatologia Internazionale per Immagini- A. Morrone, A. GiannettiEdizioni Grafiche Mazzucchelli
INFEZIONE DISSEMINATANei pazienti immunocompromessi può evolvere in micosidisseminata con lesioni granulomatose in vari or...
ParacoccidioidomicosiTERAPIAIl trattamento con Amfotericina B risulta abbastanzautile.Il farmaco d’elezione nelle regioni ...
19.funghi dimorfici
19.funghi dimorfici
19.funghi dimorfici
19.funghi dimorfici
19.funghi dimorfici
19.funghi dimorfici
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

19.funghi dimorfici

1,871 views

Published on

Slides Micro

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

19.funghi dimorfici

  1. 1. Funghi dimorfici
  2. 2. MODALITA’ DI CRESCITA DEI FUNGHI FILAMENTI INTRECCIATI LIEVITI UNICELLULARI MICELIOAlcuni sono funghi dimorfici (possono assumere l’una o l’altra formaa seconda delle condizioni ambientali)
  3. 3. Funghi Histoplasma capsulatumdimorfici Blastomyces dermatitidis Paracoccidioides brasiliensis Coccidioides immitis
  4. 4. CARATTERISTICHE DELLE MICOSI SISTEMICHE
  5. 5. Histoplasma capsulatumDa: Atlante di Micologia Medica- S. Andreoni, C. Farina, G. Lombardi.Systems
  6. 6. Histoplasma capsulatumA 25°C le ife sono settateI conidiofori, corti e indifferenziati, originano ad angolo retto da ifevegetativeI macroconidi (8-20µm) sono larghi, rotondi, a parete spessa etubercolataI microconidi (2-6 µm) unicellulari, rotondi o piriformi, a parete liscia orugosa
  7. 7. Micelio in vitro Colonie si scuriscono con l’invecchiamento Macroconidi e microconidi Histoplasma capsulatum, lieviti in vitro
  8. 8. Histoplasma capsulatum
  9. 9. crescita lentaConidi: sfere piccole o grandi conproiezioni spinose distribuite ad intervalli regolari
  10. 10. Histoplasma capsulatum
  11. 11. ISTOPLASMOSIIl polmone è la via di accesso dell’infezioneConidi o frammenti di ifa vengono inalati, fagocitati daimacrofagi polmonari dove si convertono in lieviti e dovepossono anche replicarsiNell’ospite immunocompetente i macrofagi possiedonoattività fungicida, limitando l’infezioneNell’ospite immunocompromesso nei macrofagi imicrorganismi vitali possono persistere erappresentare sorgente di malattia disseminata
  12. 12. Con la guarigione le lesioni polmonari vanno incontro a fibrosi e calcificazione, → tubercolosi primaria.
  13. 13. Porzione di polmone con sezione di un nodulo fibrocaseosodovuto a Histoplasma capsulatum
  14. 14. Macrofagi infarciti di numerosi piccoli organismi circondati da unalone chiaro (intorno al nucleo centrale blu) che può essere scambiatoper una capsula
  15. 15. Histoplasma capsulatum –visibili all’interno di un macrofago
  16. 16. Histoplasma capsulatum in macrofagi
  17. 17. Istoplasmosi della mucosa orale
  18. 18. Istoplasmosi Diagnostica di Laboratorio diagnosi definitiva → Histoplasma nei tessuti o negli essudatiEsame diretto dei campioniMetodi colturali Ricerca di anticorpiIndagini sierologiche Ricerca di antigeni Sonde specificheMetodi di biologia molecolare Amplificazione genomica mediante PCR o nested-PCR
  19. 19. Test cutaneo alla HistoplasminaSoggetti che hanno subito in precedenza una infezioneda H.capsulatum presentano una ipersensibilitàcutanea di tipo ritardato ad una inoculazioneintradermica di Histoplasmina, un filtrato sterile dicoltura grezza di miceli sviluppati in terreno sintetico.
  20. 20. HistoplasmosiL’Itraconazolo è il farmaco di scelta.
  21. 21. Blastomyces dermatitidisconidi dalla caratteristicaforma sferica
  22. 22. BLASTOMICOSI• Non identificata la sorgente di infezione• Habitat potrebbe essere rappresentato dal terreno in presenza di detriti organici e di legno marcito
  23. 23. Blastomyces dermatitidis• A 25°C ife ialine settate con conidiofori di varia lunghezza che originano ad angolo retto da ife vegetative• Conidi ialini unicellulari da globosi a piriformi• A 37°C presenza di cellule lievitiformi gemmanti con parete spessa a doppio contorno• Gemmazione a larga base di impianto
  24. 24. BLASTOMICOSI• Malattia cronica granulomatosa• Il polmone è la via di accesso dell’infezione• Conidi o frammenti di ifa vengono inalati, fagocitati dai macrofagi polmonari, dove si convertono in lievito e dove sono in grado di replicarsi
  25. 25. BLASTOMICOSI• Localizzazione primaria a livello polmonare con quadro di polmonite autolimitante o di forma polmonare cronica• Possibile forma cutanea primaria• Possibile anche forma disseminata
  26. 26. Blastomyces dermatitidisDa: Atlante di Micologia Medica- S. Andreoni, C. Farina, G. Lombardi.Systems
  27. 27. Blastomyces dermatitidisDa: Atlante di Micologia Medica- S. Andreoni, C. Farina, G. Lombardi.Systems
  28. 28. Blastomyces dermatitidisDa: Atlante di Micologia Medica- S. Andreoni, C. Farina, G. Lombardi.Systems
  29. 29. Blastomyces dermatitidisLe gemme sono unipolari (mai più di una gemma per cellula madre).
  30. 30. Blastomycosis L’infezione inizia a livello polmonare e si diffonde→ossa, cute, prostata e di altri visceri Il tratto gastrointestinale viene risparmiato dalla lesione primaria polmonare → Le lesioni cutanee particolarmente estese, granulomatose con distruzione tessutale
  31. 31. BLASTOMICOSI DISSEMINATAPuò interessare:la cute dove compaiono ascessi sottocutanei o papuledapprima singole e poi confluenti e tendenti ad ulcerarsi, checompaiono soprattutto nelle parti del corpo più esposte(faccia, gambe, mani) e possono interessare anche lemucose (laringe, lingua, gola, esofago)le ossa lunghe e le vertebre con lesioni di tipo osteolitico odartriticoil sistema nervoso centrale con varia sintomatologial’apparato uro-genitale, con possibile interessamento, ingravidanza, del feto.
  32. 32. Test cutaneo alla BlastomicinaSoggetti che hanno subito in precedenza una infezioneda B. dermatitidis presentano una ipersensibilitàcutanea di tipo ritardato ad una inoculazioneintradermica di Blastomicina, un filtrato sterile dicoltura grezza di miceli.
  33. 33. BlastomycosisTERAPIAI lieviti vengono inibiti da cloramfenicolo o lacicloesimide.L’Amfotericina B è il farmaco di scelta.
  34. 34. Blastomycosis
  35. 35. Coccidioides immitis
  36. 36. Coccidioides immitis HabitatE’ rappresentato dal terreno specialmente quello alcalinodelle zone aride e desertiche.Ambiente caratterizzato da rare piogge, che consentonolo sviluppo della forma miceliale con abbondanteformazione di artroconidi separati tra loro da una cellulavuota, che durante i periodi secchi va a morteconsentendo agli artroconidi di disperdersi nell’aria
  37. 37. Coccidioides immitisA 25°C presenti ife ramificate, settate, che producono artroconidiche vengono liberati per frammentazione del micelioA 25°C il micete cresce abbastanza lentamente (10-12gg)A 37-40°C e a livello tissutale presenti sferule rotondeggianticontenenti endosporePer l’elevata infettività i campioni devono essere manipolati sottocappe di sicurezzaLa crescita è inibita dalla cicloeximide
  38. 38. COCCIDIOIDOMICOSIDetta anche malattia del “Nuovo Mondo”, ha diffusioneendemica in America soprattutto nelle zone aride doveparassitizza alcuni roditoriNon è presente in EuropaAgente eziologico: Coccidioides immitisMalattia infettiva altamente contagiosaFungo dimorfo
  39. 39. COCCIDIOIDOMICOSILa malattia si contrae mediante inalazione dei conidiIl micelio è costituito da ife e settate che si trasformanoin artroconidiIn vivo è spesso presente uno sporangio o sferulacontenente endospore di 2-5 µm di diametro
  40. 40. Coccidioides immitisDa: Atlante di Micologia Medica- S. Andreoni, C. Farina, G. Lombardi.Systems
  41. 41. Coccidioides immitis
  42. 42. Coccidioides immitis
  43. 43. Coccidioidomicosi
  44. 44. Coccidioidomicosi
  45. 45. COCCIDIOIDOMICOSILa patologia primaria può manifestarsi:• in forma asintomatica• in forma acuta benigna polmonare• come grave malattia cronica, spesso mortaleIn soggetti predisposti l’infezione può evolvere:• in forma secondaria sistemica con interessamento della cute, tessuti sottocutanei, articolazioni, linfonodi, meningi e SNC
  46. 46. COCCIDIOIDOMICOSI• Sintomatologia simile a malattia da raffreddamento oppure con sindrome respiratoria grave e lesioni cutanee• Diffusione ematica dell’infezione• Formazione di ascessi sulla cute, sottocute, articolazioni, ossa, organi interni• Particolarmente colpiti i malati di AIDS
  47. 47. Test cutaneo alla CoccidioidinaSoggetti che hanno subito in precedenza una infezioneda C.immitis presentano una ipersensibilità cutanea ditipo ritardato ad una inoculazione intradermica diCoccidioidina, un filtrato sterile di coltura grezza dimiceli.
  48. 48. CoccidioidomicosiTERAPIAIl trattamento con Amfotericina B risulta abbastanzautile.
  49. 49. Paracoccidioides brasiliensis
  50. 50. Paracoccidioides brasiliensisA 25°C in Agar Destrosio di Sabouraud forma ifeialine, settate, ramificate con clamidoconidi terminali ointercalari e artroconidiA 25°C cresce molto lentamente (21-28gg)In vivo e in coltura a 37°C forma cellule di grandidimensioni (10-60µm di diametro), a parete spessa econ gemmazioni multiple che rimangono adese allacellula madre con caratteristica forma “a timone”
  51. 51. Paracoccidioides brasiliensisDa: Atlante di Micologia Medica- S. Andreoni, C. Farina, G. Lombardi.Systems
  52. 52. Paracoccidioides brasiliensis
  53. 53. Paracoccidioides brasiliensis
  54. 54. SINDROMI CLINICHE DI INFEZIONE Sono riscontrabili 4 distinte forme:• polmonare primaria asintomatica o ad evoluzione benigna• polmonare cronica• muco-cutanea• disseminata
  55. 55. INFEZIONE POLMONARE PRIMARIAPuò essere asintomatica o ad evoluzione benigna, con reazionemediata dai macrofagi che ne favoriscono ladisseminazione
  56. 56. INFEZIONE POLMONARE CRONICA E’ sintomatica, contraddistinta da • insufficienza respiratoria • febbre • dispnea • tosse produttiva con presenza di sangue
  57. 57. INFEZIONE MUCO-CUTANEASi manifesta a seguito di una infezione polmonareprimaria con papule o vescicole tendenti all’ulcerazionenon dolorose e con aspetto granulomatosoLe ulcere sono caratterizzate da un bordo sanguinanteche può nei casi più gravi portare alla distruzionedell’epiglottide e dell’ugola e, perforando il palato duroraggiungere la mucosa nasaleMolto rare lesioni cutanee primarie dovute ad innestotraumatico di materiale infetto
  58. 58. PARACOCCIDIOIDOMICOSIDa: Dermatologia Internazionale per Immagini- A. Morrone, A. GiannettiEdizioni Grafiche Mazzucchelli
  59. 59. INFEZIONE DISSEMINATANei pazienti immunocompromessi può evolvere in micosidisseminata con lesioni granulomatose in vari organi, prevalentementelesioni ulcerative a carico delle mucose orali, nasali e gengivali conpossibile interessamento del viso, e più raramente con lesioni al livellodelle mucose intestinali e ano-rettali.E’ molto rara e può interessare fegato, milza, intestino, surrene, cervello,cuore ed ossa.Nell’età prepuberale la forma diffusa ha spesso esito fatale ed ècaratterizzata anche da lesioni cutanee di tipo acneiformi
  60. 60. ParacoccidioidomicosiTERAPIAIl trattamento con Amfotericina B risulta abbastanzautile.Il farmaco d’elezione nelle regioni del Sudamericarisulta il Chetoconazolo.

×