Social Media Management: gestire con successo la comunicazione continua – Michele Polico

858 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
858
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
33
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Social Media Management: gestire con successo la comunicazione continua – Michele Polico

  1. 1. SOCIAL MEDIA MANAGEMENT SPUNTI PER UNA CONVERSAZIONE CONTINUA Michele Polico--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  2. 2. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  3. 3. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  4. 4. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  5. 5. 1. OBIETTIVI OTGN FIDUCIA POSIZIONAMENTO VENDITA FOAF CONTATTI SHARE AWARENESS RELAZIONI CUSTOMER CARE VIRALITA PROFITTI CONVERSAZIONI AUDIENCE VISIBILITA BRANDING (S)CRM COMUNICAZIONI CONVERSIONI TEMPORIZZATE REPUTATION CREDIBILITA--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  6. 6. 1. OBIETTIVI E PIU IMPORTANTE UNA VENDITA O UN FAN?--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  7. 7. 1. OBIETTIVI Fare Social Media Marketing significa definire che il principale obiettivo di marketing, nel lungotermine, è la creazione e il mantenimento di una relazione con le persone proprie clienti, perché si ritiene che la longevità della propria azienda e i profitti dipendano da questo! OTGN (Opportunity to get noticed): è qualcosa di leggermente diverso dalla visibilità. Riguarda lopportunità di essere scelti in rete in un intervallo di tempo ragionevolmente lungo, fra diverse opzioni alternative. Fonte della definizione: Maurizio Goetz--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  8. 8. 2. CANALI TOUCH POINT CONVERSATION POINT--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  9. 9. 2. CANALI--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  10. 10. 3. CONTENUTI--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  11. 11. 3. CONTENUTI Dare importanza ai contenuti significa progettare e pianificare il Corporate Lifestream: è quello lelemento che definisce lidentità e la reputazione di una azienda, che condizionano la predisposizione allascolto e allinterazione delle persone.--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  12. 12. 3. CONTENUTI Il tipo di contenuti dipende dal tipo di obiettivi La social media communication prevede una conversazione tra lazienda e le persone. Entrambe devono trarne profitto!--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  13. 13. 3. CONTENUTI--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  14. 14. 3. CONTENUTI 1. dividere il tipo di contenuti per CATEGORIE in base agli obiettivi di comunicazione (es. prodotti, offerte, iniziative ed eventi, editoriali, di marketing e branding...) 2. stabilire lIMPORTANZA RELATIVA di ciascuna categoria, prevedendo un numero approssimativo di pubblicazioni per ciascuna categoria in un periodo di tempo costante T 3. CALENDARIZZARE i contenuti in base agli IMPEGNI REALI DEL BRAND 4. compensare le uscite previste in calendario per il periodo di tempo T1 creando contenuti ad hoc, oppure spostando e decalendarizzando troppe uscite della stessa categoria--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  15. 15. 3. CONTENUTI è meglio non avere una storia che averne una noiosa--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  16. 16. 3,5. CONTENUTI VS CANALI Laggregazione dei lifestream è alla base del concetto di NEWSFEED che caratterizza le homepage dei principali social network. Personal e corporate lifestream si mescolano nei newsfeed, incontrandosi in una sfera intermedia che affievolisce la differenza percepita tra comunicazione personale e aziendale! TIP: nei social network le persone si rivolgono alle marche come ad altre persone, e si aspettano da loro un linguaggio amichevole e familiare.--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  17. 17. 3,5. CONTENUTI VS CANALI diverse CATEGORIE di contenuto per diversi CANALI integrare i canali in maniera il più possibile manuale per veicolare i contenuti con declinazioni diverse--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  18. 18. 3,5. LO STILE DELLA CONVERSAZIONE Rendere i contenuti il più possibile piacevoli da vedere, universali e facili da consumare Un paio di righe, con link di approfondimento Fornire link accorciati Accompagnare gli atatus con immagini Multimedialità: testo ma anche foto e video Non pubblicare link senza descrizione--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  19. 19. 4. PROCESSI Chi gestisce i canali? internalizzazione vs esternalizzazione social media manager vs social media team Come il social media manager si interfaccia con chi detiene le informazioni in azienda? enterprise 2.0 e social CRM Internet Never Stops: Chi gestisce i canali la sera o il sabato e domenica?--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  20. 20. 5. POLICY norme da rispettare errori da evitare--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  21. 21. 5. POLICY norme da fare rispettare--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  22. 22. 6. CRISIS MANAGEMENT (una crisi è una crisi quando è una crisi)--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com
  23. 23. --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- www.youngdigitallab.com

×