Antonella Fiorelli - Isnart - I comportamenti di vacanza e di consumo dei turisti

516 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
516
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
18
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Antonella Fiorelli - Isnart - I comportamenti di vacanza e di consumo dei turisti

  1. 1. TITOLO I comportamenti di vacanza e di consumo dei turisti 21 Marzo 2013Antonella Fiorelli, Dipartimento Ricerca IS.NA.R.T www.isnart.it 1
  2. 2. ISNART S.c.p.A Istituto Nazionale Ricerche Turistiche - • Studi e pubblicazioni sul turismo;Chi è S.c.p.A. Cosa fa • Indagini, rilevazioni e progetti di fattibilità; Costituito a Roma il 16.12.1992 • Attività editoriali e di promozione nel settore turistico; • Organizzazione di convegni. • CCIAA ed aziende partecipate;Clienti • Organizzazioni imprenditoriali; • Istituzioni nazionali ed Enti locali; Mercato Intero fenomeno turistico • Organizzazioni internazionali. Osservatorio Nazionale sul turismo confluito a seguito della Legge 80 del 2005 nell’Osservatorio Nazionale del Turismo della Presidenza del Consiglio dei Ministri in sede al Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo Osservatori territoriali sul turismo www.isnart.it 2
  3. 3. LE STRUTTURE RICETTIVE www.isnart.it 3
  4. 4. Le camere vendute dalle strutture ricettive in ItaliaLe imprese ricettive italiane alberghiere ed extralberghiere hanno assistito ad un ritorno diconcentrazione dei flussi nei mesi di luglio ed agosto, unico periodo in cui si è riuscito a vendere 6/7camere su 10 sul totale di quelle disponibili, mentre il mese di giugno è stato quello in cui con appena il42,9% di occupazione camere si è registrata la contrazione maggiore nelle vendite. www.isnart.it 4
  5. 5. Le camere vendute dalle strutture ricettive nella città di Venezia L’occupazione camere nel 2012 (%) Veneto Italia Gennaio 37,2 31,0 Febbraio 38,5 30,5 Marzo 38,2 33,6 Aprile 40,5 35,1 Maggio 41,7 36,8 Giugno 46,5 42,9 Luglio 70,9 62,2 Agosto 75,8 70,7 Settembre 47,3 44,3 Ottobre 42,3 36,5 Novembre 31,9 28,4 Dicembre¹ 34,0 23,8 ¹ dato provvisorioPartenza in sordina, nel 2012, per le strutture ricettive della città di Venezia che nel primo trimestredell’anno non superano il 40% dell’occupazione camere, rimanendo comunque in linea con il datoregionale e nazionale. Se la primavera è sinonimo di stabilità, in estate le strutture registrano fino all’88%di occupazione a luglio, per poi scendere e allinearsi al dato 2011. www.isnart.it 5
  6. 6. Il rapporto tra le strutture ed il WEB: la presenza on lineLe strutture ricettive della città di Venezia si distinguono rispetto al contesto regionale e nazionale pervisibilità sulla rete (già 91,8% nel 2011; 95,4% nel 2012). www.isnart.it 6
  7. 7. Il rapporto tra le strutture ed il WEB: Il booking on lineL’offerta del servizio di prenotazione diretta on-line, che cresce dal 2011 di 20 punti percentuali,raggiunge l’83,2% nel 2012 (circa 61% nel Veneto e in Italia). www.isnart.it 7
  8. 8. Il rapporto tra le strutture ed il WEB: i social network I social network più diffusiCresce l’interesse per le nuove forme di comunicazione sul web, sempre più interattive e veloci. Nellacittà di Venezia raccolgono la sfida il 46,4% delle strutture ricettive superando il dato nazionale (41,8%). www.isnart.it 8
  9. 9. I turisti e il WEB: le effettive prenotazioni dei clientiBuona la risposta dei turisti alla visibilità raggiunta sul web dalle strutture ricettive di Venezia. Il 67% diessi prenotano on-line, in crescita dal 2011 (50,5%), e superiore alla media regionale (39%) e nazionale(47,2%). www.isnart.it 9
  10. 10. I turisti e il WEB: le modalità di prenotazioni dei clienti Modalità di prenotazione on-line 2012 (%) Veneto Italia Sito di 15,1 15,7 proprietà Grandi portali 11,6 11,7 E-mail 12,3 19,8 Non on line 61,0 52,8Gli strumenti più utilizzati per il booking sono i grandi portali (28,7%) e il sito di proprietà delle strutturestesse (24,5%). www.isnart.it 10
  11. 11. L’intermediazioneIl ricorso ai canali dell’intermediazione da parte delle strutture ricettive della città di Venezia interessaoltre 7 operatori su 10, prendendo le distanze sia dal dato Italia (50,4% delle strutture) che dalla mediaregionale (46,8%). www.isnart.it 11
  12. 12. Il turismo organizzatoCresce dal 2011 la quota del turisti organizzati, raggiungendo, nel 2012, il 36,7% di persone che arrivanotramite il circuito dell’intermediazione. www.isnart.it 12
  13. 13. Il potenziale fatturato derivante Tour operator on line in ItaliaSi stima che il ricorso ai Tour Operator on line può procurare incrementi di fatturato tali da garantire: • la copertura delle spese di commissione • maggiori guadagni netti per le imprese stesse • un maggior impatto economico sul territorio www.isnart.it 13
  14. 14. I COMPORTAMENTI DEI TURISTI www.isnart.it 14
  15. 15. Le motivazioni di vacanza nel 2012 in ItaliaLa possibilità di rilassarsi e godere del paesaggio naturalistico le motivazioni principali del soggiorno inItalia. www.isnart.it 15
  16. 16. Le motivazioni di vacanza nella città di Venezia nel 2012 Totale Italia Relax 26,0% Natura 24,8% Sport 15,9% Divertimenti 15,6%Un’esperienza di vacanza nuova per il 32% dei turisti che si recano a Venezia, favoriti anche dallapresenza di buoni collegamenti con la città (19,8%), motivati e pronti ad immergersi tra arte e cultura(30,4%) e shopping (16,7%). www.isnart.it 16
  17. 17. I canali della comunicazione che influenzano la scelta della vacanza in ItaliaIl passaparola è il principale canale di comunicazione che influenza le scelta di vacanza, seguitodall’esperienza personale ed il web. www.isnart.it 17
  18. 18. I canali della comunicazione che influenzano la scelta della vacanza nella città di Venezia Totale Italia Passaparola 37,4% Esperienza personale 29,6% Internet 23,1%Città unica nel suo genere e preceduta dalla sua fama, tanto da essere conosciuta da circa la metà deituristi attraverso il passaparola.Il web riesce a guidare il 22,7% dei turisti nella scelta della vacanza a Venezia (soprattutto per ilreperimento di informazioni, 18%), ma posizionandosi al di sotto del livello regionale e nazionale.I cataloghi e depliant delle agenzie di viaggio, invece, sono incisivi per il 10,2% turisti. www.isnart.it 18
  19. 19. Le attività praticate durante la vacanza in ItaliaCirca 5 turisti su 10 praticano sport e 3 su 10 fanno escursioni durante il soggiorno in Italia.Meno spiccata invece la percentuale di turisti che dedica il proprio tempo ad aspetti di carattere culturale. www.isnart.it 19
  20. 20. Le attività praticate durante la vacanza nella città di Venezia Totale Italia Sport 49,8% Escursioni 31,4% Shopping 27,0%Il soggiorno a Venezia, che ha come leitmotiv la cultura, si articola tra visite al patrimonio artistico dellacittà (37,1%) e musei (35,9%), percorrendo le vie del centro storico (25,2%).Circa il 37% dei turisti si divide anche tra escursioni alle isole della laguna e shopping, concedendositempo anche per qualche puntata al casinò (3,5%). www.isnart.it 20
  21. 21. La ricerca delle informazioni sul territorio Totale Italia Non ricerca informazioni 60,1% Internet point 12,6% Ufficio informazioni/Apt 11,3% Smartphone 7,2% Agenzia 2,4% Struttura ricettiva 8,8%Circa la metà dei turisti nella città di Venezia ricercano informazioni sul territorio rivolgendosi all’ufficioinformazioni/APT (20,6%), mediante internet (16%) o presso la struttura ricettiva in cui alloggiano(10,7%). www.isnart.it 21
  22. 22. La soddisfazione della vacanza per i turisti Totale Italia Offerta turistica 8,0 complessiva Destinazione territorio 7,7 Strutture di alloggio 7,8 Ristorazione 7,8 Trasporti 7,5 Attività 7,7I turisti che soggiornano a Venezia sono pienamente soddisfatti dell’offerta turistica complessiva dellacittà (8,2), di cui apprezzano soprattutto il sistema di accoglienza ricettiva (7,9) e le attivitàculturali/d’intrattenimento (7,9). www.isnart.it 22
  23. 23. La soddisfazione della vacanza per i turisti: la destinazione turistica Totale Italia Destinazione / Territorio 7,7 Cortesia/ospitalità della gente 8,1 Accessibilità del territorio 8,0 Presenza di aree verdi 8,0 Connessioni wi-fi gratuite 7,7 Rispetto per l’ambiente 7,6 Pulizia 7,6 Adozione di misure di 7,6 sostenibilità ambientale Attività di sensibilizzazione 7,5 verso i turistiDell’organizzazione del territorio della città (giudicato con un voto da 1 a 10) viene particolarmenteapprezzata, rispetto alla media regionale, la cortesia/ospitalità della gente (8,1) e la presenza diconnessioni wi-fi gratuite (7,6).Aspetti su cui migliorare, invece, l’accessibilità del territorio (7,5) e l’attività di sensibilizzazione verso ituristi. www.isnart.it 23
  24. 24. La soddisfazione della vacanza per i turisti: l’alloggio Totale Italia Strutture di alloggio 7,8 Informazioni nelle strutture di 8,0 alloggio Valorizzazione dell’identità 7,9 locale Professionalità del personale 7,9 Conoscenza delle lingue 7,8 straniere Costo 7,9 Accoglienza 7,8 Capacità di problem solving 7,7 Promozione dei prodotti tipici 7,5 Misure di sostenibilità 7,7 ambietaleSeppur accoglienti (8,1) e con spiccate doti di problem solving (7,9), le strutture ricettive della città diVenezia distano dalla media regionale per le misure di sostenibilità ambientale (7,7), la presenza diinformazioni (7,5) e la professionalità del personale (7,4). www.isnart.it 24
  25. 25. La soddisfazione della vacanza per i turisti: le attività Totale Italia Attività 7,7 Informazioni sull’offerta di 7,8 intrattenimento Offerta culturale 7,8 Offerta di intrattenimento 7,8 Offerta culturale legata al 7,7 territorio Occasioni di socializzazione 7,6 Varietà dell’offerta per il tempo 7,6 libero Rapporto qualità prezzo delle 7,6 attività ricreative Fruibilità dell’offerta 7,6 Informazioni sull’offerta 7,5 culturaleUn offerta di attività varia (7,9) e ricca dal punto di vista culturale (7,9) che consente numerose occasionidi socializzazione (7,9). www.isnart.it 25
  26. 26. Le spese dei turistiIl turista a Venezia spende in media 78 euro al giorno sul territorio oltre che per ristoranti e bar, peracquisti di abbigliamento e produzioni tipiche e ingressi a musei e monumenti. www.isnart.it 26

×