Stati nazionali

1,505 views

Published on

1 Comment
2 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
1,505
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
22
Comments
1
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Stati nazionali

  1. 1. prof. Vittoria Ciminelli
  2. 2.  Periodo più o meno lungo caratterizzato da difficoltà ed instabilità, seguite da profondi mutamenti Crisi religiosa Crisi poteri universali Crisi politica Crisi demografica ed economica
  3. 3. Dissoluzione delle istituzioni universalistiche favorisce Borghesia mercantile delle città sostiene Nobiltà feudale osteggia PROCESSO DI FORMAZIONE DI STATI NAZIONALI
  4. 4. è costituito da sovranità
  5. 5.  Definizioni di stato (unitario e federale)  Elementi dello stato (popolo, territorio, ordinamento giuridico,fini)  Sovranità si esercita sotto forma di poteri (legislativo, esecutivo, giudiziario)  Forme di governo (monarchia - assoluta e costituzionale -; repubblica - presidenziale, parlamentare, socialista popolare)  Democrazia (formale, reale, diretta, indiretta)
  6. 6. Il sovrano si avvale di uomini a lui legati dal vincolo di vassallaggio per  garantire l’ordine pubblico  amministrare la giustizia  riscuotere le tasse su un regno dai confini spesso incerti , frammentato tra i diversi feudi che godono di una più o meno ampia autonomia di fatto Vincolo di vassallaggio = legame personale di sudditanza
  7. 7. Processo di superamento della frammentazione feudale della conseguente anarchia formazione monarchie nazionali Processo di centralizzazione del potere che può dirsi compiuto intorno al 1350
  8. 8. Unificazione territoriale  Accentramento dei poteri nel sovrano  Ridimensionamento della nobiltà  Ampliamento degli apparati statali  Consapevolezza di una comune appartenenza alla stessa terra 
  9. 9. Disgregazione Sacro Romano Impero Regni europei divisi in feudi controllati dai feudatari si oppongono al re per difendere i propri privilegi acquisire nuove terre
  10. 10. Il re riprende il controllo del territorio PERCHÉ COME ripresa economica lo ha arricchito conquiste militari ha un regolare esercito confische di terre ai vassalli infedeli concede rendite Nobiltà terriera vs Nobiltà di corte alleanze matrimoniali COME appoggio della borghesia (finanziamenti) difende la sua libertà e i suoi interessi possibilità di commerciare liberamente (eliminazione privilegi feudali) COME - potere ai feudatari potere giudiziario riscossione tasse
  11. 11. Gruppi sociali omogenei per condizioni giuridiche (nascita, diritti, privilegi, funzioni)
  12. 12. Nobiltà • Diritti di signoria rurale – garntiscono ricchezza e ed autorità sovrana - nei propri feudi e sulle masse contadine • Potenza militare = forza della nobiltà Clero • Gode di privilegi giuridici e fiscali • Funzione religiosa e culturale + potere economico (beni della chiesa esenti da tasse) Borghesia • La sua forza sta nella ricchezza • Vive nelle città che godono di ampie autonomie amministrative e legislative
  13. 13.  esprimono consuetudini, culture, interessi propri, non di rado conflittuali tra loro  difendono i propri privilegi e le proprie autonomie da ogni ingerenza esterna (es. sovrano) frequenti disordini e conflitti i cui costi ricadono su tutta la società sovrani si propongono come supremi difensori dell’ordine e della pace protettori della comunità da minacce esterne
  14. 14. ORIGINATE DA OFFRONO • conflitti dinastici • mire espansionistiche • occasione per accelerare il processo di concentrazione del potere nelle mani del sovrano • si verificano importanti mutamenti nell’organizzazione degli eserciti, nella tecnica militare (introduzione armi da fuoco) PERCHÉ con significative ripercussioni su assetti politici e sociali
  15. 15. ESERCITO PERMANENTE
  16. 16. ARMI DA FUOCO • cavalleria vede diminuire sua importanza • lunghi assedi vs guerre di movimento • sviluppo industrie minerarie e metallurgiche per rispondere necessità di reperire minerali Conseguenze militari Conseguenze politiche • strumenti efficaci per consolidare il trono • stati + ricchi ottengono vantaggi maggiori: possono permettersi armamenti + efficaci Conseguenze economiche Conseguenze scientifiche • ricerca di armi sempre più efficaci accelera progresso scientifico
  17. 17. IMPIEGO ARTIGLIERIA AUMENTO COSTO DELLE GUERRE
  18. 18. F I S C O
  19. 19. Cresce il bisogno di denaro dei sovrani (rendita dei domini patrimoniali diretti in sufficiente a coprire le spese connesse funzione pubblica) Riorganizzazione e potenziamento del fisco (prelievo di risorse finanziarie dall’intera società)
  20. 20. Proventi di signoraggio • il costo di fabbricazione delle monete è inferiore al valore legale Svalutazione • diminuzione della quantità di metallo prezioso contenuta in ciascuna moneta, fermo restando il suo valore nominale
  21. 21.  Forma di tassazione quasi del tt sconosciuta  Colpiscono il reddito dei sudditi (nuclei familiari o persone)  Obbligano tutti i sudditi a contribuire alle finanze pubbliche (clero e nobiltà in gran parte esentati)  Assicurano un prelievo di risorse sistematico e continuo (annuale) Istituzione di CATASTI / ESTIMI per censire ricchezze privati determinare entità imposta dovuta Stati italiani primi a introdurre catasti / estimi
  22. 22.  Dazi che colpiscono le merci importate o in transito Molti sovrani si riservano il MONOPOLIO DEL SALE (su produzione e vendita) Gabelle che gravano sui prodotti di largo consumo (vino, olio, grano …)  stabilendo il prezzo d’autorità tassando la circolazione sui mercati (prima Venezia)
  23. 23. Sovrani cercano di servirsi delle istituzioni religiose per  rafforzare il proprio potere sulla società (influenza della religione sul popolo) sostenere le finanze pubbliche (potenza economica del clero) 
  24. 24. Per raggiungere tali obiettivi è necessario limitare i privilegi giurisdizionali e fiscali del clero ovvero ridurre il potere che il papato esercita su clero e sui suoi beni temporali in ogni stato
  25. 25. Occasione favorevole sec. XIV – XV SCISMA D’OCCIDENTE i sovrani approfittano della debolezza del papato per imporgli la firma di CONCORDATI diritto di imporre tributi sui beni ecclesiastici possibilità di diminuire i privilegi del clero facoltà di controllare nomina vescovi e abati
  26. 26. Pubblica amministrazione
  27. 27. Necessità potenziare strutture governo centrale raggiungere tutti gli angoli del regno uffici personale addetto al loro funzionamento (burocrazia dello stato)
  28. 28. È costituita da funzionari  sono regolarmente pagati È formata da NOBILI UOMINI DI ORIGINE  servono in modo esclusivo il sovrano BORGHESE
  29. 29. Nobili provenienti soprattutto dalle file della piccola nobiltà Borghesi impiegati in mansioni che richiedono professionalità specifica (es. gestione fisco / amministrazione giustizia) Servizio presso il monarca = opportunità di difendersi dal tracollo delle proprie rendite possibilità di salire a più alti livelli della gerarchia nobiliare Servizio presso il monarca = occasione di crescita sociale NASCE LA NOBILTÀ DI TOGA
  30. 30. Nobiltà di spada origine feudale e militare Nobiltà di toga dovuta a funzioni amministrative Origini e compiti si identificano con il funzionamento del governo dello stato garantisce sicura fedeltà al potere centrale
  31. 31. Affermazione autorità del sovrano resistenze e ostilità dei settori sociali Capacità delle monarchie di  assicurare ordine pubblico  far convivere interessi dei diversi ceti costituiscono un servizio prezioso per l’intera società e in primis per le classi dirigenti
  32. 32. Guerre frequenti tra stati fanno emergere COSCIENZA NAZIONALE = consapevolezza di comunità d’interessi e cultura capace di spingere un popolo a stringersi intorno alla figura del sovrano
  33. 33. Qs convergenza di interessi tra monarchia e corpi sociali più influenti trova pieno riconoscimento nello stato per ceti o per ordini mediante l’integrazione nelle strutture centralizzate monarchiche delle ASSEMBLEE RAPPRESENTATIVE
  34. 34. Traggono origine dalla tradizione feudale vassalli devono aiuto militare + consiglio sulle scelte di governo Novità partecipazione non più e solo dei feudatari del re, ma dei rappresentanti di tutti i ceti (nobiltà / clero / borghesia)
  35. 35. Si riuniscono a discrezione del sovrano Funzione non legiferano consigliano il sovrano sulle questioni che egli pone in discussione POTERE CONSULTIVO
  36. 36. Europa occidentale: consolidamento di moderne monarchie dinasticoterritoriali Nord-est europeo: grandi stati con la permanenza di strutture feudali Europa centrale: (tendenza “centrifuga”) piccoli stati regionali politicamente deboli
  37. 37. Grazie per l’attenzione

×