La mia tesina

1,348 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,348
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
23
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La mia tesina

  1. 1. TESINA GESTIONE AZIENDALE: APPLE STUDENTE : Veja Alexandra Irina SCUOLA : IPSSCT Sassetti – Peruzzi INDIRIZZO : Servizi CommercialiI - INTRODUZIONE : Nascita dellApple INCII - STORIA : Terza rivoluzione industrialeIII - ECONOMIA : Scelte strategiche dellAppleIV - DIRITTO : La tutela della concorrenza e la libertà diniziativaV - INGLESE: E-Commerce and Internet Marketing
  2. 2. I – Nascita dellApple Inc.Apple Inc. , più comunemente conosciuta come Apple, nasce come start-up nell’ambitodell’ informatica statunitense nel 1976 per opera di Steve Jobs e Steve Wozniak aCupertino, Silicon Valley. Nel 1975 i due cominciano a lavorare per la costruzione del loroprimo computer ma,a causa del costo troppo elevato dei processori dell’epoca,abbandonarono l’idea che rimase su carta. Un anno dopo la Mos Techonologiescommercializzò un processore al modico prezzo di 25 dollari così da permettere ai dueamici di costruire, e in seguito commercializzare il primo computer “Apple 1”. Ne vennerovenduti 50 esemplari da un negozio di elettronica che vendeva la macchina già assemblatacosì da non dare agli acquirenti il difficoltoso compito di costruirla. Nel frattempo, allasocietà si aggiunse Ronald Wayne divenendo di fatto il terzo cofondatore. Alla fine del 1976venne ultimato il secondo computer della casa l’ “Apple 2”, ma prima dellacommercializzazione Jobs pubblicò il logo ufficiale dell’azienda che raffigurava una mela
  3. 3. morsa colorata con i colori dell’arcobaleno al contrario. Seguì “Apple 3” che offrivaaltissime prestazioni, ma ad un prezzo troppo elevato, infatti le vendite non furonosoddisfacenti. Nonostante il fallimento dell’ultimo nato, l’Apple vide incrementare in modospropositato le sue azioni tanto da diventare “l’azienda che cresce più rapidamente nellastoria” soprattutto grazie all’ingresso nel mercato dei personal computer.Il 1978 è stato un anno importante poiché Apple viene a conoscenza degli studi che Xerox(azienda informatica) stava svolgendo sulle nuove interfacce d’uso per utilizzare i computer.Steve Jobs decise che Apple doveva comprare i brevetti e le idee della Xerox.. Nasceva cosìil progetto Lisa che venne ultimato nel 1983 e aveva un costo di 10 000 dollari, prezzotroppo elevato per il target cui era destinato tanto da essere abbandonato subito dopo.Parallelamente stava prendendo piede Machintosh, una versione economica di Lisa, che conla sua presentazione e immissione nel mercato rappresenta la chiave del successo della“mela”. Dentro l’Apple nasce spontaneamente la figura del “Mac evangelista”, una personache, convinta della superiorità del Macintosh rispetto agli altri computer, cerca diconvincere conoscenti e amici. Durante una visita di Bill Gates a Cupertino, Jobs gli mostròunanteprima della GUI del Mac. Nel 1985, dopo avere ottenuto una prima licenza da Apple,Microsoft presentò Microsoft Windows, la GUI per i sistemi prodotti da IBM. Sebbene laGUI di Apple fosse notevolmente più avanzata rispetto a quella prodotta da Microsoft,questultima aveva un vantaggio: la diffusione, che permise a Windows di accaparrarsiampie fette di mercato. Seguì al progetto Mac una serie di rivoluzioni nell’ambito deicomputer portatili che permisero ad Apple di avanzare sempre di più. Dopo una disputa peril controllo dell’azienda con il Ceo di allora Sculley, Jobs fu costretto ad abbandonare lasocietà e fondò la NextComputer. Verso la metà degli anni novanta Apple si trova in crisitanto da acquistare la Next. Jobs ne divenne l’amministratore delegato e riuscì rapidamentea far risorgere l’Apple. Il 24 agosto 2011 Steve Jobs,già gravemente malato, lascia il ruolo di CEO di Apple, che viene ceduto ufficialmente alCEO Tim Cook.Attualmente il nome Apple è associato anche al lettore di musica digitale iPod, al negozio dimusica online iTunes Store, alliPhone e al tablet iPad. Nel corso del tempo Apple haintrodotto presso il grande pubblico numerose innovazioni nel campo dellalta tecnologia edel design applicate ai prodotti informatici.Dal mese di Agosto 2011, Apple è una delle più grandi aziende al mondo percapitalizzazione azionaria e di maggior valore al mondo, davanti alla eterna rivaleMicrosoft. Il 9 agosto 2011 Apple ha superato per poco ExxonMobil diventando lazienda dimaggior valore al mondo.
  4. 4. III – Le scelte strategiche dellAppleLE SCELTE STRATEGICHE A LIVELLO CORPORATIVOLa visione aziendale è sintetizzata nella celebre frase “Cambiare il mondo migliorando lepotenzialità degli individui attraverso la tecnologia” da cui si evincono due elementi fondamentali;Apple punta sulla tecnologia per soddisfare i bisogni e le esigenze degli individui. Tra gli individuisono contemplati non solo i clienti ma anche i dipendenti. Ma quando si parla di individui si vuoleanche sottolineare l’importanza che ha il singolo e la logica individualista distintiva di Apple. Ilprecedente Ceo Steve Jobs ha saputo avvicinare la tecnologia agli individui, dipendenti o clienti chesiano, tramite la costruzione di strumenti che possono avvantaggiare il genere umano. I dipendenti,già dal 1979 non usavano più macchine da scrivere ma dei pc che grazie ad AppleLink eranocollegati tra loro quindi potevano scambiarsi informazioni e “chattare”. In altre parole il termine“tecnologia” ha da sempre connotato il modo di lavorare dell’azienda. Ne è dimostrazione lamission aziendale dei primi anni di attività della Apple Computer: “Apple è impegnata a portare imigliori prodotti di personal computer e la migliore assistenza a studenti, educatori, disegnatori ,scienziati, ingegneri, uomini d’affari e consumatori in oltre 140 paesi in tutto il mondo”. Oggi lafilosofia che regge l’azienda è sempre la stessa come ha dichiarato il nuovo amministratore delegatoTim Cook: "Crediamo di essere sulla faccia della Terra per fare grandi prodotti, ed è una cosa chenon cambierà. Ci concentriamo sempre sullinnovazione. Crediamo nel semplice, non nelcomplesso. Crediamo di aver bisogno di possedere e controllare le tecnologie che stanno dietro aiprodotti che costruiamo, e partecipiamo solo ai mercati ai quali possiamo dare un contributosignificativo". Attraverso quest’ottica il lavoro dei dipendenti Apple è volto al miglioramentocontinuo dei suoi prodotti, dei suoi processi e servizi. A livello corporate le principali scelte cheApple ha effettuato nella sua storia sono state dettate dall’ambiente in cui ha operato, caratterizzatoda una variabilità ambientale discontinua. Quanto Steve Jobs tornò in Apple immaginò un PC suogni scrivania e una cuffia in ogni orecchio; l’azienda cessò di essere un’azienda multi businessconcentrando il lavoro nello sviluppo di pochi prodotti ma capaci di prendere grosse fette dimercato. In realtà bisogna precisare che Apple continuò a operare come azienda multi prodotto maridussenotevolmente la gamma di prodotti offerti. Questa scelta creò un forte vantaggio competitivo nellearee di business in cui Apple operava; infatti questo ridimensionamento della gamma dei prodottiportò anche ad un grande concentramento dei guadagni.LE SCELTE STRATEGICHE A LIVELLO COMPETITIVOPer alcuni anni Apple ha utilizzato una strategia competitiva che prevedeva la presentazione e lacommercializzazione di singoli prodotti in particolari momenti dell’anno: 1) Settembre: keynote di presentazione della nuova linea di iPod e commercializzazioneimmediata;
  5. 5. 2) Novembre: Refresh della linea MacBook/iMac e commercializzazione immediata; 3) Gennaio/Febbraio: Keynote di presentazione del nuovo modello di iPad; 4) Marzo/Aprile: commercializzazione del nuovo modello di iPad; 5) Aprile/Maggio: presentazione in anteprima della nuova versione di iOS (il sistema operativo chegira su iPhone e iPad); 6) Giugno: Keynote di presentazione del nuovo modello di iPhone; 7) Luglio: commercializzazione del nuovo modello di iPhone.Questo calendario si è ripetuto per tre anni; invece quest’anno ha subito delle leggere variazioni chehanno fatto slittare il programma di 2/3 mesi. Apple non rilascia mai alcun comunicato, se nonpochi giorni prima le presentazioni ai giornalisti più accreditati (solitamente circa 200). Non faconferenze stampa e rilascia le versioni “beta” dei sistemi operativi in silenzio. Questo peraumentare la voglia dei clienti a tenersi in continuo aggiornamento sulle novità della casa diCupertino e creare nei clienti una idea mistica attorno ai prodotti Apple. Inoltre per ogni prodotto lapubblicità subisce dei ritardi rispetto all’immissione sul mercato: solitamente gli spot delmelafonino entrano in programmazione nel periodo primaverile, in modo da accelerare le venditedel modello presente, garantendo la fine delle scorte per l’estate, quando verrà commercializzato ilmodello nuovo. Nonostante Apple non faccia alcun tipo di pubblicità tutti aspettano con grandeansia ogni anno l’uscita dei nuovi prodotti. Il segreto di tutto ciò è la perfetta strategia di marketingche Apple ha elaborato nel corso degli anni: ogni volta che si è a ridosso della presentazione di unnuovo prodotto, da Cupertino ci sono dipendenti addetti esclusivamente ad immettere in retenotizie, sia vere che false, che puntualmente vengono riprese dai vari blog e siti d’informazione,creando un passaparola mondiale in pochissime ore. Ogni anno milioni di novità su caratteristichetecniche, accessori, immagini “rubate” e tanti altri rumors affollano i blog specializzati; gli utenti siscatenano in commenti e discussioni a riguardo, aumentando così le aspettative e l’attesa del nuovoprodotto che, prima ancora della presentazione, è già conosciuto in tutte le sue caratteristiche. Unapolitica leggermente diversa è stata adottata per il lancio sul mercato del primo tablet, l’ipad.Nessuno aveva mai avuto l’idea o la voglia di possedere un oggetto del genere ma l’azienda, anchein questo caso, è riuscita benissimo a creare un bisogno che fino a quel momento era latente. Inquesto caso l’Apple ha orientato la propria politica di prezzo verso una strategia di scrematura delmercato: si prefigge la conquista successiva di segmenti di mercato sempre meno ricchi o, permeglio dire, di classi di consumatori disposti a spendere sempre meno per acquistare il particolareprodotto. Questo obiettivo di scrematura si collega dunque ad una politica di prezzi inizialmenteelevati e decrescenti nel tempo il cui fine è la massimizzazione del profitto unitario come via perincrementare il profitto globale. L’iPad, infatti, è stato immesso sul mercato ad un prezzo molto altoper dare ai clienti la percezione di qualità e di appartenenza ad una ristretta èlite di persone; inseguito però il prezzo è stato ridimensionato, specialmente con l’immissione sul mercato delmodello successivo. La proposta di valore che l’Apple fornisce ai suoi clienti consiste, oltre chenella qualità dei servizi e della tecnologia, nell’idea di prodotti esclusivi: chi compra Apple o Macdifficilmente riuscirà a cambiare strada. L’idea dell’esclusività dei prodotti è paleseanche alla luce di un altro dato di fatto: i punti di vendita con il marchio della “mela” sopra la portad’ingresso, e quindi ufficiali, sono circa 300 in tutto il mondo. Questi sono di solito situati in zonedi alto profilo delle città e sono curati al loro interno in ogni minimo dettaglio. Apple adotta unastrategia di differenziazione che le consente di vendere i suoi prodotti a prezzi più alti deicompetitor ed, al contempo, di avere una clientela estremamente fidelizzata. Apple inoltre anticipa i
  6. 6. bisogni del consumatore lanciando per prima prodotti innovativi che fanno tendenza e a voltecreano nuovi mercati. Ha sviluppato una forte brand identity in cui il consumatore si identificacome parte di una tribù (slogan: i’m a Mac). Apple è riuscita a far si che i suoi clienti siano dei verie propri seguaci: un utente Apple condivide con l’azienda la stessa cultura di desing di alto livello,di qualità e di avanguardia che è sempre stata portata avanti dai vertici aziendali.LE SCELTE DI GESTIONE OPERATIVADirettamente collegata alla direzione strategica, la direzione operativa è la seconda faccia dellastessa medaglia per Apple dal momento che tutte le scelte strategiche vengono messe in pratica alivello operativo. L’insieme di tutte le decisioni commerciali, come anche le scelte aziendali, nonsono mai state rese pubbliche dal management ma sono deducibili dalla storia aziendale di Apple.Apple computer, poco dopo essere stata costituita adottò una struttura funzionale. Nel 1982 passòad una struttura divisionale, ma presto sorsero problemi di gestione, acuiti dalla recessione che colpìil settore nel 1985. La forte competizione e l’uscita del fondatore Steve Jobs suggerirono di tornaread una struttura funzionale. “Alcuni anni fa Apple Computer si riorganizzò passando da unastruttura funzionale ad una struttura per area geografica per facilitare la produzione e ladistribuzione dei propri computer ai clienti di tutto il mondo. […] La Apple ha utilizzato questastruttura per focalizzare manager e dipendenti su specifici segmenti di clientela e su obiettivi divendita locali. […] La struttura regionale permette ad Apple di concentrarsi sui bisogni dei clientiall’interno di un’area geografica.”(Organizzazione aziendale- R.L. Daft, 2004). Oggi l’aziendaopera su due livelli gerarchici: il primo livello è articolato secondo le linee di prodotti; ilsecondo livello, invece, prevede che ogni divisione sia divisa per funzioni aziendali.Quest’ultimo venne accusato di eccessiva personalizzazione della società e diaccentramento delle funzioni di comando. Ogni divisione in Apple ha le risorse necessarieper progettare, sviluppare e commercializzare il proprio prodotto in completa autonomia.Unaltra critica che viene rivolta è la guida eccessivamente personale del CEO specialmentedurante la gestione di Steve Jobs. Per quanto concerne invece gli approvvigionamenti, dallefonti si evince solamente che i maggiori fornitori di materie prime sono le aziende cinesi,come Foxconn, con le quali Apple ha numerosi contratti dal momento che ha un facileaccesso alla supply chain cinese all’interno di un cluster di fornitura ben sviluppato. L’areacommerciale è invece gestita in maniera molto rigida. Tutti i negozi Apple sono obbligati avendere i prodotti allo stesso prezzo del sito senza fare alcun tipo di sconto o promozione.Tutti i dipendenti devono fare intendere ai clienti il grande valore che l’azienda offre e nellostesso tempo sono obbligati a non creare false aspettative negli acquirenti limitandosi solo apromuovere il prodotto del momento.IV -La tua privacy è importante per Apple. Abbiamo quindi sviluppato una Privacy Policy che descrive
  7. 7. il modo in cui raccogliamo, utilizziamo, divulghiamo, trasferiamo e memorizziamo i tuoi dati. Tiinvitiamo a leggere il presente documento per conoscere i nostri criteri di tutela della privacy e afarci sapere se dovessi avere qualsiasi domanda.Raccolta e utilizzo di dati personaliI dati personali sono quei dati che possono essere utilizzati per identificare in modo univoco unindividuo o per contattarlo.Potrebbe esserti richiesto di fornire i tuoi dati personali ogni volta che entri in contatto con Apple ocon una società affiliata ad Apple. Apple e le sue affiliate potrebbero condividere questi dati tra diloro ed utilizzarli conformemente alla presente Privacy Policy. Potrebbero anche combinarli conaltri dati per fornire e migliorare i nostri prodotti, servizi, contenuti e pubblicità.Ecco alcuni esempi delle tipologie di dati personali che Apple potrebbe raccogliere e comepotremmo utilizzarli.Quali dati personali raccogliamo • Quando crei un Apple ID, registri i tuoi prodotti, fai domanda per un credito commerciale, acquisti un prodotto, scarichi l’aggiornamento di un software, ti registri per un corso in un Apple Store o partecipi ad un sondaggio online, potremmo raccogliere una serie di dati, incluso il tuo nome, indirizzo, numero di telefono, email, preferenze di contatto e dati della carta di credito. • Quando condividi i tuoi contenuti con la famiglia e gli amici utilizzando prodotti Apple, invii certificati regalo e prodotti o inviti altri ad unirti a te sui forum di Apple, quest’ultima potrebbe raccogliere i dati che fornisci con riferimento a tali persone, come nome, indirizzo, email e numero di telefono. • Negli Stati Uniti, potremmo chiederti il tuo Social Security Number (SSN), ma unicamente in circostanze particolari, come quando stai creando un account wireless e stai attivando il tuo iPhone o quando si sta decidendo se estendere il tuo credito commerciale.Come utilizziamo i tuoi dati personali • I dati personali che raccogliamo ci permettono di tenerti aggiornato sugli annunci degli ultimi prodotti Apple, sugli aggiornamenti software e sui prossimi eventi. Inoltre, ci aiutano a migliorare i nostri servizi, contenuti e pubblicità. Se non vuoi essere nella nostra mailing list, puoi cancellarti in ogni momento aggiornando le tue preferenze. • Inoltre, utilizziamo i tuoi dati personali per aiutarci a sviluppare, fornire e migliorare i nostri prodotti, servizi, contenuti e pubblicità. • Di tanto in tanto, potremmo utilizzare i tuoi dati personali per inviare avvisi importanti, come comunicazioni con riferimento ad acquisti e modifiche ai nostri termini, condizioni e policy. Poiché tali dati sono importanti per la tua interazione con Apple, non puoi richiedere di non ricevere queste comunicazioni. • Potremmo, inoltre, utilizzare dati personali a fini interni, per verifiche, analisi dei dati e ricerche per migliorare i prodotti, servizi e comunicazioni con i clienti di Apple. • Se partecipi ad una lotteria, un concorso o promozioni simili, potremmo utilizzare i dati che ci fornisci per gestire tali attività.Raccolta e utilizzo di dati non personaliRaccogliamo anche dati non personali, ossia dati che sono in una forma tale da non permettere
  8. 8. un’associazione diretta con alcun individuo specifico. Potremmo raccogliere, utilizzare, trasferire edivulgare dati non personali per qualsiasi motivo. Quelli che seguono sono alcuni esempi di datinon personali che raccogliamo e come potremmo usarli: • Potremmo raccogliere dati come per esempio professione, lingua, codice postale, prefisso telefonico, codice identificativo unico del dispositivo, luogo e fuso orario in cui un prodotto Apple viene usato in modo da comprendere meglio il comportamento dei clienti e migliorare i nostri prodotti, servizi e pubblicità. • Inoltre potremmo raccogliere dati riguardanti l’attività dei clienti sul nostro sito web, i servizi MobileMe e iCloud, e l’iTunes Store, o le attività registrate da altri nostri prodotti e servizi. Questi dati sono aggregati e utilizzati per aiutarci a fornire informazioni più utili ai nostri clienti e per comprendere quali parti del nostro sito web e dei nostri prodotti e servizi sono di maggior interesse. I dati aggregati sono considerati dati non personali ai fini della presente Privacy Policy.Se mettiamo insieme dati non personali con dati personali, i dati così aggregati saranno trattati comedati personali finché rimarranno aggregati.Cookie e altre tecnologieIl sito web, i servizi online, le applicazioni interattive, i messaggi email e le pubblicità di Applepotrebbero avvalersi di “cookie” e altre tecnologie come pixel tag e web beacon. Tali tecnologie ciaiutano a capire meglio il comportamento degli utenti, ci dicono quali parti del sito web è statavisitata, e facilitano e misurano l’efficacia delle pubblicità e delle ricerche web. Trattiamo i datiraccolti attraversi i cookie e altre tecnologie come dati non personali. Ciononostante, nella misura incui indirizzi Internet Protocol (IP) o identificatori simili siano considerati dati personali dalla leggelocale, tratteremo tali identificatori come dati personali. Analogamente, nella misura in cui dati nonpersonali siano aggregati con dati personali, tratteremo i dati aggregati come dati personali ai finidella presente Privacy Policy.Apple ed i suoi partner si avvalgono di cookie e altre tecnologie nei servizi di pubblicità mobile perverificare il numero di volte in cui vedi una determinata pubblicità, per fornire pubblicità che sianoattinenti ai tuoi interessi e per misurare l’efficacia delle campagne pubblicitarie. Se non vuoiricevere pubblicità con questo grado di rilevanza sul tuo dispositivo mobile, puoi cancellartiaccedendo al seguente link su tuo dispositivo: http://oo.apple.com. Se ti cancelli, continuerai aricevere lo stesso numero di pubblicità per dispositivi mobili, ma saranno meno rilevanti poiché nonsaranno basate sui tuoi interessi. Potresti continuare a vedere pubblicità attinenti al contenuto di unapagina web o in un’applicazione o basate su altri dati non personali. Questa cancellazioneriguarderà solo i servizi pubblicitari di Apple e non le pubblicità collegate ai tuoi interessi cheprovengono da altre reti pubblicitarie.Apple e i nostri partner si avvalgono di cookie e altre tecnologie anche per ricordare i dati personaliquando utilizzi il nostro sito web, servizi online e applicazioni. Il nostro obiettivo, in questi casi, èdi rendere la tua esperienza con Apple più facile e personale. Per esempio, sapere il tuo nome cipermette di darti il benvenuto la prossima volta che visiti l’Apple Online Store. Sapere il tuo paese ela tua lingua - e, se sei un insegnante, la tua scuola - ci aiuta a fornire un’esperienza d’acquistopersonalizzata e più utile. Sapere che qualcuno usando il tuo computer o il tuo dispositivo haacquistato un determinato prodotto o ha utilizzato un determinato servizio ci aiuta a rendere lanostra pubblicità e comunicazioni email più attinenti ai tuoi interessi. Sapere le informazioni dicontatto, numeri di serie dei prodotti e informazioni sul tuo computer o dispositivo ci aiuta aregistrare i tuoi prodotti, personalizzare il tuo sistema operativo, configurare il tuo servizio iCloud efornirti un miglior servizio clienti.Se vuoi disabilitare i cookie e usi il browser Safari, vai in Preferenze e dal pannello Privacy sceglil’opzione per bloccare i cookie. Sul tuo dispositivo mobile Apple, vai in Impostazioni, scegli Safari
  9. 9. e vai alla sezione relativa ai cookie. Per gli altri browser, verifica col produttore come disabilitare icookie. Ricorda che alcune funzioni del sito Apple non saranno disponibili se disabiliti i cookie.Come gran parte dei siti web, raccogliamo alcuni dati automaticamente e li archiviamo in log files.Tali dati includono gli indirizzi Internet Protocol (IP), il tipo e la lingua del browser, l’InternetService Provider (ISP), pagine di entrata/uscita, sistema operativo, data e ora e dati del clickstream.Utilizziamo questi dati per comprendere e analizzare tendenze, per gestire il sito, per conoscere ilcomportamento degli utenti sul sito e per raccogliere dati demografici circa la nostra base clienti.Apple potrebbe utilizzare tali dati nei nostri servizi di marketing e pubblicità.In alcuni dei nostri messaggi email, utilizziamo URL cliccabili collegati al contenuto del sito webApple. Quando i clienti cliccano su una di queste URL, passano attraverso un web server separatoprima di arrivare alla pagina di destinazione sul nostro sito web. Teniamo traccia dei dati relativi aiclick su tali URL per aiutarci a determinare l’interesse su particolari argomenti e per misurarel’efficacia delle nostre comunicazioni ai clienti. Se preferisci non essere tracciato in questo modo,non cliccare il testo o i link grafici nei messaggi email.I pixel tag ci permettono di inviare messaggi email in un formato leggibile dagli utenti, e ci diconoanche se tali messaggi sono stati aperti. Potremmo utilizzare questi dati per ridurre o eliminare imessaggi inviati ai clienti.Divulgazione a terziA volte Apple potrebbe rendere disponibili determinati dati personali a partner strategici chelavorano con Apple per fornire prodotti e servizi, o che aiutano Apple nella vendita ai clienti. Peresempio, quando acquisti e attivi il tuo iPhone, autorizzi Apple e il suo operatore a scambiare i datiche fornisci durante il processo di attivazione per svolgere il servizio. Se la richiesta di attivazioneverrà approvata, il tuo account sarà regolato dalle rispettive privacy policy di Apple e del suooperatore. I dati personali saranno condivisi da Apple solamente per fornire o migliorare i nostriprodotti, servizi e pubblicità non saranno condivisi con terzi per loro finalità commerciali.Fornitori di serviziApple condivide dati personali con società che forniscono servizi come ad esempio trattamento dati,concessione di crediti, esecuzione ordini di clienti, consegna dei prodotti presso di te, gestione emiglioramento dei dati dei clienti, fornitura assistenza clienti, valutazione dei tuoi interessi neinostri prodotti e servizi, e conduzione ricerche di clienti o questionari di valutazione. Queste societàsono obbligate a proteggere i tuoi dati e potrebbero essere ubicate ovunque operi Apple.AltriPotrebbe essere necessario che Apple − per legge, procedimento giudiziario, contenzioso, e/orichieste da parte di autorità pubbliche e governative all’interno o al di fuori del tuo paese diresidenza − divulghi i tuoi dati personali. Potremmo anche divulgare i tuoi dati se dovessimoritenere che per finalità di sicurezza nazionale, rispetto della legge o altre questioni di importanzapubblica, sia necessario o opportuno divulgarli.Possiamo anche divulgare i tuoi dati se riteniamo che la divulgazione sia ragionevolmentenecessaria per applicare i nostri termini e condizioni o proteggere le nostre attività o i nostri utenti.Inoltre, in caso di ristrutturazione, fusione o vendita possiamo trasferire ai terzi interessati da talioperazioni tutti i dati personali che raccogliamo.
  10. 10. Protezione dei dati personaliApple prende precauzioni — incluse misure amministrative, tecniche e fisiche — per proteggere ituoi dati personali da perdita, furto e abuso, nonché da accesso non autorizzato, rivelazione,alterazione e distruzione.I servizi online di Apple come Apple Online Store e iTunes Store utilizzano sistemi di criptazioneSecure Sockets Layer (SSL) su tutte le pagine web in cui vengono raccolti dati personali. Per fareacquisti attraverso questi servizi, devi utilizzare un browser abilitato SSL come Safari, Firefox oInternet Explorer. Così facendo, si protegge la riservatezza dei tuoi dati personali mentre vengonotrasmessi su Internet.Quando utilizzi alcuni prodotti, servizi o applicazioni Apple o pubblichi su un forum, chat room oservizio di social network Apple, i dati personali che condividi sono visibili agli altri utenti epossono essere da loro letti, raccolti o utilizzati. In tali occasioni tu sei responsabile dei datipersonali che scegli di inoltrare. Per esempio, se indichi il tuo nome ed indirizzo email su un forum,questi dati sono pubblici. È bene fare attenzione nell’utilizzare questi sistemi.Integrità e conservazione dei dati personaliApple ti facilita la conservazione dei tuoi dati personali in modo accurato, completo e aggiornato.Conserveremo i tuoi dati personali per il tempo necessario a perseguire le finalità indicate nellapresente Privacy Policy a meno che un periodo di conservazione più lungo sia richiesto o permessodalla legge.Accesso ai dati personaliTu puoi aiutare a garantire che i tuoi dati e preferenze di contatto siano accurate, complete eaggiornate entrando nel tuo account attraverso http://www.apple.com/contact/myinfo. Per altri datipersonali, faremo il possibile per fornirti l’accesso in modo che tu possa richiedere di correggere idati se inaccurati o cancellarli qualora Apple non sia tenuta a conservarli per legge o per legittimefinalità commerciali. Possiamo rifiutare di dar seguito a richieste che siano irragionevolmenteripetitive, richiedano sforzi tecnici sproporzionati, danneggino la privacy di altri, sianoestremamente poco pratiche, o per cui l’accesso non sia comunque richiesto dalla legge locale. Lerichieste di accesso, correzione o cancellazione possono essere inoltrate ai competenti indirizziemail Privacy.BambiniNon raccogliamo di proposito dati personali da bambini di età inferiore a 13 anni. Se ci rendiamoconto di aver raccolto dati personali di un bambino con meno di 13 anni prenderemo misure percancellare i dati il prima possibile.Servizi basati sulla posizionePer fornire servizi basati sulla produzione su prodotti Apple, Apple e i nostri partner e licenziataripossono raccogliere, utilizzare e condividere dati precisi sul luogo, inclusa la posizione geograficain tempo reale del tuo computer o dispositivo Apple. Questi dati sulla posizione vengono raccolti informa anonima in un formato che non ti identifica personalmente e che viene utilizzato da Apple edai nostri partner e licenziatari per fornire e migliorare prodotti e servizi basati sulla posizione. Peresempio, possiamo condividere la posizione geografica con i fornitori di applicazioni quando accettii loro servizi di localizzazione.
  11. 11. Alcuni servizi basati sulla posizione offerti da Apple, come il servizio “Trova il mio iPhone”,necessitano dei tuoi dati personali per funzionare.Siti e servizi di terziI siti Internet, prodotti, applicazioni e servizi di Apple possono contenere link a siti Internet, prodottie servizi di terzi. I nostri prodotti e servizi possono anche avvalersi o offrire prodotti o servizi daterzi − per esempio, una app di terzi per l’iPhone. I dati raccolti da terzi, che possono includereinformazioni sul luogo o informazioni di contatto, sono regolati dai loro regolamenti sulla privacy.Ti incoraggiamo a prendere cognizione dei regolamenti privacy di tali terzi.Utenti internazionaliI dati che tu fornisci potrebbero essere trasferiti o potrebbero avervi accesso società di tutto ilmondo come descritto nella presente Privacy Policy. Apple aderisce al sistema “safe harbor”stabilito dal Dipartimento del Commercio statunitense in relazione alla raccolta, utilizzo econservazione di dati personali raccolti da società nello Spazio Economico Europeo e in Svizzera.Per maggiori informazioni, visita il Programma Safe Harbor del Dipartimento del CommercioStatunitense.N.B. Le informazioni personali relative ai residenti negli Stati membri dello Spazio economicoeuropeo (SEE) sono controllate da Apple Distribution International con sede a Cork (Irlanda) edelaborate per suo conto da Apple Inc. Le informazioni personali raccolte nello SEE durante l’uso diiTunes sono controllate da iTunes SARL in Lussemburgo ed elaborate per suo conto da Apple Inc.Il nostro impegno a livello aziendale per la tua privacyPer essere certi che i tuoi dati personali siano sicuri, comunichiamo le nostre linee guida sullaprivacy e sicurezza ai dipendenti Apple ed applichiamo rigidamente le misure di sicurezza sullaprivacy all’interno della società.V–

×