Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Affrontare il cambiamento

Affrontare il cambiamento: principi, modelli e attuazione (attraverso le competenze) del cambiamento oggi.

Affrontare il cambiamento

  1. 1. • Questa presentazione è stata creata utilizzando materiale preso da Internet, oltre che manuali e testi specialistici. • L’ultima pagina contiene tutti i riferimenti sito-bibliografici. • Per comunicazioni su un eventuale uso improprio del materiale, vi prego di contattarmi tempestivamente attraverso il mio profilo SlideShare. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 1
  2. 2. • Mi chiamo Valeria Laurenti • Laureata in psicologia del lavoro nel 2001 • Mi occupo di formazione dal 2000 per diverse aziende nazionali ed internazionali • Nel 2009, in seguito alla prima maternità, decido di diventare libero professionista per potermi occupare a tutto tondo delle tematiche legate al cambiamento individuale ed organizzativo. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 2
  3. 3. • Cosa significa cambiamento? • Quando si verifica il cambiamento? • Perché si possono generare delle resistenze? • Quali sono le competenze strategiche per favorire il cambiamento? Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 3
  4. 4. (…o meglio da domani inizia il cambiamento!) Principi, modelli e attuazione del cambiamento in azienda oggi
  5. 5. http://www.youtube.com/watch?v=9do1GWUkBKw Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 5
  6. 6. Origine immagine: http://lucafontani.com/piccolo-cambiamento-stravolgera-la-tua-vita Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 6
  7. 7. 1. “Il cambiamento, con tutti i rischi che comporta, è la legge dell'esistenza” (Kennedy, in Biagi, 1971) 2. “Cambiamento significa movimento. Movimento significa frizione. Il movimento o il cambiamento senza frizioni o conflitti appartiene solamente al vuoto rappresentato da un mondo astratto che non esiste”(Paul Alinsky) 3. “Tutti cercano di resistere al cambiamento” (D.W. Edwards) Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 7
  8. 8. “Il cambiamento, con tutti i rischi che comporta, è la legge dell'esistenza.” Immagini del film: La Gabbianella e il gatto che le insegnò a volare Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 8
  9. 9. Nel comportamento di una persona (o di un gruppo) l’obiettivo è il mantenimento di uno stato di equilibrio. 2 forze agiscono su questo equilibrio: • Spinte al cambiamento • Resistenze al cambiamento Quando le spinte superano le resistenze: rottura equilibrio e inizio del cambiamento Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 9
  10. 10. Equilibrio (stato iniziale di congelamento) Pressioni ricongelamento scongelamento Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 10
  11. 11. Spinte interne e spinte esterne QUALI SONO, secondo voi, LE SPINTE interne ed esterne (ad un individuo o ad un gruppo) al cambiamento? Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 11
  12. 12. Moto= cambiamento di posizione di un corpo in funzione del tempo. Quali forze lo governano? Primo principio della dinamica: se un corpo è soggetto ad un sistema di forze a risultante zero, allora rimane in quiete o in moto rettilineo uniforme. Equilibrio iniziale o stato di inerzia Secondo principio della dinamica: il cambiamento di moto è proporzionale alla forza motrice risultante applicata, ed avviene lungo la linea retta secondo la quale la forza stessa è stata esercitata. Spinta al cambiamento o movimento Terzo principio della dinamica: ad ogni azione corrisponde una reazione pari e contraria. Resistenze al cambiamento Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 12
  13. 13. "Cambiamento significa movimento.” Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 13
  14. 14. “…movimento significa frizione. Il movimento o il cambiamento senza frizioni o conflitti appartiene solamente al vuoto rappresentato da un mondo astratto che non esiste” “Tutti cercano di resistere Luglio 201a4 l cam"Affronbtare iil caambimamentoe" - Valneria Ltauorenti ” 14
  15. 15. Ansia! Incertezza e senso di Rottura equilibrio inadeguatezza Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 15
  16. 16. L’incertezza che accompagna il cambiamento è inevitabilmente fonte di ansia che l’individuo cercherà di nascondere, mascherare o evitare tramite meccanismi di difesa (o resistenze), che all’interno di un gruppo o organizzazione assumeranno un carattere collettivo. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 16
  17. 17. L’attivazione delle difese avviene in relazione a 3 confini che delimitano tre aree (all’interno delle organizzazioni): • Confini organizzativi  l’apertura del mondo organizzativo all’ambiente esterno e alle sue pressioni; • Confini di ruolo  ansia generata dalla risposta soggettiva alla domanda: “come cambia il mio ruolo?” • Confini di autorità  esercizio del potere messo in discussione con l’avvento dei cambiamenti. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 17
  18. 18. Livello individuale Livello di gruppo 1. La minaccia percepita (conseguenza della mancanza di informazioni sugli effetti del cambiamento per l’individuo) relativa a: • l’identità occupazionale • le competenze maturate • la sicurezza economica 2. La selezione percettiva delle informazioni, ovvero la tendenza a selezionare le informazioni “coerenti con le proprie opinioni e gli schemi consolidati e utilizzati abitualmente”. 1. Lotte di potere e a conflitti inter e infragruppo 2. Struttura organizzativa eccessivamente burocratizzata 3. Un’eccessiva coesione all’interno del gruppo (strenua difesa dello status quo). 4. Comunicazione non adeguata e ambigua, che può dar luogo a interpretazioni diverse e contrastanti dell’obiettivo e del metodo del processo di cambiamento. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 18
  19. 19. Quali sono, secondo voi, i comportamenti che possono essere messi in atto in ambito aziendale per resistere al cambiamento? Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 19
  20. 20. “Accettare il cambiamento implica sforzo, volontà vera di farsi coinvolgere attivamente e non passivamente nel processo, fiduciosi che la nuova situazione, ancorché ignota e sotto certi punti di vista ambigua, rappresenti uno sviluppo della situazione passata” (Piccardo e Colombo, 2007). Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 20
  21. 21. …hanno un ruolo fondamentale i processi di: • coinvolgimento attivo delle persone implicate nel cambiamento; • comunicazione efficace all’interno del gruppo e condivisione delle informazioni; • comprensione della necessità (e dell’obiettivo) del cambiamento. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 21
  22. 22. Cosa facilita il cambiamento in una organizzazione? IERI Fino a un recente passato erano le competenze tecniche, il sapere e il saper fare, alla base della ricerca dell’eccellenza da parte dell’organizzazione. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 22
  23. 23. OGGI La competenza comprende: conoscenze, saper-fare, ragionamenti, schemi motori e sensoriali che sfociano in un RISULTATO. Essere competenti significa in maniera sempre maggiore “essere capace di gestire delle situazioni complesse e impreviste” Competenze diventano trasversali (o meglio trasferibili) Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 23
  24. 24. Saper fare Saper essere Tratti e motivazioni Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 24
  25. 25. Kodak VERSUS Fujifilm Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 25
  26. 26. Sì, sono le soft skill (o competenze leggere). Esse permettono di: • cogliere l’urgenza della necessità del cambiamento, • creare una visione della situazione verso cui dirigersi, • superare le resistenze che ogni cambiamento porterà con sé in quanto generatore di insicurezza. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 26
  27. 27. 1. non è più momento eccezionale, ma la costante 2. difficilmente è caratterizzato da una padronanza razionale dei suoi contenuti (ansie e paure irrazionali) 3. vuol dire capacità di ripensare strategie e strutture, ma anche di trasformare mentalità e cultura. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 27
  28. 28. • Resilienza – Umorismo – Capacità negativa • Problem solving o problem finding? – Apprendere dall’esperienza – Fiducia nella propria capacità operativa (autoefficacia e autostima) – Comunicazione efficace e assertiva • Gestione del tempo e delle interruzioni – Senso di appartenenza ad un gruppo di lavoro Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 28
  29. 29. Mi spezzo ma non mi piego o… (RESISTENZA) mi piego ma non mi spezzo? (RESILIENZA) Nell’ecologia dei sistemi: è la capacità di autoripararsi dopo un danno (la quercia e la margherita) Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 29
  30. 30. • Dal punto di vista etimologico, la parola “resilienza” deriva dal latino resalio, che significa saltare, rimbalzare. Per i Latini era la capacità di risalire sulla barca dopo che essa si era rovesciata. • Nel campo della fisica è la capacità di un metallo di riprendere la propria forma dopo aver ricevuto un colpo non abbastanza forte da provocarne la rottura. • In psicologia viene vista come la capacità dell'uomo di affrontare e superare le avversità della vita. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 30
  31. 31. La capacità di un corpo “di ritornare in forma” dopo l’urto. Il termine indica quindi l’attitudine di un corpo a resistere a un urto; ma non è pura RESISTENZA, è qualcosa di più…è assorbire l’urto e uscirne rinnovati. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 31
  32. 32. • Resilienza è anche la capacità di liberarci dalla rabbia, dalla tristezza o da altre emozioni negative dopo una perdita, un litigio, un contrattempo o un altro evento che ci ha turbato. • Non rimanere troppo a lungo intrappolati nelle emozioni negative permette all’individuo di elaborare piani d’azione efficaci. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 32
  33. 33. 1. Se ho una leggera controversia con un amico o con il partner (es. “Oggi dovrei decidere io cosa fare”), il mio umore rimane alterato per ore. 2. Un automobilista che supera la coda utilizzando la corsia di emergenza non mi fa arrabbiare per nulla. 3. Quando ho un grosso problema, questo interferisce con la mia capacità di svolgere le mie normali attività per mesi. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 33
  34. 34. 4. Gli errori sul lavoro ed eventuali richiami, sono per me esperienze costruttive per niente frustranti. 5. Se invito a cena degli amici in un nuovo ristorante e cibo e servizi sono pessimi, la mia serata è completamente rovinata. 6. Essere bloccato nel traffico mi genera frustrazione e rabbia e quando supero l’ostacolo rimango imbestialito a lungo. 7. Se si buca un pneumatico dell’auto, il mio umore non ne risente perché posso recarmi da un meccanico e sostituirlo. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 34
  35. 35. 8. Un rifiuto di un uomo o una donna attraenti ad un mio invito, mi mette di cattivo umore per giorni. 9. L’uso di nuove tecnologie e strumenti a me sconosciuti, per il lavoro o la vita privata, è per me una sfida avvincente e non mi genera frustrazione. 10.Quando ad un colloquio di lavoro, per me importante, non riesco ad esprimermi correttamente ed incespico nella descrizione delle mie esperienze, per giorni e giorni mi ripeto il discorso che avrei dovuto fare. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 35
  36. 36. • Zero punti se avete risposto «Falso» ai quesiti 1, 3, 5, 6, 8 e 10. • Zero punti se avete risposto «Vero» ai quesiti 2, 4, 7 e 9. Attribuite 1 ai restanti quesiti Un punteggio superiore a 7 indica una certa lentezza nella ripresa Un punteggio inferiore a 3 riflette una maggiore rapidità di ripresa dagli eventi negativi Un altro test sulla resilienza: http://www.resiliencescale.com Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 36
  37. 37. • La flessibilità e l’adattamento positivo in risposta ad un cambiamento (anche avverso) e alla generazione di relative incertezze; • La costituzione di gruppi di lavoro collaborativi ed efficaci; • Uso di una comunicazione assertiva • Il superamento delle avversità e il raggiungimento degli obiettivi del cambiamento. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 37
  38. 38. (Vanistendael & Lecomte, 2000). Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 38
  39. 39. Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore. (I. Calvino) Umorismo resiliente significa… …accogliere e mettere in gioco anche gli avvenimenti spiacevoli che inevitabilmente accadono e che si sarebbe voluto evitare, al fine di riattivare la vitalità delle nostre risposte. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 39
  40. 40. http://www.youtube.com/watch?v=Jg_TifN3-Dk Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 40
  41. 41. • si contrappone alla incapacità positiva ovvero l’orientamento alla prestazione specialistica, al risultato, all'acquisizione di certezze, al successo a breve termine, e alla conformità a norme e a modelli canonici di comportamento. • la capacità negativa è il saper “stare nelle incertezze, nei misteri, nei dubbi, senza essere impaziente di pervenire a fatti e a ragioni” (Lanzara, 1993). Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 41
  42. 42. Italia 1980, terremoto dell’Irpinia. • I soccorsi tardano ad arrivare e quando arrivano sono “inadeguati” (militari appesantiti dagli inutili armamenti) • Un giovane al centro della zona colpita improvvisa un bar che diventa luogo di incontro, programmazione, organizzazione, conforto e confronto. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 42
  43. 43. La capacità negativa (ovvero la capacità di sostare nell’incertezza in attesa di pervenire al senso) sospende momentaneamente la risposta ad un problema in attesa di poter utilizzare gli schemi e le strategie conosciute con nuovi significati e applicazioni in un nuovo contesto. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 43
  44. 44. Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 44
  45. 45. A monte del cambiamento, o durante, la definizione e la ricerca del problema (difficoltà o resistenza) diventa un passaggio cruciale e importante per arrivare alla soluzione! Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 45
  46. 46. 1 • Analisi del problema • Definizione del problema • Ricerca e analisi di dati pertinenti 2 • Sviluppo possibili idee • Produzione di idee e ricerca di possibili promotori • Selezionare e riprocessare le idee 3 • Ricerca soluzione • Valutazione dei tentativi messi in atto • Decisione e implementazione della soluzione finale Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 46
  47. 47. • Comunicazione assertiva – Gestione delle interruzioni – Gestione del tempo • Fiducia nella propria capacità operativa (autoefficacia e autostima) • Senso di appartenenza ad un gruppo di lavoro Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 47
  48. 48. • "Competenze per il cambiamento e cambiamento tramite le competenze" di La Piana • http://www.caosmanagement.it • http://www.resiliencescale.com • G.F. Lanzara “La capacità negativa” ed. Il Mulino 1993 • Wikipedia • http://www.efficacemente.com • http://www.assindustriams.it Luglio 2014 "Affrontare il cambiamento" - Valeria Laurenti 48

×