Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Online collaboration (slides quasi complete)

2,028 views

Published on

le slides del modulo 7 della nuova ecdl su Online Collaboration

Published in: Education
  • DOWNLOAD THIS BOOKS INTO AVAILABLE FORMAT (Unlimited) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://soo.gd/qURD } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://soo.gd/qURD } ......................................................................................................................... Download Full doc Ebook here { https://soo.gd/qURD } ......................................................................................................................... Download PDF EBOOK here { https://soo.gd/qURD } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://soo.gd/qURD } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://soo.gd/qURD } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ................................................................................................................................... eBook is an electronic version of a traditional print book THIS can be read by using a personal computer or by using an eBook reader. (An eBook reader can be a software application for use on a computer such as Microsoft's free Reader application, or a book-sized computer THIS is used solely as a reading device such as Nuvomedia's Rocket eBook.) Users can purchase an eBook on diskette or CD, but the most popular method of getting an eBook is to purchase a downloadable file of the eBook (or other reading material) from a Web site (such as Barnes and Noble) to be read from the user's computer or reading device. Generally, an eBook can be downloaded in five minutes or less ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks .............................................................................................................................. Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .....BEST SELLER FOR EBOOK RECOMMEND............................................................. ......................................................................................................................... Blowout: Corrupted Democracy, Rogue State Russia, and the Richest, Most Destructive Industry on Earth,-- The Ride of a Lifetime: Lessons Learned from 15 Years as CEO of the Walt Disney Company,-- Call Sign Chaos: Learning to Lead,-- StrengthsFinder 2.0,-- Stillness Is the Key,-- She Said: Breaking the Sexual Harassment Story THIS Helped Ignite a Movement,-- Atomic Habits: An Easy & Proven Way to Build Good Habits & Break Bad Ones,-- Everything Is Figureoutable,-- What It Takes: Lessons in the Pursuit of Excellence,-- Rich Dad Poor Dad: What the Rich Teach Their Kids About Money THIS the Poor and Middle Class Do Not!,-- The Total Money Makeover: Classic Edition: A Proven Plan for Financial Fitness,-- Shut Up and Listen!: Hard Business Truths THIS Will Help You Succeed, ......................................................................................................................... .........................................................................................................................
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Please, can i have the English version of this slide?
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here

Online collaboration (slides quasi complete)

  1. 1. nuova ecdl modulo 7
  2. 2. nuova ecdl modulo 7
  3. 3. • Il modulo definisce i concetti e le competenze per l’impostazione e l’uso di strumenti per la collaborazione online, quali: o memorie di massa, o applicazioni di produttività, o calendari, o reti sociali, o riunioni via web, o ambienti per l’apprendimento o tecnologie mobili.
  4. 4. • Comprendere i concetti fondamentali relativi alla collaborazione online e al cloud computing. • Impostare gli account necessari agli strumenti di collaborazione online. • Usare memorie di massa remote e applicazioni di produttività basate sul web per collaborare con altri.
  5. 5. • Usare calendari online e su dispositivi mobili per gestire e pianificare le attività. • Collaborare e interagire usando reti sociali, blog e wiki. • Pianificare e ospitare riunioni online e usare ambienti per l’apprendimento online. • Comprendere i concetti base relativi alla tecnologie mobili e usare strumenti quali posta elettronica, applicazioni e sincronizzazione.
  6. 6. sezione 1 – online collaboration
  7. 7. concetti fondamentali • la diffusione dell’ITC (Tecnologia dell’informazione e della comunicazione) ha trasformato il modo in un villaggio globale dove è più facile spostare bit che spostare persone. Da qui la necessità di supportare e promuovere la collaborazione online.
  8. 8. servizi di collaborazione online L'ICT mette a disposizione degli utenti una infrastruttura di reti e servizi mirati alla collaborazione anche a distanza: • lo scambio di file, • la possibilità di lavorare contemporaneamente sullo stesso file • la possibilità di comunicare • per mezzo di programmi di IM o di VoIP, rende estremamente facile ed economico collaborare online.
  9. 9. servizi di collaborazione online o Servizi come • il cloud computing, • la diffusione di tecnologie portatili • la possibilità di una commessione costante o permette di interagire in qualsiasi momento e ovunque
  10. 10. servizi di collaborazione online il Cloud computing (elaborazione nella nuvola = internet). • il cloud è sia uno spazio di archiviazione su server remoti messi a disposizione, gratuitamente o a pagamento, • sia una serie di applicativi basati sul web, i quali cioè non richiedono l'installazione sul proprio computer
  11. 11. servizi di collaborazione online le tecnologie mobili permettono di utilizzare strumenti come: • le più comuni applicazioni di produttività, come la videoscrittura, i fogli di calcolo o le presentazioni • i media sociali, per mettere in comunicazione gli utenti e di scambiare informazioni tra di loro • i calendari online, essendo condivisibili con altri, facilitano le riunioni e gli appuntamenti tra persone
  12. 12. servizi di collaborazione online le tecnologie mobili permettono di utilizzare strumenti come: • le riunioni online, come videoconferenze, danno la possibilità di incontrare altre persone per discutere e scambiarsi opinioni, senza doversi spostare, • gli ambienti di apprendimento online permettono di partecipare a corsi anche complessi e di poter interagire col docente senza doversi recare presso il luogo in cui vengono erogati.
  13. 13. caratteristiche di collaborazione online Uso e funzionalità di strumenti per utenti multipli: • le attività vengono svolte real time (in tempo reale): il lavoro svolto su un file riutilizzato istantaneamente da altri • ciò che si fa deve avere diffusione su scala globale, cioè poter essere fatto ovunque e non essere confinato in una zona particolare
  14. 14. caratteristiche di collaborazione online Uso e funzionalità di strumenti per utenti multipli: • tali attività si svolgono con accessi concorrenti cioè più persone possono accedere alla stessa risorsa e modificarla contemporaneamente.
  15. 15. vantaggi della collaborazione online I vantaggi sono molteplici: • più utenti possono condividere file sui quali lavorare e calendari per mezzo dei quali coordinare i propri impegni • le riunioni online riducono o addirittura eliminano le spese di viaggio
  16. 16. vantaggi della collaborazione online Altri vantaggi sono: • avere a disposizione diversi strumenti (email, VoIP, chat, videoconferenza) facilitano la comunicazione • la facilità di comunicazione migliora il lavoro di gruppo
  17. 17. vantaggi della collaborazione online Inoltre: • la possibilità di accedere a internet quasi ovunque, rende globale l'accesso a questi strumenti, per cui è possibile collaborare online anche in mobilità.
  18. 18. rischi della collaborazione online Ma ci sono anche dei rischi della condivisione dei file: • possibile l'accesso di persone non autorizzate • un non corretto controllo di versione consiste nel non tener conto poiché lavorano più persone sugli stessi file, che qualcuno dei collaboratori danneggi il lavoro di altri
  19. 19. rischi della collaborazione online Altri rischi • con la collaborazione crescono anche i rischi di minacce provenienti da malware, perchè basta che uno dei collaboratori abbia il proprio dispositivo infetto • i dati e le identità dei collaboratori possono essere rubate e utilizzate per crimini informatici
  20. 20. rischi della collaborazione online E poi… • poiché si dipende dall'accesso a internet per collaborare online, ci può essere il rischio di interruzioni del servizio dovute a cause non dipendenti dagli utenti.
  21. 21. diritti di proprietà e utilizzo dei contenuti • Quando si lavora online bisogna essere coscienti dei diritti di proprietà intellettuale (copyright) evitando di plagiare cose realizzate da altri, rispettando le licenze d'uso. • E’ importante utilizzare correttamente i materiali condivisi, tenendo conto degli altri collaboratori.
  22. 22. facilitare la condivisione • Il cloud computing permette a più utenti autorizzati di accedere a file e documenti condivisi, disponibili sempre e ovunque sia disponibile un accesso a internet, e con qualsiasi dispositivo, fisso o mobile.
  23. 23. facilitare la condivisione Permette di utilizzare una serie di applicazioni che facilitano la comunicazione tra utenti, come • la posta elettronica, • l'instant messaging, • la videoconferenza Sul cloud sono disponibili anche applicazione basate sul web, che permettono di lavorare anche senza che il software sia installato sul dispositivo.
  24. 24. sezione 2 – online collaboration
  25. 25. plug-in addizionali per la c.o. Molte applicazioni online vengono erogate attraverso un semplice browser internet. Si richiede di utilizzare una versione aggiornata di uno dei browser più diffusi, come Internet Explorer, Mozilla Firefox o Google Chrome per motivi di vulnerabilità.
  26. 26. plug-in addizionali per la c.o. • In diversi casi può essere richiesta l'installazione di plugin per poter utilizzare le applicazioni o almeno le loro funzionalità più avanzate, per esempio Java, Flash o simili. • In alcuni casi viene chiesto di installare degli applicativi sui dispositivi locali per poter utilizzare i servizi.
  27. 27. apparati per la c.o. Alla connessione a internet, è opportuno aggiungere alcuni dispositivi hardware: • la webcam è una telecamera per la trasmissione di immagini in movimento. La maggioranza dei dispositivi mobili (notebook, smartphone, tablet) dispone di una webcam integrata.
  28. 28. apparati per la c.o. • il microfono permette di catturare e digitalizzare dei suoni, tipicamente la voce di chi partecipa a una telefonata VoIp o a una videoconferenza. Anche per questo è integrato nei dispositivi mobili, mentre è esterno in un computer desktop, collegato generalmente all'apposito ingresso della scheda audio
  29. 29. apparati per la c.o. • gli altoparlanti permettono di ascoltare suoni, la voce della persona con la quale si sta effettuando una telefonata VoIP o dei partecipanti a una videoconferenza.
  30. 30. restrizioni sui firewall Il firewall può essere impostato per motivi di sicurezza per bloccare il traffico per determinate applicazioni, verso certi siti web oppure su determinate porte del computer, che vengono utilizzate dalle applicazioni di collaborazione. In questo caso è necessario modificarne le impostazioni.
  31. 31. scaricare software Per utilizzare determinati servizi di collaborazione online è necessario scaricare e installare dei software di supporto: • un software per le telefonate VoIP (come Skype) • un software IM (Instant Messaging), già compreso in altri software come Skype, o anche in siti di media sociali, come Facebook
  32. 32. scaricare software • un software per la condivisione dei documenti, che in alcuni casi viene messo a disposizione come applicazione web, per esempio I Documenti di Google Drive, e in altri richiede di essere scaricato, come Onedrive di Microsoft.
  33. 33. account utente • Per poter utilizzare gli strumenti di collaborazione online, è necessario disporre di un account e delle relative credenziali di accesso. • Se il servizio è gratuito, occorre semplicemente registrarsi.
  34. 34. account utente Per registrare il proprio account basta seguire una semplice procedura. • accedere alla pagina di registrazione • cliccare sul pulsante Registrati • compilare il modulo con i propri dati, avendo cura di utilizzare una password sicura
  35. 35. sezione 3 – online collaboration
  36. 36. soluzioni di memoria di massa online • L'archiviazione sul cloud (memoria di massa online) consiste nel salvare dei file su server remoti in modo che siano disponibili da qualsiasi dispositivo a condizione che sia connesso a internet.
  37. 37. limitazioni memoria di massa online Si tratta di servizi gratuiti nella forma base in cui sono presenti delle limitazioni: • limitata dimensione dello spazio di archiviazione • limiti di dimensione dei file • ridotte possibilità di condivisione • limiti temporali Se a pagamento i limiti cadono!
  38. 38. limitazioni memoria di massa online Confronto dello spazio gratuito tra cloud
  39. 39. Google Drive Per poter interagire con lo spazio di archiviazione online bisogna accedere al proprio account. • Per accedere a Google Drive (come ai servizi simili) bisogna fare il login con nome utente e password e quindi accedere alla sezione Drive dalla home page di Google o direttamente al suo indirizzo o https://drive.google.com.
  40. 40. Google Drive In caso di mancanza di un account si può creare un proprio accesso: crea un account • completando il modulo proposto si verifica la disponibilità dell’account • si inserisce la propria password sicura • i dati relativi ad altra mail di riferimento o telefonino servono per il recupero della password
  41. 41. Google Drive Gdrive si presenta con a sinistra: • il pulsante di carico file/cartelle: Nuovo o cartelle o caricamento di file o documento google o fogli di google o presentazione google o Altro… come • moduli google • disegni google • google my maps
  42. 42. Google Drive Gdrive sempre a sinistra ci sono le cartelle: • i miei file, cioè la directory principale • condivisi con me, i file che ho scelto di condividere con altri, • recenti • speciali • cestino
  43. 43. Google Drive Gdrive sulla destra oltre a scegliere: • entrare nelle impostazioni • visualizzare i dettagli • ordinare le cartelle/file • la visualizzazione: o a griglia o a elenco
  44. 44. Google Drive Da qualsiasi servizio di Google, compreso naturalmente Chrome, è possibile accedere alle app di default tra cui anche Gdrive. E viceversa… da Gdrive alle altre app della gruppo. Nella stessa finestra a comparsa si trova: • gmail • maps • calendar • google • ecc.
  45. 45. caricare, scaricare, eliminare cartelle Per caricare un file o una cartella cliccare il pulsante NUOVO e scegliere se si vuole caricare un file o una cartella. Se si utilizza un browser diverso da Chrome, per poter caricare intere cartelle è necessaria l'installazione di un applet Java (cfr Fb), mentre il caricamento di uno o più file può essere eseguito senza dover installare nulla.
  46. 46. caricare, scaricare, eliminare cartelle Per scaricare un file o una cartella: • fare clic col pulsante destro sul file o la cartella selezionati, e scegliere la voce Scarica dalla finestra di dialogo • Per i file della piattaforma Drive si sceglie il formato dei file da scaricare, se supportato (MS Office, Open/LibreOffice, PDF).
  47. 47. caricare, scaricare, eliminare cartelle Per cancellare un file o una cartella: • dopo averla selezionata fare clic sul simbolo del cestino nella barra in alto, • oppure scegliere Rimuovi dal menu contestuale cui si accede facendo clic col pulsante destro del mouse.
  48. 48. Applicazioni di produttività via web Oltre allo spazio di archiviazione online, nel cloud è possibile utilizzare delle comuni applicazioni di produttività, simili a quelle che normalmente sono installate sui computer: • – elaboratori di testi, che permettono di scrivere documenti di testo, e possono essere utilizzati al posto di Writer o di Word
  49. 49. Applicazioni di produttività via web • fogli elettronici, che permettono di svolgere calcoli e funzioni su dati numerici, nonchè di realizzare grafici, e che possono essere utilizzati al posto di Calc o Excel
  50. 50. Applicazioni di produttività via web • presentazioni multimediali, che permettono di realizzare diapositive da proiettare a un pubblico per esporre idee, e che possono essere utilizzate al posto di Impress o Powerpoint.
  51. 51. Applicazioni di produttività via web Applicazioni di produttività sono presenti anche in Onedrive della Microsoft. Si tratta di applicazioni essenziali di: • Word • Excel • OneNote • PowerPoint • Testo normale
  52. 52. Aggiornamento dei file in tempo reale In genere le applicazioni online hanno funzionalità essenziali rispetto a quelle installate sul computer, ma permettono di svolgere la maggior parte dei compiti quotidiani. Però hanno delle funzionalità aggiuntive utili per la collaborazione online. In particolare permettono di: • lavorare in più persone sullo stesso file, facilitando il lavoro di gruppo e la collaborazione. • condividere file e cartelle in modo che più persone autorizzate possano accedervi.
  53. 53. Creare, modificare e salvare file online Per creare un nuovo documento utilizzando un'applicazione basata sul web come quelle di Google Drive (ma la procedura è molto simile per le altre soluzioni concorrenti), dopo aver effettuato l'accesso al proprio account, bisogna fare clic sul pulsante Nuovo oppure sul tipo di file che si vuole creare • Il file creato può essere modificato direttamente online e viene salvato automaticamente nel proprio spazio di archiviazione. Se lo si desidera lo può scaricare in locale.
  54. 54. Condivisione di un file o cartella Per condividere un file o una cartella, occorre: • fare clic col pulsante destro del mouse e scegliere la voce Condividi → Condividi..., • oppure selezionare il file o la cartella e cliccare sul pulsante Condividi nella barra in alto.
  55. 55. Condivisione di un file o cartella Nella finestra di dialogo cui si accede, si possono impostare tutte le possibili opzioni di condivisione: • tramite link da inviare ai collaboratori • tramite i social media • definire i permessi di accesso (privato, solo agli invitati, • pubblico) • il proprietario del file.
  56. 56. Condivisione di un file o cartella Una volta che il file o cartella è condiviso, compare nella finestra di dialogo l'elenco dei collaboratori ed è possibile renderlo proprietario: se lo si desidera nella casella a destra del suo nome si può indicare la voce “È proprietario”.
  57. 57. Condivisione di un file o cartella Per togliere la condivisione: • selezionare e tornare su Condividi • Nella finestra di dialogo cliccare sulla x di fianco al nome del collaboratore per eliminare la condivisione e salvare le modifiche. • In alternativa, si possono modifica le impostazioni di condivisione utilizzando il pulsante Cambia... e rendere il file privato.
  58. 58. Ripristinare versioni precedenti I file salvati nel cloud mantengono anche versioni precedenti, e questo è abbastanza logico per due motivi: • perchè sono pensati affinché più persone possono modificarli • perché le modifiche fatte da un collaboratore vengono salvate immediatamente.
  59. 59. Ripristinare versioni precedenti Se la modifica apportata da uno non è adeguata dal proprietario del file c'è la possibilità di ripristinare una versione precedente. • aprire il file Google Drive (o simile). • Da File si sceglie la voce Cronologia delle revisioni o in alternativa si preme la combinazioni di tasti Ctrl + Alt + Maiusc + G. • Nella finestra cui si accede, cliccando su una delle versioni, ne viene mostrato l'aspetto. Una volta trovata la versione da ripristinare, si clicca sulla scritta “Ripristina questa revisione”.
  60. 60. Condividere un calendario • Per condividere un calendario online,nel nostro caso Google Calendar, si deve accedere all'applicazione web col proprio account e scegliere la voce “Condividi questo calendario” dal menu cui si accede cliccando sulla freccina a fianco del calendario stesso.
  61. 61. Condividere un calendario Si apre una finestra in cui è possibile: • scegliere le persone ammesse alla condivisione • impostare le autorizzazioni per ciascun collaboratore o Fare modifiche e gestire le opzioni di condivisione, o Fare modifiche, o Vedere i dettagli dell'evento, o Visualizzare solo se si è liberi od occupati • completare l'operazione cliccando su Salva.
  62. 62. mostrare/nascondere calendario Un calendario condiviso viene mostrato nella scheda Altri calendari nella schermata visibile ai collaboratori con cui è stato condiviso. • Se per caso non fosse visibile, lo si può mostrare utilizzando il pulsante Impostazioni e accedendo alla scheda Calendari. Cliccare sulla voce “tutto” di Mostra nell'elenco accanto al calendario condiviso. • Per nascondere un calendario condiviso da un collaboratore cliccare sulla freccina accanto al calendario e scegliere Nascondi questo calendario dall'elenco.
  63. 63. Creare un evento Per creare un evento occorre cliccare sul pulsante Crea. Nella pagina cui si accede si possono impostare tutti i dettagli dell'evento: • il titolo • il giorno e l'orario in cui si svolge • i dettagli dell'evento (il luogo in cui si svolge, Si viene proiettati in una finestra in cui è possibile: • scegliere le persone ammesse alla condivisione • impostare le autorizzazioni per ciascun collaboratore • completare l'operazione cliccando su Salva.
  64. 64. Promemoria di un evento Nella stessa finestra in cui si crea un evento, è possibile impostare un promemoria sia come modalità che come tempistica (quanto tempo prima) in modo che giunga una notifica dell’evento nella posta elettronica o sul telefonino
  65. 65. Invito ad un evento Poi è possibile impostare una ripetizione dell'evento, definendolo in tutti i particolari (frequenza settimanale, mensile, annuale, numero di volte, e così via) utilizzando la finestra di dialogo in figura.
  66. 66. Promemoria di un evento Si possono invitare persone all'evento • inserire il loro indirizzo email nell'apposita casella Aggiungi invitati e cliccare su Aggiungi dopo aver inserito ciascun indirizzo. • Dopo aver aggiunto in questo modo dei collaboratori, si può inviare loro una mail cliccando sulla scritta Invia email agli invitati. • Per annullare l'invito, dopo aver aperto l'evento, cliccare sulla X di fianco a ciascun collaboratore a cui si vuole annullare l'invito. Se invitati da qualche collaboratore a un evento, si riceve una email con la richiesta di accettare o respingere l'invito. La stessa richiesta la si trova anche nell'evento del calendario, se condiviso. Cliccando su sì, si conferma la partecipazione e cioè viene segnalato al creatore dell'evento. Se si clicca su no, avviene l'opposto.
  67. 67. Modificare, annullare un evento Cliccando su un evento già salvato lo si può modificare in tutti i dettagli; • per salvare le modifiche fare clic su Salva. • Lo si può anche eliminare, facendo clic su Elimina. • Se si tratta di un evento cui si erano invitati collaboratori, si può inviare una mail di avviso che l'evento è stato cancellato. • L’evento può essere anche duplicato con nuove caratteristiche
  68. 68. Media sociali per la collaborazione online Esistono molti media sociali che permettono la collaborazione online, in modalità simili ma con qualche differenza: • le reti sociali, come Facebook, Google+, Linkedin e molti altri, sono dei siti web che mettono in comunicazione i propri utenti a scopi ricreativi o professionali • i wiki, come Wikipedia, sono dei siti web che producono conoscenza in modo collaborativo grazie ai propri utenti
  69. 69. Media sociali per la collaborazione online • i blog, sono dei siti web in cui l'autore (blogger) scrive in modo regolare articoli generalmente tematici, che possono essere commentati dai lettori. • i microblog, come Twitter, sono caratterizzati dalla lunghezza (o meglio, dalla brevità) dei messaggi normalmente entro i 140 caratteri. Hanno alcune caratteristiche che li fanno assomigliare ai blog, come la diffusione di informazioni, soprattutto di carattere politico, ed altre che li fanno assomigliare alle reti sociali (contatti tra utenti)
  70. 70. Media sociali per la collaborazione online • forum e gruppi di discussione, sono dei siti web che permettono agli utenti di porre domande e dare risposte gli uni gli altri; • le Comunità di condivisione dei contenuti sono dei siti web i cui gli utenti condividono un interesse specifico. Molto diffuse sono le comunità che condividono interesse per la fotografia, come Flickr o Picasa.
  71. 71. Modifica opzioni/permessi privacy Tutte le applicazioni che permettono la collaborazione online, prevedono delle politiche di tutela della privacy preimpostate, che possono essere modificate. • In Google+, per esempio, è possibile modificare queste politiche sulla privacy cliccando su Home e poi su Impostazioni, infine su Profilo e Privacy.
  72. 72. Modifica opzioni/permessi privacy • La prima sezione permette di visualizzare il proprio profilo come risulta visibile facendo una ricerca in rete. • Cliccare su Modifica visibilità sul profilo per impostare cosa è pubblico, cosa privato e cosa visibile a determinati collaboratori. • Nella sezione successiva si possono gestire le cerchie, cioè i collaboratori, suddivisi in gruppi (parenti, amici, colleghi, ecc...). Si può anche scegliere se nel profilo vengono mostrati i propri contatti o meno. • Per impostazione predefinita i post vengono condivisi come l'ultimo scritto. Tuttavia si può, prima di pubblicare un post, modificare le impostazioni predefinite.
  73. 73. Trovare/eliminare utenti e gruppi È possibile trovare collaboratori digitandone il nome nella casella di ricerca e premere il pulsante cerca, come nell'immagine di esempio che si riferisce a Google+, ma la procedura è simile in altri media sociali. • Una volta individuato il collaboratore, per collegarsi con lui è sufficiente premere il pulsante Aggiungi alle cerchie, indicando in quale cerchia inserirlo. • Per Eliminare una connessione con un collaboratore su Google+ bisogna individuarne il nome andando su Home, Persone, scegliendo la scheda Le tue cerchie, e cliccando sulla X in alto a destra nel riquadro del collaboratore.
  74. 74. pubblicare un post/link Si può pubblicare del testo e delle immagini da condividere tra gli utenti • nella pagina iniziale si deve inserire il testo desiderato nella casella “Condividi le ultime novità...”. • Oltre al testo si possono pubblicare immagini, link, filmati, eventi, cliccando sui rispettivi pulsanti. • Cliccando sulla casella A: si può scegliere con chi condividere il post (le proprie cerchie, tutti, persone specifiche).
  75. 75. rispondere ad un post/link Per rispondere a un commento ricevuto, posizionarsi col mouse sul commento e cliccare nella casella Aggiungi un commento. Anche su Fb il procedimento è simile. Si può commentare un post direttamente dal link: commenta
  76. 76. inoltrare un post/link Per inoltrare ad altri un commento bisogna fare clic sulla freccina (compare una vignetta che ci informa sullo scopo del pulsante). • Si accede in tal modo a una finestra in cui si può scrivere la risposta al commento nella casella Aggiungi un commento, e condividere il commento e la risposta con altre persone scegliendole nella casella A:. • Attenzione: quando si inoltra un commento, occorre fare attenzione a come è stato
  77. 77. sezione 3 – online collaboration

×