Successfully reported this slideshow.
La biblioteca ibrida                  UC Millennium e Encore Cfr. Informatica Umanistica, pp. 261-288
OPAC Millennium       L’Online Public Access Catalogue UC è un catalogo           collettivo = aggrega i cataloghi delle...
Patrimonio della biblioteca       Catalogo generale           Schede bibliografiche delle opere possedute da ognuna dell...
Servizi personalizzati: My Libr@ry       My Libr@ry,           pagina personale che agevola l’utilizzo del Catalogo     ...
Accesso a My Libr@ry   La User ID è composta da:       cognome nome   La PassWord è la Matricola Biblioteca, composta n...
CatalogazioneChe significa la sigla ISBD (1971-2007)     International     Standard     Bibliographic     Description ...
Campi descrittivi (etichette)    Livello bibliografico Monografia    Tipo documento        Testo a stampa    Autore princi...
Da ISBD a MARC       MAchine-Readable Cataloguing:           Notizia catalografica che viene automaticamente            ...
Esempio UniMarc    LEADER 01879nam0 22004093i 4500    001 ITICCUVIA0042447    005 20030721000000.0    100 $a19940314d1987 ...
Accessi semantici: soggettazione Insieme di procedure che permettono di organizzare e rappresentare il contenuto dei docum...
Accessi semantici: classificazione    La classificazione decimale è uno schema di     ordinamento dei documenti su base d...
Consultazione    Vi sono 3 modalità di consultazione per gli     OPAC, che si integrano fra di loro:     1.       Interro...
WebBridge Servizio More info    Nel catalogo classico, ogni notizia bibliografica è     accompagnata dal pulsante     che...
Risorse elettroniche    Si dividono in:        REL (Risorse elettroniche locali)            Sono quelle conservate dire...
Risorse elettroniche UC    Catalogo Banche Dati     Delle 141 banche dati possedute, 124 sono ad accesso     remoto.     ...
Metaricerca ovvero ricerca federata    Il metamotore Research Pro interroga in tempo reale un     insieme di basi dati ch...
Encore, la discovery interface UC17               Informatica Umanistica 2011   19/10/2011
Legenda della SERP1.        Casella di ricerca per interrogazione semplificata in stile web 2.0          delle risorse del...
DocTa e Open Access                    (cfr. pp. 303-315 di InformaticaUmanistica)La prima definizione di Open Access è qu...
Strategie OA1.       Green Road:         Autoarchiviazione in depositi istituzionali (di università o          enti di ri...
Open Access in Italia    Dichiarazione di Messina del 4-5 novembre 2004 in sostegno     dell’OA, firmata da 71 dei 77 ate...
Cataloghi esterniVRD nazionale e internazionale Biblioteche italiane        Cataloghi delle principali biblioteche in It...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Il sistema bibliotecario UC Milano

528 views

Published on

Il sistema bibliotecario della Università Cattolica di Milano presentato agli studenti per incoraggiarli all'uso dei suoi numerosi strumenti e servizi.

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Il sistema bibliotecario UC Milano

  1. 1. La biblioteca ibrida UC Millennium e Encore Cfr. Informatica Umanistica, pp. 261-288
  2. 2. OPAC Millennium L’Online Public Access Catalogue UC è un catalogo  collettivo = aggrega i cataloghi delle biblioteche di tutte le sedi dell’università;  integrato = presenta un’unica scheda catalografica per ciascuna risorsa e ne indica la collocazione dei diversi esemplari nelle varie sedi;  ibrido = cataloga risorse sia cartacee, sia elettroniche con accesso locale e remoto.  Come per le risorse locali, anche l’accesso alle risorse remote richiede la presenza dell’utente all’interno dell’Università, in quanto è consentito di norma solo da postazioni collegate alla rete della Cattolica. 2 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  3. 3. Patrimonio della biblioteca Catalogo generale  Schede bibliografiche delle opere possedute da ognuna delle biblioteche UCSC:  Milano e Brescia,  Piacenza e Cremona  Roma  Campobasso.  Risorse elettroniche condivise:  141 banche dati;  oltre 11.400 e-journal a testo completo.  Tesi UCSC (su microfiches)  DocTA  Catalogo speciale delle tesi di dottorato discusse a partire dall’a.a. 2005/2006 nelle sedi di Milano e Piacenza  Catalogo Servizio librario EDUCatt 3 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  4. 4. Servizi personalizzati: My Libr@ry My Libr@ry,  pagina personale che agevola l’utilizzo del Catalogo generale e del servizio di prestito/consultazione:  richiesta di libri da qualunque pc personale con connessione internet;  richiesta di più libri senza lobbligo di ripetere la propria identificazione;  salvataggio di ricerche già effettuate, da riutilizzare per verificare in ogni momento la disponibilità di opere relative alle aree disciplinari preferite;  controllo costante dei dati personali (iscrizione, termine per la restituzione dei libri in carico, stato delle richieste di prestito/consultazione inoltrate);  informazione in tempo reale sul proprio pc circa lo stato delle richieste di prestito/consultazione inoltrate e sui volumi in carico, basata sul sistema RSS. 4 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  5. 5. Accesso a My Libr@ry La User ID è composta da:  cognome nome La PassWord è la Matricola Biblioteca, composta nel seguente modo:  Categoria studente (1) + Matricola UCSC (7 caratteri). Esempio:  13805241 5 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  6. 6. CatalogazioneChe significa la sigla ISBD (1971-2007)  International  Standard  Bibliographic  Description Una descrizione bibliografica è l’insieme delle informazioni adatte a individuare in modo univoco un oggetto come un libro, un’opera in più volumi, un periodico, etc. Esempio: La flora dei Colli Euganei / Antonio Mazzetti ; con un saggio di Roberto Valandro ; prefazione di Giovanni Giorgio Lorenzoni ; fotografie di Antonio Mazzetti. – [Padova] : Editoriale Programma, copyr. 1987. – 223 p. : ill. ; 24 cm. – (Guide Programma ; 6 2). – Bibliografia: p. 217-218 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  7. 7. Campi descrittivi (etichette) Livello bibliografico Monografia Tipo documento Testo a stampa Autore principale Mazzetti, Antonio Titolo La flora dei Colli Euganei / Antonio Mazzetti ; con un saggio di Roberto Valandro ; prefazione di Giovanni Giorgio Lorenzoni ; fotografie di Antonio Mazzetti Pubblicazione Padova! : Editoriale Programma, c1987 Descrizione fisica 223 p. : ill. ; 24 cm. Collezione Guide Programma ; 2 Nomi [Autore] Mazzetti, Antonio Valandro, Roberto Lorenzoni, Giovanni Giorgio scheda di autorità Soggetti Flora - Colli Euganei Lingua di pubblicazione ITALIANO Paese di pubblicazione ITALIA Codice identificativo ITICCUVIA00424477 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  8. 8. Da ISBD a MARC MAchine-Readable Cataloguing:  Notizia catalografica che viene automaticamente elaborata dal computer, il quale è in grado di riconoscere l’identità dei diversi elementi della notizia e di trattarli di conseguenza.  Notizia catalografica = Record bibliografico = Metadati.  Criteri di compilazione determinati dalle normative catalografiche (ISBD, RICA o REICAT, AACR2 o RDA).  Permette la ricerca negli OPAC.  Personalizzazioni: USMARC, LCMARC, UKMARC, INTERMARC, etc.  Scambio internazionale dei dati: 1977 UNIMARC (Universal Marc format).  Standard della Comunità Europea per i progetti di cooperazione. 8 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  9. 9. Esempio UniMarc LEADER 01879nam0 22004093i 4500 001 ITICCUVIA0042447 005 20030721000000.0 100 $a19940314d1987 ||||0itac50 ba 101 $aita 102 $aIT 200 1 $a<<La >>flora dei Colli Euganei$fAntonio Mazzetti$gcon un saggio di Roberto Valandro$gprefazione di Giovanni Giorgio Lorenzoni$gfotografie di Antonio Mazzetti 210 $a Padova!$cEditoriale Programma$dc1987 215 $a223 p.$cill.$d24 cm. 410 0$1001ITICCUCFI0013254$12001 $aGuide Programma$v2 606 $aFLORA$xCOLLI EUGANEI$2FI $3ITICCUMILC081416 700 1$aMazzetti$b, Antonio$3ITICCUCFIV109879$4070 702 1$aValandro$b, Roberto$3ITICCUCFIV010684 702 1$aLorenzoni$b, Giovanni Giorgio$3ITICCUCFIV051518 790 1$aLorenzoni$b, G. G.$3ITICCUSBNV007337$zLorenzoni, Giovanni Giorgio 790 1$aLorenzoni$b, Giangiorgio$3ITICCUSBNV007338$zLorenzoni, Giovanni Giorgio 790 1$aLorenzoni$b, Gian Giorgio$3ITICCUSBNV007339$zLorenzoni, Giovanni Giorgio 801 3$aIT$bICCU$c201109079 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  10. 10. Accessi semantici: soggettazione Insieme di procedure che permettono di organizzare e rappresentare il contenuto dei documenti. Due operazioni: 1. Analisi del documento (che permette lidentificazione del contenuto semantico). 2. Traduzione del contenuto in un linguaggio normalizzato che consente il recupero dei documenti legati a un particolare argomento o che abbiano in comune la disciplina. Linguaggio controllato:  Basato su un soggettario, ovvero una lista controllata di termini, definita thesaurus.  Nuovo Soggettario BNCF: stabilisce relazioni tra i termini (semantiche – valgono a priori), così organizzate:  TT (top term = ambito tematico)  BT (broader term = termine più generale)  NT (narrower term = termine più specifico)  USE/UF (use/used for = usa/usato al posto di, equivale al vedi)  RT (related term = termine correlato, equivale al vedi anche)10 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  11. 11. Accessi semantici: classificazione La classificazione decimale è uno schema di ordinamento dei documenti su base disciplinare. La Classificazione Decimale Dewey (CDD), sviluppata dal bibliotecario statunitense Melvil Dewey (1851-1931) nel 1876, è la classificazione bibliotecaria più diffusa nel mondo: la adoperano più di 135 paesi ed è stata tradotta in più di 30 lingue. Nata per ordinare i volumi in base alla materia nelle biblioteche a scaffale aperto. Esistono altri sistemi di classificazione generali e specifici di determinate discipline o tipologie di pubblicazioni. L’UC utilizza i sistemi di classificazione della Library of Congress e della National Library of Medicine (NLM). 11 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  12. 12. Consultazione Vi sono 3 modalità di consultazione per gli OPAC, che si integrano fra di loro: 1. Interrogazione (query):  x parola chiave su tutti i campi (ricerca semplice)  x parola chiave su campi precisi collegati da operatori booleani (ricerca avanzata). 2. Navigazione (browsing):  utilizzando i collegamenti attivi nei campi delle schede catalografiche. 3. Scorrimento di liste (scanning):  Utilizzando la ricerca per indici su Titolo esatto Autore Autore/Titolo Soggetto ISBN/ISSN Titolo di Collana Collocazione Fondo Editore Luogo di produzione Classificazione 12 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  13. 13. WebBridge Servizio More info Nel catalogo classico, ogni notizia bibliografica è accompagnata dal pulsante che attiva alcune funzioni di ricerca al di fuori del catalogo UC.  Utilizzando i metadati disponibili nel record bibliografico di partenza (es. ISBN, ISSN, Autore, Titolo, ...) il sistema esegue, automaticamente, ulteriori ricerche nelle risorse configurate. Il servizio permette di reperire online:  Indici e sommari (Table of Contents) di pubblicazioni possedute.  Spogli bibliografici.  Volumi posseduti in altre biblioteche.  Recensioni (Review) di libri. 13 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011  Abstract o testi completi (Full Text) di articoli.
  14. 14. Risorse elettroniche Si dividono in:  REL (Risorse elettroniche locali)  Sono quelle conservate direttamente dalla biblioteca, o su supporti digitali (CD, DVD), oppure sul server (p.es. ebook, filmati, registrazioni sonore).  Rappresentano una parte minore del posseduto.  RER (Risorse elettroniche remote)  Sono quelle conservate su server diversi da quelli della biblioteca, di cui quindi non si ha il possesso, bensì l’accesso:  Basi dati bibliografiche o testuali  E-journal nativi o digitalizzati.  La loro accessibilità non è permanente, in quanto dipende dal perdurare dell’abbonamento stipulato. 14 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  15. 15. Risorse elettroniche UC Catalogo Banche Dati Delle 141 banche dati possedute, 124 sono ad accesso remoto.  Elenco Banche Dati con accesso fuori rete d’Ateneo (aggiornato al 6 giugno 2011) - documentazione [28 KB] E-Journal - Catalogo Riviste Elettroniche (Millennium)  Il catalogo e-journal in buona parte copre quello delle banche dati, in quanto le BD full text ad accesso remoto riguardano riviste elettroniche.  Gli e-journal sono compresi anche nel catalogo generale dei periodici. Article Finder  Modulo di ricerca per trovare in maniera rapida il testo completo di un determinato articolo pubblicato in un e- 15 journal cui la biblioteca Informatica Umanistica 2011 UC è abbonata. 19/10/2011
  16. 16. Metaricerca ovvero ricerca federata Il metamotore Research Pro interroga in tempo reale un insieme di basi dati che è possibile selezionare per disciplina e/o singolarmente. Può essere un utile punto di partenza per ottenere una prima panoramica sull’argomento di ricerca e per facilitare la scelta tra le varie risorse disponibili. Comprende:  Cataloghi UCSC  Cataloghi bibliografici  Area biomedica  Area economica  Area giuridica  Area matematico-scientifica  Area sociologica  Area umanistica  Multidisciplinari  Motori di ricerca 16 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  17. 17. Encore, la discovery interface UC17 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  18. 18. Legenda della SERP1. Casella di ricerca per interrogazione semplificata in stile web 2.0 delle risorse del Sistema Bibliotecario d’Ateneo.2. Presentazione dei risultati corredata con informazioni e strumenti per una fruibilità ancora più soddisfacente: aggiunta di tag e rating personali, esportazione in RefWorks, aggiunta al carrello personale per successiva esportazione via e-mail, contenuti extra (sommari, riassunti, recensioni, note sugli autori etc.) e multimediali correlati.3. Filtri per restringere la visualizzazione dei risultati (Collezione, Disponibilità, Data pubblicazione, Trovato in, Formato, Lingua, Luogo, Tag).4. Articoli e altro: strumento per ampliare la tua ricerca con l’interrogazione di alcune tra le principali risorse elettroniche UCSC e di motori di ricerca esterni.5. Aggiunte recenti: segnalazione dei titoli utili alla tua ricerca più recentemente aggiunti nel Catalogo generale.6. Ricerche relazionate: collegamento ad altre risorse UCSC potenzialmente pertinenti al tema di tuo interesse. 18 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  19. 19. DocTa e Open Access (cfr. pp. 303-315 di InformaticaUmanistica)La prima definizione di Open Access è quella della Budapest Open Access Initiative (BOAI) del 2002 in cui si dice che: «La letteratura che dovrebbe essere liberamente accessibile on-line è quella che i ricercatori cedono senza corrispettivo economico. Con open access a questa letteratura intendiamo la sua libera disponibilità sulla rete, e il permesso a ogni utente di leggere, scaricare, copiare, distribuire, stampare, cercare , linkare al full text di questi articoli, indicizzare, passarne i dati al software o utilizzare per ogni altro scopo legale senza altre barriere finanziarie, legali o tecniche da quelle inseparabili dall’accesso a internet. La sola restrizione sulla riproduzione e la distribuzione, e il solo ruolo per il copyright in quest’ambito, dovrebbe riguardare il mantenimento del controllo dell’autore sull’integrità dell’opera e il diritto di essere riconosciuto e citato correttamente». 19 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  20. 20. Strategie OA1. Green Road:  Autoarchiviazione in depositi istituzionali (di università o enti di ricerca, p.es. Università di Firenze) o disciplinari (dedicati a una singola disciplina, p.es. BioMedCentral).  Openarchives.eu è una guida ai repository digitali OA nel mondo, che consente anche la ricerca dei testi.2. Gold Road:  Pubblicazione su e-journal peer reviewed ad accesso aperto (p.es. Testo e senso).  DOAJ è il motore di ricerca per gli e-journal Open Access. 20 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  21. 21. Open Access in Italia Dichiarazione di Messina del 4-5 novembre 2004 in sostegno dell’OA, firmata da 71 dei 77 atenei italiani. La Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) nel 2006 crea il gruppo OA all’interno della Commissione biblioteche per redigere linee guida in materia di OA. Nel novembre 2007 la Commissione biblioteche approva le Linee guida per l’accesso aperto alle tesi di dottorato. 1. È un patrimonio considerevole (migliaia ogni anno). 2. Sono equiparabili a testi peer reviewed, ma senza un canale di diffusione. DART-Europe E-theses Portal è il portale per l’aggregazione e l’accesso alle e-thesis in Europa. 3. Nascono fuori dei canali editoriali, per cui possono essere liberamente pubblicate senza considerazioni commerciali e di copyright. 4. Sono in obbligo di deposito presso la BNF. 5. Le linee guida prevedono che i bandi di dottorato contengano la clausola di pubblicazione OA. 6. Le università italiane che hanno aderito al progetto sono al momento 34. 21 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011
  22. 22. Cataloghi esterniVRD nazionale e internazionale Biblioteche italiane  Cataloghi delle principali biblioteche in Italia  Cataloghi collettivi italiani Biblioteche estere  Cataloghi di biblioteche nazionali estere  Cataloghi collettivi esteri Cataloghi e siti web di biblioteche italiane e del mondo - repertori curati da AIB Cataloghi remoti (via Z3950)  Lo Z39.50 è un protocollo di comunicazione elettronica che permette di interrogare più archivi, uno alla volta o contemporaneamente, attraverso una singola interfaccia e un singolo linguaggio di interrogazione, semplificando così il processo di recupero di documenti di interesse. 22 Informatica Umanistica 2011 19/10/2011

×