TBIZ 2012 - Experis

308 views

Published on

Marco De Candia

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
308
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

TBIZ 2012 - Experis

  1. 1. Reti di imprese
  2. 2. Lo scenarioL’inasprimento della concorrenza, la concentrazione in atto inquasi tutti i settori e la stagnazione della domanda internarichiedono alle imprese italiane continui sforzi per migliorarela propria competitività, in tre principali direzioni:1.procedure organizzative operativa, razionalizzando i costi ele Aumentare l’efficienza interne.2.Sviluppare la capacità di innovazione di prodotto, diprocesso e di mercato, per soddisfare l’evoluzione delladomanda e differenziare la propria offerta dai concorrenti3.Entrare nei mercati internazionali, con particolareattenzione a quelli a maggiore crescita, spessogeograficamente e culturalmente lontani.
  3. 3. Esigenze espresse dalle Imprese Volontà di:• Aggregazione su progetti• Superamento del localismo distrettuale• Innovazione e Internazionalizzazione Governance:• No a sovrastrutture burocratiche e parapubbliche• Natura privatistica• Estrema semplicità Autonomia Evidenza verso soggetti terzi:• Pubblica Amministrazione• Sistema bancario e assicurativo
  4. 4. Le reti di impresaLe reti di imprese rappresentano, da un punto di vista economico,una libera aggregazione tra imprese con l’obiettivo di accrescerela loro competitività e innovatività.Cos’è il contratto di rete ?È lo strumento sulla base del quale si ufficializza il progetto esoprattutto gli obiettivi comuni. Non sostituisce, ma si affianca adaltri strumenti di aggregazione.Chi può sottoscrivere un contratto di rete?Il contratto di rete può essere stipulato tra imprese, qualsiasi:•società di capitali, società di persone, imprenditori individuali•grandi, medie e piccole imprese•imprese di produzione di beni o servizi, imprese di distribuzione•di tutti i settori e di tutti i territori
  5. 5. Distribuzione delle imprese in rete per area
  6. 6. Gli StrumentiPer centrare gli obiettivi di Rete nel breve, medio e lungoperiodo bisogna:1.Avere un piano industriale serio (Programma strategicodi rete)2.Avere una governance (Regole) nella gestione delleattività comuni3.Avere un management (Esperto) di rete focalizzato sugestione e obiettivi4.Avere una tecnologia abilitante le attività di rete
  7. 7. Il talento e la squadra• In uno scenario di global business, l’orchestrazione è una delle competenze di gestione più importanti. Labilità di orchestrare unita al talento ed alla potenzialità della rete, coordinando tutti i singoli elementi, garantisce il successo del processo di business comune.• Le aziende sono abituate a vedere la concorrenza come azienda contro azienda. Dobbiamo pensare che le PMI, per vincere in nuove competizioni devono fare squadra. Il punteggio finale non dipende da un solo giocatore, ma dalla strategia e dalla forza di tutti i componenti.
  8. 8. La tecnologia• La tecnologia dellinformazione è al centro del nostro business e ne abilita tempi, armonia e sincronia ma il cuore di ogni rete di impresa si compone di giudizio umano, relazioni, fiducia e processi di business• Con un software ben progettato e processi ben gestiti una rete di PMI può battersi testa a testa con una grande o media impresa. In questo mondo, la dimensione non è necessariamente un vantaggio.
  9. 9. GRAZIE DELL’ATTENZIONE marco.decandia@it.experis.comC’È CHI NON VEDE OLTREI LUOGHI COMUNI.E CHI FA CRESCERENUOVE OPPORTUNITÀExperis™ - a different kind of talent company

×