0
Servizio Sviluppo e Alleanze
Reti d’Impresa
PICO - Palazzo dell’Innovazione e della Conoscenza - Napoli, 9 luglio 2013
1
al 1° aprile 2013
 764 Contratti di Rete
 3.943 Imprese Coinvolte
4.093 Posizioni Presenti *
 100 Province
 tutte le...
2
natura giuridica n. imprese
società di capitali 2.647
società di persone 510
imprese individuali 426
società cooperative...
3
ripartizione n. contratti n. imprese
Nord Ovest 239 1.206
Nord Est 243 1.110
Centro 183 1.230
Sud e Isole 99 547
TOTALE ...
4
1 regione 2 regioni 3 regioni 4 o piu’ regioni
72% 19% 4,9% 4,1%
ubicazione
Contratti di Rete – alcuni dati in percentua...
5
presente non presente
89% 11%
fondo
patrimoniale
importo prevalente: euro 10-30.000
Contratti di Rete – alcuni dati in p...
6
Macrosettori di attività economicaMacrosettori di attività economica
Servizio Sviluppo e Alleanze
INDUSTRIA
(40,6%)
SERV...
7
Principali motivi dell’aggregazionePrincipali motivi dell’aggregazione
Circa la metà si pone
L’obiettivo del business im...
8
 nasce come forma di aggregazione tra imprese
che si affianca ad altre forme gia’ previste
(ATI, Consorzi, Joint Ventur...
9
Il Banco Popolare e’ stato fra i primi Istituti bancari ad intuire, alcuni anni or sono,
l’importanza che il contratto d...
10
1° marzo
2013
1° marzo
2013
siglato l’Accordo di collaborazione tra Banco e RetImpresa
per lo sviluppo della competitiv...
11
dedica per il supporto alle aziende aderenti a Reti un plafond di 20 milioni
di euro per finanziamenti che potranno cop...
12
 offerta dedicata e particolarmente conveniente;
 incontri specialistici di approfondimento e aggiornamento rivolti a...
13
L’offerta del Banco Popolare per la Rete d’ImpresaL’offerta del Banco Popolare per la Rete d’Impresa
 Conto corrente I...
14
Allegati
Servizio Sviluppo e Alleanze
15
altro
10% chimica e
metallurgia
5%
commercio
5%
edilizia
8%
editoria
1%
logistica e
trasporti
2%
meccanica e
elettronic...
16
imprese
individuali
11%
altre
forme
2%
società
di persone
13%
società di
capitale
67%
società
cooperative
7%
Le forme s...
17
Il Banco Popolare e le Reti di ImpresaIl Banco Popolare e le Reti di Impresa
L’esperienza nata dal costante dialogo con...
18
Il Banco Popolare e le Reti di ImpresaIl Banco Popolare e le Reti di Impresa
Forte legame con il territorio. Una Banca ...
19
 tra i primi istituti bancari a lanciare un:
 CONTO CORRENTE per la Rete
 un supporto per:
 la PROGETTAZIONE dei Co...
20
Prodotto Caratteristiche
factoringfactoring
leasing e
brokeraggio
assicurativo
leasing e
brokeraggio
assicurativo
servi...
21
Prodotto Caratteristiche
factoringfactoring
leasing e
brokeraggio
assicurativo
leasing e
brokeraggio
assicurativo
servi...
22
normativa nazionale
 art. 3 d.l. 5/2009
convertito in legge 33/2009
 art. 42 d.l. 78/2010
convertito in legge 122/201...
23
 sottoscrizione per atto pubblico, scrittura
privata autenticata o firma digitale;
il documento deve essere trasmesso ...
24
 fondo patrimoniale
 organo comune
 modalità di recesso anticipato
in presenza del Fondo Patrimoniale e dell’Organo ...
25
 la presenza nel contratto dei soli
elementi essenziali determina un
Contratto di Rete
“LEGGERO”
 l’inserimento nel c...
26
 ampia flessibilità
 autonomia delle imprese aderenti
 può prevedere un fondo patrimoniale
e un organo comune
 non ...
27
Reti senza personalità giuridica ATI - Consorzi – Joint Venture
le imprese si aggregano per esercitare attività anche
d...
28
 è un soggetto giuridicamente autonomo
rispetto alle singole imprese aderenti
 ridotta flessibilità e minor autonomia...
29
Rete Contratto
 i versamenti al Fondo Patrimoniale danno
origine ad un credito nella società aderente
che verrà utiliz...
30
Rete “Contratto”
 in presenza del Fondo Patrimoniale e dell’Organo Comune
 entro 2 mesi dalla fine dell’esercizio ann...
31
Rete “Contratto”
 per le aziende aderenti, sospensione di imposta
sugli utili fino ad euro 1 milione a fronte della
re...
32
ALMAX: con P.re.Gi e F.a.i.r. e’ la rete della filiera GUCCI, circa 30 aziende del
distretto fiorentino della pelletter...
33
GIUNCA: prima Rete italiana per il welfare, costituita tra 10 imprese del varesotto
appartenenti a settori diversi (man...
34
ITALIAN TECHNOLOGY CENTER: riunisce in rete 11 imprese costruttrici di macchine
utensili e robot, e fa parte di “Machin...
35
CILENTO RACCONTO DI GUSTO 20 aziende cilentane che operano nel settore
agroalimentare si uniscono con l’obiettivo state...
36
 ATELIER MILANO DESIGN
Castelli Calepio BG
 RETE FORYOUNETWORK
Bergamo
 WOODITALY
Bergamo
 COOPERATIVA BRESCIA EST
...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Banco Popolare - Banca di Novara presentazione La Campania e le reti di imprese

969 views

Published on

Michelarcangelo Carusillo, Responsabile Area Affari Napoli della Banca Popolare di Novara, intervenuto al Convegno organizzato da TechnologyBIZ "La Campania e le Reti di Imprese. Strategie, Opportunità, Casi di successo", 9 luglio - Palazzo PICO.

Published in: Economy & Finance
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
969
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
75
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Banco Popolare - Banca di Novara presentazione La Campania e le reti di imprese

  1. 1. 0 Servizio Sviluppo e Alleanze Reti d’Impresa PICO - Palazzo dell’Innovazione e della Conoscenza - Napoli, 9 luglio 2013
  2. 2. 1 al 1° aprile 2013  764 Contratti di Rete  3.943 Imprese Coinvolte 4.093 Posizioni Presenti *  100 Province  tutte le Regioni 500 600 700 800 707 n. contratti A FINE 2010 25 A FINE 2011 214 412 458 640 L’evoluzione dei Contratti di ReteL’evoluzione dei Contratti di Rete 764 Servizio Sviluppo e Alleanze *1 impresa su 5 contratti, 3 su 4 contratti, 11 su 3 contratti, 115 su 2 contratti 100 200 300 400 0 gen-mar 2012 ago-set 2012 set-dic 2012 305 apr-lug 2012 STIMA CONFINDUSTRIA Entro il 2016  2.000 Contratti di Rete  oltre 10.000 Imprese Coinvolte gen-feb 2013 412 mar-apr 2013
  3. 3. 2 natura giuridica n. imprese società di capitali 2.647 società di persone 510 imprese individuali 426 società cooperative 278 altre forme 82 TOTALE 3.943 natura giuridica n. imprese società di capitali 2.647 società di persone 510 imprese individuali 426 società cooperative 278 altre forme 82 TOTALE 3.943 Contratti di Rete in Italia al 1° aprile 2013 – alcuni datiContratti di Rete in Italia al 1° aprile 2013 – alcuni dati Servizio Sviluppo e Alleanze Fonte dati Confindustria, RetImpresa – aprile 2013 n. contratti regioni coinvolte 550 1 146 2 55 3-4 12 5-8 1 9 764 n. contratti regioni coinvolte 550 1 146 2 55 3-4 12 5-8 1 9 764 n. imprese per contratto n. contratti 2 107 14% 3 206 27% 4 – 9 374 49% oltre 10 71 10% 764 n. imprese per contratto n. contratti 2 107 14% 3 206 27% 4 – 9 374 49% oltre 10 71 10% 764
  4. 4. 3 ripartizione n. contratti n. imprese Nord Ovest 239 1.206 Nord Est 243 1.110 Centro 183 1.230 Sud e Isole 99 547 TOTALE 764 4.093 1 n. contratti n. imprese LOMBARDIA EMILIA R. VENETO TOSCANA LAZIO MARCHE PIEMONTE PUGLIA CAMPANIA ABRUZZO FRIULI SARDEGNA UMBRIA BASILICATA LIGURIA SICILIA CALABRIA TRENTINO MOLISE VALLE ’AOSTA La diffusione territorialeLa diffusione territoriale 198 146 73 64 49 32 31 30 22 21 17 19 12 12 9 9 7 7 5 1 764 992 666 323 540 246 172 160 161 135 154 81 107 105 87 53 30 27 40 13 1 4.093 63 % Servizio Sviluppo e Alleanze Fonte dati Confindustria, Retimpresa – aprile 2013 n. contratti n. imprese LOMBARDIA EMILIA R. VENETO TOSCANA LAZIO MARCHE PIEMONTE PUGLIA CAMPANIA ABRUZZO FRIULI SARDEGNA UMBRIA BASILICATA LIGURIA SICILIA CALABRIA TRENTINO MOLISE VALLE ’AOSTA 198 146 73 64 49 32 31 30 22 21 17 19 12 12 9 9 7 7 5 1 764 992 666 323 540 246 172 160 161 135 154 81 107 105 87 53 30 27 40 13 1 4.093 Campania 22 Contratti 135 Imprese
  5. 5. 4 1 regione 2 regioni 3 regioni 4 o piu’ regioni 72% 19% 4,9% 4,1% ubicazione Contratti di Rete – alcuni dati in percentualeContratti di Rete – alcuni dati in percentuale Forte prossimita territoriale Servizio Sviluppo e Alleanze 1 regione 2 regioni 3 regioni 4 o piu’ regioni 72% 19% 4,9% 4,1% durata inf. 5 anni 5-10 anni 10-20 anni oltre 20 anni 53% 16% 11% 20% Sempre più si esce dal distretto…
  6. 6. 5 presente non presente 89% 11% fondo patrimoniale importo prevalente: euro 10-30.000 Contratti di Rete – alcuni dati in percentualeContratti di Rete – alcuni dati in percentuale Servizio Sviluppo e Alleanze presente non presente 89% 11% rating aziende cebi 1 - 4 cebi 5-6 cebi oltre 6 43% 33% 24% Quasi l’ 80% delle imprese aderenti Presenta un rating “bancabile”. 1 impresa su 2 circa presenta un rating Assolutamente buono (fino a 4)
  7. 7. 6 Macrosettori di attività economicaMacrosettori di attività economica Servizio Sviluppo e Alleanze INDUSTRIA (40,6%) SERVIZI ALLE IMPRESE (24%) COSTRUZIONI EDILIZIA (10,5%) ALTRI SERVIZI (10,2%) ATTIVITA’ COMMERCIALI (7,6%) AGRICOLTURA (5,5%) PUBLIC UTILITIES (0,9%) N.C. ATECO (0,7%)
  8. 8. 7 Principali motivi dell’aggregazionePrincipali motivi dell’aggregazione Circa la metà si pone L’obiettivo del business immediato …l’altra metà si pone L’obiettivo Della crescita, della fantasia , della creatività Servizio Sviluppo e Alleanze 22% 21% 195 SINERGIE ORGANIZZATIVE E DI MARKETING CRESCITA MERCATI ESTERI RICERCA E SVILUPPO OTTIMIZZAZIONE PROCESSI E KNOW HOW INNOVAZIONE TECNOLOGICA 31% 16% 10% Superamento delle soglie minime dell investimento
  9. 9. 8  nasce come forma di aggregazione tra imprese che si affianca ad altre forme gia’ previste (ATI, Consorzi, Joint Venture, ecc)  rivolto a tutte le imprese di ogni tipologia dimensione e settore  finalizzato ad accrescere individualmente e collettivamente la capacità innovativa e la competitività sui mercati, sulla base della realizzazione di un programma comune Contratto di Rete: che cos’èContratto di Rete: che cos’è 4 fattori distintivi Più dinamiche Più mature Servizio Sviluppo e Alleanze  nasce come forma di aggregazione tra imprese che si affianca ad altre forme gia’ previste (ATI, Consorzi, Joint Venture, ecc)  rivolto a tutte le imprese di ogni tipologia dimensione e settore  finalizzato ad accrescere individualmente e collettivamente la capacità innovativa e la competitività sui mercati, sulla base della realizzazione di un programma comune 8 4 fattori distintivi Meglio organizzatePiù sane
  10. 10. 9 Il Banco Popolare e’ stato fra i primi Istituti bancari ad intuire, alcuni anni or sono, l’importanza che il contratto di Rete avrebbe acquisito per il superamento del gap dimensionale delle PMI italiane, accrescendone nel contempo le potenzialità di innovazione , sviluppo e internazionalizzazione Il Banco Popolare e le Reti di ImpresaIl Banco Popolare e le Reti di Impresa  Partecipazione al Gruppo di Lavoro che ha realizzato la Pubblicazione “Il Contratto di Rete – dalla teoria giuridica alla realtà operativa”, unitamente a Confindustria Verona, Università degli Studi di Verona e Unicredit.  organizzazione e/o partecipazione a Convegni, Tavole Rotonde, Seminari sulle “Reti”, già a partire dal 2011 Servizio Sviluppo e Alleanze  Partecipazione al Gruppo di Lavoro che ha realizzato la Pubblicazione “Il Contratto di Rete – dalla teoria giuridica alla realtà operativa”, unitamente a Confindustria Verona, Università degli Studi di Verona e Unicredit.  primo conto corrente dedicato alla Rete di Impresa : “conto corrente inRete”  Conoscenza diretta di tutte le principali Reti d’Impresa costituite in Italia  ampio spazio al tema Reti d’Impresa nell’ambito dei percorsi formativi interni rivolti in particolare ai ruoli commerciali sul territorio  organizzazione e/o partecipazione a Convegni, Tavole Rotonde, Seminari sulle “Reti”, già a partire dal 2011
  11. 11. 10 1° marzo 2013 1° marzo 2013 siglato l’Accordo di collaborazione tra Banco e RetImpresa per lo sviluppo della competitività delle imprese italiane sul mercato nazionale e internazionale: BANCO POPOLARE e RETIMPRESA/CONFINDUSTRIA insieme per lo sviluppo delle Reti BANCO POPOLARE e RETIMPRESA/CONFINDUSTRIA insieme per lo sviluppo delle Reti Servizio Sviluppo e Alleanze 10 siglato l’Accordo di collaborazione tra Banco e RetImpresa per lo sviluppo della competitività delle imprese italiane sul mercato nazionale e internazionale:  incontri specialistici di approfondimento e aggiornamento rivolti ad aziende e professionisti  seminari sul tema delle Reti, della Ricerca e dell’Internazionalizzazione  Premio di Laurea sul tema delle Reti d’Impresa in relazione ad aspetti giuridici, tecnologici, economici  stage universitari
  12. 12. 11 dedica per il supporto alle aziende aderenti a Reti un plafond di 20 milioni di euro per finanziamenti che potranno coprire fino al 100% dei costi del progetto BANCO POPOLARE nel quadro di recenti accordi siglati con BEI e FEI per finanziamenti a medio-lungo termine e di garanzia per complessivi 560 milioni di euro a favore delle PMI italiane BANCO POPOLARE nel quadro di recenti accordi siglati con BEI e FEI per finanziamenti a medio-lungo termine e di garanzia per complessivi 560 milioni di euro a favore delle PMI italiane Servizio Sviluppo e Alleanze 11 dedica per il supporto alle aziende aderenti a Reti un plafond di 20 milioni di euro per finanziamenti che potranno coprire fino al 100% dei costi del progetto
  13. 13. 12  offerta dedicata e particolarmente conveniente;  incontri specialistici di approfondimento e aggiornamento rivolti ad aziende e professionisti;  seminari sul tema delle Reti, della Ricerca e dell’Internazionalizzazione;  premio di Laurea sul tema Reti d’Impresa in relazione ad aspetti giuridici, tecnologici, economici. Il Banco Popolare per RetImpresaIl Banco Popolare per RetImpresa Le particolari condizioni offerte dal Banco PopolareLe particolari condizioni offerte dal Banco Popolare Servizio Sviluppo e Alleanze Le particolari condizioni offerte dal Banco PopolareLe particolari condizioni offerte dal Banco Popolare Pricing personalizzato con riduzione fino al 30%, con benefici crescenti in base al numero di Aziende appartenenti alla Rete che diverranno Clienti del Gruppo Banco Popolare. Attenzione particolare nella valutazione del progetto di investimento, è infatti prevista una “corsia preferenziale” e tempi di risposta particolarmente rapidi.
  14. 14. 13 L’offerta del Banco Popolare per la Rete d’ImpresaL’offerta del Banco Popolare per la Rete d’Impresa  Conto corrente InRete, destinato a raccogliere le risorse finanziarie canalizzate dalle Aziende nel fondo patrimoniale comune;  servizi e consulenza all’internazionalizzazione;  brokeraggio assicurativo, tramite il broker del Gruppo Banco Popolare, Arena Broker. I prodotti espressamente dedicati alle Aziende InRete.I prodotti espressamente dedicati alle Aziende InRete. Servizio Sviluppo e Alleanze APERCREDITO InRete, per supportare gli investimenti per l’innovazione e l’internazionalizzazione. MULTIFASCE InRete, per supportare gli investimenti per progetti di ricerca, le spese di marketing/pubblicità, gli investimenti strumentali nell’innovazione tecnologica e organizzativa. CREDITO SU MISURA InRete, per facilitare l’approvvigionamento di beni (scorte/magazzino) e servizi, nonché le anticipazioni di costi legati alla produzione/fornitura di prodotti e servizi. FINANZIAMENTO InRete Italia, per facilitare l’acquisto di prodotti e servizi tra imprese InRete. I prodotti espressamente dedicati alle Aziende InRete.I prodotti espressamente dedicati alle Aziende InRete.
  15. 15. 14 Allegati Servizio Sviluppo e Alleanze
  16. 16. 15 altro 10% chimica e metallurgia 5% commercio 5% edilizia 8% editoria 1% logistica e trasporti 2% meccanica e elettronica 17% medicale 6% servizi 21% alimentari 9% manifatturiere altre 2% software e informatica 4% tessile e abbigliamento 8% legno e carta 2% Principali settori coinvolti nelle aggregazioniPrincipali settori coinvolti nelle aggregazioni Servizio Sviluppo e Alleanze altro 10% chimica e metallurgia 5% commercio 5% edilizia 8% editoria 1% logistica e trasporti 2% meccanica e elettronica 17% medicale 6% servizi 21% alimentari 9% manifatturiere altre 2% software e informatica 4% tessile e abbigliamento 8% legno e carta 2%
  17. 17. 16 imprese individuali 11% altre forme 2% società di persone 13% società di capitale 67% società cooperative 7% Le forme societarie coinvolteLe forme societarie coinvolte Servizio Sviluppo e Alleanze imprese individuali 11% altre forme 2% società di persone 13% società di capitale 67% società cooperative 7%
  18. 18. 17 Il Banco Popolare e le Reti di ImpresaIl Banco Popolare e le Reti di Impresa L’esperienza nata dal costante dialogo con le Aziende allo scopo di ascoltare e analizzare le loro esigenze. Assidua opera di sensibilizzazione per diffondere il concetto di aggregazione ed evidenziarne i vantaggi. Protagonisti nella creazione di più d’una Rete d’Impresa. Servizio Sviluppo e Alleanze Sfruttando tutte le nostre competenze e il nostro know how abbiamo sviluppato soluzioni e le abbiamo condivise con le Aziende al fine di realizzare nuovi servizi utili e innovativi.
  19. 19. 18 Il Banco Popolare e le Reti di ImpresaIl Banco Popolare e le Reti di Impresa Forte legame con il territorio. Una Banca “di prossimità” vicina alle imprese ed ai loro bisogni, con le competenze e gli strumenti di un grande Gruppo bancario. Un team di professionisti in grado di offrire una consulenza strategica e specialistica, personalizzata sulle necessità di ogni singola realtà imprenditoriale. Servizio Sviluppo e Alleanze Grazie a tutti questi elementi e ad una gamma di soluzioni flessibili a sostegno degli obiettivi della Rete, oggi siamo in grado di essere il partner ideale per lo sviluppo delle aziende InRete.
  20. 20. 19  tra i primi istituti bancari a lanciare un:  CONTO CORRENTE per la Rete  un supporto per:  la PROGETTAZIONE dei Contratti di Rete  l’ INTERNAZIONALIZZAZIONE  l’ INNOVAZIONE  MISURE AGEVOLATIVE specifiche  OFFERTA FINANZIARIA SPECIALISTICA per le singole Imprese partecipanti Banco Popolare per le Reti e per le singole aziende aderentiBanco Popolare per le Reti e per le singole aziende aderenti Servizio Sviluppo e Alleanze  tra i primi istituti bancari a lanciare un:  CONTO CORRENTE per la Rete  un supporto per:  la PROGETTAZIONE dei Contratti di Rete  l’ INTERNAZIONALIZZAZIONE  l’ INNOVAZIONE  MISURE AGEVOLATIVE specifiche  OFFERTA FINANZIARIA SPECIALISTICA per le singole Imprese partecipanti
  21. 21. 20 Prodotto Caratteristiche factoringfactoring leasing e brokeraggio assicurativo leasing e brokeraggio assicurativo servizi e consulenza internazionale  accesso ai servizi Factoring per lo smobilizzo dei crediti, in particolare tra le aziende appartenenti alla Rete di Impresa nella formula di Factoring Indiretto  ampia gamma di prodotti di Leasing offerti tramite Albaleasing, in ambito immobiliare, mobiliare, e finanziamento costruzione impianti per la produzione di energia rinnovabile  servizi di borkeraggio assicurativo offerti tramite Arena Broker  disponibilità servizi offerti (in lingua Italiana) da Uffici di Rappresentanza Banco Popolare (Mumbai, Hong Kong, Shangai, Pechino, Mosca). In particolare assistenza e Riferimenti per accensione Conto corrente in paesi Esteri dove il Banco è presente o dove gode di un servizio concesso da Banche corrispondenti locali:  assistenza per organizzazione di Missioni Internazionali e partecipazione a Fiere Internazionali  organizzazione di Workshop tematici specialistici su temi di interesse della Rete legati ai processi di internazionalizzazione.  servizi di Consulenza Commerciale alle aziende associati alla rete (erogati dalla rete domestica di Specialisti Estero del Banco Popolare.)  informazioni sulla solvibilità commerciale di controparti estere a condizioni agevolate servizi con accesso Internet erogati da società partner del Banco Popolare  Produzione di rapporti informativi su potenziali controparti estere  accesso con canale facilitato a servizi di certificazione pre-shipment e certificazioni a sostegno Export, in particolare sul Mercato Russo.  assistenza legale attraverso il ricorso facilitato a Studi Legali convenzionati nei paesi Bric, in Vietnam e in Medio Oriente. prodotti dedicati: il Conto Corrente per la Rete 1/2prodotti dedicati: il Conto Corrente per la Rete 1/2 Servizio Sviluppo e Alleanze servizi e consulenza internazionale servizi e consulenza internazionale  disponibilità servizi offerti (in lingua Italiana) da Uffici di Rappresentanza Banco Popolare (Mumbai, Hong Kong, Shangai, Pechino, Mosca). In particolare assistenza e Riferimenti per accensione Conto corrente in paesi Esteri dove il Banco è presente o dove gode di un servizio concesso da Banche corrispondenti locali:  assistenza per organizzazione di Missioni Internazionali e partecipazione a Fiere Internazionali  organizzazione di Workshop tematici specialistici su temi di interesse della Rete legati ai processi di internazionalizzazione.  servizi di Consulenza Commerciale alle aziende associati alla rete (erogati dalla rete domestica di Specialisti Estero del Banco Popolare.)  informazioni sulla solvibilità commerciale di controparti estere a condizioni agevolate servizi con accesso Internet erogati da società partner del Banco Popolare  Produzione di rapporti informativi su potenziali controparti estere  accesso con canale facilitato a servizi di certificazione pre-shipment e certificazioni a sostegno Export, in particolare sul Mercato Russo.  assistenza legale attraverso il ricorso facilitato a Studi Legali convenzionati nei paesi Bric, in Vietnam e in Medio Oriente.
  22. 22. 21 Prodotto Caratteristiche factoringfactoring leasing e brokeraggio assicurativo leasing e brokeraggio assicurativo servizi e consulenza internazionale  accesso ai servizi Factoring per lo smobilizzo dei crediti, in particolare tra le aziende appartenenti alla Rete di Impresa nella formula di Factoring Indiretto  ampia gamma di prodotti di Leasing offerti tramite Albaleasing, in ambito immobiliare, mobiliare, e finanziamento costruzione impianti per la produzione di energia rinnovabile  servizi di borkeraggio assicurativo offerti tramite Arena Broker  disponibilità servizi offerti (in lingua Italiana) da Uffici di Rappresentanza Banco Popolare (Mumbai, Hong Kong, Shangai, Pechino, Mosca). In particolare assistenza e Riferimenti per accensione Conto corrente in paesi Esteri dove il Banco è presente o dove gode di un servizio concesso da Banche corrispondenti locali:  assistenza per organizzazione di Missioni Internazionali e partecipazione a Fiere Internazionali  organizzazione di Workshop tematici specialistici su temi di interesse della Rete legati ai processi di internazionalizzazione.  servizi di Consulenza Commerciale alle aziende associati alla rete (erogati dalla rete domestica di Specialisti Estero del Banco Popolare.)  informazioni sulla solvibilità commerciale di controparti estere a condizioni agevolate servizi con accesso Internet erogati da società partner del Banco Popolare  Produzione di rapporti informativi su potenziali controparti estere  accesso con canale facilitato a servizi di certificazione pre-shipment e certificazioni a sostegno Export, in particolare sul Mercato Russo.  assistenza legale attraverso il ricorso facilitato a Studi Legali convenzionati nei paesi Bric, in Vietnam e in Medio Oriente. prodotti dedicati: il Conto Corrente per la Rete 2/2prodotti dedicati: il Conto Corrente per la Rete 2/2 Servizio Sviluppo e Alleanze servizi e consulenza internazionale servizi e consulenza internazionale  disponibilità servizi offerti (in lingua Italiana) da Uffici di Rappresentanza Banco Popolare (Mumbai, Hong Kong, Shangai, Pechino, Mosca). In particolare assistenza e Riferimenti per accensione Conto corrente in paesi Esteri dove il Banco è presente o dove gode di un servizio concesso da Banche corrispondenti locali:  assistenza per organizzazione di Missioni Internazionali e partecipazione a Fiere Internazionali  organizzazione di Workshop tematici specialistici su temi di interesse della Rete legati ai processi di internazionalizzazione.  servizi di Consulenza Commerciale alle aziende associati alla rete (erogati dalla rete domestica di Specialisti Estero del Banco Popolare.)  informazioni sulla solvibilità commerciale di controparti estere a condizioni agevolate servizi con accesso Internet erogati da società partner del Banco Popolare  Produzione di rapporti informativi su potenziali controparti estere  accesso con canale facilitato a servizi di certificazione pre-shipment e certificazioni a sostegno Export, in particolare sul Mercato Russo.  assistenza legale attraverso il ricorso facilitato a Studi Legali convenzionati nei paesi Bric, in Vietnam e in Medio Oriente.
  23. 23. 22 normativa nazionale  art. 3 d.l. 5/2009 convertito in legge 33/2009  art. 42 d.l. 78/2010 convertito in legge 122/2010  art. 45 d.l. 83/2012 - “decreto sviluppo” convertito in legge 134/2012  d.l. 179/2012 – “c.d. decreto sviluppo bis” convertito in legge 221/2012 normativa comunitaria  small business act 06/2008  comunicazione Comm. Europea 10/2010  decisione Ue sugli aiuti di stato 01/2011 disposizioni agenzia delle entrate:  circolare n. 4/E -12 febbraio 2011  circolare n. 15/E – 14 aprile 2011  risoluzione n. 70/E – 30 giugno 2011  risoluzione n. 89/E – 12 settembre 2011  provvedimento prot. 2012/80186 - 14 giugno 2012  circolare n.20/E – 18 giugno 2013 Contratto di Rete: i principali riferimenti normativiContratto di Rete: i principali riferimenti normativi Servizio Sviluppo e Alleanze 22 normativa nazionale  art. 3 d.l. 5/2009 convertito in legge 33/2009  art. 42 d.l. 78/2010 convertito in legge 122/2010  art. 45 d.l. 83/2012 - “decreto sviluppo” convertito in legge 134/2012  d.l. 179/2012 – “c.d. decreto sviluppo bis” convertito in legge 221/2012 normativa comunitaria  small business act 06/2008  comunicazione Comm. Europea 10/2010  decisione Ue sugli aiuti di stato 01/2011 disposizioni agenzia delle entrate:  circolare n. 4/E -12 febbraio 2011  circolare n. 15/E – 14 aprile 2011  risoluzione n. 70/E – 30 giugno 2011  risoluzione n. 89/E – 12 settembre 2011  provvedimento prot. 2012/80186 - 14 giugno 2012  circolare n.20/E – 18 giugno 2013
  24. 24. 23  sottoscrizione per atto pubblico, scrittura privata autenticata o firma digitale; il documento deve essere trasmesso ai competenti uffici del Registro delle Imprese attraverso modello standard tipizzato  generalità degli aderenti  obiettivi strategici  programma di rete  durata, modalità di adesione futura e regole di governance  iscrizione in tutti i Registri delle Imprese delle aziende partecipanti Elementi essenziali del Contratto di ReteElementi essenziali del Contratto di Rete Servizio Sviluppo e Alleanze 23  sottoscrizione per atto pubblico, scrittura privata autenticata o firma digitale; il documento deve essere trasmesso ai competenti uffici del Registro delle Imprese attraverso modello standard tipizzato  generalità degli aderenti  obiettivi strategici  programma di rete  durata, modalità di adesione futura e regole di governance  iscrizione in tutti i Registri delle Imprese delle aziende partecipanti
  25. 25. 24  fondo patrimoniale  organo comune  modalità di recesso anticipato in presenza del Fondo Patrimoniale e dell’Organo Comune sono obbligatori:  denominazione e sede della Rete  misura e criteri di valutazione dei conferimenti al Fondo e regole di gestione del Fondo stesso  iscrizione del Contratto nel Registro delle Imprese del luogo ove ha sede la Rete (con adempimento degli obblighi di pubblicita’)  redazione annuale della Situazione Patrimoniale con facoltà di:  iscrizione della Rete nella Sezione Ordinaria del Registro delle Imprese del luogo ove e’ stabilita la sua sede, acquistando SOGGETTIVITA’ GIURIDICA Elementi facoltativi del Contratto di ReteElementi facoltativi del Contratto di Rete Rete “Contratto” Servizio Sviluppo e Alleanze 24  fondo patrimoniale  organo comune  modalità di recesso anticipato in presenza del Fondo Patrimoniale e dell’Organo Comune sono obbligatori:  denominazione e sede della Rete  misura e criteri di valutazione dei conferimenti al Fondo e regole di gestione del Fondo stesso  iscrizione del Contratto nel Registro delle Imprese del luogo ove ha sede la Rete (con adempimento degli obblighi di pubblicita’)  redazione annuale della Situazione Patrimoniale con facoltà di:  iscrizione della Rete nella Sezione Ordinaria del Registro delle Imprese del luogo ove e’ stabilita la sua sede, acquistando SOGGETTIVITA’ GIURIDICA Rete “Soggetto”
  26. 26. 25  la presenza nel contratto dei soli elementi essenziali determina un Contratto di Rete “LEGGERO”  l’inserimento nel contratto degli elementi facoltativi determina un Contratto di Rete “PESANTE” piu’ strutturato nei confronti dell’esterno  l’aggregazione di imprese appartenenti ad una filiera produttiva rappresenta un Contratto di Rete “VERTICALE”  l’aggregazione di gruppi di imprese anche in concorrenza tra loro, che generalmente operano in comparti complementari, rappresenta un Contratto di Rete “ORIZZONTALE” Reti leggere - Reti pesantiReti leggere - Reti pesanti Reti verticali – Reti orizzontaliReti verticali – Reti orizzontali Servizio Sviluppo e Alleanze 25  la presenza nel contratto dei soli elementi essenziali determina un Contratto di Rete “LEGGERO”  l’inserimento nel contratto degli elementi facoltativi determina un Contratto di Rete “PESANTE” piu’ strutturato nei confronti dell’esterno  l’aggregazione di imprese appartenenti ad una filiera produttiva rappresenta un Contratto di Rete “VERTICALE”  l’aggregazione di gruppi di imprese anche in concorrenza tra loro, che generalmente operano in comparti complementari, rappresenta un Contratto di Rete “ORIZZONTALE”
  27. 27. 26  ampia flessibilità  autonomia delle imprese aderenti  può prevedere un fondo patrimoniale e un organo comune  non ha soggettività giuridica  non ha soggettività tributaria anche se può ottenere il codice fiscale per esigenze operative  beneficia di vantaggi fiscali per le imprese che ne fanno parte Rete “Contratto”: principali caratteristicheRete “Contratto”: principali caratteristiche Servizio Sviluppo e Alleanze  ampia flessibilità  autonomia delle imprese aderenti  può prevedere un fondo patrimoniale e un organo comune  non ha soggettività giuridica  non ha soggettività tributaria anche se può ottenere il codice fiscale per esigenze operative  beneficia di vantaggi fiscali per le imprese che ne fanno parte 26
  28. 28. 27 Reti senza personalità giuridica ATI - Consorzi – Joint Venture le imprese si aggregano per esercitare attività anche diverse rispetto alla propria, per realizzare progetti funzionali ad accrescere la propria capacità innovativa e competitiva sul mercato: il modello e’ flessibile l’obiettivo è per lo piu’ l’incremento del business: le imprese generalmente collaborano per dare vita ad una nuova attività imprenditoriale. ogni impresa aderente conserva la propria autonomia, senza rinunciare ai positivi effetti dell’aggregazione; le imprese sono legate tra loro dall’obiettivo stabilito dal contratto. le reti partecipano a gare d’appalto pubbliche: assimilate su questo aspetto a consorzi e ati nasce un soggetto con precisa entità giuridica e fiscale: l’impresa crea con altre imprese un nuovo operatore economico, rinunciando anche a una parte del proprio mercato. Differenze tra Rete “Contratto” e alle altre forme di aggregazioneDifferenze tra Rete “Contratto” e alle altre forme di aggregazione Servizio Sviluppo e Alleanze ogni impresa aderente conserva la propria autonomia, senza rinunciare ai positivi effetti dell’aggregazione; le imprese sono legate tra loro dall’obiettivo stabilito dal contratto. le reti partecipano a gare d’appalto pubbliche: assimilate su questo aspetto a consorzi e ati non è fissato un numero minimo di partecipanti al contratto di rete nei consorzi tra pmi (legge n. 240 /1981) sono previsti limiti all’autonomia negoziale delle parti, tra cui un numero minimo di partecipanti. agevolazioni di imposta nessuna agevolazione fiscale l’istituzione del fondo comune, per quanto prevalente, e’ facoltativa prevista sempre la costituzione di un patrimonio aziendale solo in presenza del fondo patrimoniale, l’organo comune deve redigere una situazione patrimoniale secondo le disposizioni relative al bilancio delle spa governance più complessa: obblighi di natura contabile, amministrativa e fiscale; redazione del bilancio e tenuta contabilità.
  29. 29. 28  è un soggetto giuridicamente autonomo rispetto alle singole imprese aderenti  ridotta flessibilità e minor autonomia per le aziende partecipanti  ha soggettività giuridica  ha soggettività tributaria con tutti gli obblighi previsti ex lege in materia di imposte dirette ed indirette  è assoggettata alla regolare tenuta delle scritture contabili e alla pubblicazione del bilancio di esercizio nelle forme richieste per le società di capitali  sempre maggiore similitudine con le società di capitali, senza averne però il quadro giuridico e giurisprudenziale completo e conosciuto Rete “Soggetto”: principali caratteristicheRete “Soggetto”: principali caratteristiche Servizio Sviluppo e Alleanze  è un soggetto giuridicamente autonomo rispetto alle singole imprese aderenti  ridotta flessibilità e minor autonomia per le aziende partecipanti  ha soggettività giuridica  ha soggettività tributaria con tutti gli obblighi previsti ex lege in materia di imposte dirette ed indirette  è assoggettata alla regolare tenuta delle scritture contabili e alla pubblicazione del bilancio di esercizio nelle forme richieste per le società di capitali  sempre maggiore similitudine con le società di capitali, senza averne però il quadro giuridico e giurisprudenziale completo e conosciuto 28
  30. 30. 29 Rete Contratto  i versamenti al Fondo Patrimoniale danno origine ad un credito nella società aderente che verrà utilizzato per i costi delle attività del Programma di Rete  al Fondo Patrimoniale si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui agli artt. 2614 e 2615, 2° comma, C.C. (Fondo Consortile)  in ogni caso, per le obbligazioni contratte dall’ Organo Comune in relazione al Programma di Rete, i terzi possono far valere i loro diritti esclusivamente sul Fondo Comune Rete Soggetto  i versamenti al Fondo Patrimoniale generano delle partecipazioni, da iscriversi in bilancio nelle immobilizzazioni finanziarie Responsabilità patrimonialeResponsabilità patrimoniale Servizio Sviluppo e Alleanze Rete Contratto  i versamenti al Fondo Patrimoniale danno origine ad un credito nella società aderente che verrà utilizzato per i costi delle attività del Programma di Rete  al Fondo Patrimoniale si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui agli artt. 2614 e 2615, 2° comma, C.C. (Fondo Consortile)  in ogni caso, per le obbligazioni contratte dall’ Organo Comune in relazione al Programma di Rete, i terzi possono far valere i loro diritti esclusivamente sul Fondo Comune Rete Soggetto  i versamenti al Fondo Patrimoniale generano delle partecipazioni, da iscriversi in bilancio nelle immobilizzazioni finanziarie
  31. 31. 30 Rete “Contratto”  in presenza del Fondo Patrimoniale e dell’Organo Comune  entro 2 mesi dalla fine dell’esercizio annuale l’Organo Comune deve redigere una situazione patrimoniale osservando in quanto compatibili le disposizioni relative al bilancio di esercizio delle Spa  la Situazione Patrimoniale deve essere depositata presso l’Ufficio del Registro delle Imprese del luogo ove ha sede la Rete Rete “Soggetto”  e’ obbligata alla regolare tenuta delle scritture contabili con pubblicazione del bilancio di esercizio nelle forme richieste per le società di capitali Adempimenti in tema di bilancioAdempimenti in tema di bilancio Servizio Sviluppo e Alleanze Rete “Contratto”  in presenza del Fondo Patrimoniale e dell’Organo Comune  entro 2 mesi dalla fine dell’esercizio annuale l’Organo Comune deve redigere una situazione patrimoniale osservando in quanto compatibili le disposizioni relative al bilancio di esercizio delle Spa  la Situazione Patrimoniale deve essere depositata presso l’Ufficio del Registro delle Imprese del luogo ove ha sede la Rete Rete “Soggetto”  e’ obbligata alla regolare tenuta delle scritture contabili con pubblicazione del bilancio di esercizio nelle forme richieste per le società di capitali
  32. 32. 31 Rete “Contratto”  per le aziende aderenti, sospensione di imposta sugli utili fino ad euro 1 milione a fronte della realizzazione degli investimenti previsti dal Programma di Rete  per i Consorzi per l’internazionalizzazione, contributi per la copertura delle spese sostenute per i progetti di internazionalizzazione da realizzare anche attraverso Contratti di Rete con PMI non consorziate  aiuti UE  incentivi regionali Rete “Soggetto”  il quadro civilistico non e’ definito  a rischio aiuti UE  a rischio incentivi regionali agevolazioni fiscali e contributi di leggeagevolazioni fiscali e contributi di legge Servizio Sviluppo e Alleanze Rete “Contratto”  per le aziende aderenti, sospensione di imposta sugli utili fino ad euro 1 milione a fronte della realizzazione degli investimenti previsti dal Programma di Rete  per i Consorzi per l’internazionalizzazione, contributi per la copertura delle spese sostenute per i progetti di internazionalizzazione da realizzare anche attraverso Contratti di Rete con PMI non consorziate  aiuti UE  incentivi regionali Rete “Soggetto”  il quadro civilistico non e’ definito  a rischio aiuti UE  a rischio incentivi regionali
  33. 33. 32 ALMAX: con P.re.Gi e F.a.i.r. e’ la rete della filiera GUCCI, circa 30 aziende del distretto fiorentino della pelletteria, borsetteria e valigeria riunite per coordinare le attività produttive, attivare investimenti comuni nell’innovazione tecnologica ed organizzativa, garantire migliori standard di qualità e sicurezza RACEBO: 12 aziende manifatturiere bolognesi operanti nei diversi comparti della meccanica mirano ad accrescere le competenze specifiche di questo importante distretto dei motori, e ad offrire ai clienti prodotti finiti e servizi con standard di elevata qualità e costi sempre più competitivi FIVE FOR FOUNDRY: 16 aziende, quattro delle quali straniere, tutte leader nel settore della metalmeccanica, fanno rete alcuni anni or sono per aggredire i mercati dell’est europeo, e rappresentano oggi una strategica sinergia di competenze uniche, in grado di proporre qualsiasi soluzione produttiva nel campo della fonderia dell’alluminio IL BUON GUSTO VENETO: 16 aziende agroalimentari regionali fanno rete per accrescere la capacità innovativa e la competitività, puntando a nuove sinergie e all’internazionalizzazione. Sono aziende appartenenti a vari settori, tutte venete, e propongono prodotti agroalimentari tipici, alcuni dei quali con marchi Dop o Igp Case – History, l’esempio di Reti già avviate 1/3Case – History, l’esempio di Reti già avviate 1/3 Servizio Sviluppo e Alleanze ALMAX: con P.re.Gi e F.a.i.r. e’ la rete della filiera GUCCI, circa 30 aziende del distretto fiorentino della pelletteria, borsetteria e valigeria riunite per coordinare le attività produttive, attivare investimenti comuni nell’innovazione tecnologica ed organizzativa, garantire migliori standard di qualità e sicurezza RACEBO: 12 aziende manifatturiere bolognesi operanti nei diversi comparti della meccanica mirano ad accrescere le competenze specifiche di questo importante distretto dei motori, e ad offrire ai clienti prodotti finiti e servizi con standard di elevata qualità e costi sempre più competitivi FIVE FOR FOUNDRY: 16 aziende, quattro delle quali straniere, tutte leader nel settore della metalmeccanica, fanno rete alcuni anni or sono per aggredire i mercati dell’est europeo, e rappresentano oggi una strategica sinergia di competenze uniche, in grado di proporre qualsiasi soluzione produttiva nel campo della fonderia dell’alluminio IL BUON GUSTO VENETO: 16 aziende agroalimentari regionali fanno rete per accrescere la capacità innovativa e la competitività, puntando a nuove sinergie e all’internazionalizzazione. Sono aziende appartenenti a vari settori, tutte venete, e propongono prodotti agroalimentari tipici, alcuni dei quali con marchi Dop o Igp
  34. 34. 33 GIUNCA: prima Rete italiana per il welfare, costituita tra 10 imprese del varesotto appartenenti a settori diversi (manifatturiero, costruzioni, chimica, meccanica), persegue l’aumento della competitività aziendale attraverso il miglioramento del clima aziendale, il benessere e la professionalità degli oltre 1680 collaboratori RIBES: 14 aziende della filiera del biomedicale, dislocate su 5 regioni, fornitrici di ESAOTE, collaborano in rete con l’azienda leader per crescere in termini di qualità (attivazione di percorsi di certificazione comuni), innovazione (sviluppo di nuovi prodotti e partecipazione a progetti in forma associata), economicità (accrescere il potere contrattuale delle singole imprese aderenti) INFRABUILD: 10 aziende lombarde, leader nel settore delle infrastrutture a 360 gradi, unite per creare un’area di eccellenza nei settori di buisiness connessi alle infrastrutture, alle costruzioni ed alla mobilità sostenibile GRUPPO SERVIZI RETE DI IMPRESE PER LA SICUREZZA: 13 aziende che operano nel mondo dell’antincendio e della sicurezza, situate in zone diverse del territorio nazionale, fronteggiano in Rete la concorrenza delle multinazionali offrendo servizi capillari, costante ricerca ed innovazione, formazione qualificata per il personale tecnico Case – History, l’esempio di Reti già avviate 2/3Case – History, l’esempio di Reti già avviate 2/3 Servizio Sviluppo e Alleanze GIUNCA: prima Rete italiana per il welfare, costituita tra 10 imprese del varesotto appartenenti a settori diversi (manifatturiero, costruzioni, chimica, meccanica), persegue l’aumento della competitività aziendale attraverso il miglioramento del clima aziendale, il benessere e la professionalità degli oltre 1680 collaboratori RIBES: 14 aziende della filiera del biomedicale, dislocate su 5 regioni, fornitrici di ESAOTE, collaborano in rete con l’azienda leader per crescere in termini di qualità (attivazione di percorsi di certificazione comuni), innovazione (sviluppo di nuovi prodotti e partecipazione a progetti in forma associata), economicità (accrescere il potere contrattuale delle singole imprese aderenti) INFRABUILD: 10 aziende lombarde, leader nel settore delle infrastrutture a 360 gradi, unite per creare un’area di eccellenza nei settori di buisiness connessi alle infrastrutture, alle costruzioni ed alla mobilità sostenibile GRUPPO SERVIZI RETE DI IMPRESE PER LA SICUREZZA: 13 aziende che operano nel mondo dell’antincendio e della sicurezza, situate in zone diverse del territorio nazionale, fronteggiano in Rete la concorrenza delle multinazionali offrendo servizi capillari, costante ricerca ed innovazione, formazione qualificata per il personale tecnico
  35. 35. 34 ITALIAN TECHNOLOGY CENTER: riunisce in rete 11 imprese costruttrici di macchine utensili e robot, e fa parte di “Machines Italia in India”, un progetto organico per la penetrazione delle industrie italiane in India sviluppato dal Mise. Grazie agli uffici aperti a Pune, distretto dell’automotive della penisola indiana, ICT promuove in loco i brand e i prodotti delle aziende aderenti, permette la razionalizzazione dei costi e favorisce l’assistenza post vendita GREEN – RETE PER LA TUTELA DEI FUNGHI DI BOSCO: 18 aziende ubicate tra la Lombardia e il Triveneto che lavorano, importano e commercializzano funghi spontanei di bosco, fanno rete per condividere i costi di ricerca e sviluppo, consulenza legale, promozione e comunicazione mirata RE-BUILDING NETWORK: rete costituita tra 5 imprese leader del settore edile, per mettere a fattor comune know how e tecnologie gestite in modo sistemico, ed offrire risultati impareggiabili sul fronte del risparmio energetico, diffonderne la cultura e favorire l’occupazione sul territorio GAIA: 9 imprese della Regione Puglia, che operano nei settori dell’energia e dell’ambiente, si associano per aumentare la competitività sui mercati internazionali attraverso lo sviluppo comune della progettazione, produzione, commercializzazione e gestione di componenti ed impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica Case – History, l’esempio di Reti già avviate 3/3Case – History, l’esempio di Reti già avviate 3/3 Servizio Sviluppo e Alleanze ITALIAN TECHNOLOGY CENTER: riunisce in rete 11 imprese costruttrici di macchine utensili e robot, e fa parte di “Machines Italia in India”, un progetto organico per la penetrazione delle industrie italiane in India sviluppato dal Mise. Grazie agli uffici aperti a Pune, distretto dell’automotive della penisola indiana, ICT promuove in loco i brand e i prodotti delle aziende aderenti, permette la razionalizzazione dei costi e favorisce l’assistenza post vendita GREEN – RETE PER LA TUTELA DEI FUNGHI DI BOSCO: 18 aziende ubicate tra la Lombardia e il Triveneto che lavorano, importano e commercializzano funghi spontanei di bosco, fanno rete per condividere i costi di ricerca e sviluppo, consulenza legale, promozione e comunicazione mirata RE-BUILDING NETWORK: rete costituita tra 5 imprese leader del settore edile, per mettere a fattor comune know how e tecnologie gestite in modo sistemico, ed offrire risultati impareggiabili sul fronte del risparmio energetico, diffonderne la cultura e favorire l’occupazione sul territorio GAIA: 9 imprese della Regione Puglia, che operano nei settori dell’energia e dell’ambiente, si associano per aumentare la competitività sui mercati internazionali attraverso lo sviluppo comune della progettazione, produzione, commercializzazione e gestione di componenti ed impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica
  36. 36. 35 CILENTO RACCONTO DI GUSTO 20 aziende cilentane che operano nel settore agroalimentare si uniscono con l’obiettivo stategico di accrescere, individualmente e collettivamente la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato, ed avviano un percorso comune di internazionalizzazione RETE AUTOMOTIVE ITALIA: 56 imprese (19 lucane, 13 abruzzesi e 24 Campane) del settore automotive/componentistica, insediate in un’area stategica per il settore, si aggregano per sostenere insieme le realtà più piccole, crescere e confrontarsi con committenti internazionali ARCIPELAGO RETI DI IMPRESA PER IL TURISMO: 5 aziende, tra Napoli, Ischia ed Amalfi, formano una Rete per condividere lo svolgimento di attività e servizi collegati direttamente o indirettamente al turismo ed ai trasporti via mare, impegnandosi a scambiare risorse industriali, tecniche, umane, ed informazioni. Obiettivo primario è il rafforzamento dell’offerta di servizi agli utenti Case – History, l’esempio di Reti in CampaniaCase – History, l’esempio di Reti in Campania Servizio Sviluppo e Alleanze CILENTO RACCONTO DI GUSTO 20 aziende cilentane che operano nel settore agroalimentare si uniscono con l’obiettivo stategico di accrescere, individualmente e collettivamente la propria capacità innovativa e la propria competitività sul mercato, ed avviano un percorso comune di internazionalizzazione RETE AUTOMOTIVE ITALIA: 56 imprese (19 lucane, 13 abruzzesi e 24 Campane) del settore automotive/componentistica, insediate in un’area stategica per il settore, si aggregano per sostenere insieme le realtà più piccole, crescere e confrontarsi con committenti internazionali ARCIPELAGO RETI DI IMPRESA PER IL TURISMO: 5 aziende, tra Napoli, Ischia ed Amalfi, formano una Rete per condividere lo svolgimento di attività e servizi collegati direttamente o indirettamente al turismo ed ai trasporti via mare, impegnandosi a scambiare risorse industriali, tecniche, umane, ed informazioni. Obiettivo primario è il rafforzamento dell’offerta di servizi agli utenti
  37. 37. 36  ATELIER MILANO DESIGN Castelli Calepio BG  RETE FORYOUNETWORK Bergamo  WOODITALY Bergamo  COOPERATIVA BRESCIA EST Bedizzole BS  OMNIA SOLUZIONI Cuneo  TORINO E-DISTRICT Torino  CARROZZERIA ITALIA Genova  R.I.M.Y.G. Gaeta LT  NAVALYCA Forlì  RETE C.S.E. Vigevano PV  PROGETTO INNOVAZIONE BUSINESS Lecco  RETE USO FIUME E USO TRIESTE Bolzano  POL.ME.C. Castelleone CR  S.I.A.S. Milano 14 Reti hanno scelto la soggettività giuridica14 Reti hanno scelto la soggettività giuridica Servizio Sviluppo e Alleanze  ATELIER MILANO DESIGN Castelli Calepio BG  RETE FORYOUNETWORK Bergamo  WOODITALY Bergamo  COOPERATIVA BRESCIA EST Bedizzole BS  OMNIA SOLUZIONI Cuneo  TORINO E-DISTRICT Torino  CARROZZERIA ITALIA Genova  R.I.M.Y.G. Gaeta LT  NAVALYCA Forlì  RETE C.S.E. Vigevano PV  PROGETTO INNOVAZIONE BUSINESS Lecco  RETE USO FIUME E USO TRIESTE Bolzano  POL.ME.C. Castelleone CR  S.I.A.S. Milano

×