Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
DAI CODICI AL CODICE
Team digitale - Presidenza del Consiglio dei Ministri
Guido Scorza - Affari regolamentari
Leggibilità, deregulation, neutralità tecnologica, integrazione
tra sistemi, API ecosystem, meno obblighi più facoltà,
cit...
Perché il CAD interessa alle imprese
Le idee sul tavolo
UNO
Ambito di applicabilità
Il codice ora si applica anche ai gestori di servizi pubblici perché
anche loro sono chiamati a fornire servizi ai cittadi...
DUE
ORGANIZZAZIONE
IL RESPONSABILE PER LA TRANSIZIONE
[ABILITAZIONE ALLA CONDIVISIONE DELLE RISORSE]
DIGITALE E IL DIFENSORE CIVICO DIGITALE
...
GOVERNANCE DEL DIGITALE
[ABBIAMO TOLTO L’ENNESIMA CONFERENZA PERMANENTE E
L’ABBIAMO SOSTITUITA CON UNA PIATTAFORMA DI
CONF...
TRE
IL DOMICILIO DIGITALE
ELEZIONE DI DOMICILIO DIGITALE - ART. 3 BIS, CAD
Chiunque potrà eleggere un domicilio digitale presso un
indirizzo PEC o p...
Con un DPCM potrà essere deciso l’eventuale switch
off: solo comunicazioni digitali da amministrazioni a
cittadini
CITTADINANZA DIGITALE-ITALIA LOGIN
QUATTRO
DIRITTO A SERVIZI ONLINE SEMPLICI E INTEGRATI - ART. 7
Una sola porta aperta e moderna per accedere a
tutti i servizi onli...
DOCUMENTO INFORMATICO E
FIRME ELETTRONICHE
CINQUE
OLTRE ALLE FIRME DIGITALI C’È DI PIÙ
FORMARE UN DOCUMENTO QUANDO LA LEGGE RICHIEDE LA FORMA
SCRITTA DIVENTA PIÙ FACILE E A...
La valorizzazione del patrimonio informativo pubblico anche
attraverso lo svolgimento di idonee attività di analisi e rice...
Con un DPCM potrà essere deciso eventuale
switch off: solo SPID per accedere ai servizi online
SETTE SPID
I dati si condividono e non si spostano. I
servizi si integrano e non si duplicano.
OTTO API
DIVIETO DI REGOLE TECNICHE ;-)
NOVE
teamdigitale.governo.it
guido@teamdigitale.governo.it
@teamdigitaleIT
@
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Dai codici al codice: come cambiano le regole dell'Agenda Digitale - Guido Scorza, Affari Regolamentari nazionali ed europei del Team per la Trasformazione Digitale

464 views

Published on

Dai codici al codice: come cambiano le regole dell'Agenda Digitale, per soluzioni più semplici ed efficaci per favorire il dialogo tra cittadini, imprese e amministrazioni. Una spiegazione ai fornitori di tecnologia della Pubblica Amministrazione del perché il Codice dell'Amministrazione Digitale interessa alle imprese.

Published in: Law
  • Be the first to comment

Dai codici al codice: come cambiano le regole dell'Agenda Digitale - Guido Scorza, Affari Regolamentari nazionali ed europei del Team per la Trasformazione Digitale

  1. 1. DAI CODICI AL CODICE Team digitale - Presidenza del Consiglio dei Ministri Guido Scorza - Affari regolamentari
  2. 2. Leggibilità, deregulation, neutralità tecnologica, integrazione tra sistemi, API ecosystem, meno obblighi più facoltà, cittadino al centro, progetti abilitanti, meno Codici e più codice. La strategia dell’intervento
  3. 3. Perché il CAD interessa alle imprese
  4. 4. Le idee sul tavolo
  5. 5. UNO Ambito di applicabilità
  6. 6. Il codice ora si applica anche ai gestori di servizi pubblici perché anche loro sono chiamati a fornire servizi ai cittadini e a interloquire con questi ultimi ed è quindi giusto che anche nei loro confronti cittadini e imprese possano esercitare i diritti di cittadinanza digitale
  7. 7. DUE ORGANIZZAZIONE
  8. 8. IL RESPONSABILE PER LA TRANSIZIONE [ABILITAZIONE ALLA CONDIVISIONE DELLE RISORSE] DIGITALE E IL DIFENSORE CIVICO DIGITALE [UNO PER TUTTI] ART. 17
  9. 9. GOVERNANCE DEL DIGITALE [ABBIAMO TOLTO L’ENNESIMA CONFERENZA PERMANENTE E L’ABBIAMO SOSTITUITA CON UNA PIATTAFORMA DI CONFRONTO MODERNA, ACCESSIBILE E MULTISTAKEHOLDER]
  10. 10. TRE IL DOMICILIO DIGITALE
  11. 11. ELEZIONE DI DOMICILIO DIGITALE - ART. 3 BIS, CAD Chiunque potrà eleggere un domicilio digitale presso un indirizzo PEC o presso altro domicilio certificato EIDAS, le amministrazioni dovranno usare esclusivamente tale domicilio per tutte le comunicazioni aventi valore legale risparmiando così le spese postali e, in taluni casi, anche quelle di notifica e guadagnando in efficienza. Anche i privati potranno usare il nuovo domicilio digitale per tutte le comunicazioni aventi valore legale.
  12. 12. Con un DPCM potrà essere deciso l’eventuale switch off: solo comunicazioni digitali da amministrazioni a cittadini
  13. 13. CITTADINANZA DIGITALE-ITALIA LOGIN QUATTRO
  14. 14. DIRITTO A SERVIZI ONLINE SEMPLICI E INTEGRATI - ART. 7 Una sola porta aperta e moderna per accedere a tutti i servizi online delle amministrazioni, dei gestori di servizi pubblici e dei fornitori di servizi accreditati. La casa online del cittadino si avvia a diventare realtà.
  15. 15. DOCUMENTO INFORMATICO E FIRME ELETTRONICHE CINQUE
  16. 16. OLTRE ALLE FIRME DIGITALI C’È DI PIÙ FORMARE UN DOCUMENTO QUANDO LA LEGGE RICHIEDE LA FORMA SCRITTA DIVENTA PIÙ FACILE E A PORTATA DI CLICK
  17. 17. La valorizzazione del patrimonio informativo pubblico anche attraverso lo svolgimento di idonee attività di analisi e ricerca sui dati diventa una funzione istituzionale di tutte le amministrazioni e fornitori di servizi pubblici. I BIG DATA entrano nell’amministrazione per renderla più moderna e efficiente. SEI DAF
  18. 18. Con un DPCM potrà essere deciso eventuale switch off: solo SPID per accedere ai servizi online SETTE SPID
  19. 19. I dati si condividono e non si spostano. I servizi si integrano e non si duplicano. OTTO API
  20. 20. DIVIETO DI REGOLE TECNICHE ;-) NOVE
  21. 21. teamdigitale.governo.it guido@teamdigitale.governo.it @teamdigitaleIT @

×