Giovani e assicurazione

1,578 views

Published on

Lavoro a cura di Elena Gagliardi: http://it.linkedin.com/pub/elena-gagliardi/17/54/b04

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,578
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
24
Actions
Shares
0
Downloads
29
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Le azioni che devono essere implementate per incrementare la fiducia dei giovani verso la compagnia e quindi instaurare una relazione più profonda con il target, sono classificabili in due macro-categorie: Azioni product based: l’’offerta di prodotti specifici per i giovani che assicurano beni appartenenti alla loro quotidianità, flessibili, che seguono il cliente nelle varie fasi del proprio ciclo di vita, con una maggiore convenienza e un buon rapporto prezzo/qualità. Azioni attitude based: le compagnie devono essere più disponibili verso le richieste di clienti e più trasparenti.
  • Giovani e assicurazione

    1. 1. Università Commerciale Luigi Bocconi   Facoltà di Economia Aziendale   Corso di Laurea Specialistica in Marketing Management     “I giovani under 30 e i prodotti assicurativi: un’analisi del potenziale di mercato” Relatore: Prof. Luca Molteni Controrelatore: Prof. Alessandro Recla   Tesi di Laurea Specialistica di Elena Gagliardi Matricola 1356500 Anno accademico 2009-2010
    2. 2. Il target: i giovani tra i 20 ed i 30 anni 12,4% della popolazione italiana Il 23% ha una disponibilità economica medio-alta Soltanto il 30% si è allontanato dal nucleo familiare.
    3. 3. Il 15,7% possiede una moto o un motorino, mentre il 53,4% possiede un’auto personale. Il 2,8% ha avuto incidenti negli ultimi due anni. Il 38% dei giovani under 30 possiede una assicurazione auto intestata in prima persona.
    4. 4. Il 64% degli intervistati non possiede una polizza assicurativa … ... Il cui 56% perché non possiede quei beni che tradizionalmente sono assicurabili (abitazione, …)
    5. 5. Il prodotto assicurativo deve avvicinarsi alle necessità del target e non essere più percepito come un investimento a medio e lungo termine che caratterizza soltanto la vita adulta. !
    6. 6. <ul><li>Esiste il bisogno di una nuova prospettiva di relazione tra giovane e compagnia: </li></ul><ul><ul><li>sincerità e sicurezza, essere trattati in modo equo e onesto. </li></ul></ul><ul><ul><li>chiarezza, sentirsi protetti. </li></ul></ul><ul><ul><li>flessibilità e dinamicità </li></ul></ul><ul><ul><li>offerta di prodotti con basso premio annuale </li></ul></ul>
    7. 7. Il cluster degli esigenti (23,7%) <ul><li>Funzione di protezione e sicurezza della polizza assicurativa per tutto ciò che è importante nella vita, persone e beni importanti. </li></ul><ul><li>Polizza assicurativa disegnata sul cliente, in base alle sue esigenze: personalizzazione del prodotto (“pacchetti”, prodotti specifici per i giovani under 30). </li></ul><ul><li>Buona conoscenza della realtà delle compagnie assicurative </li></ul><ul><li>Essere dei clienti interessanti dal lato assicurativo </li></ul><ul><li>Le polizze assicurative offerte hanno un buon rapporto prezzo/qualità e seguono il cliente nel corso della vita </li></ul><ul><li>Agente : figura che segue il cliente da vicino e nel tempo nelle scelte in ambito assicurativo </li></ul><ul><li>Bassa disponibilità ad accettare le richieste dei clienti </li></ul>Il cluster degli egocentrici (39,2%) <ul><li>La relazione tra giovane “egocentrico” e la compagnia non è positiva </li></ul><ul><li>Le compagnie assicurative non investono sui giovani perché poco “appetibili” e non seguono il cliente nelle varie fasi della vita </li></ul><ul><li>La convenienza a stipulare una polizza assicurativa è limitata </li></ul><ul><li>Interesse della compagnia verso i giovani : prodotti specifici, buon rapporto prezzo/qualità </li></ul><ul><li>Protezione e la tutela di tutto ciò che è rilevante nella vita del giovane </li></ul>
    8. 8. Il cluster degli scettici (13,4%) <ul><li>Timore verso le compagnie assicurative </li></ul><ul><li>Non riconoscono alle polizza assicurative la funzione di protezione e tutela dei beni e delle persone importanti nella loro vita. Acquistare prodotti assicurativi non sia né conveniente, né utile. </li></ul><ul><li>Bassa disponibilità , sia ad accettare le richiese dei clienti, sia ad offrire un prezzo che sia adeguato al livello di servizio offerto. </li></ul><ul><li>Non conosce la realtà delle compagnie assicurative, e crede che non possa esserci una relazione positiva tra cliente e compagnia. </li></ul>Il cluster degli speciali (23,7%) <ul><li>Disponibilità da parte della compagnia, verso le richieste del cliente. </li></ul><ul><li>Dialogo diretto con la compagnia, senza intermediazioni: il canale online è la modalità che preferiscono. La presenza dell’agente è valutata molto negativamente </li></ul><ul><li>Prodotti specifici, creati ad hoc per i giovani , oppure “pacchetti” personalizzati. </li></ul><ul><li>Allontanamento e distacco dalle compagnie: scarsa fiducia nelle aziende operanti nel settore assicurativo, conseguenza anche di un’opinione negativa sull’eticità del comportamento delle compagnie che antepongono i loro guadagni al benessere dei clienti. </li></ul>
    9. 9. Il prodotto assicurativo per il computer portatile è una opportunità (oltre alla polizza R.C.A.). Il 90% del target possiede un computer portatile ed ha una buona propensione all’acquisto verso la polizza nel breve termine (12 mesi). Come avvicinarsi ai giovani? Attraverso una campagna di comunicazione e di informazione per tutto il target nella sua interezza personalizzando solo alcune iniziative specifiche per cluster.
    10. 10. Elena Gagliardi Mail: [email_address] LinkedIn : http://it.linkedin.com/pub/elena-gagliardi/17/54/b04

    ×