ORGANISMO NAZIONALE DI COORDINAMENTO                     MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI                   ...
Descrizione del ProgettoIL PROGETTO E’ INSERITO NEL “PIANO ITALIA 2011” DELL’ANNO EUROPEODELLE ATTIVITA’ DI VOLONTARIATO C...
ORIENTAMENTI GENERALILe iniziative in programmazione nel 2011 ruoteranno attorno a due “Assi Portanti” qualila Sostenibili...
•   avviare un programma di collaborazione operativa tra Confservizi Veneto e       INAIL Direzione Regionale per il Venet...
impresa sarà continuata lattività di Laboratorio sulla tematica della Salute e Sicurezzasul lavoro. In questo si prevede d...
partecipata, la riduzione della congestione stradale, tariffazioni innovative, car sharing,car pooling, lattuazione piani ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Anno Europeo Volontariato 2011 - Progetto Confservizi Veneto

770 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
770
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
246
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Anno Europeo Volontariato 2011 - Progetto Confservizi Veneto

  1. 1. ORGANISMO NAZIONALE DI COORDINAMENTO MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI DIREZIONE GENERALE VOLONTARIATO, ASSOCIAZIONISMO E FORMAZIONI SOCIALI Direttore: dott. Nicola Mazzonetto +39 335 8005818 Project manager: dott. Vittorio Baroni +39 347 3957216 Servizio di Assistenza Gestionale: PlusService S.r.l. . DIRITTO dAUTORE. Questo file è di proprietà di Confservizi Veneto, ovvero è applicata protezione del Diritto dAutore dintesa con lAutore StudioBaroni © 2010 e contestuale rilascio di Licenza dUso condizionata Creative Commons CC Creative Commons Attribution-BY-ND 3.0 relativamente a concept, testi e immagini. Questo file è è autorizzato per esclusivo uso interno. PRIVACY. Questo documento si intende di natura interna, riservato e non ostensibile pubblicamente per cui i dati sensibili ivi contenuti sono tutelati nei diritti e doveri ai sensi del D.Lgs 196/2003, Direttiva UE 2002/58/CE35129 PADOVAVia della Croce Rossa, 62 int.3tel. 049.8071777 fax 049.8070993www.confserviziveneto.netP.IVA 00158590281
  2. 2. Descrizione del ProgettoIL PROGETTO E’ INSERITO NEL “PIANO ITALIA 2011” DELL’ANNO EUROPEODELLE ATTIVITA’ DI VOLONTARIATO CHE PROMUOVONO LACOITTADINAZA ATTIVA DELL’ORGANISMO NAZIONALE DICOORDINAMENTO - MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALIDIREZIONE GENERALE VOLONTARIATO, ASSOCIAZIONISMO EFORMAZIONI SOCIALI – IN COLLABORAZIONE CON L’OSSERVATORIONAZIONALE PER IL VOLONTARIATO PROMOTORI Il Progetto è promosso da Confservizi Veneto in collaborazione con la Camera di Commercio di Padova, dintesa con INAIL Veneto, il Patrocinio di Unioncamere Veneto e il Riconoscimento della CNI UNECO DESS. CONTATTI Responsabile del progetto dott. Nicola Mazzonetto, Direttore Confservizi Veneto telefono: 049 8071777 e-mail: direttore@confserviziveneto.net sito web: www.confserviziveneto.net Project manager dott. Vittorio Baroni telefono: 347 3957216 e-mail: vittorio.baroni@gmail.com sito web: http://vittoriobaroni.wordpress.com/curriculum
  3. 3. ORIENTAMENTI GENERALILe iniziative in programmazione nel 2011 ruoteranno attorno a due “Assi Portanti” qualila Sostenibilità e la Responsabilità Sociale. Particolare attenzione sarà prestata perpromuovere il reinserimento lavorativo dei disabili INAIL favorendone l’integrazionesociale e lavorativa. Le attività sono orientate a incidere sugli stili di vita sul piano dellalimitazione dell’impatto ecologico e di consumo del territorio anche per la prevenzionedei rifiuti, la riduzione degli sprechi, lutilizzo di fonti energetiche pulite elincoraggiamento di forme di mobilità sostenibile, la compensazione delle emissioni diCO2 prodotte, lutilizzo di prodotti certificati e lassenza di discriminazioni etniche,religiose, di genere. Questi elementi fungono da fattori di qualità territoriale e pernoper il “Premio Sostenibile & Responsabile” previsto per novembre 2011.TARGETMediante questo Progetto Confservizi Veneto prevede di coinvolgere Amministratoripubblici locali, amministratori e dirigenti della aziende dei servizi pubblici localiassociate a Confservizi Veneto, opinion leader del territorio regionale Veneto, Cameredi Commercio, Scuole e Università, operatori culturali operanti sui tema dello SviluppoSostenibile e Responsabilità Sociale dImpresa.OBIETTIVIIn linea generale Confservizi Veneto si pone lobiettivo strategico di svilupparelimportante percorso progettuale “Sostenibile & Responsabile” avviato a Padovanellanno 2009 e consolidato nellanno 2010. Tale obiettivo di sviluppo considera eimplementa diversi elementi attivi.Gli obiettivi sono articolabili in due livelli tra loro integrati: 1. LIVELLO A > a questo primo livello si colloca un programma operativo di responsabilità territoriale che si intende realizzare insieme agli enti locali veneti; 2. LIVELLO B > al secondo livello si prevede di ottenere importanti conferme di riconoscimenti e accreditamenti e di produrre un evento da realizzarsi nel territorio del Veneto.Per quanto riguarda il LIVELLO B, ovvero relativo al programma di responsabilitàterritoriale, si punterà a raggiungere i seguenti due sub-obiettivi: • sottoscrivere specifici Protocolli dIntesa enti locali al fine di realizzare di innovative attività in materia di Responsabilità Sociale insieme alle aziende associate a Confservizi Veneto con annesse attività seminariali per la trasmissione di buone pratiche Sviluppo Sostenibile;
  4. 4. • avviare un programma di collaborazione operativa tra Confservizi Veneto e INAIL Direzione Regionale per il Veneto, in funzione del Protocollo dIntesa sottoscritto nel dicembre 2010 per favorire l’attuazione di iniziative di collaborazione per sperimentare lo sviluppo di azioni positive in materia di prevenzione e sicurezza nonché di diffusione della cultura della sicurezza sul lavoro con particolare attenzione al reinserimento lavoratorivo dei disabili.In merito al LIVELLO B si punterà a raggiungere questi tre sub-obiettivi: • programmare per novembre 2011 una serie di iniziative da inserire nella Settimana DESS Decennio Educazione Sviluppo Sostenibile come avvenuto nel 2009 sul tema “Città e Cittadinanza” e nel 2010 sul tema “Mobilità” 2010; • inserire questo progetto nel “Piano 2011 Italia”1, nellambito dell’Anno europeo delle attività di volontariato, in coerenza con il percorso proposto dal Manifesto del volontariato per l’Europa approvato dall’Osservatorio Nazionale per il Volontariato nella seduta del 14 luglio 2010; • sperimentare il “Premio Sostenibile & Responsabile”.Relativamente al “Piano 2011 Italia”, Confervizi Veneto considera importanteimplementare la sperimentazione realizzata nel Laboratorio con "A.G.E. Speciale"2(partecipazione di diversamenti abili con Sindrome di Down) con il quale si è tentato diimplementare la strategia dellUnione Europea decisa per lAnno Europeo 2010dedicato alla “lotta alla povertà e lesclusione sociale” (Decisione n. 1098/2008/CE,Parlamento Europeo e del Consiglio del 22 ottobre 2008).Alla luce dei risultati ottenuti nel 2010, limpegno di Confservizi Veneto sarà quindiorientato alle declinazioni strategiche dellUnione Europea circa le attività divolontariato che promuovono la cittadinanza attiva, scelta promossa dalleorganizzazioni di volontariato, di Terzo settore e della società civile e fatta propria dalConsiglio d’Europa con la Decisione del 27 novembre 2009 (GU UE L17 del 22 gennaio2010). Come riportato nella stessa Decisione, infatti, “il volontariato è una delledimensioni fondamentali della cittadinanza attiva e della democrazia, nella qualeassumono forma concreta valori europei quali la solidarietà e la non discriminazione ein tal senso contribuirà allo sviluppo armonioso delle società europee”.Le attività di sensibilizzazione e levento del “Premio Sostenibile & Responsabile 2011”saranno collocati nella fasi di massima partecipazione del programma operativo. Loscopo è quello di valorizzare al massimo i risultati ottenuti con le pubblicazionirealizzate in termini di Sostenibilità e Responsabilità. Confservizi Veneto vuole rendereancora più pregnante il ruolo delle aziende di servizio pubblico come attori dellosviluppo socio-economico locale.Per quanto le attività aperte al pubblico si conferma lintenzione di coinvolgere leorganizzazioni istituzionali e sindacali. Accanto agli amministratori ed ai dirigenti di1 http://www.lavoro.gov.it/AnnoEuropeoVolontariato2 http://www.youtube.com/sostenibileresponsab#p/u/14/4Wu4-XIRaKc
  5. 5. impresa sarà continuata lattività di Laboratorio sulla tematica della Salute e Sicurezzasul lavoro. In questo si prevede di giungere allapprovazione dellIntesa Programmaticatra Confservizi Veneto e FERPI Italia/Triveneto3, inteso come frutto del percorso dielaborazione maturato nelle partecipazioni 2009 e 2010.ATTIVITA OPERATIVE DEL PROGETTO 1. Accreditamento di Confservizi Veneto nel “Piano 2011 Italia”, nellambito dell’Anno europeo delle attività di volontariato; 2. Progettazione dei programmi operativi Confservizi Veneto e INAIL Veneto per la Promozione della tematica Salute e Sicurezza sul lavoro nel territorio padovano; 3. Organizzazione dellevento sperimentale “Premio Sostenibile & Responsabile 2011”; 4. Elaborazione e sottoscrizione Protocollo dIntesa tra Confservizi veneto ed enti locali padovani; 5. Partecipazione attiva alla Settimane DESS 2011; 6. Sottoscrizione del documento dIntesa Programmatica tra Confservizi Veneto e FERPI/Italia; 7. Produzione di file con licenza creative commons per la divulgazione capillare nel territorio e sul web della guida alla Sostenibilità & Responsabilità; 8. Sviluppo della rete social network per amplificare la visibilità ai bilanci sociali, socio-ambientali, di sostenibilità, politiche ambientali, codici etici e Carte dei Valori.ASPETTATIVALaspettativa è quella di sviluppare con efficacia ed efficienza la progettualità avviatanel 2009. In generale, ci si aspetta di operare con programmi locali in ottica globaleassieme alla Pubblica Amministrazione e società civile, per creare le premesse di unfuturo più equo ed armonioso, in cui l’educazione rivesta un ruolo di primo piano. Ilraggiungimento degli obiettivi passa attraverso le intese e le iniziative che verrannoorganizzative nel territorio.In tale direzione si tenterà di implementare altri importanti fattori di Responsabilità eSostenibilità come ad esempio gli investimenti per il potenziamento dei servizi ditrasporto pubblico ecologici, inclusi quello ferroviari, lutilizzo di veicoli ecologici, ibridi,elettrici, metano, nuove tecnologie e fonti energetiche alternative, la mobilitàalternativa circa aree ciclabili, promozione dell’uso della bicicletta, bike-sharing, areepedonali, scuolabus a piedi, la pianificazione urbana/territoriale integrata e governance3 http://www.ferpi.it
  6. 6. partecipata, la riduzione della congestione stradale, tariffazioni innovative, car sharing,car pooling, lattuazione piani aziendali intelligenti per spostamenti casa/lavoro,introduzione tecnologie per la gestione dei flussi veicolari, progetti di trasportointermodale, le ricerche su salute e sicurezza: traffico, inquinamento, percorsi sicuricasa/scuola e casa/lavoro; le progettualità relative alla riduzione di incidenti stradali ela protezione dalle polluzioni in aree pedonali e ciclabili, la gestione e razionalizzazionedei flussi turistici nei centri storici, eco-turismo, escursionismo urbano, i sistemi ditelelavoro, consumi e alimentazione con prodotti del territorio per la riduzione dellaCO2.Tra le aspettative più impegnative vi è quella di ottenere un incremento di risultati circala sperimentazione del Bilancio di Sostenibilità grazie anche alla recentissimaintroduzione del nuovo Standard ISO260003.INDICATORIPer la valutazione dei risultati sono stati individuati i seguenti indicatori: • n° aziende coinvolte dei servizi pubblici; • n° comuni e realtà locali coinvolti; • n° realtà associative e agenzie educative coinvolte; • n° adesioni ai gruppi attivati presso i social network; • n° file (testo e video) prodotti dai partecipanti; • n° visite al sito web e blog collegati al progetto; • n° articoli di rassegna stampa; • n° partecipanti alle iniziative ed eventi aperti al pubblico.

×