Successfully reported this slideshow.
Your SlideShare is downloading. ×

Haydn + classicismo

Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Ad
Upcoming SlideShare
Il barocco
Il barocco
Loading in …3
×

Check these out next

1 of 13 Ad

More Related Content

Similar to Haydn + classicismo (20)

Advertisement

Recently uploaded (20)

Haydn + classicismo

  1. 1. Il Classicismo
  2. 2. A metà del Settecento nasce l'illuminis in Francia, un movimento culturale fondato sulla ragione e nei valori fondamentali dell’umanità: libertà, tolleranza e progresso Gli ideali illuminis
  3. 3. I valori dell’arte classica Il classicismo musicale, che si posiziona tra il 1760 e il 1830, presenta molte analogie con le arti figurative del periodo. Si afferma così un’idea di bellezza come risultato dell’applicazione di principi: simmetria, regolarità e compostezza
  4. 4. Our academic areas You can describe the topic of the section You can describe the topic of the section La musica in questo periodo, ordinata e razionale, è piacevole e regolare. Confrontandola con il passato è più semplice e “naturale”, con sonorità facili e gradevoli. Il melodramma, soprattutto grazie a Mozart, raggiunge il vertica della perfezione. Sono narrate vicende di tutti i giorni, cosi che gli autori riescano a coinvolgere un pubblico più vasto 04 Il classicismo in musica
  5. 5. L’Orchestra Nei grandi saloni delle residenze del clero, ricche e sfarzose, venivano organizzate grandi feste che richiedevano l’intervento della musica. Nascono orchestre stabili, con strumenti a fiato e a corda, agli oboi , fagotti e trombe, usati nel periodo barocco, di aggiungono corni, clarinetti e flauti traversi, anche gli gli strumenti a percussione, timpani, grancassa e piatti, con le loro sonorità incisive e graffianti, entrano definitivamente in queste formazioni
  6. 6. La musica diventa un fatto di costume, nelle stanze adibite ai concerti venivano chiamati i più celebri artisti ad esibirsi, nasce in questo periodo la musica da camera. Il quartetto d’archi, due violini, una viola e un violoncello, non è solo una formazione musicale, ma una forma di composizione in cui gli strumenti dialogano. Rompendo il rapporto subordinato solista-accompagnatore. Si sviluppa l’editoria musicale, che contribuisce a far conoscere le opere dei compositori e a diffondere le nuove tecniche di esecuzione La musica da camera e il quartetto
  7. 7. Il pianoforte, che sostituisce il clavicembalo, è la novità più rilevante tra gli strumenti di questo periodo, la sua affermazione, lenta e inarrestabile, lo porterà a dominare il campo nella musica da camera fino al Novecento. Diversamente dal clavicembalo, la potenza sonora risponde alle esigenze acustiche dei nuovi ambienti, oltre essere in grado di confrontarsi con il volume dell’intera orchestra . Strumento molot versatile, può svolgere funzioni sia di accompagnamento sia funzioni da solista. Diventa lo strumento con cui i compositori scrivono e provano le loro opere, data la sua estensione può comprendere tutti gli strumenti dell’orchestra. L’ascesa del pianoforte
  8. 8. Franz Joseph Haydn Franz Joseph Haydn nasce a Rohrau, in Austria, nel 1732. Il padre è un artigiano che costruisce e ripara carri, la madre è una brava cuoca. Entrambi cantano con passione e amano la musica. Haydn eredita dalla madre una voce squisita, i genitori a sei anni lo mandano dal cugino, maestro di scuola, che gli insegna i primi rudimenti musicali. Quando Joseph ha otto anni, il Kapellmeister della cattedrale di Santo Stefano a Vienna lo sente cantare e lo chiama per fare parte del coro. Nel mentre Joseph continua a studiare il clavicembalo e il violino.
  9. 9. A Vienna A sedici anni perde la sua voce angelica la sua carriera nel coro è finita. Nella casa dove è ospitato, vive un compositore napoletano, molto conosciuto a que tempo. Egli lo ingaggia come accompagnatore e gli impartisce lezion di cui il ragazzo fa tesoro. Nel 1755, a ventitrè anni, scrive la sua prima sinfonia né scriverà in totale centoquattro diventerà così il “padre” di questo tipo d composizione. A ventisette anni viene assunto dal conte Moriz, che lo nomina Musikdirektor
  10. 10. Due anni dopo il principe Esterházy gli offre l’incarico di Kapellmeister presso la sua corte, l’attuale Slovacchia. Qui trascorre quasi tutta la sua vita e compone la maggior parte delle sue opere. Vive in una condizione di agiatezza economica e svolge un accurato lavoro per ogni commemorazione o evento. Ogni volta che arrivano degli ospiti gli viene chiesto di preparare una musica per l’occasione, a sua disposizione c’è una orchestra che soddisfa ogni sua richiesta. Il rapporto tra Haydn e il principe Esterházy non è solo professionale, ma è anche basato sulla stima che il nobile nutre nei confronti delle qualità del compositore. Questo legame dura trent’anni, Haydn si allontana dalla corte solo dopo la morte del principe, nel 1790. Alla corte del principe Esterházy
  11. 11. Il periodo londinese e gli ultimi anni A cinquant’anni anni accetta un un’offerta di lavoro a Londra. In questa prima trasferta gli vengono commissionate sei sinfonie, è un trionfo. In un secondo viaggio, quattro anni dopo, Haydn viene incaricati di ripetere un lavoro, sei sinfonie, con queste sei arriv alla sua ultima sinfonia, la numero 104. Un’altra successo strepitoso, queste dodici sinfonie sono chiamate Sinfonie londinesi. Durante il soggiorno inglese Haydn resta ammirato dall’inno God Save The Queen. Tornado in patria scrive il meraviglioso Gott erhalte Franz den Kaiser, la cui melodia ancora oggi è accompagnata dall’inno nazionale della Germania.Haydn trascorre gli ultimi anni della sua vita a Vienna dove da vita a due grandi opere: La Creazione e Le stagioni. Muore a settantasette anni, circondato dall’affetto e dall’ammirazione dei suoi concittadini e di tutto il mondo musicale europeo.
  12. 12. Il “padre” della sinfonia classica Haydn ha scritto 104 sinfonie, Mozart 41, Beethoven 9. La differenza tra i tre musicisti, che sono gli artefici della musica “classica”, è nel diverso significato che ognuno dà al lavoro del musicista. Per Haydn comporre sinfonie è una nobile opera di artigianato, ne produce una dozzina alla volta, eppure non si tratta di lavori frettolosi, ogni sua sinfonia ha una sua particolarità, è un mondo a sé, gli elementi non sono identici e le composizioni sono tutte belle.
  13. 13. Gli altri tipi di composizione Haydn non compone solo sinfonie, ma anche: trilli, quartetti, sonate, oratori, messe, requiem, mottetti e salmi. Sedici dei suoi quartetti sono dedicati al granduca Paolo di Russia. Un’altra prova del talento di Haydn sono i due oratori: La Creazione e Le stagioni, capolavori dell’età matura, rappresentati con grande successo, questi derivano dall’esperienza londinese dove Haydn ascolta Il Messiah di Heandel, restando e impressionato. Nei suoi due oratori dà prova di ricchezza inventiva, interpretando il testo con audaci orchestrazioni..

×