Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Smau Padova 2019 Camera di Commercio Padova

38 views

Published on

Becoming digital: strumenti utili per sfruttare le potenzialità del digitale

Published in: Services
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Smau Padova 2019 Camera di Commercio Padova

  1. 1. Servizi Digitali per le imprese Le Camere di Commercio con le imprese nel futuro digitale SMAU Padova, 29/03/2019 Enrico Sottovia
  2. 2. 1 Identità digitale: CNS, Firma Digitale e
  3. 3. 2 Kit identità digitale • Firma digitale • CNS • Spid
  4. 4. 3 18 anni di identità digitale presso le CCIAA Autenticazione forte e sottoscrizione digitale Infocamere diventa ente certificatore nel luglio del 2000 e inizia la distribuzione dei certificati presso le camere Oggi più che mai argomenti attuali: •fake account •haters/cyberbullismo •fake news •furto di identità •amministrazione digitale
  5. 5. Nasce la CNS (Carta Nazionale dei Servizi) E’ un dispositivo (ovvero una Smart Card o una chiavetta USB) che contiene un “certificato digitale” di autenticazione personale. È uno strumento informatico che consente l’identificazione certa dell’utente in rete e permette di consultare i dati personali resi disponibili dalle pubbliche amministrazioni direttamente su sito web 4 La CNS rilasciata dalle Camere di Commercio è un dispositivo integrato che consente, a chi ha una carica all’interno di un’impresa, di firmare digitalmente documenti informatici (bilanci, fatture, contratti, ecc.) e di accedere in rete ai servizi della Pubblica Amministrazione. Il certificato digitale è l’equivalente elettronico di un documento d’identità (come il passaporto o la carta d’identità) e identifica in maniera digitale una persona fisica o un’entità. Viene emesso da un'apposita Autorità di certificazione riconosciuta secondo standard internazionali che garantisce la validità delle informazioni riportate nel certificato. Come i documenti cartacei, anche il certificato digitale ha una validità temporale al di fuori della quale risulterà scaduto. La firma digitale è l'equivalente informatico di una firma autografa apposta su carta ed ha il suo stesso valore legale. La sua funzione è quella di garantire autenticità, integrità e validità di un documento: tramite l’apposizione della firma digitale, infatti, è possibile sottoscriverne il contenuto, assicurarne la provenienza e garantire l'inalterabilità delle informazioni in esso contenute.
  6. 6. Nasce la CNS (Carta Nazionale dei Servizi) 5 Per prendere appuntamento: https://www.pd.camcom.it/gestisci-impresa/firma-digitale - https://www.pd.camcom.it/gestisci-impresa/firma-digitale
  7. 7. Gli strumenti di firma digitale oggi disponibili Firma digitale, firma remota…. a brevissimo firma digitale con dispositivo wireless! MOBILE DIKEIC File Protector
  8. 8. Firma digitale Remota Ogni possessore di dispositivo CNS del Sistema Camerale, può richiedere la Firma digitale Remota presso la CCIAA MOBILE
  9. 9. Token wireless di autenticazione e firma DigitalDNA Key 8 MOBILE
  10. 10. Strumenti di autenticazione digitale oggi disponibili 9 Certificato di autenticazione disponibile nella Carta nazionale dei servizi CNS Autenticazione con SPID MOBILE MOBILE
  11. 11. 10
  12. 12. SPID, Sistema Pubblico di Identità Digitale, è il sistema di autenticazione che permette a cittadini e imprese di accedere in modalità sicura e garantita ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei privati, con un’unica Identità Digitale. Un’unica chiave di accesso alla Pubblica Amministrazione invece di tante diverse credenziali da ricordare e gestire! #facile Puoi accedere ad ogni servizio, che richiede un’autenticazione online con lo stesso nome utente e password, da computer, tablet e smartphone. #sicuro Assicura la piena protezione dei dati personali e la privacy è garantita. #veloce L’identità sarà verificata e verranno fornite le credenziali da utilizzare ad ogni accesso. Cos’è SPID 11
  13. 13. 12
  14. 14. Sistema Pubblico Identità Digitale Identity Provider (IdP): forniscono le identità digitali e svolgono le attività di autenticazione Service Provider (SP): forniscono servizi digitali accessibili attraverso credenziali SPID verificate dagli identity provider che le hanno rilasciate Attribute Authority (AA): forniscono attributi qualificati quali attestazione di stati, ruoli, titoli e cariche. AgID svolge attività di regolatore e vigilanza sul sistema e di garante della federazione di fiducia e realizza e gestisce il Registro SPID. E’ il gestore delle convenzioni per l’adesione a SPID da parte di tutti i soggetti IdP, AA, PA, privati
  15. 15. SPID: gli attributi identificativi e secondari Gli elementi costitutivi di una identità digitale PERSONA FISICA • Codice identificativo • Nome • Cognome • Codice Fiscale • Luogo di nascita • Data di nascita • Documento di identità Recapito telefonico indirizzo di posta elettronica Domicilio fisico e digitale I dati personali comunicati al gestore di identità digitale per richiedere SPID, non verranno utilizzati a scopo commerciale. Con SPID la privacy è totalmente garantita.
  16. 16. SPID e sistemi di autenticazione a valore legale per servizi PA 15 Art. 64 CAD: Modalità di accesso ai servizi erogati in rete dalle pubbliche amministrazioni Con SPID a regime (*) gli unici strumenti idonei per l’autenticazione ai servizi in rete della PA saranno SPID, CIE/CNS (anche nell’accezione CNS-TS) PIN, user e PWD dedicate andranno in disuso e perderanno il requisito di idoneità legale almeno per quanto riguarda la PA (*) art 64 comma 3-bis. Con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri o del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, è stabilita la data a decorrere dalla quale i soggetti di cui all'articolo 2, comma 2, utilizzano esclusivamente le identita' digitali ai fini dell'identificazione degli utenti dei propri servizi on-line.
  17. 17. Come riconosco che un servizio è accessibile con SPID Le amministrazioni che consentono l’accesso ai propri servizi online tramite identità digitale unica espongono il «pulsante» di accesso SPID. E’ uno standard uguale per tutti
  18. 18. SPID: tra usabilità e sicurezza 17
  19. 19. SPID: il modello di funzionamento Netta distinzione tra il ruolo dell’Identity Provider e del Service Provider 3 momenti per l’accesso al servizio: 1. Identificazione 2. Autenticazione 3. Autorizzazione
  20. 20. Chi sono gli Identity Provider oggi AgID ha istituito un call center dedicato per supporto all’utenza
  21. 21. 20 Come ottenerlo
  22. 22. Come usare SPID Su www.spid.gov.it nella sezione “Dove puoi usare SPID”, sono elencati tutti i servizi della Pubblica Amministrazione accessibili via SPID
  23. 23. Consulta tutti i i servizi su benvenutaimpresa.it
  24. 24. 23
  25. 25. 24 il cassetto digitale dell’imprenditore, è il punto d’accesso in mobilità a informazioni e documenti ufficiali, aggiornati in tempo reale, della propria impresa: Visure (ordinaria, dei soci, degli amministratori ecc.), bilanci d’esercizio e atti (statuto, atto costitutivo) dal Registro delle Imprese Ricerca opportunità di collaborazione con la nuova generazione di imprese: le StartUp e le PMI Innovative Fascicolo informatico dei documenti (autocertificazioni, dichiarazioni, permessi, certificati, documentazione tecnica ecc.) presentati ai Suap, gli Sportelli Unici delle Attività Produttive Monitoraggio dello stato delle pratiche in corso al Registro delle Imprese e al Suap Informazioni sintetiche sulla diffusione territoriale delle attività di impresa appartenenti alla propria divisione ATECO (codice Istat attività svolta) Verifica dello stato del pagamento del Diritto Annuale alla propria Camera di Commercio e simulazione del calcolo dell’importo dovuto per l’annualità in corso impresa.italia.it
  26. 26. Il legale rappresentante e la persona titolare di cariche o di partecipazioni nell'impresa possono accedere, a scelta, tramite: autenticazione SPID di livello 2 dispositivo CNS o equivalente Come si accede 25
  27. 27. 26 24 (emesse)
  28. 28. 27
  29. 29. 28
  30. 30. 29 Un servizio per le piccole e medie imprese Il servizio di fatturazione elettronicadelle Camere di Commercio dedicato alle piccole e medie imprese si arricchisce di nuove funzionalitàper gestire lafatturazione anche verso imprese e privati,non solo verso laPubblica Amministrazione. Il servizio è gratuito e consente in un’unicasoluzione online la compilazione,la trasmissione attraverso il Sistemadi Interscambio e lacompleta gestione delle fatture. L’iniziativarientranell’ambito delle misure asupporto delle PMI,come previsto dal Decreto Ministeriale del 3 aprile 2013 numero 55 e il Decreto legislativo 127 del 5 agosto 2015. Come si usa? https://fatturaelettronica.infocamere.it Compila,inviae conservale tue fatture elettroniche verso PA,imprese e privati. Lo strumento non richiede l’installazione di software ed include la conservazione a normadei documenti contabili e delle relative notifiche per le annualitàrichieste dalla normativavigente. E’ possibile accedere con il proprio identificativo SPID oppure inserire la propriaCarta Nazionale dei Servizi (CNS) che potràessere utilizzata anche per apporre lafirma digitale,per garantire l’autenticitàdell’origine e l’integritàdel contenuto verso il destinatario dellafattura. Come si accede? Cos’è la Fatturazione Elettronica Servizio già adeguato alla Direttiva EU 2014/55 per l’invio della fattura elettronica alle Pubbliche Amministrazioni degli Stati Membri dell’Unione Europea In vigore dal 18 aprile 2019
  31. 31. 30 I vantaggi Indispensabile per i fornitori delle Pubbliche Amministrazioni La Finanziaria del 2008 impone che ogni fattura destinata alle PA debba essere emessa in formato elettronico. Questo Sistema permette un’importante attività di monitoraggio e controllo delle finanze pubbliche. Utile anche fra privati Il Decreto Legislativo del 5 agosto 2015 numero 127 ha esteso la fatturazione elettronica anche verso i soggetti privati. L'uso della fatturazione elettronica nei confronti dei soggetti diversi dalla PA è su base volontaria. Riduce i costi dell’impresa Il servizio è gratuito e la gestione digitale riduce l’uso della carta Conservazione a norma Il sistema di conservazione garantisce nel tempo le caratteristiche di autenticità, integrità, affidabilità, leggibilità e reperibilità dei documenti informatici, come previsto dal Codice dell’Amministrazione Digitale (art.44). 30 https://fatturaelettronica.infocamere.it
  32. 32. 37
  33. 33. 38 Libri digitali è il nuovo servizio delle Camere di Commercio pensato per aiutare le imprese a gestire in totale sicurezza e con pieno valore legale tutto il processo di digitalizzazione dei libri d’impresa, facendo risparmiare tempo e risorse. Una piattaforma accessibile sempre, dalle società e dai loro intermediari, anche da smartphone e tablet, senza limiti di spazio e di tempo. Conservazione a norma dei libri e registri in formato elettronico con la possibilità di ricerca, visualizzazione ed esibizione dei documenti inseriti Registrazione via web ed accesso mediante SPID o CNS Creazione autonoma di utenze delegate Consultazione dei fascicoli da parte di tutti i delegati Gestione integrata con l’Istituto di Pagamento ICONTO per il versamento, tramite F24, della Tassa di Concessione Governativa e dell’imposta di bollo Estrazione di report statistici Archiviazione e consultazione 1 2 3 4 5 6 Cosa sono i Libri Digitali 38
  34. 34. Garanzia: i libri d’impresa digitali e conservati a norma garantiscono l’immodificabilità delle scritture nel tempo Iter semplificato: i libri d’impresa digitali sono facilmente e velocemente reperibili Riduzione dei costi: la gestione digitale riduce l’uso della carta 39 I vantaggi https://libridigitali.camcom.it
  35. 35. Genesi, Definizione e Finalità La gestione cartacea 40 Costi di gestione: la gestione cartacea dei libri comporta un grande dispendio di risorse, personale e spazi fisici sia per le imprese che per le CCIAA Scarsa efficienza: tutte le operazioni sulle scritture sono svolte sui supporti fisici poco efficienti per tempo, costi e risorse impiegate Iter complesso: la gestione basata sulla carta implica un iter burocratico complesso e poco immediato. Bollatura obbligatoria: • Libri sociali obbligatori per Società per azioni, Società a responsabilità limitata e Cooperative • Ulteriori Libri sociali obbligatori per le Società a responsabilità limitata (articolo 2478 c.c), oltre ai libri previsti dall'articolo 2214 c.c. • Libri e registri obbligatori previsti da leggi speciali Bollatura facoltativa (richiesta per avere certezza del valore probatorio): • Libri contabili • Libri sociali di società a responsabilità limitata • Registri contabili - Legge fiscale e tributaria
  36. 36. Genesi, Definizione e Finalità La gestione cartacea 41
  37. 37. Genesi, Definizione e Finalità La gestione cartacea: vidimazione e bollatura 42
  38. 38. Genesi, Definizione e Finalità Il passaggio al digitale 43 L’articolo 2215-bis del Codice Civile e modificazioni successive apportate con la legge 12 luglio 2011, n. 106 (di conversione del D.L. 13 maggio 2011, n. 70) sanciscono: • l'equivalenza tra le scritture conservate su supporto analogico, cioè sulla carta, e quelle digitali • l’efficacia probatoria dei libri, dei repertori e delle scritture tenuti con strumenti informatici di cui agli articoli 2709 e 2710 del codice civile. Gli obblighi di numerazione progressiva e di vidimazione dei libri sono assolti attraverso l'apposizione di firma digitale e di marca temporale da parte dell'imprenditore o di un delegato sul libro «formato digitalmente». L’imposta di bollo sui documenti informatici fiscalmente rilevanti (fatture, atti, documenti e registri emessi o utilizzati durante l’anno) deve essere effettuata in un unico pagamento da effettuare entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio fiscale tramite F24 telematico (Risoluzione 106/E) La Tassa di Concessione Governativa, per le società di capitale va versata entro il 16 Marzo di ciascun anno, utilizzando il modello F24, esclusivamente in modalità telematica. Questa nuova gestione è disciplinata dal decreto del MEF del 17 giugno del 2014, che l’assolvimento dell’imposta di bollo sui documenti informatici. abroga il precedente decreto del 23 gennaio del 2004 e definisce quindi le modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzioni su diversi supporti.
  39. 39. 44 Conservazione: tramite la creazione di fascicoli strutturati, i libri d’impresa possono essere organizzati per categoria con la possibilità di cercare per parola chiave i testi in essi contenuti. Utenti: società di capitale e di persone per nome del proprio legale rappresentante, verificati mediante il Registro delle Imprese registrati a mezzo SPID o CNS. Deleghe: il Legale Rappresentante può abilitare soggetti terzi ad operare per proprio conto sul servizio Libri Digitali. Pagamenti: •i corrispettivi commerciali per la Camera di Commercio competente verranno versati tramite la piattaforma pagoPA; •facoltativamente, per i titolari IConto, sarà possibile versare le imposte di bollo e la tassa di concessione governativa mediante F24 precompilati. Marca temporalmente le scritture inviate in conservazione semplificando il lavoro dell’impresa + Libri Digitali: caratteristiche del servizio
  40. 40. In pratica… La Home Page Accesso con autenticazione SPID o CNS 45
  41. 41. In pratica…. Adesione al servizio 46
  42. 42. In pratica… Inserimento nuovo libro 47 Inserire i dati del libro selezionando dal menù a tendina la CATEGORIA e TIPO LIBRO. E’ possibile aggiungere delle etichette
  43. 43. In pratica…. Upload documento, verifica e caricamento 48 Prima del caricamento del documento ne viene visualizzato il contenuto
  44. 44. In pratica… Il documento caricato si trova nella posizione indicata in fase di inserimento 49
  45. 45. In pratica… Il documento caricato può essere visualizzato in diverse modalità 50
  46. 46. In pratica…. Le funzioni di ricerca 51
  47. 47. Grazie per l’attenzione. infocamere.it

×