Smau Milano 2010 Matteo Conti

899 views

Published on

SISTEMA INFORMATIVO DEL TURISMO

Published in: Technology, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
899
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
235
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Smau Milano 2010 Matteo Conti

  1. 1. SISTEMA INFORMATIVO DEL TURISMOSISTEMA INFORMATIVO DEL TURISMO WORKSHOP FORMATIVO SMAU SITur: quando l’innovazione diventa sistema territoriale relatore MATTEO CONTI COMUNE DI MILANO DIREZIONE CENTRALE TURISMO, MARKETING TERRITORIALE, IDENTITÀ territoriale 21.10.2010, ARENA 3 – PAD. 3 ore 14.00 2006 - 2010
  2. 2. INDICE IL SISTEMA INFORMATIVO DEL TURISMO ore 14.00-14.10 Introduzione: cosa è il SITur presentazione/navigazione NPT ore 14.10-14.25 Il modello logico-concettuale Entità e dati Attori coinvolti - Rete utentiAttori coinvolti - Rete utenti Flussi informativi ore 14.25-14.50 Le funzionalità di Reportistica Esempi di analisi dati Caso studio: pianificazione di un Grande Evento ore 14.50-15.00 Spazio per le domande 2© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  3. 3. STRUTTURA E COMPONENTI DEL PROGETTO UN SISTEMA INTEGRATO 1.SISTEMA INFORMATIVO DEL TURISMO La piattaforma tecnologicapiattaforma tecnologica (DB) di raccolta, condivisione e analisi dei dati 2.CALENDARIO GEOREFERENZIATO DEGLI EVENTI (CGE)2.CALENDARIO GEOREFERENZIATO DEGLI EVENTI (CGE) Lo strumento di supporto alla programmazionestrumento di supporto alla programmazione e governance dello SPAZIO (città) e del TEMPO (anno) per gli eventi organizzati dalle amministrazioni e dal privato 3.PORTALI (ISTITUZIONALE E DEL TURISMO) Le interfacceinterfacce di promozione ed erogazione di informazioni e servizi 3© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  4. 4. SISTEMA INTEGRATO: l’NPT IL PORTALE DEL TURISMO (NPT) E’ UNO STRUMENTOE’ UNO STRUMENTO DIDI AGGREGAZIONE E PROMOZIONEAGGREGAZIONE E PROMOZIONE DELL’OFFERTA TURISTICA DELLA CITTA’ EE DIDI EROGAZIONE DEI SERVIZI INFORMATIVIEROGAZIONE DEI SERVIZI INFORMATIVI RIVOLTO A CITTADINI E TURISTI Mediagallery App e widget Mappe e Itinerari Ricettività e ristorazione Luoghi ed Eventi Meteo © COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA 4
  5. 5. MODELLO LOGICO-CONCETTUALE COMUNE MILANO FIERA MILANO OLTRE 170 UTENTIOLTRE 170 UTENTIOLTRE 170 UTENTIOLTRE 170 UTENTI SISTEMA DI PROGRAMMAZIONE DIREZIONI/SERVIZI 1. GRUPPO GESTIONE COMUNE DI MILANO 4 CLASSI di ATTORI4 CLASSI di ATTORI4 CLASSI di ATTORI4 CLASSI di ATTORI ASSOCIAZIONI UNIONE COMM. OPERATORI DIREZIONI/SERVIZI 2. SUPP. TECNICO UTENTI FIN. PORTALEdel TURISMO TURISMO.MILANO.IT MUSEI/TEATRI ….
  6. 6. SISTEMA INTEGRATO: il CGE IL CALENDARIO GEOREFERENZIATO EVENTI E LUOGHI (CGE) E’ UN SISTEMAE’ UN SISTEMA DIDI SUPPORTO ALLA PROGRAMMAZIONESUPPORTO ALLA PROGRAMMAZIONE: DALL’ANALISI DEI BISOGNI, ALLA MAPPATURA E ALL’ANALISI DEI FEEDBACK ZIO 1. ANALISI DEI BISOGNI1. ANALISI DEI BISOGNI 2. PROGRAMMAZIONE2. PROGRAMMAZIONESECONDO LE VARIABILI: SPAZIO TEMPO TEMPO SPAZ 3. DECISIONI3. DECISIONI 4. INIZIATIVE/ATTIVITA’4. INIZIATIVE/ATTIVITA’ 5.5. CUSTOMERCUSTOMER ATTRAVERSO IL SITur I DIVERSI UTENTI HANNO IL VANTAGGIO DI POTER OPERARE SU UN UNICO SISTEMA INTEGRATOUNICO SISTEMA INTEGRATO CHE EROGA LORO SERVIZI A SUPPORTO DELLA GESTIONE DI ATTIVITÀ/EVENTI FACILITANDO LA COMUNICAZIONE E GARANTENDO L’ALLOCAZIONE EFFICIENTE DELLE LOCATION TEMPO 6© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  7. 7. variabile TEMPO – Definizione di EVENTI Il Sistema SITur utilizza i seguenti termini per identificare le tipologie di manifestazioni che gestisce GrandiEventi Gruppidi Eventi Insieme coerente e coordinato di eventi che hanno un unico principio, fine, tema che li accomuna. Può avere estensione geografica a livello Insieme di iniziative e/o singoli eventi coerenti e coordinati a livello comunale (es. MiTo, Natale, Carnevale…) GRANDE EVENTO (es Bella estate, MiTo, Natale, Carnevale…) Gruppo di Eventi Gruppo di Eventi Gruppo di EventiGruppo di Gruppidi EventiEventi Si considera ogni singola manifestazione, aggregazione, rappresentazione “puntuale”, sia essa a scopo culturale, promozionale, politico, religioso, o altro (es. la mongolfiera al Parco Nord) avere estensione geografica a livello di zona o essere focalizzato su un settore/servizio (es. il carnevale del settore sport- la rassegna del teatro XY) Eventi (Carnevale Settore X) Evento (pane futurista) EventoEvento Evento Eventi (Carnevale Settore Y) Evento (visite interattive museo) Evento Eventi (Carnevale Organizz. Esterno) Evento Evento Gruppo di Eventi (rassegna o iniziativa XY) Evento Evento Evento Evento Evento Evento Evento Evento Evento Evento Evento Evento 7© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  8. 8. variabile SPAZIO- Luoghi e “spazi” 8© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  9. 9. ENTITA’–RELAZIONI e DATI Opera LE ENTITA’ NEGLI ANNI 2009 - 2010 LUOGHI 1.058 OPERE 255 (4cad.) PERSONAGGI 49 EVENTI/GRUPPI: 8.576 MULTIDEMENSIONALEMULTIDEMENSIONALE Personaggio 9© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA Evento DATABASEDATABASE RELAZIONALERELAZIONALE MULTIDEMENSIONALEMULTIDEMENSIONALE
  10. 10. OUTPUT DSSOUTPUT DSS ANALISI TERRITORIALE DEI: FLUSSI DI EVENTI NEL TEMPO TASSI SATURAZIONE (“REDDITIVITA’ ”) LOCATION DSS e REPORTISTICA: esempi PERSONE 10© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  11. 11. La matrice UTENTI – FUNZIONALITA’ 11© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA IL CGE COME DSSIL CGE COME DSS
  12. 12. I GRUPPI e i diversi RUOLI UTENTI I Gruppi sono entità logiche del sistema associabili alle Direzioni dell’Amministrazione o a soggetti esterni che hanno competenze su specifiche aree. Raggruppano gli utenti permettendo loro l’attribuzione di specifici Ruoli: Responsabile: è responsabile di organizzare e gestire la rete (interna ed esterna) dei soggetti deputati all’inserimento dei contenuti di competenza e gestire il flusso delle entità (schede luogo, evento…) di competenza sul CGE Referente: è responsabile dei contenuti e delle informazioni inserite nel sistema rispetto a es. Gruppo MiTo Responsabili sistema rispetto a Correttezza Completezza Veridicità Aggiornamento Lettore: è un utente del sistema di sola lettura, appartenente al Comune con funzioni apicali (es. Direttori/Dirigenti…), che ha la possibilità di utilizzare le funzioni di ricerca e reportistica Lettori e Rete dei Referenti interni ed esterni 12© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  13. 13. SOGGETTO RESPONSABILESOGGETTO RESPONSABILESOGGETTO RESPONSABILESOGGETTO RESPONSABILE CATEGORIE SCHEDECATEGORIE SCHEDECATEGORIE SCHEDECATEGORIE SCHEDE LUOGOLUOGOLUOGOLUOGO SOTTOCATEGORIE SCHEDESOTTOCATEGORIE SCHEDESOTTOCATEGORIE SCHEDESOTTOCATEGORIE SCHEDE LUOGOLUOGOLUOGOLUOGO Architetture eArchitetture eArchitetture eArchitetture e monumentimonumentimonumentimonumenti Abbazie, chiese e basiliche Grattacieli e architettura moderna Monumenti Palazzi, ville, castelli Porte Luoghi della culturaLuoghi della culturaLuoghi della culturaLuoghi della cultura Archivi Biblioteche di pubblica lettura Biblioteche specialistiche Case d'Asta I Gruppi – un esempio DC CulturaDC CulturaDC CulturaDC Cultura Luoghi della culturaLuoghi della culturaLuoghi della culturaLuoghi della cultura Case d'Asta Fondazioni Gallerie Spazi espositivi Luoghi delloLuoghi delloLuoghi delloLuoghi dello spettacolospettacolospettacolospettacolo Cinema Club musica dal vivo Teatri e Auditorium MuseiMuseiMuseiMusei Archeologici Arti applicate e design Arti visive Case museo Musica e spettacolo Scientifici Storici e religiosi Altri
  14. 14. CGE – Compiti e flussi informativi Scheda inviata al WCM del NPT Invio a WCMScheda APPROVATA Check azione Check approv azione da rivedere/ aggiornare WORKFLOWWORKFLOWWORKFLOWWORKFLOW (workflow attuale, in assenza di processo di programmazione eventi) Scheda BOZZA Scheda APPROVABILE flussi WCM RETE REFERENTI CGE (o SOGGETTI ESTERNI - es AGENZIA STAMPA) Compilazione e correzione della scheda, completamento e invio per validazione Schede da non pubblicare (restano su CGE) SCHEDE CGE •Luoghi •Opere •Personaggi •Eventi •Gruppi di Eventi •Grandi Eventi GRUPPO DI GESTIONE CGE Presidio del processo, controllo qualitativo a campione dei dati inseriti nel CGE, reportistica e analisi dati, gestione utenze e profili, supporto Referenti/Responsabili, gestione luoghi e georeferenziazione RESPONSABILI DEI GRUPPI CGE Verifica della correttezza, completezza, veridicità della scheda e della successiva approvazione o rinvio al Referente per correzioni- aggiornamenti 14© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  15. 15. Le funzionalita’ di REPORTISTICA LE DIVERSE TIPOLOGIE DI REPORT REALIZZABILI REPORT DI AMMINISTRAZIONE DEL SISTEMA – Utenti amministrazione – Compilazione schede Eventi – Compilazione schede Luoghi Aggiornamento schede Eventi e Luoghi REPORT DI ANALISI DATI Eventi Occupazione Luoghi (tasso saturazione/“redditività” location) Occupazione e Distribuzione eventi CASO STUDIO: LA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE DI UN GRANDE EVENTO NEL CONFRONTO di MITO 2009 - 2010 15© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  16. 16. REPORTISTICA – amministrazione 1/2 UTENTI AMMINISTRAZIONE genera una lista di utenti, comprensiva del relativo ruolo e gruppo di appartenenza che risponde ai filtri impostati. Il dato viene utilizzato nel corso della gestione e del controllo delle utenze COMPILAZIONE SCHEDE EVENTI per ogni scheda Evento che risponde ai filtri impostati, il sistema genera un report contenente lo stato dei campi compilati. Il report viene utilizzato per monitorare, dal punto di vistata quali/quantitativo, la completezza di popolamento delle schede rispetto alle informazioni attese e di evidenziarne gli aspetti criticiaspetti critici COMPILAZIONE SCHEDE LUOGHI questo report ha le stesse caratteristiche precedente con la sola differenza di fornire i risultati sul popolamento delle schede Luogo AGGIORNAMENTO SCHEDE EVENTO/LUOGO genera un elenco di dati aggregati, su aggregatori predefiniti (Ente , Gruppo, Categoria, Sottocategoria), risultato dell’elaborazione delle informazioni inserite a sistema, che rispondono ai criteri selezionati. Per ogni aggregatore è visualizzato il relativo contatore di numero di schede. In corrispondenza dell’aggregatore sottocategoria sono posizionati i contatori relativi allo stato delle schede in esame (bozza, approvato, inviato, …). 16© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  17. 17. Il report generato può avere una doppia finalità: Consuntiva: selezionando un periodo precedente al momento dell’analisi, per verificare la situazione dello stato delle schede inserite. Previsionale: selezionando un periodo successivo al momento dell’analisi, solo per le schede eventi, per monitorare lo stato degli eventi prossimi. REPORTISTICA – amministrazione 2/2 17© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA Il report mostra in funzione degli aggregatori costanti e dei i filtri impostati (periodo) lo stato di aggiornamento degli eventi attivi nel periodo selezionato Il report mostra in funzione degli aggregatori costanti e dei i filtri impostati (categoria luogo musei) lo stato di aggiornamento dei luoghi
  18. 18. REPORT EVENTI Genera un elenco degli eventi inseriti a sistema in funzione dei filtri applicati per consentirne successive analisi quantitative e qualitative Il report oltre a fornire dati numerici significativi per analisi di accadimento e distribuzione nel tempo e nello spazio, consente diverse possibilità di elaborazione dei dati non previste a sistema utilizzando strumenti di supporto (grafici e tabelle pivot excel). REPORTISTICA – analisi dati 1/4 caso di analisi 1: eventi “generici” - trend 01-12 maggio 18© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  19. 19. caso di analisi 2: eventi “mostre” - trend anno 2010 aggregato per zona e mese REPORTISTICA – analisi dati 2/4 19© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  20. 20. OCCUPAZIONE LUOGO genera un elenco di indicatori % suddivisi per categoria eventi, in funzione del periodo di riferimento(*) e degli altri filtri impostati. L’indicatore “netto” esprime in termini percentuali il periodo di occupazione effettiva degli eventi nel luogo; il valore “lordo” include anche l’attività di allestimento/disallestimento degli eventi. REPORTISTICA – analisi dati 3/4 caso di analisi 1: Luogo “esclusivo” Palazzo della Ragione – 7 mesi (periodo aprile – ottobre 2010) 20© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA caso di analisi 1: Luogo “multifunzione” Teatro Arcimboldi – 1 anno (periodo ottobre 2009 – 2010 (*) I periodi di riferimento delle ricerche, sono espressi in: anno: 365 gg mese: 31 gg settimana: 7 gg intervallo: giorni solari dell’intervallo di date
  21. 21. OCCUPAZIONE/DISTRIBUZIONE EVENTI genera un report composto da un grafico e da una mappa che rappresentano la distribuzione temporale (il grafico) e spaziale (la mappa) degli eventi secondo i filtri impostati. REPORTISTICA – analisi dati 4/4 Caso di analisi: eventi aggregati per categoria - periodo settembre-ottobre 2010 - Zona 1 21© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA La mappa rappresenta la distribuzione in Zona 1 degli eventi della categoria Musica La selezione di una delle categorie presenti sulla spalla destra del grafico, apre automaticamente la rappresentazione su mappa
  22. 22. CASO STUDIO: LA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE DI UN GRANDE EVENTO … PENSANDO AD EXPO Nelle prossime slides verrà presentata l’applicazione di alcuni report per l’analisi comparativa dei dati relativi al Festival MITO 2009 – 2010. CASO DI STUDIO l’analisi comparativa dei dati relativi al Festival MITO 2009 – 2010. I report utilizzati sono: Report eventi Report occupazione/distribuzione eventi Per l’analisi comparativa sono stati utilizzati i Report eventi e gli strumenti di supporto (tabelle pivot e grafici excel). 22© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  23. 23. MiTo 2009 CASO STUDIO: PIANIFICAZIONE G.E. Il grafico rappresenta la distribuzione degli eventi MITO 2009 suddivisi per categoria. Selezionando la categoria Musica sulla mappa viene visualizzata distribuzione sul territorio degli eventi. La numerosità degli eventi che insistono su uno stesso luogo è rappresentata dalla diversa dimensione dei focal-point come indicato nella legenda. 23© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  24. 24. MiTo 2010 CASO STUDIO: PIANIFICAZIONE G.E. Il grafico rappresenta la distribuzione degli eventi MITO 2010 suddivisi per categoria. Selezionando la categoria Musica sulla mappa viene visualizzata distribuzione sul territorio degli eventi. La numerosità degli eventi che insistono su uno stesso luogo è rappresentata dalla diversa dimensione dei focal-point come indicato nella legenda. 24© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  25. 25. Analisi comparativa: Festival MiTo 2009 - 2010 CASO STUDIO: PIANIFICAZIONE G.E. 25© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA
  26. 26. I SALUTI GRAZIEGRAZIE DELL’ATTENZIONEDELL’ATTENZIONE CONTATTI: COMUNE DI MILANO DC TURISMO, MARKETING TERRITORIALE, IDENTITA’ SERVIZIO COORDINAMENTO PROGETTI TRASVERSALI VIA DOGANA, 2 – MILANO MATTEO.CONTI@COMUNE.MILANO.IT PER APPROFONDIMENTI: HTTP://TURISMO.MILANO.IT HTTPS://CGE.COMUNE.MILANO.IT 26© COMUNE DI MILANO - RIPRODUZIONE VIETATA

×