Smau Bari 2010 Alessandro Piva

826 views

Published on

Unified Communication & Collaboration: quando la comunicazione libera valore

Published in: Technology, Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
826
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
30
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Smau Bari 2010 Alessandro Piva

  1. 1. Unified C U ifi d Communication & Collaboration: i ti C ll b ti quando la comunicazione libera valore Alessandro Piva School of Management Politecnico di Milano Mail: alessandro piva@polimi it Mail: alessandro.piva@polimi.it 0 Il contesto Una definizione U d fi i i I trend La rilevanza e gli investimenti Gli sponsor e le esigenze Le barriere La governance Le iniziative Le “dimensioni” dell UC&C dimensioni dell’ dell’UC&C I modelli di adozione Le tre vie Agenda 1
  2. 2. 2009: l’anno terribile!! 2 L’impatto della crisi sul budget ICT 7% 19% Diminuito Stabile Aumentato 70% 62% Campione: 102 CIO di Aziende medio-grandi medio- 31% 11% Budget ICT passato g p Budget ICT futuro g (ultimi 3 anni) (prossimi 3 anni) 3
  3. 3. Emergono quattro ambiti in controtendenza + +33% 33% Unified Communication ECM & Collaboration UC&C AEA SN&C Enterprise Content Management +22% ICT +13% Social Network & Community +6% - Adaptive Enterprise Architecture 4 Unified Communication & Collaboration Supporto alla gestione di ogni tipo di comunicazione e collaborazione, interna ed collaborazione, esterna all’impresa in modo unitario e all’impresa, indipendente dai mezzi adottati per veicolarne i contenuti attraverso infrastrutture e strumenti appositi 5
  4. 4. Molto Rilevanza rilevante Rilevante Poco rilevante Imprese Nullo che hanno attivato Ruolo passato e futuro iniziative Ruolo: Passato Futuro di Unified Communication & Collaboration (ultimi 3 anni) (prossimi 3 anni) 91% Campione: 102 aziende 7 Investimento medio 200k € (2008) ( ) 49% Aziende aumenteranno budget 1% Aziende ridurranno budget Campione: 102 aziende 8
  5. 5. Grado di apertura p verso l’esterno Campione: 102 aziende 9 I principali sponsor delle iniziative di UC&C Top Management 25% Direzione Marketing 22% e Commerciale Direzione Risorse Umane 21% e Comunicazione Utenti finali 12% (dipendenti) Direzione Operation 8% e Supply Chain S ppl Clienti 6% Fornitori / Partner 6% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% Campione: 102 aziende 10
  6. 6. Le principali esigenze che spingono le iniziative di UC&C Supporto 60% alla collaborazione Efficienza e riduzione 54% dei costi Efficacia e tempestività 43% dei processi e delle decisioni Integrazione e collaborazione 25% con fornitori Gestione 22% della d ll conoscenza Innovazione 19% dei prodotti e servizi Relazione e servizio 18% ai clienti Senso di appartenenza 15% e clima aziendale Flessibilità 9% al cambiamento Formazione e crescita 7% individuale Compliance e normative 3% 0% 20% 40% 60% 80% Campione: 102 aziende 11 Le principali barriere nelle iniziative di UC&C Investimenti 37% e costi necessari Difficoltà a identificare 34% e valutare i benefici economici Scarsa conoscenza 28% delle potenzialità Resistenze degli individui 24% all'utilizzo Mancanza 21% di sponsorship Necessità 20% di cambiamenti organizzativi Limiti 18% nelle tecnologie disponibili Percezione di scarsa sicurezza 15% dei dati e delle informazioni Scarsa rilevanza 12% per il business 0% 10% 20% 30% 40% Campione: 102 aziende 12
  7. 7. La governance delle iniziative UC&C Sistemi di governance formalizzati per lo sviluppo e gestione delle iniziative Campione: 102 aziende 13 La governance delle iniziative UC&C Piani espliciti di sviluppo delle iniziative Campione: 102 aziende p 14
  8. 8. Il ruolo e il cambiamento della Direzione ICT + Lo Il Prudente S Stratega Nuovi ruoli e Procedure ne 20 % 23% iamenti nella Direzion N Il Passivo L’Entusiasta Cambi competenze 20% 37% Nuove N - Reattivo R tti Proattivo P tti Campione: 92 aziende - Ruolo della Direzione ICT + 15 Il contributo dei fornitori ICT Poco rilevante Reattivo Proattivo 38% 42% 20% Esiste un forte sensibile gap tra livello attuale di apporto dei fornitori ICT e quello richiesto o desiderato: solo nel 55% dei casi, infatti, le aspettative dei CIO in termini di contributo innovativo vengono soddisfatte (manca, in particolare, una spinta proattiva) 16
  9. 9. Ma cos’è veramente la Unified Communication & Collaboration? Unified Messaging ? Presence ? Convergenza Fisso-mobile ? Multicanalità? Video conference ? 17 Le dimensioni della UC&C Tecnologia abilitante • trasmissione traffico voce e dati su reti IP • funzionalità di fonia (rubrica centralizzata, casella vocale, gestione della chiamata …) chiamata, ) Servizi applicativi • di comunicazione: per la gestione della comunicazione • di presence: per conoscere la disponibilità delle persone presence: • di conferencing: per realizzare meeting tramite Internet conferencing: • di live collaboration: per condividere in tempo reale slide e collaboration: documenti Multicanalità • possibilità di utilizzare device mobili per accedere a servizi/informazioni aziendali • convergenza fisso-mobile fisso- 18
  10. 10. Tecnologia abilitante Benefici Livello di maturità • riduzione dei costi di telefonia • riduzione dei costi di gestione di un’unica infrastruttura • aumento della flessibilità dell’infrastruttura dell infrastruttura • aumento del livello di servizio interno e esterno Campione: 20 aziende 19 Servizi applicativi Benefici Livello di maturità • aumento della produttività del lavoro • velocizzazione di attività/processi e decisioni • riduzione delle spese per viaggi e trasferte • supporto alla collaborazione • valorizzazione di esperienze e conoscenze diffuse Campione: 20 aziende 20
  11. 11. Multicanalità Benefici Livello di maturità • supporto a nuove modalità di lavoro (tele- (tele- lavoro) • facilità di accesso alle informazioni • aumento della produttività del lavoro • velocizzazione di attività/processi e decisioni • riduzione dei costi sostenuti per la telefonia Campione: 20 aziende 21 I modelli di adozione Multicanalità M lti lità Tecnologia pp Servizi applicativi abilitante 22
  12. 12. I modelli di adozione Multicanalità Multicanalità EMBRIONALE FOCALIZZATO 5 7 Servizi  Tecnologia g Servizi  Tecnologia applicativi abilitante applicativi abilitante Multicanalità Multicanalità COMPLETO COMPOSITO 7 1 Servizi  Tecnologia g Servizi  Tecnologia g applicativi abilitante applicativi abilitante 23 Le tre vie Le tre vie … • Tecnologia abilitante • Servizi applicativi S i i li ti i • Multicanalità … e i fattori da considerare • priorità aziendali • giusti sponsor gi ti • indicatori corretti • governance del progetto 24
  13. 13. Ma soprattutto.. Saper cambiare per trovare di l i l volta in volta l’approccio più corretto liberando energie e nuove fonti di valore 25 Unified C U ifi d Communication & Collaboration: i ti C ll b ti quando la comunicazione libera valore Alessandro Piva School of Management Politecnico di Milano Mail: alessandro piva@polimi it Mail: alessandro.piva@polimi.it 26

×