Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Davide Tabarelli a SCE 2012

524 views

Published on

  • Be the first to comment

Davide Tabarelli a SCE 2012

  1. 1. Intervento di Davide Tabarelli Al convegno [co.01] Smart energy: efficienza energetica e fonti rinnovabili nelle 100 città italiane / Smart energy: energy efficiency and renewable resources in 100 Italian citiesDi Lunedì, 29 ottobre 2012 Consulta il programma di SCE2012
  2. 2. L’efficienza nel nuovo scenario energetico. Le potenzialità del comparto residenziale Davide Tabarelli NE Nomisma Energia Bologna 29 OTTOBRE 2012ottobre 2012 1
  3. 3. Agenda I consumi mondiali di energia Crescita troppo sostenuta delle emissioni La politica europea Lo scenario in Italia Il Piano efficienza energetica La SEN Conclusioniottobre 2012 2
  4. 4. Scenario globaleottobre 2012 3
  5. 5. 1,3 miliardi persone non accedono a sistemi commerciali di energia 1 miliardo persone non accede all’elettricità 3 miliardi persone dispone solo di carbone e scarti agricoltura o biomasseottobre 2012 4
  6. 6. Nel 2030 le fonti fossili rappresenterannoancora il 77% della domanda globale Consumi mondiali di energia al 2030 (mld.tep) 20 Altre rinnovabili 2030: 18,0 mld.tep 18 Biomasse 2011: 13,4 mld.tep 16 Idroelettrico 14 Nucleare 12 Carbone 10 Gas 8 Petrolio 6 4 2 0 1965 1970 1975 1980 1985 1990 1995 2000 2005 2010 2015 2020 2025 2030 Fonte: Elaborazioni NE Nomisma Energia su dati IEA e BPottobre 2012 5
  7. 7. Crescita per fonte negli ultimi 10 anni___________ Variazione della domanda di energia primaria per fonti 2000-2011, miliardi di tonnellate equivalenti petrolio 3,00 0,20 0,12 0,19 2,40 0,05 Biomasse Altre 1,80 1,22 rinnovabili Idroelettrico +3,0 Nucleare 1,20 Carbone 0,73 Gas 0,60 Petrolio 0,49 0,00ottobre 20126
  8. 8. Le emissioni mondiali di gas serra Emissioni mondiali di gas serra (Gt CO2 equiv.) 2 q Em issioni di gas 60 a effet t o serra 54,4 diver si dalla CO 2 per consum i ener get ici 48,4 50 47,1 SF6 - Industrial processes 40,0 40 38,0 PFC - Industrial processes 40,8 HFC - Industrial processes N2O - Totale 30 CH4 - Altri 29,5 27,2 CH4 - Energia 20 23,5 CO2 - Altri 21,0 CO2 - Combustibili 10 Consumo combust ibili fossili 0 1990 2000 2005 2008 2030 Fonte: Elaborazioni NE Nomisma Energia su dati IEAottobre 2012 7
  9. 9. Efficienza nella politica Europea Anni ’70: efficienza necessaria per ridurre la dipendenza Direttiva 2002/91/CE sull’efficienza energetica degli edifici (in revisione) Direttiva 2006/32/CE sull’efficienza degli usi finali dell’energia Dicembre 2008: pacchetto clima energia 20-20-20 Aprile 2009 Libro Bianco e approvazione direttive rinnovabili e CO2 Marzo 2011 Piano Efficienza Energetica e Roadmap 2050:-80% CO2 Giugno 2011: proposta di Direttiva Efficienza Energetica Ottobre 2012: Approvazione nuova Direttiva8 ottobre 2012
  10. 10. La nuova Direttiva efficienza energetica_9 ottobre 2012
  11. 11. Il quadro in Italiaottobre 2012 10
  12. 12. I consumi di energia in Italia It alia: dom anda di energia mln.tep Pr evisioni 250 stima 2011: 183 2030: 213 Importazioni elettriche 200 Rinnovabili Nucleare 150 Gas 100 50 Petrolio Carbone 0 1950 1955 1960 1965 1970 1975 1980 1985 1990 1995 2000 2005 2010 2015 2020 2025 2030ottobre 2012 11
  13. 13. La politica in Italia (1)____________________________Legge 30 aprile 1976, n. 373 usi termici negli edifici Legge 308/1982 sul risparmio energetico (PEN 1981)Legge 9 e 10 del 1991 in attuazione del PEN 1988Riforme elettricità 79/99 e gas 164/2000 richiedono efficienzaai distributori di gas e elettricità e introducono i titoli diefficienzaDecreto Lgs. 192/2005 e 311/2006 recepiscono la direttiva2002/91/CE su rendimenti energetici negli edifici 12 ottobre 2012
  14. 14. La politica in Italia (2)______________________________DPR 52/2009: requisiti minimi per la prestazione energeticadegli edifici (richiesto dal 192/2005 entro 4 mesi)Decreto Lgs 115/2008, integrato dal 52/2010, recepiscedirettiva 2006/32/CE su efficienza energeticaLeggi finanziarie degli ultimi anni: detrazione al 55%Decreto Ministeriale 26 giugno 2009 linee guida nazionali perla certificazione (richiesto dal 192/2005 dopo 6 mesi)Luglio 2007 ( luglio 2011) Piano d’Azione Nazionale perl’Efficienza Energetica 13 ottobre 2012
  15. 15. Strategia Energetica Nazionale (1) I quattro obiettivi: Superare le soglie al 2020 indicate dalla Comunitàottobre 2012 14
  16. 16. Strategia Energetica Nazionale (1) Le sette priorità: AL primo posto l’efficienzaottobre 2012 15
  17. 17. PANEE: 50% efficienza dal residenziale Risparmio energetico annuale atteso al 2016 per settore in Italia Mtep/anno 12 10 1,87 Settore trasporti 8 1,73 10,9 Settore industria 6 2,11 Settore terziario 4 5,16 2 Settore residenziale 0 16 ottobre 2012
  18. 18. PANEE: grande potenzialità su riscaldamento Risparmio energetico annuale atteso al 2016 nel residenziale Mtep/anno (PAE 2011 ) 6,00 5,00 Impianti riscaldamento 4,00 2,30 efficienti 5,16 3,00 1,18 Coibentazione 2,00 edifici 0,27 Altre 0,30 Camini e stufe legna 0,05 Condizionatori nuovi 1,00 0,19 0,04 Pannelli solari termici Lavatrici nuove 0,33 Frigoriferi nuovi 0,09 Lavastoviglie nuove 0,41 Sostituzione lampade 0,00ottobre 2012 17
  19. 19. La bolletta elettrica Prezzi elettricità alle famiglie in €cent/kWh20,0 19,4 Costi di Commercializzazione 0,518,0 IVA 1,5 Imposte 1,016,0 3,2 Oneri soprattutto rinnovabili14,0 12,6 0,012,0 1,1 2,6 Trasporto 0,8 Perequazione10,0 1,1 0,2 0,5 Dispacciamento 8,0 2,9 0,1 0,3 6,0 9,8 Combustibile alle centrali 4,0 6,2 (legato al petrolio) 2,0 0,0 IV trim 2004 fine II trim 2012 18 ottobre 2012
  20. 20. Prezzi del gas riscaldamento alti:miglior spinta all’efficienza Prezzo del gas per le famiglie nel 2° semestre 2011 Prezzi in €/mc; consumi compresi tra 20 e 200GJ Estonia 0,33 0,09 Lettonia 0,34 0,10 Bulgaria 0,38 0,08 Polonia 0,39 0,09 Slovacchia 0,41 0,08 UK 0,48 0,02 BiH 0,41 0,11 Prezzo gas Lituania 0,43 0,09 Spagna 0,44 0,08 Ungheria 0,44 0,11 Tasse IVA Lussemburgo 0,50 0,05 inclusa Rep.Ceca 0,48 0,10 Irlanda 0,50 0,10 GermanIA 0,46 0,16 UE UE27 0,48 0,14 Francia 0,52 0,10 Austria 0,51 0,18 Belgio 0,56 0,14 Portogallo 0,62 0,09 Paesi Basi Slovenia 0,47 0,59 0,24 0,17 Italia Italia Italia 0,54 0,30 Danimarca 0,52 0,53 Svezia 0,62 0,50 0,00 0,20 0,40 0,60 0,80 1,00 1,20 19 ottobre 2012
  21. 21. Conclusioni Crescita inarrestabile dei consumi e emissioni Politica europea molto ambiziosa Come in passato molto sull’efficienza energetica Novità: Direttiva e nuova SEN Grandi potenzialità negli edifici Irripetibile occasione di sviluppoottobre 2012 20
  22. 22. Davide Tabarellidavide.tabarelli@nomismaenergia.it--------------------------------------------- NE – Nomisma Energia Via Montebello, 2 40121 – Bologna (Italy) Tel. +39 051 19986550 ottobre 2012 051 19986580 Fax. +39 21

×