Vincenzo Albonico a SCE 2012

393 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
393
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
12
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Vincenzo Albonico a SCE 2012

  1. 1. Intervento di Vincenzo Albonico Al convegno [co.01] Smart energy: efficienza energetica e fonti rinnovabili nelle 100 città italiane / Smart energy: energy efficiency and renewable resources in 100 Italian citiesDi Lunedì, 29 ottobre 2012 Consulta il programma di SCE2012
  2. 2. "Smart energy: efficienza energetica e fonti  rinnovabili nelle 100 città italiane" Vincenzo Albonico Presidente AGESI Bologna, 29 ottobre 2012
  3. 3. LE “PREOCCUPAZIONI” A BRUXELLES“According to Mr Jos Delbeke, the European Commission’sdirector general for climate, the Commission will not come up with any new CO2 reduction targets for 2030 before 2015. “When I see what a limited proposal of a one-lime Amendment provokes in terms of emotions, then I’m losing hope that by 2014 we could come forward with a Comprehensive climate and energy package,” he explained”. Bologna, 29 ottobre 2012
  4. 4. IL “SARCASMO” IN SLOVACCHIA!!Dear all, Savez-vous pourquoi chacun veut être un futurologue? Parce que tout le monde sait ce qui se passera dans 20 ans, mais na aucune idée de ce qui se passera demain.Jozef LEGÉNYpre vzťahy so štátnou správouSenior manasenior manažér ger Relations Institutionelles Bologna, 29 ottobre 2012
  5. 5. IL PATRIMONIO ESISTENTE SUL QUALE INTERVENIREStock e attività di riqualificazione nelle abitazioni al 2011 2011 migliaia % Abitazioni esistenti 30.038 100 Interessate da riqualificazione nei precedenti 10 17.613 58.6 anni - Impiantistica 12.524 41.7 - Strutture 2.756 9.2 - Estetica 9.214 30.7 Fonte: elaborazioni e stime Cresme su dati ISTAT indagine alle famiglie 2012Abitazioni in edifici con oltre 40 anni 2012 2020 Città metropolitane 76.2% 85,2% Città capoluoghi 68.7% 79.7% ITALIA 55.4% 68.6% Fonte: elaborazioni e stime Cresme Bologna, 29 ottobre 2012
  6. 6. IL POTENZIALE DI RINNOVO DEL PATRIMONIO ESISTENTE SUL QUALE INTERVENIREQuota del rinnovo (compresa manutenzione ordinaria) sugli investimenti totali incostruzioni in Italia (Escluso Fonti energetiche rinnovabili). Fonte: Cresme/Si Bologna, 29 ottobre 2012
  7. 7. IL PATRIMONIO SIGNIFICATIVO ESISTENTE SUL QUALE INTERVENIRE(Indispensabile strutturare raccolta dati organica ed affidabile) Patrimonio Immobiliare Italiano (Mil. Mq) PATRIMONIO TOTALE 3.361 PATRIMINIO DA RIQUALIFICARE AI FINI DEL MIGLIORAMENTO EFFICIENZA 556 (*) ENERGETICA Privato 94 UFFICI 231 Pubblico 137 SCUOLE 81 UNIVERSITA’ 14 SPORT / MUSEI 40 Privato 46 RESIDENZALE 160 Pubblico 114 TRASPORTI (Aeroporti/Stazioni) 20 SANITA’ 10 TOTALE PUBBLICO (*) Task Force Confindustria 360 Mil 416 mq Bologna, 29 ottobre 2012
  8. 8. RISPARMI ENERGETICI PAEE 2007-2011 Previsti Ottenuti Previsti Previsti 2010 2010 2016 2020 RESIDENZIALE TERZIARIO ( GWh/ 32.178 44.739 104.757 135.497 INDUSTRIA (Mtep/a) 2,6 3,84 8,9 11,64MINORI CONSUMI ENERGIAOTTENUTI AL 2010 PREVISTI AL 2016 (Mtep/a)RESIDENZIALE 2,70 5,15TERZIARIO 0,43 2,11INDUSTRIA 0,71 1,70TOTALE 3,84 8,96TOTALE RISCALDAMENTO /FLUIDI TERMOV./ACQU.CALDA 6,38 (71,6%)TRASPORTI 0,25 1,87TOTALE GENERALE 4,09 10,77 Bologna, 29 ottobre 2012
  9. 9. LO STATO DI FATTO DEL SETTORE DAL LATO DELLA DOMANDA NECESSITA’ DI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE STRUTTURE IMPIANTI ESERCIZIO, EFFICIENZA ENERGETICA; DOMANDA ELEVATA ED ORIENTATA ALLA ESTERNALIZZAZIONE DIFFICOLTA’ NEL REPERIMENTO DELLE RISORSE ECONOMICHE NECESSARIE PER EFFETTUARE LE PROGETTAZIONI ED I CONSEGUENTI INTERVENTI E SERVIZI MANUTENTIVI Bologna, 29 ottobre 2012
  10. 10. COSA FARENELLA CONSAPEVOLEZZA CHE SITUAZIONE ATTUALE : NON CONSENTE DI REALIZZARE TUTTO E SUBITO CI IMPONE DI INTERVENIRE PRIORITARIAMENTE SUL PATRIMONIO ESISTENTE PER RISPARMIARE SU SPESA CORRENTE (RETROFIT EDIFICIO-IMPIANTI) IMPONE LA PARALLELA ATTIVAZIONE DEGLI INVESTIMENTI PRIVATI ANCHE PER INTERVENTI SUL SETTORE PUBBLICO Bologna, 29 ottobre 2012
  11. 11. PIANI DI INTERVENTORECEPIRE E CONIUGARE I CONCETTI DI “EFFICIENZA” -“RISPARMIO ENERGETICO” – “SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE” –“SERVIZI I ENERGETICI NTEGRATI CON GARANZIA RISULTATO”CONCENTRARSI SU MODELLI OPERATIVI SETTORIALIREALIZZABILIRICERCA DEI FINANZIAMENTI PER REALIZZARE GLIINTERVENTI NECESSARI DI RETROFIT DEL SISTEMA EDIFICIO -IMPIANTO Bologna, 29 ottobre 2012
  12. 12. MODALITA’ DI INTERVENTOPROGETTAZIONE: PILASTRO PRELIMINARE ED INDISPENSABILEPER L’ EFFICIENZA ENERGETICA E SULLA CUI BASE VENGONOSCELTE LE TECNOLOGIE PIU’ OPPORTUNEOPERARE CON UNA PROGETTAZIONE INTEGRATA A MONTEESSENDO LE SOLUZIONI E LE CONSEGUENTI SCELTEPROGETTUALI PER INTERVENTI DI RETROFIT IN MOLTI CASIPIU’ COMPLESSE DI QUELLE PER COSTRUIRE EX NOVO. Bologna, 29 ottobre 2012
  13. 13. MODALITA’ DI INTERVENTOPROGETTAZIONE PER CONSENTIRE CHE GLI INTERVENTI DIRETROFITTING SIANO COMPATIBILI ED INTEGRABILI CON ISISTEMI DELLA CITTA’ SMART DEL DOMANIINTEGRARE IN MODO TECNICAMENTE ED ECONOMICAMENTEOTTIMALE LE BAT CON LE TECNOLOGIE PER LA PRODUZIONE DIENERGIE RINNOVABILI Bologna, 29 ottobre 2012
  14. 14. MODALITA’ DI INTERVENTOPROGETTAZIONE DEL SISTEMA INTEGRATO DI MANUTENZIONETENENDO PRESENTI ANCHE I PRINCIPI DETTATI DALLA “ CARBONFOOT PRINT”: ATTRAVERSO LA DISSEMINAZIONE DELLE “BEST PRACTICES” CON LA FORMAZIONE NELLE SCUOLE E DEGLI UTENTI FINALI Bologna, 29 ottobre 2012
  15. 15. EFFICIENZA ENERGETICA “DERIVATA” DELLE TECNOLOGIE (BAT) E RINNOVABILI OPPUREPROCESSO INDUSTRIALE CHE SI SVILUPPA ATTRAVERSO LE SEGUENTI FASI-ATTIVITA’ FONDAMENTALI PROGETTAZIONE FINANZIAMENTO DEGLI INTERVENTI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE EDIFICIO-IMPIANTO CON LE TECNOLOGIE PIU’ ADEGUATE ED AVANZATE INCLUSE LE RINNOVABILI; Bologna, 29 ottobre 2012
  16. 16. EFFICIENZA ENERGETICAFORNITURA DELL’ENERGIA ATTRAVERSO : ESERCIZIO DEL SISTEMA EDIFICIO-IMPIANTI PER UN PERIODO PRESTABILITO PER COMPLETARE AMMORTAMENTI INVESTIMENTI; ATTIVITA’ DI MANUTENZIONI ORDINARIE E STRAORDINARIEATTRAVERSO CONTRATTO DI RENDIMENTO ENERGETICO CONGARANZIA DI RISULTATO Bologna, 29 ottobre 2012
  17. 17. PREDISPORRE MODELLI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO PER SETTORI (Linee Guida) SETTORE INDUSTRIALEE’ NECESSARIO FAVORIRE SETTORE TERZIARIO “MODELLI” SISTEMICI DI INTERVENTO SETTORIALIATTRAVERSO LINEE GUIDA SETTORE RESIDENZIALE PER L’EFFICIENZA ENERGETICA E DIFFONDERE LE BEST SETTORE PUBBLICO PRACTICES REALIZZATE Social Housing Uffici , Scuole, Musei Illuminazione Pubblica Infrastrutture Sanità/Ospedali Bologna, 29 ottobre 2012
  18. 18. Mettere a fattore comune esperienze e competenze dellaPianificazione territoriale, dei Settori di Ingegneria, Tecnologici e dei Servizi di Facility Management ed Energia(ESCo) ICT, TLC, Service providers,  system integrators, Domotica,  Global Service Interventi di efficienza con vari  Smart Grid Fotovoltaico, solare termico,  modelli di  proposta biomasse, etc. FER SMART CITY/ ESCO GREEN FACILITY MANAGEMENT SISTEMAIMPRESE Illuminaz., cogeneraz., clima,  elettrodom. riqualificaz. edifici,  ect. Bologna, 29 ottobre 2012
  19. 19. SISTEMI FINANZIAMENTO- INCENTIVIDa Conto energia nel caso di possibile applicazione integrativa diproduzione di energia elettrica da fotovoltaico;Autoproduzione con cogenerazioneDa TEE, Defiscalizzazione interventi efficientamentoDa Eventuali finanziamenti RegionaliDa Fondo di Rotazione CdpDa FTT e Sistema BancarioAttraverso LeasingCoperture con Fondi di GaranziaDa finanziamenti europei attraverso ppp /Patto dei Sindaci E’ NECESSARIO RAZIONALIZZARE E SEMPLIFICARE IL SISTEMA DEGLI INCENTIVI IN QUALCHE CASO RIDUCENDOLI Bologna, 29 ottobre 2012
  20. 20. NON SI PUO’ NON FARE “SISTEMA”!!!!!!! Cliente Pubblico ISTITUZIONI Patto dei Sindaci: soggetti interessati ad attivarsi Programmazione scegliendo di investire in proprio o Aggregazione-Sinergie cedere l’obbligo ad una ESCO Coordinamento ISTITUZIONI TECNICHE E DI CONTROLLO soggetti incaricati di verificare il corretto Fonti finanziamento bilanciamento tra domanda ed offerta di europei ed incentivi a servizi e la congruità dei risparmi ottenuti per il livello nazionale riconoscimento Titoli EE;linee guida sulla ER efficienza energetica PP HIPP IE RS AT TNE ONE D A TI R PA SIZI IEST ZIA EA AR DISPO I RICH /GAR E O AN ET ATI G G PR GETT ENT PRO ZIAM OG BLI S B AN O FIN LTAT O RISU P S HI ESCO certificata edSistema Finanziario/ Operatori della Filiera N ER Assicurativo CONSIP-CAR-SUA ART P Soggetti disposti ed interessati a proporre interventi per migliorare Efficienza Energetica Rispondono in solido verso il Cliente Finale Pubblico Privato per il target non raggiunto. Devono svolgere una maggiore azione di diffusione sulla Efficienza Energetica Bologna, 29 ottobre 2012
  21. 21. Bologna, 29 ottobre 2012
  22. 22. www.agesi.itBologna, 29 ottobre 2012

×