Sperimentazioni di design agile

967 views

Published on

0 Comments
3 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
967
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
42
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
3
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Sperimentazioni di design agile

  1. 1. UX Agile Barcamp 2013Sperimentazioni di design Agile
  2. 2. Claudio PustorinoUX designer & FE developerElena ZordanUX/UI designer
  3. 3. Un anno fa...
  4. 4. Sostenere la qualità del progettoUn anno fa...
  5. 5. Sostenere la qualità del progettoempatia con il progetto
  6. 6. Sostenere la qualità del progettovalorizzare il fattore umano
  7. 7. Una domandaÉ sempre possibile?
  8. 8. crescita e sperimentazioni12 mesi...
  9. 9. in sketchinabbiamo avuto modo di sperimentare soluzionialle problematiche ricorrenti che caratterizzanol’adozione della metodologia agile.
  10. 10. strutturazione aziendale vs approccio agile
  11. 11. strutturazione aziendale vs approccio agileSecondo l’opinione comune le metodologie agilia volte faticano ad integrarsi con la strutturaaziendale.Il passaggio necessario per l’integrazione si rivelaspesso doloroso e non privo di rischi.
  12. 12. un processo strutturato di design
  13. 13. limiti imposti da condizioni esterne, progetti e clienti
  14. 14. limiti imposti da condizioni esterne, progetti e clientiL’ecosistema di attori, responsabilità, interessie condizioni iniziali cambia radicalmentedi progetto in progetto.Non sempre un approccio agile è completamentecompatibile con il contesto di progetto.
  15. 15. “Imparare è un’esperienza,tutto il resto è solo informazione“- Albert Einstein
  16. 16. 4 progetti, 4 sperimentazioni di design agile
  17. 17. _ _ _ _ _ Bazaarla condizione ideale
  18. 18. _ _ _ _ _ Bazaarla condizione ideale
  19. 19. Dreamboardspazio all’immaginazioneDreamboardspazio all’immaginazione
  20. 20. Dreamboardspazio all’immaginazioneDreamboardspazio all’immaginazione
  21. 21. sketchin 2013minima efficienza, massima efficacia
  22. 22. sketchin 2013minima efficienza, massima efficacia
  23. 23. inMondadoriil vantaggio di un approccio strutturato
  24. 24. inMondadoriil vantaggio di un approccio strutturato
  25. 25. 4 progetti x 4 iter di lavoro
  26. 26. 4 progetti x 4 iter di lavoro›❯ metodi e strumenti differenti
  27. 27. 4 progetti x 4 iter di lavoro›❯ metodi e strumenti differenti›❯ contesti differenti
  28. 28. 4 progetti x 4 iter di lavoro›❯ metodi e strumenti differenti›❯ contesti differentinel rispetto del processo aziendale
  29. 29. agilenon è un metodo, è un’intenzione
  30. 30. propr. che può fare - da àg(ere) fare, operare,andare, venire (v. Agire) e il suffisso -ile (m).leggiero nei suoi movimenti, destro, flessibile.Deriv. Agilità.àgile [lat.] àgile (m)
  31. 31. essere agili entro i limiti di una struttura è possibileI vantaggi strategici portati dalla strutturazioneaziendale sono molteplici. Un approccio agile nonimpone una linea di lavoro, ma si adatta al contestoin maniera flessibile e costruttiva. Quanto strutturareil lavoro dev’essere una scelta libera, ragionata econsapevole.
  32. 32. la conoscenza è necessaria per essere agiliConoscere una buona varietà di soluzionie di tecniche è fondamentale per poter mantenereun approccio agile.
  33. 33. “Il progetto sistematico non consistenell’uso esclusivo di questa o di quella tecnica,ma nella scelta razionale, da parte del progettistadi una strategia o sequenza che egli ha buoneragioni per ritenere il miglior metodo possibileper formulare e risolvere questioni pertinential suo problema “- John Chris JonesJones, J. C., A method of systematic design, in Conference on design methods (a cura di J. C. Jonese D. G. Thorley), Oxford 1963 (tr. it.: Un metodo di progettazione sistematica, in La metodologiadel progettare, Padova 1967, pp. 53-77).la conoscenza è necessaria per essere agili
  34. 34. non dipende esclusivamente dalle aziende,ma può essere prerogativa delle personecoinvolte nel progetto.Anche l’iter di lavoro più rigido può esserereso più agile mantenendo un approcciopratico e flessibile.essere agili
  35. 35. consapevolezzatutti possono essere agili
  36. 36. Non fate agile, siate agili!
  37. 37. 31.05.2013thank you
  38. 38. Documento redatto da: Claudio Pustorino, Elena Zordan.Contatti: info@sketchin.ch - Tel: +41 (0) 91 600 26 60contatticlaudio@sketchin.ch I @Dark_Megreselena@sketchin.ch I @elenazordanwww.sketchin.ch

×