Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Mobilità nuova, economia e lavoro
La triglia in bicicletta
Livorno 30 marzo 2015
Daniele Mirani
L’Italia è il paese europeo con la più
alta densità di automobili. Il 36
milioni di auto, che rappresentano il
17% del tot...
Si tratta di delineare una visione
diversa per il futuro che sposti la
mobilità dall’auto privata a modalità
più efficient...
La MOBILITA’ NUOVA è
conveniente?
Ci sono studi scientifici che
evidenziano se e in che misura
la mobilità ciclabile gener...
La risposta è positiva, studi
scientifici evidenziano
come una buona mobilità
migliori la qualità delle
città, aumenti la ...
Alcuni casi di studio esteri
I commercianti tendono a
sovrastimare il numero dei clienti
che utilizzano l’auto.
Oslo: i cl...
Alcuni casi di studio esteri
10%
9%
13%
19%
Grafton Street Henry Street
Clienti che utilizza l’auto
Rilevato Commercianti
...
Alcuni casi di studio esteri
Un’indagine condotta su 420 abitanti della prima e
seconda avenue dell’East Village di Mahatt...
Alcuni casi di studio esteri
Conclusioni dello studio:
… trasformare i parcheggi in
piste o corsie ciclabili
“difficilment...
Alcuni casi di studio esteri
Los Angeles. Sulla York Avenue si è
aggiunta una corsia ciclabile a
scapito di una corsia per...
Rapporto tra mobilità benessere e
lavoro …
Le città in testa alle classifiche mondiali del
benessere, come ad esempio Cope...
Alcuni casi di studio italiani
In italia gli studi scientifici che evidenziano una
correlazione tra progetti di riqualific...
Manca la cultura della
programmazione basata su dati …
Un recente studio della Regione
Toscana ha evidenziato come su
63 d...
Manca la cultura della
programmazione basata su dati …
Fino ad oggi i PUM previsti dalla
L. 340/2000 vengono predisposti
s...
Piano Urbano della Mobilità
Sostenibile , verso una visione nuova …
PUMS è un piano strategico per
soddisfare il bisogno d...
Piano Urbano della Mobilità
Sostenibile …una visione nuova …
PUMS
Partecipazione
Monitoraggio
Il PUMS non è uno strumento ...
Verso un nuovo modello di
pianificazione …
L’approccio fornito dal PUMS, cioè la pianificazione partecipata e
l’attivazion...
Una proposta concreta per misurare i
benefici della Mobilità Nuova …
Coinvolgere le scuole nel processo
decisionale per se...
Attivare laboratori all’interno delle
scuole superiori …
Si tratta di coinvolgere gli studenti
delle scuole superiori al f...
Attivare laboratori all’interno delle
scuole superiori …
Si tratta di coinvolgere gli studenti
delle scuole superiori al f...
Indagini dirette per definire il Modal
Split
INDAGINE DIRETTA
Costruire un quadro attendibile degli spostamenti attuali e
...
Conclusioni
Studi scientifici, in particolare stranieri, effettuati anche a livello
universitario dimostrano che intervent...
Mobilità nuova, economia e lavoro
Grazie per la cortese
attenzione
La triglia in bicicletta
Livorno 30 marzo 2015
Daniele ...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Mobilità nuova, economia, lavoro

578 views

Published on

Presentazione del 29-3-2015 a Livorno, Stati Generali della bicicletta, evento preparatorio sul tema della "Mobilità nuova" e della programmazione urbana della mobilità sostenibile.
Cos'è la "mobilità nuova"? Si tratta di delineare una visione diversa per il futuro che sposti la mobilità dall’auto privata a modalità più efficienti: mezzi collettivi, su rotaia, muoversi a piedi o in bicicletta e l’auto solo quando serve, con l'obiettivo di:
- Garantire migliore accessibilità;
- Migliorare la sicurezza;
- Ridurre l’inquinamento;
- Aumentare efficienza del trasporto e la qualità dell’ambiente.
La mobilità nuova conviene anche economicamente: studi scientifici evidenziano come una buona mobilità migliori la qualità delle città, aumenti la sicurezza per chi si sposta, genera posti di lavoro e soprattutto crea un ambiente piacevole per fare acquisti di beni e servizi?

Published in: Government & Nonprofit
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Mobilità nuova, economia, lavoro

  1. 1. Mobilità nuova, economia e lavoro La triglia in bicicletta Livorno 30 marzo 2015 Daniele Mirani
  2. 2. L’Italia è il paese europeo con la più alta densità di automobili. Il 36 milioni di auto, che rappresentano il 17% del totale europeo. Ogni 100 abitanti ci sono 65 auto, la media europea è di 51 auto. Traffico La sicurezza Ambiente salute Nel 2012 si sono registrati in Italia 186.726 incidenti stradali con lesioni a persone. I morti sono stati 3.653, i feriti 264.716. In Italia i morti sulle strade sono maggiori rispetto alla media europea (N. decessi/mil. Ab.). “Secondo due recenti studi europei l’inquinamento atmosferico contribuisce all’incidenza dei tumori al polmone e aumenta ricoveri e decessi per chi soffre di scompenso cardiaco. Il problema
  3. 3. Si tratta di delineare una visione diversa per il futuro che sposti la mobilità dall’auto privata a modalità più efficienti: mezzi collettivi, su rotaia, muoversi a piedi o in bicicletta e l’auto solo quando serve. Cos’è Obiettivi •Garantire migliore accessibilità; •Migliorare la sicurezza; •Ridurre l’inquinamento; •Aumentare efficienza del trasporto e la qualità dell’ambiente. 1) Adeguamento ciclabile delle strade esistenti e di nuova progettazione. 2) Incentivare le zone 30. 3) Lavorare sull’intermodalità. Normativa sulla dotazione di stalli per biciclette. Ecc. Libro Rosso della ciclabilità e mobilità nuova. Mobilità nuova … Agire sul territorio
  4. 4. La MOBILITA’ NUOVA è conveniente? Ci sono studi scientifici che evidenziano se e in che misura la mobilità ciclabile generi effetti positivi sulle attività economiche ? Mobilità nuova … ? La MOBILITA’ NUOVA genera ricchezza sul territorio?
  5. 5. La risposta è positiva, studi scientifici evidenziano come una buona mobilità migliori la qualità delle città, aumenti la sicurezza per chi si sposta, genera posti di lavoro e soprattutto crea un ambiente piacevole per fare acquisti di beni e servizi? Mobilità nuova … La “Mobilità nuova” conviene!
  6. 6. Alcuni casi di studio esteri I commercianti tendono a sovrastimare il numero dei clienti che utilizzano l’auto. Oslo: i clienti che utilizzano l’auto sono il 17%, i commercianti credono che superino il 40%! I commercianti sovrastimano i clienti che usano l’auto … 39% 61% 20% 21% 41% 17% Commercianti Rilevato Mezzo utilizzato A piedi e bici Trasporto Pubblico Auto Oslo 2002, T. Krag
  7. 7. Alcuni casi di studio esteri 10% 9% 13% 19% Grafton Street Henry Street Clienti che utilizza l’auto Rilevato Commercianti Dublino: 1) Grafton street i commercianti ritengono che i clienti che utilizzano l’auto siano oltre il 13% a fronte di un dato reale del 10%. Henry Street la stima fatta è del 19% a fronte di un dato reale del 9%. I commercianti sovrastimano i clienti che usano l’auto …
  8. 8. Alcuni casi di studio esteri Un’indagine condotta su 420 abitanti della prima e seconda avenue dell’East Village di Mahattan, zona caratterizzata da piste ciclabili, rivela che la spesa aggregata dei non automobilisti rappresenta il 95% della spesa globale nell’area interessata. I ciclisti spendono una media di 163 $ alla settimana contro i 143 $ di chi si sposta in automobile. I ciclisti sono cattivi clienti … la spesa vera si fa in macchina … Non automo bilisti 95% Automob ilisti5% Mahattan Est Village - % di clienti Spesa settimanale: - Ciclisti: 163$ - Automobilisti: 143$
  9. 9. Alcuni casi di studio esteri Conclusioni dello studio: … trasformare i parcheggi in piste o corsie ciclabili “difficilmente” può avere un impatto negativo sul volume di business generato nella zona, invece, “questo cambiamento può incrementare l’attività commerciale”. Canada-Toronto: Un indagine condotta in Bloor street evidenzia come solamente il 10% dei clienti utilizzano l’auto e coloro che arrivano a piedi o in bicicletta spendono di più su base mensile. I ciclisti sono cattivi clienti … la spesa vera si fa in macchina …
  10. 10. Alcuni casi di studio esteri Los Angeles. Sulla York Avenue si è aggiunta una corsia ciclabile a scapito di una corsia per le auto. I fatturati dei negozi situati lungo la nuova ciclabile rispetto a quelli non interessati dalla ciclabile risultano molto più alti. $1.116.745 VS $574.778. Meno parcheggi e più piste ciclabili: aumenta il fatturato … Seattle. Un analisi comparativa effettuata prima e dopo la costruzione di una pista ciclabile che portò alla cancellazione di alcuni posti auto sulla 65a strada, ha evidenziato l’impennata del fatturato delle attività commerciali. Università di Washington
  11. 11. Rapporto tra mobilità benessere e lavoro … Le città in testa alle classifiche mondiali del benessere, come ad esempio Copenaghen, Monaco e Berlino hanno in comune una particolare attenzione per la mobilità sostenibile, in particolare quella ciclabile. Le multinazionali scelgono di collocare le proprie sedi amministrative dove vi è un elevato benessere per i loro dipendenti. La mobilità nuova genera posti di lavoro “intelligenti” che generano ricchezza per le città. Mobilità nuova, benessere, lavoro e stili di vita sani …
  12. 12. Alcuni casi di studio italiani In italia gli studi scientifici che evidenziano una correlazione tra progetti di riqualificazione urbana e della mobilità sono pochi e scarsamente documentati … Perché … ?
  13. 13. Manca la cultura della programmazione basata su dati … Un recente studio della Regione Toscana ha evidenziato come su 63 dei principali Comuni della Toscana tenuti dalla LR 27/2012 a predisporre il Piano della Mobilità ciclabile solo 6 abbiamo adempiuto. LR 27 2012 sulla pianificazione della mobilità ciclabile non applicata … La Regione Toscana, mentre ha dati sufficientemente aggiornati sulle medie e grandi strutture di vendita, non ha i dati sul commercio di vicinato, che rappresenta il punto debole della programmazione. L’osservatorio Regionale sul Commercio non detiene i dati dei piccoli negozi di prossimità…
  14. 14. Manca la cultura della programmazione basata su dati … Fino ad oggi i PUM previsti dalla L. 340/2000 vengono predisposti senza raccogliere dati specifici sulla mobilità ciclabile, al contrario i dati degli spostamenti motorizzati sono ampiamente raccolti e analizzati. I Piani Urbani della Mobilità raramente raccolgono dati sulla mobilità ciclabile … In sintesi possiamo dire che la programmazione non si basa sulla conoscenza e non prevede quasi mai un monitoraggio dei fenomeni. Intervento Ex ante ItinereEx post Monitoraggio
  15. 15. Piano Urbano della Mobilità Sostenibile , verso una visione nuova … PUMS è un piano strategico per soddisfare il bisogno di mobilità “ … E’ un piano strategico, per soddisfare i bisogni di mobilità attuali e futuri degli individui al fine di migliorare la qualità della vita nelle città e nei loro quartieri …”. PUMS … le azioni riguardano tutte le forme di mobilità … “ … Le azioni devono riguardare tutte le forme di trasporto, pubbliche e private, passeggeri e merci, motorizzate e non motorizzate, di circolazione e sosta.…”. www.mobilityplans.eu
  16. 16. Piano Urbano della Mobilità Sostenibile …una visione nuova … PUMS Partecipazione Monitoraggio Il PUMS non è uno strumento cogente come il PUM (L. 340/2000) ma sta diventando uno standard europeo, soggetto anche ad essere finanziato. Le linee guida europee per la definizione dei PUMS prevedono la progettazione partecipata e il monitoraggio continuo delle azioni.
  17. 17. Verso un nuovo modello di pianificazione … L’approccio fornito dal PUMS, cioè la pianificazione partecipata e l’attivazione di un sistema di monitoraggio degli interventi, permetterebbe di risolvere le carenze fino ad ora evidenziate attraverso: •Predisposizione di studi attendibili in riferimento alla mobilità sostenibile con particolare attenzione a quella ciclabile; •Programmazione degli interventi su basi scientifiche; •Informazione diffusa sulle conseguenze positive di progetti di pedonalizzazione, mitigazione del traffico, ecc. •La mitigazione dei conflitti che solitamente si generano tra differenti categorie di cittadini nell’ambito della predisposizione dei piani della mobilità.
  18. 18. Una proposta concreta per misurare i benefici della Mobilità Nuova … Coinvolgere le scuole nel processo decisionale per sensibilizzare le generazioni più giovani sul tema della mobilità sostenibile e stili di vita più sani. Sensibilizzare il sistema educativo Prevedere … approccio partecipativo che coinvolga cittadini e stakeholder sin dall’inizio e lungo tutto il processo di pianificazione. Un approccio partecipativo risolve le controversie e contribuisce a aumentare la consapevolezza dei benefici degli interventi. Integrazione, partecipazione e condivisione ApproccioPartecipativo
  19. 19. Attivare laboratori all’interno delle scuole superiori … Si tratta di coinvolgere gli studenti delle scuole superiori al fine di attivare dei veri e propri laboratori dove ricercatori esperti lavorano a fianco degli studenti alla redazione del questionario on line. L’obiettivo è rilevare le abitudini di spostamento, i percorsi casa – scuola, il mezzo utilizzato per spostarsi. Gli studenti diventano parte attiva dell’indagine, la diffondono tramite i social network, coinvolgono le loro famiglie. Monitoraggio continuo degli spostamenti casa – scuola attraverso questionari on line
  20. 20. Attivare laboratori all’interno delle scuole superiori … Si tratta di coinvolgere gli studenti delle scuole superiori al fine di attivare dei veri e propri laboratori dove ricercatori esperti lavorano a fianco degli studenti alla redazione del questionario on line. L’obiettivo è rilevare le abitudini di spostamento, i percorsi casa – scuola, il mezzo utilizzato per spostarsi. Gli studenti diventano parte attiva dell’indagine, la diffondono tramite i social network, coinvolgono le loro famiglie. Monitoraggio continuo degli spostamenti casa – scuola attraverso questionari on line
  21. 21. Indagini dirette per definire il Modal Split INDAGINE DIRETTA Costruire un quadro attendibile degli spostamenti attuali e potenziali degli abitanti del comune. 1. Metodo: rilevazione campionaria rivolta a residenti su spostamenti effettuati in un giorno campione, indicati per origine e destinazione (ora e luogo), per scopo e per mezzo. 2. Mezzo: interviste telefoniche tramite un sistema (CATI) o questionari on-line. 3. L'unità di questo disegno di ricerca è lo spostamento: andare al lavoro, portare i figli a scuola, fare shopping, ecc. La destinazione è qualunque luogo in cui si conclude l'attività. 4. Al contrario dei dati censuari si registrano anche gli spostamenti non sistematici! MODAL SPLIT Mezzi Pubb. 33% Prasp. Motoriz. 27% Ciclisti 36% Pedoni 4%
  22. 22. Conclusioni Studi scientifici, in particolare stranieri, effettuati anche a livello universitario dimostrano che interventi sulla mobilità generano ricchezza per il territori. In Italia tali evidenze scientifiche sono scarsamente documentate, possiamo comunque pensare che tali benefici positivi siano validi anche rispetto alla nostra realtà locale. Le cause di questa situazione sono di tipo normativo e culturale: gran parte degli interventi pubblici non sono basati su dati scientifici. Per il futuro si auspica che le Amministrazioni locali si attivano per la predisposizione dei PUMS privilegiando un approccio partecipativo e sistemi di monitoraggio continuo.
  23. 23. Mobilità nuova, economia e lavoro Grazie per la cortese attenzione La triglia in bicicletta Livorno 30 marzo 2015 Daniele Mirani

×