Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Economia tra seicento e settecento

2,817 views

Published on

Published in: Education
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Economia tra seicento e settecento

  1. 1. Dall’agricoltura tradizionale… murgia scarpa caricato
  2. 2. L’ECONOMIA FRA SEICENTO E SETTECENTO Attività scolastica IV CP Istituto statale “A.MONTI” Asti
  3. 3. Trasformazioni in ambito agricolo (in Inghilterra) Campi Aperti (open fields) Coltivazione a maggese
  4. 4. Campi Aperti (dall’inglese open field) Sistema di ordinamento e suddivisione del terreno agricolo. Nei campi aperti le terre di ciascun agricoltore non erano separate e le decisioni per quanto riguarda le coltivazioni di ogni zona erano prese in comune tra vicini, nel rispetto delle tradizioni. Con il termine Enclosures ci si riferisce alla recinzione dei terreni comuni a favore dei proprietari terrieri avvenuta in Inghilterra tra il XVI e il XIX secolo. Vi sono differenze fisiche tra i vari appezzamenti e ciascun agricoltore ha la libertà di coltivare il terreno secondo le proprie esigenze. Questo nuovo tipo di campi danneggiò principalmente i contadini, che non potevano più usufruire del raccolto, a favore dei grandi proprietari. D’altra parte però questo sistema portò un continuo aumento della domanda di beni agricoli
  5. 5. Coltivazione a maggese Dal latino Maius (maggio). Era infatti, in quel mese che in epoca medievale si era soliti dissodare il campo. Consiste in una superficie agricola lasciata incolta per un periodo prolungato. Il maggese a rotazione costituiva una fase del sistema di avvicendamento delle colture. A rotazione triennale, il maggese doveva restare accessibile come pascolo per il bestiame, in virtù del diritto di “maggese” e di “coltivazione”, come si diceva in epoca moderna (Sfruttamento del suolo). In origine i terreni venivano lasciati a maggese per far riposare il suolo e ricostituire le riserve di fertilità. <ul><li>Gli effetti del maggese sono vari: </li></ul><ul><li>-limitazione delle perdite di </li></ul><ul><li>umidità per evaporazione; </li></ul><ul><li>Mineralizzazione della materia </li></ul><ul><li>organica; </li></ul><ul><li>-contrasto efficace alle erbe </li></ul><ul><li>Infestanti. </li></ul>
  6. 6. … all’agricoltura capitalistica Baldini Lurgo Romano Sangiorgi
  7. 7. AGRICOLTURA CAPITALISTICA COS’E’? Sistema agricolo basato sul capitale DOVE? Inghilterra PERCH È? Scomparsa della piccola proprietà contadina QUANDO? Secondo decennio dell’700
  8. 8. COSA PRODUCE? Diffusione mais Coltivazione delle patate PER IMPORTAZIONE: -zucchero -caffè -the -cacao -tabacco PER ESPORTAZIONE: -frumento
  9. 9. APPROFONDIMENTI <ul><li>CAPITALE PRODUZIONE RICCHEZZA </li></ul><ul><li>CONTADINI: Abbandono dei campi di loro proprietà per andare sotto padrone (Alienazione = perdita dell’essenza) </li></ul><ul><li>manodopera salariata </li></ul><ul><li>Perché l’agricoltura capitalistica si è sviluppata soprattutto in Inghilterra: è il risultato di una coincidenza di fenomeni (trasformazioni della tecnica e della società rurale) che portarono alla rottura del vecchio sistema e permisero un sostanziale aumento della produttività del sistema agricolo: </li></ul><ul><li>1- cessazione dei vincoli feudali a sfruttamento intensivo in seguito alla diffusione delle enclosures, che portò alla privatizzazione delle terre comuni, segnando la fine dell’economia feudale, con il conseguente abbandono delle campagne da parte delle masse contadine, che costituirono la manodopera a buon mercato per la nascente industria; </li></ul><ul><li>2- il rapido incremento demografico, registratosi fin dai primi anni del Settecento, allargò il mercato per l'industria, mettendole a disposizione un’abbondanza di manodopera, specie donne e bambini. </li></ul><ul><li>3- si affermano nuove tecniche agricole che determinato la riduzione e la scomparsa della piccola proprietà contadina il potere nelle mani della ricca borghesia mercantile; </li></ul><ul><li>4- l’Inghilterra conquista la supremazia sui mari, aggiudicandosi nei primi anni del Settecento una posizione nel commercio con il mondo coloniale, le cui colonie garantirono alla nascente industria inglese la possibilità di rifornimento delle materie prime a basso costo; </li></ul><ul><li>5-Londra, diventata il centro del capitale finanziario europeo, favorendo l’avvio agli investimenti. </li></ul>
  10. 10. L’IMPORTANZA DELLA PATATA NELL’ALIMENTAZIONE EUROPEA <ul><li>STORIA </li></ul><ul><li>Originaria dell’America meridionale </li></ul><ul><li>Fu portata in Inghilterra dagli spagnoli a metà del Cinquecento </li></ul><ul><li>Inizialmente fu scarsamente accolta dagli europei che la utilizzarono prevalentemente come cibo per i suini e i prigionieri; poi per sfamare gli eserciti in guerra o in caso di carestie </li></ul><ul><li>VIRT Ù </li></ul><ul><li>Grande svolta per un continente da sempre alle prese con problemi di alimentazione e in piena espansione demografica </li></ul><ul><li>Garantisce un elevato tasso demografico con la conseguente diminuzione del tasso di mortalità </li></ul><ul><li>Garantisce una maggiore eccedenza dopo la ricostituzione di tutto il capitale e il mantenimento di tutto il lavoro impiegato nella produzione </li></ul><ul><li>Aumento delle rendite </li></ul>
  11. 11. Le agricolture europee gibellino giorgione barbero
  12. 12. Mutamenti nell’agricoltura europea Agricoltura Europea Aumento popolazione Più campi Più tecnologia Agricoltura estensiva Ampliamento aree marginali Terrazzamenti marginali Colonizzazione di nuove terre nell’ Europa orientale <ul><li>Bonifica </li></ul><ul><li>Terrazzamento </li></ul><ul><li>Disboscamento </li></ul>
  13. 13. Inghilterra Agricoltura inglese, la più innovativa <ul><li>Dissoluzione dei campi aperti </li></ul><ul><li>( Sistema open fields ) </li></ul><ul><li>Terreni comuni (open lands) </li></ul><ul><li>Agricoltura della comunità </li></ul>Cottages contadini senza terra Sostituzione con le recinzioni (enclousures) <ul><li>Rialzo prezzi agricoli </li></ul><ul><li>Innovazioni </li></ul><ul><li>Investimenti </li></ul>Sostituzione dei campi a maggese con avvicendamento pluriennale Rigenerazione suolo Foraggio
  14. 14. Francia <ul><li>Anche in Francia si verificò una modernizzazione agricola, anche se in maniera più lenta rispetto alla grande potenza inglese, dato che le famiglie contadine continuarono ad esistere e non riuscirono a favorire lo sviluppo di nuove tecnologie. </li></ul><ul><li>Conduzione familiare </li></ul>Scarsità di capitale La piccola proprietà possedeva un terzo della terra totale Grandi proprietà terriere (clero, nobiltà, borghesia) Mezzadria e affitto contadino
  15. 15. Europa orientale Europa meridionale <ul><li>Maggiore sviluppo demografico e della superficie coltivata </li></ul><ul><li>La principale attività è quella tessile (tessuti misti, di seta e di lino) </li></ul><ul><li>In Russia le grandi proprietà terriere si misuravano secondo il numero di servi che vi lavoravano e non per la loro estensione </li></ul><ul><li>Nell’Italia meridionale e in Spagna i sistemi agricoli erano ancora basati : </li></ul><ul><li>Sulla monocultura cerealicola estensiva </li></ul><ul><li>Sul latifondo </li></ul><ul><li>Innovazioni : </li></ul><ul><li>Diffusione di nuove piante alimentari (patate e mais) </li></ul><ul><li>Aumento della superficie coltivata </li></ul>
  16. 16. Dalle manifatture all’industria a domicilio Gruppo:Faccio, Vendrasco,Coppo,Sasso
  17. 17. Attività manifatturiera Protoindustria Progressi significativi Produzione Nelle botteghe artigiane Dall’industria manifatturiera all’industria a domicilio Industrie a domicilio Industria a domicilio
  18. 18. Progressi significativi commerci Da dove veniva la produzione botteghe artigiane industria a domicilio i grandi stabilimenti in numero ridotto manifatture
  19. 19. Protoindustria Aspetto positivo:vitalità Aspetti negativi: poca innovazione tecnologica e poca produttività Ordinamento corporativo Limita produzione artigianale per le sue rigide regole crea un freno al progresso <ul><li>Motivi: </li></ul><ul><li>Per lo stato l’ordinamento corporativo è un limite all’economia </li></ul><ul><li>Nascita industria a domicilio </li></ul>Industria a domicilio fabbrica <ul><li>Investimenti sulle materie prime e sul mercante- imprenditore </li></ul><ul><li>Macchinari e materie prime affidate a famiglie contadine </li></ul><ul><li>Flessibilità:bassi investimenti </li></ul><ul><li>Tecnologie rudimentali e poca produttività </li></ul><ul><li>Investimenti da parte dell’imprenditore </li></ul><ul><li>Macchinari e materie prime in edifici appositi </li></ul><ul><li>Rigidità:più elevati investimenti </li></ul><ul><li>Possibilità di migliorare le tecnologie </li></ul>Il declino
  20. 20. Dall’industria manifatturiera all’industria domicilio fino alle prime fabbriche Industria artigiana Industria a domicilio Industria capitalistica Ubicazione Città Campagna Presso fonti energetiche e materie prime Luogo di lavoro Bottega Domicilio Opificio Esecutori Maestro, lavorante, garzone apprendista Contadino Operaio Tempi di lavoro Continuo Alternato ai lavori agricoli Continuo e coordinato Responsabilità Maestro Mercante-imprenditore Imprenditore capitalistico Proprietà delle Materie prime Maestro   Mercante-imprenditore Imprenditore capitalistico Proprietà degli Strumenti di lavoro Maestro Contadino Imprenditore capitalistico Proprietà del Prodotto finito Maestro Mercante-imprenditore Imprenditore capitalistico Settore produttivo dominante Tessile, edilizia, alimentari, cuoio Tessile Tessile, meccanico siderurgico, ecc.
  21. 21. L’economia – mondo europea Arri, Brumana, Dovano, Fucci
  22. 22. Economia – Mondo Integrazione tra mercati Gerarchia Economico-politica Centro (europa nord-occidentale) Coordinazione Periferia Materie pime Europa Lotte per il dominio economico Mercantilismo Centro scambi Olanda, spagna e portogallo Francia e Inghilterra In declino No sfruttamento risorse Nuove dominatrici Risorse = Materie prime
  23. 23. Olanda 1600 secolo d’oro Guerre commerciali contro Inghilterra Atti di navigazione I porti di Francia e Inghilterra superano quelli olandesi 1700 inizio del declino Spagna Monopolio Commercio con america Solo navi spagnole Francia e Inghilterra ostacolano Il monopolio Trattati di Utrecht E Rastadt Inghilterra ottiene L’asiento(monopolio comm. Schiavi) Commercio triangolare (Europa, Africa e Antille) Tratta degli schiavi
  24. 24. Francia vs Inghilterra Più forte anche grazie alle colonie Antille e colonie settentrionali Francia perde Santo Domingo (canna da zucchero, molto richiesta) Guerra dei 7 anni (Europa, India e Nord America) Vincono gli inglesi Pace di Parigi Inglesi ottengono Lousiana, Canada e Florida
  25. 25. Numero di navi che commerciavano nell’Oceano Indiano tra il 1500-1700 Importazione spagnola di metalli preziosi dalle Americhe Navi mercantili olandesi
  26. 26. Competizioni e conflitti commerciali schillaci caccianiga perino
  27. 27. Nuovi dominatori (Francia e Inghilterra) Guerre commerciali Competizione anglo-francese Le potenze dominanti distruggono il monopolio spagnolo. Scontro anglo-francese ( guerra dei Sette anni ) Competizione per il controllo dei mercati internazionali Ridefinizione potenze economico-commerciali Spagna America Asia Compagnie commerciali Flussi di traffici
  28. 28. Ridefinizione delle gerarchia delle potenze economico-commerciali ( nuovi dominatori dell’ economia mondiale ) Competizione economica, politica e militare per il controllo dei mercati internazionali Dottrina economica del mercantilismo A discapito delle vecchie potenze ( Spagna, Olanda Portogallo ). Seppero utilizzare i prodotti coloniali come materie prime o come merci di riesportazione, commerciate in Europa. Francia e Inghilterra Francia e Inghilterra
  29. 29. SPAGNA FRANCIA E INGHILTERRA Gestiva i traffici con le sue colonie americane in regime monopolistico, impedendo loro di commerciare con altre potenze. Tentarono di distruggere il monopolio spagnolo con il contrabbando e sfruttando le sconfitte spagnole nelle guerre sul continente. L’inghilterra ottene, con i trattati di Utrecht e Rastadt, l’asiento ( l’esclusiva sul commercio degli schiavi delle colonie spagnole ). Si organizzarono complessi di scambi che univano Europa, Africa e America. Il più importante era il commercio triangolare. Francia e Inghilterra contro la Spagna
  30. 30. Nascono i contrasti tra le due potenze dominanti Le colonie assunsero un ruolo strategico in questi conflitti, le più importanti nelle americhe ( Antille e colonie settentrionali ). Francia e Inghilterra in America 1756-63 Guerra dei Sette anni, tra i territori coinvolti nella guerra non solo l'Europa,ma anche l'India e il Nordamerica. FRANCIA Minaccia le colonie inglesi situate ad oriente. Sconfitta dall'Inghilterra. Con la pace di Parigi cedette il Canada. 1763 presenza francese nelle Americhe solo nelle Antille.
  31. 31. Gli europei in Asia Da dominio commerciale si passa alla sovranità commerciale Furono impiantate basi commerciali per i traffici gestiti dalle compagnie di navigazione e in casi eccezionali stabilirono veri e propri poteri territoriali Compagnie commerciali Olanda Inghilterra Francia Compagnia delle Indie orientali East India Company Companie des Indes Flussi di traffici In direzione dell'Europa Cotone, seta,pepe,tè, tinture interasiatici Collegavano le regioni del mar Rosso e del golfo Persico con l'India

×