Case History sulle Sitemap XML

1,126 views

Published on

Case history che mette in evidenza una relazione diretta e marcata tra la configurazione della sitemap XML ed il posizionamentosu Google. Da un intervento di Maurizio Petrone al Convegno GT 2010.

  • Be the first to comment

Case History sulle Sitemap XML

  1. 1. Case History sulle Sitemap XML Maurizio Petrone Proud Member of Riccione, 11 dicembre 2010 Palazzo dei Congressi - V Convegno GT
  2. 2. Le sitemap XML Ce ne sono vari tipi: web, video, news, ecc. • www.sitemaps.org/it/protocol.php • www.google.com/support/webmasters/bin/topic.py?topic=8476 • code.google.com/p/google-sitemap-gen/ In questo caso, parliamo di semplici Sitemap XML per il Web.Maurizio Petrone
  3. 3. Come è nata la Case History • È stata osservata una relazione diretta e marcata, tra la configurazione della sitemap ed il posizionamento su Google • Metodologia: osservazione del fenomeno e ipotesi, isolamento dei fattori, ripetizione dei test, conferma sperimentale.Maurizio Petrone
  4. 4. Ambiente di laboratorio Un sito reale che oggi si presenta così: • 3 anni di anzianità • 2,5 milioni di visite nella propria esistenza • 250 pagine indicizzate su Google • Contenuto: 20% statico, 80% da feed • Buon PR e frequenza di scansione (2.500 pag. al giorno scaricate in media da G.bot) • Contesto competitivo, discreti piazzamentiMaurizio Petrone
  5. 5. L’evento a monte della scoperta Prima Dopo Solo alcune pagine di “contenuto generato da feed” avevano link dal resto del sito. Queste pagine erano indicizzate, sebbene non presenti in sitemap. Aggiorno la sitemap, ma senza fare ping o submitMaurizio Petrone
  6. 6. I primi effetti Le nuove pagine vengono indicizzate. Si posizionano subito bene (così come le altre già presenti). Tutto come previsto.Maurizio Petrone
  7. 7. Tre giorni dopo Crollo vertiginoso delle nuove pagine in SERP. Molte delle vecchie pagine cadono anch’esse, e pure key storiche per cui si posizionava la home page, registrano cali.Maurizio Petrone
  8. 8. La situazione è in stallo Me ne vado comunque in vacanza ;-) (per il settore del sito, è bassa stagione). Al ritorno, la situazione di “penalizzazione” permane immutata. Provo ad annullare tutte le modifiche fatte (tranne una), non cambia niente.Maurizio Petrone
  9. 9. L’ultima cosa da fare Provo a ripristinare la sitemap originaria. Pagine sia vecchie che nuove, recuperano in 48 ore tutto il terreno perdutoMaurizio Petrone
  10. 10. Una relazione tra crawling e ranking?I dati sembrano suggerireuna correlazione direttatra crawling e ranking,almeno per il sito inquestione.Le schermate sono preseda Google WebmasterTools.Maurizio Petrone
  11. 11. Entrata e uscita dalla “penalizzazione”Le statistiche di scansionegiornaliere di Googlebot: hoevidenziato inizio e fine della“penalizzazione”Query “A” - altre pagine siposizionano (peggio) al postodella pagina “A”, risultato: perditadi 50-80 posizioniQuery “B” - si posiziona la stessapagina (home, contenuto statico estorico), ma perde molto terrenoMaurizio Petrone
  12. 12. Le sitemap utilizzate • Sitemap “buona” 50 URL di contenuti “statici”, con indicazioni su priority e changefreq • Sitemap “cattiva” 200 URL di contenuti misti, con indicazioni su priority e changefreq • Sitemap “No Priority” 200 URL di contenuti misti, senza indicazioni sulla priority • Sitemap “No Changefreq” 200 URL di contenuti misti, senza indicazioni sulla changefreq • Sitemap “Completa senza parametri” 200 URL di contenuti misti, senza indicazioni su priority e changefreq • Coppia: sitemap “buona” + sitemap “solo feed” la sitemap “solo feed” ha 150 URL senza indicazioni su priority e changefreqMaurizio Petrone
  13. 13. Effetti delle diverse sitemap Tipo di Sitemap Effetti Buona Scansione normale, indicizzazione corretta Cattiva Scansione ridotta, deindicizzazioni, perdita generalizzata di posizioni No Priority Deindicizzazioni e perdita di posizioni, a macchia di leopardo No Changefreq Perdita di posizioni per alcuni cluster semantici su singole pagine “statiche” Completa senza parametri Sporadiche deindicizzazioni e perdite di posizioni Coppia “buona” + “solo feed” Scansione normale, rare deindicizzazioniMaurizio Petrone
  14. 14. Accorgimenti tecnici Le sitemap sono state testate una per volta, ciascuna due volte, in momenti distinti. Ogni volta è stata aggiornata la sitemap allo stesso URL*, con un Submit per velocizzare * (tranne ovviamente che per la coppia di sitemap) I test sperimentali sono stati limitati al solo tempo necessario a riprodurre i primi effettiMaurizio Petrone
  15. 15. Punti di forza e limiti dello studio • Pro: documenta per la prima volta una relazione diretta tra i parametri in sitemap e crawling, indexing, ranking • Pro: solida metodologia di test • Contro: limitato ad un solo sito web • Contro: esigenze pratiche limitano i test • Contro: non è emerso un modello di ottimizzazione dei parametri sitemap • Pro: Non ancora! ;-)Maurizio Petrone
  16. 16. Grazie! Maurizio PetroneProud Member of www.searchbrain.it/petrone“gray guy” credits: http://thegoldguys.blogspot.com/

×