Oreopithecus bambolii :  vecchie ossa, nuove idee Lorenzo Rook Dipartimento di Scienze della Terra  Università di Firenze
Oreopithecus bambolii, Antropomorfa, vissuta tra 10 e 7 Milioni di anni or sono in Toscana (e in  Sardegna) Mandibola tipo...
Anni ’50 - J. Hurzeler, studiando resti di  Oreopithecus  del Museo di Basilea (Svizzera) si sofferma su alcune peculiarit...
Mandibola donata dal Sig. Tito Nardi al prof. Igino Cocchi, direttore del “ Gabinetto di Geologia dell’Istituto di Studi S...
Pubblicato come nuovo genere sui “Comptes Rendues” dell’Accademia di Francia nel 1872 da Paul Gervais  G. Ristori C.J. For...
Anni ’50 - J. Hurzeler, studiando resti di  Oreopithecus  del Museo di Basilea (Svizzera) si sofferma su alcune peculiarit...
Riuscì ad ottenere grande attenzione dell’opinione pubblica (e finanziamenti) che gli consentirono di seguire continuativa...
Fino al recupero dello scheletro in connessione avvenuto il 2 agosto 1958 Hurzeler in miniera Schizzo originale eseguito a...
La ricostruzione di Hurzeler : troppo “human-like”.....
“ dirompente” anche la interpretazione della posizione filogenetica
Oggi esiste un vasto consenso sulla posizione filogenetica di  Oreopithecus , grazie anche ad una maggiore conoscenza del ...
La discussione attuale su oreopiteco riguarda la sua interpretazione morfo-funzionale: Oreopithecus  era un primate arbori...
Oppure era caratterizzato da un tipo di locomozione con un maggiore grado terrestrialità…
Ginocchio valgo Struttura del piede Morfologia di ischio e sinfisi pubica Struttura e dimensioni della mano lordosi
 
Achitettura dell’ala iliaca Struttura trabecolare in Homo (sx) e Gibbone (dx)
Oreopithecus  – Struttura trabecolare dell’ala iliaca
Tra i primati attuali esiste un modello di bipedia “abituale” comparabile a quella umana? Sarumawashi
Struttura trabecolare dell’ala iliaca in macaca “bipede” (sx) ed in un individuo “normale” (dx)
Sino al 1999, la mano di oreopiteco non era mai stata studiata in dettaglio, e generalmente considerata una mano da antrop...
Oreopithecus  (IGF 11778) Dryopithecus ( CLL-18800)
L’applicazione di una forza notevole nell’opposizione dei polpastrelli durante la presa di precisione è una caratteristica...
Oreopithecus   – orecchio interno BAC-208 1cm
CTscan  e  MicroCT
sistema microtomografico Sorgente raggi X microfocus (200 kVp) Assi micrometrici  programmabili Rivelatore sensibile  ai r...
Immagine radiografica 3D con evidenziata la struttura interna Ricostruzione virtuale 3D del labirinto estratto in seguito ...
Norma laterale Norma superiore
 
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Darwin 1809-2009 Lorenzo Rook

1,027 views

Published on

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,027
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
105
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Darwin 1809-2009 Lorenzo Rook

  1. 1. Oreopithecus bambolii : vecchie ossa, nuove idee Lorenzo Rook Dipartimento di Scienze della Terra Università di Firenze
  2. 2. Oreopithecus bambolii, Antropomorfa, vissuta tra 10 e 7 Milioni di anni or sono in Toscana (e in Sardegna) Mandibola tipo – Montebamboli (GR) Scheletro completo – Baccinello (GR) ->
  3. 3. Anni ’50 - J. Hurzeler, studiando resti di Oreopithecus del Museo di Basilea (Svizzera) si sofferma su alcune peculiarità della dentatura
  4. 4. Mandibola donata dal Sig. Tito Nardi al prof. Igino Cocchi, direttore del “ Gabinetto di Geologia dell’Istituto di Studi Superiori” in Firenze Prima segnalazione: Archivi del Museo di Paleontologia dell’Università di Firenze: 1862 (3 anni dopo la pubblicazione de “L’origine della specie” di C. Darwin)
  5. 5. Pubblicato come nuovo genere sui “Comptes Rendues” dell’Accademia di Francia nel 1872 da Paul Gervais G. Ristori C.J. Forsyth Major
  6. 6. Anni ’50 - J. Hurzeler, studiando resti di Oreopithecus del Museo di Basilea (Svizzera) si sofferma su alcune peculiarità della dentatura
  7. 7. Riuscì ad ottenere grande attenzione dell’opinione pubblica (e finanziamenti) che gli consentirono di seguire continuativamente negli anni 1956-1958 i lavori di estrazione della lignite a Baccinello (Grosseto)
  8. 8. Fino al recupero dello scheletro in connessione avvenuto il 2 agosto 1958 Hurzeler in miniera Schizzo originale eseguito al momento del recupero
  9. 9. La ricostruzione di Hurzeler : troppo “human-like”.....
  10. 10. “ dirompente” anche la interpretazione della posizione filogenetica
  11. 11. Oggi esiste un vasto consenso sulla posizione filogenetica di Oreopithecus , grazie anche ad una maggiore conoscenza del record delle antropomorfe mioceniche europee (e africane)
  12. 12. La discussione attuale su oreopiteco riguarda la sua interpretazione morfo-funzionale: Oreopithecus era un primate arboricolo come il gibbone attuale?
  13. 13. Oppure era caratterizzato da un tipo di locomozione con un maggiore grado terrestrialità…
  14. 14. Ginocchio valgo Struttura del piede Morfologia di ischio e sinfisi pubica Struttura e dimensioni della mano lordosi
  15. 16. Achitettura dell’ala iliaca Struttura trabecolare in Homo (sx) e Gibbone (dx)
  16. 17. Oreopithecus – Struttura trabecolare dell’ala iliaca
  17. 18. Tra i primati attuali esiste un modello di bipedia “abituale” comparabile a quella umana? Sarumawashi
  18. 19. Struttura trabecolare dell’ala iliaca in macaca “bipede” (sx) ed in un individuo “normale” (dx)
  19. 20. Sino al 1999, la mano di oreopiteco non era mai stata studiata in dettaglio, e generalmente considerata una mano da antropomorfo brachiatore
  20. 21. Oreopithecus (IGF 11778) Dryopithecus ( CLL-18800)
  21. 22. L’applicazione di una forza notevole nell’opposizione dei polpastrelli durante la presa di precisione è una caratteristica anatomica della mano umana e dipende in gran parte dal forte sviluppo del flexor pollicis longus , il principale flessore del pollice. Il tendine del flexor pollicis longus lascia in Homo , sulla faccia palmare della falange distale, una profonda area di inserzione. Un’area di inserzione FLP come osservata in Oreopithecus è nota solo in Homo e negli ominidi fossili.
  22. 23. Oreopithecus – orecchio interno BAC-208 1cm
  23. 24. CTscan e MicroCT
  24. 25. sistema microtomografico Sorgente raggi X microfocus (200 kVp) Assi micrometrici programmabili Rivelatore sensibile ai raggi X Personal Computer: responsabile della sincronizzazione del processo tomografico Oggetto
  25. 26. Immagine radiografica 3D con evidenziata la struttura interna Ricostruzione virtuale 3D del labirinto estratto in seguito ad elaborazione dei dati della MicroTAC
  26. 27. Norma laterale Norma superiore

×