Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Opportunità di mercato, obiettivi e le linee guida dell’Unione Europea a favore delle imprese - Sabina Fiorot (Enviromental Park, Torino)

78 views

Published on

L'intervento di Sabina Fiorot (Enviromental Park, Torino) in occasione del seminario "L'integrazione delle tecnologie dell'idrogeno nelle microreti" che si è svolto il 21 novembre 2019 a Cagliari.

Published in: Technology
  • Have u ever tried external professional writing services like ⇒ www.WritePaper.info ⇐ ? I did and I am more than satisfied.
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • I have always found it hard to meet the requirements of being a student. Ever since my years of high school, I really have no idea what professors are looking for to give good grades. After some google searching, I found this service ⇒ www.HelpWriting.net ⇐ who helped me write my research paper. The final result was amazing, and I highly recommend ⇒ www.HelpWriting.net ⇐ to anyone in the same mindset as me.
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • You are welcome to visit our brilliant writing company in order to get rid of your academic writing problems once and for all! ⇒ www.HelpWriting.net ⇐
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here

Opportunità di mercato, obiettivi e le linee guida dell’Unione Europea a favore delle imprese - Sabina Fiorot (Enviromental Park, Torino)

  1. 1. SEMINARIO L'integrazione delle tecnologie dell'idrogeno nelle Microreti 21 novembre 2019 – ore 9.00 Opportunità di mercato, obiettivi e le linee guida dell’Unione Europea a favore delle imprese Relatore: Sabina Fiorot Enviromental Park-Torino
  2. 2. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese La roadmap Piemonte Idrogeno Azioni internazionali sull’idrogeno Opportunità a livello EU European Hydrogen Valleys Partnership Opportunità a livello IT Casi di successo
  3. 3. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese 2009-2014 2015-2019
  4. 4. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese I D R O G E N O P O L I G H T
  5. 5. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese
  6. 6. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese
  7. 7. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese I Poli di Innovazione regionali POLI DI INNOVAZIONE Soggetti gestori ● Polo AGRIFOOD M.I.A.C. Spa ● bioPmed Bioindustry Silvano Fumero SpA ● CGREEN Pst Spa, Consorzio Proplast, Consorzio Ibis, in ATS ● CLEVER Environment Park, Consorzio Un.i.ver, in ATS ● Polo ICT Fondazione Torino Wireless ● MESAP Centro Servizi Industrie srl ● POINTEX Città Studi Biella Spa I Poli di Innovazione sono strutture che organizzano e diffondono l'innovazione presso PMI, filiere produttive e distretti, con azioni focalizzate sulla promozione del trasferimento di tecnologie e conoscenze e sull'offerta di servizi innovativi alle imprese.
  8. 8. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese 72% Piccole imprese 5% Organismi di ricerca 11% Medie imprese 12% Grandi imprese UN’ASSOCIAZIONE CHE RAGGRUPPA ADERENTI INTERESSATI ALLO SVILUPPO DI PROGRAMMI DI INNOVAZIONE Più del 25% degli aderenti direttamente attivi nel settore energetico I soggetti gestori Oltre 200 aderenti
  9. 9. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Il Polo CLEVER/ le tipologie di finanziamenti Finanziamenti con fondi strutturali POR-FESR a fondo perduto o finanziamento agevolato Meccanismo di finanziamento: - PMI possono presentare i progetti singolarmente oppure in partenariato - GI possono presentare solo in partenariato con almeno una PMI - ODR sono considerati sub-fornitori con quota minima del 20% dei costi totali del progetto (tendenzialmente)
  10. 10. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Il Polo CLEVER/ le tipologie di finanziamenti Intensità d’aiuto: - PI se presentano singolarmente fino al 45% in partenariato fino al 60% - MI se presentano singolarmente fino al 35% in partenariato fino al 50% - GI presentano solo in partenariato con almeno una PMI fino al 40 %
  11. 11. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese OBIETTIVI e AREE TEMATICHE: Incrementare il livello di eco-innovazione connessa alle aree di specializzazione della strategia regionale S3
  12. 12. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese ESACOM Risparmio energetico ed ottimizzazione del comfort GREEN GAS Progetto per lo studio ambientale ed energetico della migliore scelta dei fluidi frigoriferi o refrigeranti contenuti negli impianti di refrigerazione commerciale e trasporto REARE Recupero di energia dalle acque reflue AKER Sistemi di recupero energetico aerodinamico inerziale per veicoli industriali CEERI Convertitore Elettroidraulico ad alta Efficienza per Reti Isolate. SCROLLEXPANDER Espansore e generatore elettrico con geometria a spirale di Archimede e movimento orbitante, per il recupero energetico dei fluidi residui caldi e/o in pressione, in impianti tecnologici SAVER Trasformazione Fiat Panda in veicolo elettrico a batteria BiFOUR Biometano da bioidrogeno prodotto con biodigestione anaerobica bistadio Biogas4Energy Purificazione e condizionamento del biogas da digestione anaerobica dei fanghi da acque reflue Brydghe Generazione idroelettrica distribuita CLEANDRONHY Sistema integrato per la produzione ricarica ed utilizzo di idrogeno per alimentazione elettrica di un drone ad elevate prestazioni ENEPRO Architettura per la gestione energetica dello stabilimento di produzione Il Polo CLEVER/ I numeri dei progetti nel settore energetico Progetti finanziati dal 2016 12 progetti su 23 più di 6 mln € di investimenti più di 3 mln € di contributi pubblici
  13. 13. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese BiFour = Biometano da bioidrogeno prodotto con biodigestioneanaerobica bistadio  Sviluppo di nuove tecnologie waste to energy  Tecnologie di purificazione del bioidrogeno.  Sensoristica di monitoraggio di processo industriale. RUOLO SVOLTO DAL POLO (anche in prospettiva) • Parte attiva all’interno del progetto, con i laboratori dell’EnviPark. • Punto di riferimento per la preparazione della proposal. • Contatto tra realtà insediate anche in Poli differenti. • Mediazione con Autorità del territorio. Imprese coinvolte: AGOREN – Environment Park – Moltosenso – Hysytech – IIT CLEAN-DRONHY = Sistema integrato per la produzione, ricarica ed utilizzo di idrogeno per l'alimentazione elettrica di un drone ad elevate prestazioni:  Aumento tempo di volo rispetto alle batterie;  Veloce tempo di ricarica;  Scelta di materiali ultraleggeri;  Ottimizzazione procedure operative RUOLO SVOLTO DAL POLO (anche in prospettiva) • Nella fase di elaborazione del progetto, il polo ha fornito tutte le informazioni necessarie alla costruzione dello stesso. • Ad ultimazione del progetto sarà richiesta la collaborazione del polo per poter organizzare una serie di eventi per la divulgazione dei risultati. • Supporto alla scelta dei componenti, caratterizzazione celle e configurazione drone Imprese coinvolte: Tecnodelta – Microtex – Stones utilizzo di idrogeno come veicolo energetico: la densità di stoccaggio di energia è notevolmente superiore a quello delle batterie.
  14. 14. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese 10 progetti su 26 più di 4 mln € di potenziali costi più di 2 mln € di finanziamenti agevolati richiesti Progetti 2019 in valutazione (PRISM-E/finanziamento agevolato + contributi a fondo perduto) Principali Temi R&D  Microreti/aree isolate/stoccaggio energia  Mobilità elettrica/quadriciclo elettrico  Smart Grid/generazione elettrica off-shore per microreti isolate  Sensoristica
  15. 15. Mappa degli stakeholders in Piemonte Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese
  16. 16. Progetti FCH JU Piemonte Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Remote area Energy supply with Multiple Options for integrated hydrogen-based TEchnologies Reversible solid oxide Electrolyzer and Fuel cell for optimized Local Energy miX Making hydrogen affordable to sustainably operate Everywhere in European cities Advanced direct biogas fuel processor for robust and cost- effective decentralised hydrogen production Demonstration of large SOFC system fed with biogas from WWTP An innovative approach for renewable energy storage by a combination of hydrogen carriers and heat storage Unlocking unused bio-WASTE resources with loW cost cleAning and Thermal inTegration with Solid oxide fuel cells Green Industrial Hydrogen via Reversible High-Temperature Electrolysis Building Innovative Green Hydrogen systems in an Isolated Territory: a pilot for Europe
  17. 17. New technologies and strategies for fuel cells and hydrogen technologies in the phase of recycling and dismantling Real operation pem fuel cells HEALTH- state monitoring and diagnosis based on dc-dc COnverter embeddeD Eis High Performance PEM Electrolyzer for Cost-effective Grid Balancing Applications ImplementatioN in real SOFC Systems of monItoring and diaGnostic tools using signal analysis to increase tHeir lifeTime Commercial-scale SOFC systems Next Generation PEM Electrolyser under New Extremes Progetti FCH JU Piemonte Hydrogen fuel cell trucks for heavy-duty, zero emission logistics
  18. 18. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Altre partecipazioni Piemonte-Region and Cities Initiatives • Lanciata nel 2016 da FCH JU come supporto a regioni e città per la decarbonizzazione • Aderenti a gennaio 2019, 92 enti regionali e locali in rappresentanza di 22 paesi in Europa (circa 25%) https://www.fch.europa.eu/page/about-initiative
  19. 19. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese • Valutazione business case per diverse applicazioni • Aiuti agli enti per individuare tecnologie e applicazioni • Engagement degli stakeholders • Sviluppo di possibili roadmaps • Perseguire gli obiettivi che permettono la commercializzazione dei sistemi a fuel cell • Previsti investimenti FCH per un totale di circa 1,8 miliardi di euro per queste regioni nei prossimi 5 anni. Come la FCH JU supporta le Region and Cities
  20. 20. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese A partire dal progetto ZERO EMISSION VALLEY Main cities: Lyon, Grenoble, Clermont-Ferrand Objectives: • Simultaneous roll out of: - 1000 H2 vehicles - 20 H2 stations coupled - with 14 electrolysers • 100% green H2 • Sustainable and profitable business model by 2023 Financial partners: 50 M€ cost -Europe : Blending call CEF 2017 (10M€) -Regional Council -Shareholders https://www.eusew.eu/sites/default/files/programme- additional- docs/EUSEW_86_04%20Mathilde%20Cadic%20ARA- FR.pdf
  21. 21. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese FCH JU: DAL 2007 IL PROGRAMMA EU PER INDUSTRIA, RICERCA E INNOVAZIONE HYDROGEN COUNCIL - DAVOS 2016 LINZ HYDROGEN INITIATIVE 2018 Industria Politica Innovaz. 2020 LE AZIONI INTERNAZIONALI PER L’IDROGENO Durante l’incontro informale dei Ministri dell’Energia tenutosi a Linz in Austria dal 17 al 18 settembre, al quale per l’Italia ha partecipato il Sottosegretario Davide Crippa, è stata siglata l’Hydrogen Initiative, un documento di indirizzo politico di sostegno allo sviluppo dell’idrogeno sostenibile.
  22. 22. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Feb 2019 - STRATEGIC VALUE CHAINS - "Hydrogen based and other low carbon Energy conversion“ IPCEI – IMPORTANT PROJECTS OF EUROPEAN COMMON INTERESTS 19 Feb 2019 - MISSIONS IN HORIZON EUROPE “Clean hydrogen and sustainable energy storage technologies with lower environmental footprint and less energy-intensive production” EU ETS Innovation Fund open call in 2020 Grandi progetti a supporto dello sviluppo dell’infrastruttura dell’idrogeno (minimo 50 M€ per progetto, supportato dalla BEI) Manifatturiero Innovazione 2030 Finanza & investimenti
  23. 23. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese OPPORTUNITA’ a LIVELLO EUROPEO • Innovazione: fattore chiave per la crescita Europea • Tecnologie viste come possibili soluzioni per le grandi sfide (cambiamento climatico, nuovo urbanesimo smart etc.) • Strumenti di finanziamento che favoriscono piccole e medie imprese NB: INNOVAZIONE = new or significantly improved product (good or service) introduced to the market, or the introduction within an enterprise of a new or significantly improved process. Programma quadro per la ricerca e l'innovazione per il periodo 2014-2020
  24. 24. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese OPPORTUNITA’ a LIVELLO EUROPEO Forte partenariato tra pubblico e privato con un obiettivo mirato investimento combinato pubblico/privato di 1,73 miliardi di euro è stato investito per portare i prodotti alla disponibilità del mercato entro il 2020
  25. 25. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese
  26. 26. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Horizon 2020 offre una grande varietà di opportunità di finanziamento suddivise tra RESEARCH AND INNOVATION ACTIONS (RIA), INNOVATION ACTIONS (IA) e COORDINATION AND SUPPORT ACTION. Si tratta di tre meccanismi di finanziamento che rimborsano rispettivamente il 100% , 70% e 100% dei costi eleggibili sostenuti per l’implementazione del progetto sostenuto dalla Commissione.
  27. 27. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese
  28. 28. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese
  29. 29. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Prossime call 2020: Opening gennaio 2020 • Treno ad H2 • Heavy duty • Mezzi speciali Trasporto • Green hydrogen • CO2 cattura da processi industriali e riconversione per mezzo di H2 • LOCH meccanismo • Elettrolisi: grossi impianti, elevata efficienza Energia • Hydrogen Valley/ports/islands Overaching PROBABILITEMI Ecodesign, riduzione di critical raw material
  30. 30. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese TECNOLOGIE COME SOLUZIONI AI GRANDI PROBLEMI Diversi work programmes di interesse per la filiera idrogeno ANCHE su aspetti trasversali/economia circolare e sustainable processing industries: • Cross cutting, e.g. call CE-SPIRE-01-2020 Tapping into the potential of industrial symbiosis. Simbiosi industriale estesa all’energia e all’acqua • Sustainable food production e.g. call LC-FNR-06B-2020 Defossilising agriculture –solutions and pathways for fossil-energy-free farming: Close-to-market solutions for fossil-energy-free farming include anche ad esempio veicoli o uso di RES prodotte in loco • Secure, clean and efficient energy, e.g. call LC-SC3-RES-26-2020 Development of next generation renewable fuel technologies from CO2 and renewable energy per riduzione CO2 CE= Circular Economy, LC= Low Carbon
  31. 31. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese SUPPORTO ALLE AZIENDE PMI particolarmente favorite in ogni call e con call specifiche o di supporto. Call specifiche: • European Innovation Council ACCELERATOR (ex SME Instrument): 4 cut off nel 2020. QUALSIASI tematica purchè sia dimostrato il potenziale commerciale ed economico in Europa e oltre. Tecnologie/prodotti/servizi a partire da TRL 6-7. grant + coaching + partecipazione ad eventi selezionati • Future and Emerging Technologies: ricerca blue sky che diventa tecnologia visionaria (TRL bassi) – ultima call H2020 il 13/05/2020 Strumenti di supporto: • INNOSUP: calls per i clusters che riguardano ad esempio nuove filiere territoriali di aziende per creare nuove catene di valore oppure per l’internazionalizzazione • OpenInnovation: calls per aprire alle SMEs infrastrutture di ricerca – competenze e laboratori – intorno a tematiche specifiche (ad esempio: batterie - https://www.teesmat.eu/ ) creano laboratori aperti alle SMEs con chiare regole di accesso, prezziari etc e sono organizzati per temi per permettere alle aziende di trovare risposte ai loro problemi ad esempio di sviluppo di un prodotto offrendo expertise ma anche laboratori e personale qualificato
  32. 32. RIFERIMENTIRIFERIMENTI Work programmes H2020: https://ec.europa.eu/info/funding - tenders/opportunities/portal/scre en/how-to-participate/reference- documents;programCode=H2020 HorizonEurope: https://ec.europa.eu/info/horizon -europe-next-research-and- innovation-framework- programme_en Ricerca progetti e risultati: https://cordis.europa.eu/ Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese
  33. 33. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese MECCANISMO PER COLLEGARE L’EUROPA (CEF-Connecting EU facility) Il Meccanismo per collegare l’Europa, (CEF, ‘Connecting Europe Facility’) è lo strumento dell’UE destinato a migliorare le reti infrastrutturali europee di trasporto, energia e digitali. In particolare è stato definito per realizzare nuove infrastrutture, per ridurre le distanze in Europa nei settori trasporti, energia e telecomunicazioni e per attirare investimenti del settore privato nelle infrastrutture. Il programma prevede una nuova sinergia pubblico-privato attraverso strumenti finanziari di condivisione del rischio con l’obiettivo di colmare le lacune di finanziamento negli investimenti in infrastrutture strategiche. Nel settore dei trasporti, il CEF si prefigge di: a) eliminare le strozzature e realizzare i collegamenti mancanti; b) garantire trasporti sostenibili ed efficienti a lungo termine; c) ottimizzare l’integrazione e l’interconnessione dei modi di trasporto e accrescere l’interoperabilità dei servizi di trasporto.
  34. 34. European Hydrogen Valleys Partnership IT: Emilia Romagna, Umbria La Commissione europea ha introdotto nella programmazione del Fondi 2014-2020 la S3 - Smart Specialisation Strategy, strategia di specializzazione intelligente che ogni Regione attua facendo leva sui propri vantaggi competitivi per specializzarsi in ambiti di eccellenza e priorità strategiche. tre piattaforme di specializzazione tematica intelligente (S3) a sostegno della cooperazione interregionale. AREA AGROALIMENTARE AREA ENERGIA AREA MODERNIZZAZIONE INDUSTRIALE 21 aree tematiche Hydrogen Valley https://s3platform.jrc.ec.europa.eu/hydrogen-valleys Partenariato guidato da: - North of Netherlands (NL) - Auvergne-Rhône Alpes (FR) - Le Normandy (FR) - Aragon (ES)
  35. 35. OPPORTUNITA’ a LIVELLO IT L’Associazione Italiana Idrogeno e Celle a Combustibile – H2IT – costituitasi nell’anno 2005, è un’Associazione autonoma volta a promuovere il progresso delle conoscenze e lo studio delle discipline attinenti le tecnologie ed i sistemi per la produzione e l’utilizzazione dell’idrogeno. Da sempre l’Associazione si è posta di raggiungere gli obiettivi: •di stimolare la creazione dell’infrastruttura per l’uso dell’idrogeno, •essere portavoce degli attori del settore e assicurare un ruolo di leadership per l’Italia nel mercato mondiale. H2IT conta attualmente oltre 26 soci fra Istituzioni, Università, Centri di Ricerca, Aziende e soci individuali .
  36. 36. OPPORTUNITA’ a LIVELLO IT H2IT chiama all’azione tutti gli stakeholder del settore idrogeno, aziende, istituti e non solo, anche privati cittadini per promuovere un’azione collettiva di altissima importanza e priorità strategica, La Commissione Europea ha aperto una consultazione pubblica relativa alle iniziative pubblico private attivabili nel prossimo programma quadro Europeo, Horizon Europe (2021-2027). più di 40 rappresentanti di aziende ed enti di ricerca coinvolti nel settore della mobilità idrogeno hanno partecipato attivamente al fine di avviare un percorso partecipato e condiviso che ha come obiettivo finale quello di aggiornare e ampliare a diverse tipologie di trasporto il Piano Mobilità Idrogeno redatto da H2IT nel 2016, includendo anche un piano attuativo di sviluppo dell’infrastruttura. aggiornamento del Decreto legislativo che disciplina l’attuazione della direttiva 2014/94/UE del Parlamento europeo, sulla realizzazione di una infrastruttura per i combustibili alternativi, detta anche DAFI.
  37. 37. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese “Tavolo sull’Idrogeno • Coinvolgere le imprese e gli altri soggetti operanti nel mondo istituzionale e della ricerca nell’attuazione delle iniziative avviate a livello internazionale nel settore dell’idrogeno e che vedono il MiSE impegnato attivamente: • adesione dell’Italia alla Renewable and Clean Hydrogen Innovation Challenge (IC#8) per accelerare lo sviluppo di un mercato globale dell’idrogeno nell’ambito della partnership della COP21 “Mission Innovation” che impegna l’Italia a raddoppiare gli investimenti pubblici per le attività di ricerca e sviluppo sulle clean-technologies entro il 2021 (Malmö, maggio 2018); • sottoscrizione dell’Italia e di altri 25 Paesi UE alla «The Hydrogen Initiative» nel corso della Conferenza di Linz promossa dalla Commissione Europea. La Commissione ritiene che l’idrogeno sia in grado di offrire un ampio spettro di applicazioni per l’integrazione delle energie rinnovabili nel sistema (Linz, settembre 2018); • sottoscrizione dell’Italia del «Tokyo Statement» per promuovere la cooperazione sulla R&S e la diffusione delle tecnologie dell’idrogeno (Tokyo, ottobre 2018); • partecipazione, nell’ambito della IC#8 di Mission Innovation, al lancio della Hydrogen Valleys Platform da parte della Commissione UE portando l’esperienza del Progetto Sud Tirolo (Anversa, marzo 2019); • Report IEA: “The Future of Hydrogen” – pubblicato a giugno 2019 in vista della Ministeriale G20 Energia a Presidenza giapponese - in cui vengono individuate le raccomandazioni chiave per supportare i Governi e gli altri stakeholder a cogliere le opportunità offerte dallo sviluppo del settore dell’idrogeno prodotto da fonti rinnovabili nella transizione energetica in atto. • recepire lo stato di avanzamento delle iniziative in essere avviate dalle imprese e dagli Enti di Ricerca presenti al tavolo, in un’ottica di sostegno al percorso di decarbonizzazione rafforzato dal Governo, con i nuovi obiettivi al 2030 contenuti nel PNIEC, in cui l’idrogeno derivante da energia rinnovabile assume un ruolo rilevante; • favorire l’individuazione di progetti integrati di interesse della filiera dell’idrogeno, con ricadute in ambito energetico, tecnologico, occupazionale, e le relative ricadute nei territori di riferimento. https://www.mise.gov.it/images/stories/documenti/Report_Tavolo_Idrogeno.pdf
  38. 38. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese “Tavolo sull’Idrogeno https://www.mise.gov.it/images/stories/documenti/Report_Tavolo_Idrogeno.pdf 1° Tavolo- 20 giugno 2019 2° Tavolo- 31 luglio 2019 31 idee progettuali 3° Tavolo- 27 Novembre 2019 analisi di fattibilità delle iniziative proposte che ne approfondisca gli aspetti economici e operativi in un’ottica di sviluppo industriale, e ne studi i vari aspetti normativi e regolamentari relativi a tutta la filiera dell’idrogeno, compresa la regolazione sul settore elettrico per gli accumuli e la partecipazione al mercato.
  39. 39. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Casi di successo Enel Green Power Chile Ltda. ("EGPC") ha avviato la prima micro-rete commerciale di tipo "plug-and-play" alimentata da fotovoltaico solare e da sistemi di accumulo a idrogeno e litio. L'impianto risponde a parte della domanda energetica del campo base presso l'impianto geotermico Enel di Cerro Pabellón, a Ollagüe, nella regione di Antofagasta. L'impianto si basa su un sistema di storage ibrido (HyESS) che comprende: • 125 kWp di PV • 450 kWh di stoccaggio ad idrogeno • 132 kWh di stoccaggio con batterie al litio • Un sistema di controllo ottimizza i flussi di energia elettrica prodotti dai moduli fotovoltaici e assicura che tali flussi siano condivisi in modo efficiente tra i due sistemi di accumulo per garantire la disponibilità continua di energia. • La micro-rete è in grado di fornire energia a zero emissioni 24 ore su 24 senza dover ricorrere a generatori diesel. • L'impianto sia on-grid che off-grid ed è "plug-and-play "
  40. 40. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Casi di successo
  41. 41. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Casi di successo
  42. 42. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese
  43. 43. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese SolidPower: Nel 2012, con fondi esteri dell’americana Leverage Green Energy (LGE) e della londinese Kew Capital (30 milioni di investimenti), lancia il primo cogeneratore denominato Engen-2500, allargandosi presto ai mercati internazionali. Nel 2015 SOLIDpower, in forte espansione, acquisisce, tramite una fusione, la competitor tedesca Ceramic Fuel Cell GmbH, leader sul mercato teutonico, produttore del sistema BlueGen per ambiti residenziali, ampliando così l’offerta di SOLIDpower. Oggi l’impresa distribuisce il sistema EnGen-2500, prodotto in Italia, con una potenza di 2,5 kW elettrici e 2,0 kW termici, destinato a medie utenze residenziali e per usi commerciali dove è previsto un maggiore carico termico. E il generatore BlueGen, attualmente prodotto in Germania, che presenta una taglia di 1,5 kW elettrici ed 0,6 kW termici ed è destinato ad utenze residenziali e commerciali prevalentemente per la parte elettrica. el=60%@1,5kW, over=85%@1,5kW,
  44. 44. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese
  45. 45. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Overview of ene.field and PACE projects Alexandra Tudoroiu-Lakavice 23 January, 2017
  46. 46. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Ene.Field verso PACE The consortium brings together 26 partners including:  the leading European FC micro-CHP developers,  leading European utilities,  leading research institutes,  partners in charge of dissemination and coordination of the project. The Fuel Cells and Hydrogen Joint Undertaking (FCH JU) is committing c. €26 million to ene.field under the EU's 7th Framework Programme for funding research and development Circa 800 FC micro-CHP installati in 11 Paesi
  47. 47. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese
  48. 48. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese  Enefield e ora PACE sono la più grande distribuzione europea di microCHP a FC, che contribuiscono all’ottimizzazione dei prodotti e la loro prossima introduzione sul mercato  Mentre i sistemi microCHP a FC sono già competitivi in relazione all’OPEX e alle emissioni rispetto alle tecnologie tradizionali, i CAPEX devono essere ridotti drasticamente al fine di rendere attrattiva la tecnologia  Collaborazioni tra università, centri di ricerca e aziende competitive contribuisce ad accelerare la riduzione dei costi e ad affrontare alcune sfide chiave nello sviluppo della tecnologia  Supporto finanziario è la chiave in questo periodo di transizione per la commercializzazione di massa come dimostrato dalle tecnologie precedenti (PV e pompe di calore).
  49. 49. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Remote area Energy supply with Multiple Options for integrated hydrogen-based Technologies 2018-2020 Project Budget : 6.761.557 € (European Union through FCH JU: Grant agreement 779541 https://www.remote-euproject.eu/remote-project/
  50. 50. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese Froan island (off-grid) Ginostra (off-grid) Ambornetti (off-grid) Agkistro (micro- grid) RES: 85 kW PV 225 kW Wind P2G: 55 kW (PEM-Hydrogenics) G2P: 100 kW (PEM-Ballard) H2 Storage: 37 m3 BT: 550 kWh (Li-ion) RES: 75 kW PV 49 kW BIOmassa P2G: 18 kW (ALK-EPS) G2P: 85 kW (PEM-EPS) H2 Storage: 6 m3 BT: 92 kWh (Li-ion) RES: 170 kW PV P2G: 50 kW (ALK-EPS) G2P: 50 kW (PEM_EPS) H2 Storage: 21,6 m3 BT: 600 kWh (Li-ion) RES: 0.9 MW Hydro P2G: 25 kW (ALK-EPS) G2P: 50 kW (PEM-EPS) H2 Storage: 12 m3 BT: 92 kWh (Li-ion)
  51. 51. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese GINOSTRA-off grid • Abitanti: 40 persone tutto l’anno, picco a 200 durante l’estate • Economia basata sul turismo, ristoranti, bar, mini-markets • Richiesta energetica variabile da 10-30 MWh/mese tra periodo estivo e invernale • Abbinamento RES+HYESS: RES coprirà circa il 60% del profilo di carico, mentre l'energia rimanente sarà gestita dal sistema HyESS™. • La dimensione selezionata dello stoccaggio dell'idrogeno permette di eseguire un certo stoccaggio stagionale: viene mantenuto quasi pieno durante l'inverno e utilizzato completamente durante l'estate, a causa dell'aumento del consumo dovuto al turismo. Durante l'inverno, tutta la domanda di energia è soddisfatta da RES con un certo contributo dallo stoccaggio.
  52. 52. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese AMBORNETTI-off grid • Mai connesso alla rete, è in atto una valutazione di collegamento via cavo invasivo a generatori di rete o diesel (rete a 400 m più in basso) elevato costo di costruzione • Soluzione rinnovabile 40kW PV+ 50 kW gassificatore a biomassa • Il fotovoltaico copre più della metà del profilo di carico (55%), mentre la restante metà è soddisfatta della biomassa (33%) e il sistema P2P (12%). • In inverno quasi tutta la produzione fotovoltaica serve direttamente il carico e solo una piccola quantità di energia è disponibile per essere immagazzinata, in estate il 50% della produzione fotovoltaica servirebbe direttamente il carico, il 46% andrebbe a ricaricare il P2P, il 2% andrebbe a caricare le batterie senza alcun aumento di costo Nt. Così, una possibile copertura del carico in una tipica giornata estiva può essere: PV è la fonte principale per coprire il carico nelle ore di sole, seguito da P2P e batterie la sera. Il generatore di biomassa viene utilizzato per coprire le ore rimanenti.
  53. 53. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese GINOSTRA-off grid AMBORNETTI-off grid
  54. 54. Opportunità, obiettivi e le linee guida dell’UE a favore delle imprese 0,00 0,20 0,40 0,60 0,80 1,00 1,20 LCOE[€/kWh] DIESEL PV BAT H2 LCOE evaluation for different configurations for the stand-alone power system In una configurazione senza diesel, l'ibridazione dello stoccaggio energetico (batteria più idrogeno) è economicamente più favorevole
  55. 55. ENVIRONMENT PARK S.p.A. Via Livorno, 60 - 10144 Torino - IT T +39.011.2257111 F +39.011.2257225 envipark.com Sabina Fiorot T +39 011.2257267 E sabina.fiorot@envipark.com

×