“Lo Sportello Energia per la crescita e l’innovazione"
La scommessa della Sardegna: efficientamento
energetico e materiali...
Pianificazione regionale in materia di energia

In tema di pianificazione energetica sono già stati approvati i
seguenti s...
Pianificazione regionale in materia di energia

PERCHÉ IL PAEER?

Il PAEER nasce dalla necessità di:
 programmare misure ...
Pianificazione regionale in materia di energia

COSA RAPPRESENTA IL PAEER?

- l’efficienza energetica nella politica europ...
Pianificazione regionale in materia di energia

COSA POTREBBE OTTENERE IL PAEER?

 stimolare la competitività delle nostr...
Pianificazione regionale in materia di energia

Redazione
L’attività di redazione è iniziata nel maggio 2012 ed terminata ...
Pianificazione regionale in materia di energia

SETTORI ECONOMICI DI INTERESSE IN CUI SI E’ SVILUPPATO IL
PAEER:

• Settor...
Pianificazione regionale in materia di energia

PROPOSTA DI ALCUNE PRIORITÀ PER IL POR 2014-2020:
1. Ricerca, innovazione ...
Pianificazione regionale in materia di energia

Priorità Pianificazione energetica
Ricerca innovazione e sviluppo delle sm...
Pianificazione regionale in materia di energia

Priorità Pianificazione energetica

Efficienza energetica degli edifici pu...
Pianificazione regionale in materia di energia

Priorità Pianificazione energetica
Efficienza energetica del settore indus...
Pianificazione regionale in materia di energia

AZIONI PRELIMINARI DEL PIANO:
•
•

Diagnosi Energetica (Audit Energetico)
...
Pianificazione regionale in materia di energia

Efficienza energetica settore civile- pubblico privato.
Azione: legge regi...
Pianificazione regionale in materia di energia

Efficienza energetica settore civile- pubblico privato.
Azione: Strumenti ...
Pianificazione regionale in materia di energia

Efficienza energetica settore civileAzione: Uso di materiali e tecnologie ...
Pianificazione regionale in materia di energia

Efficienza energetica settore civile- pubblico privato.
Azione: Analisi e ...
Pianificazione regionale in materia di energia

Efficienza energetica settore civileAzione: Interventi di riqualificazione...
Pianificazione regionale in materia di energia

GRAZIE PER L’ATTENZIONE
e ora………
Dobbiamo iniziare a lavorare

Cagliari, 2...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

La scommessa della Sardegna: efficientamento energetico e materiali a Km0: opportunità per la ripresa locale - Simona Murroni

613 views

Published on

L'intervento di Simona Murroni, responsabile del Servizio Energia della Regione Sardegna, in occasione dell'evento di presentazione dello Sportello Energia di Sardegna Ricerche “Lo Sportello Energia per la crescita e l’innovazione" tenutosi il 28 gennaio 2014 a Cagliari.

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
613
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
9
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

La scommessa della Sardegna: efficientamento energetico e materiali a Km0: opportunità per la ripresa locale - Simona Murroni

  1. 1. “Lo Sportello Energia per la crescita e l’innovazione" La scommessa della Sardegna: efficientamento energetico e materiali a Km0: opportunità per la ripresa locale Cagliari, 28 gennaio 2014
  2. 2. Pianificazione regionale in materia di energia In tema di pianificazione energetica sono già stati approvati i seguenti stralci del Piano Energetico: 1. il Piano d'Azione Regionale per le Energie Rinnovabili in Sardegna. Documento di indirizzo sulle fonti energetiche rinnovabili. D.G.R. n.12/21 del 20.3.2012 2. il Piano d’Azione dell’Efficienza Energetica Regionale. PAEER 2013-2020. Documento di indirizzo per migliorare l’efficienza energetica in Sardegna. D.G.R. n. 49/31 del 26.11.2013 3. lo Studio sulle potenzialità energetiche delle biomasse in Sardegna. Documento di indirizzo sulle fonti energetiche rinnovabili. D.G.R. n. 50/13 del 3.12.2013 Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 2
  3. 3. Pianificazione regionale in materia di energia PERCHÉ IL PAEER? Il PAEER nasce dalla necessità di:  programmare misure e azioni in materia di efficienza energetica mediante una pianificazione regionale di settore;  recepire i principi e i contenuti della Direttiva 2012/27/CE sull’efficienza energetica, che abroga tra le altre la Direttiva 2006/32/CE;  approfondire una tematica trasversale a tutti i settori di interesse economico del territorio. Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 3
  4. 4. Pianificazione regionale in materia di energia COSA RAPPRESENTA IL PAEER? - l’efficienza energetica nella politica europea, nazionale e regionale sarà un fattore guida; - il driver per il raggiungimento degli obiettivi europei 20-20-20 (rinnovabili, riduzione CO2, risparmio energetico); - una reale opportunità di sviluppo e di ripresa economica del territorio isolano. Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 4
  5. 5. Pianificazione regionale in materia di energia COSA POTREBBE OTTENERE IL PAEER?  stimolare la competitività delle nostre imprese;  liberare risorse economiche rendendole disponibili all’investimento in tecnologie, innovazione e capitale umano;  dare impulso alla creazione di nuova imprenditoria legata al tema dell’innovazione e sviluppo;  stimolare il settore dell’edilizia. Cagliari, 28 giugno 2013 gennaio 2014 Efficientamento di edifici pubblici: strumenti e Regionale 2013 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica normativa 5
  6. 6. Pianificazione regionale in materia di energia Redazione L’attività di redazione è iniziata nel maggio 2012 ed terminata nel novembre 2013 attraverso un METODO PARTECIPATIVO BOTTOM-UP, dalla ideazione alla definizione, che ha coinvolto attivamente: Assessorati Regionali ENAS Comuni e ANCI Province ENEL Consorzi Industriali Consorzi di Bonifica Piccole e grandi imprese Università di Cagliari ESCo Banche Agenzie reg. (Sardegna Ricerche, Bic Sardegna) Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 6
  7. 7. Pianificazione regionale in materia di energia SETTORI ECONOMICI DI INTERESSE IN CUI SI E’ SVILUPPATO IL PAEER: • Settore Civile – Edifici Residenziali/non pubblici • Settore Civile - Edifici Pubblici • Settore Terziario • Settore Idrico Multisettoriale • Settore Agricolo • Settore Trasporti • Settore Industria • Infrastrutture e Reti Elettriche • La comunicazione a supporto della diffusione del documento Cagliari, 28 gennaio 2014 Efficientamento di edifici pubblici: strumenti e Regionale 2013 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica normativa 7
  8. 8. Pianificazione regionale in materia di energia PROPOSTA DI ALCUNE PRIORITÀ PER IL POR 2014-2020: 1. Ricerca, innovazione e sviluppo delle smart grid (reti intelligenti) e di sistemi di accumulo di energia finalizzati allo sviluppo di filiere produttive. 2. Efficienza energetica degli edifici pubblici anche mediante uso di materiali edilizi naturali e sostenibili e sviluppo del mercato dei servizi energetici 3. Efficienza energetica del settore industriale anche tramite i servizi ESCO. Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 8
  9. 9. Pianificazione regionale in materia di energia Priorità Pianificazione energetica Ricerca innovazione e sviluppo delle smart grid (reti intelligenti) e di sistemi di accumulo di energia finalizzati allo sviluppo di filiere produttive. • Considerate le peculiarità del territorio regionale, la Regione Sardegna è un eccellente luogo di sperimentazione di nuovi sistemi di gestione integrata dei sistemi elettrici secondo metodologie “intelligenti”. Si intende implementazione il filone di ricerca sulle smart grid e sistemi di accumulo già avviato dalla Regione Sardegna in collaborazione con centri di ricerca e laboratori regionali, l’università e centri nazionali, consentendo anche lo sviluppo della filiera produttiva ad essa collegata. Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 9
  10. 10. Pianificazione regionale in materia di energia Priorità Pianificazione energetica Efficienza energetica degli edifici pubblici attraverso anche l’uso di materiali edilizi naturali e sostenibili valorizzando i servizi energetici. Gli Enti Pubblici devono svolgere un “ruolo esemplare” in materia, garantendo dal 1 gennaio 2014 che una quota degli edifici sia ristrutturata per rispettare almeno i requisiti minimi di prestazione energetica. Gli ambiti riguardano l’audit e il monitoraggio energetico, l’efficientamento degli impianti, l'isolamento termico e la pratica di gestione e manutenzione del patrimonio edilizio pubblico. Al fine di moltiplicare gli investimenti possibili rafforzare il modello ESCO. Risultato atteso è stimolare una ripresa del mercato edilizio mediante preferibilmente lo sviluppo dei servizi energetici (esco) e incentivando l’uso di prodotti naturali e sostenibili anche di provenienza locale Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 10
  11. 11. Pianificazione regionale in materia di energia Priorità Pianificazione energetica Efficienza energetica del settore industriale anche tramite i servizi esco Nel settore Industriale la gestione della componente energia è vitale per poter restare competitive. Esse dovranno tenere sotto controllo i consumi energetici implementando le soluzioni che rendono minimi i consumi associati. Gli interventi hanno un significato strategico e sono mirati all’ottimizzazione del processo produttivo attraverso l’uso di differenti e migliori tecnologie. Le azioni da attivare anche tramite ESCO, riguardano l'audit energetico e l'implementazione dei sistemi di monitoraggio energetico e la individuazione e valutazione dei possibili miglioramenti nell'efficienza e nel conseguimento dei risparmi elettrico e termico. Risultati attesi oltre all’aumento della competitività delle imprese dell’Isola vi è anche la creazione di nuova imprenditaria legata al tema della innovazione e sviluppo Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 11
  12. 12. Pianificazione regionale in materia di energia AZIONI PRELIMINARI DEL PIANO: • • Diagnosi Energetica (Audit Energetico) Monitoraggio e misurazione degli interventi AZIONI PRELIMINARI SETTORE CIVILE: • • • • • • • • Analisi e classificazione tipologica del patrimonio edilizio isolano Strumenti urbanistici - Regolamenti edilizi ed energetico-ambientali Legge Regionale sulla bioedilizia Adesione al Protocollo Itaca Definizione dei requisiti minimi degli edifici a energia quasi zero Sperimentazione e diffusione di sistemi domotici Formazione per installatori e manutentori di tecnologie energetiche alimentate da FER Uso di materiali, tecniche e tecnologie locali della tradizione e innovativoecocompatibili Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 12
  13. 13. Pianificazione regionale in materia di energia Efficienza energetica settore civile- pubblico privato. Azione: legge regionale bioedilizia Definizione e approvazione di una legge quadro in materia di edilizia sostenibile in coerenza con la certificazione energetica e il rendimento energetico degli edifici. Strumento di promozione e di incentivazione di azioni di sostenibilità. Riferimento per gli strumenti urbanistici locali i quali dovranno indicare le scelte compatibili, le modalità di costruzione in funzione le risorse climatiche, ambientali ed energetiche del luogo d'insediamento che potranno prevedere l’uso di materiali bio-sostenibile privilegiando materiali locali. Risultati attesi: - - Linea politica chiara per enti locali e privati destinata a nuovi edifici e alla riqualificazione del patrimonio esistente. Definizione delle linee guida contenenti una serie di requisiti prestazionali e sistemi di valutazione che correlino i parametri caratteristici di un certo aspetto con gli obiettivi finali rispettosi di valori ambientali. Introduzione della certificazione della Sostenibilità ambientale Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 13
  14. 14. Pianificazione regionale in materia di energia Efficienza energetica settore civile- pubblico privato. Azione: Strumenti urbanistici – regolamenti edilizi ed energeticoambientali – Diffusione presso le amministrazioni locali dei principi di efficientamento negli strumenti urbanistici; l’introduzione nella regolamentazione tecnica di parametri di sostenibilità ambientale e di efficientamento energetico ; strumenti di sostegno. Gli strumenti devono indicare con precisione e esattezza le scelte compatibili, le modalità di costruzione in funzione delle risorse climatiche, ambientali ed energetiche del luogo d'insediamento Essi potrebbero contenere requisiti obbligatori di efficienza energetica e ambientale, requisiti volontari e requisiti incentivati Risultati attesi: - Benefici occupazionali relativi alla filiera partendo dai materiali e componenti alla loro messa in opera - Benefici energetici sia per quanto attiene alle nuove costruzioni che per l’adeguamento di quelli esistenti Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 14
  15. 15. Pianificazione regionale in materia di energia Efficienza energetica settore civileAzione: Uso di materiali e tecnologie locali della tradizione e innovativo ecocompatibile: 1) Divulgazione della conoscenza delle caratteristiche dei materiali per l’edilizia ecocompatibile 2) Promozione del loro uso attraverso sia azioni incentivanti premi volumetrici 3) Diffusione della certificazione di prodotto e nell’uso della filiera corta Risultati attesi: - Benefici occupazionali nel settore edilizio nei processi produttivi dei materiali locali e nelle attività artigianali - Benefici ambientali derivanti dalla riduzione dei costi dei trasporti e conseguente riduzione della CO2 Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 15
  16. 16. Pianificazione regionale in materia di energia Efficienza energetica settore civile- pubblico privato. Azione: Analisi e classificazione del patrimonio edilizio isolano 1) Definizione degli edifici campione 2) Installazione di sistemi di monitoraggio dei consumi e delle condizioni microclimatiche interne 3) Stima delle prestazioni energetiche con approccio botton up 4) Estensione dei risultati su scala regionale ; Risultati attesi: - Supportare e implementare l’uso di sistemi domotici - Definire un modello di risparmio energetico commisurato alla realtà isolana - Sensibilizzare gli utenti - Fornire alle esco strumenti in grado di valutare efficacemente la convenienza economica degli interventi da proporre; Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 16
  17. 17. Pianificazione regionale in materia di energia Efficienza energetica settore civileAzione: Interventi di riqualificazione prestazionale dell’involucro edilizio attraverso la loro incentivazione e integrazione con azioni finalizzate al risparmio energetico: 1) Incrementare l’isolamento termico 2) Sostituzione dei serramenti installazione di sistemi di schermatura solare Risultati attesi: - Supportare il settore dell’edilizia - Implementare le quote di risparmio energetico Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 17
  18. 18. Pianificazione regionale in materia di energia GRAZIE PER L’ATTENZIONE e ora……… Dobbiamo iniziare a lavorare Cagliari, 28 gennaio 2014 Piano d’azione dell’Efficienza Energetica Regionale 2013 18

×