Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Innovazione tecnologica nella PA attraverso gli appalti precommerciali (10 luglio 2019)

17 views

Published on

Presentazione sull'uso strategico degli appalti pubblici a favore dell'innovazione tenuta il 10 luglio 2019 a Cagliari.

Published in: Government & Nonprofit
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Innovazione tecnologica nella PA attraverso gli appalti precommerciali (10 luglio 2019)

  1. 1. INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PA ATTRAVERSO GLI APPALTI PRECOMMERCIALI Cagliari, 10 luglio 2019 Sala Anfiteatro, via Roma 253 SARDEGNA RICERCHE INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PA ATTRAVERSO GLI APPALTI PRECOMMERCIALI Consultazione preliminare di mercato
  2. 2. AGENDA DELLA GIORNATA • Prima Consultazione • h. 9:30 – 11:30 • • AREUS, Azienda Regionale dell’Emergenza-Urgenza della Sardegna • Ideazione, progettazione, prototipazione e sperimentazione di nuove soluzioni tecnologiche HEMS (Helicopter Emergency Medical Service) per interventi in condizioni meteo-ambientali limite. • • Registrazione dei partecipanti • • Apertura dei lavori e saluti istituzionali Presentazione del programma di promozione degli appalti pre-commerciali sottoposti a consultazione di mercato • Susanna Maxia, Responsabile degli Affari Giuridici di Sardegna Ricerche, Responsabile dell’Azione 1.3.1 del POR FESR Sardegna 2014-2020 sugli appalti innovativi • Presentazione dei presupposti e delle caratteristiche distintive della procedura di appalto pre-commerciale, con particolare riferimento alla fase preparatoria, agli obiettivi e alle regole di partecipazione alla consultazione di mercato • Sara Bedin, esperta e valutatrice indipendente in materia di innovation procurement per la Commissione EU, membro della Rete Europea dei Centri nazionali di Competenza in materia di innovation procurement (P2I), Referente nazionale per il programma di assistenza tecnico-legale alla pubblica amministrazione finanziato dalla Commissione EU (EAFIP). • • Illustrazione degli elementi salienti dei fabbisogni di innovazione, • Gianfranco Bussalai, Responsabile Area dei Sistemi Informativi e Reti Tecnologiche AREUS • Rocco Gigliotti, Ingegnere aerospaziale - consulente tecnico AREUS per il progetto HEMS+ • Consultazione del mercato: contributi tecnici, domande e considerazioni.
  3. 3. AGENDA DELLA GIORNATA • Seconda Consultazione - Azienda Ospedaliera Universitaria di Cagliari • h. 11:30 – 13:30 • Ideazione, progettazione, prototipazione e sperimentazione di nuove soluzioni tecnologiche per il miglioramento delle capacità di diagnosi e stadiazione del cancro del retto • • Registrazione dei partecipanti • Apertura dei lavori e saluti istituzionali Presentazione del programma di promozione degli appalti pre-commerciali sottoposti a consultazione di mercato • Susanna Maxia, Responsabile degli Affari Giuridici di Sardegna Ricerche, Responsabile dell’Azione 1.3.1 del POR FESR Sardegna 2014-2020 sugli appalti innovativi • Presentazione dei presupposti e delle caratteristiche distintive della procedura di appalto pre-commerciale, con particolare riferimento alla fase preparatoria, agli obiettivi e alle regole di partecipazione alla consultazione di mercato • Sara Bedin, esperta e valutatrice indipendente in materia di innovation procurement per la Commissione EU, membro della Rete Europea dei Centri nazionali di Competenza in materia di innovation procurement (P2I), Referente nazionale per il programma di assistenza tecnico-legale alla pubblica amministrazione finanziato dalla Commissione EU (EAFIP). • Illustrazione degli elementi salienti dei fabbisogni di innovazione • Luigi Zorcolo, professore ordinario-Dipartimento di Scienze Chirurgiche-Università di Cagliari, Direttore Chirurgia Coloproctologica AOU Cagliari • Angelo Restivo, ricercatore Dipartimento di Scienze Chirurgiche-Università di Cagliari, Chirurgo Chirurgia Coloproctologica referente PDTA Neoplasie del Colon-retto AOU Cagliari, estensore linee guida AIOM per il cancro del retto e dell’ano • Simona Deidda, borsista di ricerca Dipartimento di Scienze Chirurgiche-Università di Cagliari, specializzata in chirurgia dell’apparato digerente, ecografista endo rettale esperta di diagnosi ecografia e stadiazione del cancro del retto • Consultazione del mercato: contributi tecnici, domande e considerazioni • .
  4. 4. AGENDA DELLA GIORNATA • h. 14:30 – 16:30 • • Comune di Pula • Ideazione, progettazione, prototipazione e sperimentazione di nuove soluzioni tecnologiche per la gestione della comunicazione idrica e per il governo dei flussi ittici fra la laguna di Nora e il compendio marino • • Registrazione dei partecipanti • • Apertura dei lavori e saluti istituzionali Presentazione del programma di promozione degli appalti pre-commerciali sottoposti a consultazione di mercato • Susanna Maxia, Responsabile degli Affari Giuridici di Sardegna Ricerche, Responsabile dell’Azione 1.3.1 del POR FESR Sardegna 2014-2020 sugli appalti innovativi • Carla Medau, Sindaca del Comune di Pula • • Presentazione dei presupposti e delle caratteristiche distintive della procedura di appalto pre-commerciale, con particolare riferimento alla fase preparatoria, agli obiettivi e alle regole di partecipazione alla consultazione di mercato • Sara Bedin, esperta e valutatrice indipendente in materia di innovation procurement per la Commissione EU, membro della Rete Europea dei Centri nazionali di Competenza in materia di innovation procurement (P2I), Referente nazionale per il programma di assistenza tecnico-legale alla pubblica amministrazione finanziato dalla Commissione EU (EAFIP). • Illustrazione degli elementi salienti dei fabbisogni di innovazione • Enrico Murru, Responsabile del Servizio Lavori Pubblici del Comune di Pula, Referente comunale del CEAS Laguna di Nora; • Giuseppe Ollano, Tecnico Esperto Laguna di Nora • Consultazione del mercato: contributi tecnici, domande e considerazioni
  5. 5. L’uso strategico degli appalti pubblici a favore dell’innovazione Azione 1.3.1. del POR FESR 2014 2020: Rafforzamento e qualificazione della domanda di innovazione della PA attraverso il sostegno ad azioni di Precommercial Public Procurement e di Procurement dell’innovazione • Appalti pre-commerciali • Appalti d’innovazione Beneficiari: Pubblica Amministrazione e altri soggetti pubblici
  6. 6. DOTAZIONE FINANZIARIA RISORSE FINANZIARIE DEL BANDO € 5.000.000,00: RISORSE FINANZIARIE COMPLESSIVE DELL’AZIONE 1.3.1.: € 11.740.000,00 POR FESR Sardegna 2014/2020 - Asse Prioritario I Rafforzamento e qualificazione della domanda di innovazione della PA attraverso il sostegno ad azioni di Precommercial Public Procurement e di Procurement dell’innovazione. Azione 1.3.1.
  7. 7. INTERVENTI AMMISSIBILI Il bando intende finanziare le stazioni appaltanti che, ove selezionate, si propongono per implementare appalti pre- commerciali finalizzati al soddisfacimento di fabbisogni pubblici di innovazione tecnologica relativi a problematiche esistenti nei seguenti ambiti di intervento pubblico: sanità, ambiente, energia, edilizia sostenibile, scuola, tutela, valorizzazione e sicurezza del territorio, dell’ambiente e del patrimonio che necessitino di servizi e attività di ricerca e sviluppo per essere risolti e siano coerenti con le aree di specializzazione della Strategia regionale di Smart Specialisation. Appalti pubblici pre-commerciali art. 158 c.2 del D.Lgs. 50/2016
  8. 8. Quadro di riferimento del Bando Supporto finanziario per progettare ed eseguire le operazioni Fase II - Attuazione 1 SARDEGNA RICERCHE (REGIONE) Finanziamento PA e IMPRESE PUBBLICHE 2 Pagamento di un corrispettivo OPERATORI ECONOMICI Contratto di appalto Fase I – Bando per la selezione dei fabbisogni di innovazione Autore: Sara Bedin
  9. 9. • Gli appalti pubblici pre-commerciali (Precommercial Public Procurement) possono diventare uno strumento centrale per:  incoraggiare la ricerca di soluzioni innovative e concretizzare i risultati della ricerca;  prototipare e testare nuovi prodotti e servizi;  creare le condizioni per la commercializzazione e l’adozione dei risultati di R&S. • La priorità d’azione della 1.3.1 è realizzata attraverso le aree della S3 che sappiano intercettare le più moderne esigenze della PA e del mercato. • Favorire l’incontro tra domanda ed offerta di innovazione nel mercato della Pubblica Amministrazione. OBIETTIVI
  10. 10. Appalti pre-commerciali (PCP) (art. 158 c. 2 del D.Lgs. 50/2016 e comunicazione CE 799/2007) Rappresentano una tipologia innovativa di appalto che punta a promuovere l'innovazione per garantire servizi pubblici sostenibili e di elevata qualità e si caratterizza per: • l’acquisizione di servizi di Ricerca e Sviluppo (R&S) mediante una procedura di pubblica evidenza, precedente alla fase di commercializzazione; • il cofinanziamento alla ricerca industriale per la realizzazione di servizi e prodotti innovativi non ancora presenti sul mercato (la prestazione del servizio non è interamente retribuita dalla stazione appaltante); • la condivisione di rischi e opportunità fra soggetto appaltante e fornitore; • la suddivisione dei diritti di proprietà intellettuale sui risultati dell’appalto, con il vincolo che essi non appartengano esclusivamente alla stazione appaltante; • lo sviluppo competitivo per fasi.
  11. 11. PCP: procedura multistadio PCP è una gara strutturata in più stadi, che riflettono la normale sequenza del processo di ricerca, sviluppo e innovazione, il quale può comprendere:  l’elaborazione di nuove soluzioni rispondenti al fabbisogno dell’amministrazione, e/o  la prototipazione di tali soluzioni, e/o  la realizzazione di piccole serie sperimentali e  la validazione e testing in laboratorio e  la sperimentazione in ambienti pilota e contesti operativi reali Non comprende l’acquisto su scala commerciale delle soluzioni precedentemente sviluppate
  12. 12. Appalti pre-commerciali (art. 158 c. 2 del D.Lgs 50/2016)
  13. 13. Ricerca & Sviluppo • Per «ricerca industriale» si intende la ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze e capacità da utilizzare per sviluppare nuovi prodotti, o servizi o per apportare un notevole (radicale) miglioramento ai prodotti, o servizi esistenti. Essa comprende la creazione di componenti di sistemi complessi e può includere la costruzione di prototipi in ambiente di laboratorio e la realizzazione di linee pilota, se ciò è necessario ai fini della ricerca industriale, in particolare ai fini della convalida di tecnologie generiche. • Per «sviluppo sperimentale» ai fini del presente Bando, si intende la dimostrazione, il test e la convalida di prodotti, servizi nuovi o migliorati, effettuati in un ambiente e in condizioni operative reali laddove l'obiettivo primario è verificarne le effettive prestazioni e l'apporto di ulteriori miglioramenti tecnici a soluzioni prototipali che non sono sostanzialmente definitivi. Lo sviluppo sperimentale non comprende tuttavia le modifiche di routine o le modifiche periodiche apportate a prodotti, linee di produzione, processi di fabbricazione e servizi esistenti e ad altre operazioni in corso, anche quando tali modifiche rappresentino miglioramenti.
  14. 14. L’iter di finanziamento dei PROGETTI 1. verifica di ammissibilità formale 1. correttezza e completezza della documentazione presentata 2. impegno a completare le attività entro 36 mesi e comunque non oltre il 30 giugno 2023 2. valutazione del fabbisogno pubblico sulla base dei criteri di ammissibilità sostanziale e dei criteri di selezione. 3. inserimento nell’elenco ai fini dell’attivazione della successiva procedura di validazione: – Istruttoria tecnica per la validazione del gap d’innovazione – Istruttoria economica
  15. 15. Verifica tecnica del gap di innovazione Il gap è la distanza tra la soluzione desiderata e le soluzioni attualmente utilizzate o utilizzabili in quanto commercializzate/disponibili sul mercato. La verifica è finalizzata ad assicurare la necessità di servizi di R&S dell’appalto pre-commerciale e l’evidenza che sul mercato non sono disponibili soluzioni commerciali o brevetti rispondenti ai requisiti necessari a soddisfare il fabbisogno
  16. 16. Il grado di maturità tecnologica TRL0 TRL1 TRL2 TRL3 TRL5 TRL4 TRL6 TRL7 TRL8 TRL9 Appalti di soluzioni innovative Appalti pre-commerciali Verifica tecnica del gap di innovazione Verifica tecnica del gap di innovazione
  17. 17. ISTRUTTORIA ECONOMICA Ai fini della verifica e validazione della dimensione economica del progetto si considera anche il valore complessivo della progettazione, del coordinamento e del monitoraggio necessari per la realizzazione dell’appalto (dei contratti di fase per servizi di R&S aggiudicati ad una pluralità di aggiudicatari per ciascuna fase, volti ad abilitare una competizione tra almeno due aggiudicatari nell’ultima fase). Nel PCP è prevista una competizione plurima fino alla fase conclusiva dell’appalto pre-commerciale
  18. 18. ISTRUTTORIA ECONOMICA Gli elementi valutati: • prezzi di mercato • durata dell’esecuzione • congruità del valore dei servizi di R&S oggetto del futuro appalto pre-commerciale • intensità di capitale necessaria • focalizzazione su molti o pochi domini disciplinari
  19. 19. ISTRUTTORIA ECONOMICA Stima del costo massimo mensile del personale impiegato dagli operatori economici (in ciascuna fase della procedura): Tariffe del Programma Marie Skłodowska-Curie Actions, adeguate in base al maggior coefficiente nazionale su scala europea: • euro 2.705,13 mese uomo per la figura di ricercatore junior • euro 3.830,52 mese uomo per la figura di ricercatore senior
  20. 20. SELEZIONE DEI PROGETTI: AMMISSIONE A CONTRIBUTO 1. Provvedimento di concessione 2. Firma del disciplinare 3. Piano operativo 4. Progettazione dell’appalto pre-commerciale 5. Valutazione di coerenza propedeutica alla pubblicazione dell’appalto 6. Avvio della gara
  21. 21. Spese ammissibili Sono considerate ammissibili le spese effettivamente sostenute dai beneficiari direttamente imputabili alla proposta A) spese per i servizi di R&S eseguiti dagli operatori economici che risulteranno aggiudicatari nell’ambito dell’appalto pre-commerciale A1. corrispettivi per i servizi di ricerca e sviluppo realizzati dagli operatori economici ed effettivamente pagati in ottemperanza ai contratti (quadro e di fase) stipulati in seguito all’aggiudicazione dell’appalto pre-commerciale; A2. IVA, qualora non recuperabile o compensabile da parte del soggetto beneficiario. Ai fini della valutazione di congruità del dimensionamento economico, il proponente è tenuto a fornire il dettaglio delle seguenti voci che compongono il corrispettivo stimato dell’appalto: 1. spese del personale; 2. spese per forniture di materiali, strumentazione e attrezzature; 3. spese per incarichi esterni per servizi specialistici di R&S, e altri subcontratti; 4. altri costi direttamente imputabili al progetto, come le spese di viaggio e trasferta; 5. spese generali e altri costi di esercizio.
  22. 22. Ammissibilità della spesa Non sono ammissibili spese per appalti di fornitura di soluzioni (beni e/o servizi) con un contenuto di innovazione, per attività di sviluppo incrementale o attività di industrializzazione e di sviluppo commerciale a fini di integrazione, personalizzazione, adattamento o miglioramento incrementale dei prodotti o dei processi esistenti per potenziare un mercato di sbocco per soluzioni innovative
  23. 23. Consultazione di mercato • È indetta per la preparazione dell'appalto e per lo svolgimento della relativa procedura e per informare gli operatori economici degli appalti programmati e dei requisiti relativi a questi ultimi Codice dei Contratti, articolo 66
  24. 24. Consultazione di mercato Le amministrazioni aggiudicatrici possono acquisire consulenze, relazioni o altra documentazione tecnica da parte di esperti, di partecipanti al mercato nel rispetto delle disposizioni stabilite nel presente codice, o da parte di autorità indipendenti. Tale documentazione può essere utilizzata nella pianificazione e nello svolgimento della procedura di appalto, a condizione che non abbia l'effetto di falsare la concorrenza e non comporti una violazione dei principi di non discriminazione e di trasparenza. Codice dei Contratti, articolo 66
  25. 25. Consultazione di mercato - Precede la gara - I partecipanti sono invitati: • a fornire un contributo tecnico gratuito • a raccontare lo «stato dell’arte» delle soluzioni tecnologiche in commercio • a contribuire a chiarire il quadro informativo sulla natura dell’innovazione che la stazione appaltante intende acquistare
  26. 26. Consultazione di mercato I partecipanti sono anche invitati a: • identificare i rischi di mercato potenzialmente in grado di ostacolare il raggiungimento degli obiettivi e delle performance attese dell’appalto
  27. 27. Quale Innovazione per gli appalti pre-commerciali? • RADICALE appalto pre-commerciale • INCREMENTALE ricerca di altri strumenti di acquisto
  28. 28. Regole della Consultazione • l’avviso non costituisce proposta contrattuale, né vincola per ciò Sardegna Ricerche o la Stazione appaltante ad esperire la successiva procedura di gara. • In tal caso nessun indennizzo è dovuto ai partecipanti alla consultazione di mercato.
  29. 29. Regole della Consultazione N.B. Non è oggetto della consultazione la condivisione delle specifiche tecniche e dei requisiti di progettazione, né di alcun capitolato tecnico. L’incontro con gli operatori economici sarà improntato alla massima apertura e trasparenza
  30. 30. LE ALTRE VERIFICHE • Sono in corso anche ricerche di anteriorità brevettuale, indagini di mercato, atte a confermare l’esistenza dei presupposti per l’attivazione delle future procedure di gara d’appalto pre-commerciale e l’indisponibilità sul mercato di una soluzione rispondente ai requisiti esposti.
  31. 31. PROSPETTIVE Se le verifiche brevettuali e il confronto con gli operatori economici sullo stato dell’arte della tecnologia e sul potenziale di innovazione e di mercato confermeranno la rispondenza del fabbisogno di innovazione alle regole dell’appalto pre- commerciale L’istruttoria tecnica avrà un esito positivo e, dopo l’istruttoria economica, l’appalto sarà finanziato e avviato
  32. 32. INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PA ATTRAVERSO GLI APPALTI PRECOMMERCIALI Grazie per l’attenzione Susanna Maxia innovazionepa@sardegnaricerche.it È un programma finanziato dall’Azione 1.3.1. del POR FESR Sardegna 2014/2020

×