Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Creare Turismo, Insieme. Turismo, cultura e ambiente. Progetto complesso

120 views

Published on

La presentazione del Progetto Complesso Turismo in occasione degli eventi svolti il 10 dicembre 2019 a Cagliari e l'11 dicembre a Nuoro.

Published in: Travel
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Creare Turismo, Insieme. Turismo, cultura e ambiente. Progetto complesso

  1. 1. CAGLIARI - 10 DICEMBRE 2019 Manifattura Tabacchi NUORO - 11 DICEMBRE 2019 Camera di Commercio
  2. 2. 1. La strategia di specializzazione intelligente S3 per l’AdS Turismo, cultura e ambiente 2. Alcuni dati sul turismo in Sardegna dall’analisi di contesto realizzata 3. Il turismo sostenibile: trend di mercato IL PROGETTO COMPLESSO TURISMO, CULTURA E AMBIENTE “SARDEGNA UN’ISOLA SOSTENIBILE”
  3. 3. LA STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE S3 PER L’ADS TURISMO, CULTURA E AMBIENTE Marina Masala Responsabile Piattaforma Economia Circolare Sardegna Ricerche
  4. 4. TURISMO E POLITICHE PUBBLICHE PERCHE’ TURISMO? UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) Il turismo moderno è strettamente legato allo sviluppo e comprende un numero crescente di nuove destinazioni. Queste dinamiche hanno trasformato il turismo in un fattore chiave per il progresso socioeconomico. Il contributo del turismo al benessere economico dipende dalla qualità dell'offerta turistica. La Destinazione Sardegna è a pieno titolo una di questa destinazioni.
  5. 5. Il Turismo è il primo settore per automazione nei processi di prenotazione e organizzazione dei viaggi (OTA, compagnie di trasporto, etc). Nel progetto complesso abbiamo proposto non solo tecnologia, ma un impianto nuovo e innovativo nell’organizzazione dei processi e dei prodotti, tenendo ben presenti tre punti: 1. I clienti del settore ora si considerano Viaggiatori e non turisti; 2. Valore esperienziale della vacanza; 3. Nessun operatore turistico può lavorare da solo (le sole bellezze paesaggistico-culturali non bastano più così come non basta avere «le spiagge più belle del mondo). COME INNOVARE NEL SETTORE TURISTICO: IL RUOLO DI SARDEGNA RICERCHE
  6. 6. Piano d’attacco su tre linee progettuali, che puntano sui tre assi strategici: 1. Integrazione dell’offerta territoriale; 2. Superamento del modello esclusivamente balneare/costiero e del modello della Sardegna «a ciambella»; 3. Supportare la definizione di esperienze poli-prodotto uniche e indimenticabili da vivere sul nostro territorio (confezionate sui desideri del viaggiatore in modo da non deludere le sue aspettative). LA NOSTRA PROPOSTA CON QUESTO BANDO
  7. 7. Abbiamo già testato questa strategia nel contesto di un progetto europeo, ViviMed, Interreg PO Marittimo 2014-2020 e vi vogliamo far vedere l’esito di questa sperimentazione: Ora vogliamo «allargare» questa sperimentazione a tutto il contesto regionale e provare a costruire una mappa di progetti/prodotti/servizi che caratterizzi in tutte le sue mille sfaccettature l’offerta integrata della Destinazione Sardegna. IL PROGETTO VIVIMED
  8. 8. IL PROGETTO VIVIMED Per visualizzare il video seguite il seguente link: Video ViviMed
  9. 9. 1) In base ad accordi internazionali fra cui: L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile: • programma d’azione sottoscritto nel 2015 da 193 Paesi • 17 Obiettivi per un totale di 169 ‘target’ o traguardi; anche la regione Sardegna ha dei ‘target’ che saranno sviluppati nei prossimi anni. • entro il 2030 Il turismo ha il potenziale per contribuire, direttamente o indirettamente, a tutti gli obiettivi. In particolare, è stato incluso tra gli obiettivi 8 (crescita economica inclusiva e sostenibile), 12 (consumo e produzione sostenibili) e 14 (uso sostenibile degli oceani e delle risorse marine). COME AGISCONO LE POLITICHE SUL TURISMO
  10. 10. 2) In base a strategie nazionali fra cui: Piano Strategico Nazionale che prevede tre principi trasversali: Sostenibilità, Innovazione , Accessibilità. COME AGISCONO LE POLITICHE SUL TURISMO
  11. 11. 3) In base a strategie regionali fra cui: Strategia di specializzazione intelligente (S3), finalizzata a identificare le eccellenze territoriali in termini di ricerca ed innovazione e ad individuarne le potenzialità di crescita. Fra le Aree di Specializzazione individuate per la Regione Sardegna vi è “Turismo, Cultura e Ambiente” PROGETTO COMPLESSO TURISMO, CULTURA E AMBIENTE COME AGISCONO LE POLITICHE SUL TURISMO
  12. 12. La politica di coesione 2014-2020, nel sostenere le priorità di Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva, attribuisce un ruolo fondante all’elaborazione di strategie nazionali/regionali di specializzazione intelligente (le cosiddette S3). Le strategie sono finalizzate a identificare le eccellenze territoriali in termini di ricerca ed innovazione e ad individuarne le potenzialità di crescita. LA STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE DELLA REGIONE SARDEGNA S3
  13. 13. La strategia, nasce dal confronto e dall’identificazione dei fabbisogni del territorio e da una lettura dei punti di forza e di debolezza del sistema regionale della ricerca e dell’innovazione, nonché dei correlati elementi di opportunità e rischio. Per la S3 Sardegna le sfide sono: rendere la Sardegna "isola della conoscenza e dell'innovazione"; riposizionare il tessuto produttivo in un ambiente ecosostenibile e innovativo; valorizzare il capitale umano; inserire la Sardegna nel contesto nazionale e internazionale di innovazione. LA STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE DELLA REGIONE SARDEGNA S3
  14. 14. Sardegna Ricerche, nell'ambito delle attività della Piattaforma Economia Circolare, ha pubblicato il bando "Sardegna un'Isola Sostenibile", relativo al Progetto Complesso Turismo, cultura e ambiente. L'iniziativa supporta l'innovazione di prodotto e di processo in ambito turistico a livello locale e regionale, in particolare per quanto riguarda la governance territoriale e la creazione di rete tra imprese. IL PROGETTO COMPLESSO TURISMO, CULTURA E AMBIENTE
  15. 15. promuovere lo sviluppo di prodotti, processi e servizi nuovi o innovativi nell’ambito delle traiettorie tecnologiche individuate nella strategia di specializzazione intelligente regionale; favorire ricadute sul territorio in termini di competitività del sistema produttivo, innalzando in particolare l’innovazione di prodotti, processi e servizi; ampliare l’offerta turistica sviluppando prodotti diversificati (innovazione di prodotto) e creando un efficace sistema di governance del settore (innovazione di processo). IL PROGETTO COMPLESSO TURISMO, CULTURA E AMBIENTE
  16. 16. INTRODURRE INNOVAZIONE SOSTENERE INTERAZIONE CON S3 INCREMENTARE COLLABORAZIONE OPERATORI PUBBLICI E PRIVATI INCREMENTARE FIDUCIA MODELLO POLIPRODOTTO [CULTURA, AMBIENTE, …] ORIENTARE I GRUPPI VERSO RISULTATO INCREMENTARE QUALITÀ PRODOTTI E SERVIZI PROGETTI (ORGANIZZAZIONI PUBBLICHE, RETE DI IMPRESE TERRITORIALE, RETE DI IMPRESE REGIONALE DI PRODOTTO) IL PROGETTO COMPLESSO TURISMO, CULTURA E AMBIENTE: COSA VOGLIAMO OTTENERE
  17. 17. È una sfida, vi chiediamo di raccoglierla, anche e soprattutto perché se questo nuovo modello di innovazione turistico-culturale-ambientale funzionerà, e attraverso i progetti che presenterete lo dimostreremo, potremo a pieno titolo inserire nella imminente programmazione dei fondi POR 2021-2027 l’Area di Specializzazione della Strategia di Specializzazione della Sardegna «Turismo (culturale, ambientale e sostenibile) innovativo» SFIDA CHE VI LANCIAMO
  18. 18. ALCUNI DATI SUL TURISMO IN SARDEGNA DALL’ANALISI DI CONTESTO REALIZZATA Renato Nicastro RTI ISRI, Poliste
  19. 19. Le presenze turistiche ufficiali registrate nelle strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere della Sardegna hanno superato nel 2018 i 15 milioni di unità, con una crescita del +4,8% rispetto all’anno precedente e di oltre il 30% rispetto al 2014. Fig. 1 – Sardegna: presenze turistiche nelle strutture ricettive - 2.000.000 4.000.000 6.000.000 8.000.000 10.000.000 12.000.000 14.000.000 16.000.000 2014 2015 2016 2017 2018 italiani stranieri totali Fonte: ns elaborazioni su dati Osservatorio Turistico Regionale CRESCE IL TURISMO NEGLI ULTIMI ANNI (2014-2018) – PRESENZE
  20. 20. In soli 4 anni, le presenze dei turisti stranieri nell’isola (Germania e Olanda in testa) sono cresciute di oltre il 50%, a fronte di una crescita del turismo domestico che, pur essendo risultata significativa, è stata all’incirca della metà (+26%). La distribuzione delle presenze turistiche per classe d’età evidenzia come la Sardegna costituisca attualmente una meta turistica per persone che ricadono nelle classi d’età centrali (le coppie rappresentano quasi il 60% del totale dei turisti che si recano in Sardegna) Fig. 2 – Sardegna: presenze turistiche per classi d’età (Anno 2018) fino a 14 anni; 12% 15-24 anni; 7% 25-44 anni; 30% 45-64 anni; 39% oltre 64 anni; 12% Fonte: ns elaborazioni su dati Osservatorio Turistico Regionale CHI VIENE IN SARDEGNA?
  21. 21. Si registra, tuttavia, una riduzione della permanenza media. Si tratta di una tendenza consolidata in particolare laddove si registri una netta prevalenza del turismo balneare. I dati relativi al 2018 indicano, infatti, come la permanenza media in Sardegna si attesti appena al di sotto dei 4,6 giorni e risulti leggermente più elevata per la componente straniera (4,7 giorni) rispetto a quella italiana (4,4 giorni). Fig. 3 – Sardegna: permanenza media nelle strutture ricettive 4,2 4,3 4,4 4,5 4,6 4,7 4,8 4,9 2014 2015 2016 2017 2018 italiani stranieri totale Fonte: ns elaborazioni su dati Osservatorio Turistico Regionale LE PRESENZE E LA PERMANENZA MEDIA
  22. 22. I 10 comuni sardi che intercettano il maggior numero di presenze turistiche al 2018 sono: • località turistiche costiere a vocazione marcatamente balneare, che risentono quindi di una accentuata stagionalità dei flussi turistici; • in 9 casi su 10 queste si localizzano lungo la costa orientale della Sardegna, con l’unica eccezione rappresentata da Alghero situato nella costa nord-occidentale; • infine 6 comuni su 10 comuni nell’attuale provincia di Sassari, mentre gli altri 4 si ripartiscono, in maniera omogenea, fra le provincie di Nuoro (Tortolì ed Orosei) e del Sud Sardegna (Villasimius e Muravera che precedentemente appartenevano invece alla provincia di Cagliari). DOVE IN SARDEGNA?
  23. 23. La disaggregazione mensile dei dati relativi alle presenze turistiche mostra come oltre l’80% dei flussi che si dirigono verso la Sardegna si concentri nel periodo che va da giugno a settembre. L’elevatissima stagionalità dei flussi turistici è un fenomeno che non trova riscontro in quasi nessun’altra regionale italiana (solo la Calabria) né, soprattutto, nei principali competitor internazionali della Sardegna, rappresentati dalle isole Baleari e da Malta. Fig. 4: L’andamento delle presenze turistiche disaggregato per mese - 500.000,00 1.000.000,00 1.500.000,00 2.000.000,00 2.500.000,00 3.000.000,00 3.500.000,00 4.000.000,00 4.500.000,00 2016 2017 2018 Fonte: ns elaborazioni su dati Osservatorio Turistico Regionale LE 4 STAGIONI?
  24. 24. In Sardegna si registra attualmente la presenza di 6.262 strutture turistiche alberghiere ed extra-alberghiere dotate, nel complesso, di 219.164 posti letto. Se ci si riferisce ai posti letto, che costituiscono un indicatore più appropriato della capacità turistico-ricettiva di un territorio, questi si concentrano prevalentemente nel segmento alberghiero (oltre 90 mila posti letto) e, in secondo luogo, nei campeggi (quasi 54 mila posti letto). Tra il 2017 e il 2018 si registra un aumento significativo: da 4.988 a 6.262 unità (per effetto soprattutto della forte crescita degli alloggi privati destinati ufficialmente all’affitto e, secondariamente, dei Bed & Breakfast). Fonte: ns elaborazioni su dati Osservatorio Turistico Regionale Fig. 8: Il numero di strutture e posti letto per tipologia di struttura (anno 2018) - 1.000 2.000 3.000 4.000 5.000 6.000 7.000 - 50.000 100.000 150.000 200.000 250.000 strutture posti letto L’OFFERTA RICETTIVA – I DATI UFFICIALI
  25. 25. • Per la predisposizione del bando, Sardegna Ricerche ha ascoltato le strutture ricettive e gli operatori del turismo sul territorio. • I questionari sono stati inviati per mail a oltre 1.000 imprese. • Sono stati somministrati dei questionari a campione e sono state analizzate le risposte. L’INDAGINE: PAROLA ALLE STRUTTURE RICETTIVE
  26. 26. L’indagine ha riguardato un campione di 90 imprese ricettive (rilevazione fra aprile ed agosto 2019). Le strutture intervistate coprono un ampio spettro di tipologie (hotel, resort, campeggi, villaggi turistici, agriturismo, B&B e le domos). PAROLA ALLE STRUTTURE RICETTIVE
  27. 27. 31% 2% 2% 3% 6% 8% 9% 39% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% Altro (Casa vacanze, affittacamere, Domo, etc.) Villaggio turistico Resort Campeggio B&B Albergo diffuso Agriturismo Hotel QUALI STRUTTURE RICETTIVE?
  28. 28. Se sì, in cosa? 1% 1% 1% 1% 1% 12% 26% 28% 31% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% Attenzione verso la fruibilità dei servizi Lo stradominio di booking Prezzi troppo alti dei traghetti Ciclismoe trekking Maggiore richiesta esperienzale Maggiore attenzione alla sostenibilità Maggiore attenzione al prezzo Maggiore richiesta di servizi extra-ricettivi Maggiore attenzione alla qualità dell'offerta SONO CAMBIATE LE ESIGENZE DEI CLIENTI?
  29. 29. 1% 11% 14% 17% 21% 36% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% Collaborazione con (Cantine,Oleifici, …) Ampliamento della capacità ricettiva Diminuzione dell’impatto ambientale Ampliamento dei servizi connessi alla ricettività (es. ristorante, spa, strutture sportive, ecc.) Offerta di attività (es. tour/uscite guidate, organizzazione eventi, degustazioni, ecc.) Innalzamento dellostandard qualitativo della struttura QUALI RISPOSTE DA PARTE DELLE STRUTTURE? Se sì, in cosa?
  30. 30. 1% 1% 1% 9% 16% 20% 24% 29% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% Miglioramento degli interni Ho presentato varie domande tutte negat… Arredi e dotazioni No Si, nella gestione amministrativo-contabile della struttura Si, nell’efficienza energetica volta al contenimento dei costi e dell’impatto ambientale Si, nelle dotazioni tecnologiche della struttura Si, finalizzatI alla commercializzazione della struttura Nell’ultimo triennio (2016/2018) ha investito in innovazione? IL TURISMO INNOVA?
  31. 31. LE OTA (1/2)
  32. 32. Se sì, quali iniziative ha messo in campo? LE OTA (2/2)
  33. 33. 1% 1% 9% 13% 37% 39% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% 45% Hoaperto una società di Guide turistiche La mia dimensione non mi consente grandi collaborazioni Hostipulato accordi o contrattidi rete No Si, ma mi limito a promuovere attività … Si, collaboro attivamente conaltri ope… Ha collaborazioni con altri operatori? LE COLLABORAZIONI FRA OPERATORI
  34. 34. Quali azioni dovrebbero intraprendere le istituzioni per promuovere il suo territorio? CHE FARE
  35. 35. IL TURISMO SOSTENIBILE: TREND DI MERCATO Cinzia Sanna RTI ISRI, Poliste
  36. 36. UN World Tourism Organization «Il turismo sostenibile è definito come quella forma di turismo che soddisfa i bisogni dei viaggiatori e delle regioni ospitanti e, allo stesso tempo, protegge e migliora le opportunità per il futuro.» “Il turismo sostenibile deve: • Fare un uso ottimale delle RISORSE AMBIENTALI • Rispettare L'AUTENTICITÀ SOCIO-CULTURALE delle comunità ospitanti • Garantire SVILUPPO ECONOMICO sostenibile a lungo termine per le COMUNITÀ OSPITANTI”
  37. 37. Per visualizzare il video seguite il seguente link: Video
  38. 38. Booking.com dal 2016 pubblica il Report annuale sul Turismo sostenibile (dagli 11.000 intervistati nel 2016 ai 18.000 per il 2019 in 18 mercati diversi nel mondo), che evidenzia trend con una crescita costante. Ad esempio per il 2019, per il 72% dei viaggiatori è una priorità “agire ora e fare scelte sostenibili“. Per permettere di valutare le diverse opzioni è necessario dare informazioni sulla sostenibilità delle strutture e delle esperienze in modo corretto. ANALISI DELLA DOMANDA
  39. 39. TREND DEL MERCATO Booking.com dal 2017 pubblica ogni anno, 8 Trend di viaggio a partire dall’analisi di milioni di recensioni (dalle 128MLN nel 2017 alle 180MLN per il 2020) e da interviste a migliaia di viaggiatori (dai 18.509 nel 2017 agli oltre 22.000 per il 2020) provenienti da 29 mercati diversi nel mondo. A partire da Trend di viaggio per ogni anno abbiamo selezionato quelli che sono vicini ai principi del turismo sostenibile: aspetti AMBIENTALI aspetti SOCIO-CULTURALI & SVILUPPO ECONOMICO LOCALE ESPERIENZE E BENESSERE
  40. 40. Elaborazione propria. Fonte: Booking.com TREND SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE 39% 41% 26% 41% 55% 86% 61% 51% Tour eco-compatibili Agevolazioni eco-friendly Misurazione impr. Eco Standard strutt. Ricettive Ispirazione Sostenibilità - no plastic Trasporto lento Meta meno nota 2017 2018 2019 2020
  41. 41. 49% 47% 28% 68% 54% 58% 60% 72% Brivido della scoperta Cultura e conoscenza Evento culturale unico Scambi culturali Volontariato Sostenibilità sociale App impatto sociale Nonni & nipoti Elaborazione propria. Fonte: Booking.com 2017 2018 2019 2020 TREND SVILUPPO LOCALE E IMPATTO SOCIALE
  42. 42. 58% 44% 28% 55% 42% 60% 54% 71% 49% Esperienza Salute e benessere Esperienze uniche Benessere e spirito Ritornare bambini Più esperienza meno beni materiali Attività a gogò Esperienze culinarie Pet friendly Elaborazione propria. Fonte: Booking.com 2017 2018 2019 2020 TREND ESPERIENZE E BENESSERE
  43. 43. Dal 2012 Bookdifferent, Olandese, promuove il turismo sostenibile nel mondo, con 1 MLN di alloggi sostenibili con marchi di qualità ecologica. Permette inoltre di, sostenere la cultura e le tradizioni gastronomiche locali e scegliere il metodo di trasporto più ecologico per raggiungere la destinazione prescelta. Dal 2015 Ecobnb, italiana, promuove il turismo sostenibile in Europa Co-finanziato dalla Commissione europea, Ecobnb propone alloggi ecofriendly (n. 3000 per lo più in UE), proposte e mete ispiratrici, per viaggiare in armonia con la natura. Per ogni struttura comunica quali azioni di sostenibilità pone in essere, e in base all’analisi delle recensioni pubblica i consigli per le strutture su come diventare più sostenibili ed evitare errori comuni. Iniziative sostenibili Per il 2020 Airbnb ha lanciato il Community Tourism Programme: investirà 5 milioni di Euro in progetti innovativi che aiutino a preservare e incoraggiare lo sviluppo delle tradizioni e delle peculiarità locali che rendono le comunità uniche. OTA SPECIALIZZATE
  44. 44. CAGLIARI - 10 DICEMBRE 2019 Manifattura Tabacchi NUORO - 11 DICEMBRE 2019 Camera di Commercio

×