Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Consapevolezze e sfide nel settore culturale e creativo - Lucio Argano

La presentazione di Lucio Argano (direttore generale
di CLAS-Pts Group) in occasione del bootcamp cambiaMENTI - "We-culture: co-creare imprese culturali" che si è tenuto a Cagliari dal 13 al 15 giugno 2018.

  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

Consapevolezze e sfide nel settore culturale e creativo - Lucio Argano

  1. 1. Consapevolezze e sfide nel settore culturale e creativo Lucio Argano
  2. 2. Come ci appare Il futuro per le organizzazioni culturali Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  3. 3. Il futuro per le organizzazioni culturali Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali Cosa provoca Frustrazione Assenza di punti cardinali Spaesamento Effetto «marinaio di C. Colombo»
  4. 4. Come è in realtà Il futuro per le organizzazioni culturali Chi rimane imbrigliato = PREDE Chi sfrutta le opportunità che la ragnatela offre = RAGNI Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  5. 5. • instabilità, turbolenza, mancanza di equilibrio • assenza di linearità, velocità iperbolica • varianza (varietà, intensità e variabilità degli elementi) • incertezza e imprevedibilità • rilevanza delle caratteristiche «emergenti» • dinamicità e flessibilità • ridondanza delle comunicazioni, «rumore di fondo», perdita di focus • pluri-centricità dei processi decisori e politici • globalizzazione dei problemi • valori emergenti (intellettualizzazione, etica, responsabilità sociale, creatività, estetica, individualismo e soggettività, femminilizzazione, emotività) • destrutturazione spazio-temporale • liquidità di assetti e comportamenti, «speed date» continuo Istantanea in movimento del mondo “La realtà è una semplice illusione, sebbene molto persistente.” A. Einstein Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  6. 6. Un mondo complesso Evoluzioni, trasformazioni, cambiamenti pervasivi, rapidi, non lineari • Nella società (stili, comportamenti, valori, relazioni) • Nell’economia (produzione, transazioni, mercati, consumi) • Nelle tecnologie • Negli spazi pubblici e privati • Nella cultura (linguaggi, modelli, funzioni) • Crisi da over-extension (traguardi non raggiungibili), crisi prospettica (sensazione incombente, impotenza, inerzia), amplificazione delle situazioni difficili, effetto cavallo a dondolo “È nel mutamento che le cose si riposano” Eraclito
  7. 7. • privilegiano l’azione tattica a svantaggio del pensiero strategico come anello di congiunzione tra presente e futuro • non sanno uscire dall’autoreferenzialità che è una prigionia • non mettono a frutto le proprie capacità distintive, sapendole riconoscere con autenticità • non riescono a superare le divergenze tra obiettivi, così non puntano su quelli importanti ed elevati • assumono atteggiamento wait and see • si chiudono nelle «torri di avorio» • adottano la strategia dello struzzo Patologie delle organizzazioni culturali “Viandante, sono le tue orme a fare il cammino e nient’altro, Viandante, non c’è cammino, il cammino si fa andando, Si fa andando il cammino, e girandosi a guardare Si vede indietro il sentiero che mai più calpesterai. Viandante, non c’è cammino, solo scie nel mare … “ A. Machado Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  8. 8. • Alle domande complesse occorre fornire risposte complesse • La complessità non va ridotta per avere stabilità • Occorre assorbirla per ottenere elasticità • Guardare la foresta e non solo l’albero • Saper osservare oltre i margini delle cose • Essere duttili, evolutivi • E attenzione alla retorica del management…. In sostanza https://www.youtube.com/watch?v=fNIrEYimmXs
  9. 9.  si praticano molteplici linguaggi e occasioni di scambio, sperimentazione, esperienza collettiva, valore sociale e condivisione  attraggono e vengono governate connessioni sistemiche ricorrenti e contraddittorie da considerarsi strategicamente vitali (relazioni, transazioni, accordi, alleanze, networking) di forte intensità per rilevanza e qualità delle conoscenze  l’ambiente di lavoro è basato su principi e valori più che su regole e norme, con un gruppo auto organizzato attorno a processi che esaltano le competenze collettive e le intelligenze distribuite Le organizzazioni culturali del futuro AGORÀ dove = Il nuovo futuro per le organizzazioni culturali Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  10. 10. Strategie Relazioni Progettualità Audience Risorse Organizzazione Le sfide per le organizzazioni culturali Comprendere i cambiamentiPRECONDIZIONE SFIDE retroazione Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  11. 11. Sfide Nuovi paradigmi mobili Cambiamenti Costruire un quadro cognitivo Strategie Permanere sull’orlo del caos Relazioni Rendere permeabili le barriere Progettualità Ricombinare per inventare Audience Coinvolgere per creare Risorse Generare il mix Organizzazione Abilitare l’autonomia organizzativa Sfide vs paradigmi mobili Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  12. 12. • leggere “dentro” e “fuori” l’ambiente di riferimento, leggere il territorio • intercettare trend, cogliere le emergenze e i segnali deboli dell’ambiente • rilevare fabbisogni del territorio e della collettività • elaborare scenari possibili e desiderabili (what if), formulare display come bussole • capitalizzare la sensibilità al contesto • valutare le esperienze, ampliare la sfera di analisi • monitorare il mondo • superare la visione settoriale, «guardare la foresta e non solo l’albero» • rilevare i cambiamenti, reagire in funzione di essi, con prontezza ma anche lentezza Costruire un quadro cognitivo “Non riuscirò mai a spiegare a mia moglie che quando guardo fuori la finestra sto lavorando” J. Conrad Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  13. 13. Mantenere una tensione ideale Sviluppare capacità d’immaginazione • Potenza del dream e senso dell’utopia • Costruzione del mito • Affermazione dei valori • Generazione di visione più ampia del campo da praticare, condivisa come cinghia di trasmissione, allargata grazie alle possibilità • Avere un pensiero lungo, averlo in testa “Il miglior modo di prevedere il futuro è inventarlo” Alan Kay
  14. 14. • acquisire una mentalità strategica, ragionare in modo sistemico • ragionare in termini di prospettive multiformi • assumere traguardi e obiettivi, valutare vincoli e barriere • assumere decisioni ponderate e piani d’azione, stabilire tracciati • pianificare in modo evolutivo e non lineare • considerare la gamma delle alternative • rivisitare in modo costante gli indirizzi assunti • avere la giusta consapevolezza dei propri spazi di manovra • puntare su attori sociali ritenuti importanti • costruire alleanze e forme di cooperazione anche situazionali ed episodiche • sviluppare il proprio modello di business Permanere sull’orlo del caos “Il miglior modo di prevedere il futuro è inventarlo.” A. Kay Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  15. 15. Rendere permeabili le barriere “Inserire ogni anno un pivello tra i giocatori di prima fila.” B. Rickey • elevare la qualità delle relazioni più che aumentare il numero e la densità delle interconnessioni, valorizzando i punti di convergenza • operare a livello “meso” (sistema) e non solo micro (singola struttura) • evitare gli egoismi relazionali e le omologazioni, mantenere le distintività • attivare virtuosamente sinergie, cooptazioni, ibridazioni con ambiti diversi • diventare «rete di reti», dove coltivare scambi tra singole unità e insiemi • esaltare le singole diversità, visioni e mentalità • sviluppare forme di mentoring e di mediazione culturale • dare un senso all’agire attraverso valori condivisi, ma non come clava ideologica Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  16. 16. Ricombinare per inventare “La natura sta risolvendo difficili problemi di ricombinazione da 3,8 miliardi di anni. Forse vale la pena di vedere come fa.” S. Kauffman • fare baricentro sulla “cultura di progetto” • intendere i progetti come piattaforma combinatoria di opportunità e responsabilità • operare un mix tra focalizzazione e diversificazione, generare modularità, ibridare e meticciare oltre l’interdisciplinare • intrecciare con le industrie creative • procreare presto e spesso, incoraggiare esperimenti utili, quale che ne sia l’esito • riciclare idee e progetti, rimodulare azioni preesistenti dopo averle valutate oggettivamente, ma evitare la “mano che nasconde” • emergere dal bombardamento di informazioni, che non produce conoscenza, quindi enfasi alla focalizzazione e distillazione Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  17. 17. • identificare i propri mercati obiettivo • attivare relazioni bidirezionali di qualità con i propri pubblici in maniera paritetica • allargare e diversificare i pubblici • stimolare l’engagement e la partecipazione, fino alla co-creazione • conoscere la struttura della propria domanda e dei propri pubblici • dare attenzione all’accessibilità • erogare qualità dell’esperienza proposta sapendo essere qualità • attivare una maggiore osmosi con l’ambiente esterno • applicare una pressione selettiva Coinvolgere per creare “L'arte è una collaborazione tra Dio e l'artista, e meno l'artista fa, meglio è.” A. Gide Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  18. 18. • fonti e forme eterogenee, anche del tutto nuove, legate alla costruzione di progettualità diversificata • sinergie cooperative, e collaborative per frazionare apporti e rischi • fonti pubbliche orientate ai progetti, alla valutazione, all’efficacia ed efficienza • partecipazione a bandi con coerenza progettuale e consapevolezza dei vincoli • fondi pubblici in capitoli di spesa pubblica con progettualità mista • fondi europei con capacità progettuali adeguate e network autentici • fonti private su altre modalità di coinvolgimento oltre la sponsorship • buon senso nella gestione di budget e business plan • carattere sempre più imprenditivo oltre che imprenditoriale “Se vuoi suicidarti, non annegarti con l’acqua bassa.” Proverbio bulgaro Generare il mix Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  19. 19. Abilitare l’autonomia organizzativa “Non si può insegnare a un formicaio ad acchiappare una cosa al volo.” Antico detto • enfasi alla creatività organizzativa in complicità con la disorganizzazione creativa • attuare una sintesi tra modelli semplici e modelli in grado di assorbire la complessità • maggiore flessibilità, non soltanto strategica, incentivando l’auto-organizzazione adattativa, con circoli virtuosi • riduzioni degli schematismi formali a vantaggio di strutture più informali, semplici e snelle, con poche regole elementari • rendere “liquida” l’organizzazione, allineare relazioni, partecipazione, cooperazione e fluidità pensante dei collaboratori, autonomi ma più integrati, senza troppi schematismi • vedere la tecnologia come strumento, senza troppi innamoramenti • fare benchmark continuo • apprendere per esplorazione, errori e buone pratiche Lucio Argano Nuove sfide per le organizzazioni culturali
  20. 20. Da «Lezioni americane» di Italo Calvino • la Leggerezza • la Rapidità • la Molteplicità • l'Esattezza • la Visibilità • e la Coerenza 5 + 1 lezioni per il settore culturale “Tra vent'anni non sarete delusi delle cose che avete fatto, ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.” Mark Twain
  21. 21. https://www.youtube.com/watch?v=SxEvKYa20GY Per concludere:

×