Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Soggetto per web serie
1
TITOLO: Con un tratto di penna
DURATA: 15’ a puntata
GENERE: Webserie
AUTORI: Sante Alagia, Giova...
La storia prevede un detective che indaga sull’assassinio, e che raccoglie una serie
d’indizi che lo portano ad indicare M...
EPISODIO 4: CAPITOLO 3 – STORIA D’AMORE.
Alice giunge nei pressi di Villa Borghese, pensando che sia il luogo più adatto p...
scelta dagli anni in cui frequentava l’università.
Non aveva mai trovato l’ispirazione, e il viaggio a Roma è lo stimolo p...
cittadino statunitense.
Affermato avvocato di Chicago, è attualmente impegnato in una causa che coinvolge
un italiano e un...
a curare l’orticello che ha creato nel giardino di casa Marinelli.
Ha impartito di nascosto ad Alice lezioni d’italiano si...
NOME: Giorgio
ETA’: 57 anni circa
ALTEZZA: 1,70M
CARNAGIONE: Bianca
COLORE CAPELLI: brizzolato
COLORE OCCHI: Marroni
CORPO...
Autori del soggetto “Con un tratto di penna”:
SANTE ALAGIA
Nato a Maratea (PZ) il 30/06/1987;
Iscritto attualmente al seco...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Con un tratto di penna - Soggetto per Webserie.

415 views

Published on

Soggetto per web-serie.
Autori Sante Alagia e Giovanna Visco
Premio carta giovani al Roma Fiction Fest 2013.

Published in: Entertainment & Humor
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Con un tratto di penna - Soggetto per Webserie.

  1. 1. Soggetto per web serie 1 TITOLO: Con un tratto di penna DURATA: 15’ a puntata GENERE: Webserie AUTORI: Sante Alagia, Giovanna Visco EPISODIO 1: INCIPIT Settembre 2012, Chicago – Illinois. Alice, neolaureata in lettere, decide di prendersi un anno sabbatico in attesa di scrivere il suo primo romanzo. Il nonno paterno, Salvatore Marinelli – attraverso i racconti nostalgici del bel paese - le ha trasmesso la voglia di visitare l’Italia, terra d’origine della sua famiglia.Voglia amplificata dal disprezzo nei confronti di questo popolo da parte dei genitori, che rinnegano le loro origini. Un giorno, un’accesa discussione contrappone Salvatore Marinelli a suo figlio John. Alice assiste prendendo le difese del nonno. La discussione è uno dei motivi per cui Alice decide di partire per Roma. Il viaggio in Italia è lo stimolo per la stesura di un romanzo sulla terra che ha sempre “visitato” attraverso i racconti del nonno. Con l’intenzione di descrivere nel dettaglio i luoghi da inserire nel suo romanzo, Alice decide di percorrere le strade della capitale con il suo computer. Arrivata alla stazione Termini, però, il bagaglio a mano – con il computer all’interno- le viene sottratto. Dopo un iniziale spaesamento Alice non si perde d’animo, anzi, trova nell’idea di scrivere a mano lo stimolo giusto per redigere il romanzo; motivata ulteriormente dal fatto che il nonno le ha regalato una penna prima della partenza. Ha un problema: non sa quale sia il genere più adatto a lei. Ha pensato in primo luogo al protagonista, che decide di chiamare Massimo. Il titolo del romanzo è: ROMA: mai visto nulla del Genere! EPISODIO2: CAPITOLO 1 – NOIR Alice decide di redigere il primo capitolo del suo libro ispirandosi al genere noir. La ragazza si trova a Castel Sant’Angelo. Tira fuori il suo quaderno e la penna, dando inizio al racconto. Alice immagina un delitto che si consuma proprio nei pressi di Castel Sant’Angelo. Il protagonista della vicenda è Massimo, e il padre della sua ragazza è la vittima dell’omicidio. 1
  2. 2. La storia prevede un detective che indaga sull’assassinio, e che raccoglie una serie d’indizi che lo portano ad indicare Massimo come l’autore del delitto. Il movente è chiaro: l’uomo ostacolava la relazione tra Massimo e Beatrice, sua figlia. Il padre della ragazza, noto avvocato, è coinvolto in un processo che contrappone un italiano e un afroamericano; presentandosi come difensore di quest’ultimo. Incontra la sua controparte prima del processo, per risolvere le cose in maniera proficua per entrambi. Ad un certo punto la conversazione degenera, e i due iniziano a discutere animatamente. L’avvocato rivale sferra un pugno in pieno volto al padre della ragazza, per poi scappare via temendo di averlo ucciso. Massimo assiste alla scena, e approfittando dello stordimento dell’uomo, lo uccide. Le indagini della polizia si attivano su due fronti, verso Massimo e verso l’avvocato della controparte. Massimo, però - dopo un lungo ed estenuante interrogatorio - si tradisce, elencando dettagli trascurati dalla polizia. Ne segue l’arresto, il che conduce alla rottura della relazione con Beatrice. Massimo esce dal mondo diegetico, e si rivolge ad Alice manifestando il suo disappunto. Le consiglia, inoltre, di cambiare genere poiché non risulta portata per il noir. Alice, seguendo il consiglio del suo protagonista, decide di scrivere il secondo capitolo ispirandosi al genere comico. EPISODIO 3: CAPITOLO 2 – COMICO. Massimo prende subito la parola, decidendo di cominciare a narrare la storia del secondo capitolo, sicuro del fatto che una volta dato l’input ad Alice non potrà stravolgerne il finale. Alice, percorrendo le vie di Roma, giunge alla Basilica di San Giovanni in Laterano, dove decide di ambientare il secondo capitolo del romanzo. Massimo e Beatrice devono sposarsi, sono già in Chiesa e la funzione sta per avere inizio. Una serie d’inconvenienti precluderà la buona riuscita dell’evento. Il padre della sposa viene destato dalla moglie in quanto russa fragorosamente; irritato, prova a darle uno schiaffo, colpendo il vicino che dormiva a sua volta. La damigella inciampa facendo cadere le fedi, che vengono ingerite dal pagetto. Tutte le attenzioni sono rivolte al bambino in fin di vita, il quale viene portato sull’altare e aiutato a sputare via gli anelli. Infine, un evento becero e dai risvolti imprevedibili, indurrà Beatrice ad abbandonare lo sposo sull’altare, lasciando attoniti i presenti (eccetto il padre di lei che ha ripreso a dormire). Massimo esce dal mondo diegetico per esprimere ancora una volta la sua disapprovazione. Sostiene che Alice non sia adatta nemmeno a scrivere un racconto comico. La invita per un’ultima volta a cambiare genere. Alice interpreta questo consiglio come la volontà di Massimo di essere il protagonista di una storia d’amore. 2
  3. 3. EPISODIO 4: CAPITOLO 3 – STORIA D’AMORE. Alice giunge nei pressi di Villa Borghese, pensando che sia il luogo più adatto per ambientare una storia romantica. Inizia a comporre il terzo capitolo, che narra le vicende di Beatrice. Beatrice è una studentessa americana innamorata perdutamente di un ragazzo italiano, Massimo, emigrato negli USA per motivi di studio. Questa relazione è ostacolata dal padre di lei. Improvvisamente Massimo fa perdere le sue tracce, lasciando una lettera a Beatrice, il giorno prima del ritorno in patria. Le scrive che è meglio non rivedersi più. Lei non accetta, e decide - a sua insaputa - di seguirlo in Italia. Giunta a Roma inizia a cercarlo, incontrandolo per caso a Villa Borghese. Nel frattempo, Massimo, pentito della decisione di aver lasciato Beatrice, sta per lanciarsi dalla balconata del Pincio. Beatrice assiste alla scena, e, urlando disperatamente corre verso Massimo per impedirgli il suicidio. Nel tentativo di salvarlo si lancia anche lei. I due muoiono all’istante. Massimo esce per l’ultima volta dalla narrazione, inveendo contro Alice. Le fa capire che prima di cimentarsi nella stesura di un romanzo ha bisogno di risolvere il rapporto conflittuale con suo padre; poiché questo, a suo avviso, non si risolve scrivendo un diario. I capitoli del libro di Alice, infatti, altro non sono che varianti romanzate della sua vita. La sua intenzione in fondo era quella di creare un mondo in cui i problemi si cancellano semplicemente… con un tratto di penna. PRIMA PUNTATA - SINOSSI TITOLO: INCIPIT DURATA PUNTATA: 15’ Alice, neolaureata in lettere, decide di prendersi un anno sabbatico in attesa di scrivere il suo primo romanzo. Il nonno paterno, Salvatore Marinelli – attraverso i racconti nostalgici del bel paese - le ha trasmesso la voglia di visitare l’Italia, terra d’origine della sua famiglia. Voglia amplificata dal disprezzo nei confronti di questo popolo da parte dei genitori, che rinnegano le loro origini. Un giorno, durante un pranzo di famiglia (tipicamente italiano), suo padre e suo nonno iniziano a litigare. Il padre, John Marinelli, non vuole più che Salvatore rimanga a vivere a casa loro. I due discutono animatamente in italiano, perché John pensa che Alice non capisca la lingua. In realtà Alice comprende e parla benissimo l’italiano, perché suo nonno le impartiva lezioni in segreto. Alice assiste alla discussione e decide di prenderne parte, enfatizzando l’attrito verso i suoi genitori. La volontà del padre di far sì che il nonno vada via induce Alice ad abbandonare l’abitazione a sua volta per trasferirsi in Italia. Il viaggio è anche l’occasione per scrivere il suo primo romanzo; meditava questa 3
  4. 4. scelta dagli anni in cui frequentava l’università. Non aveva mai trovato l’ispirazione, e il viaggio a Roma è lo stimolo per la stesura di un romanzo sulla terra che ha sempre “visitato” attraverso i racconti del nonno. Descrive nel dettaglio i luoghi da inserire nel suo romanzo, decidendo di percorrere le strade della capitale con il suo computer. Arrivata alla stazione Termini, però, il bagaglio a mano – con il computer all’interno- le viene sottratto. Dopo un iniziale spaesamento Alice non si perde d’animo, anzi, trova nell’idea di scrivere a mano lo stimolo giusto per redigere il romanzo. Ha un problema: non sa quale sia il genere più adatto a lei. Ha pensato in primo luogo al protagonista, che decide di chiamare Massimo. Il titolo del romanzo è: ROMA: mai visto nulla del Genere! PERSONAGGI NOME: Alice COGNOME: Marinelli DATA DI NASCITA: 27/05/1986 LUOGO: Chicago – Illinois ALTEZZA: 1,70M COLORE CAPELLI: Biondo COLORE OCCHI: Azzurri Neolaureata in lettere, vive in una famiglia di origini italiane che l’ha fatta crescere con il mito di questa terra. Il nonno paterno, Salvatore Marinelli – attraverso i racconti nostalgici del bel paese - le ha trasmesso la voglia di visitare questi luoghi; voglia amplificata dal disprezzo nei confronti degli italiani da parte dei genitori, con una conseguente rinnegazione delle loro origini. NOME: Johnatan (detto John) COGNOME: Marinelli DATA DI NASCITA: 10/09/1955 LUOGO: Chicago – Illinois ALTEZZA: 1,75M CARNAGIONE: Bianca COLORE CAPELLI: brizzolato COLORE OCCHI: Marroni Padre di Alice, impedisce alla ragazza di “sentirsi italiana”, provando in qualche modo a farle rinnegare le sue origini. Le impedirà di imparare l’italiano, e non sa che il nonno di nascosto le ha sempre impartito lezioni. Il suo unico scopo è inseguire il sogno americano, sentendosi a tutti gli effetti un 4
  5. 5. cittadino statunitense. Affermato avvocato di Chicago, è attualmente impegnato in una causa che coinvolge un italiano e un afroamericano, rappresentando la difesa di quest’ultimo. E’ inoltre impegnato in una relazione extraconiugale con Megan Mouse, segretaria del suo studio legale. NOME: Rebecca COGNOME: Mosconi DATA DI NASCITA: 20/11/1959 LUOGO: Harrisburg - Pennsylvania ALTEZZA: 1,60M CARNAGIONE: Bianca COLORE CAPELLI: castano chiaro COLORE OCCHI: azzurri Madre di Alice. NOME: Megan COGNOME: Mouse DATA DI NASCITA: 30/07/1989 LUOGO: Denver – Colorado ALTEZZA: 1,80M CARNAGIONE: chiara COLORE CAPELLI: Rosso COLORE OCCHI: verdi Segretaria dello studio legale, è impegnata in una relazione con John. Verrà scoperta da Alice all’interno dello stesso. NOME: Salvatore, Alberto COGNOME: Marinelli DATA DI NASCITA: 12/05/1931 LUOGO: Muro Lucano (PZ) ALTEZZA: 1,65M COLORE CAPELLI: Bianchi CARNAGIONE: scura COLORE OCCHI: Neri Nonno di Alice, vive a casa con il figlio e la nipote. Sarto in pensione, emigrato negli USA a vent’anni in cerca di fortuna. Passa la maggior parte del suo tempo a confezionare vestiti per la propria famiglia, e 5
  6. 6. a curare l’orticello che ha creato nel giardino di casa Marinelli. Ha impartito di nascosto ad Alice lezioni d’italiano sin da quando era bambina. Allo stesso tempo l’ha fatta crescere con storie della sua vita in Italia, suscitando in lei curiosità ed ammirazione verso una terra che suo padre non vuole che lei conosca. 9 NOME: Massimo ETA’: circa 26 anni ALTEZZA: 1,80M COLORE CAPELLI E BAFFI: Neri COLORE OCCHI: verdi CARNAGIONE: olivastra Massimo è il personaggio principale del romanzo che Alice si appresta a scrivere. La ragazza lo renderà protagonista dei vari capitoli della sua narrazione. Massimo è, allo stesso tempo, colui il quale guiderà Alice nella stesura del romanzo, “uscendo” dal mondo diegetico per interagire con l’autrice. Aiuterà la ragazza a dare un senso alla sua storia. PERSONAGGI SECONDARI NOME: Beatrice ETA’: circa 23 anni ALTEZZA: 1,65M COLORE CAPELLI: Castani. COLORE OCCHI: nocciola CARNAGIONE: olivastra. Protagonista femminile del romanzo di Alice. NOME: Roberta ETA’: 52 anni circa ALTEZZA: 1,55M CARNAGIONE: Bianca COLORE CAPELLI: castani COLORE OCCHI: Marroni CORPORATURA: robusta Madre di Beatrice. Personaggio del romanzo di Alice ( capitolo 2 – comico). 6
  7. 7. NOME: Giorgio ETA’: 57 anni circa ALTEZZA: 1,70M CARNAGIONE: Bianca COLORE CAPELLI: brizzolato COLORE OCCHI: Marroni CORPORATURA: robusta Padre di Beatrice. E’ l’avvocato protagonista del primo capitolo del romanzo di Alice. 11 ETA’: 7 anni ALTEZZA: 1,35 M CARNAGIONE: Bianca COLORE CAPELLI: biondi COLORE OCCHI: castani CORPORATURA: esile Personaggio del romanzo di Alice (intepreterà la damigella nel secondo capitolo). ETA’: 6 anni ALTEZZA: 1,20 M CARNAGIONE: Bianca COLORE CAPELLI: Rossi COLORE OCCHI: castani CORPORATURA: esile Personaggio del romanzo di Alice (interpreterà il pagetto nel secondo capitolo). NOME: Luigi, detto “Gino”. ETA’: 60 anni circa ALTEZZA: 1,70M CARNAGIONE: Bianca COLORE CAPELLI: brizzolato con baffi. COLORE OCCHI: Neri CORPORATURA: robusta Personaggio del romanzo di Alice (interpreterà il detective nel primo capitolo). 7
  8. 8. Autori del soggetto “Con un tratto di penna”: SANTE ALAGIA Nato a Maratea (PZ) il 30/06/1987; Iscritto attualmente al secondo anno di Industria Culturale e Comunicazione Digitale. Recapito telefonico: 329-2175814 E-mail: alagia.s@tiscali.it GIOVANNA VISCO Nata a Lagonegro (PZ) il 18/03/1984; laureata in Industria Culturale e Comunicazione Digitale (presso l’attuale dipartimento Coris, ex Facoltà di Scienze della Comunicazione, Sapienza Università di Roma) nel Marzo 2011. Recapito telefonico: 3336580350 E-mail: g.visco2@virgilio.it 8

×