IL PINOT GRIGIO ITALIANOE LA SFIDA DEL MERCATO   MONDIALE : STORIA E      PROSPETTIVE    Gli appuntamenti Santa   Margheri...
ORIGINI,CARATTERISTICHE E TENDENZE DEL VIGNETOPINOT GRIGIO NEL MONDOATTILIO SCIENZA  CIRIVE - CENTRO INTERDIPARTIMENTALE D...
1876 – 2011135 anni dall’arrivo del Pinot grigio  all’Istituto Agrario di S.Michele
1961- 2011 : 50 ANNI DI PINOT GRIGIO DI S.MARGHERITA12 APRILE 1961   J.GAGARIN IL PRIMO UOMO NELLO SPAZIO
ORIGINE E DIFFUSIONE DEL     VITIGNO NELLA VITICOLTURA EUROPEA
LA RICOSTRUZIONE DELLA STORIA  DEL VITIGNO DAI SUOI SINONIMI• In Borgogna : burot (per il colore grigio)• In Champagne : f...
DALLA BORGOGNA     ATTRAVERSO L’EUROPA• Forse la Vitis allobrogica descritta da Plinio delle regioni  fredde degli allobro...
1711         1335  15681874  1990          1375
SONO I TEDESCHI ADARE UNA DIGNITA’ VARIETALE AL VITIGNO• Nel 1338 un magistrato della Mosella ordina lo  spianto di variet...
IL PINOT GRIGIO IN ITALIA• Le prime testimonianze della presenza sebbene  sporadica (poco più che nelle collezioni) sono n...
Le prime ipotesi dell’origine dei  “grappoli grigi” (formulate nel             XIX sec):• Il traumatismo (una lesione loca...
IL PINOT GRIGIO : VITIGNO MODELLO PER LOSTUDIO DEL CONTROLLO DELLA SINTESI DEGLI          ANTOCIANI NELLA BACCA
EFFETTI DEL CHIMERISMO SULLE MANIFESTAZIONI          CROMATICHE DEL PINOT G.
PINOT ENFUME’   BUROT                PINOT ROUGIN    GRISET  PETIT GRIS
PINOT N: eterozigote per il gene VvmybA1, con allele non-funzionale VvmybA1a                            e l’allele funzion...
Il colore della bacca del Pinot g. è il risultato diuna mutazione somatica al locus che ne determina il colore            ...
Il colore della bacca del Pinot g. è il risultato di una mutazione somatica al locusche ne determina il colore: CHIMERAIpo...
In Pinot Grigio è avvenuto            unospostamento di L2 in L1           (Walker et al. 2006)                           ...
UDP Glucosio flavonoide 3-ossiglucoside transferasi (UFGT)Fattore di trascrizione regolato da un sistema “spazio-temporale”
F3’5’H/F3’H                  FORME DI/TRI-(Flavone 3’5’ idrossilasi)   IDROSSILATE
Teroldego     TeroldegoPinot grigio               95%               tri-               idrossi               lati         ...
Pinot Bianco derivadal Pinot Grigio?                  dal Pinot Nero? (Pelsy et al. 2009)                 (Fregoni 1998)  ...
ASPETTI DELLACOLTIVAZIONE DEL PINOT        GRIGIO
SMA 505    Cloni Pinot grigio INRA 52FR 49-207 ISV F1T  20%                                 80%                           ...
505 SMA
T - 201
505 SMA
PRODUZIONE (Quintali/ha) - MEDIA 1999 - 2009                     TUTZER loc. Piovi Romani - FILARE 2 m x 0,85m (5294 viti/...
° BABO - MEDIA 1999 - 2009                    TUTZER loc. Piovi Romani - FILARE 2 m x 0,85m (5294 viti/ha)                ...
VCR: UTILIZZO DEI PORTINNESTI NEL PINOT GRIGIO    c.v. 2000/2001 A CONFRONTO CON c.v. 2010/11           1103P             ...
% GRAPPOLI CON MARCIUME - MEDIA 1999 - 2009                         TUTZER loc. Piovi Romani - FILARE 2 m x 0,85m (5294 vi...
10                   15                   20                   25                   30                   35               ...
Aggregazioni di polifenoli nelle cellule della buccia       ammassi                        ammassi       densiforma allung...
DANNI DA ECCESSO DI RADIAZIONE E DI  ESPOSIZIONE A TEMPERATURE ELEVATE  DURANTE LA MATURAZIONE IN GRAPPOLISFOGLIATI TARDIV...
VARIANTE CROMATICA PIU’ SOGGETTA A DANNI DA ECCESSO DI RADIAZIONE
DIFFUSIONE DEL VITIGNOE PROSPETTIVE FUTURE35°N
Superficie Pinot Grigio Italia                  18000                  16000                  14000                  12000...
ANDAMENTO DELLA PRODUZIONE VIVAISTICA DEL              PINOT GRIGIO                          9                          8M...
IL PINOT GRIGIO IN ITALIA:             SUPERFICI REALIZZATE     900     800                                               ...
200; 1%                                220; 1%                                120; 1%            Superficie Pinot Grigio I...
SUPERFICIE VIGNETI PINOT G.       ITALIA (2011)  7 000  6 000  5 000  4 000  3 000  2 000  1 000     0                 A  ...
PRODUZIONE DI VINI BIANCHI IN TRENTINO (Qli)
1990/1991               Chardonnay  DINAMICHE                                                                             ...
Impianti Pinot Grigio     700                                                            Friuli     600                   ...
Ha2000                 Prosecco FVG1800                 Pinot grigio FVG16001400             Prosecco Veneto1200          ...
SUPERFICI COLTIVATE A PINOT GRIGIO IN ITALIA E FRANCIA              SUPERFICIE COLTIVATA IN ITALIA     Anno          1970 ...
Il Pinot grigio in    Germania(2.600 Ha)• Baden :      1.600 Ha• Palatinato :   370 Ha• Assia-Renania : 310 Ha• Nahe :    ...
BARBATELLEVENDUTE vcr  12.000.000   10.000.000    8.000.000    6.000.000    4.000.000     2.000.000                       ...
AMBIENTE        CLONI                       SFOGLIATURA                                      PRECOCENUTRIZIONE IDRICA   QU...
Il Pinot grigio: da moda a stile             italiano                       Il 1° vino                         bianco     ...
GRAZIE PERL’ATTENZIONE
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Scienza pinot grigio  s.margherita vinitaly 2011
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Scienza pinot grigio s.margherita vinitaly 2011

2,243 views

Published on

Convegno "Il Pinot Grigio Italiano e la sfida del mercato mondiale:
storia e prospettive", intervento del Prof. Scienza

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,243
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
22
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Scienza pinot grigio s.margherita vinitaly 2011

  1. 1. IL PINOT GRIGIO ITALIANOE LA SFIDA DEL MERCATO MONDIALE : STORIA E PROSPETTIVE Gli appuntamenti Santa Margherita a Vinitaly 2011 Venerdì 8 aprile 2011
  2. 2. ORIGINI,CARATTERISTICHE E TENDENZE DEL VIGNETOPINOT GRIGIO NEL MONDOATTILIO SCIENZA CIRIVE - CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA PER L’INNOVAZIONE DELLA VITICOLTURA ED ENOLOGIA DELL’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI MILANO
  3. 3. 1876 – 2011135 anni dall’arrivo del Pinot grigio all’Istituto Agrario di S.Michele
  4. 4. 1961- 2011 : 50 ANNI DI PINOT GRIGIO DI S.MARGHERITA12 APRILE 1961 J.GAGARIN IL PRIMO UOMO NELLO SPAZIO
  5. 5. ORIGINE E DIFFUSIONE DEL VITIGNO NELLA VITICOLTURA EUROPEA
  6. 6. LA RICOSTRUZIONE DELLA STORIA DEL VITIGNO DAI SUOI SINONIMI• In Borgogna : burot (per il colore grigio)• In Champagne : fromental,enfumè,fricassèe (per la presenza sullo stesso grappolo di bacche nere,grigie e bianche),griset• In Savoia e Vallese :malvoisie• In Mosella : moreote gris• In Alsazia : Tokay,Kapuziner-kutten• In Germania : Grau Klevner,Rulaender,Speyerer,Grauer Moench• In Ungheria :szurkebarat (cappuccio grigio)• In Alto Adige : Grauburgunder• In Trentino :borgogna grigio
  7. 7. DALLA BORGOGNA ATTRAVERSO L’EUROPA• Forse la Vitis allobrogica descritta da Plinio delle regioni fredde degli allobrogi• Le prime citazioni si riferiscono ai vigneti dei Benedettini nell’area renana nel 1335• Nel 1375 dalla Svizzera il pinot grigio viene portato in Ungheria dall’imperatore Carlo IV• Nel 1568 durante la guerra turca il re Obrist Lazarus von Schwendl lo porta in Alsazia e nel Baden (da qui il sinonimo Tokaj in Alsazia)• Il ritrovamento nel suo vigneto a Spira di una pianta di Pg nel 1711 da parte di J.Seger Ruland e la prima propagazione commerciale
  8. 8. 1711 1335 15681874 1990 1375
  9. 9. SONO I TEDESCHI ADARE UNA DIGNITA’ VARIETALE AL VITIGNO• Nel 1338 un magistrato della Mosella ordina lo spianto di varietà di bassa qualità come il “golz” ad eccezione del “fromental” o “pineau gris”• Nel 1711 un commerciante di vini di Spira isola e moltiplica un Pinot grigio che chiama Rulaender.La variazione non è solo cromatica ma interessa anche il tenore in zuccheri del mosto (la piccola glaciazione)• La prima descrizione ampelografica è di Stolz (1848) : nota che è più sensibile alla clorosi e meno ai freddi invernali• Si diffonde soprattutto nella Mosella ed in Alsazia
  10. 10. IL PINOT GRIGIO IN ITALIA• Le prime testimonianze della presenza sebbene sporadica (poco più che nelle collezioni) sono nel Granducato di Toscana e nel Piemonte,materiale di provenienza francese (prima metà dell’800).• Nel Veneto arriva piu’tardi dalla Stiria e dalla Boemia soprattutto in provincia di Treviso• Nel Tirolo meridionale (attuale Trentino Alto Adige) viene introdotto da E.Mach primo Direttore dell’Istituto Agrario nel 1874.Malgrado la qualità dei suoi vini non uscì dalla collezione ampelografica per la bassa produttività• Viene diffuso nei terreni bonificati della piana dell’Adige a sud di Bolzano a partire dalla fine degli anni ’30 del secolo scorso, malgrado la sensibilità ai freddi invernali,problema superato con l’introduzione da Geisenheim del clone H,molto produttivo ma sensibile alla botrite.
  11. 11. Le prime ipotesi dell’origine dei “grappoli grigi” (formulate nel XIX sec):• Il traumatismo (una lesione locale)• Alla presenza nella linfa di un fattore che si origina nel suolo• Dall’incrocio spontaneo tra piante a bacca nera e bianca come manifestazione di atavismo• Per effetto delle virosi (ceppi “panachè”)
  12. 12. IL PINOT GRIGIO : VITIGNO MODELLO PER LOSTUDIO DEL CONTROLLO DELLA SINTESI DEGLI ANTOCIANI NELLA BACCA
  13. 13. EFFETTI DEL CHIMERISMO SULLE MANIFESTAZIONI CROMATICHE DEL PINOT G.
  14. 14. PINOT ENFUME’ BUROT PINOT ROUGIN GRISET PETIT GRIS
  15. 15. PINOT N: eterozigote per il gene VvmybA1, con allele non-funzionale VvmybA1a e l’allele funzionale VvmybA1c, nel quale il retrotrasposone Gret1 è stato totalmente exciso. eterozigote per il gene VvmybA1, allele non-funzionale VvmybA1a e allbA1d ed una delezione della regione di DNA dell’allele funzionale Vvmy
  16. 16. Il colore della bacca del Pinot g. è il risultato diuna mutazione somatica al locus che ne determina il colore chiamata CHIMERA PERICLINALe Lo strato di cellule L2 contribuisce per il 75% nel controllo del colore aaa Pinot grigio Furiya et al., 2009
  17. 17. Il colore della bacca del Pinot g. è il risultato di una mutazione somatica al locusche ne determina il colore: CHIMERAIpotesiPERICLINALE.Lo strato di cellule L2 contribuisce per il 75% e quello L1 per il restante 25%. Pinot Nero L2 Pinot Grigio Pinot Bianco L2 L2 Silvia Vezzulli - CRI - FEM
  18. 18. In Pinot Grigio è avvenuto unospostamento di L2 in L1 (Walker et al. 2006) Silvia Vezzulli - CRI - FEM
  19. 19. UDP Glucosio flavonoide 3-ossiglucoside transferasi (UFGT)Fattore di trascrizione regolato da un sistema “spazio-temporale”
  20. 20. F3’5’H/F3’H FORME DI/TRI-(Flavone 3’5’ idrossilasi) IDROSSILATE
  21. 21. Teroldego TeroldegoPinot grigio 95% tri- idrossi lati Pinot grigio 20% tri- idrossila ti
  22. 22. Pinot Bianco derivadal Pinot Grigio? dal Pinot Nero? (Pelsy et al. 2009) (Fregoni 1998) Silvia Vezzulli - CRI - FEM
  23. 23. ASPETTI DELLACOLTIVAZIONE DEL PINOT GRIGIO
  24. 24. SMA 505 Cloni Pinot grigio INRA 52FR 49-207 ISV F1T 20% 80% VCR 6
  25. 25. 505 SMA
  26. 26. T - 201
  27. 27. 505 SMA
  28. 28. PRODUZIONE (Quintali/ha) - MEDIA 1999 - 2009 TUTZER loc. Piovi Romani - FILARE 2 m x 0,85m (5294 viti/ha) Media ±ES ±1.96*ES210200190180170160150140130120110100 90 80 70 505 SMA 503 SMA 514 SMA 501 SMA 513 SMA cl. 10-5 CL 457 CL 49-207 CL 52 cl. 10-10 T 101 T 103 T 202 T 303 T 305 T 102 T 201 T 301 T 302 T 304 T 306
  29. 29. ° BABO - MEDIA 1999 - 2009 TUTZER loc. Piovi Romani - FILARE 2 m x 0,85m (5294 viti/ha) Media ±ES ±1.96*ES20.019.519.018.518.017.517.016.516.0 505 SMA 501 SMA 503 SMA 513 SMA 514 SMA cl. 10-10 CL 457 CL 49-207 CL 52 cl. 10-5 T 101 T 201 T 302 T 305 T 102 T 103 T 202 T 301 T 303 T 304 T 306
  30. 30. VCR: UTILIZZO DEI PORTINNESTI NEL PINOT GRIGIO c.v. 2000/2001 A CONFRONTO CON c.v. 2010/11 1103P 110R 1103P 3% 101.14C 5C 2% 11% 2% 775P 1% 1% 140RU 1% 420ASO4 1% 1103P19% 140RU 140RU 1103P 17% 420A 140RU SO4 K5BB 420A 32% K5BB SO4 SO4 775P 5C 420A 101.14C 1% 110R K5BB K5BB 74% 35%
  31. 31. % GRAPPOLI CON MARCIUME - MEDIA 1999 - 2009 TUTZER loc. Piovi Romani - FILARE 2 m x 0,85m (5294 viti/ha) Media ±ES ±1.96*ES4540353025201510 5 0 501 SMA 505 SMA 503 SMA 513 SMA 514 SMA CL 49-207 CL 457 CL 52 cl. 10-10 cl. 10-5 T 101 T 102 T 103 T 201 T 202 T 301 T 302 T 303 T 304 T 305 T 306
  32. 32. 10 15 20 25 30 35 40 -5 0 5 sel. TEDESCHEsel. TEDESCHE + GA3 sel. FRANCESIsel. FRANCESI + GA3 Media SMA SMA + GA3 ±ES sel. CAINELLI ±1.96*ES sel. CAINELLI + GA3 sel. GIOVANNINI MEZZOCORONA - MEDIA 2000 - 2009 sel. TUTZER PINOT GRIGIO - % GRAPPOLI CON MARCIUME sel. STEFANI
  33. 33. Aggregazioni di polifenoli nelle cellule della buccia ammassi ammassi densiforma allungata granulari disposti a contatto dellacon settori membranatrasversali vacuolare tondeggia nti disposti nel centro del vacuolo
  34. 34. DANNI DA ECCESSO DI RADIAZIONE E DI ESPOSIZIONE A TEMPERATURE ELEVATE DURANTE LA MATURAZIONE IN GRAPPOLISFOGLIATI TARDIVAMENTE O ESPOSTI AL SOLE IN FORME D’ALLEVAMENTO A RICADERE
  35. 35. VARIANTE CROMATICA PIU’ SOGGETTA A DANNI DA ECCESSO DI RADIAZIONE
  36. 36. DIFFUSIONE DEL VITIGNOE PROSPETTIVE FUTURE35°N
  37. 37. Superficie Pinot Grigio Italia 18000 16000 14000 12000Superficie (ha) 10000 8000 6000 4000 2000 0 1970 1982 1990 2000 2010 anno
  38. 38. ANDAMENTO DELLA PRODUZIONE VIVAISTICA DEL PINOT GRIGIO 9 8MILIONI DI BARBATELLE 7 6 5 PINOT GRIGIO 4 3 2 1 0 5 6 7 8 9 0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 4/ 9 5/ 9 6/ 9 7/ 9 8/ 9 9/ 0 0/ 0 1/ 0 2/ 0 3/ 0 4/ 0 5/ 0 6/ 0 7/ 0 8/ 0 1 99 199 199 199 199 199 200 200 200 200 200 200 200 200 200 CAMPAGNA VIVAISTICA
  39. 39. IL PINOT GRIGIO IN ITALIA: SUPERFICI REALIZZATE 900 800 770 700 650 600 530 490 500 460ha 400 370 330 320 300 230 200 200 100 0 92/93 93/94 94/95 95/96 96/97 97/98 98/99 99/2000 2000/01 2001/02 annata
  40. 40. 200; 1% 220; 1% 120; 1% Superficie Pinot Grigio Italia 2011 1 000; 6% VENETO 900; 5% FRIULI V.G. 7 000; 41% ALTO ADIGE TRENTINO2 300; 13% 600; 3% LOMBARDIA SICILIA UMBRIA 5 000; 29% TOSCANA ABRUZZO Totale 16.260 ha
  41. 41. SUPERFICIE VIGNETI PINOT G. ITALIA (2011) 7 000 6 000 5 000 4 000 3 000 2 000 1 000 0 A TO O E NO IA IA G. A IG ZZ AN BR ILI RD V. NE AD TI RU SIC SC EN LI BA UM VE IU AB TO TO TR M FR AL LO
  42. 42. PRODUZIONE DI VINI BIANCHI IN TRENTINO (Qli)
  43. 43. 1990/1991 Chardonnay DINAMICHE 15% VARIETALI IN Sauvignon 13%FRIULI-VENEZIA GIULIA (90-10) Bianchi Prosecco 69% 1% Rossi 31% Pinot grigio 2003/2004 14% Altre bianche 26% Pinot grigio Chardonnay 40% 7% Bianchi 67% Rossi 33% Sauvignon 8% Prosecco Altre bianche 1% 2008/2009 Chardonnay 11% 11% Pinot grigio Sauvignon 29% 16% Rossi 18% Bianchi 82% Prosecco 2% Altre bianche 24%
  44. 44. Impianti Pinot Grigio 700 Friuli 600 Veneto 500 400ha 300 200 100 0 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 anno
  45. 45. Ha2000 Prosecco FVG1800 Pinot grigio FVG16001400 Prosecco Veneto1200 Pinot grigio Veneto1000800600400200 0 2001/02 2002/03 2003/04 2004/05 2005/06 2006/07 2007/08 2008/09 2009/10
  46. 46. SUPERFICI COLTIVATE A PINOT GRIGIO IN ITALIA E FRANCIA SUPERFICIE COLTIVATA IN ITALIA Anno 1970 1982 1990 2000 2010 Ettari 969 1.985 3.413 6.668 15.484 SUPERFICIE COLTIVATA IN FRANCIA Anno 1958 1968 1979 1988 1998 2006 Ettari 492 601 520 893 1.759 2.452
  47. 47. Il Pinot grigio in Germania(2.600 Ha)• Baden : 1.600 Ha• Palatinato : 370 Ha• Assia-Renania : 310 Ha• Nahe : 100 Ha
  48. 48. BARBATELLEVENDUTE vcr 12.000.000 10.000.000 8.000.000 6.000.000 4.000.000 2.000.000 2006/2010 2001/2005 0 1995/2000 Italia Europa Est Altri
  49. 49. AMBIENTE CLONI SFOGLIATURA PRECOCENUTRIZIONE IDRICA QUALITÀ SFOGLIATURA E MINERALE UVA TARDIVA GESTIONE DEL LOTTA SUOLO ANTIPARASSITARIA FORMA DI ALLEVAMENTO
  50. 50. Il Pinot grigio: da moda a stile italiano Il 1° vino bianco 2011 italiano IL PINOT GRIGIO DIVENTA 2008 SIMBOLO DEL VINO MADE IN ITALY 2004 2000 CON L’INCREMENTO 1995 DELL’EXPORT SI DIFFONDE IN VENETO E F.V.G. 1990 1985 IL MERCATO DEGLI 1979 ECHO-BOOMER : MARCA E INIZIA IL FENOMENO 1974 SOSTENIBILITA’ PINOT GRIGIO IN T.A.A. 1969 1965 LA PRODUZIONE SI ESTENDE AL DI FUORI 1963 DELLE ZONE TRADIZIONALI 1961 1959 1958 Fasi di s
  51. 51. GRAZIE PERL’ATTENZIONE

×