Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

Sociale e Social: come uscire dal "terzo mondo" dell'informazione

2,473 views

Published on

Intervento al workshop “Senza terzi mondi. Social per social e non profit: come fare comunicazione e usare gli strumenti della rete” tenuto a Glocalnews, festival del giornalismo digitale a Varese, www.glocal12.it, il 17/11/2012

Published in: Education
  • Be the first to comment

Sociale e Social: come uscire dal "terzo mondo" dell'informazione

  1. 1. Workshop“Senza terzi mondi. Social per social e no profit: come fare comunicazione e usare www.glocal12.it 17/11/2012 Sociale e Social Come uscire dal “terzo mondo” dell’informazione @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  2. 2. Tra “social media” e “sociale” … Partecipare Condividere Comunicare @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  3. 3. Giornalismo sociale, cos’è?• Nasce dalla prima crisi del welfare (intorno agli anni ‘90)• Fenomeno del volontariato e del dibattito sul non profit• Informazione dedicata alle nuove questioni sociali, nate con l’abbandono dei tradizionali modelli di sicurezza sociale.   @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  4. 4. Che fa il buon giornalista (sociale)?• “Analizza i contesti socio-economici del fenomeno”• “Ha una forte disponibilità etica all’ascolto dell’ altro da sé” @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  5. 5. Dove passa oggi l’informazione sociale?• Agenzie di stampa (Redattore Sociale, Dire…)• Quotidiani nazionali nelle rubriche dedicate all’informazione sociale• Periodici e street magazine• Quotidiani locali, cartacei e online• Blog• Social Network @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  6. 6. Dalla strada al web…. @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  7. 7. Alla “città del bene”del Corriere della Sera @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  8. 8. Uscire dalla riserva indiana I quotidiani dedicano al sociale circa l1% delle loro pagineLa Repubblica, con il 3,37% del totale delle pagine, è il quotidiano che dà maggior spazio. Fanalino di coda "Il Giornale" con nessuna notizia. Dati dell’Osservatorio della Scuola di Giornalismo “Walter Tobagi” di Milano, anno 2011 per Redattore Sociale @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  9. 9. Ma dal web arrivano le sorpreseLa 27esima ora è il secondo blog più letto di Corriere.it(Barbara Stefanelli al Convegno “Il futuro del giornalismo - Ping Pong tra carta e rete, Ordine dei Giornalisti della Lombardia, 11 ottobre 2012,) @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  10. 10. Il giornalismo sociale in evoluzione dalla carta al web• L’esperimento di Vita dalla carta al web con un’edizione mensile cartacea e il potenziamento della presenza sui social• @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  11. 11. Ma valgono ancora i “recinti” nel web? @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  12. 12. Nel web 2.0cambia la trasmissione e il consumo di news Incremento di oltre il 25% degli Italiani internauti: da 16.2 milioni nel luglio 2009 a 20.3 milioni nel luglio 2012.• l’84% degli user si collega 3 o più volte alla settimana• il 73% guarda la tv nazionale• il 55% ascolta la radio,• il 44% guarda le tv locali• il 44% del campione accede alle notizie via smartphone• il 20% oggi lo fa attraverso tablet Fonte Astra Ricerche 2012, “Gli internauti italiani e le news tramite new media e mezzi classici’ indagine demoscopica per l’Ordine dei Giornalisti della Lombardia @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  13. 13. Cambia la modalità di accesso e di frequenza alle diverse fonti sul web• il 54,2%, lo fa attraverso siti raggiunti attraverso i motori di ricerca• il 51,1% attraverso i quotidiani online• il 49,6% attraverso i portali generalisti• il 44,4% attraverso che trasmettono video o audio raccolgono• il 43% lo fa attraverso i social network•  il 39,7% attraverso le agenzie di stampa• il 38,2% attraverso community e forum• il 27,3% attraverso i blog di amici• il 22,4% attraverso quelli di esperti od opinionisti Fonte Astra Ricerche 2012, “Gli internauti italiani e le news tramite new media e mezzi classici’ indagine demoscopica per l’Ordine dei Giornalisti della Lombardia• @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  14. 14. Come raccontare, oggi, il mondo del non profit?•Da una parte il giornalista e le redazioni in trasformazione tra carta e web•dall’altra il mondo del non profit racconta “senzamediazioni” attraverso blog e social network i propriprogetti tra “citizen” e “civic journalism” @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  15. 15. Good news, no news?“Si affida a una farfalla il comitato che difende labrughiera dallampliamento di Malpensa. E fino al 2015il progetto si ferma” @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  16. 16. “Un battito dali ci salverà” @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  17. 17. Meglio un blog… @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  18. 18. …l’articolo sul quotidiano online @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  19. 19. …o la pagina Facebook? @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  20. 20. e i social network?ogni canale comunicativo può e deve essere seguito e non va ignorato @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  21. 21. Informazione, non profit e social network• Così come le associazioni di volontariato e del terzo settore devono fare “propri” i social network ed usare nuovi canali di comunicazione• Così il giornalista sociale, oggi, deve essere “social “ e presente nei social network, dove può trovare nuovi modi di raccogliere informazioni e raccontare il non profit (come l’ambiente, la cultura,il lavoro…)Tutti devono dominare e non subire gli strumenti del web 2.0. @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it
  22. 22. info@rosybattaglia.it@rosybattagliabat-blog.orgwww.rosybattaglia.it @rosybattaglia bat-blog.org www.rosybattaglia.it

×