Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Contenuti multimediali:
tecniche e approcci
2-Testo: Incipit e titoli
di
Rosa Maria Di Natale
Corso di formazione speciali...
L’attacco o incipit
Se hai un buon “attacco” ( o incipit) dell’articolo, hai anche il resto
dell’articolo.
Il perché è chi...
Modelli di incipit

a) l’enunciazione del fatto, servendosi
delle 5 W
b) la descrizione di una situazione
c) una dichiaraz...
Attacco con
enunciazione del fatto
e5W
Modello A
Attacco con
descrizione
Modello B
Attacco con dichiarazione
Modello C
Incipit con
interrogativo
Modello D
Attacco con
commento
Modello E
Il titolo
emblema della sintesi
Il titolo è il biglietto da visita da consegnare al lettore.
Deve contenere la descrizione...
Un esempio
Ha prima rapinato una donna in banca, poi
ha preso un autobus tenendo con una
mano la pistola “ a vista” e con ...
Dardano (1973) uno dei modi di leggere
un giornale è quello di scorrere l’occhio
sulle titolature. Il lettore vuole sapere...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Web Writing: il testo giornalistico. Attacco e Titolazione

1,201 views

Published on

Cos'è l'attacco di un articolo giornalistico e come si prepara. Analisi dei titoli

  • Be the first to comment

Web Writing: il testo giornalistico. Attacco e Titolazione

  1. 1. Contenuti multimediali: tecniche e approcci 2-Testo: Incipit e titoli di Rosa Maria Di Natale Corso di formazione specialistica Esperti in tecnologie multimediali e contenuti WEB TV per la valorizzazione della formazione e della ricerca nei mercati internazionali e locali Progetto PON a300136 Bionanotech Research and Innnovation Tower (BRIT)
  2. 2. L’attacco o incipit Se hai un buon “attacco” ( o incipit) dell’articolo, hai anche il resto dell’articolo. Il perché è chiaro: se l’articolista è in grado di riassumere in poche righe, iniziali, il “cuore” della notizia, vuol dire che ha ben chiara tutta la scaletta logica del pezzo, il “cuore” del fatto. Un buon incipit deve far scattare la scintilla dell’interesse; deve guidare il lettore . Un buon attacco, da solo, deve essere in grado di far comprendere quale sia il significato di un avvenimento. La notizia prima di tutto. Poi si va a capo.
  3. 3. Modelli di incipit a) l’enunciazione del fatto, servendosi delle 5 W b) la descrizione di una situazione c) una dichiarazione d) un interrogativo (fondi, editoriali ecc) e) un commento (fondi, editoriali, ecc.) Nota bene: L’incipit giornalistico è molto diverso, spesso di segno opposto, rispetto a quello letterario
  4. 4. Attacco con enunciazione del fatto e5W Modello A
  5. 5. Attacco con descrizione Modello B
  6. 6. Attacco con dichiarazione Modello C
  7. 7. Incipit con interrogativo Modello D
  8. 8. Attacco con commento Modello E
  9. 9. Il titolo emblema della sintesi Il titolo è il biglietto da visita da consegnare al lettore. Deve contenere la descrizione completa di una notizia E’ un testo brevissimo che, come tale, non segue gli stessi criteri che regolano la produzione di testi più lunghi e complessi Franchini (1997): “Il titolo ha un peso e un’importanza che superano in molti casi il peso e l’importanza dei “pezzi” che presenta. [...] [Pertanto] per il titolo non c’è difesa, non c’è rete di sicurezza: il titolo deve essere, e per natura e per ruolo, secco, preciso, inequivocabile e quindi rischioso [...]. Il giornale non può offrire punti interrogativi al lettore che paga per avere risposte”. Può essere descrittivo, valutativo, polemico, ironico, brillante, cronistico
  10. 10. Un esempio Ha prima rapinato una donna in banca, poi ha preso un autobus tenendo con una mano la pistola “ a vista” e con l’altra il bottino. Avvertita con il cellulare da un passeggero, la polizia lo ha atteso alla prima fermata utile e lo ha arrestato. E’ successo ieri a Librino, nei pressi di Viale Moncada. Appena sono scattate le manette il rapinatore ha insultato gli agenti: ”Siete persone inutili“… Titolo Rapinatore incauto viaggia in autobus: preso Titolo 2: Librino, polizia avvertita da cellulare In manette un rapinatore Titolo 3: “Poliziotti gente inutile…” Rapinatore “sbotta” alla fermata del bus
  11. 11. Dardano (1973) uno dei modi di leggere un giornale è quello di scorrere l’occhio sulle titolature. Il lettore vuole sapere tutto ma non vuole soffermarsi. Il titolo può essere redatto, molte volte volontariamente, in maniera incoerente rispetto agli eventi accaduti proprio per fuorviare le credenze dell’utente che non si sofferma sull’intera lettura dell’ articolo. L’informazione diventa così opinione. L’incoerenza tra titolo e contenuto della notizia è giustificata solo quando nasce da incidenti involontari, quando, ad esempio, la figura del giornalista non coincide con quella del “titolista” che compila il suo testo a partire da una lettura superficiale dell’articolo redatto dal collega

×