Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

URBANA_ppt_AG_23.05.2013

1,386 views

Published on

  • DOWNLOAD THIS BOOKS INTO AVAILABLE FORMAT (2019 Update) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ................................................................................................................................... eBook is an electronic version of a traditional print book THIS can be read by using a personal computer or by using an eBook reader. (An eBook reader can be a software application for use on a computer such as Microsoft's free Reader application, or a book-sized computer THIS is used solely as a reading device such as Nuvomedia's Rocket eBook.) Users can purchase an eBook on diskette or CD, but the most popular method of getting an eBook is to purchase a downloadable file of the eBook (or other reading material) from a Web site (such as Barnes and Noble) to be read from the user's computer or reading device. Generally, an eBook can be downloaded in five minutes or less ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks .............................................................................................................................. Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .....BEST SELLER FOR EBOOK RECOMMEND............................................................. ......................................................................................................................... Blowout: Corrupted Democracy, Rogue State Russia, and the Richest, Most Destructive Industry on Earth,-- The Ride of a Lifetime: Lessons Learned from 15 Years as CEO of the Walt Disney Company,-- Call Sign Chaos: Learning to Lead,-- StrengthsFinder 2.0,-- Stillness Is the Key,-- She Said: Breaking the Sexual Harassment Story THIS Helped Ignite a Movement,-- Atomic Habits: An Easy & Proven Way to Build Good Habits & Break Bad Ones,-- Everything Is Figureoutable,-- What It Takes: Lessons in the Pursuit of Excellence,-- Rich Dad Poor Dad: What the Rich Teach Their Kids About Money THIS the Poor and Middle Class Do Not!,-- The Total Money Makeover: Classic Edition: A Proven Plan for Financial Fitness,-- Shut Up and Listen!: Hard Business Truths THIS Will Help You Succeed, ......................................................................................................................... .........................................................................................................................
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • DOWNLOAD THIS BOOKS INTO AVAILABLE FORMAT (2019 Update) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ................................................................................................................................... eBook is an electronic version of a traditional print book THIS can be read by using a personal computer or by using an eBook reader. (An eBook reader can be a software application for use on a computer such as Microsoft's free Reader application, or a book-sized computer THIS is used solely as a reading device such as Nuvomedia's Rocket eBook.) Users can purchase an eBook on diskette or CD, but the most popular method of getting an eBook is to purchase a downloadable file of the eBook (or other reading material) from a Web site (such as Barnes and Noble) to be read from the user's computer or reading device. Generally, an eBook can be downloaded in five minutes or less ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks .............................................................................................................................. Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .....BEST SELLER FOR EBOOK RECOMMEND............................................................. ......................................................................................................................... Blowout: Corrupted Democracy, Rogue State Russia, and the Richest, Most Destructive Industry on Earth,-- The Ride of a Lifetime: Lessons Learned from 15 Years as CEO of the Walt Disney Company,-- Call Sign Chaos: Learning to Lead,-- StrengthsFinder 2.0,-- Stillness Is the Key,-- She Said: Breaking the Sexual Harassment Story THIS Helped Ignite a Movement,-- Atomic Habits: An Easy & Proven Way to Build Good Habits & Break Bad Ones,-- Everything Is Figureoutable,-- What It Takes: Lessons in the Pursuit of Excellence,-- Rich Dad Poor Dad: What the Rich Teach Their Kids About Money THIS the Poor and Middle Class Do Not!,-- The Total Money Makeover: Classic Edition: A Proven Plan for Financial Fitness,-- Shut Up and Listen!: Hard Business Truths THIS Will Help You Succeed, ......................................................................................................................... .........................................................................................................................
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • DOWNLOAD THIS BOOKS INTO AVAILABLE FORMAT (2019 Update) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ................................................................................................................................... eBook is an electronic version of a traditional print book THIS can be read by using a personal computer or by using an eBook reader. (An eBook reader can be a software application for use on a computer such as Microsoft's free Reader application, or a book-sized computer THIS is used solely as a reading device such as Nuvomedia's Rocket eBook.) Users can purchase an eBook on diskette or CD, but the most popular method of getting an eBook is to purchase a downloadable file of the eBook (or other reading material) from a Web site (such as Barnes and Noble) to be read from the user's computer or reading device. Generally, an eBook can be downloaded in five minutes or less ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks .............................................................................................................................. Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .....BEST SELLER FOR EBOOK RECOMMEND............................................................. ......................................................................................................................... Blowout: Corrupted Democracy, Rogue State Russia, and the Richest, Most Destructive Industry on Earth,-- The Ride of a Lifetime: Lessons Learned from 15 Years as CEO of the Walt Disney Company,-- Call Sign Chaos: Learning to Lead,-- StrengthsFinder 2.0,-- Stillness Is the Key,-- She Said: Breaking the Sexual Harassment Story THIS Helped Ignite a Movement,-- Atomic Habits: An Easy & Proven Way to Build Good Habits & Break Bad Ones,-- Everything Is Figureoutable,-- What It Takes: Lessons in the Pursuit of Excellence,-- Rich Dad Poor Dad: What the Rich Teach Their Kids About Money THIS the Poor and Middle Class Do Not!,-- The Total Money Makeover: Classic Edition: A Proven Plan for Financial Fitness,-- Shut Up and Listen!: Hard Business Truths THIS Will Help You Succeed, ......................................................................................................................... .........................................................................................................................
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • DOWNLOAD THIS BOOKS INTO AVAILABLE FORMAT (2019 Update) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ................................................................................................................................... eBook is an electronic version of a traditional print book THIS can be read by using a personal computer or by using an eBook reader. (An eBook reader can be a software application for use on a computer such as Microsoft's free Reader application, or a book-sized computer THIS is used solely as a reading device such as Nuvomedia's Rocket eBook.) Users can purchase an eBook on diskette or CD, but the most popular method of getting an eBook is to purchase a downloadable file of the eBook (or other reading material) from a Web site (such as Barnes and Noble) to be read from the user's computer or reading device. Generally, an eBook can be downloaded in five minutes or less ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks .............................................................................................................................. Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .....BEST SELLER FOR EBOOK RECOMMEND............................................................. ......................................................................................................................... Blowout: Corrupted Democracy, Rogue State Russia, and the Richest, Most Destructive Industry on Earth,-- The Ride of a Lifetime: Lessons Learned from 15 Years as CEO of the Walt Disney Company,-- Call Sign Chaos: Learning to Lead,-- StrengthsFinder 2.0,-- Stillness Is the Key,-- She Said: Breaking the Sexual Harassment Story THIS Helped Ignite a Movement,-- Atomic Habits: An Easy & Proven Way to Build Good Habits & Break Bad Ones,-- Everything Is Figureoutable,-- What It Takes: Lessons in the Pursuit of Excellence,-- Rich Dad Poor Dad: What the Rich Teach Their Kids About Money THIS the Poor and Middle Class Do Not!,-- The Total Money Makeover: Classic Edition: A Proven Plan for Financial Fitness,-- Shut Up and Listen!: Hard Business Truths THIS Will Help You Succeed, ......................................................................................................................... .........................................................................................................................
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • DOWNLOAD THIS BOOKS INTO AVAILABLE FORMAT (2019 Update) ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... Download Full PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download Full doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download PDF EBOOK here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download EPUB Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... Download doc Ebook here { https://soo.gd/irt2 } ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... ................................................................................................................................... eBook is an electronic version of a traditional print book THIS can be read by using a personal computer or by using an eBook reader. (An eBook reader can be a software application for use on a computer such as Microsoft's free Reader application, or a book-sized computer THIS is used solely as a reading device such as Nuvomedia's Rocket eBook.) Users can purchase an eBook on diskette or CD, but the most popular method of getting an eBook is to purchase a downloadable file of the eBook (or other reading material) from a Web site (such as Barnes and Noble) to be read from the user's computer or reading device. Generally, an eBook can be downloaded in five minutes or less ......................................................................................................................... .............. Browse by Genre Available eBooks .............................................................................................................................. Art, Biography, Business, Chick Lit, Children's, Christian, Classics, Comics, Contemporary, Cookbooks, Manga, Memoir, Music, Mystery, Non Fiction, Paranormal, Philosophy, Poetry, Psychology, Religion, Romance, Science, Science Fiction, Self Help, Suspense, Spirituality, Sports, Thriller, Travel, Young Adult, Crime, Ebooks, Fantasy, Fiction, Graphic Novels, Historical Fiction, History, Horror, Humor And Comedy, ......................................................................................................................... ......................................................................................................................... .....BEST SELLER FOR EBOOK RECOMMEND............................................................. ......................................................................................................................... Blowout: Corrupted Democracy, Rogue State Russia, and the Richest, Most Destructive Industry on Earth,-- The Ride of a Lifetime: Lessons Learned from 15 Years as CEO of the Walt Disney Company,-- Call Sign Chaos: Learning to Lead,-- StrengthsFinder 2.0,-- Stillness Is the Key,-- She Said: Breaking the Sexual Harassment Story THIS Helped Ignite a Movement,-- Atomic Habits: An Easy & Proven Way to Build Good Habits & Break Bad Ones,-- Everything Is Figureoutable,-- What It Takes: Lessons in the Pursuit of Excellence,-- Rich Dad Poor Dad: What the Rich Teach Their Kids About Money THIS the Poor and Middle Class Do Not!,-- The Total Money Makeover: Classic Edition: A Proven Plan for Financial Fitness,-- Shut Up and Listen!: Hard Business Truths THIS Will Help You Succeed, ......................................................................................................................... .........................................................................................................................
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

URBANA_ppt_AG_23.05.2013

  1. 1. CRIMINE E AMBIENTI URBANII. LA SCUOLA ECOLOGICA DI ERNEST W. BURGESS E ROBERT E. PARK A CHICAGO (1925 ca.) II. LA CRESCITA URBANA SECONDO MAURICE DAVIE E LA CRITICA AL ‘MODELLO A ZONE CONCENTRICHE’ III. LE RIELABORAZIONI DELLA ‘TEORIA ECOLOGICA’ DEL CRIMINE TRA GLI ANNI 1950 E 1980 IV. L’EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA A ST. LOUIS MISSOURI NEL 1954 V. LA SOVRAPPOPOLAZIONE A KOWLOON WALLED CITY HONG KONG NEL 1960 VI. LA MISCELANZA ETNICA A HILLBROW JOHANNESBURG NEL 1970 VII. LE VELE DI SCAMPIA A NAPOLI-SECONDIGLIANO NELLA META’ DEGLI ANNI 1970 VIII. IL CICLO VIZIOSO NELLE AREE URBANE SECONDO CLIFFORD R. SHAW E HENRY D. McKAY (1940 ca.) IX. LA SEPARAZIONE TRA ETNIE A BOTKIRKA-FITTJA STOCCOLMA E AD HAMMRKULLEN GÖTEBORG X. LA BASE CULTURALE DELLA SOLIDARIETA’ SOCIALE SECONDO E. DURKHEIM (1897) XI. LA XENOFOBIA A SAN PIETROBURGO NELL’OBLAST DI LENINGRADO XII. IL CRIMINE D’ODIO A ROSTOCK-LICHTENHANGEN NEL 1992 XIII. LE LACUNE DELLE DEMOCRAZIE PLURALISTE XIV. LA TOSSICODIPENDENZA NEL DTES DI VANCOUVER XV. L’ESCLUSIONE DAL MERCATO DEL LAVORO DEI QUARTIERI HAUTS-DE-ROUEN XVI. Il CLIMA DI INTOLLERANZA A GRÖPELINGEN BREMA XVII. LA LOGICA DI MASSIMIZZAZIONE DEI PROFITTI INDIVIDUALI XVIII. IL BOOM EDILIZIO INCONTROLLATO A STOCKTON CALIFORNIA XIX. IL PIGNORAMENTO DEI MUTUI A CLEVELAND OHIO XX. I FURTI IN TRASFERTA INTORNO A DUBLINO
  2. 2. ‘ C H I C A G O C I T Y ’ D I E R N E S T W . B U R G E S S E R O B E R T E . P A R K ‘ l a s c u o l a e c o l o g i c a ’ 2 “Questo schema rappresenta una costruzione ideale delle tendenze di qualunque cittadina o città ad espandere radialmente dal suo distretto centrale di business - sulla mappa “Il Loop” (I). Circondando l’area del centro esiste normalmente un’area in transizione, che viene invasa da business e manifattura leggera (II). Una terza area (III) è abitata dai lavoratori nelle industrie che sono scappati dall’area di deterioramento (II) ma che desiderano vivere nei pressi di facile accesso al proprio lavoro. Oltre questa zona sta l’‘area residenziale’ (IV) di edifici residenziali di alta classe o di distretti esclusivi ‘ad accesso ristretto’ di abitazioni unifamiliari. Ancora più in là, oltre i confini della città, sta la zona dei pendolari - aree suburbane, o città satellite - a trenta-sessanta minuti di distanza dal distretto centrale di business. Questo schema mostra chiaramente il principale fatto di espansione, cioè, la tendenza di ciascuna zona interna ad estendere la propria area attraverso l’invasione della zona successiva circostante.” E.W. Burgess a proposito della città nel famoso articolo “The Growth of the City” (1923), riapparso come II capitolo nel volume di Robert E. Park The City (1925). “La città, soprattutto la moderna città Americana, colpisce a primo acchito come poco più di un prodotto di semplici processi di natura e crescita, tanto che è difficile riconoscerla come un’entità viva. Il piano urbanistico della maggior parte di città Americane, per esempio, è una scacchiera. L’unità di distanza è il rione. Questa forma geometrica suggerisce che la città è una costruzione puramente artificiale che potrebbe magari essere tolta e rimessa, come una casa di blocchi. Il fatto è, però, che la città è radicata nelle abitudini e costumi delle persone che la abitano. La conseguenza è che la città possiede un’organizzazione morale come anche fisica, e queste due interagiscono mutualmente in maniere caratteristiche per dare forma e modificarsi l’un l’altra. E’ la struttura della città che dapprima ci colpisce attraverso la sua vastità e complessità visibili. Ma questa struttura ha la sua base, tuttavia, nella natura umana, della quale essa è un’espressione. D’altra parte, questa vasta organizzazione che è sorta in risposta alle necessità dei suoi abitanti, una volta formata, si impone su di loro come un crudo fatto esterno, e li forma, a sua volta, in accordo con il design e gli interessi che essa incorpora.“
  3. 3. L A C R E S C I T A U R B A N A S E C O N D O M A U R I C E D A V I E E L A C R I T I C A A L ‘ M O D E L L O A Z O N E C O N C E N T R I C H E ’ 3 Così si esprime Maurice Davie nel suo studio della metà degli anni 1930 The Pattern of Urban Growth: “Un’estensione dell’ipotesi di zone concentriche include la nozione del gradiente, utilizzato per misurare il grado di dominanza che un centro esercita su zone successive all’esterno in direzione della propria periferia. Con gradiente si indica il tasso di mutamento di una condizione variabile come la proprietà di casa, gruppi per genere ed età, povertà, divorzio, o delinquenza, dal punto di vista della sua distribuzione su una determinata area. Un ottimo lavoro in questo campo è stato fatto da Shaw, che, sulla base dell’ipotesi di Burgess, ha calcolato i tassi di delinquenza giovanile in Chicago per cerchi concentrici dal centro della città alla sua periferia. I suoi dati indicano una tendenza pronunciata dei tassi a declinare con ciascuna successiva zona esterna. Egli di conseguenza applicò la stessa tecnica ad uno studio della delinquenza giovanile in una serie di altre città Americane e trovò un modello gradiente similare di distribuzione. Altri studi utilizzando la stessa tecnica mostrano gli stessi risultati. In nessuno di questi studi sulla delinquenza c’è molto esame critico del significato dei risultati. Parrebbe come se Shaw si fosse apprestato a dimostrare la correttezza dell’ipotesi di Burgess, e gli altri a sostenere la procedura di Shaw. Noi non mettiamo in questione l’accuratezza dei risultati generali che i tassi di delinquenza, considerati per zona, tendano a decrescere all’esterno partendo dal centro della città, ma mettiamo in questione il loro significato dal punto di vista sia dell’ecologia urbana che del problema della delinquenza stesso. I fatti più salienti che riguardano la distribuzione della delinquenza sono oscurati, e i dati distorti, considerando il tasso per zone. Questo punto può essere illustrato dallo studio originale di Chicago. La città fu divisa in 113 aree, la maggior parte delle quali miglia quadrate, e i tassi di delinquenti maschili in varie serie furono calcolati su base di popolazione maschile tra i 10 e i 16 anni nelle aree. Vennero disegnati cerchi concentrici ad intervalli di 2 miglia, e i tassi calcolati per ciascuna zona. I tassi di zona, come segnalato sopra, tendevano a decrescere all’infuori partendo dal centro della città. Non c’è niente, tuttavia, in questi stessi tassi per area che suggerirebbe una combinazione in zone concentriche. I tassi per aree di miglia quadrate per una serie tipica sono forniti nella mappa allegata (Mappa III).”
  4. 4. III. Le rielaborazioni della ‘Teoria ecologica’ del crimine ▪ Più un luogo è densamente popolato, maggiori saranno le probabilità che si verifichino comportamenti non conformi;… si sostiene infatti che l’urbanizzazione produca molto spesso alti livelli di disorganizzazione sociale, specialmente tra i poveri e gli immigrati (Gresham M. Sykes, 1955 ca.); ▪ La dimensione della densità viene messa in relazione con la varietà, l’intensità e il numero delle subculture e la loro presenza dietro i comportamenti devianti (Claude S. Fischer, 1975); ▪ I quartieri degradati sono tali a causa del disinteresse sociale dimostrato per l’area di residenza, che a sua volta crea un forte clima di paura e criminalità, che a sua volta produce un minore controllo sociale e il degrado dei quartieri (Rodney Stark, 1987); ▪ Spesso il crimine è collegato con la differenziazione sociale, che determina un senso di ‘deprivazione relativa’, che a sua volta si trasforma in aumento della possibilità di crimini violenti (Ralph B. Taylor & Jeanette Covington, 1988). 4
  5. 5. P R U I T T - I G O E - S T . L O U I S , M I S S O U R I , U . S . A . ‘ e d i l i z i a r e s i d e n z i a l e p u b b l i c a ’ 5 Why They Built the Pruitt-Igoe Project di Alexander von Hoffman - Joint Center for Housing Studies, Harvard University St. Louis Pruitt-Igoe è un prodotto del programma di housing pubblico federale statunitense del dopoguerra portato a termine nel 1956. Nel 1947 la Commissione mise a punto un piano urbano globale per riportare la gente a St. Louis. Il piano designò il quartiere DeSoto-Carr, il sito finale di Pruitt-Igoe, come "estremamente obsoleto" e fornì planimetrie dettagliate per la sua ricostruzione. L'elezione di Joseph Darst come sindaco trasformò questi piani. Darst, in particolare, riteneva orrendi i progetti di casette basse realizzati dai suoi predecessori, e ammirava molto i nuovi grattacieli di edilizia residenziale pubblica che il sindaco di New York William O‘Dwyer gli aveva mostrato durante una visita in quella città. Sotto la pressione di Darst, nel gennaio del 1950 la St. Louis Housing Authority rimodernò lo schema di riqualificazione della città per il quartiere DeSoto-Carr. Nel frattempo gli architetti George Hellmuth e Minoru Yamasaki - assunti su insistenza di Darst - convinsero l’Authority ad adottare progetti di alti palazzi con ascensori in stile modernista per l'edilizia pubblica. Il primo di questi è stato Cochran Gardens. Questo venne seguito da un piano su scala più grande per Pruitt-Igoe che, una volta completato, comprendeva 2,870 unità abitative in 33 edifici di undici piani. http://www.soc.iastate.edu/sapp/pruittigoe.html (Iowa State Univ.) The Pruitt-Igoe Myth: a Serious Look at Public Housing and the Fate of US Cities di Fred Mazelis - 1 febbraio 2012 Il Mito di Pruitt-Igoe: Un serio sguardo all’edilizia popolare e al destino delle città statunitensi. In breve tempo, tuttavia, il complesso divenne un esempio della crisi urbana che attraversò molte città statunitensi del periodo. A partire dalla metà degli anni 1960 Pruitt-Igoe fu afflitto da criminalità crescente e venne sempre più abbandonato dai suoi abitanti. Nel 1971 le autorità statali e federali decisero di demolire alcuni degli edifici del progetto. Un residente descrive l’isolamento di molti che vivevano lì, spiegando le restrizioni costanti per i residenti e lo definisce un "ambiente carcerario." Delitto e violenza delle bande erano accompagnate da disoccupazione e disperazione. http://www.wsws.org/en/articles/2012/02/prui-f01.html Dal 1950 al 1970, la popolazione della città diminuì di 234,000 persone, e la sua quota di popolazione nell’area metropolitana crollò dal 51 al 26%. Foto: http://transdesign.parsons.edu/blog/2012/12/12/pruitt-igoe-revisited/ Foto: http://soci320student.blogspot.it/2012/04/what-is-pruitt-igoe-myth.html
  6. 6. K O W L O O N W A L L E D C I T Y - H O N G K O N G ‘ s o v r a p p o p o l a z i o n e ’ 6 Inside the Kowloon Walled City where 50,000 residents eked out a grimy living in the most densely populated place on earth di Pamela Owen “All'interno della Città murata Kowloon in cui 50.000 residenti sbarcarono un lunario sudicio nel luogo più densamente popolato della terra.” Una volta pensato per essere il luogo più densamente popolato della terra, con 50,000 persone stipate in pochi isolati, queste immagini forniscono una visione rara nella vita di coloro che hanno vissuto Kowloon Walled City. Sono state scattate dal fotografo canadese Greg Girard, in collaborazione con Ian Lamboth, i quali hanno trascorso cinque anni per familiarizzare con la città cinese prima che venisse demolita nel 1992. La città era un fenomeno con 33.000 famiglie e fabbriche che vivevano in più di 300 grattacieli interconnessi, tutti costruiti senza il contributo di un solo architetto. Kowloon Walled City (KWC) era un blocco monolitico di 6.5 acri a 10-16 piani nella zona di volo del vecchio aeroporto di Hong Kong. Trenta volte la densità di Manhattan senza strade e poca illuminazione notturna, era un sudicio labirinto infestato da topi e scarafaggi. KWC era una terra di nessuno che non ricadeva né sotto giurisdizione Britannica né Cinese. In essa prostituzione, gioco d’azzardo e droga, ma anche famiglie normali che lavoravano in circa 800 fabbriche e negozi. Vi erano 161 dottori e dentisti irregolari insieme a produttori di insaccati animali per I fornitori delle maggiori tradizionali palle di pesce di Hong Kong. http://www.dailymail.co.uk/news/article-2139914/A-rare-insight-Kowloon-Walled- City.html Il Kowloon Walled City Park oggi occupa uno dei luoghi più storici del territorio. Una volta in posizione strategica a nord-est della penisola di Kowloon e adiacente a quella che sarebbe diventata Kowloon Bay, il sito venne utilizzato dai funzionari imperiali nel 15° secolo e fu fortificato nel 1668. Tra il 25 novembre 1846 e il 31 maggio 1847, venne costruita una guarnigione murata della città con massicce mura di pietra per sei torri di guardia e quattro porte che racchiusero un’area di circa 6,5 ​​ettari. Nel 1898, i Nuovi Territori vennero dati in consegna agli inglesi per un periodo di 99 anni. In un primo momento, i funzionari Qing continuavano a stazionare in città. Nel 1899, tuttavia, le truppe britanniche espulsero gli ufficiali e soldati Qing. Il vuoto risultante di ordine civile a partire dal 1899 portò al deterioramento dell'area in una semi-enclave senza legge. http://www.greggirard.com/work/kowloon-walled-city--13 Foto dei Canadesi Greg Girard e Ian Lambot, i quali hanno trascorso cinque anni per conoscere i residenti e scattare fotografie degli edifici densamente popolati.Foto dei Canadesi Greg Girard e Ian Lambot.
  7. 7. ( P O N T E C I T Y ) H I L L B R O W - J O H A N N E S B U R G , S U D A F R I C A ‘ v a r i e t à e t n i c a ’ 7 Ponte della Città, un grattacielo residenziale all'interno del centro urbano di Johannesburg, Sud Africa, è il più alto del suo genere nel sud del mondo. Fin dalla sua costruzione nel 1970 è diventata un'icona di Johannesburg città. Si trova al confine del quartiere di Hillbrow e circondario, un sobborgo inquieto, noto per la sua popolazione ben miscelata di residenti e migranti non sudafricani, in particolare da altri paesi africani. La periferia del centro urbano di Hillbrow è inoltre nota per essere sovraffollata e pericolosa, con criminalità e xenofobia che raggiungono statistiche di punta all'interno del paese. Ponte City è diventato il primo punto di arrivo di migliaia di migranti provenienti dal resto dell'Africa e funziona come un alveare di sistemi materiali e immateriali. Fornisce soprattutto una grande concentrazione di case per molti senza fissa dimora, in cui sia le persone che le infrastrutture, sono studiate e utilizzate al fine di cogliere una nuova comprensione della costruzione all'interno di questo ambiente unico nel suo genere. Judith Erasmus, 'HOMELESSNESS & HOPE' - Johannesburg's Ponte City. Open House International, Sep2009, Vol. 34 Issue 3, p.74. Ponte's fourth coming: An urban icon reborn di Nickolaus Bauer - 20 Apr 2012 Quando ha aperto le sue porte nel 1975, Ponte Torre era la crème de la crème della vita cittadina. Ma verso la metà degli anni 1980, anche per via del melting pot di culture, Hillbrow è diventato un covo per attività illecite. Gli abitanti di quel periodo sostengono che i piani 11 e 12 furono del tutto spogliati e, insieme con il parcheggio al piano di sotto, non erano altro che case di tolleranza informali. Dei 467 appartamenti in costruzione, poco più di 40 sono stati occupati quando la ricostruzione è finalmente cessata. "E’ stato difficile attrarre residenti indietro. Abbiamo dovuto ricostruire tutto, dalle infrastrutture all'interno fino alla percezione che la gente ha avuto al di fuori", dice Kruger. Alla fine del 2011, quasi tutti i 54 piani erano stati ristrutturati, molti da zero. Forse il compito più difficile è toccato a Quinton Oosthuizen, e cioè la gestione della manutenzione di Ponte. Ma la punta di diamante sarà il 54° piano passerella che, quando finalmente completato, permetterà alle persone di camminare all'esterno di Ponte in pannelli di vetro rinforzato, sistemati in un cablaggio collegato a una ringhiera intorno all'edificio. Considerando che la società immobiliari operanti in Hillbrow e dintorni offrono valutazioni Berea dell'intero edificio che variano da R50-milioni a R200- milioni, Kruger dice che la sua ultima valutazione della proprietà lo stima a R500-milioni. http://mg.co.za/article/2012-04-20-pontes-fourth-coming-an-urban-icon- reborn Foto: www.touristlink.com/ Foto: http://www.jhblive.com/
  8. 8. L E V E L E D I S C A M P I A - N A P O L I , I T A L I A ‘ f i n e s t r e r o t t e ( t e o r i a d e l l e ) ’ 8 Il Piano di Zona per Napoli-Secondigliano fu redatto dal Comune di Napoli ai sensi della legge 167/62 ed approvato dal Ministero dei Lavori Pubblici il 25/08/65 al n°2440, anche se con un ridimensionamento di superfici e di vani. In un’area di circa 400 ettari, per 78000 abitanti, poco distante dall’aeroporto di Capodichino, fu previsto un grande insediamento di edilizia economica e popolare. Con i suoi 110 mila abitanti, l’intero quartiere di Scampía è la quarta città della Campania, dopo Napoli, Salerno, Torre del Greco, e prima di Caserta, Avellino, Benevento. Una città dormitorio priva delle più elementari ed essenziali infrastrutture e dei servizi che la possano rendere civile ed umana. Il progetto venne elaborato negli anni ’72-’74 su incarico della Cassa per il Mezzogiorno da un gruppo di stimati professionisti e docenti universitari (tra i quali Vincenzo Forino, Camillo Gubitosi, Alberto Izzo, Nicola Pagliara, Aldo Loris Rossi, Raimondo Taranto) coordinato dall’Arch. Franz Di Salvo. Le Vele (sette edifici contrassegnati con le lettere A-B-C-D-F-G-H) impegnano i lotti “M” ed “L” per la costruzione di 6453 vani, pari a circa 1192 alloggi, per circa 6500 abitanti ed un indice di affollamento di un abitante per vano. Enrico Sicignano, Le Vele di Scampía a Napoli ovvero il fallimento dell’utopia, http://www.laterizio.it/costruire/_pdf/n65/65_368_373.pdf. Com'è oggi Scampia: il racconto tv delle Iene Paolo Trincia nel quartiere napoletano che ha detto no alla fiction Gomorra 2. Ciro Corona, presidente dell'Associazione Anticamorra: "Solo pubblicità a luoghi comuni. Oggi Scampia è completamente cambiata“ Redazione di http://www.napolitoday.it/ - 21 gennaio 2013 Carabinieri sequestrano oltre 800 grammi di stupefacenti (ANSA) - NAPOLI, 6 FEB - I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli hanno effettuato controlli e perquisizioni per contrastare lo spaccio di stupefacenti a Scampia nell'area della ''Vanella Grassi'', sotto l'influenza del gruppo camorristico omonimo. Redazione di http://www.ansa.it/ - 06 febbraio 2013 Droga: Scampia, minorenne fermato con 51 dosi di eroina NAPOLI - Un ragazzo di 16 anni è stato arrestato dalla polizia per spaccio di droga nel corso di controlli nelle Vele di Scampia. P.A., 16 anni, di Napoli, è stato bloccato ieri sera da una pattuglia all' interno della «Vela celeste» al viale della Resistenza. Redazione di http://www.ilmessaggero.it/primopiano/cronaca/ - 10 Febbraio 2013 Droga dalla Colombia undici arresti a Scampia L'organizzazione provvedeva all'importazione in Italia e alla vendita al dettaglio di droga rivenduta soprattutto nel Lotto G di via Labriola. Colpito soprattuto il gruppo Bastone, aderente al cartello Amato-Pagano. Rapporti con il cartello di Medellin. Redazione di http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/02/26// - 26 Febbraio 2013 Scampia Le vele dall’alto. Foto: http://www.panoramio.com/photo/16054766‘Dentro le Vele di Scampia’: Fotoreportage di Ada Masella, 02/10/2012, http://www.huffingtonpost.it/ada-masella/dentro-le-vele-di- scampia_b_1929295.html#slide=2008047
  9. 9. VIII: Juvenile Delinquency and Urban Areas, Shaw e McKay (1942; 1969) 9 CRIMINE I processi di controllo imposti dall’esterno, attraverso le informazioni e le azioni richieste influenzano i valori e i riferimenti degli attori organizzativi sino a deformarne i comportamenti DISORGANIZZAZIONE Tre fattori strutturali - basso status economico, eterogeneità etnica, e mobilità residenziale - conducono al decadimento dell’organizzazione sociale di comunità DISORGANIZZAZIONE Comunità strutturalmente disorganizzate sono orientate all’emergenza di subculture ordinate per età che trasmettono un senso di accettazione di crimine e devianza CRIMINE Il concetto di “disorganizzazione sociale” può essere definito come l’incapacità di una struttura comunitaria a realizzare i valori comuni dei suoi residenti e a mantenere efficaci controlli
  10. 10. B O T K Y R K A - F I T T J A - S T O C C O L M A , S V E A L A N D , S V E Z I A ‘ s e p a r a z i o n e t r a e t n i e ’ 10 Oro i Fittja efter skottlossning 18 januari 2010 kl 16:40 , Nyheter P4 Radio Stockholm ‘Preoccupazioni in Fittja dopo le sparatorie’. In Fittja si sta diffondendo l’ansia e la paura dopo la sparatoria di ieri sera nella Casa della Gioventù. Tre persone sono rimaste ferite da colpi d’arma da fuoco quando due uomini mascherati sono entrati nel centro giovanile e hanno iniziato a sparare. La sparatoria è l'ottava di Botkyrka dal mese di ottobre, e molti di coloro che vivono nel comune si sentono sempre più insicuri. Quello che è veramente successo ieri, non è ancora chiaro. La polizia non ha arrestato nessuno e non ha alcun sospetto. Nationaldemokraterna till aktion i Botkyrka! 20 marzo 2002 Il quotidiano online ‘Nationaldemokraterna’ può ora rivelare che dietro il recente stupro di gruppo in Botkyrka starebbe un gruppo finlandese di giovani zingari. Mentre i mezzi di comunicazione e il governo avevano sistematicamente scelto di coprire lo stupro di gruppo, l'aspetto etnico è stato dunque sollevato oggi da Nationaldemokraterna a Botkyrka. Ancora un altro stupro di gruppo ha avuto luogo in Svezia, questa volta nel quartiere multiculturale Botkyrka (vd. foto sottostante) a sud di Stoccolma, in particolare in Norsborg (sobborgo situato nel comune di Botkyrka, n.d.c.). Attivisti nazional-democratici hanno visitato l’area di Kärsbyskolan dove sono stati coinvolti alcuni studenti. A Kärsbyskolan la gang di zingari ha diffuso paura e terrore. Un insegnante è stato picchiato quasi a morte dai uno dei sospetti stupratori. Un gruppo di quattro ragazzi di età tra i 12 e i 15 anni sono infatti sospettati di aver brutalmente violentato una ragazzina di 12 anni mentre camminava nei pressi di Kärsbyskolan in Norsborg, dove sia lei che gli aggressori studiano. Gli zingari finlandesi sono noti ai servizi sociali e alla polizia per aver terrorizzato sia studenti che insegnanti, ma la direzione scolastica ha coperto l’intera vicenda per timore che la cattiva reputazione rovinasse la scuola. Kärsbyskolan è una scuola multiculturale nel sobborgo di Norsborg a Botkyrka, una delle municipalità svedesi con maggiore popolazione immigrata e crimine. La polizia ha creato la cosiddetto Commissione-Fittja, dal nome del vicino sobborgo Fittja, per cercare di ridurre la grave criminalità tra bande di immigrati della zona, ma il compito è difficile poiché le bande sono numerose e ben organizzate. http://www.nd.se/Artiklar/2002/03/nationaldemokraterna-till-aktion-i-botkyrka Botkyrka. Foto: http://www.panoramio.com/photo/2487367 Fittja. Foto: http://uhansson.blogspot.it/2012/05/besok-i-fittja.html
  11. 11. H A M M A R K U L L E N - G Ö T E B O R G , V Ä S T E R G Ö T L A N D , S V E Z I A ‘ s e p a r a z i o n e t r a g r u p p i e t n i e ’ 11 Alcune delle aree suburbane Svedesi erano state in precedenza piccoli villaggi rurali gradualmente inglobati in città in via di sviluppo. Altre aree suburbane sono state costruite tramite il Programma Milione (Miljonprogrammet), l’ambizioso programma di edilizia residenziale implementato tra il 1965 e il 1974 da parte del partito Social-democratico Svedese. Esempi ne sono: Rosengard, Tensta, Skärholmen, Hammarkullen, Hjällbo, e Eriksbo. Queste aree sono caratterizzate da un’eterogeneità etnica estrema, basso status sociale dei residenti, alti tassi di disoccupazione, e alte statistiche criminali per quanto riguarda la popolazione giovanile tra i 15 e i 20 anni. Sharif Ako, Timtjenko Michail, Talusi Wasfi e Staffan Höjer. I giovani e la criminalità in Hammarkullen. Uno studio della prospettiva dei giovani sulla segregazione come fattore di rischio per la criminalità. Università di Göteborg. 2010. Hammarkullen ha 7,914 abitanti (2009) dei quali il 57% sono nativi stranieri, e rappresentanti 84 nazionalità e 115 lingue. Tipicamente in un’area suburbana Svedese il 18% dei residenti proviene dall’Iraq e un altro 25% è non-Europeo. I distretti suburbani hanno molti aspetti sociali in comune, soprattutto un’alta proporzione di persone che lavorano in proprio. Il 32% riceve sussidi di supporto. Il 33% della popolazione ha più di 18 anni, e il 9% ha almeno 65 anni (rispetto alla media nazionale del 16 e 17% rispettivamente). Il 36% di famiglie con bambini ha per lo meno 3 figli. Hammarkullen è stata definita dalla Commissione Urbana come un’area segregata, i cui residenti hanno redditi bassissimi. La segregazione è definita nel rapporto come una separazione geografica tra gruppi etnici differenti. https://gupea.ub.gu.se/bitstream/2077/23105/1/gupea_2077_23105_ 1.pdf Hammarkullen (photo Jensen, 1972), http://www.world-architects.com/en/pages/boy-meets- wall Foto: http://sverigesradio.se/sida/artikel.aspx?programid=104&artikel=4187866
  12. 12. XI. La base culturale della solidarietà secondo E. Durkheim  Anche attraverso la distinzione tra legge repressiva e legge restitutiva, Durkheim non trovò che la legge offrisse un adeguato indice di solidarietà. Nel suo studio sul ‘Suicidio’ (1897) quindi, attraverso la separazione in tre tipi di distinte forme di raggruppamenti sociali e delle loro rispettive manifestazioni di solidarietà, e delle relative forme di suicidio che vi si potevano notare, altruistico, egoistico, e anomico, Durkheim dimostrò che solidarietà possedeva una forte base culturale… 12 SOCIETA’ comunità
  13. 13. S A N P I E T R O B U R G O - L E N I N G R A D O , R U S S I A ‘ x e n o f o b i a ’ 13 Сделаны в России В Петербурге осуждена банда неонацистов ‘Fatto in Russia’ A San Pietroburgo, una banda di neonazisti condannati. Il tribunale della città di San Pietroburgo ha condannato i membri del gruppo neo-nazista. La banda ha ucciso sette persone, tra cui lo scienziato Nikolai Girenko, ‘colpevole’ di essere un esperto di crimini estremisti. Due degli imputati, tra cui il leader del gruppo, sono stati condannati al carcere a vita. Il processo ai neo-nazisti ha visto 14 persone sul banco degli imputati per più di due anni. Il 19 maggio 2011 la giuria ha emesso un verdetto. Due membri del gruppo sono stati assolti con formula piena, e gli altri sono stati giudicati colpevoli senza possibilità di indulto. Oltre ai due che sono stati condannati all’ergastolo, sei sono stati condannati ad una pena detentiva in colonia per un periodo di 18 anni. Altri quattro hanno pattuito la libertà condizionale. Gli investigatori ritengono che le origini del gruppo risalgano ad Alexei Voevodin - che è stato condannato al carcere a vita - e Dmitry Borovikov, catturati nel 2006. Entrambi hanno già avuto esperienza di attività estremiste nel gruppo Mad Crowd, la maggior parte dei cui membri sono stati condannati nel 2005. Nel 2003 Borovikov e Voevodin hanno deciso di mettere insieme una propria banda, che avrebbe agito in modo nascosto. Poiché lo scopo principale degli organizzatori del gruppo erano attacchi contro persone di aspetto non europeo, le vittime dei Neo-nazisti erano cittadini del Senegal, Uzbekistan, Cina e Corea del Nord. Lo stesso gruppo ha partecipato all'uccisione dell’etnografo Nikolai Girenko. Questi è stato ucciso nel giugno 2004, colpito da una carabina ‘Mauser’ attraverso la porta del suo appartamento. Voevodin era conosciuto con il soprannome di compagno SVR, che significa “Fatto in Russia” (in lingua russa СВР, "Сделан в России"). E' stato arrestato prima degli altri. Già nel dicembre 2005, era stato condannato per il gruppo Mad Crowd. In seguito alla sua sconfitta, la sua banda di neonazisti ha protestato in piazza a San Pietroburgo e poi si è sciolta. Nei primi anni del 2000, secondo la polizia della città di San Pietroburgo, ci sono stati più di 20 gruppi estremisti, che comprendevano circa 18,000 persone. La maggior parte erano studenti di scuola e d’università. Uno di loro è dietro le sbarre, ma molti, da adulti, hanno smesso di correre per le strade e picchiare le persone per un diverso colore della pelle e la forma degli occhi. Ma è non è detto che cambino il mondo che stanno trasmettendo ai loro figli. E una nuova generazione sta crescendo. Non è un caso che dopo la condanna di Vojvodina e dei suoi complici, i loro sostenitori si sono sciolti gridando: “Gloria alla Russia! Gloria agli eroi!” - Mani alzate, strillano il saluto nazista. http://lenta.ru/articles/2011/06/15/madeinrussia/ Foto: http://wondir.it/ Foto: http://it.travellertribe.com/sanpietroburgo/fotografie/
  14. 14. R O S T O C K L I C H T E N H A N G E N - A L T A P O M E R A N I A , G E R M A N I A ‘ c r i m i n e d ’ o d i o ’ 14 „Als rechte Gewalt beklatscht wurde.” - È stato applaudito come una violenza di destra Agosto 1992, le fiamme si alzano dalla casa del girasole a Rostock- Lichtenhagen. La folla applaude e la polizia sta a guardare. Ci sono ancora poche risposte su come è potuto accadere il pogrom. di Manuela Pfohl La casa del girasole a Rostock-Lichtenhagen è stata attaccata nel mese di agosto 1992 con bombe incendiarie. Destinatari: gli stranieri che erano alloggiati nell’edificio. 36 gradi. Il calore del pomeriggio di fine di agosto si è spinto sino a Rostock. Le strade al di fuori del quartiere Lichtenhagen sono deserte. Sul prato antistante la casa del girasole grilli gracidano, un gatto sbatte le palpebre pigramente da una poltrona a brandelli su un mucchio di spazzatura al sole. Solo nel "China-take-away" sul lato opposto della massiccia torre domina vivace trambusto. Nei carrelli portavivande sfrigolano padelle Cinesi e spiedo döner al kebab. Sotto una tenda di fronte, una dozzina di Vietnamiti ha accostato le proprie sedie di plastica per chiacchierare. Ma i discorsi si interrompono bruscamente, non appena si avvicinano stranieri. Negli ultimi tempi, tornano più spesso, i curiosi, i politici, giornalisti e, naturalmente, i nazisti. Il motivo: alla fine di agosto 1992, una folla si era assediata per diversi giorni nella casa del girasole in Lichtenhagen e in ultimo l’ha data alle fiamme. L'edificio ospita il punto di contatto focale per i richiedenti asilo (Zast). 250 persone al massimo potevano vivervi. In realtà, in quel momento più di 600 richiedenti asilo stavano cercando di trovare alloggio nello Zast. La maggior parte di loro era accampato per necessità sul prato di fronte all’edificio. Non appena il 24 Agosto le fiamme del cocktail di molotov divorano i piani, 115 Vietnamiti, la cui abitazione si trova in due scale dell’edificio, con difficoltà e all'ultimo minuto trovano salvezza sopra il tetto del palazzo di dieci piani. Sotto circa 500 nazisti urlano: "Fuori gli stranieri.” Quasi 2.000 spettatori applaudono, mentre la polizia sta a guardare pigramente per ore e ore. Tuyet Pham è con il suo ragazzo alla finestra del proprio appartamento al 5° Piano e guarda dall'alto, mentre da sotto pietre e bottiglie volano verso la casa. A volte sale del fumo. La mensa al primo piano brucia. Quando Tuyet Pham, 20 anni dopo, è stata intervistata oggi dall’“Ostsee Zeitung” su quel giorno, si risvegliano ricordi del passato del drammatico evento. http://www.stern.de/panorama/20-jahre-pogrom-von-lichtenhagen-als- rechte-gewalt-beklatscht-wurde-1882558.html Neuer Markt in Rostock: http://www.german-architecture.info/GERMANY/HR/HR.htm L a casa del girasole in Rostock data alle fiamme. Foto: http://www.ndr.de/regional/mecklenburg-vorpommern/lichtenhagen189.html
  15. 15. XII. Le lacune delle democrazie pluraliste ▪ Nella misura in cui ‘partecipazione’ è sempre mediata da ‘potere’ (sia esso politico, economico, di genere o culturale) tra ‘interessati’ che partecipano, tra livelli di governance/governo e tra istituzioni governative, società civile e potere di mercato in espansione, l’analisi e la comprensione di queste mobili relazioni di potere sono una preoccupazione centrale, in particolare alla luce del legame tra partecipazione, innovazione e sviluppo sociale (Panayiotis Getimis e Grigoris Kafkalas 2002); ▪ Possiamo allora anche considerare città come uno dei siti per le contraddizioni della globalizzazione di capitale. Da una parte, esse concentrano una quota sproporzionata di potere corporato e sono tra i siti chiave per l’iper-valorizzazione dell’economia corporata; dall’altra, esse concentrano una quota sproporzionata di svantaggiati e sono uno dei siti chiave per la loro de-valorizzazione (Torin Monahan, 2010); ▪ Le lacune democratiche di democrazia pluralista liberale sono ben note, le procedure di governi democratici sono codificate formalmente, trasparenti e facilmente leggibili, ma il modus operandi di associazioni collegate è meno chiaro (Saskia Sassen, 2012). 15
  16. 16. D O W N T O W N E A S T S I D E ( D T E S ) - V A N C O U V E R , C O L U M B I A B R I T A N N I C A , C A N A D A ‘ t o s s i c o d i p e n d e n z a ’ 16 Misery Road: Vancouver’s Third World di Austin Andrews Il Downtown Eastside va oltre la definizione tradizionale della classe operaia immersa in un livello di estrema povertà, in genere riservata ai giudizi sul mondo in via di sviluppo. E’ il codice postale più povero del Canada, certo. A circa il 40%, il tasso di HIV tra i suoi 10,000 residenti è il più alto nel mondo industrializzato, vestigia di decenni di libero mercato di droghe e prostituzione. Le Nazioni Unite hanno recentemente dichiarato che è una zona di crisi, con il portavoce delle Nazioni Unite Patricia Leidl che ha affermato: “E‘ una delle peggiori aree di degrado urbano che io abbia mai visto e in cui abbia viaggiato in tutto il mondo.” http://canadianpolitics.thoughts.com/posts/misery-road-vancouvers-third-world Vancouver's Downtown Eastside feeling gentrification squeeze As development in the neighbourhood heats up, some residents feel left out in the cold. The Canadian Press - Dec 26, 2012 La trasformazione di Downtown Eastside di Vancouver è caratterizzata dall’arrivo di caffè alla moda, botteghe alimentari di lusso e costosi saloni che stanno rapidamente insinuandosi dal labirinto di edifici condominiali di vetro della città verso il famoso incrocio di Main e Hastings. Per il residente del quartiere Herb Varley, il cambiamento può essere misurato dai nuovi prezzi: $ 50 per un taglio di capelli, $ 10 per un panino, o $ 3 per una ciambella. Dopo un pomeriggio di quel tipo di spesa, Varley, uomo di 28 anni che attualmente vive in alloggi sociali, avrebbe gettato via più di un quarto della parte del suo denaro di assistenza sociale che è messo da parte per cibo e altre spese primarie. Varley, che è nato a Vancouver, ma la cui famiglia è originaria della prima nazione Nisga’a nel nord della provincia (Nisga’a è il nome di una nazione indigena o prima nazione del Canada, collocata nella valle del Fiume Nass - British Columbia nord occidentale, n.d.c.), si è trasferito a Downtown Eastside tre anni fa, dopo un decennio trascorso a dormire su pavimenti di parenti e divani di amici. Ha trascorso qualche tempo in una singola di un residence, vivendo in una minuscola camera in un fatiscente edificio infestato da cimici e scarafaggi, prima di trovare una suite di recente in un edificio di alloggi sociali per residenti. http://www.cbc.ca/news/canada/british-columbia/story/2012/12/26/bc- dtes-gentrification-debate.html Auto della polizia per un raid contro lo spaccio di droga. Il Dipartimento di Polizia di Vancouver ha un ramo investigativo specializzato a mezzo isolato dal bivio con Hastings , ma i residenti sono divisi sul fatto che una maggiore presenza della polizia abbia reso il loro quartiere – di gran lunga il più povero del Canada - più sicuro. Passanti e polizia si affacciano sull’intersezione di Hastings e Cambie. Questo angolo segna il confine tra il quartiere alla moda Gastown e la Downtown Eastside, il più povero codice postale Canada e teatro di sparatorie. http://www.sequential-one.com/blog/?p=1795 Foto della DTES dal sito ufficiale di Vancouver, http://vancouver.ca/home-property- development/dtes-local-area-plan.aspx Foto: Austin Andrews / ZUMA Press
  17. 17. H A U T S - D E - R O U E N - R O U E N , H A U T E N O R M A N D I E , F R A N C I A ‘ e s c l u s i o n e d a l m e r c a t o d e l l a v o r o ’ 17 Anniversaire de l'incendie mortel à Rouen: les Lods ont fait long feu di J.M. Thuillier - 20 juillet 2012 A la Grand Mare, i Lods in “vetro e acciaio”, edifici costruiti tra il 1968 e il 1970 dall’architetto Marcel Lods, avevano ottenuto all’epoca (1976) il premio Reynolds, l’Oscar dell’architettura per queste strutture leggere che traevano spunto da Giappone e Stati Uniti. Trent’anni dopo, la storia è scritta con il sangue: è appena trascorso un anno, il 20 luglio 2011 un terribile incendio in un edificio Lods della Grand Mare causò la morte di due bambine, Lizzy e Ambre, di età compresa tra i 2 anni e i 4 mesi. Il 22 luglio 2011 allertati dai social network, una sessantina di abitanti degli edifici, si sono riuniti di fronte al municipio di Rouen. Lanciano una petizione « Per un trasferimento decente ». I residenti chiedevano anche risarcimenti al loro fornitore immobiliare sociale IBS (Immobilière basse Seine) e al Comune. http://www.paris-normandie.fr/article/societe/anniversaire-de-lincendie- mortel-a-rouen-les-lods-ont-fait-long-feu I quartieri di Hauts-de-Rouen, Les Sapins, le Châtelet, la Lombardie, la Grand-Mare, sono fortemente circoscritti e mal serviti dai mezzi di trasporto comuni. Sono caratterizzati da grandi insiemi che, nonostante le iniziative di riabilitazione intraprese tra il 1990 e il 1994, appaiono fortemente degradati. Questi grandi insiemi sembrano isolati nel tessuto urbano circostante e vivono un’assenza di strutture culturali e sportive che non permettono d’identificare questi quartieri in altra maniera che come grandi insiemi di abitazioni in cattivo stato. D’altronde, la miseria sociale e la giovinezza della popolazione accentuano la cattiva reputazione di questi quartieri considerati come zone d’insicurezza. Se Rouen conosce un tasso di disoccupati di lunga durata del 38%, sono soprattutto i quartieri di Hauts-de-Rouen, soprattutto le Châtelet e la Lombardie a concentrare le popolazioni più escluse dal mercato del lavoro. Il 30,3% degli studenti di seconda media è in ritardo scolastico (contro il 21,5% del dipartimento) e una forte percentuale di studenti non è ammessa al diploma alla fine del terzo anno (30,7%). Molti edifici scolastici del circondario comunale sono situati in Zone d’istruzione prioritarie (ZEP). La città di Rouen conta 58 scuole (materne e primarie) di cui diciotto sono situate nel ZEP, cioè il 31% delle scuole. Sui 22,690 beneficiari del reddito minimo d’inserimento (RMI) nell’insieme del dipartimento della Senna-Marittima, la città di Rouen rappresenta il 12,7% di questi destinatari. In oltre, Hauts-de-Rouen concentrano una densità fortissima di beneficiari del RMI (12,6% a Grand-Mare e più del 22% a Châtelet e alla Lombardie). Sui 256 incendi dolosi avvenuti in Rouen nel 1998, i quartieri di Hauts-de- Rouen ne hanno totalizzati ben 115. Delle 244 violenze avvenute su trasporti pubblici nell’agglomerato di Rouen nel 1998, 51 incidenti sono stati registrati sulla linea no 1 che serve a fine corsa i quattro quartieri di Hauts-de-Rouen. Manuel Boucher, Turbulences, contrôle et régulation sociale: Les logiques des acteurs sociaux dans les quartiers populaires, L’Harmattan, Paris, 2003, pp. 578-581. Foto di France 3, http://haute-normandie.france3.fr/2012/12/26/le-mari-de-la-femme-tuee- dimanche-rouen-mis-en-examen-170743.html I Lods costruiti a metà degli anni 1970 ad Hauts-de-Rouen. for no commercial use
  18. 18. G R Ö P E L I N G E N - B R E M E N , G E R M A N I A ‘ c l i m a d i i n t o l l e r a n z a ’ 18 Der erste Ortsamtsleiter (SPD) redet KlartextSchiebt die Intensivtäter ab und die Eltern gleich mit di Astrid Sievert - 31 ottobre 2012 Il primo dirigente locale (SPD) chiede a chiare lettere il trasferimento di aggressori insieme ai genitori. Qui le operazioni di polizia sono all’ordine del giorno. Rapine, minacce, furti, scambi di droga, violenza. Una pensionata di 89 anni è stata picchiata quasi a morte da un aggressore. I pochi residenti onesti vivono nella paura. Il dirigente locale Peter Nowack (SPD) promuove un intervento energico di politica e autorità. Il socialdemocratico è il primo a parlare senza peli sulla lingua. “Il metodo del bastone e la carota non funziona più. Diciamogli che la carota è finita. Ne ho piene le tasche, che alcune grandi famiglie, per lo più Rom, siano spesate in tutto dallo stato, ma considerino le strade come un vacuum giuridico. Devono anche praticare disciplina, osservare regole e leggi. Chi non si attiene, non sarà più scusato amorevolmente.” http://www.bild.de/regional/bremen/straftaten/intensivtaeter-gewalt-auslaender- 26958242.bild.html Di recente si sono dovute mettere a disposizione camionette dell’esercito a metà ottobre per fermare uno scontro di massa tra 50 residenti. Secondo la polizia, i duellanti erano soprattutto Serbi e Arabi con coltelli, bastoni e gas irritanti. La residente del luogo Ramona Nomigkeit non rischia più che il suo bimbo di 8 anni vada da solo alla porta: “Siamo circondati da bande criminali, violenze e ruberie.” Anche la vicina Irene Boschen ha paura: “‘Ci gridano, al diavolo i tedeschi’, hanno anche messo un cartello con la scritta ‘Passaggio proibito ai tedeschi’ tra le loro palazzine del quartiere.” Già nel 2008, il Senatore del distretto Ulrich Mäurer (61 anni, SPD) aveva indicato le strade come argomento determinante. “Grandi famiglie di varie etnie rendono insicuro il quartiere con minacce provocatorie, disordini intenzionali come anche atti criminali.” Il Ministero dell’Interno nel 2011 aveva stabilito il piano “Lista dei Posti Pericolosi” in Brema. Ma nulla è migliorato. Il dirigente locale Nowack richiede misure drastiche: “Per esempio il 15enne arrestato per il tentato omicidio di un’anziana pensionata di 89 anni è in custodia cautelare. Egli non è un cittadino Europeo. Perciò mi aspetto che sia condannato e trasferito insieme ai suoi genitori. Perché quando un teenager ha commesso più di 100 crimini, sia la madre che il padre hanno fallito.”Seewenjestraße / Dirschauer Straße - Gröpelingen. Foto: http://www.panoramio.com/photo/8809031 Bunker I, Bremen - Gröpelingen. Foto: http://www.panoramio.com/photo/68422415 for no commercial use
  19. 19. XVII. La logica di massimizzazione dei profitti individuali 19 SOCIETÀ DEL CONSUMO BISOGNI INSAZIABILI SANZIONE DELLA SCONFITTA POVERTA’ MATERIALE Queste economie altamente sviluppate, nascondono dei settori di povertà, di miseria la cui esistenza è tanto più sconvolgente per il fatto di contrastare, nella prossimità immediata, con il lusso eclatante del successo, della riuscita economica e sociale. (Denis Szabo, 1967)
  20. 20. S T O C K T O N - C A L I F O R N I A , U . S . A . ‘ b o o m e d i l i z i o i n c o n t r o l l a t o ’ 20 The Building Boom That's Sinking Stockton di Alison Vekshin ,on April 12, 2012 Nel 2005, Stockton, in California, ha presentato uno scintillante palazzo dello sport sul suo lungomare, che fa parte di un piano di 145 milioni dollari per attirare le persone in centro. La struttura a 10.000 posti, con pareti in vetro simbolo della battaglia della città contro l’imbruttimento del centro, faceva parte di un boom di riqualificazione che ha visto aggiungersi anche uno stadio di baseball di circa 5.000 posti, uno spazio garage di 650 posti, una marina con 66 moli turistici, e l’acquisto di un Municipio ad otto piani. “Questo è il progetto che sta per portare la gente a casa, e sta per portare persone provenienti da tutta la regione a Stockton,” disse l’allora membro comunale Leslie Martin nel 2004, quando la rinascita del lungomare venne approvata. Il boom edilizio è stato finanziato con una serie di emissioni obbligazionarie a partire dal 2003 che hanno contribuito ad incrementare il carico del debito di Stockton a 977 milioni dollari. Oggi il nuovo Municipio è vuoto, perché il governo non può permettersi di trasferirvisi, e Stockton è sull’orlo del collasso finanziario. Alla fine di febbraio la città ha detto che non assolverà i $ 2 milioni in pagamenti obbligazionari e inizierà trattative con i creditori, il primo passo con una legge sperimentale dello Stato che limita la bancarotta comunale. http://www.businessweek.com/articles/2012-04-12/the-building-boom- thats-sinking-stockton A partire dal 1980 Stockton aveva lottato per attirare le persone in centro visto che gli omicidi, che raggiunsero un record di 55 nel 1992, svuotarono le strade e spinsero i negozi a trasferirsi in centri commerciali suburbani. Il record è stato superato l’anno scorso quando gli omicidi sono saliti a 58. “Riqualificazione del centro era un grosso problema politico per la città,” afferma Dwane Milnes, il city manager di Stockton dal 1991 al 2001. “Downtown si stava deteriorando, le imprese avevano chiuso.” Poi, alla fine del 1990, Stockton, circa 80 km a est di San Francisco, rientrò nel raggio di acquirenti edilizi della Bay Area alla ricerca di alternative alla loro portata. La sua popolazione crebbe del 20% in un decennio. Il gettito fiscale aumentò non appena crebbe grandemente il settore edilizio. Assumendo debito, la città ha versato fondi a pioggia per il perfezionamento del centro della città e lo sviluppo del lungomare in un progetto ambizioso volto a stimolare l’attività economica. “I nostri leader sono stati abbagliati da proiezioni rosee e dal loro desiderio di far ripartire i progetti di rivitalizzazione del centro,” afferma David Renison, presidente dell’Associazione dei Contribuenti di San Joaquin di Stockton. “Stiamo per pagarne il prezzo per lungo tempo.” Se le trattative falliscono, Stockton (popolazione 292,000 abitanti) è destinata a diventare la più grande città degli Stati Uniti che cerca protezione dal fallimento. Si unirebbero Central Falls, R.I., che ha presentato domanda nel mese di agosto dopo aver fallito di ottenere le concessioni sindacali, e la Contea di Jefferson, in Alabama, che nel mese di novembre è diventata il più grande fallimento municipale (in termini di dollari) nella storia degli Stati Uniti, con $ 4,2 miliardi di debito. L’edificio di una ex banca che avrebbe dovuto essere il nuovo municipio - foto di Clifford Oto/The Record Downtown Marina e Joan Darrah Promenade sul lungomare di Stockton. Foto del sito ufficiale: http://www.stocktongov.com/discover/sportMar.html
  21. 21. ( S L A V I C V I L L A G E ) C L E V E L A N D - O H I O , U . S . A . ‘ p i g n o r a m e n t o d e i m u t u i ’ 21 Cleveland comes in 9th on Forbes Magazine's latest list of most dangerous cities di Eric Ristow, newsnet5.com (Posted: 10/20/2012) Cleveland è la nona città più pericolosa della nazione, secondo l’ultima lista della rivista Forbes. Secondo Forbes, il tasso di crimini violenti di Cleveland è stato di 1,363 per 100,000 residenti. La rivista ha citato come ragioni della lista il declino economico della città, la locazione sulle principali rotte interstato della droga e l’ampia popolazione di residenti poveri. Ha anche affermato che il tasso di crimini violenti si è “appena mosso” lo scorso anno. La rivista ha dato qualche buona notizia, affermando che gli omicidi sono scesi del 27%. Detroit è in cima alla lista per il quarto anno di fila. E’ seguita da Saint Louis, Oakland, in California, Memphis, nel Tennessee, e Birmingham, in Alabama. La rivista ha preso in considerazione gli Uniform Crime Reports dell’FBI per il 2011, e ha incluso solamente città con popolazione superiore ai 200,000 abitanti. Atlanta, Baltimore, Stockton, in California, e Buffalo, N.Y., si uniscono a Cleveland per completare la top 10. http://www.newsnet5.com/dpp/news/local_news/oh_cuyahoga/clevela nd-comes-in-at-9-on-forbes-magazines-latest-list-of-most-dangerous- cities In Ohio, it's really about the economy Voters reeling from job losses, housing woes seen playing a key role di Ben Levisohn (updated 3/4/2008 9:12:41 AM ET ) La crisi abitativa è di grandissima preoccupazione per molti elettori dell’Ohio: il 3,72% di tutti i mutui dello Stato sono in pignoramento, secondo la Mortgage Bankers Association. Le pratiche di prestito eccessivamente aggressive sono considerate un po’ dappertutto sostenere gran parte della colpa, ma le conseguenze si sono aggravate perché molti proprietari di casa hanno perso i loro lavori o sono finiti in quelli nuovi ad una retribuzione inferiore. Quartieri operai un tempo fiorenti a Cleveland e in altre città industriali in difficoltà nel nord-est dello stato sono stati particolarmente colpiti dal fatto che casa dopo casa resta vuota. Molte esibiscono cartelli “In Vendita” -, ma una combinazione di vandalismo, surplus di immobili sul mercato, e mancanza di acquirenti le ha lasciate praticamente invendibili. Se i problemi sono iniziati nelle città industriali, ora si sono diffusi nelle comunità della classe media esurbane - espandendo su distese di settori di nuova costruzione che hanno germogliato in giro per le principali città dello stato negli ultimi dieci anni o giù di lì. Appena a nord di Columbus, la Contea di Delaware è a lungo vantata per essere la regione in più rapida crescita dello stato, visto che chilometri di campi di grano sono stati trasformati in quartieri per una schiera crescente di colletti bianchi nel campo della sanità, del governo, e di altri settori terziari. Nel corso degli ultimi due anni, la Contea di Delaware ha guadagnato un nuovo merito: Tra le più grandi 20 contee dell’Ohio, sta ora soffrendo la crescita più rapida in pignoramenti. http://www.nbcnews.com/id/23450934/#.URfH7_JUk_g Case abbandonate nel quartiere di Slavic Village di Cleveland. La crisi abitativa è di grandissima preoccupazione per molti elettori dell’Ohio: il 3.72% di tutti i mutui statali sono in pignoramento. Foto di Bill Delfs / BusinessWeek .Foto di Peggy Turbett, The Plain Deale, http://www.cleveland.com/business/index.ssf/2012/08/alexander_mann_solutions_cho se.html for no commercial use
  22. 22. K I L D A R E ( p r o v . L E I N S T E R , c o n t e a K . ) , D U B L I N O - I R L A N D A , G R A N B R E T A G N A ‘ f u r t i i n t r a s f e r t a ’ 22 for no commercial use Burglaries rise sharply as criminals target Dublin's commuter counties di Conor Lally - 10.04.2012 I furti sono aumentanti rapidamente da quando i criminali hanno scelto come bersaglio le contee pendolari di Dublino. Dublino possiede la più grande concentrazione di popolazione nel paese e alcuni dei peggiori luoghi simbolo di povertà e tassi di tossicodipendenza della Repubblica, ed è logico prevedere che effrazioni domestiche siano maggiori che in qualsiasi altra parte dello Stato. Delle sei sezioni della capitale, il centro-nord Dublino - che copre la città interna a nord e un piccolo numero di sobborghi interni - ha registrato il più basso tasso di furti con scasso nella capitale; 1,027 casi, pari al 4% in più rispetto all’anno precedente. Solo una manciata di sezioni fuori Dublino ha registrato tassi di scasso più elevati di quelli dello scorso anno. Tra queste, Kildare, Wicklow, Meath e Limerick. Fonti di Polizia hanno riferito che non sono rimaste sorprese dal fatto che dopo le sezioni di Dublino, le aree a seguire più colpite sono state quelle regioni adiacenti alla capitale. “Per il modo in cui ha avuto luogo lo sviluppo nel corso degli anni, grandi parti di posti come Meath, Wicklow e Kildare sono adesso quello che si potrebbe chiamare sobborghi di Dublino, così quello che accade a Dublino in termini di criminalità, puoi aspettartelo anche in quei luoghi,” ha riferito una fonte. “Furti a Dublino sono saliti negli ultimi anni e sembra che le altre aree vicine stanno adesso rincorrendola.” Un’altra fonte ha detto: “Un sacco di furti in questi luoghi sono perpetrati da gente del posto, ma non c’è dubbio che criminali da Dublino stanno viaggiando un po’ all’infuori e colpendo case in contee vicine a Dublino.” Sempre confinante con Dublino, la sezione Kildare ha registrato 1,687 furti l’anno scorso, un significativo 26%. Tale frequenza e l’aumento nel crimine è stata elevata per gli standard nazionali, con Kildare che registra più irruzioni di qualsiasi altra sezione di Garda al di fuori della zona di Dublino. Il tasso di furti con scasso nella divisione Kildare è stato superiore a ben tre delle sei sezioni di Garda. Tra le 28 divisioni di Garda , i furti sono aumentati lo scorso anno in 20 di esse. I tassi di scasso resistono al trend per i modelli di criminalità in generale a livello nazionale, con la maggior parte dei tipi di reati in caduta lo scorso anno e in anni recenti da quando è cominciata la recessione. Gardaí ritiene che furti con scasso siano aumentati in quanto i criminali cercano articoli che possono facilmente vendere per fare soldi nonostante la recessione. L’aumentato prezzo dell’oro sul mercato mondiale ha anche portato alla proliferazione di punti vendita di denaro in cambio di oro a livello nazionale. Fonti di polizia affermano che mentre la maggior parte di questi punti vendita sono gestiti in modo responsabile, si ritiene che un più piccolo numero di essi venga utilizzato da scassinatori per vendere rapidamente gioielli in oro rubati per importi significativi. http://www.irishtimes.com/newspaper/ireland/2012/0410/1224314567573.ht ml Foto del sito ufficiale di Kildare: http://www.kildaretown.ie/ Dublin di Mario Braz, http://www.weather-forecast.com/locations/Dublin/photos/8297
  23. 23. CPTEDERIQUALIFICAZIONEAMBIENTALE XXI. IL FONDAMENTO DI CPTED - ‘LA PREVENZIONE DEL CRIMINE TRAMITE PROGETTAZIONE AMBIENTALE’ XXII. IL CATALOGO DI IPOTESI DEGLI ‘SPAZI DIFENDIBILI’ SECONDO OSCAR NEWMAN (1971) XXIII. IL PRINCIPIO DEGLI ‘OCCHI SULLA STRADA’ DI JANE JACOBS (1961) XXIV. GLI OBIETTIVI CARDINE DELLA CPTED XXV. I PRIMI ESEMPI DI CPTED NEGLI U.S.A.: CASTLE SQUARE A BOSTON E GENESIS PARK A CHARLOTTE XXVI. LA TESTIMONIANZA DI TED FILLETTE SU ‘GENESIS PARK’ A CHARLOTTE XXVII. LA CONTRADDIZIONE TRA IL PRINCIPIO DI ‘VITALITA’ URBANA’ DI J.JACOBS E L’ECCESSO DI MONITORAGGIO DELLA COMUNITA’ XXVIII.LA TATTICA ‘ALT-E-PERQUISIZIONE’ A BROWNSVILLE NEW YORK XXIX. LA COMUNITA’ MONITORATA A CIUDADELA COLSUBSIDIO A ENGATIVA’ XXX. LA PARTICOLARITA’ DEGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE IN AMERICA LATINA XXXI. LA COMUNITA’ URBANA AUTOGESTITA A VILLA EL SALVADOR (VES) NELLA REGIONE DI LIMA XXXII. IL POTENZIAMENTO DELLA COMUNITA’ A CATUCHE CARACAS XXXIII.LE ‘ZONE SPECIALI DI INTERESSE SOCIALE’ (ZEIS) A RECIFE NEL PERNAMBUCO XXXIV.IL MANTENIMENTO E LA RIABILITAZIONE URBANI A SAN PAOLO (BACINO GUARAPIRANGA) XXXV. COME IMPEDIRE IL DISALLINEAMENTO DELLA PROGETTAZIONE CON GLI OBIETTIVI DI SVILUPPO? XXXVI.IL PIANO DI VALORIZZAZIONE DELLA ‘KOP VAN ZUID’ A ROTTERDAM XXXVII.LA ‘CITTA’ CREATIVA’ A BILBAO’ (BILBAO LA VEJA E ABANDOIBARRA) XXXVIII.IL FUTURO DELL’ECO-CITTA’ A VAUBAN NELLA FRIBURGO TEDESCA XXXIX.DOCUMENTAZIONE
  24. 24. XXI. IL FONDAMENTO DI CPTED FONDAMENTO  “Noi abbiamo bisogno di comunità locali più forti e di una migliore qualità di vita. Strade in cui i genitori si sentono sicuri di lasciare camminare i loro bambini verso scuola. Dove le persone vogliono utilizzare i parchi. Dove graffiti, vandalismo, sporcizia e abbandono non sono tollerati. Dove l’ambiente in cui viviamo è in grado di trasmettere più che di alienare un senso di comunità locale e di responsabilità reciproca.” (Tony Blair, Primo Ministro della Gran Bretagna, Croydon, 2001). PROCEDURA  La procedura di riqualificazione dei siti deve prevedere qualche forma di prevenzione del crimine tramite progettazione ambientale 24 CPTED RIQUALIFICAZIONE
  25. 25. XXII: IL CATALOGO DI IPOTESI DEGLI ‘SPAZI DIFENDIBILI’ SECONDO OSCAR NEWMAN (1971) CAPACITA’ DI PERCEPIRE ZONE DI INFLUENZA TERRITORIALE  Meccanismi per la suddivisione di zone di influenza di particolari edifici  Meccanismi per creare confini che definiscono una gerarchia di zone private nella transizione da strade pubbliche a spazi privati  Meccanismi per la suddivisione di interni per definire le zone di influenza di raggruppamenti di unità abitative  Incorporazione di altre infrastrutture entro zone definite di influenza che rispondano alle necessità degli occupanti  Significato di “numero” nella suddivisione di edifici e complessi residenziali CAPACITA’ DI FORNIRE OPPORTUNITA’ DI SORVEGLIANZA  Giustapposizione di aree di attività in interni con aree non-private esterne per facilitare la sorveglianza visuale dall’interno  Illuminazione, risalto e posizionamento di aree non private e vie di accesso in complessi residenziali per facilitare la sorveglianza  Predisposizione di illuminazione interna ed esterna per entrate, vie di accesso, vialetti, corridoi per facilitare la pre-osservazione del terreno tra origini e destinazioni lungo le vie di circolazione  Riduzione di ambiguità tra aree pubbliche e private e percorsi nei complessi in modo da fornire focus e risalto alla sorveglianza 25
  26. 26. SEGUE: IL CATALOGO DI IPOTESI DEGLI ‘SPAZI DIFENDIBILI’ SECONDO OSCAR NEWMAN (1971) INFLUENZA DI GIUSTAPPOSIZIONE GEOGRAFICA CON “ZONE SICURE”  Giustapposizione di aree residenziali con altre infrastrutture “sicure”: commerciali, istituzionali, industriali, e di intrattenimento  Giustapposizione con strade pubbliche sicure  Dimensionamento delle aree giustapposte  Significato di “numero” nella suddivisione di edifici e complessi residenziali  CAPACITA’ DI PROGETTARE INFLUENZANDO LA PERCEZIONE DELL’UNICITA’, ISOLAMENTO, E STIGMA DI UN COMPLESSO  Distinzione dell’altezza degli edifici  Distinzione di numero, materiali, e amenità  Distinzione risultante dalle interruzioni nei modelli di circolazione urbana  Distinzione di rifiniture e riforniture interne  Progettazione e simbolizzazione dello stile 26
  27. 27. XXIII: IL PRINCIPIO DEGLI ‘OCCHI SULLA STRADA’ DI JANE JACOBS (1961)  “Sotto l’apparente disordine della città antica, laddove la città antica funziona con successo, vi è un modo meraviglioso per mantenere la sicurezza delle strade e la libertà della città. È un ordine complesso. La sua essenza è la complessità di utilizzo del marciapiede, che porta con sé un susseguirsi costante di occhi. Questo ordine è tutto composto di movimento e cambiamento, e anche se è vita, non arte, potremmo fantasiosamente chiamarla la forma d’arte della città e paragonarla alla danza - non ad una sempliciotta danza di meticolosità con ciascuno che sgambetta allo stesso tempo, volteggiando all’unisono e inchinandosi in massa, bensì ad un balletto complesso in cui i singoli ballerini e gli ensemble hanno tutti parti individuali che in maniera stupefacente si rafforzano a vicenda e compongono un tutto ordinato. […].” - Jane Jacobs, The Death and Life of Great American Cities  “Una strada della città in grado di gestire gli estranei, e di possedere una prerogativa di sicurezza, di per sé, al di là della presenza di estranei, come le strade dei quartieri di successo della città fanno sempre, deve avere tre qualità principali: In primo luogo, ci deve essere una chiara demarcazione tra ciò che è lo spazio pubblico e quello che è lo spazio privato. […]. In secondo luogo, ci devono essere gli occhi sulla strada, occhi che appartengono a quelli che potremmo chiamare i proprietari naturali della strada. Gli edifici su una strada in grado di gestire gli estranei e per garantire la sicurezza sia di residenti che estranei, devono essere orientati verso la strada. […]. E in terzo luogo, il marciapiede deve avere utenti su di esso in modo abbastanza continuo, sia per aumentare il numero di occhi efficaci sulla strada sia per indurre le persone in edifici lungo la strada a controllare i marciapiedi in numero sufficiente. Nessuno gode seduto su una veranda o guardando fuori di una finestra verso una strada vuota. […].” - Jane Jacobs, The Death and Life of Great American Cities 27 In generale l’approccio degli spazi difendibili propone che l’ambiente costruito possa promuovere la sicurezza e il senso di comunità del quartiere incoraggiando l’appropriazione da parte dei residenti dello spazio intorno la propria casa.
  28. 28. XXIV. Gli obiettivi cardine della ‘Prevenzione del crimine tramite progettazione ambientale’ (CPTED) 28 Approcci di prevenzione del crimine negli USA includono: la chiusura di tunnel a piedi e l’apertura di aree nascoste alla vista di residenti e staff (Castle Square Apartments, Boston); la chiusura di una casa della droga tramite denuncia civile (Clinton Hill neighborhood, Brooklyn, New York); la recinzione e costruzione di cancellata intorno alla comunità (Lockwood Gardens, Oakland; Mar Vista Gardens, Los Angeles, California; Diggs Town, Norfolk, Virginia); re- indirizzamento del traffico e limitazione dell’accesso dei veicoli in una comunità (Genesis Park, Charlotte, Nord Carolina; Oak Park, Illinois; Bridgeport, Connecticut; Five Oaks, Dayton, Ohio); installazione di telecamere ad alta tecnologia e pannelli inclinati come parte centrale di un sistema di sorveglianza a tre-progetti (Grant Manor, Boston); la creazione di sottostazioni di polizia o uffici di sicurezza sul sito (Lockwood Gardens, Oakland; Oak Park, Illinois); e l’organizzazione della comunità per approvare una speciale tassa per migliore illuminazione stradale e altri miglioramenti pubblici (El Cortez Heights, Tucson, Arizona) Obiettivi cardine della CPTED
  29. 29. C A S T L E S Q U A R E B O S T O N - M A S S A C H U S E T T S , U . S . A . G E N E S I S P A R K C H A R L O T T E - N O R T H C A R O L I N A , U . S . A . ‘ p r i m i e s e m p i d i C P T E D n e g l i U S A ’ 29 Il precedente proprietario di Castle Square Apartments (CSA) aveva permesso alla proprietà di deteriorarsi seriamente, perciò un progettista immobiliare privato cercò all’inizio di acquistarla con l’intento di attendere che le restrizioni di utilizzo (che richiedevano ospitasse una popolazione parzialmente a basso reddito) scadessero. Tuttavia, i residenti ebbero un’altra idea. Dopo un lungo processo di negoziazioni legali e finanziarie che coinvolsero il precedente proprietario, i residenti, il compratore potenziale, e diverse agenzie di governo, la proprietà CSA è risultata come un significativo miglioramento nel proprio quartiere di South End. Il nuovo proprietario - una partnership del progettista privato e dei residenti - arruolò un architetto per pianificare riabilitazione con un occhio rivolto alla sicurezza. Gli edifici CSA sono duplex accatastati (unità a due piani sopra unità a due piani) ed edifici con ascensore di sette piani che contengono unità da una, due camere da letto. La strada prospiciente è stata ridisegnata con più resistenti elementi di sicurezza per gli spazi commerciali. Recinzione e veduta sono stati aggiunti al sito, e un sistema di cancellata, chiusa dopo le 9 di sera, è stato installato. Le trombe delle scale e gli spazi lavanderia degli edifici con ascensore furono chiusi e controllati. La polizia di Boston, che coordinava un programma intensificato di pattugliamento insieme al rinnovamento fisico di CSA, ha sin da allora diminuito il numero di pattuglie in questa zona. National Institute of Justice (Washington), https://www.ncjrs.gov/ All’inizio degli anni 1990 Genesis Park era un piccolo quartiere del centro città di Charlotte, Carolina del Nord, U.S.A., descritto come il più grande mercato all’aperto di droghe in tutta la Carolina del Nord e del Sud: noto localmente come “il buco”, Genesis Park era pieno di abitazioni fatiscenti occupate o da trafficanti di droga o da residenti anziani che non potevano permettersi di spostarsi ed erano praticamente prigionieri nelle loro case. Le strade erano piene di sporcizia, vetri ed aghi e il suono più frequente udito nelle strade erano sparatorie dovute al numero enormemente alto di omicidi e aggressioni che accadevano nella zona. Durante i fine settimana, gli ufficiali di polizia Tynan e Warren sono spesso stati visti in Genesis Park, non solo nelle loro familiari uniformi blu, ma in blue jeans e t-shirt perché donavano il proprio tempo libero agli sforzi di rinnovamento edilizio. Mentre questi progredivano, Tynan e Warren fornivano consiglio alla Partnership Edilizia su quali proprietà acquistare in modo da poter efficacemente rilocare e mandare via i trafficanti di droga. Gli agenti hanno anche diffuso la voce riguardo il progetto e procurato volontari e risorse finanziarie da parte di altri gruppi della zona tra cui gli Charlotte Hornets, la squadra di pallacanestro NBA della città. Conferimento del premio Herman Goldstein Excellence in Problem Solving agli ufficiali di polizia Patrick Tynan e Michael Warren del Dipartimento di Polizia di Charlotte-Mecklenburg, Police Executive Research Forum, July 20, 1995, Washington, pp. 2-5, http://www.popcenter.org/library/awards/gold stein/1995/95-14.pdf. Castle Square Apartments nel South End di Boston, Massachusetts. Foto di Martin LaMonica/CNET, http://reviews.cnet.com/2300-6501_7- 10007845-8.html Genesis Park - Charlotte. Foto ottenuta via www.trulia.com for no commercial use
  30. 30. XXVI. La testimonianza di Ted Fillette su ‘Genesis Park’ a Charlotte TED FILLETTE, uno dei promotori della riqualificazione di Genesis Park a Charlotte, Carolina del Nord, U.S.A. Uno dei motori di sviluppo di queste iniziative è stato attaccare i quartieri degradati in cui la Housing Authority non era in grado di operare, perché non avrebbe avuto la credibilità per farlo. Quindi, uno dei primi progetti che abbiamo preso in considerazione è stato il quartiere adiacente al complesso residenziale pubblico Fairview Homes, questo quartiere è stato considerato probabilmente la più grande contaminazione di droga nella città di Charlotte. Era situato tra l’autostrada interstatale 77 e le Fairview Homes. Era relativamente piccolo, ma intensamente popolato, a basso reddito, per lo più un quartiere di affittuari. Divenne Genesis Park. Quello che abbiamo fatto non è stato essenzialmente entrare e comprare l’intero quartiere e convertire fourplexes o duplex in case unifamiliari che avrebbero avuto quattro camere da letto e due bagni, invece di avere due appartamenti con due camere da letto una accanto all’altra. Abbiamo buttato giù le proprietà peggiori e sfrattati gli spacciatori e sostanzialmente trasformato un quartiere che era stato la più grande spina criminale nel fianco della città in un quartiere molto positivo, di proprietari di casa, in cui la gente poteva comprare una nuova casa con duemila piedi quadrati (=185.81 m2), per quarantottomila dollari. E’ stato una grossa contrattazione. Certo, doveva essere una grossa contrattazione per attirare la gente. Le uniche persone che davvero erano disposte a farlo erano persone che erano stanche di affittare e di non avere alcun ritorno per il pagamento mensile della propria casa, nessun investimento. Una volta che hai ottenuto un paio di pionieri che l’avrebbe fatto e la città ha assegnato la polizia municipale a questo quartiere, è stato una sorta di avvento di quel programma, allo stesso tempo, che ha creato il senso di sicurezza che penso, insieme al valore di contrattazione, ne ha fatto un progetto di successo. Sì, è iniziato nel 1988, ma non credo che abbiamo assunto Pat Garrett fino al 1989. Lei è stata il primo direttore e l'unica progettista che abbiamo avuto. 30
  31. 31. XXVII. LA CONTRADDIZIONE TRA IL PRINCIPIO DI ‘VITALITA’ URBANA’ DI J. JACOBS E L’ECCESSO DI MONITORAGGIO DELLA COMUNITA’ 31 1. Il quartiere, e di fatti il più possibile molte delle sue parti interne, deve servire per più di una funzione primaria; preferibilmente più di due ..., 2. La maggior parte degli isolati deve essere breve; cioè, strade e opportunità di girare gli angoli devono essere frequenti, 3. Il quartiere deve mescolare edifici che variano per età e condizione, tra cui una buona percentuale di quelli vecchi in modo che essi variano nel rendimento economico che devono produrre. Questa commistione deve essere abbastanza sgranellata, 4. Ci deve essere una concentrazione sufficientemente densa di persone, per qualsiasi finalità esse possono essere lì ...” Indagini dimostrano un ruolo significativo di monitoraggio della comunità in comparazione con altri fattori fisici e socio-demografici (incentivi e disincentivi, “premi e punizioni”) Stimolo, incoraggiamento, sostegno, aiuto a cambiare e migliorare il monitoraggio
  32. 32. ( B R O W N S V I L L E ) N E W Y O R K , N E W Y O R K - U . S . A . ‘ t a t t i c a a l t - e - p e r q u i s i z i o n e ’ 32 Brownsville, the 'hood that New York left behind Voices from Brownsville, Brooklyn di Daniel Trotta (editing Mohammad Zargham) - Fri, Jul 30 2010 (Reuters) - Josephine Spearman ha alternativamente ricacciato indietro le lacrime e aumentato aggressivamente la rabbia al momento di discutere dell’omicidio di suo figlio, una delle 11 vittime negli ultimi 15 giorni che hanno reso il quartiere di Brownsville, Brooklyn, uno dei più pericolosi degli Stati Uniti. “È possibile ottenere una pistola come una scatola di Pampers da queste parti,” ha detto Spearman, 57 anni, il cui figlio Maurice di 31 anni è stato ucciso su una delle strade principali a Brownsville, una zona instabile, prevalentemente di colore, che non è riuscita a tenere il passo con la famosa riduzione in crimine della città di New York. Brownsville per decenni è stata uno dei quartieri più pericolosi della città, e la violenza armata è aumentata di quasi il 50% questo anno dopo un minimo storico nel 2009. Soverchiata dall’imborghesimento di Brooklyn, la sua gente è stipata in progetti di edilizia abitativa a basso costo, intrappolata in un mondo di disoccupazione, gravidanze adolescenziali e estrema tensione con la polizia - problemi vecchi di decenni che la nazione più ricca del mondo non sa ancora come risolvere. http://www.reuters.com/article/2010/07/30/us-newyork-slum- idUSTRE66T0P720100730 Il New York City Police Department, che si vanta della diminuzione dei tassi di criminalità in tutta la città per otto anni consecutivi, prende ad obiettivo “zone d’impatto” come Brownsville con una massiccia presenza della polizia fatta in gran parte di poliziotti al loro primo incarico fuori dalla scuola e supervisionati da veterani. In un rione di otto palazzine di Brownsville, la polizia ha fermato 93 su ogni 100 residenti a fronte di un tasso in tutta la città di 7 per 100 residenti, secondo un’analisi del New York Times sulla base dei dati ottenuti dalla polizia di New York Civil Liberties Union. Il sindaco Michael Bloomberg dice che la città sta facendo del suo meglio per tenere fuori armi illegali, ma che ha bisogno di aiuto da parte del governo degli Stati Uniti per contrastare il potere dei produttori di armi e della National Rifle Association, che si oppongono a restrizioni. Il commissario di polizia Ray Kelly considera la tattica “alt, interrogatorio e perquisizione” vitale. La polizia ha fermato lo scorso anno 575,000 abitanti in base allo standard di ragionevole sospetto, sventando 762 armi tra cui 65 armi d’assalto e migliaia di coltelli. La New York Civil Liberties Union prende in considerazione gli stessi numeri e vi vede il fallimento. “Abbiamo il dipartimento di polizia che agisce come una forza di occupazione,” ha detto Donna Lieberman, il direttore esecutivo del gruppo. Il corpo di Zurana Horton, la madre di 12 bambini uccisa a colpi di pistola, vittima della violenza tra bande nel quartiere Newyorkese di Brownsville nel novembre 2011. Foto Debbie Egan-Chin/ Daily News, http://www.nydailynews.com/opinion/brownsville-murder-zurana- horton-highlights-renewed-fight-gun-crime-article-1.972342#commentpostform for no commercial use Brownsville, uno dei quartieri più pericolosi di New York. Foto di Reed Young, http://lightbox.time.com/2012/01/31/brownsville-brooklyn/#1
  33. 33. ( C I U D A D E L A C O L S U B S I D I O ) E N G A T I V Á , B O G O T A ’ - C O L O M B I A ‘ c o m u n i t à m o n i t o r a t a ’ 33 Disminución de delitos en Engativá, reportó Policía durante Consejo de Seguridad Mientras en el 2010 se presentaron 43 homicidios de enero a junio, en el 2011 en el mismo lapso de tiempo, se han registrado 31 casos, cifra porcentual de -27,9%. (Segreteria Municipale del Governo in Engativá) Mentre nel 2010 ci sono stati 43 omicidi da gennaio a giugno, nello stesso periodo nel 2011, ci sono stati 31 casi, figura percentuale del -27,9%. Il Sindaco Locale di Engativá, Sig.ra Leonor Guatibonza Valderrama, ha guidato martedì 28 giugno, il sesto Consiglio di Sicurezza dell’anno. In tale evento, il Capo della Polizia, Oscar Cárdenas, assegnato alla Decima Stazione di Engativá, ha svolto un rapporto completo sulle azioni che sono state realizzate contro la criminalità dal 1° gennaio al 19 giugno del 2011. In questa presentazione, l'ufficiale ha evidenziato l’attuale riduzione di atti criminali in seguito al Piano nazionale di Vigilanza per Quartieri e ha comparato le statistiche da gennaio a giugno con l'anno precedente. “Ad oggi ci sono stati 31 omicidi, mentre nel 2010, ne avevamo registrati 43, il che dà una diminuzione di -27,9%. Per quanto riguarda lesioni più comuni la statistica di 150 di questo anno a raffronto con le 317 dello scorso anno, mostra una riduzione del -52,7%. Per quanto riguarda il furto di veicoli, ci sono stati 186 casi, mentre l'anno scorso, ce ne erano stati 174, il che mostra un aumento del 6,9%.” http://www.engativa.gov.co/index.php/noticias/58/691-disminucion-de-delitos- en-engativa-reporto-policia-durante-consejo-de-seguridad-.html Concluso il suo intervento, il Sindaco Locale di Engativá ha affermato che il Piano Nazionale di Vigilanza per Quartieri, in coordinamento con la Gestione Sociale Integrale che viene eseguita su cinque territori sociali del quartiere, sta dando risultati chiari, tanto da congratularsi con la polizia. “Voglio mettere in evidenza il loro lavoro efficace svolto per contrastare la criminalità.” Valderrama ha osservato che il nuovo decreto 263 del 2011, che vieta la vendita e il consumo di bevande alcoliche in vari tipi di esercizi commerciali tra le 23:00 e le 10:00, sarà uno strumento efficace per i reati motivati ​​da risse. Nel corso della riunione, il sindaco ha anche delineato una serie di strategie attorno ai costi di trasporto, di vendita e di sicurezza informale nei punti critici, che sono stati approvati dai partecipanti. Nel Consiglio di sicurezza, erano presenti il ​​ Difensore Locale, il Coordinatore di Convivenza, il rappresentante del DAS, il Coordinatore di URI (acronimo per Unidad de Reacción Inmediata, n.d.c.), la Polizia Militare N. 15, che sono intervenuti con importanti contributi. Infine, la riunione è stata congedata dal Sindaco Locale di Engativá con un rapporto positivo sulla sicurezza, grazie alle diverse strategie che sono state adottate e che cercano la sicurezza e la convivenza, una società più giusta e tollerante. Ciudadela Colsubsidio - Bogotá. Foto: http://www.panoramio.com/photo/21786309 Ciudadela Colsubsidio - Bogotá. Foto: http://www.inmueblesbogota.net/ for no commercial use
  34. 34. XXX: La particolarità degli interventi di riqualificazione in America Latina  Pianificazione ed esecuzione integrate, basate sull’area: vengono adottate un’organizzazione istituzionale orizzontale e pianificazione ed esecuzione integrate e basate sull’area, piuttosto che settoriali;  Stimolazione di proprietà comunitaria dei nuovi servizi infrastrutturali: ciò dimostra che il grado di deterioramento di lavori pubblici intrapresi come anche i loro costi di mantenimento si abbassano;  Pianificazione partecipativa di sviluppo urbano: si promuove pianificazione partecipativa sull’area pianificando aree di intervento e assicurandosi che ciascuna iniziativa finanziata sia inclusa nel piano di area dell’insediamento.  L’idea di progettazione affermata in linea di principio può essere contraddetta nei fatti da altri aspetti (sociali, infrastrutturali, economici, ecc.);  I sistemi di progettazione restano esposti a comportamenti opportunistici ed effetti imprevisti ed indesiderati;  La lezione sembra essere che strategie partecipative con scopo solo di risparmi attraverso mobilitazione di lavoro – senza obiettivi di portata edilizia e con solo minima partecipazione nella fase di pianificazione – non hanno probabilità di produrre organizzazioni comunitarie che siano sufficientemente forti da produrre effettivamente risparmi attraverso input a livello comunitario. 34 In generale tali programmi hanno lo scopo di migliorare le condizioni di vita ed i servizi infrastrutturali estremamente poveri in comunità urbane a basso reddito attraverso sostenuti sforzi mutuo-aiuto.
  35. 35. V I L L A E L S A L V A D O R ( V E S ) - R E G I O N E L I M A , P E R U ’ ‘ c o m u n i t à u r b a n a a u t o g e s t i t a ’ 35 A partire dalla fine della II Guerra Mondiale, la quota urbana della popolazione del Perù è andata dal 30 ad oltre il 70 percento. Lo zoccolo di questa crescita fenomenale ha avuto luogo nella Grande Lima. La quota della capitale della popolazione del Perù, che era del 5 percento nel 1950, è oggi di circa il 30 percento. Lima è 10 volte più grande della seconda più grande città del paese, Arequipa. Gli insediamenti informali noti come pueblos jovenes o barriadas, dove oggi vive il 30 percento della popolazione della capitale, hanno contato per la maggior quota di crescita di Lima negli anni dopo la guerra. Gli insediamenti informali del Perù si sono sviluppati di contro a uno sfondo abbastanza differente dalle circostanze esistenti nel resto dell’America Latina. Da una parte, il deserto che circonda Lima rappresenta una vasta quantità di terra inutilizzata disponibile pubblica. Dall’altra, la regione ha una lunga tradizione di aiuto reciproco, che risale ai primi migranti Andeani. In seguito, già nel 1961, veniva promulgata la legislazione (Legge 13517, la Legge delle Barriadas) che stabilisce linee guida e procedure per regolamentare sviluppo di insediamenti informali, con lo stato che assume un ruolo chiave nel guidare questo sviluppo. Ivo Imparato e Jeff Ruster, Slum Upgrading and Participation. Lessons from Latin America, The International Bank for Reconstruction and Development/The World Bank, Washington D.C., 2003. VES è stata pianificata e costruita come una partnership tra la comunità e lo stato. Anche se il sostegno statale è diminuito con la caduta del regime Velasco nel 1976, la leadership di VES per allora aveva una conoscenza delle opere di governo e un comando dei meccanismi politici che le permetteva di guidare ciascuna successiva amministrazione in modo davvero efficace; La progettazione stradale adottata per VES teneva a mente una città, non una baraccopoli, e, in termini di ampiezza stradale, taglia di alloggiamento, e spazio riservato per usi pubblici, contribuiva a sviluppo e addensamento qualitativi. Essa definiva anche un’unità base di quartiere, il raggruppamento residenziale, la cui configurazione e taglia la rende un’unità naturale per organizzazione comunitaria basata sulla zona. Il raggruppamento residenziale è un quartiere completo con la propria piazza e spazio per sport locali e strutture scolastiche elementari. Insieme alla sua progettazione, VES possedeva sin dall’inizio un piano di sviluppo di zona sviluppato con la partecipazione di ABCO, l’Organizzazione Comunitaria Basata sulla Zona. Il piano è stato uno strumento così potente che la terra che esso riservò al parco industriale venne difesa con successo da parte della comunità per 15 anni dall’occupazione di abitanti di baracche, sino a che il parco industriale venne infine implementato. Il piano di sviluppo VES fu rivisitato alla metà degli anni 1980 e passò un’ampia revisione nel 1999, con sostegno da parte, tra altre NGO, della Desco, una NGO con base a Lima che ha fornito sostegno alla leadership di VES sin dai primi passi CUAVES – Comunidad Ubrana Autogestionarie De Villa El Salvador, Perù. Simbolo dipinto sul muro della sede. Foto di Teresa Cabrera, http://www.flickr.com/photos/25651835@N04/ Villa El Salvador (VES), blog di Meghan Johnson http://thesoulshines.wordpress.com/2011/10/13/villa-el-salvador-peace/ for no commercial use
  36. 36. ( C A T U C H E ) C A R A C A S - D I S T R E T T O C A P I T A L E , V E N E Z U E L A ‘ p o t e n z i a m e n t o d e l l a c o m u n i t à ’ 36 Il Catuche è una delle 115 unità insediative abusive che furono identificate e delimitate dal ‘Piano Settoriale’ (Plan Sectorial), uno studio degli insediamenti informali dell’area metropolitana di Caracas intrapreso nel 1993-94 da un’equipe dell’Università Centrale del Venezuela. L’insediamento di Catuche è composto di 11 barrios che occupano aree in pendenza lungo una gola presso l’antico centro città. La sua area totale è 28.3 ettari (0.28 km2), quasi tutta appartenente alla municipalità. La sua popolazione è di circa 9,000 persone e consiste di circa 2,100 famiglie. Il costo del rinnovo fu stimato ad una media di $3,500 per famiglia, per un costo totale di $7.35 milioni. Intervento sulle pendenze e necessità di creare strade di accesso risultò in un quadro complessivo dei costi del 31 percento per strade e drenaggio di acque, 29 percento per altre infrastrutture (fornitura idrica, servizi igienici, ed elettricità), 28 percento per ristabilimento e ricollocazione, e 12 percento per servizi comunitari e materiale urbano. La municipalità accettò la proposta e finanziò la preparazione di un piano di sviluppo dell’area, dettagliato, integrato, e partecipativo per Catuche, portando il lavoro del Piano Settoriale un passo avanti. I passi successivi furono poi guidati da un consorzio sociale costituito da una NGO, una ABCO (Area-based community organization) locale, e un gruppo di professionisti di ingegneria e pianificazione. Il corpo governativo del consorzio è l’assemblea generale della comunità. Tra il 1993 e il 1997, questo consorzio è riuscito ad ottenere un totale di circa $2 milioni dalla municipalità, dal governo centrale e dal programma di sviluppo delle nazioni unite. Ivo Imparato e Jeff Ruster, Slum Upgrading and Participation. Lessons from Latin America, The International Bank for Reconstruction and Development/The World Bank, Washington D.C., 2003, pp. 80.-81. Modello di ‘empowerment’ della comunità. Questo modello deriva da “Potenciacion Comunitaria” un ampio materiale pubblico pubblicato su Internet dal Dr. Phil Bartle nel 2004. Bartle con diversi professionisti e traduttori, predispose una serie di materiali semplici per aiutare le comunità a gestire miglioramenti, favorire leadership, partecipazione e utilizzare le loro risorse per sfuggire dalla povertà. Il documento di Bartle raccomanda che il principio per formulare un progetto parta sempre da alcune domande di base discusse dalla comunità. Dallo sviluppo o la distribuzione di queste domande, derivano le fasi finali del progetto. In sostanza, i quattro temi della gestione sono: • Che cosa vogliamo? • Che abbiamo ottenuto? • Come possiamo utilizzare ciò che abbiamo per ottenere ciò che vogliamo? • Che succederà quando lo mettiamo in atto? Da qui può essere tratta una metafora geografica: • Dove vogliamo andare? • Dove siamo? • Come andremo da dove siamo a dove vogliamo essere? • Accadrà quando ci arriviamo? Universidad Central de Venezuela, Diseño de un modelo de Gestión de Comunicación para Catuche Experiencia de integración entre Universidad, Comunidad y Organizaciones No Gubernamentales, 3 maggio 2006, p. 201. Dieci anni dopo la firma del piano di ricostruzione Catuche (comunità La Pastora dove la slavina di Vargas ha lasciato 800 famiglie senza casa), non è stata nemmeno costruita la metà dei 400 appartamenti promessi. Con un anno di ritardo sono stati dati per primi 107 appartamenti, nel 2003, e poi, con quattro anni di ritardo, altri 92 che non avevano nemmeno bisogno di dividere le pareti interne. Le restanti 201 famiglie sono ancora in attesa. Documentazione: http://caracas.eluniversal.com/2010/06/21/ccs_art_proyecto- habitaciona_1942411.shtml . Foto: http://centrociudadesdelagente.blogspot.it/ Catuche Caracas, http://www.el-nacional.com/caracas/Caracas-peligra-punta-paso- quebradas_0_76192395.html for no commercial use
  37. 37. R E C I F E - S T A T O P E R N A M B U C O , B R A S I L E ‘ ( Z E I S ) Z o n e S p e c i a l i d i I n t e r e s s e S o c i a l e ’ 37 Nel 1983, un anno chiave per la transizione del Brasile dal governo militare a quello civile, la nuova legge di zonizzazione di Recife instituì Zone speciali di interesse sociale (ZEIS), le quali riconoscevano legalmente per la prima volta l’esistenza delle favelas della città. La nuova legge richiese lo stabilimento di speciali standard di pianificazione per promuovere regolarizzazione legale e integrazione fisica delle aree di insediamento informale. Questo fu realizzato nel 1987, quando, per iniziativa di organizzazioni ed NGO comunitarie locali, venne presentata una proposta per istituire una nuova legge il Piano per la Regolarizzazione e Urbanizzazione di Zone Speciali di Interesse Sociale (PREZEIS); esso è diventato una cornice completa per regolarizzazione e rinnovo di insediamento informale in Recife. PREZEIS venne esplicitamente riconosciuto come uno strumento chiave di politica urbana con la Lei Orgânica Municipal, un tipo di costituzione municipale, nel 1990, e con il Master Plan di Recife del 1991. Nel 1993, una nuova legge istituì il Fondo Municipale PREZEIS, un veicolo dedicato per investimento di rinnovo insediamento. Uno dei principi della legge PREZEIS è rispettare e costruire sulla base degli aspetti caratteristici di ciascun insediamento e preservare ciò che è stato costruito dalla comunità, limitando rimozioni e nuovi insediamenti al minimo richiesto per aprire strade di accesso e trattare situazioni di rischio. Ivo Imparato e Jeff Ruster, Slum Upgrading and Participation. Lessons from Latin America, The International Bank for Reconstruction and Development/The World Bank, Washington D.C., 2003, p. 87. Secondo i dati del censimento del 2000, prendendo a riferimento la Regione Metropolitana di Recife, quasi la metà delle esigenze abitative erano collocate in Recife. Circa il 42% della sua popolazione di 150,000 famiglie viveva in Zone speciali di interesse sociale (ZEIS). Miranda (2005) riferisce che in questo periodo il deficit abitativo è di circa 47,327 abitazioni. Dati della protezione civile di Recife (CODECIR), nel Piano Comunale per la riduzione dei rischi (PMR / Recife,2007), sottolineano la precarietà delle famiglie e portano a più di duemila i posti di rischio nelle zone collinari. Oltre alle ZEIS, anche altri spazi erano occupati senza fondamento legale o erano occupati dalla popolazione più emarginata, senza alcuna infrastruttura o servizi (baraccopoli / baracche, palafitte). Questo fatto dimostra quanto Recife è eterogeneo e come la discrepanza nella fornitura di servizi e la qualità della vita in tutto il suo territorio costringe il governo e la società a pensare a soluzioni nella prospettiva della giustizia sociale. Vi sono inoltre all'interno del tessuto urbano del Recife zone speciali di conservazione del patrimonio storico e culturale (Zonas Especiais de Preservação do Patrimônio Histórico-Cultural - Zephs), riconosciute anche dalla legge di agibilità del suolo del 30 gennaio 1997, costituite da siti, rovine e rilevante espressione architettonica storica, culturale e paesaggistica, la cui manutenzione è necessaria per preservare il patrimonio storico e culturale della città. Queste aree richiedono parametri e requisiti specifici di pianificazione urbana e di uso del territorio, grazie alle sue particolari caratteristiche. Con questo obiettivo, sono ulteriormente suddivise in settori rigorosi di preservazione (setores de Preservação Rigorosa - SPR) e settori per la conservazione ambientale (Setores de Preservação Ambiental - (SPAs). Helenilda Cavalcanti, Maria Rejane Britto Lyra, e Emília Avelino (eds.), Mosaico Urbano do Recife. Exclusão Inclusão Socioambiental Recife, Editora Massangana, 2008, pp. 40-42. Porto Digital in Recife, Pernambuco, Brasile. Recife, Pernambuco - ZEIS 33 Vila do Vintém, http://www.recife.pe.gov .br/noticias/imprimir.php?codigo=131773 for no commercial use
  38. 38. S Ã O P A U L O ( B A C I N O G U A R A P I R A N G A ) - S T A T O S Ã O P A U L O , B R A S I L E ‘ m a n t e n i m e n t o e r i a b i l i t a z i o n e u r b a n i ’ 38 Nel 1976, venne promulgata la Legge per la Protezione della Fornitura Idrica Statale (Lei Estadual de Proteção aos Mananciais) per proteggere le aree intorno ai bacini Guarapiranga e Billings. Tuttavia, le restrizioni legali risultati sulla suddivisione e occupazione delle proprietà limitò le opportunità per la loro vendita sul mercato formale. In un mercato di proprietà letargico, queste aree divennero siti di occupazione informale da parte degli strati più poveri della popolazione. Il punto di entrata per rinnovamento urbano nel caso di Guarapiranga è stata nettezza urbana. E’ stato riconosciuto che gli insediamenti informali del bacino di Guarapiranga sono una parte della città che non andrà rimossa, e che quindi necessità di infrastrutture sanitarie per ragioni sia sociali che ambientali. Riconoscimento dell’importanza di interazioni tra collettore fognante e altri rami infrastrutturali, come strade, drenaggio di acque, e fornitura idrica, ha condotto all’adozione di un approccio di rinnovamento integrato più che un approccio settoriale. Ivo Imparato e Jeff Ruster, Slum Upgrading and Participation. Lessons from Latin America, The International Bank for Reconstruction and Development/The World Bank, Washington D.C., 2003, pp. 62.-63. “In confronto con le prime sette favelas, in cui i piani erano centrati solamente sull’installazione di un’infrastruttura di base, questa volta ci siamo spinti ad intraprendere azioni molto più complicate. Piani e lavoro di costruzione iniziarono ad essere basati sulla teoria di mantenimento e riabilitazione urbana in modo che quando il lavoro è stato completato, avevamo risolto non solamente la questione delle fognature e della rimozione di spazzatura, ma avevamo messo in grado un nuovo quartiere di divenire parte della città e i suoi residenti ad essere riconosciuti come partecipanti nella pubblica amministrazione, in particolare come responsabili per la difesa del maggiore bene della regione, la qualità dell’acqua proveniente dal bacino, e l’unicità del panorama della regione.” La seconda fase del programma iniziò nel 2008 con l’inclusione dell’area di fornitura idrica ambientalmente protetta nei pressi del bacino Billings. Oggi chiamato Programa Mananciais, il programma ha un budget di circa R$250 milioni da parte del PAC, R$42 milioni da parte del governo statale (SABESP - Companhia de Saneamento Básico do Estado de São Paulo), e R$660 milioni da parte del governo cittadino. I fondi servono a ripristinare 81 insediamenti, favelas e suddivisioni informali, entro il 2012. Tereza Herling e Elisabete França (eds.), Social Housing in São Paulo: Challenges and New Management Tools (Capitolo I, Challenges Facing Housing Policy in the City of São Paulo), The Cities Alliance, Washington, D.C., June 2009, p. 35. Programma Guarapiranga in San Paolo del Brasile. Foto in Jardim Copacabana, http://www.prodam.sp.gov.br/invfut/guara2/gi_lt218.htm Il bacino idrografico Guarapiranga è responsabile della fornitura di acqua per la parte sud- occidentale del territorio comunale di San Paolo, che contiene più di tre milioni di persone. Il bacino è stato a lungo minacciato dalla composizione disordinata del territorio e dall'inquinamento delle sue acque. I risultati di un’indagine ambientale diagnostica del bacino Guarapiranga, condotto da ISA nel 1996, aveva rivelato una situazione preoccupante, denunciando che dal 1989 al 1996, Guarapiranga aveva perso il 15% della sua copertura vegetale e subito un tasso di crescita urbana del 50%. Foto e documentazione: http://www.socioambiental.org/e/prg/man.shtm. for no commercial use
  39. 39. XXXV: Come impedire il disallineamento della progettazione con gli obiettivi di sviluppo? 39 IDEA METODI ORGANI UTILIZZO Necessità di coerenza istituzionale e organizzativa CPTED VITALITA’ URBANA SPAZI DIFENDIBILI
  40. 40. ( K O P V A N Z U I D ) R O T T E R D A M , O L A N D A D E L S U D , O L A N D A ‘ p i a n o d i v a l o r i z z a z i o n e ’ 40 Kop van Zuid si trova nel 13° distretto di Rotterdam chiamato Feijenoord. Il primo piano di industria marittima creò un quartiere portuale di magazzini, cantieri navali, porti, circondato da zone residenziali a basso reddito del lavoro sino alla seconda guerra mondiale. L'esercito tedesco utilizzò la zona Landtong della Kop van Zuid come centro di deportazione ebraica nel campo di concentramento conosciuto come Loods (capannone) 24. La ricostruzione di Rotterdam ha incluso il trasferimento dell’importante porto marittimo della Kop van Zuid in una nuova posizione più vicina al Mare del Nord (ora chiamato Europort). A fine 1960 l'aggiornamento tecnologico del nuovo Europort aveva reso Kop van Zuid obsoleta e la zona divenne inattiva. Il masterplan del 1990 è stato creato da Riek Bakker e Teun Koolhaas. Il piano urbanistico ha mantenuto un certo numero di edifici storici, come l'Hotel New York. Inoltre, ha previsto la costruzione della stazione della metropolitana Wilhelminaplein e del suggestivo Ponte Erasmus qui in basso. Sito della UMass Amherst, http://courses.umass.edu/latour/Netherlands/ hartzell/index.html Si possono ammirare i progetti recenti, come il Teatro Nuovo Luxor di Peter Wilson, il complesso residenziale Frits van Dongen, il complesso residenziale torri Montevideo Mecanoo e New Orleans da Alvaro Siza, l'ufficio Torre Sud di Renzo Piano e il World Port Center di Norman Foster. Anche da non dimenticare Las Palmas : in origine Broekbakema, ora rinnovato e ampliato da Benthem Crouwel Architects. Oggi, la Kop van Zuid ha migliorato la propria immagine ed è diventata una delle principali destinazioni per il retail, l'alloggio, l'istruzione, l'occupazione, e l’intrattenimento. Il piano di valorizzazione del Kop van Zuid è visto come una estensione del centro di Rotterdam e destinato ad attirare residenti di nuovo nella città. Il ponte di Erasmo a Rotterdam. Sito ufficiale della città di Rotterdam: http://en.rotterdam.info/visitors/ De Rotterdam è concepita come una città verticale: tre grattacieli interconnessi ad utilizzo misto che ospitano uffici, appartamenti, hotel, sale conferenze, palestre, negozi, ristoranti e caffetterie. Il progetto è iniziato nel 1997, la costruzione è iniziata alla fine del 2009 e il completamento è previsto per il 2013. I grattacieli sono parte della riqualificazione in corso del vecchio quartiere portuale di Wilhelminapier, vicino al Ponte di Erasmus. Documentazione e foto: http://openbuildings.com/buildings/de-rotterdam-profile-42516. for no commercial use
  41. 41. B I L B A O L A V I E J A - B I S C A G L I A , S P A G N A ‘ c i t t à c r e a t i v a ’ 41 A proposito del piano di riqualificazione di Bilbao, si può notare che alcune di queste aree sono zone industriali o portuali poste sulle banchine del fiume Bilbao: Abandoibarra, Uribitarte, Zorrozaurre; un’altra area corrisponde ad una vecchia fabbrica di ferro e acciaio (Parco Etxebarría); e un’area aggiuntiva era una vecchia stazione marittima. Bolueta, dove apparvero le prime compagnie di acciaio e ferro nel 19mo secolo, è oggi l’area in cui queste attività continuano, anche se oggi sono minacciate da questa spinta rigenerativa. Per quanto riguarda le zone minerarie, è stato creato un nuovo sito residenziale sull’area delle minire di Miravilla, e nuove infrastrutture per parchi e sport sono in progetto sui meandri del fiume occupato dalle cosiddette Minas del Morro.anche l’area mineraria in Ollargan è stata convertita in un parco (Montefuerte o Parco Illumbe). In aggiunta a queste aree, molto importante la riqualificazione di un quartiere residenziale, Bilbao la Veja, che presentava un vecchio stigma di degrado. La funzione residenziale è stata la principale nella sostituzione di utilizzi minerari e industriali come Amézola e Miravilla; e sarà anche la principale funzione in Bolueta nel prossimo futuro. La nuova area in Amézola è stata connessa all’area Rekalde con un nuovo parco. Le vecchie zone industriali in Etxebarría, Mina del Morro e Ollargan (quest’ultima appartenente al comune di Arrigorriaga) sono state convertite in parchi per zone residenziali nei paraggi in base a decisioni assunte da coloro incaricati della progettazione. Tra tutte queste aree, quelle che hanno intrapreso una riqualificazione urbana esemplare o “emblematica” sono quelle presso il fiume e l’Ensanche (Espansione) di Bilbao, soprattutto Abandoibarra e la sua continuazione sul fiume in Uribitarte. La loro posizione centrale nel contesto urbano e la loro condizione “fluviale” li rende adatti per stili internazionali di riqualificazione di siti prospicienti sull’acqua. Benché la sopravvivenza di vecchi relitti industriali nelle aree urbane riqualificate sembra incerta, alcuni tentativi sono stati fatti in questo senso: tra questi, nell’area di Abandoibarra, il nuovo centro città, sono stati mantenuti alcuni relitti navali, oggi appartenenti al Museo Marittimo di Bilbao, ad esempio un argano monumentale della stanza di drenaggio del Cantiere Navale Euskalduna. La sua pompa drena i bacini in cui sono esposte le navi. Un altro elemento stupefacente è il Ponte Deusto, che mantiene il proprio meccanismo di apertura attivo anche se non c’è più bisogno di lasciar passare grosse imbarcazioni sul fiume, visto che l’altezza del nuovo ponte Euskalduna rende impossibile la navigazione di grosse imbarcazioni mercantili. La funzione del Ponte Deusto è quindi quella “commemorativa”, cioè esso costituisce già un elemento museale. Per quanto riguarda Bilbao la Veja, sin dalla sua intensa attività di estrazione mineraria all’inizio del 20mo secolo, essa era divenuta famosa per attività legate alla prostituzione ed in seguito in tempi più recenti alla droga. Uno dei primi tentativi di riqualificazione è stato convertire la chiesa La Merched in una sala concerti municipale - Bilborock. Più tardi, l’antico mulino di farina – una delle prime strutture in cemento rinforzato di Bilbao – venne convertito in un Centro Artistico Comunale, Bilbao-Arte, con sale per mostre e convegni per giovani talenti. Altre misure per rigenerare l’area sono state intraprese dall’Università Basca che ha contribuito con un residence per studenti nella zona e con l’organizzazione di workshop per giovani imprenditori. Rubén Camillo Lois González (ed.), Urban changes in different scales: systems and structures. Universidade de Santiago de Compostela. Santiago de Compostela. 2006, pp. 682-685. Abandoibarra in Bilbao dopo la riqualificazione. http://fotos- arquitectura.blogspot.it/2011/05/vista-abandoibarra-bilbao.html for no commercial use Bilbao la Veja in Bilbao, http://bilbaoenconstruccion.com/2010/09/15/bilbao-la-vieja-el-corazon-de- bilbao-vuelve-a-latir/

×