Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
1Dott. RobertoAttività fisica e benessere(incontro dibattito)Comune di Scalea4 Maggio 2013Postura: tecniche per il miglior...
2Dott. Roberto TricoliMECCANISMI DIDEFINIZIONE EGENERAZIONE DELLADINAMICA POSTURALE
Il tono di base, non è dovuto ad una costante e continuacontrazione isometrica dei muscoli del corpo, poiché sistancherebb...
444Dott. Roberto TricoliRuggeri (2001)Ruggeri (2001)La posizione che noi assumiamo nello spazio è fruttodell’organizzazion...
ATTEGGIAMENTI POSTURALI5Dott. Roberto TricoliÈ l’insieme degliÈ l’insieme degliatteggiamenti posturaliatteggiamenti postur...
ATTEGGIAMENTI POSTURALI6Dott. Roberto TricoliÈ la messa in scenaÈ la messa in scenadel nostro modo didel nostro modo diess...
ATTEGGIAMENTI POSTURALI7Dott. Roberto TricoliSi costruisce inSi costruisce infunzione di unfunzione di unpunto di vistapun...
LO SCHEMA CORPOREOOgni intervento che implica un cambiamentocomporta una rielaborazione dello schema corporeo edell’immagi...
LO SCHEMA CORPOREO E L’IMMAGINE CORPOREA9Dott. Roberto Tricoliraccoglie in sé tutte lediverse proiezioni corticalidelle vi...
A livello corticale diamo al nostro corpo unaforma e una dimensioneper costruire l’immagine corporea10Dott. Roberto Tricol...
11Dott. Roberto TricoliMECCANISMI DI DEFINIZIONE E GENERAZIONE DELLA DINAMICA POSTURALE
L’immagine corporea viene costruitaattraverso meccanismi di feedback12Dott. Roberto TricoliMECCANISMI DI DEFINIZIONE E GEN...
13Classificazione di Brodmann (1909)RAPPORTORAPPORTOCIRCOLARECIRCOLAREDott. Roberto TricoliASANAASANA MECCANISMI DI DEFINI...
• L’immagine di se deficitaria, in maniera circolaremodula i recettori periferici, che se non sonorappresentati vengono in...
• Lo schema corporeo centrale è in grado di influenzare emodificare la periferia corporea e in particolare è in gradodi mo...
16Dott. Roberto TricoliAttraverso l’esperienza del movimento prendiamopercezione sin dalla nascita della forma e dimension...
17Dott. Roberto TricoliRILASSAMENTO ECONCENTRAZIONE.ATTENZIONE EATTENZIONE ECOSCIENZACOSCIENZA
18Dott. Roberto TricoliASANA, RILASSAMENTO, MEDITAZIONE, CONCENTRAZIONE.ATTENZIONE E COSCIENZAATTENZIONE E COSCIENZA
19Dott. Roberto Tricolicapacità di leggere ciò che noi proviamo mentre è infunzione il sistema neuromotorio responsabile d...
20Dott. Roberto TricoliIl soggetto seleziona i messaggi sensoriali,concentrando la propria attenzione sulleinformazioni ut...
21Dott. Roberto TricoliPercezione“il processo di focalizzazione della coscienza(consapevolezza) in grado di sensibilizzare...
22Dott. Roberto Tricoli”implica piccole aree chiaramente demarcate di eccitamento corticale,circondate da aree di inibizio...
23Dott. Roberto TricoliASANA, RILASSAMENTO, MEDITAZIONE, CONCENTRAZIONE.L’ATTENZIONE E’ UNA FUNZIONEL’ATTENZIONE E’ UNA FU...
24Dott. Roberto Tricolirob.tric@gmail.comwww.biorelazionale.blogspot.itFacebook: Hatha Yoga Italia
25Dott. Roberto TricoliApprofondimenti e fonti bibliograficheD. Goleman “La Forza della Meditazione”V. Ruggieri “Semeiotic...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Convegno Attivitaà fisica e benessere, Scalea, 04/05/2013: Postura: tecniche per il miglioramento della propriocezione e della consapevolezza corporea

927 views

Published on

  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Convegno Attivitaà fisica e benessere, Scalea, 04/05/2013: Postura: tecniche per il miglioramento della propriocezione e della consapevolezza corporea

  1. 1. 1Dott. RobertoAttività fisica e benessere(incontro dibattito)Comune di Scalea4 Maggio 2013Postura: tecniche per il miglioramentodella propriocezione e dellaconsapevolezza corporea
  2. 2. 2Dott. Roberto TricoliMECCANISMI DIDEFINIZIONE EGENERAZIONE DELLADINAMICA POSTURALE
  3. 3. Il tono di base, non è dovuto ad una costante e continuacontrazione isometrica dei muscoli del corpo, poiché sistancherebbero troppo velocemente, ma esso è il risultatodell’alternanza di reclutamento delle unità motorie checompongono ogni singolo muscolo.In questa direzione si spiegherebbe anche la presenza del“rumore di base” del tono muscolareRuggieri 2003ALTERNANZA DI RECLUTAMENTO DELLE UNITÀ MOTORIEALTERNANZA DI RECLUTAMENTO DELLE UNITÀ MOTORIETONO DI BASEUNITÀ MOTORIE E TONO DI BASE333Dott. Roberto Tricoli
  4. 4. 444Dott. Roberto TricoliRuggeri (2001)Ruggeri (2001)La posizione che noi assumiamo nello spazio è fruttodell’organizzazione integrata che l’IO attua nellagestione del tono muscolare“la regolazione del tono muscolareè opera dei processi immaginativi”MECCANISMI DI DEFINIZIONE E GENERAZIONE DELLA DINAMICA POSTURALERuggieri, 2003
  5. 5. ATTEGGIAMENTI POSTURALI5Dott. Roberto TricoliÈ l’insieme degliÈ l’insieme degliatteggiamenti posturaliatteggiamenti posturaliche il corpo assumeche il corpo assumenello spazio pernello spazio peradattarsi all’ambienteadattarsi all’ambienteLa postura:
  6. 6. ATTEGGIAMENTI POSTURALI6Dott. Roberto TricoliÈ la messa in scenaÈ la messa in scenadel nostro modo didel nostro modo diessere al mondoessere al mondoLa postura:
  7. 7. ATTEGGIAMENTI POSTURALI7Dott. Roberto TricoliSi costruisce inSi costruisce infunzione di unfunzione di unpunto di vistapunto di vistaLa postura:
  8. 8. LO SCHEMA CORPOREOOgni intervento che implica un cambiamentocomporta una rielaborazione dello schema corporeo edell’immagine di sé8Dott. Roberto TricoliIDENTITA’: CORRISPONDENZA TRAL’IMMAGINE DI SE’ E CiO’ CHE UNA PERSONA E’IDENTITA’POSTURAPOSTURAIMMAGINE DI SE’
  9. 9. LO SCHEMA CORPOREO E L’IMMAGINE CORPOREA9Dott. Roberto Tricoliraccoglie in sé tutte lediverse proiezioni corticalidelle vie sensorialiLo schema corporeoLo schema corporeosistema sensomotorio(sensibilitàesterocettiva epropriocettiva)CORTECCIA CELEBRALEMECCANISMI DI DEFINIZIONE E GENERAZIONE DELLA DINAMICA POSTURALE
  10. 10. A livello corticale diamo al nostro corpo unaforma e una dimensioneper costruire l’immagine corporea10Dott. Roberto TricoliClassificazione di Brodmann (1909)MECCANISMI DI DEFINIZIONE E GENERAZIONE DELLA DINAMICA POSTURALE
  11. 11. 11Dott. Roberto TricoliMECCANISMI DI DEFINIZIONE E GENERAZIONE DELLA DINAMICA POSTURALE
  12. 12. L’immagine corporea viene costruitaattraverso meccanismi di feedback12Dott. Roberto TricoliMECCANISMI DI DEFINIZIONE E GENERAZIONE DELLA DINAMICA POSTURALE
  13. 13. 13Classificazione di Brodmann (1909)RAPPORTORAPPORTOCIRCOLARECIRCOLAREDott. Roberto TricoliASANAASANA MECCANISMI DI DEFINIZIONE E GENERAZIONE DELLA DINAMICAPOSTURALE
  14. 14. • L’immagine di se deficitaria, in maniera circolaremodula i recettori periferici, che se non sonorappresentati vengono inibiti e non hanno lapossibilità di raccogliere le informazioni sensoriali.• Le afferenze sensoriali periferiche concorrono aformare lo schema centrale, ma d’altronde loschema centrale modula e regola l’attività perifericaRuggeri 2001LO SCHEMA CORPOREOLa circolarità centro-periferia14Dott. Roberto TricoliMECCANISMI DI DEFINIZIONE E GENERAZIONE DELLA DINAMICA POSTURALE
  15. 15. • Lo schema corporeo centrale è in grado di influenzare emodificare la periferia corporea e in particolare è in gradodi modificare il tono posturale• Le re-afferentazioni di ritorno periferiche contribuisconoalla ristrutturazione e alla rielaborazione dello schemacorporeo, secondo un processo circolare polifasico incontinuo divenire di tipo bidirezionale (periferia - centro;centro - periferia; periferia -centro e così via.Ruggeri 2001LO SCHEMA CORPOREOLa circolarità centro-periferia15Dott. Roberto TricoliMECCANISMI DI DEFINIZIONE E GENERAZIONE DELLA DINAMICA POSTURALE
  16. 16. 16Dott. Roberto TricoliAttraverso l’esperienza del movimento prendiamopercezione sin dalla nascita della forma e dimensione delnostro corpo,della sua evoluzione attraverso il trascorrere del tempoe dei gradi di libertà che il nostro corpo acquisisce nellapratica dell’apprendimento motorio.MECCANISMI DI DEFINIZIONE E GENERAZIONE DELLA DINAMICA POSTURALE
  17. 17. 17Dott. Roberto TricoliRILASSAMENTO ECONCENTRAZIONE.ATTENZIONE EATTENZIONE ECOSCIENZACOSCIENZA
  18. 18. 18Dott. Roberto TricoliASANA, RILASSAMENTO, MEDITAZIONE, CONCENTRAZIONE.ATTENZIONE E COSCIENZAATTENZIONE E COSCIENZA
  19. 19. 19Dott. Roberto Tricolicapacità di leggere ciò che noi proviamo mentre è infunzione il sistema neuromotorio responsabile di quellaspecifica attività;presa di coscienza = "lesercizio di una forma diattenzione incentrata sul proprio corpo e sulle suemodalità di funzionamento" (Le Boulch, 1975).coscienza di una nostra attività motoriaASANA, RILASSAMENTO, MEDITAZIONE, CONCENTRAZIONE.ATTENZIONE E COSCIENZAATTENZIONE E COSCIENZA
  20. 20. 20Dott. Roberto TricoliIl soggetto seleziona i messaggi sensoriali,concentrando la propria attenzione sulleinformazioni utili provenienti dal proprio corpo,dai propri movimenti, dallambiente, favorendolaccesso alle informazioni specifiche desiderateed attenuando od escludendo le informazionisensoriali disturbanti o interferenti col processopercettivo in atto.ASANA, RILASSAMENTO, MEDITAZIONE, CONCENTRAZIONE.ATTENZIONE E COSCIENZAATTENZIONE E COSCIENZA
  21. 21. 21Dott. Roberto TricoliPercezione“il processo di focalizzazione della coscienza(consapevolezza) in grado di sensibilizzaremaggiormente l’individuo nei confronti di una gammalimitata di esperienze che richiedono un’elaborazionepiù approfondita delle informazioni”.organizzazione degli stimoli ricevuti +interpretazione. In queste due funzioni ècoinvolta in varie modalitàl’attenzione(Westen, 2002).ASANA, RILASSAMENTO, MEDITAZIONE, CONCENTRAZIONE.ATTENZIONE E COSCIENZAATTENZIONE E COSCIENZA
  22. 22. 22Dott. Roberto Tricoli”implica piccole aree chiaramente demarcate di eccitamento corticale,circondate da aree di inibizione.Quando si verifica una sbavatura nella demarcazione del cervello dieccitazione e inibizione, c’è un passaggio di eccitazione alle areecerebrali irrilevanti per il compito del momento.La specificità corticale ben regolata, d’altra parte, caratterizza unfunzionamento da svegli ben riposati che permette la flessibilitànell’affrontare le domande ambientali con risposte abili e funzionali.La flessibilità neurologica che sottostà al meccanismo dell’attenzionefocalizzata permette all’attivazione cognitiva e neurale di cambiare aseconda delle richieste situazionali fluttuanti”.ASANA, RILASSAMENTO, MEDITAZIONE, CONCENTRAZIONE.L’ATTENZIONE E’ UNA FUNZIONEL’ATTENZIONE E’ UNA FUNZIONEALLENABILEALLENABILEATTENZIONEGoleman (2003)
  23. 23. 23Dott. Roberto TricoliASANA, RILASSAMENTO, MEDITAZIONE, CONCENTRAZIONE.L’ATTENZIONE E’ UNA FUNZIONEL’ATTENZIONE E’ UNA FUNZIONEALLENABILEALLENABILEATTENZIONECome allenare lattenzione?Focalizzazione sul respiroFocalizzazione su figura geomericaEsperienza multitasking
  24. 24. 24Dott. Roberto Tricolirob.tric@gmail.comwww.biorelazionale.blogspot.itFacebook: Hatha Yoga Italia
  25. 25. 25Dott. Roberto TricoliApprofondimenti e fonti bibliograficheD. Goleman “La Forza della Meditazione”V. Ruggieri “Semeiotica dei processi psicofisiologici e psicosomatici”“L’identità in psicologia e teatro”“l’intervento psicofisiologico integrato”“Mente, corpo, malattia”P. De Pascalis “A scuola di fitness”Haskell WL, Lee IM, Pate RR, Powell KE, Blair SN, Franklin BA, Macera CA, HeathGW, Thompson PD, Bauman A, American College of Sports Medicine, AmericanHeart Association: Physical activity and public health: updated recommendationfor adults from the American College of Sports Medicine and the American HeartAssociation. Circulation 2007, 116(9):1081-1093.

×