22 27 Overseas Pakistan

410 views

Published on

Brief description of what we do in China.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
410
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

22 27 Overseas Pakistan

  1. 1. Overseas “ZPFM esce… dalla Cina!” Si estende oltre i confini nazionali il business della joint venture Piaggio-Zongshen. Riccardo Mastronardi, responsabile di Piaggio Group China, illustra lo sviluppo degli ultimi anni e le più recenti attività di export, dal Pakistan al Sud Africa ■ I 4 business di ZPFM ti e prodotti a Foshan, e venduti con il veicoli per Piaggio), che ha migliorato si- “Quattro sono i business in cui opera co-brand “Piaggio-Zongshen” in Cina gnificativamente la profittabilità della Joint ZPFM (Piaggio Zongshen Foshan Mo- attraverso la nostra forza vendita e rete Venture. Il 2007 è stato l’anno dell’entrata torcycle), la nostra joint venture in Cina commerciale; nel mercato locale (oltre 30.000 veicoli (Slide 1): 4. ‘Export’: stessa gamma veicoli svi- venduti in Cina e per quest’anno si preve- 1. ‘Buy Back’: veicoli sviluppati da luppata per il mercato locale, adattata, de di raddoppiare!), e l’anno in cui si sono Piaggio, industrializzati e prodotti da ove possibile, alle esigenze dei mercati poste le basi per l’Export. Il 2008 è l’anno ZPFM e rivenduti a Piaggio per esse- di destinazione, e commercializzata in cui si cominciano a raccogliere i frutti re poi collocati sul mercato Europeo, attraverso distributori e partner nei del lavoro che si sta facendo sull’Export (si Americano e, in misura minore, del Paesi consentiti dall’accordo firmato prevede di arrivare a sfiorare le 10.000 uni- Sud Est Asiatico (per intenderci, Zip, nell’Aprile del 2004 tra Zongshen e tà vendute, con l’obiettivo di raddoppiare Fly e Sportcity al momento); Piaggio (es. Pakistan, Sri Lanka, Afri- l’anno prossimo)”. 2. ‘Subcontracting’: veicoli sviluppati ca, Sud America,…). dal nostro partner cinese Zongshen, Il 2005 è stato l’anno che, grazie ai signi- ■ Le difficoltà delle aziende cinesi ad prodotti in ZPFM e poi collocati sul ficativi volumi (circa 170.000 veicoli) ga- uscire dai confini nazionali mercato dallo stesso Zongshen, attra- rantiti dal business ‘Subcontracting’, ha vi- “La Cina è diventata la base produttiva del verso la sua rete commerciale; sto l’avvio dell’operatività di ZPFM. Nel mondo intero, principalmente per via del 3. ‘Local Market’: veicoli sviluppati di- 2006 vi è stato prima il lancio e poi la cre- basso costo del lavoro. Finora sono poche rettamente da ZPFM (gli scooter sono scita del business ‘Buy Back’ (si stima che le aziende cinesi che sono state in grado di di derivazione Piaggio), industrializza- nel 2008 verranno prodotti circa 70.000 uscire dai confini nazionali e di far cono- scere i propri brand fuori dalla Cina (Slide 2). La maggior parte delle aziende cine- si (per lo più si tratta di JV) che operano sull’Export si sono accontentate al mas- simo di fornire i propri prodotti a grandi brand o a grandi catene di distribuzione, che poi li commercializzano con il proprio marchio privato (private label). Molto probabilmente le aziende cinesi devono ancora fare molta strada prima di poter vendere in modo profittevole i propri prodotti con il proprio brand nel mercato europeo e nord americano. Infatti, creare un brand sostenibile in mercati evoluti è molto difficile, costoso e il successo è incerto. Il più grande ostacolo nel raggiungimento di tale obiettivo per i produttori locali ci- nesi sta, a mio parere, nella mancanza di22
  2. 2. Overseas 1 2ZPFM’s four lines of business Main Chinese companies/brands that exportcompetenze adeguate di Marketing e in posizionate nel mercato globale dove ZPFM: englishlarga misura anche nella mancanza della quotidianamente i loro prodotti competo- VENTURING OUTnecessaria capacità di innovazione di pro- no con successo con quelli delle migliori OF CHINAdotto e dell’abilità di interpretare con un aziende al mondo in caratteristiche, quali-certo anticipo gusti e trend del mercato. tà e prezzo. The Piaggio-Zongshen joint venture is expan-Infatti, ci sono voluti anni ed un’enorme Così, ritengo, che la questione non sia tan- ding its business outside China. Riccardo Ma-quantità di investimenti, prima che i ‘gi- to se le aziende cinesi saranno mai in grado stronardi, the head of Piaggio Group China,ganti’ dell’elettronica di consumo giap- di competere in termini di caratteristiche e describes the joint venture’s growth over theponesi e sud coreani fossero in grado di qualità dei loro prodotti, ma piuttosto se past few years and lists its export destinations,imporre i loro brand, e di conseguenza i riusciranno a sviluppare ed implementare from Pakistan to South Africaloro prodotti, all’estero. con successo strategie di marketing per iQuesto ovviamente non significa che la loro prodotti e per i loro brand. • ZPFM’s four lines of businessCina non riuscirà in futuro a ‘far parte Più nello specifico, le aziende cinesi non “ZPFM (Piaggio Zongshen Foshan Motor-della partita’, le aziende di elettronica di hanno canali adeguati di distribuzione cycle), our joint venture in China, has four linesconsumo cinesi, per esempio, sono ben all’estero, né reti di assistenza, scarse of business (Slide 1): ‘Buy Back’: Vehicles designed by Piaggio, in- Buy Back dustrialised and manufactured by ZPFM and resold to Piaggio to be placed on the Euro- pean, American and, to a lesser extent, the Southeast Asian markets (the current range composes the Zip, Fly and Sportcity); ‘Subcontracting’: Vehicles designed by Piag- ‘Subcontracting gio’s Chinese partner Zongshen, manufactu- red ZPFM and placed on Zongshen’s home market through its sales network; market’: ‘Local market Vehicles designed directly by ZPFM (scooters derived from Piaggio pro- ducts), industrialised and manufactured in Foshan and sold in China using the “Piaggio- Zongshen” co-brand through our salespeo- ple and retail network; ‘Export Same vehicle range as the one ‘Export’: designed for the Chinese market, adapted, where possible, to the needs of export mar- kets and sold through distributors and part- ners in countries mentioned in the agree- ment signed in April 2004 by Zongshen and Piaggio (e.g. Pakistan, Sri Lanka, Africa 23
  3. 3. Overseas In questo modo, l’immagine te insieme a quello Zongshen sui nostri che l’industria cinese dei vei- veicoli co-branded), la nostra tecnolo- coli a due ruote sta dando di gia, la nostra esperienza e competenza, se all’estero, è legata purtrop- la nostra affidabilità e serietà nel rap- po a queste ‘piccole’ aziende portarci con loro, erano tutti elementi sull’orlo del fallimento e con estremamente importanti che ci diffe- enormi lacune, sia in termini di renziavano sostanzialmente dai nostri sviluppo prodotto, sia di quali- competitor cinesi. tà e di servizio”. Gli operatori esteri si rendevano perfet- tamente conto che noi non potevamo es- ■ La distintività di ZPFM sere i più competitivi sul prezzo (la Cina e le opportunità è piena di aziende desiderose di vendere “In questo contesto sopra de- prodotti apparentemente simili a prezzi scritto, l’export cinese delle più bassi!), anche perché non glielo ab- 3 due ruote, per il momento, è biamo mai nascosto; tuttavia, sull’altro riuscito ad entrare, fuori dalla piatto della bilancia, gli elementi a no-Two-wheelers chinese sales of 12 top players Cina, solo in quei segmenti stro favore erano tali che la decisione di di mercato esclusivamente valutare la possibilità di lavorare con noi capacità promozionali e di advertising, e sensibili al prezzo, dove la qualità, le era scontata. limitate competenze di pricing. Inoltre, è caratteristiche di prodotto e il servizio In questo modo siamo partiti con Vuka abbastanza improbabile che tali realtà sa- sono elementi secondari, in particolare Scuta in Sud Africa (il 21 Agosto ranno in grado nel breve di comprendere e in quei mercati, come quello Africano, 2008, a Cape Town, è stata organizzata sviluppare con successo design e features dove nessun altro player è in grado o una bellissima cerimonia per il lancio di prodotto in linea con le preferenze dei interessato ad entrare (in genere perché del nostro modello introdotto sul mer- consumatori occidentali. scarsamente profittevoli). cato), con Abans Group in Sri Lan- Nell’Industry delle 2 ruote, in particolare, Esiste tuttavia una domanda significati- ka, con HS in Bangladesh, con Giant è avvenuto che negli ultimi anni le grandi va di veicoli value for money, ossia di Motor in Algeria, con Ravi Group in aziende produttrici di successo si siano buona qualità a prezzi competitivi, so- Pakistan; e stiamo lavorando, con il concentrate prevalentemente sul mercato stenuti da un brand credibile. E’ molto supporto di Piaggio Group Americas, domestico, più sicuro e protetto, ed abbia- difficile soddisfare tale domanda con con il Venezuela, la Colombia e il Bra- mo di fatto lasciato l’export alle piccole re- veicoli prodotti in Europa, Giappone o sile (Slide 4). Ciò che ci vincola nella altà in difficoltà. Qualche grande azienda Stati Uniti per via dell’alto costo del la- nostra crescita è solo il numero limitato continua ad esportare principalmente per voro, ma produrre in Cina invece rende di risorse adeguate che si occupano e saturare la propria capacità produttiva. il tutto possibile. trattano con i nostri potenziali clienti”. Infatti, come ricordavamo sopra, l’ex- E’ così che, a partire dalla primavera del port è molto più complicato, costoso e 2007, dopo la presentazione della nostra ■ L’accordo con RAVI Group rischioso, e quindi meno profittevole, di gamma veicoli co-branded (Piaggio- in Pakistan quanto non lo sia il mercato domestico; Zongshen) sviluppata per il mercato loca- “Emblematico è il caso del Pakistan. Mr. e così, chi ha potuto scegliere ha cercato le alla Fiera Internazionale di Guangzhou, Haroon Arshad, CEO di RAVI Motor- di evitarlo (come ha fatto, per esempio, sono cominciate ad arrivare sempre più cycles, si presenta al nostro stand alla Fiera Jiangmen-Haojue con oltre 2,3 milioni insistenti le richieste di incontri da parte di Guangzhou e, dopo due parole con l’Ex- di veicoli venduti sul mercato domesti- di distributori e produttori provenienti da port Manager di ZPFM, esprime subito il co nel 2007, che è di gran lunga il nu- mercati in via di sviluppo. desiderio di visitare la nostra fabbrica a mero uno in Cina con circa il 18% di Ben presto, è emerso in maniera eviden- Foshan e di avere un incontro con me. market share) (Slide 3). te, che per loro il brand Piaggio (presen- Così ci incontriamo per la prima volta 24
  4. 4. Overseasand South America). massive investments to establish their brands ‘value for money’ vehicles, i.e. good qualityZPFM became truly operational in 2005 as and products abroad. vehicles at competitive prices, backed by aa result of the significant volumes (about “Obviously, this does not mean that China will credible brand. It is very difficult to satisfy this170,000 vehicles) guaranteed by the subcon- be unable in future to be part of the game. demand with vehicles manufactured in Eu-tracting business. 2006 marked the launch, Chinese consumer electronics companies, rope, Japan or the United States because ofand subsequently the growth, of the ‘buy for example, are well positioned on the glo- high labour costs, but it is more than possibleback’ business (we estimate production of bal market, where their products compete to do so by manufacturing in China.about 70,000 vehicles for Piaggio in 2008), successfully on a daily basis with those of the “This explains why, following the presenta-which has significantly improved the profita- world’s best companies in terms of technical tion of our co-branded (Piaggio-Zongshen)bility of the joint venture. In 2007 we entered features, quality and price. vehicles developed for the Chinese marketthe local market, with over 30,000 vehicles “I believe the question is not whether Chine- at the Guangzhou International Trade Fair insold in China and a forecast of double that se companies will ever be able to compete in the spring of 2007, we started receiving incre-figure for this year, and laid the foundations terms of product features and quality, but ra- asingly pressing requests for meetings fromfor our export activity. In 2008 we have be- ther whether they will be able to successfully retailers and manufacturers in developinggun to reap the rewards of our export-related develop and implement marketing strategies markets.work: we expect to sell 10,000 units by year- for their products and brands. “It soon became very obvious that as far asend and our objective is to double that figure “Specifically, Chinese companies do not have they were concerned, the Piaggio brandnext year.” adequate retail or technical assistance networ- (which features together with the Zongshen ks abroad. They have limited promotional, logo on our co-branded vehicles), our techno-• Why Chinese companies find it advertising and pricing skills. And it is fairly logy, experience and skill and our reputation hard to leave home unlikely that these companies will be able to as a reliable partner were all extremely impor-“China has become a production base for the understand and successfully develop product tant elements that set us apart in every waywhole world, mainly because of low manpo- design and features that appeal to Western from our Chinese competitors.wer costs. Few Chinese companies have been consumer preferences in the short term. “These foreign operators were perfectly awa-able so far to leave home and spread awa- “In the two wheeler industry in particular, in re that we could not be more competitivereness of their brands outside China (Slide 2). the past few years big, successful Chinese on the price front (China is full of companiesMost of the Chinese companies that export companies have focused largely on their do- wanting to sell apparently similar products at(generally joint ventures) settle for supplying mestic market, which is safer and more pro- lower prices!), not least because we made notheir products to major brands or retail net- tected, and left exports to smaller, struggling secret of this fact. But there were so many ele-works, which sell the products under their companies. A few big companies still export, ments in our favour on the other side of theown private labels. mainly in order to saturate their production scale that it was obvious they would decide to“Chinese companies will probably have a long capacity. work with us.way to go before they can profitably sell their “As I mentioned earlier, exports are far more “In this way we began working with Vukaproducts using their own brands in the Euro- complicated, costly and risky, and therefore Scuta in South Africa (a wonderful ceremo-pean and North American markets. Creating less profitable, than the domestic market. As a ny was organised in Cape Town on 21 Augusta sustainable brand in advanced markets is a result, any company with a choice has tried to 2008 to launch the product we introduced onvery difficult, costly and uncertain business. avoid exports (one example being Jiangmen- the market), the Abans Group in Sri Lanka,“For Chinese manufacturers, the biggest ob- Haojue, which sold 2.3 million vehicles on the HS in Bangladesh, Giant Motor in Alge-stacle to this objective, in my opinion, is the domestic market in 2007 and is by far the top ria and the Ravi Group in Pakistan. We arelack of adequate marketing skills. To a large manufacturer in China with a market share of now also working, with the help of Piaggioextent, they also lack the required capacity for 18% (Slide 3). Group Americas, with Venezuela, Colombiaproduct innovation and the ability to interpret “This is why the image of the Chinese two and Brazil (Slide 4). The only hindrance to ourand anticipate market tastes and needs. In wheeler industry abroad is unfortunately tied growth is that we do not have enough ade-fact, it took the Japanese and South Korean to small companies on the verge of bankrupt- quately skilled people to negotiate with ourconsumer electronics giants several years and cy with major shortcomings in terms of pro- potential clients.” duct development, quality and service.” • The agreement with • ZPFM’s advantages the RAVI Group in Pakistan create opportunities “Pakistan is a case in point. Mr. Haroon Ar- “In this context, Chinese two-wheeler exports shad, CEO of RAVI Motorcycles, visited our have so far only managed to enter exclusively stand at the Guangzhou Trade Fair. After a price-sensitive market segments, where quali- short conversation with the export manager ty, product features and service are of secon- of ZPFM, he immediately said he would like to dary importance, particularly markets such as visit our factory in Foshan and meet me. We African countries, which no other player can met for the first time at ZPFM HQ in Foshan or wants to enter, generally because they are in June 2007. barely profitable. “Mr Arshad told us about the RAVI Group, “There is, however, significant demand for one of the biggest industrial companies in 25
  5. 5. Overseas nel giugno Gli descrivo chi siamo e cosa facciamo, Tali veicoli saranno spediti CKD (al fine del 2007 a gli parlo del Gruppo Piaggio, ma vedo che di ridurre le Custom Duties) a RAVI, che Foshan, in non c’è ne bisogno, ci conosce molto bene! procederà, sotto la supervisione dei nostri ZPFM. Gli faccio poi visitare lo stabilimento, e ci tecnici, al loro assemblaggio nello stabili- Ci parla soffermiamo sulla nostra gamma prodotti. mento di Lahore. di RAVI Coinvolgiamo i tecnici e vedo che il suo Il primo veicolo lanciato in Pakistan è la Group, responsabile tecnico, che è venuto con lui, nostra moto BYQ125cc EuroII, che è una del- entra nei dettagli e cerca di capire meglio. chiamata ‘Storm’ sul mercato locale. le realtà Il primo incontro si conclude con una cena Tale veicolo rappresenta un’assoluta no- indu- al ristorante musulmano di Foshan, così vità per il mercato pakistano, essendo il striali anch’io sperimento la cucina musulmana primo veicolo a due ruote Euro2. Inoltre, più importanti preparata da cuochi cinesi! “’Storm 125cc’ si distingue dalla totalità di Lahore (città storica Da subito ci siamo intesi molto bene, ci delle altre moto attualmente vendute che nel nord del Pakistan, siamo apprezzati a vicenda e abbiamo in- montano motori 70cc di vecchia concezio- al confine con l’India), sieme cercato, con la massima trasparenza, ne (Slide 6). del mercato delle due di definire un accordo che fosse a vantag- Mr. Haroon Arshad, dopo aver conosciuto ruote in Pakistan, che gio di entrambi, cogliendo e sfruttando le e trattato con altri produttori cinesi, è venu- nel 2007-2008 ha su- caratteristiche distintive di RAVI e ZPFM. to da noi e con noi ha deciso di cominciare perato il milione di Questo approccio, insieme al nostro brand questa collaborazione, riguardo alla quale veicoli e che si pre- Piaggio, ci ha reso - direi - unici nel pano- siamo tutti e due al momento soddisfat- vede crescerà ancora rama cinese. ti ed ottimisti. Chi può escludere che non del 20% entro il 2010 Da allora è passato un anno, e nel frattem- si possa in futuro allargare il discorso con ( (Slide 5 della sua pas- 5), po abbiamo prima individuato i prodotti RAVI e fare qualcosa anche sulle 3 ruote sione per le due ruote più adatti al mercato pakistano e coerenti in Pakistan?”. e della sua recente ini- con il loro posizionamento; abbiamo quin- ziativa imprenditoriale di implementato le necessarie modifiche e Nelle foto di queste pagine: la cerimonia a all’interno del Gruppo customizzazioni sui veicoli prescelti; ab- Lahore dello scorso giugno, quando è sta- nella produzione e commercializzazione biamo poi discusso di branding e ci siamo to ufficializzato l’accordo Piaggio-Ravi; di moto, con l’ambizione di dare del filo accordati sul brand Piaggio-RAVI; infine notizia riportata dai principali giornali da torcere niente di meno che a Honda e abbiamo definito nei dettagli l’accordo Pakistani, sia di lingua inglese sia di lin- Yamaha! che è stato firmato dalle parti nel dicembre gua araba, nazionali e locali (come Nawa- Il Gruppo RAVI spazia dalla produzione 2007, e annunciato ufficialmente in una ce- I-Waqt, Dail Ausaf, The Daily Jang, Daily di componenti per l’auto (fusioni, ingra- rimonia organizzata a Lahore il 26 giugno Jinnah, Daily Express, The Daily Pakistan, naggi per motori, frizioni, sospensioni, del 2008 presso la Camera di Commercio The Nation, Dawn, The Post, The News In- pompe, plastiche,…), alla produzione di Lahore e riportata con grande enfasi su ternational, Business Recorder, solo per e commercializzazione di motociclette, tutti i principali giornali pakistani. citarne alcuni); la notizia è stata rilanciata dalla distribuzione e vendita di trattori Si tratta di un accordo di fornitura in anche da testate europee ed italiane. alla lavorazione con macchine a control- esclusiva per tre anni dei veicoli di Nelle altre immagini, riprese dal video di lo numerico e supporto ingegneria. Ci ZPFM, che verranno venduti in Paki- presentazione di Ravi Group: il veicolo parla inoltre della sua rete di oltre 150 stan con il brand Piaggio-RAVI. L’ac- co-branded Piaggio-Ravi “Storm 125- dealer su tutto il territorio del Pakistan, cordo prevede volumi minimi: 5.000 uni- EuroII”; un’immagine dello stabilimento del brand Piaggio e del suo passato glo- tà il primo anno; 8.000 unità il secondo; Ravi Motorcycles di Lahore e quella di rioso in Pakistan. 12.000 unità il terzo. un dealer. Sud Africa: Vuka Scuta & Piaggio-Zongshen In queste immagini, la firma del recente accordo tra Vuka Scuta, importante distributore di veicoli a due ruote motorizzate in Sud Africa, e ZPFM, la joint venture cinese Piaggio-Zongzhen. Hanno siglato l’intesa Tinus Lamprecht, Vuka managing director, e Riccardo Mastronardi, responsa- bile di Piaggio Group China. In agosto sono stati lanciati i nuovi modelli di ZPFM: lo scooter Vuka XT 150 e la moto RM sia 125 sia 200cc. Ne hanno dato ampia notizia gli organi di informazione sudafricani, come Car today. com, il principale sito motoristico del Sud Africa.26
  6. 6. Overseas the first year, 8,000 units the second year and 12,000 units the third year. These vehicles will be shipped in CKD (completely knocked down) form to reduce import duties. RAVI will assem- ble them in its Lahore factory4 6 under the supervision of ourThe ZPFM’s overseas presence technicians. Pakistan two-wheelers market by displacements “The first vehicle to be launched “We told him who we are and what we do. in Pakistan is our BYQ125cc When I began to tell him about the Piaggio EuroII motorcycle, called ‘Storm’ on the Group I realised there was no need, as he local market. This is the first ever Euro2 com- knew everything about us! I took him around patible two wheeler in Pakistan. The Storm the factory and we examined the product 125cc is totally different from the other bikes range. His technical chief had a lot of detailed on the market, which have old 70cc engines questions for our technicians. The first mee- (Slide 6). ting ended with dinner at a Muslim restaurant “Mr Arshad met and had discussions with in Foshan: it was the first time I had sampled other Chinese manufacturers before he Muslim food prepared by Chinese cooks. met us and decided he wished to work “We got on famously from the start and set with us. We are both satisfied with and op-5 about drawing up an agreement that would timistic about our agreement. Who knows, be mutually beneficial, drawing on the speci- perhaps we will go one step further and Pakistan two-wheelers market by sales fic features of RAVI and ZPFM. This approach make three-wheelers with RAVI in Pakistan and our brand, Piaggio, have made us unique in the future.” Lahore, the historical northern Pakistan city on in the Chinese two-wheeler scenario. the border with India, the two-wheeler mar- “A year has gone by and we have since iden- Photos on these pages: The ceremony in La- ket in Pakistan, which crossed the one million tified the most suitable products for the Pa- hore in June to officially announce the Piag- mark in 2007-2008 and is expected to grow kistani market and adapted their positioning. gio-Ravi agreement. The news received wide 20% by 2010 (Slide 5), his own passion for We have made the necessary changes on the coverage in the English-language as well as two wheelers and his Group’s recent business vehicles, discussed the subject of branding the Urdu press in Pakistan, at the national and initiative — motorcycle production and sales and agreed on a brand called Piaggio-RAVI. local level (the news featured in publications — with the ambitious objective of challenging Finally, we drew a detailed agreement, sig- such as Nawa-I-Waqt, Dail Ausaf, The Daily Yamaha and Honda. ned by both parties in December 2007, and Jang, Daily Jinnah, Daily Express, The Daily Pa- “The RAVI Group’s activity ranges from pro- officially announced our partnership at a cere- kistan, The Nation, Dawn, The Post, The News ducing automotive components (smelting, mony held at the Chamber of Commerce in International and Business Recorder among engine gears, clutches, suspensions, pumps, Lahore on 26 June 2008, which received wide others). The Italian and other European media plastic etc.) and motorcycle production and coverage in the Pakistani press. also picked up the news. sales to selling tractors, digital machining and “This is an agreement for exclusive sup- The other pictures, taken from the Ravi engineering support. Mr Arshad also told us ply of ZPFM vehicles over a three-year Group’s corporate video, feature the Piaggio- about the Group’s network of over 150 de- period, to be sold in Pakistan with the Ravi co-branded vehicle ‘Storm 125-EuroII’, a alers throughout Pakistan and the Piaggio Piaggio-RAVI brand. The agreement fo- view of the Ravi Motorcycles factory in Lahore brand’s glorious past in Pakistan. resees minimum volumes of 5,000 units and a dealership. The recent signature of an agreement between Vuka Scuta, a major South African distributor of motorised two wheel- ers, and ZPFM, the Piaggio-Zongshen joint venture in China. Tinus Lamprecht, Vuka managing director, and Riccardo Mastronardi the head of Piaggio Group China, were Mastronardi, the signatories. Two new ZPFM vehicles, the Vuka XT 150 scooter and the RM motorcycle in 125cc and 200cc versions, were launched in South Africa in Au- gust. The South Af- rican media, notably Cartoday.com, the main automotive web- site in the country, gave the event ample coverage. 27

×