Costruire la reputazione tra università e impresa

715 views

Published on

Intervento di Andrea Barchiesi al convegno Aicun "Università al lavoro. La comunicazione tra Atenei e mondo del lavoro"

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
715
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Costruire la reputazione tra università e impresa

  1. 1. Costruire la reputazione tra università e impresa AICUN 27 marzo 2012, MilanoAndrea Barchiesi, CEO Reputation Manager www.reputazioneonline.it
  2. 2. Cosa rappresenta questo grafico? 0,04 SEAT pagine gialle -99.9% della quotazione nel 2007 Era uno dei principali canali di accesso verso le aziendewww.reputazioneonline.it
  3. 3. Gennaio 2012 Navigatori Italiani 35,8 milioni Attivi in un giorno 12,7 milioni Tempo medio per 1 ora e 23 minuti persona al giorno Pagine per persona al 164 giorno 35,8 milioni i navigatori online, con un incremento su base annua del 6,8% 12,7 milioni gli utenti attivi nel giorno medio, con un incremento su base annua del 10,7% Fonte: Audiweb, Gennaio 2012www.reputazioneonline.it
  4. 4. Reputazione on line: La percezione che deriva da tutto l’insieme dei dati presenti in rete che si riferiscono al soggetto (brand, prodotti, servizi, persone fisiche). La percezione influenza in modo univoco* il rapporto tra il soggetto e l’osservatore. * In molti casi non c’è alcun diritto di replicawww.reputazioneonline.it
  5. 5. L’identità digitale è l’insieme dei contenuti in Reterifebili ad un individuo,la sua tracciaI contenuti possono essere molteplici e su differenticanali,disseminati su migliaia di blog, forum, portali, socialnetworkLa reputazione su internet dipende dai contenuti cheformano la nostra identità digitale. Reputazione: Se fosse un verbo comeI risultati apparsi sulle prime due pagine di Google sarebbe declinato?bastano al popolo del web per giudicare la reputazionedi una personawww.reputazioneonline.it
  6. 6. Fashion Blogger E’ talmente famosa che non ha bisogno di presentarsi 11.814 follower su Twitter 65.378 follower su Twitterwww.reputazioneonline.it
  7. 7. Il 45% dei cacciatori di teste americani controlla il profilo dei candidati sui Social Network prima del colloquio di lavoro Fonte: Harris Interactive http://www.reputataiuvant.com/search?updated- max=2010-11-17T09%3A35%3A00-08%3A00&max-results=7www.reputazioneonline.it
  8. 8. DOVE 35,2 % Facebook QUANTO 32% almeno un social media CHI 54% banche. Ascoltare (e, per i più innovativi, dialogare) con il consumatore sempre più attento e attivo nellesprimere giudizi sull’azienda.www.reputazioneonline.it
  9. 9. Il volume delle pagine web presente in rete relativo al brand Boiron è stato molto elevato. Questo significa scandagliare ed analizzare milioni di pagine web, e trovare quali sono le conversazioni più pertinenti e più significative sia positive che lesive. Il numero di pagine web scandagliate è pari a 38.192, di cui 2.314 sono risultate pertinenti al modello di analisi Pagine web scandagliate 38.192 stabilito. La redazione di Reputation Manager ha verificato 474 pagine, eliminando le rilevazioni non Match positivi 2.314 pertinenti alla categoria e validando e segnalando i Rilevazioni Validate 474 contenuti più interessanti. I report che seguono sono stati effettuati sulla base dei link validati dalla redazione Rilevazioni più significative 88 di Reputation Manager. In seguito si spiegherà la distribuzione degli stessi in relazione alla categorizzazione del modello iniziale. 9www.reputazioneonline.it
  10. 10. ImpresaFormazione Network Professionali Aggregare persone che hanno interessi professionali simili Carriera Networking Business Emersione dei Talentiwww.reputazioneonline.it
  11. 11. 1) Avere news sempre aggiornate pubblicate direttamente sul prorp 2) Poter fare domande o chiedere chiarimenti con possibilità di rispo rispetto ai canali tradizionali 3) Utilizzando spesso Facebook, si hanno le news «sott’occhio» senz consultare sempre il sito dell’Università. INTERCONNESSIONE L’Università diventa un nodo della rete.Perchè gli studenti visitano la pagina Facebook dell’Università?1) Avere news sempre aggiornate pubblicate direttamente sul prorpio profilo2) Poter fare domande o chiedere chiarimenti con possibilità di risposta più immediata rispetto ai canali tradizionali3) Utilizzando spesso Facebook, si hanno le news «sott’occhio» senza dover consultare sempre il sito dell’Università. Università Studenti e Social Network: il caso Unito, Agnese Vellar 2011 www.reputazioneonline.it
  12. 12. Anche le Università sbarcano sui Social Network ......certo con grande ritardo Attraverso questi nuovi canali, gli atenei raggiungono gli studenti dovunque, rispondono alle loro domande sui servizi universitari, li informano su appuntamenti e scadenze, lasciando spazio al dialogo in bacheca.www.reputazioneonline.it
  13. 13. Su Facebook sono presenti più di 300.000 communities di Studenti Alcuni esempi Unione degli studenti +9000 Fan Siamo noi gli studenti +5000 Fan Rete degli studenti medi +2000 Fan FUTURO SIGNIFICA SPENDERCI +2000 Fan «Il diritto allo studio in Italia oggi versa in uno stato drammatico. Solo l’8% degli studenti italiani riceve una borsa di studio, il 30% circa degli aventi diritto alla borsa non ne beneficiano»www.reputazioneonline.it
  14. 14. Il Web 2.0 ha cambiato le modalità di scelta degli studenti Le domande più ricorrenti dei neo-laureati in Rete riguardano soprattutto la qualità didattica e limmagine delle Scuole Gli aspetti più discussi in generale, reperibili soprattutto nelle risposte alle richieste dirette, riguardano il placement e i costi.Osservatorio sulle Business School Italiane, Reputation Manager, 2010www.reputazioneonline.it
  15. 15. ll posizionamento migliore è registrato dalla Qualità didattica (lezioni, personale docente) e dall’Immagine (il “buon nome” delle Scuole) Ma si rileva un atteggiamento di sfiducia e rassegnazione diffusa sulle concrete possibilità di accedere direttamente all’esperienza lavorativa dopo un master Osservatorio sulle Business School Italiane, Reputation Manager, 2010www.reputazioneonline.it
  16. 16. Che studiare fa bene vale per tutti, ma in Italia un po’ meno: solo il 79% dei laureati ha un lavoro, contro una media Ocse dell’84 e il 90% dell’eccellenza norvegese.http://www.linkiesta.it/crisi-laureatiwww.reputazioneonline.it
  17. 17. http://www.linkiesta.it/fuga-cervelli?mid=50www.reputazioneonline.it
  18. 18. Linkedin: classifica dei settore per numero di relazioni 70 K. Talenti connessi in rete Il Web 2.0 e i social media, Agnese Vellar, 2011www.reputazioneonline.it
  19. 19. Tecnology Transfer System Condividere conoscenze tra enti, aziende e istituzioni per valorizzare in chiave economica i risultati della ricerca pura.Gli obiettivi primari:- Istituire relazioni stabili tra i giovani talenti e le imprese all’interno di un medesimo circuito- Aiutare le idee imprenditoriali innovative a diventare realtà e business attraverso percorsi che a partire dal talento personale trasformino l’invenzione in innovazione- Individuare nuove imprese da indirizzare verso programmi di investimento o promozione- Tornare a investire su iniziative italiane, realizzando al contempo partnership straniere- Valorizzare la mobilità del talento come una risorsa per costuire relazioni globali www.reputazioneonline.it
  20. 20. Ricerca condotta da Adecco in partnership con Reputation Manager (marzo 2012)www.reputazioneonline.it
  21. 21. Ricerca condotta da Adecco in partnership con Reputation Manager (marzo 2012)www.reputazioneonline.it
  22. 22. Ricerca condotta da Adecco in partnership con Reputation Manager (marzo 2012)www.reputazioneonline.it
  23. 23. Ricerca condotta da Adecco in partnership con Reputation Manager (marzo 2012)www.reputazioneonline.it
  24. 24. Grazie dell’attenzione Andrea Barchiesi Andrea.barchiesi@reputation-manager.itwww.reputazioneonline.it

×