Dgr 448 fare rete per competere - presentazione10 aprile 2014

1,751 views

Published on

Presentazione DGR 448/2014 - "Fare rete per competere"

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,751
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
64
Actions
Shares
0
Downloads
34
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Dgr 448 fare rete per competere - presentazione10 aprile 2014

  1. 1. Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro Sezione Formazione FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, Sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014
  2. 2. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 2 AZIONI DI SISTEMA  PROGETTO DI MODELLIZZAZIONE  PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE I due progetti devono essere collegati e identificabili – pena inamissibilità dell’Azione di Sistema SCHEDA N. 1  Selezionare tipologia progetto (modellizzazione/speriment azione)  Scegliere solo un Ambito Tematico GUIDA I progetti devono prevedere almeno tutte le azioni individuate; inoltre possono essere proposte e valutate ulteriori azioni/interventi formativi purchè coerenti con gli obiettivi
  3. 3. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 3
  4. 4. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 4
  5. 5. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 5 AMBITO TEMATICO PROGETTI ASSE GIOVANI AL LAVORO CON I MENO GIOVANI Modellizzazione Capitale Umano Sperimentazione Adattabilità RETI TERRITORIALI PER LA CONCILIAZIONE Modellizzazione Capitale Umano Sperimentazione Adattabilità CASE MANAGEMENT, TERRITORIO E RETE PUBBLICA E PRIVATA PER IL LAVORO Modellizzazione Capitale Umano Sperimentazione Inclusione Sociale RESPONSABILITÀ SOCIALE E PMI Modellizzazione Capitale Umano Sperimentazione Adattabilità INNOVAZIONE PER LA COMPETITIVITÀ – Smart Specialisation Modellizzazione Capitale Umano Sperimentazione Adattabilità RISORSE
  6. 6. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 6  ROVIGO E PADOVA  BELLUNO E TREVISO  VENEZIA  VERONA  VICENZA PROVINCE SCHEDA N. 1  Campo obbligatorio indicare la localizzazione del progetto (province) per l’azione Territoriale GUIDA
  7. 7. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 7  AGROALIMENTARE E VITIVINICOLO  FREDDO ED ELETTRODOMESTICI  MADE IN ITALY E ARTIGIANATO ARTISTICO  TURISMO E OSPITALITÀ  ENERGIE RINNOVABILI - EFFICIENZA ENERGETICA SETTORI PRODUTTIVI SCHEDA N. 1  Campo obbligatorio indicare il settore produttivo individuato per l’Azione Settoriale GUIDA PROGETTI A VALENZA REGIONALE
  8. 8. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 8 GIOVANI AL LAVORO CON I MENO GIOVANI OBIETTIVO DI SISTEMA: Creare un modello per offrire nuove opportunità ai giovani nel mercato del lavoro anche attraverso un ricambio generazionale OBIETTIVO SPECIFICO: Favorire la presenza dei giovani nel mercato del lavoro anche con il trasferimento di conoscenze tecnico-professionali tra i giovani e lavoratori meno giovani favorendone l’interazione
  9. 9. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 9 GIOVANI AL LAVORO CON I MENO GIOVANI SOGGETTI PROPONENTI: • Enti accreditati per la Formazione Continua e per la Formazione Superiore SOGGETTI DESTINATARI: • Giovani • Operatori • Imprese/PMI • Occupati • Lavoratori Anziani SCHEDA N. 2  Compilazione della scheda di presentazione del soggetto proponente SCHEDA N. 4  Descrivere e dettagliare la tipologia e il numero di destinatari coinvolti nel progetto GUIDA Per ogni AZIONE DI SISTEMA i progetti di modellizzazione e di sperimentazione possono essere presentati da SOGGETTI diversi, PURCHE’ presenti come partner operativo nel progetto collegato IN GENERALE Non sono ammissibili destinatari riferibili al settore pesca, sanità e socio-assistenziale
  10. 10. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 10 GIOVANI AL LAVORO CON I MENO GIOVANI PRIORITÀ SPECIFICHE  Qualità e quantità di partner aziendali coinvolti  Innovatività dei progetti nella loro articolazione  Ruolo e coinvolgimento delle imprese, in particolar modo di imprese eccellenti PARTENARIATO OBBLIGATORIO PREMIANTE MD SP • Servizi per il lavoro • Organizzazioni pubbliche o private (con particolare rif. a Enti Bilaterali, associazioni di categoria, enti pubblici territoriali) • Imprese con buone prassi già sperimentate •Università •Istituti Tecnici e/o Professionali •Associazioni di categoria Almeno 10 Imprese del settore prescelto
  11. 11. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 11 GIOVANI AL LAVORO CON I MENO GIOVANI AZIONI PROGETTO DI MODELLIZZAZIONE  Mappatura dei profili professionali per settore produttivo  Individuazione di un modello per favorire il passaggio intergenerazionale AZIONI PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE  Sperimentazione di meccanismi per l’aggiornamento costante dei fabbisogni formativi e professionali  Sperimentazione di strategie per la continuità d’impresa e la gestione del passaggio intergenerazionale
  12. 12. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 12 RETI TERRITORIALI PER LA CONCILIAZIONE OBIETTIVO DI SISTEMA: Creazione di un modello per la crescita, l’occupazione e la coesione sociale, creando un equilibrio tra l’attività professionale e la vita familiare OBIETTIVO SPECIFICO: Favorire l’equilibrio tra attività professionale e vita familiare; Promuovere la pari partecipazione di donne e uomini nel mercato del lavoro
  13. 13. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 13 RETI TERRITORIALI PER LA CONCILIAZIONE SOGGETTI PROPONENTI: • Enti accreditati per la Formazione Continua e per la Formazione Superiore SOGGETTI DESTINATARI: • Donne e Famiglie • Operatori • Imprese/PMI • Occupati SCHEDA N. 2  Compilazione della scheda di presentazione del soggetto proponente SCHEDA N. 4  Descrivere e dettagliare la tipologia e il numero di destinatari coinvolti nel progetto GUIDA Per ogni AZIONE DI SISTEMA i progetti di modellizzazione e di sperimentazione possono essere presentati da SOGGETTI diversi, PURCHE’ presenti come partner operativo nel progetto collegato
  14. 14. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 14 RETI TERRITORIALI PER LA CONCILIAZIONE PRIORITÀ SPECIFICHE  Coinvolgimento di imprese dei settori produttivi individuati  Coinvolgimento di PMI  Interventi in settori dove il gap di genere è elevato  Accordi tra datori di lavoro e organizzazioni dei lavoratori/trici  Accordi tra pubblico e privato sociale PARTENARIATO OBBLIGATORIO PREMIANTE MD SP • Organizzazioni pubbliche o private (con particolare rif. a enti/società con specifiche esperienze nell’ambito tematico) • Parti Sociali •Imprese private •Enti pubblici territoriali •Università (se prevista erogazione di borse di studio) •Imprese •Imprese private •Enti pubblici territoriali •Parti sociali •Imprese e Enti accreditati per i servizi al lavoro (nel caso di attivazione tirocini)
  15. 15. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 15 RETI TERRITORIALI PER LA CONCILIAZIONE AZIONI PROGETTO DI MODELLIZZAZIONE  Orari flessibili, nuove organizzazioni del lavoro e/o altre azioni di conciliazione  La rete dei servizi per la conciliazione attraverso nuove sinergie tra pubblico e privato AZIONI PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE  Una nuova cultura della conciliazione  Esperienze di nuovi servizi territoriali per la conciliazione e supporto all’avvio d’impresa
  16. 16. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 16 CASE MANAGEMENT, TERRITORIO E RETE PUBBLICA E PRIVATA PER IL LAVORO OBIETTIVO DI SISTEMA: Creazione di un modello di integrazione fra servizi pubblici e privati incentivando la creazione di una rete anche con il mondo imprenditoriale del territorio; Attivazione di job center sulla base dei migliori modelli europei OBIETTIVO SPECIFICO: Favorire la collaborazione tra servizi pubblici e privati con modelli innovativi per arrivare agli standard minimi di servizio Promuovere una rete di rapporti tra tali sistemi ed il tessuto imprenditoriale territoriale Offrire nuovi servizi, più smart, più utili e immediatamente spendibili che agevolino l’inserimento e la permanenza nel mondo del lavoro
  17. 17. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 17 SOGGETTI PROPONENTI: • Enti accreditati per i Servizi al Lavoro SOGGETTI DESTINATARI: • Soggetti privi di occupazione • Operatori • Donne e Famiglie • Occupati • Soggetti in condizioni di svantaggio SCHEDA N. 2  Compilazione della scheda di presentazione del soggetto proponente SCHEDA N. 4  Descrivere e dettagliare la tipologia e il numero di destinatari coinvolti nel progetto GUIDA Per ogni AZIONE DI SISTEMA i progetti di modellizzazione e di sperimentazione possono essere presentati da SOGGETTI diversi, PURCHE’ presenti come partner operativo nel progetto collegato CASE MANAGEMENT, TERRITORIO E RETE PUBBLICA E PRIVATA PER IL LAVORO
  18. 18. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 18 PRIORITÀ SPECIFICHE  Qualità e quantità dei partner coinvolti, nonché loro gradi di rappresentatività sui territori  Creazione di servizi smart che possano essere immediatamente utilizzati PARTENARIATO OBBLIGATORIO PREMIANTE MD SP • Organizzazioni pubbliche o private (con particolare attenzione agli enti bilaterali, Associazioni di categoria, enti pubblici territoriali) • Parti Sociali • Organismi di formazione • Imprese Servizi per il lavoro pubblici e privati che assicurino un’adeguata copertura territoriale CASE MANAGEMENT, TERRITORIO E RETE PUBBLICA E PRIVATA PER IL LAVORO
  19. 19. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 19 AZIONI PROGETTO DI MODELLIZZAZIONE  Creazione di un sistema/modello condiviso di collaborazione tra servizi per il lavoro pubblici e privati  Pianificazione di sistemi standardizzati e condivisi delle procedure previste dai diversi servizi (acquisizione dati, profilazione utenza, aggiornamento, informazioni, screening, colloqui individuali)  Elaborazione di un modello di Job Center AZIONI PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE  Realizzazione in un sistema standardizzato delle procedure previste dai diversi servizi  Creazione e sperimentazione di Job Center CASE MANAGEMENT, TERRITORIO E RETE PUBBLICA E PRIVATA PER IL LAVORO
  20. 20. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 20 RESPONSABILITÀ SOCIALE E PMI OBIETTIVO DI SISTEMA: Creazione di un nuovo modello che integri i principi della Responsabilità Sociale d’Impresa con nuove logiche di innovazione sociale (con particolare attenzione alle PMI) OBIETTIVO SPECIFICO: Trasferire le buone pratiche di responsabilità sociale nel contesto delle PMI Venete Diffondere i principi della responsabilità sociale d’impresa collegati all’utilizzo dei principi della lean Creare una rete per la condivisione di informazioni, soluzioni e servizi alle imprese Migliorare il clima aziendale
  21. 21. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 21 SOGGETTI PROPONENTI: Enti accreditati per la Formazione Continua SOGGETTI DESTINATARI: • Imprese/PMI • Occupati • Operatori SCHEDA N. 2  Compilazione della scheda di presentazione del soggetto proponente SCHEDA N. 4  Descrivere e dettagliare la tipologia e il numero di destinatari coinvolti nel progetto GUIDA Per ogni AZIONE DI SISTEMA i progetti di modellizzazione e di sperimentazione possono essere presentati da SOGGETTI diversi, PURCHE’ presenti come partner operativo nel progetto collegato RESPONSABILITÀ SOCIALE E PMI
  22. 22. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 22 PRIORITÀ SPECIFICHE  Coinvolgimento delle imprese strutturate finalizzato alla diffusione e condivisione di buone prassi e sistemi già in uso adattandoli alla realtà delle PMI PARTENARIATO OBBLIGATORIO PREMIANTE MD SP • Organizzazioni pubbliche o private (con particolare rif. a enti/società con specifiche esperienze nell’ambito) • Parti Sociali • Imprese con buone prassi già sperimentate •Almeno 10 imprese private localizzate su ogni territorio provinciale •Università (se prevista borsa di studio) •Almeno 10 imprese private localizzate su ogni territorio provinciale RESPONSABILITÀ SOCIALE E PMI
  23. 23. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 23 AZIONI PROGETTO DI MODELLIZZAZIONE  Individuazione di un modello per sostenere l’implementazione dei principi della RSI nelle PMI  Definizione di azioni per l’implementazione dei principi della RSI presso le PMI AZIONI PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE  Applicazione nelle PMI dei principi e della cultura della RSI  Sperimentazione di nuovi servizi per la diffusione della RSI nelle PMI Venete RESPONSABILITÀ SOCIALE E PMI
  24. 24. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 24 INNOVAZIONE PER LA COMPETITIVITÀ - SMART SPECIALISATION OBIETTIVO DI SISTEMA: Creazione di un modello per la crescita sostenibile basato sull’innovazione, che tenga conto delle specificità regionali, delle competenze locali, delle opportunità tecnologiche e del mercato globale OBIETTIVO SPECIFICO: Promuovere l’innovazione tecnologica dei settori produttivi, in un’ottica di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva Sostenere la creazione di reti tra imprese per promuovere un’innovazione finalizzata a migliorare la competitività economica e il benessere dei cittadini Promuovere la ricerca e lo sviluppo in una dimensione territoriale soprattutto nel sistema delle PMI
  25. 25. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 25 SOGGETTI PROPONENTI: • Enti accreditati per la Formazione Continua SOGGETTI DESTINATARI: • Imprese/PMI • Occupati • Operatori SCHEDA N. 2  Compilazione della scheda di presentazione del soggetto proponente SCHEDA N. 4  Descrivere e dettagliare la tipologia e il numero di destinatari coinvolti nel progetto GUIDA Per ogni AZIONE DI SISTEMA i progetti di modellizzazione e di sperimentazione possono essere presentati da SOGGETTI diversi, PURCHE’ presenti come partner operativo nel progetto collegato INNOVAZIONE PER LA COMPETITIVITÀ - SMART SPECIALISATION
  26. 26. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 26 PRIORITÀ SPECIFICHE  Individuazione di buone pratiche rivolte soprattutto all’innovazione delle PMI  Coinvolgimento nelle azioni di sperimentazione di PMI PARTENARIATO OBBLIGATORIO PREMIANTE MD SP • Organizzazioni pubbliche o private (con particolare rif. a enti/società con specifiche esperienze nell’ambito) • Parti Sociali •Almeno 10 imprese del settore prescelto •Università/Centri di Ricerca INNOVAZIONE PER LA COMPETITIVITÀ - SMART SPECIALISATION
  27. 27. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 27 AZIONI PROGETTO DI MODELLIZZAZIONE  Individuazione di un modello per l’innovazione delle PMI  Una nuova cultura: il partenariato per l’innovazione AZIONI PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE  Sperimentazione del modello per l’innovazione delle PMI INNOVAZIONE PER LA COMPETITIVITÀ - SMART SPECIALISATION
  28. 28. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 28 LA SOGLIA MINIMA DI FINANZIABILITÀ È STABILITA IN 28 PUNTI TOTALE ALMENO 25 AZIONI DI SISTEMA FINANZIATE PROCEDURE E CRITERI DI VALUTAZIONE PER CIASCUN AMBITO TEMATICO E SETTORE PRODUTTIVO /PROVINCIA = MEDIA PUNTEGGIO PROGETTO DI MODELLIZZAZIONE E PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE = FINANZIATO IL 1° IN GRADUATORIA
  29. 29. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 29 COMITATO DI PILOTAGGIO D’AREA / CADENZA BIMESTRALE PIANI ESECUTIVI / CADENZA TRIMESTRALE MONITORAGGIO QUALITATIVO SUI PROGETTI  un comitato per ciascun ambito tematico / coordinato dalla Sezione Formazione con il supporto di altre Sezioni Regionali  composto dai referenti Partner operativi  funzione operativa per lo scambio reciproco e analisi microprogettazione singoli progetti di sperimentazione  a partire dal 2° trimestre dall’avvio dei progetti  per ciascun progetto di sperimentazione  relativi alla microprogettazione degli interventi da realizzazione – in base ai feedback progetti di modellizzazione
  30. 30. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 30 CONTATTI PER ULTERIORI INFORMAZIONI AMBITO TEMATICO Riferimento e contatto telefonico GIOVANI AL LAVORO CON I MENO GIOVANI Arianna Silvestrini 041-2795133 Federica Cocco 041-2795089 RETI TERRITORIALI PER LA CONCILIAZIONE Stefania Denevi 041-2795020 Federica Cocco 041-2795089 CASE MANAGEMENT, TERRITORIO E RETE PUBBLICA E PRIVATA PER IL LAVORO Alessandra Vigna 041-2795143 Giordana Di Lorenzo 041-2795088 RESPONSABILITÀ SOCIALE E PMI Francesca Noventa 041-2795016 Giordana Di Lorenzo 041-2795088 INNOVAZIONE PER LA COMPETITIVITÀ Smart Specialisation Francesca Noventa 041-2795016 Irene Perin 041-2795088
  31. 31. FARE RETE PER COMPETERE Sperimentare l’innovazione per la crescita intelligente, sostenibile e inclusiva dei sistemi produttivi veneti. 10 Aprile 2014 31 GRAZIE PER L’ATTENZIONE !!!

×