Valutazione e rendicontazione del Ciclo della Performance/3

353 views

Published on

La presentazione dell'esperienza del Comune di Mazara del Vallo nel progetto "Valutazione delle performance" nella Poster Session di FORUM PA 2013.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
353
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Valutazione e rendicontazione del Ciclo della Performance/3

  1. 1. Mazara del Vallo, comune dellaprovincia di Trapani, sorge sullitorale occidentale della Sicilia,in una zona fertile e pianeggianteed in una posizione favorevole peri rapporti commerciali fra Europaed il Mediterraneo con un rapportoprivilegiato con i paesi dellAfrica delnord.Abitanti al 31.12.2011: 51.492Di cui oltre 3mila stranieri di diverse etnieEstensione territoriale: km2 275,51Litorale: 18 kmNumero dipendenti comunali totali: 417di cui 180 a tempo determinato e parzialeAttività economiche: Pesca, Agricoltura,Turismo, Commercio, Terziario
  2. 2. 3 fotografie sullo stato di salute dell’ente: finanziaria, organizzativa, relazionale10 obiettivi strategici – 24 indicatori di impatto - 4 ambiti di valutazione«Punti di vista»:- dell’amministrazione: a) lattuazione delle politiche attivate sulla soddisfazione finaledei bisogni della collettività (coerenza con le direttive dell’amministrazione)- dell’organizzazione interna: b) l’attuazione di piani e programmi (coerenza con gli attidi programmazione: RPP, bilancio, PEG, PdO)- dei cittadini: c) la rilevazione del grado di soddisfazione dei destinatari delle attività edei servizi (coerenza con le attività di customer)- «trasversale»: f) l’efficienza nell’impiego delle risorse (coerenza con i risultati dellagestione)26 azioni - 34 obiettivi operativi – 37 indicatori di risultato100% strutture comunali coinvolte - 100% del personale coinvolto1 sistema sperimentale di misurazione e valutazione
  3. 3. MISURAZIONE DEGLI INDICATORI DI IMPATTOIndicatori di impatto relativi all’Obiettivo Strategico n°2 TURISMO, ARTIGIANATO E COMMERCIOTitolo Descrizione Fonte Unità dimisuraPeso(%)Valoreiniziale2011Target (valoriattesi)Ambiti dimisurazione (art8. d.lgs. 150)2012 2013 2014Indicatore 1. Tasso di presenzadei turisti presso il Museo delSatiro e il Teatro GaribaldiN° visitatori Museo delSatiro(35.256) + N° visitatori TeatroGaribaldi(6015) ∑41.271Numero totale di turisti nellaprovincia(2.050.401)Registro presenzeTeatro Garibaldi eMuseo Pepoli % 25% 0,20% 0,25% 0,30% 0,35%b) Attuazionepiani eprogrammiIndicatore 2. Tasso di presenzadi turisti negli alberghiN° dei turisti presenti negli alberghidel comune di Mazara(76.183)N° totale di turisti negli alberghidella provincia(1.510.107)Ufficio statisticaprovincia regionale diTrapani% 25% 0,70%1% 2% 5%c) Rilevazionedel grado disoddisfazionedei destinatariIndicatore 3. Tasso dei visitatorie fruitori del sitoN° visitatori 2011(136.500)N. Visitatori 2010 (16000)Ufficio innovazione % 25% 8,5%10% 15% 25%c) Rilevazionedel grado disoddisfazionedei destinatariIndicatore 4. Tasso di incrementodelle presenze nelle struttureextra alberghierePresenze 2011:12174Presenze 2010 :9890Ufficio statisticaprovincia regionale diTrapani% 25% 1,23%2% 3% 5%c) Rilevazionedel grado disoddisfazionedei destinatariL’attività di misurazione si svolge mediante la raccolta dei valori al 2012 da parte degli stagisti e dell’ufficio controlli interno, con ilcoordinamento del direttore generale. I risultati vengono misurati all’interno degli ambiti di riferimento
  4. 4. GLI OBIETTIVI OPERATIVI: MISURAZIONE DEGLIINDICATORI DI RISULTATOPdP - Obiettivo operativo 2.1.1. Assicurare l’apertura anche pomeridiana dei siti museali ed artistici comunali per 365 giorni all’annoRisultati (Indicatori)Titolo DescrizioneUnità dimisuraPeso%Val. Iniz.Target (valore atteso al 31Dicembre)Indicatore di risultato dell’obiettivo operativoN° giorni di apertura dei siti museali eartisticin.100%363 363Piano dettagliato di Obiettivi: 6 aree tematiche, obiettivi in parte comuni, in parte individualizzati, coordinati con gli obiettivioperativi del PdPArea tematica5) Livello di miglioramentodell’attività di routineObiettivo:Miglioramento dei livelli di erogazionedei servizi istituzionali di competenza,nel rispetto di quanto stabilito con ilPiano esecutivo di gestione 2012Indicatore di performance:Descrizione dei servizi istituzionali dicompetenza e, per ciascun servizio, deilivelli quali/quantitativi di erogazioneraggiunti nel 2012, con indicazione dellivello di miglioramento rispetto al 2011Peso:10%Risultato attesoMiglioramento della gestionedei servizi di competenza conindicazione di elementiquantitativi e qualitativiL’attività di misurazione si svolge mediante la raccolta dei valori al 2012 da parte dei responsabili del procedimento di controllo digestione presso ciascun settore, con l’ausilio degli stagisti, dell’ufficio controlli interno, con il coordinamento del direttore generale.I risultati e i relativi scostamenti vengono motivati da ciascun dirigente per ciascun obiettivoLo Stato di Salute Finanziaria, Organizzativa e Relazionale: Target attesi/RisultatiL’attività di misurazione si svolge con la verifica dei risultati raggiunti per ciascun target, da parte dei responsabili del procedimentodi controllo di gestione presso ciascun settore, con l’ausilio degli stagisti, dell’ufficio controlli interno, con il coordinamento deldirettore generale. I risultati e i relativi scostamenti vengono motivati da ciascun dirigente per ciascun obiettivo
  5. 5. ValutazionestrategicaA cura del direttoregenerale e dell’OIVValutazione dellaperformanceorganizzativaA cura del direttoregenerale e dell’OIVValutazione dellaperformanceindividuale deidirigentiA cura dell’OIVValutazione dellaperformanceindividuale delpersonaleA cura dei dirigentiValutazionedell’ente nel suocomplessoA cura del Direttoregenerale e dell’OIV10 schede, una perciascun obiettivostrategico7 schede, una perciascun settore1 scheda per ciascundirigente1 scheda per ciascundipendenteRelazione conclusivaLa relazione sulla performance: un racconto breve ma intenso e trasparenteUna pagina dedicata agliobiettivi strategiciDove volevamo andare?Dove siamo arrivati?Una pagina dedicata agliobiettivi operativi egestionaliCosa volevamo fare?Cosa abbiamo fatto?Una pagina dedicata allostato di salute dell’enteCome stiamo?Una pagina dedicata alcontributo di ciascuna persona(dirigenti, responsabili di p.o.,personale)Chi siamo?
  6. 6. «Non ci sono venti favorevoli per il navigante che non sa dove andare»SognarePianificareProgrammareRealizzareControllareMisurareValutareRaccontareTornare a sognare«Con quello che abbiamoFin dove possiamo»

×