Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
 Insegnamento di STORIA DELLE SCIENZE NATURALI E UMANE
6 CFU Settore Scientifico Disciplinare M-STO/05
Docente: Prof. Fau...
CESARE LOMBROSO
La nascita dell’Antropologia Criminale
NACQUE A VERONA NEL 1835
Lombroso fu definito
padre dell’antropologia
criminale in quanto
primo a cercare nella
natura dell’uomo le cause
che deter...
Durante la seconda metà del 1800
prende campo il Positivismo che in
ambito letterario corrisponde con il
Naturalismo in Fr...
Lombroso sosteneva a gran voce che
criminali si nasce; egli individuò il
problema nel cranio e più
precisamente nel cervel...
FATTORI CLIMATICI E
DELINQUENZA
Certo è che se le teorie di Lombroso
sulla semplice misurazione del
cranio o sui tratti somatici o sulla
provenienza, foss...
A Torino, presso il Museo intitolato a
Cesare Lombroso si trovano esposti
moltissimi crani. Lo scienziato
effettuò l’autop...
Abbiamo detto che per Lombroso i
criminali sono riconoscibili in quanto
nei tratti somatici presentano delle
caratteristic...
VENGONO CATALOGATI I
SOGGETTI CRIMINALI
LE OSSERVAZIONI SUI
CADAVERI PROSEGURONO, MA
…
Lombroso studiò anche le donne,
prendendo in esame una donna “normale”
egli annotò delle caratteristiche fisiche che
la re...
DELINQUENZA FORMA DI
EPILESSIA
Lombroso osservò anche alcuni casi di soggetti affetti da epilessia e li associò
alle condo...
LOMBROSO
PSEUDOSCIENZIATO
Lombroso si dedicò anche agli studi sui
fenomeni paranormali che riguardavano spiriti
e fantasmi...
Alla fine Lombroso fu radiato dalla
Società Antropologi ed Etnologi e fu
considerato uno pseudo scienziato.
Furono contest...
Cesare Lombroso, ammalatosi di
angina pectoris, muore a Torino
nell’ottobre del 1909 .
Prima di morire chiese a suo genero...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

4 cesare lombroso

INSEGNAMENTO STORIA DELLE SCIENZE NATURALI E UMANE

  • Login to see the comments

  • Be the first to like this

4 cesare lombroso

  1. 1.  Insegnamento di STORIA DELLE SCIENZE NATURALI E UMANE 6 CFU Settore Scientifico Disciplinare M-STO/05 Docente: Prof. Fausto Benedetti Courseware prestrutturato Modulo 4 Il positivismo e l’evoluzionismo fino a Darwin  CESARE LOMBROSO E LA NASCITA DELL’ ANTROPOLOGIA CRIMINALE
  2. 2. CESARE LOMBROSO La nascita dell’Antropologia Criminale
  3. 3. NACQUE A VERONA NEL 1835
  4. 4. Lombroso fu definito padre dell’antropologia criminale in quanto primo a cercare nella natura dell’uomo le cause che determinavano le sue condotte criminose. Egli sosteneva che nell’atto del delinquere vi erano delle cause ataviche, innate. PADRE DELL’ANTROPOLOGIA CRIMINALE
  5. 5. Durante la seconda metà del 1800 prende campo il Positivismo che in ambito letterario corrisponde con il Naturalismo in Francia e il Verismo in Italia. Il Positivismo celebra fino quasi a divinizzarla la Scienze, come strumento fondamentale per il progresso umano. In questo periodo si inserisce la figura di Lombroso. Egli cercava di provare scientificamente il tutto per dare ordine al caos che è all’origine delle devianze. PERIODO STORICO DEL POSITIVISMO
  6. 6. Lombroso sosteneva a gran voce che criminali si nasce; egli individuò il problema nel cranio e più precisamente nel cervello. Per cercare di provare questa sua teoria, non esitò ad aprire quanti più crani possibile. Il criminale nasce tale, ma ha anche delle connotazioni fisiche che confermano il suo essere propenso a delinquere. L’ essere nato in Meridione ad esempio è indice di soggetto potenzialmente criminale di nascita. DELINQUENTE SI NASCE
  7. 7. FATTORI CLIMATICI E DELINQUENZA
  8. 8. Certo è che se le teorie di Lombroso sulla semplice misurazione del cranio o sui tratti somatici o sulla provenienza, fossero bastate ad individuare precocemente i criminali, allora ucciderli sin dalla nascita poteva essere un modo risolutivo per liberare il Pianeta da tutti suoi mali. Fortunatamente le sue teorie non trovarono conferme scientifiche anche se obiettivamente di fronte a talune facce certe volte è meglio cambiare strada. LOMBROSO FU ACCUSATO DI ESSERE FOMENTATORE DEL NAZIFASCISMO
  9. 9. A Torino, presso il Museo intitolato a Cesare Lombroso si trovano esposti moltissimi crani. Lo scienziato effettuò l’autopsia sul cranio del brigante Villella alla ricerca della fossetta occipitale interna ed effettivamente fece la “sensazionale scoperta” della fossetta occipitale mediana, di un cervelletto a tre lobi e non due. Secondo lo scienziato sarebbe stata quella la prova “dell’atavismo criminale”, della presenza cioè di caratteri tipici dei primitivi scomparsi nell’uomo moderno. IL CRANIO E LA FOSSETTA OCCIPITALE INTERNA
  10. 10. Abbiamo detto che per Lombroso i criminali sono riconoscibili in quanto nei tratti somatici presentano delle caratteristiche frequenti che si ripetono e vi è anche la coincidenza nella tipologia specifica del reato. Soggetti con zigomi sporgenti denotano un carattere aggressivo; Soggetti con occhi chiari connotano atteggiamenti da calcolatori; Soggetti con il naso storto contraddistinguono gli assassini. CARATTERISTICHE SOMATICHE RICONOSCIBILI
  11. 11. VENGONO CATALOGATI I SOGGETTI CRIMINALI
  12. 12. LE OSSERVAZIONI SUI CADAVERI PROSEGURONO, MA …
  13. 13. Lombroso studiò anche le donne, prendendo in esame una donna “normale” egli annotò delle caratteristiche fisiche che la rendono inferiore all’uomo; anatomicamente presenta delle accentuazioni dal punto di vista scheletrico e la cosiddetta “fossetta occipitale”; psicologicamente è più forte al dolore, più irascibile, iraconda, propensa a ciarlare, attenta alla coscienza giuridica. Comportamenti delittuosi legati alla prostituzione, ma con i connotati della premeditazione e della crudeltà. Egli studiò anche l’omosessualità delle donne e degli uomini. Attribuì tali tendenze ad una mancata evoluzione della specie che è rimasta allo stato primitivo, aggiunge inoltre che i casi aumentano nelle carceri, nei conventi, nei collegi, nelle caserme. Lombroso comunque anche in questi soggetti riscontra caratteristiche fisiche, anatomiche, psichiche comuni. I delitti da essi compiuti sono per lo più passionali con l’aggravante dell’efferatezza. LE DONNE SECONDO LOMBROSO
  14. 14. DELINQUENZA FORMA DI EPILESSIA Lombroso osservò anche alcuni casi di soggetti affetti da epilessia e li associò alle condotte delittuose. Da questi studi si denota un accantonamento della tesi atavica per abbracciare una struttura tipica del Positivismo che riconduce il tutto alla Scienze. Lombroso notò che l’attore di un delitto compiuto a danno dei compagni commilitoni, al suo risveglio, non mostrava rimorsi, né stato di completa incoscienza (tipico degli epilettici). Il comportamento era quello dei delinquenti nati. Egli si concentrò allora sulle anomalie ataviche, sull’ottusità sensoriale, sulla ristrettezza del campo visivo, sullo strabismo, sull’ omodontia, su delle asimmetrie craniche e sull’eccessiva agilità, in definitiva su alcune caratteristiche del cranio che provocavano l’irritazione del midollo spinale o dei lobi laterali dell’encefalo e dedusse che molti atti delinquenziali andavano ricondotti ad attacchi epilettici.
  15. 15. LOMBROSO PSEUDOSCIENZIATO Lombroso si dedicò anche agli studi sui fenomeni paranormali che riguardavano spiriti e fantasmi, credeva nell’operato dei sensitivi. La Scienze non prende in considerazione i suddetti fenomeni, piuttosto li rilega all’autosuggestione e alle fantasticherie pertanto egli non fu più ritenuto credibile. D’altronde egli non seppe dare risposte scientifiche quando sui crani di taluni soggetti criminali non fu riscontrata la fossetta occipitale interna.
  16. 16. Alla fine Lombroso fu radiato dalla Società Antropologi ed Etnologi e fu considerato uno pseudo scienziato. Furono contestate le modalità delle sue ricerche, le idee opinioni relative alle etnie di appartenenza del delinquente nato, le sue convinzioni sul paranormale. Lo stesso “Museo degli orrori” come venne definito da alcuni giornalisti, è stato più volte bersagliato. Ancor oggi l’opinione pubblica chiede di restituire degna sepoltura a quegli uomini cavie di esperimenti che non hanno dimostrato nulla. LOMBROSO RADIATO
  17. 17. Cesare Lombroso, ammalatosi di angina pectoris, muore a Torino nell’ottobre del 1909 . Prima di morire chiese a suo genero, antropologo anch’esso, di recidere il suo capo e di continuare nella ricerca delle sue teorie. La foto a sinistra lo ritrae perfettamente conservato in teca. Il pensiero di Lombroso si può riassumere genericamente in una sua famosa frase: «...il criminale è un essere atavistico che riproduce sulla propria persona i feroci istinti dell'umanità primitiva e degli animali inferiori».

×