Avviso gestione centro polivalenti alberobello castellana-locorotondo

209 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
209
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
21
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Avviso gestione centro polivalenti alberobello castellana-locorotondo

  1. 1. Ambito territoriale di Putignano Ufficio di Piano – Comune di Putignano – Via Conversano,3/A 1° Piano All. A alla Determinazione Dirg. 1^Rip.N°567/10 AVVISO PUBBLICO PER CONVENZIONAMENTO CON GESTORI DI STRUTTURE/SERVIZI DEL TERRITORIO DEI COMUNI DI ALBEROBELLO, CASTELLANA GROTTE, LOCOROTONDO PER ATTIVITA’ DI CUI AI CENTRI POLIVALENTI PER MINORI E ADOLESCENTI. L’Ambito Territoriale di Putignano comprendente i Comuni di Alberobello, Castellana Grotte, Locorotondo e Noci – Via Conversano3/A – 70017 Putignano (Ba) tel.: 080/4056264/272 /314 fax 080/9902143 – sito internet www.comune.putignano.ba.it e-mail: ufficiodipiano@comune.putignano.ba.it, in esecuzione della determinazione del Coordinatore dell’Ufficio di Piano - dirigente della 1^ Ripartizione - Settore Servizi Sociali del Comune di Putignano n. 567 del 15/10/2010, esecutiva, intende dare avvio all’Obiettivo di Servizio del Secondo Piano Sociale di Zona triennio 2010/2012 ovvero al Centro Aperto Polivalente in favore di minori, con età compresa tra i 6 e i 18 anni, residenti nei Comuni di Alberobello, Castellana Grotte e Locorotondo. A tal fine: INVITA Tutti i Soggetti/Organizzazioni che operano nell’ambito dei servizi alla infanzia e adolescenza e che svolgono le attività previste dai Centri aperti polivalente per minori (art.104 del Regolamento Reg. n.4/2007) quali gestori di strutture e/o servizi regolarmente autorizzati da parte dei singoli Comuni per Servizi educativi per il tempo libero o Ludoteca o Centro socio educativo diurno o Comunità educativa, come da Regolamento Regionale n.4/2007, a dare disponibilità ad attuare il Servizio richiesto presso la propria struttura. REQUISITI DEI SOGGETTI CHE POSSONO PARTECIPARE ALL’AVVISO Possono partecipare al presente Avviso: i Soggetti pubblici, o Soggetti del Terzo Settore e i Soggetti con finalità di lucro che operano nell’ambito dei Servizi alla persona – area infanzia e adolescenza - e in possesso dei seguenti requisiti: - iscrizione alla C.C.I.A.A., per le Cooperative Sociali iscrizione anche all’Albo Regionale, o iscrizione prevista dalla Legislazione della categoria di appartenenza inerente all’oggetto dell’Avviso; - essere gestori di Servizi educativi per il tempo libero o di Ludoteca o di Centro socio educativo diurno o di Comunità educativa, come da Regolamento Regionale n.4/2007, regolarmente autorizzati all’apertura, e ubicati nei Comuni di Castellana Grotte, Alberobello o Locorotondo, presso i quali saranno svolte le attività richieste dal presente avviso; Comune di Comune di Comune di Comune di Comune di ASL BA Putignano Alberobello Castellana Grotte Locorotondo Noci
  2. 2. - non trovarsi nelle condizioni di esclusione dalla partecipazione al presente Avviso di cui all’art. 38 del D.to Lgs. N. 163/06 (fallimento, condanna passata in giudicato, commissione grave negligenza, in regola pagamento delle tasse, false dichiarazioni nella partecipazione a gara , ecc.); - non essere sottoposto a misure interdittive circa la capacità a contrarre con la Pubblica Amministrazione o all’interruzione dell’attività anche temporanea, ai sensi degli Artt. 14 e 16 del D.to Lgs. 231/01. - disporre di personale professionalmente qualificato: n.1 coordinatore in possesso di laurea ed esperienza professionale dell’area socio-psico-pedagogica, così come disposto dall’art. 46 del R.R. n.4/06 almeno triennale, operatori con titolo di studio funzionale alla realizzazione delle attività, quali educatori, educatori professionali, animatori, o se con diploma di scuola media superiore, con una comprovata esperienza di almeno tre anni nell’attività in questione; - essere in regola con il pagamento delle imposte e delle tasse secondo la legislazione vigente e con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali nei confronti dei propri dipendenti. IMPORTO COMPLESSIVO L’importo mensile pro-capite che l’Ambito garantirà ai Soggetti/Organismi che parteciperanno al presente Avviso, per i ragazzi che usufruiranno del servizio in questione, sarà di €180,00 (IVA inclusa come per legge) da intendersi comprensivo di tutte gli oneri, spese, materiale, prestazioni occorrenti per garantire puntualmente il servizio richiesto dall’Ambito. Il Servizio nella misura totale di € 129.600,00 è finanziato con le risorse del Piano di Zona triennio 2010/2012. DURATA DELLA CONVENZIONE La durata Servizio in convenzionamento sarà di un (1) anno dall’1 gennaio al 31 dicembre 2011. Qualora non sia possibile dal primo gennaio 2011, decorrerà dalla data di richiesta da parte dell’Ambito e con decorrenza un anno. L’Ambito si riserva la facoltà di rinnovare la convenzione per 15 mesi alle stesse condizioni con il solo aggiornamento del costo della retta mensile, da indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, con riferimento alla data di avvio del servizio, qualora ne ricorrano i presupposti, ovvero: ulteriore finanziamento del Piano Sociale di Zona - triennio 2010-12, ottimale esecuzione del servizio da parte della Ditta aggiudicataria, e atto di indirizzo del Coordinamento Istituzionale. DESTINATARI DEL SERVIZIO Destinatari del Servizio saranno 60 minori, in età compresa dai sei ai diciotto anni, residenti nei Comuni di Alberobello - Castellana Grotte - Locorotondo, segnalati dai Servizi Sociali del Comune di appartenenza così distribuiti: n.30 per Castellana G.; n.15 per Locorotondo; n.10 per Alberobello. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OBIETTIVI Il Servizio richiesto risponderà ai seguenti obiettivi: • Potenziare e rafforzare la relazione con gli adulti basata sul rispetto reciproco, l’ascolto, il dialogo, la critica costruttiva per favorire l’effettivo “senso di appartenenza” al contesto; • rafforzare il processo esperienziale di crescita; • sostenere la capacità creativa e progettuale; • promuovere l’effettiva partecipazione e protagonismo dei ragazzi nella consapevolezza che la pratica “Aggregativa/educativa” può rappresentare un nuovo canale comunicativo; rafforzare le capacità relazionali tra coetanei e percorsi di integrazione tra ragazzi con problematicità; • prevenire forme di disagio adolescenziale;
  3. 3. • promuovere la collaborazione tra tutte le realtà educative del territorio per realizzare una politica sociale locale di partecipazione che preveda il coinvolgimento diretto degli stessi adolescenti; • sostenere maggiore consapevolezza nella partecipazione alle iniziative e alle attività di socializzazione; • creare una stretta connessione tra il Servizio e gli sportelli Informagiovani e Orienta lavoro, al fine di favorire un migliore inserimento dei giovani nella vita sociale tramite un aumento delle conoscenze, delle possibilità e delle potenzialità individuali. ATTIVITA’ Il Centro Aperto Polivalente, come da Reg. Reg n.4/2007, è una struttura aperta alla partecipazione anche non continuativa di minori e giovani del territorio ed opera in raccordo con i Servizi Sociali dei Comuni d’Ambito, attraverso la progettazione e realizzazione di interventi di socializzazione ed educativo- ricreativi, mirati a promuovere il benessere della comunità e contrastare fenomeni di marginalità e disagio minorile. I Soggetti/Organismi sociali ammessi al presente Avviso, garantiranno le attività di cui ai Centri aperti polivalenti per minori, che si caratterizzano per l’offerta di una pluralità di prestazioni e interventi prevedendo lo svolgimento di funzioni quali l’ascolto, il sostegno alla crescita, l’accompagnamento, l’orientamento. Realizzeranno attività ludico-ricreative e di animazione extrascolastiche, rivolte a promuovere le relazioni tra ragazzi; organizzeranno a titolo esemplificativo, le seguenti attività: • attività sportive; • attività ricreative; • attività culturali; • momenti di informazione; • laboratori ludico-espressivi e artistici; • vacanze invernali e/o estive. Le attività si svolgeranno nelle ore pomeridiane dal Lunedì al Sabato, dalle ore 15,00 alle ore 19,00 circa, per particolari attività o eventi, o periodi dell’anno (es. estate) il Servizio potrà essere reso con apertura antimeridiana. Potrà essere prevista una pausa estiva non superiore a dodici giorni, in concomitanza con il ferragosto e in collegamento con la programmazione delle attività. Nella gestione del Servizio sarà svolta con regolarità attività di monitoraggio e valutazione, attraverso verifiche periodiche sui risultati conseguiti da consegnare almeno trimestralmente all’Ambito. Le rilevazioni dei dati qualitativi saranno attuate mediante strumenti di documentazione costruiti per monitorare obiettivi, programmi, soddisfazione dell’utenza, quali: - presenza nella Struttura di una mappa aggiornata delle attività, degli spazi e delle risorse umane e materiali in essere; - appositi registri e schede di ingresso per verificare il numero dei partecipanti alle singole attività; - schede di rilevazione con l’ indicazione per ogni minore degli obiettivi prefissati, quelli raggiunti, i punti di forza e i punti di criticità; - diario di bordo dove si registrerà giornalmente l’attività svolta; - questionario di gradimento per valutare il grado di soddisfazione degli utenti; RAPPORTI CON L’UTENZA L’Organizzazione nella gestione del Servizio ha l’obbligo di instaurare rapporti positivi con i ragazzi e le loro famiglie, segnalati dai Comuni, al fine di rendere la più significativa possibile la frequentazione da parte loro.
  4. 4. A tale scopo andranno individuate apposite iniziative e precisi strumenti per instaurare e mantenere proficui rapporti sia con i minori che con le famiglie, quali incontri individuali, di gruppo e iniziative d’informazione. PERSONALE INCARICATO Il Servizio sarà garantito attraverso il seguente personale: • almeno n.1 operatore ogni 10 ragazzi con titolo di studio funzionale alla realizzazione delle attività, quali educatori, educatori professionali, animatori, o se con diploma di scuola media superiore, con una comprovata esperienza professionale di almeno tre anni nell’attività in questione; • n.1 coordinatore in possesso di laurea ed esperienza professionale dell’area socio-psico- pedagogica, così come disposto dall’art. 46 del R.R. n.4/06 almeno triennale • Personale ausiliario nel numero di uno ogni 25 ospiti, che garantisca la presenza nelle ore di permanenza dei minori nel centro. Il personale impiegato dovrà avere comportamento riguardoso nei confronti dell’utenza e dimostrare competenze e capacità specifiche per sviluppare una relazione costruttiva con le famiglie e i minori. Il Soggetto/Organismo, ammesso dal presente Avviso, si impegna a richiamare, e se del caso, a sostituire gli operatori che non avessero una condotta idonea alle circostanze. Le richieste e le segnalazioni provenienti, dalle singole Amministrazione, attraverso l’Ufficio di Piano, saranno impegnative per il Responsabile della struttura. Eventuale sostituzione del personale dovrà essere comunicata ai Servizi sociali del Comune di competenza e al Coordinatore dell’Ufficio di Piano con invio curriculum vitae dell’operatore subentrante. Il Soggetto/Organismo ammesso, si impegnerà ad impiegare il proprio personale in modo continuativo al fine di salvaguardare la continuità educativa e i rapporti con i ragazzi e le loro famiglie frequentanti la Struttura; potrà utilizzare volontari, tirocinanti e giovani in servizio civile per lo svolgimento di compiti e attività complementari, e comunque non sostitutivi rispetto ai compiti e alle attività di pertinenza del personale impegnato nel Servizio. L’Organizzazione, attuerà a favore dei lavoratori occupati nel Servizio, condizioni retributive, previdenziali e assicurative come previste dal vigente CCNL e applicabile alla categoria. Il Soggetto/Organismo ammesso, comunicherà all’Ambito, il nominativo del Responsabile della sicurezza (L. n. 626/94),e risponde anche per i propri dipendenti, del rispetto delle norme in materia di sicurezza sul luogo di lavoro di cui al D. Lgs. n. 626/1994 e s.m.i. MODALITA’ OPERATIVE L’ individuazione e inserimento dei bambini a cui saranno destinate le attività realizzate dal Soggetto /Organismo, avverrà a cura del Servizio Sociale Comunale. Per ogni minore, in collaborazione tra il Servizio Sociale Comunale e il responsabile dell’Organismo sarà redatto un progetto educativo personalizzato in accordo con la famiglia. Il Servizio Sociale Comunale provvederà a comunicare i nominativi dei minori anche all’Ufficio di Piano. ADEMPIMENTI A CARICO DEI SOGGETTI- GESTORI - L’Ambito, attraverso i Servizi Sociali Comunali interessati, si riserva di eseguire controlli sull’espletamento del servizio a suo insindacabile giudizio. Eventuali inadempienze e/o omissioni rilevate, rispetto a quanto stabilito nel presente Avviso e nella proposta operativa presentata dall’Organizzazione, saranno formalmente contestate e valutate in contraddittorio. Per eventuali contestazioni di inadempienza, a firma del Responsabile dell’Ufficio di Piano, l’Organizzazione avrà facoltà di presentare le sue controdeduzioni entro 10 (dieci) giorni dal ricevimento della contestazione stessa. Resta ferma la facoltà dell’Ambito, in caso di gravi e reiterate violazioni non eliminate a seguito di diffida, previa comunicazione scritta, risolvere la Convenzione con tutte le
  5. 5. conseguenze di legge e previste nella convenzione, con incameramento automatico della polizza fideiussoria, e senza preclusione di ogni altra azione per il risarcimento degli ulteriori danni. - L’Organismo assume ogni responsabilità derivante dalla gestione del servizio sotto il profilo giuridico, amministrativo, economico, organizzativo, sollevando l’Ambito, ivi comprese le idonee coperture assicurative, relative alla responsabilità civile per danni a persone o cose conseguenti allo svolgimento del servizio, al rischio di infortunio e di responsabilità civile verso terzi, mediante stipula di apposita polizza assicurativa con massimali non inferiori a € 100.000,00; - L’Organismo produrrà all’Ambito copia della Polizza assicurativa per responsabilità civile verso terzi. - Sono a carico della Organizzazione tutte le spese necessarie per la stipula della convenzione (imposta di bollo, registrazione, imposta di rogito, ecc.) nonché garantire polizza fidejussoria pari al 10% dell’importo della convenzione che si andrà a definire in virtù del numero dei bambini che i Comuni potranno inserire. Detto adempimento avverrà entro 20 gg. lavorativi dalla data di comunicazione dell’esito della partecipazione al presente avviso. PAGAMENTO DEL SERVIZIO Il pagamento dei corrispettivi avverrà a seguito di presentazione, da parte dell’Organizzazione, di regolare fattura mensile, con allegato DURC, ed elenco con le presenze, dei ragazzi che hanno usufruito del Servizio, controfirmato dal Servizio Sociale comunale interessato per conferma. La nota contabile perverrà entro il sette (10) del mese successivo a quello di riferimento. L’assenza del minore, sino alla comunicazione da parte del Comune di competenza di dimissione, oltre il decimo giorno, comporterà la liquidazione dell’ 80% della spesa pro-capite. La liquidazione del Servizio avverrà a mezzo mandato della Tesoreria del Comune di Putignano, capofila, con cadenza mensile, entro trenta giorni dalla ricezione della nota contabile, vistata dal Coordinatore dell’Ufficio di Piano. In caso di fattura irregolare o di contestazione di adempimento da parte dell’Ambito Territoriale, il termine di pagamento verrà sospeso dalla data della contestazione e sino a completamento della regolarizzazione, ovvero, a conclusione dell’eccezione di inadempimento. In tal caso l’Organismo non potrà opporre eccezioni alla sospensione del pagamento, né aver titolo a risarcimento di danni, né ad altre pretese. TUTELA DEI DATI PERSONALI L’Organizzazione garantirà la riservatezza su dati, fatti o circostanze riguardanti i minori e le loro famiglie, assicurando l’adempimento dello stesso obbligo anche da parte di tutto il proprio personale, nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 e ss. mm.. Assume, inoltre, la qualifica di incaricato del trattamento dei dati personali. Il vincolo della riservatezza non potrà essere posto nei confronti del Servizio Sociale Comunale per quanto riguarda i compiti di sua pertinenza. DEFINIZIONE DELLE CONTROVERSIE Qualsiasi controversia, che dovesse eventualmente insorgere nell’esecuzione della convenzione , le ci si avvarrà del giudizio di un collegio arbitrale composto da un rappresentante dell’Ambito, un rappresentante Organizzazione e da un terzo, nominato dal Tribunale di Bari, i quali decideranno senza formalità di giudizio. La decisione arbitrale sarà inappellabile. MODALITA’DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA I Soggetti che intendono partecipare al presente Avviso devono presentare al Comune di Putignano, Ufficio Protocollo, Via Roma,8- 70017 Putignano, a mezzo raccomandata del Servizio Postale, mediante Agenzia di recapito autorizzata o mediante consegna diretta, pena l’esclusione, entro le ore 12,00 del 15 novembre 2010, apposita documentazione in busta sigillata - con apposizione sui lembi di chiusura di timbro e firma del legale rappresentate - recante sulla parte esterna il nome del mittente e l’indicazione “Centri Polivalenti per Minori e Adolescenti”.
  6. 6. La busta dovrà contenere, a pena di esclusione, i seguenti documenti: 1. Istanza dichiarazione Istanza–Dichiarazione, in bollo, se spettante, sottoscritta dal legale rappresentante dell’Organizzazione, da redigersi come da apposito modello allegato b) predisposto dall’Ambito, resa ai sensi degli artt.46 e 47 del DPR 445/2000, con allegata fotocopia del documento di identità; 2. Copia dell’Atto costitutivo o Statuto da cui risultino tra le finalità sociali attività socio- educative in favore di minori. 3. Copia del presente Avviso firmato per accettazione in ogni sua pagina dal Responsabile della Organizzazione. 4. Relazione descrittiva del Servizio (non oltre 12 pagine) che deve, oltre che rispondere alle indicazioni del presente Avviso, riportare dettagliatamente le attività, le metodologie adottate, i tempi e quanto altro utile sia alla comprensione del servizio che alla buona realizzazione dello stesso, sottoscritta dal legale rappresentante. 5. Elenco del personale utilizzato nell’esecuzione del servizio richiesto dall’Ambito, con l’indicazione della funzione rivestita, del titolo posseduto, e dell’esperienza maturata :curriculum. 6. Copia Provvedimento di Autorizzazione all’apertura e funzionamento della Struttura o Servizio presso il quale saranno svolte le attività di cui al presente Avviso rilasciato dal Comune di competenza, o copia Provvedimento di iscrizione all’apposito Registro Regionale. 7. Certificazione attestante la correntezza contributiva ed assicurativa, riferita a tutti i membri, di posizione/iscrizione dell’Organizzazione (DURC) non anteriore a sei mesi rispetto alla data di scadenza del Bando; L’Organismo è obbligato a mantenere la propria disponibilità per un periodo di 180 giorni a decorrere dalla data di scadenza dell’Avviso. L’Ambito ha facoltà, a suo insindacabile giudizio, di non dare luogo al presente Avviso, senza che le Organizzazioni possano vantare diritti a riguardo, sino a sottoscrizione della Convenzione. AMMISSIONE E VALUTAZIONE DELLA DISPONIBILITÀ L’Ambito, attraverso una Commissione, entro 10 gg. dalla scadenza dell’Avviso, provvederà alla verifica dei requisiti e della documentazione prodotta, e alla valutazione complessiva del servizio proposto. Successivamente al Provvedimento del Coordinatore dell’Ufficio di Piano di approvazione dei verbali della Commissione verrà data comunicazione dell’esito della valutazione ai partecipanti, a mezzo raccomandata a.r.. L’accettazione della disponibilità da parte dell’Ambito consentirà, previa sottoscrizione della Convenzione, l’avvio del servizio con le modalità e alle condizione esplicitate nel presente bando e i Servizi Sociali comunali interessati procederanno alla segnalazione dei bambini. Il Coordinatore l’Ufficio di Piano Avv. Giuseppe Salvatore Alemanno
  7. 7. La busta dovrà contenere, a pena di esclusione, i seguenti documenti: 1. Istanza dichiarazione Istanza–Dichiarazione, in bollo, se spettante, sottoscritta dal legale rappresentante dell’Organizzazione, da redigersi come da apposito modello allegato b) predisposto dall’Ambito, resa ai sensi degli artt.46 e 47 del DPR 445/2000, con allegata fotocopia del documento di identità; 2. Copia dell’Atto costitutivo o Statuto da cui risultino tra le finalità sociali attività socio- educative in favore di minori. 3. Copia del presente Avviso firmato per accettazione in ogni sua pagina dal Responsabile della Organizzazione. 4. Relazione descrittiva del Servizio (non oltre 12 pagine) che deve, oltre che rispondere alle indicazioni del presente Avviso, riportare dettagliatamente le attività, le metodologie adottate, i tempi e quanto altro utile sia alla comprensione del servizio che alla buona realizzazione dello stesso, sottoscritta dal legale rappresentante. 5. Elenco del personale utilizzato nell’esecuzione del servizio richiesto dall’Ambito, con l’indicazione della funzione rivestita, del titolo posseduto, e dell’esperienza maturata :curriculum. 6. Copia Provvedimento di Autorizzazione all’apertura e funzionamento della Struttura o Servizio presso il quale saranno svolte le attività di cui al presente Avviso rilasciato dal Comune di competenza, o copia Provvedimento di iscrizione all’apposito Registro Regionale. 7. Certificazione attestante la correntezza contributiva ed assicurativa, riferita a tutti i membri, di posizione/iscrizione dell’Organizzazione (DURC) non anteriore a sei mesi rispetto alla data di scadenza del Bando; L’Organismo è obbligato a mantenere la propria disponibilità per un periodo di 180 giorni a decorrere dalla data di scadenza dell’Avviso. L’Ambito ha facoltà, a suo insindacabile giudizio, di non dare luogo al presente Avviso, senza che le Organizzazioni possano vantare diritti a riguardo, sino a sottoscrizione della Convenzione. AMMISSIONE E VALUTAZIONE DELLA DISPONIBILITÀ L’Ambito, attraverso una Commissione, entro 10 gg. dalla scadenza dell’Avviso, provvederà alla verifica dei requisiti e della documentazione prodotta, e alla valutazione complessiva del servizio proposto. Successivamente al Provvedimento del Coordinatore dell’Ufficio di Piano di approvazione dei verbali della Commissione verrà data comunicazione dell’esito della valutazione ai partecipanti, a mezzo raccomandata a.r.. L’accettazione della disponibilità da parte dell’Ambito consentirà, previa sottoscrizione della Convenzione, l’avvio del servizio con le modalità e alle condizione esplicitate nel presente bando e i Servizi Sociali comunali interessati procederanno alla segnalazione dei bambini. Il Coordinatore l’Ufficio di Piano Avv. Giuseppe Salvatore Alemanno

×