Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Relazione
disfunzionale e
Ansia Sessuale
Dr. Walter La Gatta
psicoterapeuta
1
L’Ansia
L'ansia è prevista dalla "Natura" come una
sorta di sistema di avvertimento:
ci avverte infatti dei pericoli e del...
Questa è una buona cosa se un leone sta per
attaccarci, ma non si può certo dire la stessa
cosa se i problemi esterni non ...
Nell’ «ansia da prestazione sessuale»,
ricevere questa sorta di «avvertimenti»
è sicuramente
più un male che un bene.
4
An...
In tutti i tipi di ansia da prestazione si osservano:
1. aumento dell’autoconsapevolezza
2. riduzione nella qualità della ...
A volte è difficile uscire da questi
meccanismi, anche usando
un pensiero logico e razionale.
Infatti, abbiamo a che fare ...
7
Lo spectatoring
Lo spectatoring porta la persona sessualmente
ansiosa al di fuori di sé, mantenendo uno stretto
controll...
In genere, i pensieri alla base dell’ansia da prestazione
riguardano:
• timore del giudizio altrui,
• problemi intrapsichi...
In alcuni casi l’ansia da prestazione potrebbe
rispondere al bisogno di
non disperdere il proprio Io nell’altro/a:
tenendo...
A volte un comportamento femminile
particolarmente aggressivo, una bellezza
molto pronunciata, uno status socio-
economico...
La terapia sessuale deve intervenire sui
significati soggettivi e relazionali dell’ansia
cercando di ridurre il sintomo
ed...
L’anamnesi dovrà partire dall’infanzia, dai
rapporti con le figure genitoriali, le
esperienze di riconoscimento affettivo ...
Il primo obiettivo è quello di riconciliare il
paziente con il suo Ideale dell’Io, abbassando
la paura del giudizio e il t...
Altre volte l’ansia nasce dalla delusione che
l’uomo legge nel mancato raggiungimento
del piacere nella sua partner, oppur...
Questo tipo di relazione disfunzionale
all’interno della coppia
va a potenziare
l’ansia da prestazione dell’uomo.
La partn...
La disfunzione sessuale di uno dei due
partner va sempre affrontata come
disfunzione sessuale della coppia:
è la coppia ch...
Nel caso della disfunzione sessuale maschile
un intervento mansionale deve prevedere
anche un intervento allo scopo di
mig...
Molto importante è stabilire
una relazione sessuale di qualità:
la partner dovrebbe essere una persona con
la quale vi sia...
Quando un uomo fallisce nella prestazione la
donna tende a reagire in due modi:
paura di non essere sufficientemente
desid...
Nel lavoro con la coppia può essere utile
focalizzare l’attenzione sui comportamenti
che ostacolano la sessualità, sostitu...
Nell’uomo si lavora sui concetti di
distrazione e concentrazione:
distrazione dai pensieri disturbanti, sostituendoli con
...
Sebbene in letteratura si parli soprattutto di ansia
da prestazione maschile, la ricerca dimostra che
anche la funzionalit...
Recentemente è stato suggerito che la
preoccupazione che gli uomini hanno nei confronti
del proprio organo genitale può sv...
Variazioni di aspetto nel corpo femminile sono stati
collegati a cambiamenti nella risposta sessuale.
Per esempio, pazient...
Al contrario, donne che hanno seguito un
percorso psicoterapeutico per guarire dalla
bulimia, perdendo peso, mostrano una
...
Bibliositografia
• http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2859459/
• Emmanuele A. Jannini, Andrea Lenzi, Mario A. Mag...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Relazione disfunzionale e ansia sessuale

2,201 views

Published on

Relazione presentata dal Dr. Walter La Gatta al Convegno TIMIDEZZA D'AMORE E ANSIA SESSUALE.
Ancona, 20 Novembre 2010.

La relazione è reperibile qui:

http://airt.eu/2010/11/24/relazione-disfunzionale-e-ansia-sessuale-atti-del-convegno/

Published in: Health & Medicine
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

Relazione disfunzionale e ansia sessuale

  1. 1. Relazione disfunzionale e Ansia Sessuale Dr. Walter La Gatta psicoterapeuta 1
  2. 2. L’Ansia L'ansia è prevista dalla "Natura" come una sorta di sistema di avvertimento: ci avverte infatti dei pericoli e delle minacce presenti nell’ambiente, in modo che noi si possa mettere in atto dei comportamenti per allontanare da noi questi pericoli e salvaguardare così la nostra vita. 2
  3. 3. Questa è una buona cosa se un leone sta per attaccarci, ma non si può certo dire la stessa cosa se i problemi esterni non richiedono particolari attenzioni ed anzi, l’avvertimento stesso è generatore di ansia… 3 L’Ansia che genera ansia
  4. 4. Nell’ «ansia da prestazione sessuale», ricevere questa sorta di «avvertimenti» è sicuramente più un male che un bene. 4 Ansia da prestazione sessuale
  5. 5. In tutti i tipi di ansia da prestazione si osservano: 1. aumento dell’autoconsapevolezza 2. riduzione nella qualità della prestazione Quando l’individuo si rende conto della scarsa qualità della prestazione, questo produce allarme e dunque genera altra ansia. E questo peggiora la prestazione… 5 Cosa accade nell’ansia da prestazione
  6. 6. A volte è difficile uscire da questi meccanismi, anche usando un pensiero logico e razionale. Infatti, abbiamo a che fare con dei meccanismi automatici, che normalmente non sono sotto il controllo della coscienza. 6 Meccanismi Automatici
  7. 7. 7 Lo spectatoring Lo spectatoring porta la persona sessualmente ansiosa al di fuori di sé, mantenendo uno stretto controllo delle proprie emozioni e osservando lucidamente le proprie reazioni sessuali; questa tendenza a osservare con gli occhi di un giudice la propria maniera di fare l'amore è altamente dannosa per la sessualità. Il fenomeno fu descritto per la prima volta da Masters e Johnson.
  8. 8. In genere, i pensieri alla base dell’ansia da prestazione riguardano: • timore del giudizio altrui, • problemi intrapsichici legati al bisogno di affermazione e di sicurezza, • bisogno di dominio sul/sulla partner, (contrastare i sentimenti di gelosia sottomettendo il/la partner ad un piacere che gli/le impedisca di pensare ad altri partners) 8 Contenuti psichici dell’ansia da prestazione
  9. 9. In alcuni casi l’ansia da prestazione potrebbe rispondere al bisogno di non disperdere il proprio Io nell’altro/a: tenendo occupato il proprio pensiero con l’ansia, non si accede al piacere e non si entra realmente in contatto con l’altra persona, restando appesi ad una catena di pensieri che portano verso sé stessi. 9 Ansia per non concedersi completamente
  10. 10. A volte un comportamento femminile particolarmente aggressivo, una bellezza molto pronunciata, uno status socio- economico elevato, un maggiore livello di esperienza sessuale, una persistente ammirazione per l’ex possono indurre nell’uomo un forte stato di ansia. 10 Aspetti della donna che creano ansia nell’uomo
  11. 11. La terapia sessuale deve intervenire sui significati soggettivi e relazionali dell’ansia cercando di ridurre il sintomo ed indurre dei cambiamenti. Il punto di partenza è la lettura del disagio. 11 La Terapia Sessuale
  12. 12. L’anamnesi dovrà partire dall’infanzia, dai rapporti con le figure genitoriali, le esperienze di riconoscimento affettivo da parte dei pari, i primi innamoramenti, il vissuto corporeo in generale e il rapporto con i propri genitali, nella visione estetica ed emotiva del corpo. 12 L’Anamnesi
  13. 13. Il primo obiettivo è quello di riconciliare il paziente con il suo Ideale dell’Io, abbassando la paura del giudizio e il timore del confronto, potenziando la capacità sensoriale del proprio piacere, che solo in seconda battuta andrà ad incontrare il piacere dell’altra persona. 13 Primo obiettivo terapeutico
  14. 14. Altre volte l’ansia nasce dalla delusione che l’uomo legge nel mancato raggiungimento del piacere nella sua partner, oppure dalla mancanza di desiderio di lei, dalla sua distanza emotiva e dalla sua indifferenza. 14 L’Atteggiamento di lei
  15. 15. Questo tipo di relazione disfunzionale all’interno della coppia va a potenziare l’ansia da prestazione dell’uomo. La partner diventa dunque complice, consapevole o inconsapevole, del disagio maschile. 15 La relazione influisce sull’ansia
  16. 16. La disfunzione sessuale di uno dei due partner va sempre affrontata come disfunzione sessuale della coppia: è la coppia che deve cambiare il modo di avvicinarsi al rapporto sessuale (e non solo la persona che presenta la disfunzione). 16 Disfunzione sessuale di coppia
  17. 17. Nel caso della disfunzione sessuale maschile un intervento mansionale deve prevedere anche un intervento allo scopo di migliorare le modalità femminili di comunicare gusti e desideri, senza esprimere giudizi eccessivamente severi e frustranti. 17 Migliorare la comunicazione
  18. 18. Molto importante è stabilire una relazione sessuale di qualità: la partner dovrebbe essere una persona con la quale vi sia un legame che va oltre il rapporto sessuale e dunque prediligere un rapporto d’amore e di complicità a rapporti di sesso occasionale. 18 La qualità della relazione
  19. 19. Quando un uomo fallisce nella prestazione la donna tende a reagire in due modi: paura di non essere sufficientemente desiderabile per il partner, rabbia per la sua incapacità e debolezza, che viene a volte sentita come «egoismo». 19 Reazioni femminili
  20. 20. Nel lavoro con la coppia può essere utile focalizzare l’attenzione sui comportamenti che ostacolano la sessualità, sostituendoli con pensieri e atteggiamenti facilitanti: la riduzione dell’aggressività, la rassicurazione affettiva, la costruzione di ambienti sereni e rilassati. 20 Lavoro con la coppia
  21. 21. Nell’uomo si lavora sui concetti di distrazione e concentrazione: distrazione dai pensieri disturbanti, sostituendoli con un diverso ascolto del corpo e cercando nuove complicità con la partner. Concentrazione, a partire dal coito inesigente, che mira al recupero del piacere dello scambio corporeo e relazionale. 21 Distrazione e Concentrazione
  22. 22. Sebbene in letteratura si parli soprattutto di ansia da prestazione maschile, la ricerca dimostra che anche la funzionalità sessuale femminile può essere compromessa da distrazioni cognitive, sia di natura sessuale che non sessuale. 22 Un problema non solo maschile
  23. 23. Recentemente è stato suggerito che la preoccupazione che gli uomini hanno nei confronti del proprio organo genitale può svilupparsi nelle donne nei riguardi della loro immagine. 23 L’immagine
  24. 24. Variazioni di aspetto nel corpo femminile sono stati collegati a cambiamenti nella risposta sessuale. Per esempio, pazienti di sesso femminile che hanno subito interventi chirurgici mostrano una diminuita eccitazione sessuale. 24 L’immagine
  25. 25. Al contrario, donne che hanno seguito un percorso psicoterapeutico per guarire dalla bulimia, perdendo peso, mostrano una maggiore risposta sessuale in seguito al trattamento. 25 L’Ansia
  26. 26. Bibliositografia • http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2859459/ • Emmanuele A. Jannini, Andrea Lenzi, Mario A. Maggi, Sessuologia medica, Masson • Giorgio Rifelli, Sessuologia Clinica, Masson • Heln S. Kaplan, Manuale illustrato di terapia sessuale, Feltrinelli 26 Bibliositografia

×