Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.
Festival delle Comunità
del Cambiamento
Edizione 2015. Bologna, 13 e 14 Giugno
Perché un Festival
Il Festival è un ponte tra tutte le comunità che,
praticando il cambiamento, stanno rigenerando il
tessuto civile e socio-...
Nel 2013 le abbiamo mappate e nel 2014 le abbiamo
radunate a Bologna, aggregando più di 500 opinion leader
impegnati su te...
• Stimolare le comunità del cambiamento ad acquisire maggiore
peso sul piano del dibattito pubblico, attraverso attività d...
Nella seconda edizione, vogliamo costruire
partendo da quello che ha funzionato
• Approfondire il programma e concentrarci...
Ispirare
Connettere
Formare
per aumentare
la capacità di impatto delle
comunità del cambiamento
I Temi
• Modelli innovativi di collaborazione, comunicazione e
gestione (dinamiche dell’ingaggio pubblico, nuove tecnologie, poli...
I format
• 2 giorni
• 8 Sessioni plenarie per farsi ispirare dalle esperienze e dalle
visioni dei “leader” di queste comunità di pr...
I partner
• Patrocinio: Comune di Bologna (con conferma dell’utilizzo di
Palazzo Re Enzo, in centro città).
• Media Partner: riconfe...
Per animare il programma culturale del Festival è nostra intenzione
coinvolgere attivamente i principali esponenti dei mon...
Lanceremo 3 call per selezionare in modo aperto, contenuti e
partecipanti.
- tutta la comunità di RENA può proporre relato...
Dove
Due giorni di eventi, in contemporanea in più sale:
Salone del Podestà → pitch e dibattiti (ca. 400 posti)
Sala degli Atti...
Quanto ci costa?
Budget
Stiamo ipotizzando di spendere tra i 30 e 40 mila euro, tra affitto
sale, allestimenti, organizzazione, comunicazio...
Gli sponsor che cerchiamo.
Per investire sul futuro del Paese
• Gold Sponsor - 15.000 €
identificazione del brand come mai...
Comunicazione
Comunicazione del festival
Da marzo a giugno, RENA coinvolgerà tutta la sua comunità
attraverso attività on e off line.
So...
Contatti:
Francesco Russo, Presidente
f.russo@progetto-rena.it
Davide Agazzi, Direttore
d.agazzi@progetto-rena.it
Michele ...
La seconda edizione del Festival delle comunità del cambiamento | 13-14 Giugno, Bolgna
La seconda edizione del Festival delle comunità del cambiamento | 13-14 Giugno, Bolgna
La seconda edizione del Festival delle comunità del cambiamento | 13-14 Giugno, Bolgna
La seconda edizione del Festival delle comunità del cambiamento | 13-14 Giugno, Bolgna
La seconda edizione del Festival delle comunità del cambiamento | 13-14 Giugno, Bolgna
La seconda edizione del Festival delle comunità del cambiamento | 13-14 Giugno, Bolgna
La seconda edizione del Festival delle comunità del cambiamento | 13-14 Giugno, Bolgna
La seconda edizione del Festival delle comunità del cambiamento | 13-14 Giugno, Bolgna
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

La seconda edizione del Festival delle comunità del cambiamento | 13-14 Giugno, Bolgna

15,079 views

Published on

La seconda edizione del Festival delle Comunità del Cambiamento sarà uno spazio aperto alla contaminazione, per aumentare l’impatto delle azioni in campo.
Dopo la straordinaria esperienza della prima edizione, ci poniamo l’obiettivo di esplorare e formulare insieme nuove pratiche e visioni di futuro per stimolare le comunità del cambiamento e fare in modo che possano acquisire maggiore impatto sulla società e maggiore peso sul piano del dibattito pubblico.
Il 13 e il 14 Giugno a Bologna, con pitch ispirazionali, panel, sessioni formative e laboratori in contemporanea in 6 sale, vogliamo creare ponti tra le comunità del cambiamento e le istituzioni, identificare spazi di confronto e co-progettazione, lavorare sulla costruzione di «coalizioni di attori» tematiche e sul loro rafforzamento, dando seguito a quanto già accaduto spontaneamente a valle dell’edizione 2014.

Published in: Government & Nonprofit
  • Be the first to comment

La seconda edizione del Festival delle comunità del cambiamento | 13-14 Giugno, Bolgna

  1. 1. Festival delle Comunità del Cambiamento Edizione 2015. Bologna, 13 e 14 Giugno
  2. 2. Perché un Festival
  3. 3. Il Festival è un ponte tra tutte le comunità che, praticando il cambiamento, stanno rigenerando il tessuto civile e socio-economico del Paese. Startup, manifattura e artigianato digitale, beni collettivi, open data, sharing economy, civic tech, imprenditoria ed innovazione sociale, cittadinanza attiva: non sono nicchie, ma laboratori di ricerca e sviluppo per una società in costante evoluzione. Sono il futuro del Paese. Uno spazio aperto alle energie del Paese
  4. 4. Nel 2013 le abbiamo mappate e nel 2014 le abbiamo radunate a Bologna, aggregando più di 500 opinion leader impegnati su temi “di frontiera”. Nel 2015 vogliamo ispirare, connettere, formare per aumentare l’impatto delle comunità del cambiamento e cercare gli strumenti per aumentare la nostra consapevolezza, il nostro impatto sul paese, per diventare da avanguardie sistema Il Festival di RENA è luogo dove incontrare persone impegnate a dimostrare che in Italia anche le eccezioni possono diventare nuove regole. Uno spazio aperto per le comunità che sanno interpretare sfide innovative
  5. 5. • Stimolare le comunità del cambiamento ad acquisire maggiore peso sul piano del dibattito pubblico, attraverso attività di capacity building su strumenti e modalità di azione. • Portare queste comunità a ragionare sempre più su «sfide Paese» ambiziose. • Creare ponti tra le comunità del cambiamento e le istituzioni, per identificare spazi di interlocuzione, confronto e co- progettazione. • Lavorare sulla costruzione di «coalizioni di attori» tematiche e sul loro rafforzamento, dando seguito a quanto già accaduto spontaneamente a valle del Festival 2014. Obiettivi dell’edizione 2015
  6. 6. Nella seconda edizione, vogliamo costruire partendo da quello che ha funzionato • Approfondire il programma e concentrarci sui temi più rilevanti per il Paese. • Segmentare i partecipanti per interesse, anche grazie a una attività preventiva di mobilitazione e ingaggio. • Elevare la qualità dei contenuti, coinvolgendo ricercatori e docenti universitari attraverso una call for paper. • Selezionare comunità e imprese da accelerare con percorsi dedicati. • Introdurre delle sessioni di formazione e capacity building.
  7. 7. Ispirare Connettere Formare per aumentare la capacità di impatto delle comunità del cambiamento
  8. 8. I Temi
  9. 9. • Modelli innovativi di collaborazione, comunicazione e gestione (dinamiche dell’ingaggio pubblico, nuove tecnologie, policy making collaborativo, open data e big data per prendere decisioni migliori). • Sviluppo e integrazione delle comunità, rigenerazione di spazi e territori (rigenerazione urbana e delle periferie, empowerment e pratiche di comunità). • Nuove pratiche per l'occupabilità, l’economia e lo sviluppo (politiche attive per e trasformazione del mondo del lavoro, sharing economy e territori collaborativi, innovazione sociale nella cultura, nella manifattura e nell’agricoltura). • Su quali contenuti lavoreremo
  10. 10. I format
  11. 11. • 2 giorni • 8 Sessioni plenarie per farsi ispirare dalle esperienze e dalle visioni dei “leader” di queste comunità di pratiche • 16 Dibattiti e tavole rotonde per approfondire scenari di settore • 4 Workshop collaborativi e formativi per impadronirsi di nuovi strumenti e concetti • 1 Innovation Lab dedicato a 4 comunità per affrontare insieme le sfide pratiche • Coder dojo 4 kids e altre esperienze di apprendimento informale, per dimostrare quanto è facile acquisire nuove competenze ad ogni età Come lo faremo
  12. 12. I partner
  13. 13. • Patrocinio: Comune di Bologna (con conferma dell’utilizzo di Palazzo Re Enzo, in centro città). • Media Partner: riconferma dei media partner edizione 2014 (Vita, Doppiozero e Nòva) + identificazione di nuovi partner (Linkiesta.it, GoodMorningItalia, Giornalettismo, Gli Stati Generali + stampa locale) + un quotidiano nazionale. • Rete di sostegno locale: per logistica, catering, babysitting, comunicazione e video making, più ulteriori contributi in kind. • Sponsor Con chi collaboriamo #1
  14. 14. Per animare il programma culturale del Festival è nostra intenzione coinvolgere attivamente i principali esponenti dei mondi che inviteremo a Bologna, a partire dai nostri soci collettivi e dai partner con cui collaboriamo. Action Aid Italia, Addio Pizzo Travel, AICCON, Ashoka Italia, Associazione Che Fare, Associazione Italia Startup, Associazione Studio Ergo Lavoro, Audis, Avanzi/Make a Cube, Casa Netural, Collaboriamo, Euricse, Fondazione Brodolini, Fondazione Emblema, Fondazione Feltrinelli, Fondazione Human Plus, Giovani Cna, Giovani Coldiretti, Giovani Confcooperative, Hub Spa, Impact Hub, Iris Network, Italia Che Cambia, Kilowatt, Labgov, Libera, Ouishare Italia, Social Fare, Social Seed, Societing, Rural Hub, Sociolab, Sumo, Vivaio per l'Intraprendenza, Talent Garden, Top- IX, Wikitalia, Junior Achievement. Con chi collaboriamo #2
  15. 15. Lanceremo 3 call per selezionare in modo aperto, contenuti e partecipanti. - tutta la comunità di RENA può proporre relatori, argomenti e temi - per proposte di dottorandi, assegnisti e ricercatori. L’obiettivo è elevare la qualità dei contenuti mobilitando il mondo della ricerca - per comunità, associazioni, imprese, gruppi informali e Pubbliche Amministrazioni che, attraverso strumenti di design dei servizi per l'innovazione, saranno “accelerate” in un Innovation Lab da un gruppo di designer e mentor. Con chi collaboriamo #3
  16. 16. Dove
  17. 17. Due giorni di eventi, in contemporanea in più sale: Salone del Podestà → pitch e dibattiti (ca. 400 posti) Sala degli Atti → approfondimento e dibattiti (ca. 120 posti) Sala di Re Enzo → accelerazione comunità (ca. 120 posti) Sala del Quadrante → workshop/formazione (ca. 60 posti) Sala dell’Urban Center (presso Sala Borsa) → approfondimenti e dibattiti (ca 60 posti) A Palazzo Re Enzo, in Piazza Maggiore, Bologna
  18. 18. Quanto ci costa?
  19. 19. Budget Stiamo ipotizzando di spendere tra i 30 e 40 mila euro, tra affitto sale, allestimenti, organizzazione, comunicazione, costi legati a trasferte e pernottamenti, ingaggio degli speaker e catering. L’obiettivo di RENA (attraverso sponsorship e donazioni) è riuscire a coprire i costi fissi legati all’organizzazione dell’evento, per aprire uno spazio di cui poi i nostri intelocutori saranno i veri proprietari e protagonisti. Come lo scorso anno prevederemo un biglietto di ingresso per il Festival. Immaginiamo un ticket da 10 euro al giorno (metteremo a disposizione 600 biglietti per il sabato e 600 per la domenica). Attrezzeremo un servizio ristorazione (le consumazioni saranno a carico dei partecipanti).
  20. 20. Gli sponsor che cerchiamo. Per investire sul futuro del Paese • Gold Sponsor - 15.000 € identificazione del brand come main sponsor, esposizione su tutti i materiali di comunicazione off e on line, coinvolgimento in apertura del festival e nella definizione del programma culturale, possibilità di attrezzare degli stand, possibilità di organizzare “call” congiunte per specifiche attività • Silver Sponsor - 10.000 € identificazione del brand come sponsor, esposizione su tutti i materiali di comunicazione off e on line, coinvolgimento in uno o più panel del festival • Bronze Sponsor - 5.000€ identificazione del brand come sponsor, esposizione su tutti i materiali di comunicazione off e on line
  21. 21. Comunicazione
  22. 22. Comunicazione del festival Da marzo a giugno, RENA coinvolgerà tutta la sua comunità attraverso attività on e off line. Sono previsti: • incontri di presentazione a Roma, Torino, Milano e Firenze • infografiche da diffondere attraverso la pagina facebook (8820 fan), l’account twitter (8290 follower), la newsletter (3000 iscritti) e i siti dei nostri partner • 1 call for paper + 1 call per selezionare relatori • attività di ufficio stampa Durante l’evento, utilizzeremo vario materiale promozionale: 1 banner 2x5 visibile anche da Piazza del Nettuno, rollup, manifesti, locandine e flyer
  23. 23. Contatti: Francesco Russo, Presidente f.russo@progetto-rena.it Davide Agazzi, Direttore d.agazzi@progetto-rena.it Michele d’Alena, coordinatore del progetto m.dalena@progetto-rena.it

×