Corso ABAP OO 01

5,595 views

Published on

Prima parte di un corso sulla programmazione ABAP ad Oggetti tenuto da me

Published in: Education
1 Comment
1 Like
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total views
5,595
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
59
Actions
Shares
0
Downloads
140
Comments
1
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Corso ABAP OO 01

  1. 1. ABAP OBJECTS
  2. 2. Agenda del corso• Dai function module agli oggetti• Definizione di una classe• Oggetti e metodi• Incapsulamento, ereditarietà, polimorfismo• Interfacce• Eventi 2
  3. 3. Agenda del corso• Dai function module agli oggetti• Definizione di una classe• Oggetti e metodi• Incapsulamento, ereditarietà, polimorfismo• Interfacce• Eventi 3
  4. 4. Dai function module agli oggettiParadigmi di programmazione• Programmazione Procedurale• Programmazione Modulare• Programmazione ad Oggetti 4
  5. 5. Dai function module agli oggettiProgrammazioneProcedurale• Il concetto base è quello di raggruppare i pezzi di programma ripetuti in porzioni di codice utilizzabili e richiamabili ogni volta che se ne presenti lesigenza (Perform) 5
  6. 6. Dai function module agli oggettiProgrammazioneModulare• Le procedure aventi un dominio comune (ad esempio, procedure che eseguono operazioni matematiche) vengono raggruppate in moduli separati. (Call-Function) 6
  7. 7. Dai function module agli oggettiProgrammazioneOrientata agli Oggetti• E’ basata sul fatto che esistono una serie di oggetti che interagiscono vicendevolmente, scambiandosi messaggi ma mantenendo ognuno il proprio stato ed i propri dati 7
  8. 8. Dai function module agli oggetti Programmazione ad Oggetti• La programmazione orientata agli oggetti o OOP, è una metodologia di programmazione la cui caratteristica principale è il concetto di oggetto• Nella OOP tutto si basa, in maniera uniforme, sul concetto di Oggetto: ogni singolo programma, dal più semplice al più complesso, si basa su un insieme di Oggetti che interagiscono tra di loro 8
  9. 9. Dai function module agli oggetti Ma cosè alla fine un oggetto?• Per capire cos’è un oggetto prendiamo spunto dalla vita reale: un oggetto è un’automobile, un computer, una casa, e così via 9
  10. 10. Dai function module agli oggetti Ma cosè alla fine un oggetto?• Ogni automobile ha determinate caratteristiche: colore, numero di porte, cilindrata, velocità massima, modello, casa costruttrice e così via.• Unautomobile però non è solo un oggetto statico, ma può svolgere alcune azioni, come: svoltare a destra, accelerare, frenare, cambiare marcia eccetera. 10
  11. 11. Dai function module agli oggetti Programmazione ad Oggetti• Nella terminologia OOP le caratteristiche di un oggetto vengono chiamate attributi• I metodi sono le operazioni che un oggetto è in grado di compiere• Un oggetto è quindi formato da attributi e metodi 11
  12. 12. Dai function module agli oggetti Gli attributi di un Oggetto• Gli attributi costituiscono lo stato di un oggetto, in altre parole lo caratterizzano e permettono di distinguerlo da un altro.• Si tratta in definitiva delle "vecchie" variabili, con in più alcune proprietà che andremo a descrivere più avanti. 12
  13. 13. Dai function module agli oggetti I metodi di un Oggetto• I metodi, o funzioni, o messaggi, caratterizzano invece il comportamento di un oggetto, definiscono cioè come questo oggetto si comporta, come modifica i propri dati o come interagisce con altri oggetti. 13
  14. 14. Dai function module agli oggetti Perché utilizzare il paradigma Object-Oriented?• Migliore la qualità del software• Scomposizione di programmi complessi in oggetti più piccoli e semplici• Manutenzione più semplice e veloce• Riutilizzo del codice 14
  15. 15. Dai function module agli oggetti• L’ABAP è un linguaggio di programmazione di 4° generazione• Questo vuol dire che può essere utilizzato come un linguaggio procedurale di 3° generazione ma che rispetto ad essi ha maggiori potenzialità 15
  16. 16. Dai function module agli oggetti• Nel linguaggio ABAP classico la cosa più simile agli oggetti sono i gruppi funzioni 16
  17. 17. Dai function module agli oggetti• I dati globali del gruppo possono essere visti come attributi• I moduli funzione (Call-Function) possono essere paragonati ai metodi 17
  18. 18. Dai function module agli oggetti• I dati globali del gruppo possono essere visti come attributi• I moduli funzione (Call-Function) possono essere paragonati ai metodi 18
  19. 19. Dai function module agli oggetti• I dati globali del gruppo possono essere visti come attributi• I moduli funzione (Call-Function) possono essere paragonati ai metodi 19
  20. 20. Dai function module agli oggetti• La differenza fondamentale è che un oggetto può essere istanziato più volte mentre un gruppo funzioni no• In altre parole questo significa che non si possono creare più copie delle variabili globali di un gruppo funzioni 20
  21. 21. Dai function module agli oggetti Istanziare un oggetto• Ad un preciso oggetto assegniamo un nome: chiameremo quindi un oggetto di classe automobile auto1• Quindi l’oggetto auto1 potrà essere così descritto: - Velocità = 80 - Colore = rosso - Marca = bmw 21
  22. 22. Dai function module agli oggetti Istanziare un oggetto• Un altro oggetto auto2 potrò avere le seguenti caratteristiche: - Velocità = 60 - Colore = nero - Marca = fiat• Quindi gli oggetti sono diversi a seconda del valore assunto dalle loro caratteristiche, ma condividono la stessa struttura 22
  23. 23. Dai function module agli oggetti• L’ABAP Objects è un estensione del normale linguaggio ABAP• L’ABAP Objects compare per la prima volta nella release 4.5 ma è ancora una versione incompleta• A partire dalle release 4.6 vengono aggiunte l’ereditarietà, e le interfacce 23
  24. 24. Dai function module agli oggetti 24
  25. 25. ESSENTIA.COM srlVia Druento, 290 - 10078 Venaria Reale (TO)Tel.: 011 – 4560.511 fax: 011 – 4560.577Via Nizza, 56 – 00198 RomaTel.: 06 – 85305570 fax: 06 – 85800504Mail: inforoma@e-ssentia.itWeb: www.e-ssentia.com Powerd by Bossù Piergiorgio

×