Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

02 f ventriglia ecografia precoce

862 views

Published on

  • Hello! Who wants to chat with me? Nu photos with me here http://bit.ly/helenswee
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here

02 f ventriglia ecografia precoce

  1. 1.  Definizione: analisi ultrasonografica cardiaca fetale effettuata entro la 16° settimana (rispetto alle 18-22 usuali)  Raramente indicata nella diagnostica precoce routinaria  Indicazioni: aumento Translucenza Nucale (NT) e/o di altri markers per aneuploidie, presenza di fattori di rischio per CHD o di anomalie fetali extra-cardiache.  Approccio combinato EFP-NT (11°-13° settimana): aumenta la frequenza diagnostica per CDH fino al 60-80%  L’analisi combinata EFP-NT è giustificata anche per:  alta frequenza delle CHD nelle sindromi genetiche,  relazioni anatomiche tra le strutture cardiache a 11-13 settimane analoghe a quelle nel 2o trimestre,  valutazione precoce = migliore capacità decisionale  Premessa importante è che le CHD di piú grave entitá non evolvono da un cuore apparentemente normale in epoca precoce e si sviluppano con immagini simili nel I, II, III trimestre (d/l-TGA, HLHS, AVSD, DORV, TA, MA, PA, TAPVR, ampi VSD)
  2. 2.  Incremento della translucenza nucale  Positività altri markers per aneuploidie (anomalie velocimetriche del DV, rigurgito TR, art. ombelicale singola)  Presenza di malformazioni extracardiache  Storia familiare positiva per cardiopatie congenite  Sospetto di cardiopatia congenita allo screening ostetrico  Patologie materne (bassa incidenza) - CRL < 50 mm - Aumento della BMI materno - Posizione fetale sfavorevole - La possibile progressione della patologia cardiaca soprattutto nelle ostruzione agli efflussi è una limitazione riguardo all’accuratezza diagnostica Necessario informare la gestante sulle limitazioni dell’esame precoce Raccomandare ripetizione esame dalle 18 settimane per: - confermare normalità del cuore fetale, - monitorizzare le anomalie del primo trimestre - identificare patologie non visualizzate precocemente
  3. 3. Protocollo cardiologico in accordo l’American Society of Echocardiography: guidelines for fetal Echocardiography Visualizzazione 2D e CD e PW:  4 camere  tratti di efflusso del ventricolo destro e sinistro e il loro incrocio  Identificazione degli archi aortico e duttale  Sweep dalla 4 camere alla proiezione dei 3 vasi  Valutazione funzione ventricolare e ritmo cardiaco – intervallo PR Sensibilità 100% Specificità 97.3% valore positivo predittivo 84,2% valore predittivo negativo 100% per CHD maggiori Jodi I.Pike – Prenatal Diagnosis 2014;34,790-96  Situs addominale e posizione del cuore nel torace  Scansione 4 camere: - piano atrio ventricolare - riempimento del ventricoli al Color Doppler  Incrocio aorta-arteria polmonare: segno della X al CD  Presenza di flusso anterogrado e di uguale misura alla confluenza (segno della V) dell’arco aortico e dotto arterioso Trasduttore lineare ad alta frequenza (alta risoluzione a profondità di circa 8 cm) Approccio transaddominale, ev. transvaginale Possibile identificazione del 90% delle CHD N. Persico - Ultrasound Obstet Gynecol 2011;37:296-301
  4. 4. DIFETTI MINORI  Cardiomegalia  Difetti interventricolari  Disproporzione VS<VD AO<AP AP<AO VD<VS AD>AS Non specifico può essere associato ad anomalie cromosomiche, difetti cardiaci maggiori, outcome sfavorevole della gravidanza o rappresentare un’ evidenza temporanea in un cuore per altro normale DIFETTI MAGGIORI  Canale atrioventricolare  Trasposizione dei grossi vasi  Tetralogia di Fallot  Cuore sn ipoplasicio  Atresia Polmonare  Cardiopatie complesse Prenatal Diagnosis Volume 34, Issue 8, pages 790-796, 25 APR 2014 DOI: 10.1002/pd.4372 http://onlinelibrar y.wiley.com/doi/10. 1002/pd.4372/full #pd4372-fig-0001
  5. 5. Zidere V, 2013 «Comparison of echocardiographic findings in fetuses at less than 15 weeks’ gestation with later cardiac evaluation»
  6. 6. U.O.C. di Cardiologia Pediatrica -Servizio di Ecocardiografia Fetale del Policlinico Umberto I "Sapienza" IN COLLABORAZIONE CON : U.O.S. di Diagnosi Prenatale Policlinico Umberto I “Sapienza”, U.O.C. di Patologia Ostetrica Policlinico Umberto I "Sapienza", U.O.C. di Radiologia A Policlinico Umberto I “Sapienza", U.O.C. di Genetica Medica del Policlinico Umberto I “Sapienza” U.O.C. Laboratorio di Genetica Medica dell'Ospedale San Camillo “Sapienza” L’Ospedale Fatebenefratelli San Giovanni Calibita - Isola Tiberina – Roma Sta conducendo un protocollo di ricerca multidisciplinare per individuare PRECOCEMENTE i feti con sospetta CC singola o associata con malformazioni extracardiache, l’ associazione con anomalie genetiche e la ricerca di biomarkers precoci di CC ( miRNA)
  7. 7. Informatizzazione dei dati clinico-strumentali mediante creazione di una cartella elettronica condivisa tra i centri coinvolti nella gestione della gravidanza, i dati anamnestici, strumentali (ultrasonografico e RMN) e biochimici-molecolari (fenotipo molecolare e chimico-clinico) dell’unità materno-fetale saranno disponibili in tempo reale per consentire a tutti gli operatori l’ottimizzazione della gestione della gravidanza e della cardiopatia fetale.
  8. 8. Sonda transaddominale volumetrica
  9. 9. 29% 16% 18% 23% 7% 7% indicazioni ostetriche patologie materne familiarità per Cardiopatie Congenite Screening Sospetti Cardiopatie Congenite Familiarità per patologie Genetiche/Cromosomiche
  10. 10. PATOLOGIE MATERNE TOTALE 9 Nessuna patologia cardiaca significativa 1 ABORTO SPONTANEO SCREENING TOTALI 14 Nessuna patologia cardiaca significativa FAMILIARITA’ PER PATOLOGIE CROMOSOMICHE/ GENETICHE TOTALI 5 Nessuna patologia cardiaca significativa FAMILIARITA’ PER CARDIOPATIE CONGENITE TOTALI 11 1 Qtc lungo, DIV MUSCOLARE 1 DIV MUSCOLARE visto a 21 sett SOSPETTE DIAGNOSI DI CARDIOPATIE CONGENITE (C.C.) TOTALI 4 DIV COAO S. TURNER IVG CAV T4F TRISOMIA 21 IVG SINDROME SHONE IVG AGENESIA DOTTO VENOSO SCREENING OSTETRICO ALTERATO TOTALI 17 NT AUMENTATO 8 IGROMA 5 MALFORMAZIONI MULTIPLE 3 RIGURGITO TRICUSPIDALICO 1 DIV DELL’INLET TRISOMIA 21 IVG Aorta bicuspide Trisomia 21 post nat Stenosi polmonare lieve post natale
  11. 11. CARDIOPATIE CONGENITE RISCONTRATE EG INDICAZIONI RISULTATI 15+4GG SOSPETTO CAV CAV-FALLOT+ TRISOMIA 21 IVG 15 SOSPETTO CAV DIV E SOSPETTA COARTAZIONE AORTICA MONOSOMIA X IVG 12 NT AUMENTATA, IGROMA CISTICO DIV, INSUFFICIENZA TRICUSPIDALICA +TRISOMIA 21 IVG 15 SOSPETTO S.CUORE SN IPOPLASICO SEZIONI SN PIU’PICCOLE,AORTA PIU’ PICCOLA POLMONARE, sospetta sindrome di Shone IVG 14 FAMILIARITA’ PER C.C A 21 EG PICCOLO DIV MUSCOLARE APICALE 16 FAMILIARITA’ PER S. QT LUNGO DIV MUSCOLARE SOSPETTO QT LUNGO PER BRADICARDIA RELATIVA 16 SOSPETTA C.C. VCI DILATATA AGENESIA DOTTO VENOSO COMUNICAZIONE VENA OMBELICALE VENA CAVA INFERIORE
  12. 12. I caso: Sospetto CAV, igroma cistico, idrope diffusa Ecocardiografia Fetale EG15: idrotorace bilaterale , DIV, sospetta coartazione aortica Amniocentesi: monosomia X -> IVG
  13. 13. II caso sospetto CAV Ecocardiografia fetale EG15: Canale-Fallot Amiocentesi. Trisomia 21 -> IVG
  14. 14. III Caso: Indicazione: NT aumentata, Igroma cistico Ecocardiografia fetale EG12: DIV, insufficienza tricuspidalica Amniocentesi: Trisomia 21 -> IVG
  15. 15. IV Caso: Indicazione: Sospetto S.Cuore Sinistro Ipoplasico, ICSI Ecocardiografia Fetale Eg 15:SEZIONI SN PIU’PICCOLE, AORTA PIU’ PICCOLA DELLA POLMONARE, sospetta sindrome di Shone Amniocentesi: negativa IVG
  16. 16. 18 settimane EG
  17. 17. IV Caso: Indicazione: Sospetto CARDIOPATI CONGENITA VCI dilatata Ecocardiografia Fetale Eg 16: agenesia dotto venoso comunicazione vena ombelicale vena cava inferiore
  18. 18. Sui 60 pz selezionati e studiati si è evidenziato che:  una anamnesi accurata ed uno screening ostetrico ecografico accurato del primo trimestre può farci individuare quelle gravidanze a rischio che necessitano di una valutazione ecocardiografica essendo potenzialmente a rischio di cardiopatia congenita.  gli screening sulla popolazione normale non sembrano al momento essere utili.
  19. 19. Utilità dello screening ecografico/ecocardiografico precoce:  Valutazione delle gravidanze ad alto rischio per CHD  Individuare dei markers ecografici precoci di CC  Identificare ecocardiograficamente il più precocemente possibile le CC  Valutarne più accuratamente la progressione durante la vita fetale (interventi in utero)  Rassicurare le famiglie con storia familiare per CHD  Effettuare precocemente counselling alla coppia sulla cardiopatia e sulla sua gestione  Inquadrare e seguire in follow up la gravidanza

×