Successfully reported this slideshow.
We use your LinkedIn profile and activity data to personalize ads and to show you more relevant ads. You can change your ad preferences anytime.

LA MASSAFRA CHE VOGLIAMO” PROGRAMMA E PROPOSTE PER MASSAFRA 2016-2021

1,196 views

Published on

Noi Giovani Democratici di Massafra vogliamo contribuire a cambiare la nostra città , per questo abbiamo presentato alla coalizione di centrosinistra guidata dal Partito Democratico e al nostro candidato sindaco Ida Cardillo un programma e delle proposte su “LA MASSAFRA CHE VOGLIAMO”. Il programma è disponibile sul sito e sui social network.
Presentiamo alcune proposte su temi a noi cari che permettano di tutelare gli interessi di una particolare fascia sociale: la nostra! Una generazione di cui qualcuno si ricorda solo ogni 5 anni .
Intendiamo con queste brevi proposte disegnare una nuova città , modificando la realtà e proponendo una nuova visione che rendano Massafra una città migliore.
Principi cardine del nostro pensiero:

I GIOVANI AL CENTRO - La città che parla e ascolta. Avvicinare il Comune e i cittadini ,creando servizi pubblici a misura di tutti grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie, assicurando trasparenza, efficienza ed efficacia nell’azione amministrativa e garantendo la partecipazione di tutti i cittadini al miglioramento della Pubblica Amministrazione.
CITTÀ INTELLIGENTE - I massafresi meritano una città più̀ vivibile. Investire sull’innovazione come motore dello sviluppo individuale e collettivo, ridisegnando i luoghi dell’incrocio domanda/offerta, recuperando i tessuti produttivi come l’Area Industriale, favorendo il dialogo tra ricerca e industria per orientare le economie della Città verso forme più pulite, ecologiche e ad alto contenuto tecnologico, una città che crea Lavoro e Sviluppo

ACCULTURIAMOCI – Massafra come contenitore di idee e cultura. Desideriamo una città più attenta a temi culturali che, inseriti in un contesto istituzionale, permettano ai giovani di accrescere la propria cultura e partecipare attivamente ad iniziative.
Le tematiche cardine sono LAVORO SOLIDARIETA MOBILITA’ e CULTURA .
Il nostro sogno è una Massafra più semplice, più coraggiosa, più bella, più solidale e più veloce.
Noi Giovani Democratici crediamo che una nuova fase sia possibile che una nuova classe dirigente sia in grado realmente di cambiare questa città e cambiarla in meglio. Siamo convinti che il 5 giugno saremo capaci di voltare pagina, lascando alla spalle un centrodestra fallimentare per poter scrivere nuove pagine di speranza insieme a tutti i massafresi.
Pensiamo che sia finito il tempo del continuo rimandare, della rassegnazione, da oggi e nei prossimi 5 anni Massafra ha una grande occasione per il cambiamento, che va considerata e attuata.
Noi ci siamo , forti delle nostre idee e crediamo fortemente in Massafra , città che guarda al futuro consapevole delle proprie potenzialità!

Published in: News & Politics
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

LA MASSAFRA CHE VOGLIAMO” PROGRAMMA E PROPOSTE PER MASSAFRA 2016-2021

  1. 1. 1 “LA MASSAFRA CHE VOGLIAMO” PROGRAMMA E PROPOSTE PER MASSAFRA 2016-2021 Giovani Democratici Massafra Elezioni Amministrative 2016
  2. 2. 2 Le idee chiare Noi Giovani Democratici di Massafra presentiamo alcune proposte su temi a noi cari che permettano di tutelare gli interessi di una particolare fascia sociale: la nostra! Massafra se vuole realmente diventare quella città cosi tanto ambita, non può considerare soli gli interessi di alcuni strati sociali tralasciando totalmente i giovani al proprio destino. Intendiamo con queste brevi proposte disegnare una nuova città , modificando la realtà e proponendo una nuova visione che rendano Massafrauna città migliore. Principi cardine del nostro pensiero: I GIOVANI AL CENTRO - La città che parla e ascolta. Avvicinare il Comune e i cittadini, creando servizi pubblici a misura di tutti grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie, assicurando trasparenza, efficienza ed efficacia nell’azione amministrativa e garantendo la partecipazione di tutti i cittadini al miglioramento della pubblica Amministrazione. CITTÀ INTELLIGENTE - I massafresi meritano una città più̀ vivibile. Investire sull’innovazione come motore dello sviluppo individuale e collettivo, ridisegnando i luoghi dell’incrocio domanda/offerta, recuperando i tessuti produttivi come l’Area Industriale, favorendo il dialogo tra ricerca e industria per orientare le economie della Città verso forme più pulite, ecologiche e ad alto contenuto tecnologico; Una città che crea Lavoro e Sviluppo ACCULTURIAMOCI – Massafra come contenitore di idee e cultura. Desideriamo una città più attenta a temi culturali, che inseriti in un contento istituzionale permettano a giovani di accrescere la propria cultura e partecipare attivamente ad iniziative.
  3. 3. 3 I punti per Massafra Chi fa politica non può solo parlare, chiacchierare, disquisire. Occorre fare. Il coraggio di promettere cose concrete e di realizzarle. Siamo pieni di politici che saltano da una poltrona all’altra lasciando agli atti solo le loro parole. Persone che scaldano seggiole in attesa di occupare poltrone, mai disponibili a mettersi in gioco fino in fondo. Il sogno di una Massafra più semplice, più coraggiosa, più bella passa dalla disponibilità ad assumersi il rischio. A cambiare davvero. MOBILITA’ Area pedonale. Corso Roma oppure su Corso Italia-Lungovalle Niccolò Andria, con il ponte Garibaldi ad un solo senso di marcia. Il senso di marcia che porta le auto su Via Vittorio Veneto. Massafra ha bisogno di cambiare viabilità per cambiare la mente Area pedonale estiva. Meno macchine meno incidenti, meno caos. Nei dintorni del parco del quartiere Sant’Oronzo, individuando nelle aree limitrofe dei parcheggi. Mobilità urbana. Bus gratis per tutti. Con più linee di bus. Utilizzare i mezzi pubblici per ridurre l’utilizzo dei mezzi privati. Incrementare e render più capillare il servizio di Tpl Come costi ci siamo, basta ottimizzarli! Area di Parcheggio nel Rione Gesù Bambino. Ridurre nettamente le auto che percorrono le strade del centro storico è una priorità. Controllo dei Parcheggi riservati a Disabili e dei Passi Carrabili. Basta con i passi carrabili e permessi finti. E’ finita la storia degli imbrogli. Occorre controllare e monitorare tutti per il bene di ogni singolo cittadino. A scuola con il bus. Potenziare la rete scuolabus. Bici in Città. Favorire l’utilizzo di bici per percorrere le vie della città. Tutto questo sarà possibile con la predisposizione di più PISTE CICLABILI, RASTRELLIERE e un servizio di BIKE SHARING con più postazioni presenti all’interno di tutta la città. Pensare a incentivi per l’acquisto di biciclette elettriche con pedalata assistita per risolvere il problema “salite”. Stop ai parcheggi a pagamento nei dintorni di Pronto Primo Intervento –Casa della Salute. Stop a parcheggi nei pressi di luoghi più delicati. Sulle strade. Campagna di comunicazione rivolta ai più giovani sulla sicurezza stradale unita all’informazione corretta sulle conseguenze dell’uso di sostanze e dalle previsioni di navette discobus. Coinvolgimento dei gestori dei locali.
  4. 4. 4 LAVORO Laboratorio start-up. Idea nuova e innovativa. Utilizzare i locali a disposizione del comune di Massafra per concedere in comodato d’uso questi spazi per giovani che vogliono aprire una propria attività professionale (il tutto garantito con mezzi del comune che per un periodo indeterminato). Tutto questo mira ad agevolare la prima occupazione per giovani liberi professionisti e facilitare, con continui eventi e laboratori, lo sviluppo di nuova imprenditorialità. Massafra si faccia portatrice di nuove idee. Sgravi fiscali. Piano serio per lo sviluppo del centro storico. Chi aprire un’attività nel centro storico va motivato e aiutato. Basta con i semplici slogan. Per ripopolare il centro storico e la soluzione c’è e va attuata. La terra dei giovani. Trovare terre di demanio e affittarle a giovani per il biologico. SOCIALE Più servizi più sociale. Ampliamento servizi sociali a disposizione di tutti i cittadini. E’ in corso di attuazione la legge nazione “Dopo di Noi”. Nel corso degli anni tutto questo sarà realmente implementato solo se saranno i comuni a farsene carico. Più aggregazione. Potenziamento centri di aggregazione culturali e sportivi. Si utilizzino e potenzino le realtà già presenti nel nostro territorio. Immaginare uno sviluppo sotto forma di centro di aggregazione- sociale il monastero di Sant’Agostino. Nessuno si senta escluso. Presentazione di un atto di indirizzo in giunta comunale per rafforzare gli strumenti dell’associazionismo, d’ispirazione laica e religiosa, per contrastare il dramma della solitudine in una logica di sussidiarietà. Welfare e sussidiarietà. Apertura di una fase di ascolto delle centinaia di associazioni operanti sul territorio. Forte valorizzazione del principio di sussidiarietà. Basta con i giochi di strada. Più parchi più spazi verdi, rendiamo i bambini orgogliosi della propria città. Si creino dei Centri Pubblici Sportivi per creare realmente la classe sportiva del domani. Decide la gente. Sviluppo e creazione di comitati di quartiere per la tutela degli interesse dei singoli quartieri all’interno della città. La futura amministrazione si occupi di amalgamare le varie realtà.
  5. 5. 5 CULTURA Cultura a Massafra. Creazione di un programma ad hoc. Coinvolgimento dei massafresi che non abitano più a Massafra, dei massafresi in Erasmus e degli studenti stranieri che fanno l’Erasmus a Massafra. Valorizzazione degli studenti stranieri che lasciano Massafra come ambasciatori della bellezza della città nel mondo. Ritorno di MassafraEstate con veri progetti di animazione nelle piazze cittadine per chi rimane in città. Un cartellone unico, non tanti e costosi eventi. Caffè letterali. Non esistono e noi li vogliamo. Atti di indirizzo con previsione di incentivi fiscali e vantaggi economici per chi intende aprire caffè letterari o filosofici. La casa delle culture. Individuazione di uno spazio per valorizzare la presenza in Massafra di comunità straniere. Percorsi di confronto, condivisione, scambio. Percorsi formativi sulla storia di Massafra e corsi sull’identità massafrese. Verso Matera. Pianificazione del rilancio del turismo della città in vista di Matera 2019 Capitale della Cultura; Valorizzazione dei villaggi rupestri , delle cripte delle masseria ecc.. Carnevale tutto l’anno.Rilanciare il Carnevale, da vivere tutto l’anno con un Fondazione che gestisca seriamente la manifestazione scuola di cartapesta e realizzare i capannoni … e ancora, immaginiamo Massafra così: MASSAFRA PIU’ SEMPLICE Facce nuove: non sarà possibile nominare persone che abbiano già fatto gli assessori in due mandati. Bisogna avere il coraggio di cambiare davvero, non solo negli slogan. Palazzo aperto. Il Sindaco stabilirà più giorni come ricevimento dei cittadini. La scuola è il futuro. Il Sindaco – per tutto il primo anno di mandato – visiterà una volta alla settimana una scuola cittadina. Nella crisi educativa che stiamo vivendo, la scuola va sostenuta e incoraggiata. Non dimenticata. Dipendenti pubblici selezionati con bando si muoveranno quotidianamente nei vari quartieri per segnalare piccoli interventi (buche, scritte sui muri) e per garantire una risposta entro 48 ore da parte dell’Amministrazione. Prevenire è meglio che sanzionare. Non sarà più possibile per “i vigilini” fare le multe, ma saranno impiegati in funzione di segnalazione e antidegrado. Per le multe bastano i vigili…
  6. 6. 6 Le multe più chiare. Su Internet saranno pubblicate le cifre delle contravvenzioni e il loro utilizzo per rendere trasparente l’operato dell’Amministrazione coi soldi del cittadino. Controllo pubblico sui lavori pubblici. Una volta alla settimana gli uffici tecnici scriveranno in modo chiaro un punto della situazione reso pubblico (anche via email a chi ne farà richiesta) sullo stato di avanzamento di tutti i cantieri aperti. Una nuova stagione di responsabilità. Chi sbaglia un’opera pubblica deve pagare. L’Amministrazione si costituirà parte civile in tutti i procedimenti giudiziari. Stop al degrado. Subito una grande campagna perché torni il piacere di mantenere Massafra pulita: forte momento informativo iniziale e poi durissime sanzioni per chi sbaglia. Niente alibi per chi sporca. Raddoppieremo nei primi cento giorni cestini, posacenere e bagni pubblici. Rispetto per le mamme. Permessi temporanei a tutte le donne in stato interessante o con bambini fino a due anni, con un contrassegno particolare per l’ingresso in ZTL, qualora realizzata, e predisposizione di parcheggi rosa. Stazioni ecologiche. Essere virtuosi nella raccolta dei rifiuti è importante. Ma in alcuni casi è impossibile senza l’organizzazione di nuovi centri di raccolta per rifiuti ingombranti o di difficile smaltimento. Sì alla residenza, no alla rendita. Presentazione di un modello sperimentale di “Agenzia dell’alloggio” – realizzata con le associazioni del settore – per favorire incontro di domanda e offerta, garantire proprietari e inquilini, ridurre il numero degli alloggi sfitti. La bottega è il luogo del futuro. Una bottega aperta dà sicurezza. Una bottega tipica valorizza l’appartenenza a Massafra. Affitti calmierati per chi vuole restare in centro senza avere canoni di locazione troppo alti. Agevolazioni fiscali per i proprietari di immobili che valorizzano il commercio. MASSAFRA PIU’ CORAGGIOSA La famiglia pilastro della società. Realizzazione di una carta dei diritti del bambino- cittadino. Interventi fiscali a sostegno delle famiglie con figli. Cronoprogramma degli interventi in ludoteche e in spazi per bambini. Programmi ad hoc per far conoscere ai nostri bambini la storia di Massafra. Fondo di garanzia per giovani coppie. Finanziato coi risparmi e fondi comunali, l’amministrazione predisponga la costituzione di un fondo per garantire i mutui e riportare in città cento giovani coppie residenti fuori dai confini comunali. Contro la crisi, collaboriamo. Istituzione di una cabina di regia guidata dal Comune contro la crisi economica con le associazioni di categoria e gli istituti di credito presenti sul territorio.
  7. 7. 7 Ragazzi in gioco. Predisporre dei corsi gratuiti ragazzi per fare da guida turistica e conseguentemente preparare percorsi, o attivarli se ci sono... MASSAFRA PIU’ BELLA M’illumino più intenso… Concorso per realizzare un diverso piano di illuminazione, efficace per la sicurezza, esteticamente valido, sull’intero territorio cittadino. Al piano luci sarà collegato un piano colori innovativo ma rispettoso della tradizione mediterranea. Solidi e solidali: i nonni massafresi sono una ricchezza per questo territorio. Sono fondamentali sotto il profilo economico e logistico per la vita delle famiglie. Valorizzazione dell’apporto degli anziani e dell’associazionismo ad essi collegato. Atto d’indirizzo in giunta per il rafforzamento dei centri anziani. La porti un bacione. Creazione di un programma ad hoc. Coinvolgimento dei massafresi che non abitano più a Massafra, dei massafresi in Eramus e degli studenti stranieri che fanno l’Erasmus a Massafra. Valorizzazione degli studenti stranieri che lasciano Massafra come ambasciatori della bellezza della città nel mondo. Stati generali dello sport. Lo sport a Massafra è ricco di società, di progetti, di persone con grandi qualità; è un po’ meno ricco di soldi e di strutture. Entro i primi cento giorni convocheremo gli Stati Generali dello Sport massafrese per valorizzare il lavoro di migliaia di volontari appassionati e tenaci. Sport per tutti .Incentivi alle famiglie per l'iscrizione dei ragazzi a qualsiasi tipo di attività sportiva Fabbrichiamo idee. Bando di concorso annuale per raccogliere idee dai cittadini, che liberino il talento e l’ingegno dei massafresi e che rafforzino il senso di un rapporto proficuo. Il migliore amico dell’uomo. L’uomo sia amico del cane. Sì a un canile a Massafra, sì ad aree attrezzate per cani. Ma il padrone del cane sia amico di tutti, partendo da bambini e disabili: multe severe per chi non pulisce gli escrementi, rispetto rigoroso degli spazi per bambini. GiovaniDemocratici Massafra

×